Dispositivi di puntamento: a sorpresa Apple brevetta una stilo.

Il 24 maggio 2012, lo US Patent & Trademark Office ha pubblicato una domanda di brevetto effettuata da Apple riguardante un’ipotetica iPen. Ora, stando a quanto riportato da Patently Apple, l’azienda di Cupertino starebbe continuando ad investire tempo e risorse per la Ricerca e Sviluppo di questo dispositivo, progettato per lavorare in pieno stile iDevices. La notizia ha causato molto scalpore ma non sembra aver suscitato grande entusiasmo, specialmente tra i fan di Apple. Come tutti ben sanno non sempre i brevetti prendono forma quindi ogni informazione, al momento, non deve per forza corrispondere a un futuro prodotto.

Le novità mostrate nel brevetto sono molteplici e vanno dalla vibrazione che notifica una determinata azione, al micro-display per selezionare vari comandi: dall’invio di dati al computer all’elaborazione grafica semplificata e senza fili. Nel caso veda la luce questo dispositivo dovrebbe adottare numerosi sensori di input e output, accelerometri, sensori di pressione e fotocamera per migliorare l’esperienza di utilizzo.

Nonostante sia stato presentato un brevetto in molti non credono che l’azienda di Cupertino voglia realizzare un dispositivo di puntamento. A favore di questa tesi c’è il fatto che il mercato offre già una vastissima scelta di penne che possono essere utilizzate con gli iDevices come ad esempio la BoxWave Styra, la Dagi Stylus oppure la Hard Candy Stylus; altri sostengono che Apple voglia offrire al mondo un’altra grande idea, un dispositivo rivoluzionario che sconvolga il mercato e conquisti la fiducia delle persone.

I più grandi leader mondiali del settore dell’elettronica si sono accorti che il futuro è touch e i loro prodotti sono una conferma, dagli smartphone e tablet fino ad arrivare ai mouse. Nessuno dovrebbe quindi rimanere sorpreso nell’apprendere che Apple stia sviluppando brevetti di numerosi prodotti completamente gestiti da un sistema touch. Il brevetto dell’iPen presenta appunto un sistema altamente tecnologico che permetterà di restituire un feedback tattile per coinvolgere ulteriormente l’utente.

Ma siamo sicuri che Apple voglia veramente entrare nel mercato delle stilo? Molti di voi ricorderanno che lo straordinario Steve Jobs aveva espresso una certa avversione nei confronti degli stilo, definendoli inutili. “Il dito dell’uomo è il più grande sistema di puntamento mai esistito”, queste erano le sue parole e ora solo il tempo ci dirà se i suoi successori gli daranno ascolto, staremo a vedere.
Potete visitare l’articolo di patentlyapple.com nel quale sono descritte nel dettaglio moltissime funzioni sul nuovo probabile dispositivo dell’azienda di Cupertino.


Sponsor:


0
Close
Segui Italiamac!
I nostri social network