Vai al contenuto








Foto
- - - - -

Patente italiana: è valida in america??


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 15 risposte

#1 mda

mda

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 2486 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:10

ciao!!

ho un dubbio:
la nostra patente italiana e' valida in Canada e USA?
Non riesco a trovare info certe a riguardo....
Se potete mi mandate qualche link in cui sia spiegato?

...per quello che so io e' valida, ma vorrei la certezza.....


:bangin:
  • 0

#2 *Mirtilla*

*Mirtilla*

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 3210 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:25

Il problema non è tanto la patente ma la macchina: la devi affittare? Perché per affittare agli stranieri ci son regole piuttosto severe, che variano a seconda dello Stato in cui vai. Se hai meno di 25 anni potresti avere diversi problemi.
Io avevo fatto una ricerca a riguardo un paio d'anni fa, per la valutazione di un romanzo, era una cosa molto complessa, ti consiglio di documentarti sulle leggi di ogni Stato in cui transiterai.
  • 0

#3 marcoxp

marcoxp

    Utente esperto

  • Utenti
  • 326 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:36

Allora:

devi chiedere in motorizzazione l'abilitazione per gli stati non appartenenti all'UE... quindi una sorta di patente internazionale. Non devi sostenere alcun esame, ma solo chiedere questo documento integrativo.
Attenzione le norme del codice stradale sono diverse a seconda dello stato federale in cui vai (es: in Pennsylvania con semaforo rosso la svolta a destra è comunque consentita).
Per il noleggio l'unica cosa che ti posso dire, oltre al possedere questo permesso internazionale, è di non presentarti con carta di credito prepagata tipo Posta Pay o simili... carte di "debito" non vengono accettate per i noleggi...
Tuttavia probabilmente Alamo la accetta comunque, ma informati bene... e nel dubbio vai con una carta di credito vera e propria!
  • 0
- iBook G4 12" 1,2Ghz
- iPod Nano 2°G Silver

#4 mda

mda

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 2486 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:38

e per il canada??
serve la patente internazionale anche la??
  • 0

#5 marcoxp

marcoxp

    Utente esperto

  • Utenti
  • 326 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:42

e per il canada??
serve la patente internazionale anche la??


Si! La nostra è la patente valida nell'UE, per tutti gli altri stati serve questo permesso!
Ma non impieghi più di 10 minuti a richiederlo... forse 15 gg per averlo... sai, la burocrazia!
  • 0
- iBook G4 12" 1,2Ghz
- iPod Nano 2°G Silver

#6 mda

mda

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 2486 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:08

ok.....

ma richiede di essere presenti o posso mandare qualcuno x me, ad esempio un familiare?
perche' io sono gia' in canada... fino a maggio
  • 0

#7 Eremar

Eremar

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 5194 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:19

cmq con il documento che richiedi alla motorizzazione va bene, il vero problema è x gli americani che devono rifare la patente. cmq occhio se prendi un'auto a noleggio che ci sono regole precise (mi pare che nn puoi cambiare stato) e di NON AVERE ALCOOLICI NELL'ABITACOLO! se x caso ti beccano, ti fai un mese diretto
  • 0
MacBook Pro 2,4 GHz, 4 GB Ram, 500 GB Hd, OsX 10,6,5
Athlon 64 X2 5600 su MB Asus M3A32-MVP Deluxe - 8 GB ram - 3 TB - Arch Linux e Win Se7en
Pod Classic, 80 GB
iPhone 4, 16 Gb

#8 marcoxp

marcoxp

    Utente esperto

  • Utenti
  • 326 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:34

Si, è vero... gli inseguimenti non si vedono solo nei film... li sulle strade si comportano proprio così! E se vedi un'auto con un poliziotto solo, stai attento... in america pattugliano da soli, in quanto hanno la telecamera di sorveglianza che registra in real time la fermata!
Comunque queste sono precauzioni... se sei in canada e vuoi andare negli states okkio al visto (VISA)!
  • 0
- iBook G4 12" 1,2Ghz
- iPod Nano 2°G Silver

#9 giorla

giorla

    Utente super

  • Utenti
  • 595 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:36

Questo vuol dire che l'anno scorso ho guidato in Kansas e a Washington D.C. con auto di amici senza essere autorizzato!!!! :bangin:

Mè andata bene!!!
  • 0
His eye is on the sparrow..

#10 ####ino

####ino

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 24478 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:54

cmq occhio se prendi un'auto a noleggio che ci sono regole precise (mi pare che nn puoi cambiare stato)

:angioletto:Si può,io avevo preso l'auto dalla Hertz a quebec e riconsegnata a NY.
  • 0

#11 f r o s t y

f r o s t y

    Utente esperto

  • Utenti
  • 217 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 17:47

vabbè, se sei già in canada chiedi lì, no?
meglio che loro chi lo sa?
  • 0

#12 Spittelons

Spittelons

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 2029 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 18:24

la storia della patente internazionale è una balla che ti raccontano le agenzie di viaggio per spillarti altri soldi

quella italiana va benissimo

l'unico problema sono la carta di credito e l'età, però ad esempio quando andai in california dove non si potvano affittare macchina se minori di 21 anni trovammo delle agenzie che la davano cmq anche ai 18enni
  • 0

#13 marcoxp

marcoxp

    Utente esperto

  • Utenti
  • 326 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 18:30

la storia della patente internazionale è una balla che ti raccontano le agenzie di viaggio per spillarti altri soldi

quella italiana va benissimo

l'unico problema sono la carta di credito e l'età, però ad esempio quando andai in california dove non si potvano affittare macchina se minori di 21 anni trovammo delle agenzie che la davano cmq anche ai 18enni


macchè agenzie... serve il permesso internazionale della motorizzazione... non devi fare alcun esame, ti fanno solo un documento di abilitazione per guidare in un paese dove la patente UE non vale... fidati... serve, anche per copertura assicurativa! Fidati... io non ero in vacanza, ci ho vissuto, quindi queste problematiche le ho già affrontate e non da turista!
Per l'età quoto, ogni stato fa quello che vuole.
  • 0
- iBook G4 12" 1,2Ghz
- iPod Nano 2°G Silver

#14 marcoxp

marcoxp

    Utente esperto

  • Utenti
  • 326 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 18:38

Leggi qui:

Patenti di Guida

Come si devono comportare i cittadini italiani che intendono guidare all’estero? Che tipo di patente di guida occorre?

I cittadini italiani che intendono guidare all’estero sono soggetti a regole differenti a seconda che guidino:

PAESI APPARTENENTI ALL’UE

È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che soggiornano TEMPORANEAMENTE in uno Stato appartenente all’UE?

Sì, i cittadini italiani che soggiornano temporaneamente in un Paese dell’UE possono utilizzare la patente di guida ottenuta in Italia in quanto, ai sensi della Direttiva CEE 91/439, le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri dell'Unione Europea sono equiparate alle corrispondenti patenti di guida italiane.

È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che acquistano la RESIDENZA in uno Stato appartenente all’UE?

Per i cittadini italiani che acquistano la residenza all’estero in un Paese UE , esistono due possibilità:

convertire la patente di guida italiana nella patente equipollente del Paese di residenza. La conversione consiste nel rilascio di una patente estera corrispondente a quella italiana.
conservare la patente originaria facendola però riconoscere, ma solo entro i 90 giorni dall’acquisizione della residenza. Il riconoscimento consiste nel rilascio di un tagliando da applicare sulla patente italiana.
Cosa si deve fare per richiedere la CONVERSIONE della patente?

Per convertire la patente in una equipollente in uno Stato appartenente all’UE, occorre presentarsi presso l’Ufficio Consolare competente per la circoscrizione in cui si è residenti con la seguente documentazione:

l’apposito modulo previsto per convertire le patenti di guida estere debitamente compilato(disponibile presso l’Ufficio Consolare);
la patente italiana;
la carta d’identità;
una fotografia formato tessera.
È possibile RINNOVARE la patente italiana?

Secondo la normativa vigente, i Consolati non sono più autorizzati a rinnovare le patenti italiane scadute. Per il rinnovo è necessario recarsi dalle autorità locali se si è residenti all'estero. Se la residenza è ancora in Italia l'interessato deve provvedere al rinnovo della patente in Italia, secondo le modalità prescritte dal Codice della Strada italiano.

Cosa bisogna fare in caso di furto o smarrimento della patente italiana?

In caso di smarrimento o furto della patente italiana, i cittadini italiani stabilmente residenti in uno Stato appartenente all’UE possono rivolgersi alla competente Rappresentanza Diplomatica per un DUPLICATO presentando i seguenti documenti:

Documento di identità;
Carta di soggiorno;
Giustificativi di domicilio;
Dichiarazione di perdita o furto rilasciata dalla Polizia;
Attestazione della Autorità italiana (Prefettura o Motorizzazione Civile che a suo tempo aveva rilasciato la patente iniziale con la quale viene confermato il rilascio della patente, con data e validità e relativa specifica del tipo ( A, B, C, D);
2 Fotografie formato tessera.

(N.B. Uno svantaggio per il cittadino italiano che risiede all’estero conservando la sua patente originaria senza convertirla e senza procedere ad alcun riconoscimento, è la possibilità di inconvenienti o ritardi in sede di rilascio del duplicato per smarrimento o furto della patente, essendo necessario richiedere notizie allo Stato di rilascio per il tramite delle normali vie diplomatico-consolari. E' pertanto opportuno che il cittadino, non appena in possesso della Carta di Soggiorno, provveda quantomeno a registrare il possesso della propria patente italiana presso la competente Prefettura).

PAESI NON APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA FIRMATARI DI ACCORDI CON L’ITALIA IN MATERIA DI CONVERSIONE DELLE PATENTI
È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che soggiornano TEMPORANEAMENTE (residenza inferiore ad 1 anno) in uno Stato NON appartenente all’UE e firmatario di accordi con l’Italia in merito alle patenti di guida?

Dipende. Alcuni Paesi firmatari di accordi con l’Italia sulle patenti di guida riconoscono la patente di guida italiana senza richiedere altri documenti (Marocco e Kenia riconoscono la patente italiana solo nel caso di soggiorni di periodi limitati). Negli altri Paesi (ad esempio Giappone, Taiwan e Sri Lanka)occorre, invece, essere in possesso della Patente Internazionale.

Che cos’è la Patente Internazionale e come si ottiene?

La Patente Internazionale è un documento internazionale di guida solitamente della validità di un anno che può essere richiesto presso l'Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile presentando originale e fotocopia della patente italiana.E' sufficiente anche delegare a tale scopo un'autoscuola o un'agenzia di pratiche auto.

È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che acquistano la RESIDENZA in uno Stato NON appartenente all’UE e firmatario di accordi con l’Italia in materia di conversione delle patenti?

No. Nel caso in cui desiderino acquisire la residenza anagrafica nel Paese extraeuropeo firmatario di accordi con l’Italia in materia di conversione delle patenti o se vi risiedono da più di un anno, i cittadini italiani devono convertire la patente.

Cosa si in tende per “conversione della patente” e come si effettua questa operazione?

La conversione consiste nel rilascio di una nuova patente estera corrispondente a quella italiana. La conversione è possibile solo per le patenti rilasciate da quegli Stati esteri con i quali l’Italia ha stabilito rapporti di reciprocità in materia di conversione di patenti di guida. Per ottenere la conversione della patente italiana, occorre recarsi alla Prefettura competente per territorio di residenza con la seguente documentazione:

patente italiana originale;
traduzione dei dati contenuti nella licenza di guida nella lingua del Paese di residenza;
passaporto;
permesso di soggiorno;
giustificativi di domicilio;
una fotografia formato tessera.

Inoltre, il rilascio avviene previo controllo del possesso da parte del richiedente dei requisiti psichici, fisici stabiliti dal Codice della strada, ma senza sostenere alcun esame di guida.
Se si chiede la conversione della patente, cosa succede alla patente italiana?

La maggioranza degli accordi bilaterali in materia di conversione delle patenti prevede che le Autorità del Paese di residenza, una volta rilasciata la patente estera ai titolari di patente italiana in corso di validità, comunichino l'avvenuta conversione alle competenti Rappresentanze diplomatiche e consolari italiane; queste ultime devono darne notizia al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano, che procede alla revoca di tale patente, cosi' come previsto dall'art.130 del Codice della Strada. Pertanto, i cittadini titolari di patente italiana devono far pervenire alla Rappresentanza diplomatica italiana il documento di guida italiano che viene restituito al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e revocato.

In caso di rientro in Italia, è possibile riottenere la patente italiana?

Qualora i cittadini italiani titolari di una patente estera ritornino in Italia per vacanza o per breve soggiorno, è sufficiente che presentino una traduzione ufficiale di tale patente. Se il ritorno in Italia è definitivo, occorre richiedere la sostituzione della patente estera ottenuta in sostituzione di una precedente patente italiana. I cittadini italiani riceveranno ai sensi dell'art.136.5 del Codice della Strada una nuova patente italiana di categoria non superiore a quella originaria.

Quali sono gli Stati con cui l'Italia ha firmato accordi di reciprocità in materia di conversione delle patenti?

Possono convertire la patente italiana i cittadini italiani che decidono di risiedere in uno degli Stati di cui all' allegato elenco (aggiornato al 2 novembre 2004):

Algeria, Gran Bretagna, Norvegia Svezia, Argentina, Grecia, Paesi Bassi, Svizzera, Austria, Irlanda, Polonia, Taiwan, Belgio, Islanda, Portogallo, Turchia, Cipro, Lettonia, Principato di Monaco, Ungheria, Croazia, Libano, Repubblica Ceca, Danimarca, Liechtenstein, Repubblica di Corea, Estonia, Lituania, Repubblica Slovacca, Filippine, Lussemburgo Romania, Finlandia, Macedonia, San Marino, Francia, Malta, Slovenia, Germania, Marocco, Spagna, Giappone, Moldova, Sri Lanka.

Ci sono degli Stati con cui l'Italia ha firmato accordi di reciprocità in materia di conversione delle patenti SOLO per alcune categorie di cittadini? Quali?

Possono convertire la patente italiana solo alcune categorie di cittadini che decidono di risiedere in uno dei seguenti Stati:

Canada: patente italiana convertibile solo per personale diplomatico e consolare;
Cile: patente italiana convertibile solo per personale diplomatico e i relativi familiari;
Stati Uniti: patente italiana convertibile solo per personale diplomatico e consolare;
Zambia: patente italiana convertibile solo per cittadini in missione governativa e relativi familiari.
È possibile RINNOVARE la patente italiana e quali documenti occorrono?

Se i cittadini italiani che si trovano in un Paese extraeuropeo sono iscritti all'A.I.R.E. o se e' stata avviata la procedura di iscrizione, oppure se prevedono di soggiornarvi per più' di sei mesi, il Consolato può rinnovare la patente italiana, a condizione che essa non sia stata revocata a seguito di conversione . Il Consolato NON può invece rinnovare all'estero le patenti italiane scadute da più di tre anni e le patenti internazionali. Per ottenere il rinnovo della patente di guida italiana, occorre presentarsi in Consolato con la seguente documentazione:

la patente italiana;
un certificato medico rilasciato da un medico legale o dal medico di fiducia del Consolato.
Cosa bisogna fare in caso di furto o smarrimento della patente italiana?

In caso di furto o smarrimento della patente italiana, occorre recarsi presso le competenti Autorita' di Polizia per denunciarne la perdita. La Polizia rilascerà, su richiesta, una copia della denuncia. Quest'ultima, per essere riconosciuta in Italia, deve essere "apostillata" dal Ministero degli Affari Esteri del Paese extraeuropeo in cui ci si trova ed essere tradotta in lingua italiana con traduzione giurata. La denuncia di smarrimento deve poi essere presentata alle competenti Autorita' italiane che provvedono all'emissione di una nuova patente in sostituzione di quella persa. Il Consolato invece non può rilasciare una nuova patente ne' accettare denunce di smarrimento.

PAESI NON APPARTENENTI ALL'UNIONE EUROPEA E NON FIRMATARI DI ACCORDI CON L'ITALIA IN MATERIA DI CONVERSIONE DELLE PATENTI

È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che soggiornano TEMPORANEAMENTE (residenza inferiore ad 1 anno) in uno Stato NON appartenente all'UE e NON firmatario di accordi con l'Italia in merito alle patenti di guida?

No. Se si soggiorna in uno Stato extraeuropeo non firmatario di accordi con l'Italia occorre guidare provvisti:

della propria patente;
della Patente Internazionale.
È sufficiente la patente ottenuta in Italia per i cittadini italiani che acquistano la RESIDENZA in uno Stato NON appartenente all'UE e NON firmatario di accordi con l'Italia in materia di conversione delle patenti?

No. Se si risiede in uno Stato extraeuropeo non firmatario di accordi in materia con l'Italia e si vuole prendere la patente, è necessario sostenere di nuovo nel Paese di residenza gli esami teorici e pratici per conseguirla.
  • 0
- iBook G4 12" 1,2Ghz
- iPod Nano 2°G Silver

#15 mda

mda

    Utente evangelista

  • Utenti
  • 2486 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 20:01

ok ok ...


l'unico problema e' che io sono gia' in canada.

Attualmente ho gia' guidato e all'autonoleggio non mi hanno fatto nessun problema.
Solo che sto cominciando a pensare che se per sfiga un idiota mi viene addosso o qualcosa del genere, potrebbero nascere problemi non da poco...
  • 0









Home Page | Indice Forum | Notizie Apple | Contatti | Pubblicità | Facebook | Twitter | Forum iPod

Tecnologie e supporto web forniti da: MacPremium
La redazione utilizza applicazioni Mac e iPhone di Apimac

(C) 1996-2014 Italiamac / MacPremium. Tutti i diritti riservati. Vietata la copia e l'utilizzo dei contenuti del sito, anche solo parzialmente, senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'amministrazione. Navigando e utilizzando questo sito l'utente dichiara di aver preso visione e di accettare integralmente il regolamento, l'informativa sulla privacy e le condizioni d'uso, pubblicate in questa pagina. Questo sito non e' in alcun modo collegato ad Apple Inc. Italiamac non e' responsabile in alcun modo per il contenuti inseriti dai navigatori e dagli utenti nel sito.