foxconn-production-1024x681

Apple potrebbe ridurre la produzione di iPhone 6s del 30%







Le aziende Giapponesi e Sud Coreane hanno significativamente ridotto le proprie esportazioni con Apple, riporta Nikkei. A causa delle vendite non eccezionali, Nikkei sostiene che Cupertino ridurrà la produzione degli ultimi modelli di iPhone del 30% per il trimestre che va da Gennaio a Marzo.

“La compagnia Statunitense ha inizialmente detto ai produttori di ricambi di porre la produzione di iPhone 6s e 6s Plus allo stesso livello dei predecessori. Ma le scorte dei due nuovi modelli si sono accumulati nei negozi e magazzini che vanno dalla Cina al Giappone e dall’Europa agli Stati Uniti.”

L’articolo continua, affermando che la produzione verrà ridotta per permettere ai negozi di vendere i prodotti attualmente in magazzino, per poi riavviare la produzione normale nel trimestre che va da Aprile a Giugno.

Scopriremo molto presto, 26 Gennaio, i risultati dell’anno finanziario di Apple in modo da poter vedere quanti dispositivi sono venduti e se sono stati superati dei record rispetto all’anno scorso.

Immagini tratte da iDownloadBlog




Sponsor:





Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

20130919_iphone6-review_0018-780x520

Polizia clona impronta per sbloccare iPhone

Piuttosto che correre da Apple per far sbloccare un iPhone coinvolto in un caso di omicidio, la polizia ha optato per stampare in 3D l’impronta della vittima per bypassare il Touch ID. Questa è l’ultima trovata degli agenti di polizia del Michigan che, con l’aiuto del professor Anil Jain hanno ricreato l’impronta della vittima di omicidio per accedere al suo iPhone bloccato che avrebbe potuto contenere dati importanti per la risoluzione del caso. Sponsor: Correlati

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi!

Condividi questa notizia con i tuoi amici!