Vai al contenuto





Utonto

Membri
  • Numero contenuti

    5630
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    10

Tutti i contenuti di Utonto

  1. @pix: per non essere il solo a dilapidare il mio patrimonio...
  2. Buongiorno e bentornato in questo spazio, @pix! Pennino in acciaio, tratto F come detto in precedenza, accoppiato ad un alimentatore monocanale in ABS. Il tutto è di produzione Bock e l'alimentatore, nello specifico, è lo stesso che equipaggia la Reiki, la Journal e la Mezzanotte, ovvero uno dei migliori da me mai usati. Il pennino di questa Vintage è molto scorrevole, leggerissimamente 'molleggiato', tuttavia - almeno per ora - gradisce poco angoli di scrittura estremi. Se non è nel tuo stile per il colore, puoi guardare le altre tonalità disponibili; se, invece, è una questione di veretta, puoi guardare la Journal (magari blu scuro e con finiture brunite anziché rodiate), dato che è una delle penne più comode in assoluto tra quelle in mio possesso. Se, invece, è proprio una questione di linea... Beh, il mercato offre tanto Per dare un'idea: The Journal The Journal 2
  3. Dopo la Reiki (che mi sta dando qualche grattacapo), ecco che è arrivata la Fantasia Vintage, penna creata da Delta per il negozio Stilograph Corsani di Roma. È, in pratica, una rivisitazione della The Journal (che ho e trovo perfetta): innanzitutto, cambia il materiale, che anziché essere plastica è celluloide e devo dire che, a differenza di quanto detto in merito alle Tuckaway, le differenze ci sono (riflessi e sensazione al tatto, ancor più calda rispetto alla resina tradizionale); le altre due differenze sono la vera sul cappuccio (nella Journal sono presenti due vedette, ravvicinate, molto più sottili) ed il pennino che non ha alcuna decorazione specifica, riportando solo il simbolo della Casa produttrice (due pennini contrapposti). La penna scrive benissimo, fin dal primo momento (mentre la Reiki... ); inoltre, è destino che io debba scrivere con tratti molto sottili, in quanto le uniche due penne che montano pennini diversi dal tratto F sono la Reiki e questa. Già , questa, che ho deciso di equipaggiare con un bel tratto M per provare qualcosa di diverso; bene, con il nero in dotazione alla penna, scrive più sottile del pennino F della 70th (il quale, per correttezza informativa, è stata in riparazione dal Pennaio, in quanto faceva le bizze) e poco più spesso, proprio una cosa irrisoria, del pennino F della già citata Journal. Veniamo ora alle immagini: pacco imballato confezione chiusa prima visione della penna e del flacone di inchiostro sfumature sfumature 2
  4. @giuliomagnifico: ecco, ed io che volevo parlare della V1... la D800, bellissima, è sicuramente fuori budget per uno squattrinato che spende i suoi pochissimi denari in stilografiche...
  5. La posizione che mi piace più di tutte! Se poi dovessi disfarti di una delle Nikon... Io sono qui...
  6. Grande Wise! Come va? È sempre un piacere ritrovarti qui. Nulla da fare: di orologi ne capisco poco e niente; son sempre stato convinto che i diametri inferiori fossero per il gentil sesso, mentre quelli più grandi per noi maschietti... Invece, da quanto affermi, deduco che le misure cambino a seconda della tipologia di orologio. Come detto sopra, sono assai ignorante in questo campo, per cui ignoro quale sia la bontà del movimento (anche se ho sempre pensato che i Seiko fossero orologi validi). Di sicuro non ti sveni per questo modello (circa €100,00) ed è anche davvero molto sottile. Inoltre, ha esattamente quello che cercavo: quadrante bianco; diametro non eccessivo; cassa sottile; indice a bastoni o in numeri romani (qui, i primi). Cambiato il cinturino, è diventato il mio orologio per quando sono a lavoro, ovvero da abbinare a giacca e cravatta.
  7. Grazie L'orologio è un semplice quarzo, a cui ho cambiato il cinturino; per la precisione, è questo: Marca: Harry Williams Modello: boh, da donna comunque (diametro 38mm) Movimento: Seiko al quarzo Cinturino: se preso online o senza modifiche, è in tessuto (molto 'mod'); il mio è un cinturino in lucertola. Rispetto al Sector 291 in alluminio, il polso rimane asciutto (ma è ovvio: il cinturino assorbe l'acqua).
  8. Partito da Milano alle 18:30, sono fermo in autostrada all'altezza di Lodi. Se avessi preso la Milano-Genova? 6 Km di coda. E s invece avessi deciso per la Torino-Piacenza? Autostrada chiusa per incidente.... Va bene, ditelo che non volete arrivi a casa....
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo