Vai al contenuto





luciensabre

Membri
  • Numero contenuti

    136
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su luciensabre

  • Compleanno 19/10/1979

Apple Life

  • Apple principale
    MacBook Pro 13.3” mid 2012 model
  • Utente Apple dal
    2012
  • Altri Prodotti Apple posseduti
    ADESSO :: MacBook Pro A1278, iPad 2017, iMac 21.5” 2017
    IN PASSATO :: iPod, iPad 2, iPad Air

Info principali

  • Sesso
    Donna

Visite recenti

660 visite nel profilo
  1. Gli elettricisti non si sono fatti vedere, e l'iMac è ancora offline - ormai è passato quasi un mese da quando l'ho comprato. Siccome vorrei usarlo al più presto, mi era venuta l'idea di provare a rifare la configurazione iniziale (facendo così il mio smartphone Android e il tablet dei miei genitori, che davano lo stesso errore dell'iMac, si sono messi a posto)...c'è un modo per per farlo sull'iMac senza doverlo "riformattare"?
  2. L’impianto è stato predisposto credo dagli stessi elettricisti che poi l’hanno installato - e sarebbero quindi loro a spostare di nuovo il modem e fare tutti i collegamenti - ma non so quanto ne sanno do DNS, NAT, VLAN, ecc....sono semplici elettricisti. Comunque seguirò il tuo consiglio e chiedero a loro tutte quelle cose. Siamo della provincia di Piacenza.
  3. Non sapevo del bug. Buono a sapersi, grazie per l’informazione. 👍 A ogni modo sono riuscita a far ammettere a mio padre che i problemi ci sono (prima da quell’orecchio non ci sentiva proprio), quindi forse riesco a far disfare l’impianto, togliendo il modem dalla cantina e rimettendolo in casa - usando magari un paio di powerline della Fritz per diffondere il segnale. Così dovrebbe andare meglio.
  4. Mi sa che l'iMac che ho preso - oltre a non essere Retina (quanto avrei voluto comprarmi il modello Retina 4k ☹️) - ha anche dei problemi: quando l'ho acceso per la prima volta, oltre a essere lentissimo, lo schermo nero e la mela bianca sono diventati di tutti i colori; la tastiera non è stata subito riconosciuta, è anche se adesso funziona, mi continua a dire "tastiera non identificata"; il wi-fi sembra connesso regolarmente, ma io non navigo - non riesco neanche ad andare su Google....fantastico. 😑
  5. La touchbar è un gimmick, inutile per la maggior parte degli utenti e non vale neanche la metà dei soldi che chiede Apple - specialmente se parliamo dei modelli da 15” (come quello che vorrebbe @77claudio77). I nuovi MacBook Pro andrebbero presi solo se ti serve portabilità, altrimenti è 1 millione di volte meglio l’iMac Retina - o un MBP Retina del 2014-15 (dove hai anche ancora tutte le porte). Concordo in pieno sui ricondizionati.
  6. Io consiglio un bel MacBook Pro Retina 15" del 2015 o massimo 2014 - lascia stare i modelli con la touchbar, non ne vale la pena. Questo solo se hai bisogno di mobilità, altrimenti il meglio è un bell'iMac Retina 4k o 5k.
  7. E ho paura che se lo stacco, poi non si colleghino più neanche gli altri device...senza contare che non ho la più pallida idea di come riconfigurarlo - in caso si richiedesse. Per questi motivi non oso staccarlo neanche solo per attaccarlo a un'altra presa.
  8. Il Tenda è anche l'apparecchio a cui è collegato il cavo ethernet.
  9. No. C'avevo pensato, ma quando è stato fatto l'impianto mi è stato detto che servivano entrambi gli apparecchi per diffondere il segnale fino in camera di mio fratello.
  10. Alla fine ho preso l'iMac (non Retina purtroppo, perché il mio budget non permetteva altro)....ed ha lo stesso problema col wi-fi - che appare connesso regolarmente, ma quando provo ad andare su Google da Safari mi dice "non sei connesso a internet" - che aveva il primo iMac. Senza contare che, quando l'ho acceso la prima volta la schermata nera con la mela si è colorata di diversi colori....e non mi pare un buon segno.
  11. Mi associo. 👍 SULL'HDD usato per il backup di Time Machine ci dev'essere solo quello, nient'altro. Se vuoi un hdd esterno per i tuoi file, comprane uno nuovo....e lascia perdere la riformattazione, non è necessaria in quel caso - per poter lavorare coi file contenuti in un hdd/ssd esterno sia su Windows che su Mac basta che ti compri Paragon NTFS (costa circa 20 dollari), così ogni hdd/ssd esterno che colleghi al Mac è subito utilizzabile come se fossi su Windows.
  12. Da quello che mi è stato detto, è la combo dei due insieme ad amplificare il segnale wifi in modo che arrivi fino anche alla camera di mio fratello. Se manca uno dei due, il wifi non si diffonde e mio fratello è senza internet.
  13. Lo collega alla porta ethernet di vecchissimo pc che ho sulla scrivania (entrambi gli apparecchi nelle foto sono nella mia camera, il primo è montato sul muro nell’angolo sopra la tv, il secondo è attaccato via presa elettrica a una ciabatta incollata sotto la mia scrivania); quando avevo l’iMac 21.5”, vedendo che il wi-fi non andava, avevo provato ad attaccare quel cavo ethernet direttamente al desktop, ma non navigavo comunque. Funziona tranne per quelle piccole perdite di connessione (che si ripetono per 1 o 2 al massimo 3 volte al giorno e di solito non durano neanche 2 minuti di orologio) che sono un po’ fastidiose. Magari la colpa era dell’iMac, me n’era capitato uno con la scheda di rete fallata e questo, combinato col disastro di rete che era appena stato fatto, ha fatto sì che non riuscissi a navigare.
  14. Lo è infatti. 😐 Il WiFi Mesh - o qualcosa su quel genere - è la soluzione che ho suggerito io quando mio padre ha detto che avrebbe fatto quest’impianto....non avessi mai parlato: lui mi ha trattata come una povera idiota dicendo che il Mesh non valeva un caxxo, mentre il suo (ovviamente) era la soluzione migliore di tutte e la più potente....sì, come no. Se è così, allora perché io fatto 6 mesi - fino al passaggio alla fibra - a non riuscire ad accedere a Sky Q perché la connessione di rete lì non funzionava mai? Ok che la nostra casa è grande, ma quella non è una giustificazione valida. Non è possibile che proprio la mia camera debba per forza essere e rimanere una sorta di “angolo morto” e che non ci sia una soluzione. Adesso comunque navigo tranquillamente - anche su Sky Q, che ora non si disconnette più - ma ‘ste piccole perdite di connessione (anche se brevissime e che si ripetono solo un paio di volte al giorno) sono comunque un po’ fastidiose....ma è inutile dirlo a mio padre -c’ho provato dozzine di volte: appena qualcuno osa accennare l’idea che l’impianto possa non essere perfetto, a mio padre parte l’embolo e fa una scenata; quindi, per quieto vivere, finisco per lasciar perdere.
  15. No, niente manuali. Come ho detto mio padre conosce il titolare di quella ditta da anni, quindi non gli ha neanche chiesto niente e gli elettricisti ci hanno solo detto admin e password e della nuova rete “custom”. Non so cos’è la VDSL, ma so per certo che io ho la fibra; sono venuti due tecnici della Telecom e hanno fatto passare e collegato i cavi in fibra ottica (e configurato il modem fibra) - operazione eseguita circa 6 mesi dopo l’installazione dell’impianto, che prima usava come “base” il classico modem adsl bianco della Telecom. Purtroppo il papi (bella questa 😄), sebbene in realtà ne sappia poco o niente, è convinto di saperla sempre più lunga e più giusta degli altri e non accetta di avere torto - e se glielo dimostri si offende e mette il muso come un bambino. Dimenticavo una cosa: mio padre ha fatto fare quest’impianto assurdo (oltre che per vantarsene con i suoi amici al bar) perché ha fatto mettere Sky Q. Sono collegati al modem il pc di mio fratello, il mio iPad, il tablet dei miei genitori, il mio vecchio MacBook Pro e il mio notebook Windows, i decoder Sky Q e Sky Q-Mini e gli smartphone miei e dei miei genitori - che però non si collegano usando TIM-12345ecc. come sarebbe normale, ma usano uno username e una password creati dagli elettricisti. Stavo pensando: se sostituissi il powerline (di cui mi ero dimenticata di avere una foto) con uno più potente, avrei un segnale più stabile? Così posso prendere l’iMac e connetterlo senza pensieri.
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo