Vai al contenuto





iskiros

Membri
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Apple Life

  • Apple principale
    MacMini
  • Utente Apple dal
    2001

Info principali

  • Sesso
    Uomo
  1. iskiros

    CMYK Personalizzato

    Salve, volevo approfondire la finestra di dialogo in Photoshop che permette di creare un profilo CMYK allo scopo solo di editing e non per stampare. Nella separazione digitale da RGB a quadricromia bisogna decidere la generazione del nero e la sua % totale, così come il limite totale della somma degli inchiostri. Quando imposto UCR o GCR leggero e 70% di nero massimo e 250% di totale inchiostro è corretto pensare che avrò 250 - 70% nero = 180 di CMY (60+60+60 oppure 70+55+55 che favorisce il ciano meno "puro")? Quindi un nero ricco 70C 55M 55Y 70K? Come set di inchiostri per adesso lascio SWOP e come incremento del valore tonale penso che non faccia differenza in editing quindi potrei lasciarlo a zero. Ho notato che una conversione da RGB verso questo tipo di profilo personalizzato con intento percettivo porta ad una saturazione dell'immagine forse a causa dei canali magenta e giallo "schiacciati". Grazie
  2. Salve, spesso trovo delle immagini in editoriali che hanno come i passaggi tonali, o micro contrasto, variati in modo che rendono la fotografia quasi come un illustrazione, un paio di esempi: http://imgbox.com/abl2UuLW http://imgbox.com/acnbndWn La prima cosa che mi è venuta in mente è la maschera di contrasto "inversa" ovvero con un basso ammontare di sharpening e un alto raggio in pixel: http://dreambiglivereal.blogspot.it/2013/05/midtone-contrast.html (Qualcosa di simile si potrebbe fare anche con il comando Shadows/Highlights ma non ho mai sperimentato) Voi cosa ne dite? Grazie
  3. Ti ringrazio. Noto che molte volte la pelle viene ritoccata in questo modo e allora ero curioso se era uno standard; un marroncino desaturato e molto granuloso. Capisco il tuo suggerimento; un livello di regolazione tonalità/saturazione in modalità moltiplica dove poi vado ad agire sull'opacità e sullo slider della saturazione dovrebbe rendere l'effetto (che poi si maschera). Sinceramente pensavo fosse più difficile e poi ovviamente varia per ogni immagine. Allego un altro esempio, dove si nota anche il tono nel passaggio da luce a mezzitoni e ombre e sembra che i mezzitoni siano un po' più saturi.
  4. iskiros

    Ritocco cromatico pelle

    Salve, sto cercando un metodo per correggere cromaticamente la pelle, come spesso si vede nei siti ecomerce o anche sui giornali. Un esempio in cui mi sono imbattuto è questa locandina di un film: https://www.cb01.uno/imgk/gold__la_grande_truffa_2017.jpg Riesco a vedere un tono desaturato con tanta grana. Quale metodo consigliereste per arrivare ad una tonalità del genere? Un altro esempio: Meglio lavorare in CMYK? Grazie
  5. Salve a tutti, mi sono imbattuto in un blog molto interessante che racconta la vita professionale di un noto stampatore (offset) italiano famoso anche per aver inventato una tecnica di stampa poi brevettata: http://graffitiamilano.blogspot.it/2015/10/roberto-tomasi-la-fotografia-come.html Sono curioso di come potrebbe essere definito ad oggi il mestiere del Fotolitista, che nell'intervista viene definito così: Ma la parte che più mi ha lasciato pensare è la seguente: Mi ha lasciato pensare perché ho iniziato ad utilizzare Photoshop qualche anno fa (CS5) ma non ho idea delle tecniche che venivano utilizzate prima dell'avvento di questo programma in ambito tipografico. Ad esempio, so che ci è voluto un po' per i moderni fotolitisti a passare a RGB quando all'inizio era normale lavorare in CMYK. Alcuni grafici mi hanno detto che qualunque tecnica di quei tempi voglia studiare sono ormai solo un retaggio del passato. Ma non credo di essere totalmente d'accordo. Recentemente ho seguito dei video di un retoucher americano specializzato in "High-end catalog color correction" che è la strada che vorrei intraprendere e credo che si possa intendere con il termine Cromista (obsoleto?); ovvero non si occupa del fotoritocco in ambito ADV ma di fotoritocco in serie di immagini per cataloghi di moda ed e-commerce, quindi tutta una serie di foto che si devono assomigliare, magari scattate da diversi fotografi. Il retoucher in questione vanta una esperienza ventennale di fotoritocco prima dell'avvento di Photoshop; il dot-etching (allargare o diminuire il punto di retino con dei chimici per aumentare o diminuire il peso % della lastra) e le maschere di densità sono alcune delle tecniche che poi ha dovuto adattare in Photoshop. Inoltre, con l'uso del filtro custom di PS è riuscito ad arricchire queste tecniche. Solo verso la fine del 2010 è definitivamente passato a RGB anche perchè l'ADV on-line richiede colori più saturi etc.. Per la color correction utilizza ovviamente le Curve, ma molto del lavoro avviene "interchannel" ovvero nella paletta canali con il comando applica immagine e l'utilizzo delle maschere. Questa per esempio è una novità per me anche se per alcuni sarà solo un residuo del passato. Mi rivolgo a quanti fanno questo lavoro e hanno iniziato da poco per sapere quanto delle tecniche di un tempo utilizzano ancora oggi e se si arriva a queste conoscenze solo per gavetta / apprendistato o ci sono delle letture per approfondire. Il mio intento sarebbe trovare lavoro come fotoritoccatore all'inizio in ambito cataloghi per poi magari arrivare alla pubblicità vera e propria (ADV). Grazie
  6. Pensavo che ormai questo tipo di stampa avveniva tramite plotter digitali e che RGB in generale andasse bene.
  7. iskiros

    Stampa su espositore

    Ciao a tutti, mi è stato chiesto di far fare una stampa su espositore di tipo Roll Up che per me è una novità assoluta. Mi capita qualche volta di stampare su Epson con inchiostri K3 o in chimico su carta con sviluppo RA4. Ma è la prima volta che mi affaccio su questo tipo di stampa del tipo "pubblicitario". Dovrebbe essere una singola facciata di 90x200 composta da una foto, in alto una frase e in alto ancora a finire un logo vettoriale dell'azienda; il tutto su sfondo bianco. Per la foto non ci sono problemi userò un flash sullo sfondo e uno sul soggetto, per il resto farò tutto in PS (spero che non ci sia bisogno di programmi di impaginazione tipo InDesing). Per una distanza di visione di >1metro basta avere una risoluzione del file per stampa a 100 dpi? Immagino che la stampa venga effettuata con plotter simili a quelli Epson - 6/8 inchiostri - quindi pensate che basterà consegnare un tiff a 8 bit in sRGB? Per curiosità con quali stampanti vengono di solito effettuate queste stampe su banner PVC 440gr et simila? Ho trovato googlando stampanti industriali tipo la Mimaki e la HP Scitex, sono queste? Grazie a tutti!
  8. Sono utente Mac dal 2001 e sono interessato al mondo della stampa in generale!
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo