Vai al contenuto





DiegoMad

Membri
  • Numero contenuti

    1034
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    1

Su DiegoMad

  • Compleanno 05/05/1967

Apple Life

  • Apple principale
    MACpro 2,8x8

Come contattarmi

  • Skype
    diegomadbs

Info principali

  • Luogo
    Brescia
  • Occupazione
    fotolitista-grafico
  1. sarà ma il mio non varia, diciamo in un angolo di 45°, forse il policarbonato da 17 aveva un monitor più scarso del 20/24 ma se fai su e giù con la testa come dire "si", vedi i colori variare, mentre non ho mai fatto prove sull'ultimo imac, quello fine, che sembrerebbe buono visto che vengono calibrati uno ad uno, o almeno apple così dichiara.
  2. Be, per quanto riguarda gli iMac in policarbonato non è che avessero grandi monitor, variavano colore a seconda dell'inclinazione. Poi Ho provato a profilare un iMac 24 alluminium senza grandi risultati. Io uso un eizo cg211 con Mac Pro e va da dio per il proof. Ma quando tra qualche anno lo cambierò non so a cosa andrò incontro visto il ritiro del pro. Farò eizo + macmini
  3. X me é un mix di font, la R sembra un avantgarde
  4. Io ho cambiato la batteria 1 mese fa e sono contentissimo, il mio 3GS si spegneva di colpo a volte anche con l'80%, ora è ritornato come nuovo. Qui ci sono cinesi che cambiano la batteria a 35€ in 2 giorni, mano preferito un negozio che me l'ha sostituita in 20 min a 50 €. Per sapere se i tuoi problemi sono di batteria basta vedere se si presentano quando lo stai caricando. P.s. Su amazon ho comperato una batteria originale Nokia per il cellulare di mia moglie ma fa fatica ad arrivare a fine giornata, mentre quella che aveva all'acquisto durava 3/4 giorni.
  5. Bridge output, e crei un PDF con nomi dei file e nel formato della tua stampante
  6. Anche bridge é ottimo per queste cose
  7. Autoproduzione e autoconsumo, anche se l'impianto e collegato in rete, se sta producendo 2 kw, e la casa sta consumando 2,5 kw, ne stai acquistando solo 0,5 il resto stai consumando quella prodotta dai pannelli, se invece consumi 1 kw, il rimanente va nella rete e lo usano gli altri. Ad esempio io sono attaccato con 2 appartamenti ad un unico contatore di 3kw, e spesso mi saltava per esubero di consumo, ora che ho i pannelli, se stanno producendo 1,5 kw, io posso consumare 4,5 kw, 3 che vengono dall'enel e 1,5 dai pannelli.
  8. @sand figurati se ti prendo a maleparole, ci mancherebbe altro, tu forse hai ancora fiducia nelle altre forze politiche, io no, e nel m5s c'è gente che mi piace, almeno qui in zona, e gli do fiducia nonostante so che nessuno è perfetto. È non ti do non ambientalista, dico solo che se anche tra gli ambientalisti si fa fatica a pensare a cambiare le cose é una tristezza. Io ho messo tre anni fa un impianto da 3kw sul mio tetto, pagato 16.800 € Ho un consumo annuo di 4000 kwh. (Siamo attaccati in 2 appartamenti e un solo contatore) e l'impianto che era stato preventivato per produrre 3160 kwh annui ne produce circa 3400/3500, perciò copro quasi totalmente il mio consumo (con conguaglio) risparmiando parecchio co2. Economicamente parlando dal gse mi arrivano sul conto corrente circa 1300€ all'anno ai quali si aggiungono circa 400 di risparmio bolletta e rientro in 10 anni. Poi inizio a guadagnare, (per ora spese extra é stata la assicurazione su rottura pannelli di 150€ x 5 anni) Ora un impianto come il mio non arriva ai € 10.000 ma ci sono incentivi più bassi e si rientra nello stesso lasso di tempo. Devo dire che il mio tetto no è male ma è -70° gradi sud, la falda non ricordo, girato più a sud guadagnerebbe un 15 % di produzione. Anche se ora ho un asciugatrice elettrica diventa difficile capire consumi, visto che si fa autoconsumo. Comunque nelle giornate di sole e ottimo sapere che lavatrice va in piena autonomia.
  9. Mi sa tanto che ha ragione il mio collega Fabio, che ogni volta che mi vede fare qualcosa di ambientalista mi dice, non serve niente, tanto il genere umano è diretto all'autodistruzione. Vivo in un quartiere di Bs dove è vietato calpestare l'erba perché piena di PCB e diossine smaltite nei fossi da un industria chimica "Caffaro" per decenni. Nella scuola dei miei figli in mezzo al giardino hanno fatto una colata di cemento per farli giocare all'aperto, siamo messi peggio di Taranto. Oltre il suolo non vi parlo di acqua e aria ma sono messi malissimo. Siamo circondati da discariche, ed è una continua richiesta di aprirne nuove. Al 95% della gente non gliene frega niente! Quando sento dire che tornare indietro di 50 fa ridere, a me pensare come saremo tra 20 anni fa piangere, e pagheranno caro i miei tre figli, e tutte le nuove generazioni. Ovviamente i tumori aumentano di anno in anno, soprattutto quelli infantili. Vedo che anche qui, dove chi entra dovrebbe essere sensibile all'argomento, ad ogni proposta di cambiamento ci si scontra con la "realtà " che poi, alla fine, è quella che pensa il mio collega. I reati ambientali non sono quasi mai puniti, diciamo che siamo in un paese "Libero" di fare quello che si vuole, nessuna imposizione! Il fatto è che lo stile di vita occidentale e consumistico attuale è possibile solo abusando dell'ambiente, se si facessero le cose giuste, tutto diventerebbe troppo costoso, si fermerebbe l'economia, il crollo del PIL. Nonostante tutto, se mangio una banana sul lavoro esco e butto la buccia nel cassonetto dell'umido, che normalmente è pieno di tutto, come plastica, sacchetti, lattine, polistirolo, ecc ecc. e l'A2A (municipalizzata) poi sotterra o incenerisce tutto insieme. Lo faccio perché voglio essere il meno possibile complice del tumore che colpirà il prossimo bambino… PS noi siamo messi male, ma tutta l'Italia (ex belpaese) è piena di fatti analoghi, nessuno se ne può stare tranquiilo, e il bello è che sono convinto che tra nuove tecnologie e stili di vita diversi, saremmo in un paradiso. L'M5S è l'unica forza politica che prendo in considerazione, con i suoi pregi e difetti, se non potrò voltarlo entro nel grande partito degli astensionisti.
  10. Ottima testimonianza per ridurre il nostro impatto ambientale!
  11. @@nikapple, chiudiamo qui il discorso, io e te non abbiamo più niente da dirci! @@Hakai Inazuma, hai centrato il nocciolo del discorso, "ma la macchina non ha tolto lavoro a nessuno, anzi forse ne ha creato" ma a quale prezzo? (Ricordo che questo post parla di ambiente) Il fatto di produrre sempre più velocemente fa si che bisogna consumare di più e questo porta inevitabilmente e consumo di risorse e problemi ambientali, e comunque questa crescita non potrà essere infinita. E non c'è bisogno di tornare a 50 anni fà , ma molte cose si possono fare. Per quanto riguarda l'alluminio (e molte altre materie), ne gettiamo a tonnellate nelle discariche, sotto forma di lattine e attrezzi vari (vecchie finestre comprese), se arriveremmo a fare una differenziata seria in tutto il paese, ne dovremmo importare di meno. Il discorso della grande distribuzione è un po OT, ci vorrebbe un topic dedicato.
  12. faccio fatica a stare dietro a quello che dici, ho capito che per te non è possibile ritornare all'uso dei prodotti locali, e che vanno bene i supermercati e grande distribuzione mentre i piccoli negozi è roba passata, ma è quello che abbiamo ora, se ti sembra corretto vuol dire che per te le cose funzionano, io e belu, invece siamo d'accordo su fatto che la società così come è ora non va più bene, sta divorando l'ambiente (da qui il titolo del post) e pensiamo che si potrebbero cambiare alcune cose. Ogni cosa che diciamo x te non va bene, ma spiegami come vedi il prossimo futuro e come vorresti che le cose funzionassero per occupazione e ambiente.
  13. Km 0 é una sigla x dire che alcuni prodotti li abbiamo a portata di mano e potremmo evitare di far girare merce inutilmente, le fragole potrebbero essere coltivate vicino casa, anche nelle campagne appena fuori città , un iMac o ipad no. La grande distribuzione da prezzi vantaggiosi, ma impoverisce il territorio facendo perdere posti di lavoro. Le migliaia di persone che quotidianamente entrano nell'ikea, comprano mobili fatti chissà dove è nel frattempo centinaia di mobilifici artigianali chiudono. Dal mio punto di vista l'economia che "illustra" nikapple non può reggere a lungo, mentre quella che "illustra" belu é l'economia di qualche decennio fa, fattibile e già collaudata. Comunque penso che sarete tutti d'accordo che come stiamo facendo ora le cose non vadano poi così bene, perciò qualche cambiamento avverá, nolente o dolente. P.s. Il petrolio é indispensabile, ma piano piano dovremmo imparare a usarne il meno possibile per rendere meno traumatici i prossimi decenni.
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo