Vai al contenuto





Gimli the Warrior

Membri
  • Numero contenuti

    128
  • Iscritto

  • Ultima visita

Apple Life

  • Apple principale
    MacBook3,1 2.2Ghz, con SnowLeopard. Fortunatamente ho mandato Leopard in pensione.

Info principali

  • Luogo
    Roma
  • Occupazione
    Ricercatore
  • Sesso
    Non specificato

Su di me

  • Interessi
    Ginnastica Artistica

Visite recenti

433 visite nel profilo
  1. Buongiorno! Ho notato che se avvio il terminale in modalità recovery ho i permessi di root e di conseguenza posso smanettare con i file a piacimento. Vorrei impostare una sorta di password in modo tale che anche se entro nel terminale della modalità recovery (avviando da pen drive con macOS o avviando dalla partizione di recovery) questo posa avvenire. Esiste un modo di farlo? So che è possibile impostare una master password, però ho trovato che è comunque possibile cancellare la chiave. L'unica alternativa è impostare file vault? Sono un po' disorientato.... Consigli/Opinioni......??? Grazie!
  2. Spegnerlo tenendo premuto il pulsante di accensione non è proprio la migliore cosa... Perché attraverso lo spegnimento tramite OS, vengono salvate varie preferenze che tramite "lo stacco" della corrente non avviene. Quindi lo userei con cautela. Prova in tal caso prova ad aprire il terminale e scrivere "sudo shutdown -h now" e premere invio (ti chiederà la tua password). Così dovresti forzare lo spegnimento. Ciao
  3. Piuttosto che utilizzare CarbonCopyCloner, ti consiglio una volta inserito il SSD di avviare con ALT e andare dentro da li ad Utility Disco. Quindi di scegliere come sorgente il tuo HD "funzionante" e come destinazione l'SSD su cui farai il backup. Ho utilizzato anche io un paio di volte CarbonCopyCloner, e non ne sono soddisfatto. Non fa l'immagine esatta del disco Sorgente. Con Utility Disco, invece, ottieni una perfetta copia della partizione Sorgente. Con questo metodo mi sono salvato più volte da situazioni tragiche.
  4. Ciao, spero di non andare fuori Thread consigliandoti di installare su una vecchia macchina FreeNAS. L'ho provato una volta, sembra molto potente e facile da configurare e da usare. Anche perché sacrificare un Mac per installarci un Server OSX è un peccato, altrimenti usa la tua attuale versione di OSX come come Server. La scelta del server dipende dai servizi che devi farci girare. Ma se ti serve come NAS per dati penso che quella soluzione ti possa bastare. Ciao
  5. Ho provato, impostando i due utenti con lo stesso gruppo primario e settando correttamente i proprietari e i permessi per la cartella in questione. Effettivamente se vado a creare dei file nel punto di condivisone direttamente dalla stessa macchina le cose vanno bene (eccetto se copio e incollo un file che già era di proprietà di pippo. Perché in questo caso eredita la proprietà e non viene condiviso). Purtroppo da remoto, cosa che più mi interessa, la regola non vale. Sto facendo tutto questo perché ho una macchina windows che DEVE rimanere senza antivirus e che produce dei dati. La mia situazione attuale è: MacPro multiaccount (tutta la famiglia Disney) (due schede di rete, una collegata alla rete aziendale e una collegata direttamente alla macchina Windows), con attivo l'utente Paperino che viene usato da varie persone del mio gruppo, collegato ad uno strumento in comune. Windows senza antivirus che produce dati provenienti da uno strumento. Utilizzo attualmente il MacPro come Server per ospitare i dati provenienti da vari strumenti. Questi dati sono molto pensati e trasferirli ogni volta tramite pendrive (Windows-->MacPro) ci metto una vita. Per questo ho fatto un collegamento punto punto tramite la rete, ovvero si vedono solamente il Mac e Windows. Il problema è che la cartella di condivisione è vista tramite la seconda scheda di rete del MacPro, da tutta la rete aziendale. Quindi, non vorrei che qualche utente che conosce la pwd di Paperino (anche per sbaglio) acceda al punto di condivisione e ci faccia finire dentro qualche virus, che poi sarebbe letto e caricato nella macchina Windows che è senza antivirus. E ripristinare quella macchina sarebbe un bel casotto. Non mi va di far girare ClamXav o simili dentro il MacPro. Per questo vorrei avere un'utente dedicato solamente allo spostamento dei file da Windows a MacPro. Ovviamente utilizzando l'account Paperino tutto fila liscio. Così è la storia. Hai qualche suggerimento alla luce ci ciò?
  6. Grazie 167-761, quindi potrei impostare l'umask per quel particolare utente? esempio pippo? Ho cercato dentro /etc/ (che poi mi manda dentro /private/etc/) ma non ho il file launchd-user.conf. Ho trovato che basta creare il file con dentro umask 007 (nel mio caso preferisco così). Però come faccio ad applicare questa regola solamente all'utente pippo? Tra l'altro Pippo è un utente che ho creato appositamente senza /home. Ti ringrazio.
  7. Carissimi, necessito di una mano. Cerco di essere il più chiaro possibile. Per vari motivi ho creato su un secondo HD, un cartella dentro cui i vari utenti del Mac devono poter leggere e modificare i vari file. Questo significa che l'utente pippo deve poter modificare anche i file creati dall'utente peperino. La cartella di condivisione deve rimanere in quella posizione. Ho provato ogni possibile metodo, ma nessuno funziona. Ovvero, peperino accede tranquillamente alla cartella in questione riuscendo a scrivere al suo interno (tramite AFP e SMB), però ogni volta però che peperino crea un file o cartella pippo non può accedervi, perché il proprietario del file/cartella in questione è solamente pippo. Quello che ho provato è stato: impostando la condivisione tramite preferenze di sistema; creando un nuovo gruppo di utenti ad hoc, sempre tramite preferenze di sistema; includendo gli utenti nel gruppo gruppo_condivisione (sia come primaryGroupID che non) e provando ad impostare i permessi tramite chown (chown -R pippo:gruppo_condivisone) e impostando i permessi come come 770; ho provato anche impostando entrambi gli utenti come administrator. Con nessuna di queste impostazioni sono riuscito a risolvere il mio problema. Mi è capitata una cosa simile anche su un sistema Linux, ma non trovai soluzione Solamente che allora era per diletto, oggi mi serve per un motivo più serio. Con Windozz, riuscivo a condividere una cartella in scrittura e lettura tra due utenti. Qualcuno si è mai trovato in una condizione simile ed è riuscito a trovare una soluzione? Aspetto opinioni e consigli. Grazie Un saluto Gimli
  8. Non sapevo della storia dei prodotti Vintage o Obsoleti. Che tristezza. Che poi li chiamano "Vintage" ma per un uso quotidiano e anche lavorativo vanno più che bene. Peccato che sistemarsi il monitor da solo diventa una cosa leggermente complicata, perché ho già in programma di rinfrescare in versione "fai da te" la pasta dissipativa e la ventola di questo MacBook. Grazie!
  9. Salve a tutti, recentemente il mio MacBook (late 2007) ha problemi con il Display (quando apro lo schermo, le lampade non sempre si accendono e rimane nero). Oggi sono andato all'AppleStore di RomaEST. L'addetto del GeniusBar, mi ha confermato che il problema può essere dovuto al cavo dati del Display. La cosa che mi ha lasciato stupefatto è che per risolvere il problema mi ha detto di andare ad un centro autorizzato Apple, perché loro per prodotti oltre i 5 anni non hanno più pezzi di ricambio e pertanto non fanno assistenza..... Una cosa incredibile. Come se io avessi una FIAT del 1985, andassi alla FIAT e li mi dicono di andare dal meccanico sotto casa perché loro non fanno più assistenza.... Ahi ahi cara Apple.... A chi di voi è capitata una cosa simile???? Un saluto
  10. Ciao a tutti, sarei interessato al GIVEAWAY come da titolo..... però ho letto che per avere la chiave di licenza bisogna iscriversi su facebook o twitter, io non ho nessuno dei due.... sapete se c'è un'altro modo? Vi ringrazio molto. Gimli
  11. Ciao, io ti posso parlare per la mia esperienza. Ho un Macbook bianco. La tastiera e il bordo tastiera facilmente dopo un po di tempo ingialliscono, per lo sporco depositato dalla pelle. La mia pulizia consiste in: prima di tutto spegnere il portatile e staccargli la batteria. Quindi prendere dei tovagliolini di carta, li strofino appena sul beccuccio del sapone per i piatti, bagno il tovagliolo con l'acqua corrente e lo strofino sulla tastiera e sui bordi tastiera. Poi asciugo con un tovaglio asciutto, e ci ripasso sopra un altro tovagliolino bagnato abbondantemente, quindi riasciugo. Faccio questa cosa sia sulla tastiera che sulla "scocca" esterna. Per il Monitor, invece, uso un prodotto apposta si chiama iClean della Monster, l'ho comprato all'AppleStore, sono 4 anni che ho le due boccettine e devo ancora finire la prima... Per usarlo, sempre con un tovagliolino, precedentemente sfregato tra le mani, in modo da renderlo batuffoloso ci spruzzo sopra il prodotto e poi molto delicatamente lo passo sopra il monitor. In alternativa lo puoi spruzzare direttamente sul monitor, ma fai attenzione a metterne poco, altrimenti potrebbe colare e infilarsi dietro al monitor e macchiarlo. Dopo che hai passato delicatamente il tovagliolino, è probabile che rimanga opaco. Quindi ci passo il panno in microfibra incluso nella confezione per lucidarlo, e viene benissimo. La stessa cosa la faccio anche sulla superficie esterna del portatile. Così lo lascia bello liscio. Spero ti sia utile. Ciao Gimli the Warrior
  12. "Certezza di morte, scarse possibilità di successo: che cosa aspettiamo ?"

  13. Anche a me Alice da problemi, del tipo che metto il link, rimane in ricerca perenne e non si connette, poi tutto d'un tratto si riprende.... ma poi ricomincia... però strano perché il download è sempre a massimo della velocità ....
  14. Oddio poverine:(..... no no... che già muoiono così....
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo