Vai al contenuto

Dark Mode

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS







lineeparallele

Membri
  • Numero contenuti

    336
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte pubblicati da lineeparallele

  1. Ciao tutti ,

    Ho acquistato da un paio di mesi un macbook pro retina con installato Mavericks e non sono ancora passato a Yosemite per una questione di stabilità di software che uso.

     

    Ho anche comprato un mouse bluetooth logitech M557 per avere le usb sempre libere.

    Ogni tanto il mouse si sconnette e non c'è modo di connetterlo al mac a meno che non riavvio. Al riavvio il mac rileva subito il mouse.

     

    Ho provato ad aggiornare i driver del mouse, disinstallarlo e installarlo di nuovo, cancellare il file com.apple.Bluetooth.plist come letto in più guide... ma niente, il problema persiste.

     

    Dopo un paio di tentativi per accedere all'impostazioni del bluetooth del mac durante la disconnessione (appare l'icona di caricamento e ci mette un eternità) mi sono accorto che il mouse da connesso ma al posto del nome del mio computer compare: "do not localize" e non si riesce ad abilitare o disattivare il bluetooth a meno che non riavvi.

     

    Consigli?

     

    BLUETOOTH ON

    http://min.us/i/JG73GMlbLTQa

     

    BLUETOOTH OFF

    http://min.us/i/bq6z0L56l7zzC

     

     

  2. Premetto che ho un macbook pro 2007 e da poco ho acquistato un nuovo macbook pro retina.

    Sul macbook pro 2007 ho montato un HD da 200 GB e utilizzo un HD esterno da 250 GB per Time Machine e per il momento non mi ha dato mai problemi di spazio.

     

    Nel macbook pro retina so già che lo slot SDXC  rimarrà inutilizzato visto che non ho/uso schede SDXC.

     

    Visto che mi muovo spesso per lavoro e mi viene difficile ricordarmi di fare una volta al mese il backup, mi chiedevo se qualcuno sta vagliano l'opzione sopra richiesta senza dover ricordarsi che deve fare il backup.

  3. Nel senso che c'è distinzione tra una GTXn e una GTXnM... La seconda è una scheda montata su computer portatili.

     

    N.

    Ho guardato sul sito invidia e come dici tu ricade sotto le schede montate sui portatili (...credo visto che sul sito c'è il modello GeForce GTX 770M e non GTX775M). http://www.nvidia.it/object/geforce-family-it.html

    Dovrebbe sfruttare tecnologia cuda. 

     

    lavori nel campo del 3D?

  4. Se usi blender fai attenzione.

    Se non sbaglio cycles è un Motore GPU quindi ti servirà una scheda grafica performante e con livelli di scene complesse non è nemmeno detto che una basti.

    Fatti un giro sul forum di blender e chiedi info più appropriate li per fare in modo di avere la decisione migliore :)

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    Stavo sondando anche lì. Ma gli utenti mac trovati, momentaneamente sono pochi.

  5. Ciao a tutti,

    mi occupo prevalentemente di grafica 2D ma ultimamente mi sono appassionato alla modellazione 3D. Sono rimasto molto colpito dalle potenzialità di blender e cycles render così da iniziare a cercare materiale per impararne le basi e a modellare oggettistica per fare della pratica. 

    Lavoro principalmente su un MacBookPro late 2007 (2,4 GHz Intel Core 2 Duo - 4 GB DDR2), per la modellazione nessun problema, ma ovviamente in fase di render, nonostante l'upgrade della ram, il mac arranca e i tempi, sia di render che per la visione rendered si allunga di un sacco.

    Volevo passare a un iMac, ho iniziato a guardare i vari modelli con le differenze hardware e volevo chiedere qualche consiglio a chi è del settore e che magari utilizza blender e cycles render nell'ambito del 3D.

     

     

    Per rapporto qualità/prezzo/durata nel tempo pensavo all'acquisto del modello:

    27": 3,2GHz Specifiche

    • Intel Core i5 quad-core a 3,2GHz
    • Turbo Boost fino a 3,6GHz
    • 8GB di memoria (2 da 4GB)
    • Disco fusion drive da 1TB
    • NVIDIA GeForce GT 755M 
      con 1GB di memoria video

    Oltre alle vostre esperienze/consigli, principalmente volevo chiarirmi: 

     

    - 21"o 27"?

    Che lo schermo sia più grande non m'importa più di tanto, da quello che ho letto mi pare di capire che è impossibile fare un upgrade (ram/HD) nel tempo nel modello da 21" e quindi bisognerebbe prenderlo da subito al top di gamma. Nel 27" è possibile e si effettua un upgrade in maniera più semplice.

     

    - Nel modello 27"3,4GHz è possibile scegliere tra CPU i5/i7 e scheda grafica da 2/4GB. Per l'ambito 3D conviene puntare di più sulla CPU o scheda video?

     

    - La scheda grafica dei vari iMac supporta la tecnologia Cuda?

    (27" 3,2GHz>NVIDIA GeForce GT 755M con 1GB / 27"3,4GHz>NVIDIA GeForce GTX 775M con 2GB)

  6. In linea di massima gli effetti di illustrator agiscono sui vettori (se fai caso sono quasi tutti modifiche o unioni di forme), mentre quelle di PS sui raster (luci, sfocature, effetti).

    Ma se io creo un "logo" e dopo metto un effetto (effetto > PS > sfocatura) non mi viene convertito in raster giusto?

  7. (per avere corrispondenza di colore puoi verificare che il profilo sia uguale in PS e AI anche se questo non sempre è determinante - io utilizzo il profilo predefinito prestampa Europa 3 su tutto il pacchetto CS)

    Come faccio ad impostare questo profilo? Che differenze ci sono?

  8. Vuol dire...come esprimermi, tarare il monitor (non uccidetemi), per la gestione e la loro corrispondenza colori (e non solamente ai monitor, ma anche stampanti, fotocamere e via dicendo).

    Personalmente in seguito la utilizzo in sincronizzazione nei vari programmi di Adobe per esempio e debbo dire che mi son trovato nella maggior parte delle volte bene.

    Ah! Bella domanda, la mia risposta è: AIUTO!

    Nel senso che sussistono talmente diramazioni che darti una procedura che vada bene per tutto non è possibile (parliamo di stampa). Si certo esistono linee generali da adottare. Prima di esportare il tuo documento parlane con lo stampatore e digli che cosa desideri realizzare.

    Per esempio nel formato PDF, ho sovente ricevuto queste nozioni da applicare dallo stampatore:

    - Formato CMYK e non RGB (banale lo so ma per precisione)

    - Gli allegati se ne sussitono in egual modo CMYK

    - Normalmente 5mm di pagina al vivo (minimo mi sembra 2mm)

    - Per i file Ai separare i vari livelli (sovente mi hanno chiesto testo, filo di taglio e sfondo)

    - Le immagini in risoluzione 300 dpi

    - Convertire in tracciati il testo

    - Incorporare i Font se ne si usano di speciali

    - Rastesrizzare le ombre, sfumature e trasparenze

    OTTIMO! Direi che queste regole le ho seguite tutte! Cercando cercando ho trovato anche qualche guida su internet e bene o male segue la stessa linea!

    Però se ti chiedo: "Come hai fatto a tarare il Mac con la sincronizzazione dei vari programmi Adobe?" è una domanda da fare nelle domande stupide? Mi pare di capire che serve per aver più fedeltà del colore a monitor per quanto riguarda la stampa

  9. Scusate l'assenza... mi sono portato avanti con degli orali e ora posso tornare ai pratici.

    Per quanto riguarda il testo lo selezioni tutto e poi "Crea contorno" (mela+shift+O) e non rasterizzare.

    Dal "vivo di 3 mm" intendi che smarginano oltre il documento di 3 mm? io farei qualcosa in più, su i 3mm per la piega ok , ma occhio allo spessore della carta (se è enorme e devi cordonare fai qualcosa in più), ma spero di no.

    E se vuoi stampare di più dici al tipografo la quantità (era per evitare di amminchiarti...)

    F.

    Sì intendevo oltre al bordo di 3 mm. Sono passato a 5 come dici tu.

    Per quel che riguarda i colori di stampa sussistono interi corsi a riguardo, per conoscere e sapere come comportarsi. Non per niente lo stampatore è a tutti gli effetti un mestiere ecco perchè sapersi relazionare con lui ti aiuta nel lavoro.

    Il formato stampa parte da un 200 ppi (risoluzione per stampa da casa) fino a 300 ppi risoluzione per stampa commerciale (e vanno anche oltre).

    Per avere un documento digitale che si avvicini il più possibile ai colori di stampa devi profilare il monitor, altrimenti potresti avere brutte sorprese.

    Poi perchè desideri rasterizzare il testo in un programma cui manipola egregiamente il vettoriale?

    La base per la pagina al vivo in generale è di 5 mm.

    Poi affidati allo stampatore e segui le sue istruzioni (per esempio a seconda del documento che creerai la sovrastampa in nero se necessario, se convertire la trasparenza e via dicendo) :ciao:

    - Profilare il monitor vuole dire?

    - Quindi non c'è un iter specifico per andare in stampa? Dipende da stampatore a stampatore?

    - Le ombre in illustrator non vanno rasterizzate prima di andare in stampa? quando devo rasterizzare in illustrator?

  10. Immagino che essendo per un esame sarà un pezzo unico, da cui stamperai in digitale.

    Porta i due file al service/tipografo, scegli la carta e poi fai fare a lui.

    L'importante che abbia messo le abbondanze con gli eventuali smargini, occhio alle cose troppo vicine al taglio e alla piega, e converti tutto il testo.

    Buon lavoro.

    F.

    - Le immagini del pieghevole sono tutte dal vivo di 3 millimetri.

    - Per le pieghe ho tenuto un'abbondanza di 3 millimetri per piega.

    - Per: "converti il testo" intendi se ho creato il contorno tramite Testo > crea contorno o usato effetto > rasterizza?

    Perché dalla finestra opzioni > rasterizza non so come settare la parte di opzioni (http://uptiki.altervista.org/viewer.php?file=rtqn9vaoci8joxk4qgp.png)

    ... e se ne volessi stampare più copie? Ti spiego.

    Il pieghevole pubblicizza un gruppo di giovani "creativi" (di cui faccio parte) che si trova ulteriormente all'orario scolastico per approfondire insieme temi d'interesse comune come: illustrazione, fotografica, grafica, eco_sostenibilità, ecc. ecc. Ne volevo stampare un pò (circa 100 per iniziare) da lasciare in giro per avere un riscontro.

    L'esame è un pretesto per fare un "buon pieghevole" e per iniziare a masticare i definitivi con i processi di stampa. Prima dell'esame, ogni volta che mi ci mettevo dietro lo volevo sempre migliore e non arrivavo mai al definitivo. In questo modo la scadenza dell'esame mi vincola a proporre un definitivo. :oops:

  11. Ciao tutti,

    per un esame con illustrator sto preparando un pieghevole a 3 ante 297 x 210 mm da stampare a bianca e volta.

    Cercavo sul web una sorta di "iter/guida" da seguire per la stampa, ma non ho trovato niente di completo.

    Cercavo qualcosa che ti spiegasse tutti i passaggi da illustrator (rasteriz. testo, impostazioni sfumature/ombre, quadricromia, ecc. ecc.) al definitivo per stampa .pdf tramite la finestra: Salva Adobe PDF (http://uptiki.altervista.org/viewer.php?file=upzlus58scpoled0v6k.png)

    Qualche consiglio/guida/link?

  12. 3,01 ... un prezzo da foto!

    Devo pagare io quello che rovino :)

    Comunque le piantine sono queste: http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/90055093

    ……….3,01€ :shock: !!! maledetta iva, io le ho pagate 2,99€ l'una mi pare, o 3,00€ :DD non sono un esperto di piante finte ma mia sorella credendo che fossero vere, per paura che si rovesciassero e uscisse la terra (cioè plastica marrone incollata al vaso :ghghgh: ) le ha tenute dritte nella borsa, poi ovviamente appena viste bene a casa ci siamo accorti che erano delle patacche di plastica :DD Morale, direi che i 3€ li valgono tutti :clap:

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo