Vai al contenuto





tino91

Membri
  • Numero contenuti

    813
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su tino91

  • Compleanno 13/09/1991

Apple Life

  • Apple principale
    MacBook Pro Mid 2012
  • Utente Apple dal
    2005

Info principali

  • Luogo
    Tokyo
  • Sesso
    Non specificato
  1. Parlo di riluttanza nell'esternare i sentimenti, come se i sentimenti rendessero meno "maschi".Aggiungerei, inoltre, nel novero delle caratteristiche del machismo, anche l'ideologia di branco, che è totalmente estranea, invece, all'ambito femminile (forse voi avete, però, il problema opposto: la competizione).
  2. il machismo. Si, aggiungerei il machismo. Non c'e' niente di analogo tra le donne.
  3. L'alito puzzolente sono disposto a perdonarlo dopo un pasto pesante. In generale, se un ragazzo mi si presenta all'appuntamento con alito puzzolente e/o ascella fetida, passo alla velocità della luce
  4. La puzza di ascelle. Non ha scusanti, a mio parere.
  5. Appena finito di cenare. Ora devo leggere, tutto d'un fiato, il manoscritto che un mio amico mi ha mandato
  6. Buongiorno ragazzi! Recentemente, per motivi di studio, mi sono ritrovato a dover utilizzare sia fortran che c. Ho scoperto, inoltre, che su mac la loro installazione così come quella delle loro dipendenze diventa semplicissima tramite un pacchetto chiamato Homebrew! Prima di tutto, aprite una finestra del terminale e digitate: ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)" Questa riga di comando serve ad installare homebrew. Successivamente, passiamo all'aggiornamento delle repository. Sempre sul terminale, digitate: brew update Adesso aggiorniamo la versione di homebrew: brew upgrade Per installare GCC, compilatore di C: brew install gcc Per installare GFORTRAN, compilatore di Fortran: brew install gfortran Per installare GNUPLOT, comodo software per il plot di curve: brew install gnuplot --with-x11 °nota: xquartz è molto più stabile di x11. Se possibile, installalo prima di gnuplot da http://xquartz.macosforge.org/landing/ Spero questo tutorial possa aiutare qualcuno, a presto!
  7. Ottimo. Vabbe, non mi costa niente tenere il monitor aperto! Farò così, anche se la temperatura in casa difficilmente raggiunge 28-30 gradi. Più che altro ho timore che mi vada a fuoco la casa mentre sono in Italia. A 10000km di distanza non posso fare molto. LOL
  8. tino91

    SSH e Remote Desktop

    Salve a tutti, ragazzi. Scrivo per avere da voi un parere su una questione che mi sta dando molto da pensare. Possiedo un MacBook Pro del 2012, 13â€, niente di eccezionale, ma ancora ben messo. Il modello non è quello retina, quindi abbastanza pesante. Recentemente, per questioni di ricerca, mi trovo ad usare molto spesso Lubuntu su un altro laptop ultraleggero della Toshiba, che porto sempre con me come fosse un libro o una penna. Essendo costato poco, mi sento anche più sicuro a “maltrattarlo". I dati rilevanti si trovano tutti sul MacBook, invece. La questione è la seguente: collego al MacBook in remoto sia in SSH che tramite Remote Desktop (anche se tendo ad evitare la seconda opzione, se non strettamente necessaria, a causa della lentezza che comporta) da Lubuntu. Se il Macbook ha lo “schermo†chiuso, può darsi che surriscaldi sul lungo termine? Per ora ho provato a lavorare in remoto per 48 h al massimo. Tornando a breve in Italia per 2 settimane, vorrei capire se c’è la concreta possibilità che il computer riporti seri danni per un così lungo funzionamento no-stop. Grazie a tutti in anticipo. Tino PS: Dimenticavo, uso un SSD sul macbook!
  9. Grazie Utilizzo un MacBook di fine 2012. Avendo bisogno di leggerezza, stavo considerando l'acquisto di un Air 11". Ma per quello c'è tempo
  10. Ciao a tutti, ragazzi! Ho deciso di tornare sul forum e, essendo stato assente per molto tempo - più di 5 anni - mi sembra giusto ripresentarmi. Mi chiamo Tino e sono un ventitreenne calabrese trapiantato nel Paese del Sol Levante da 2 anni ormai. Utente Apple di vecchia data, ultimamente, pero motivi di studio e lavoro, sto anche iniziando a muovere i primi passi in ambiente Linux. Un grande saluto a tutti quanti!
  11. Ciao a tutti ragazzi! In teoria sarei un veterano di questo sito però è da così tanto tempo che non mi connetto che un saluto a tutti in veste di nuovo utente è obbligatorio!
  12. Buongiorno ragazzi. Scrivo qui perche' non sono in Italia e spiegare in un Apple Store un consiglio qui e' un po' complicata. Comunque descrivo il problema: Ho comprato a settembre, qualche giorno prima dell'uscita dei nuovi MacBook Pro, un portatile con un HDD da 500Gb. Tuttavia, anche se lo spazio che ho e' enorme, trovo il sistema davvero poco reattivo. Ho letto che una soluzione sarebbe la sostituzione di un HDD con un SSD. A me ne basterebbe uno da 256 Gb. Voi che ne pensate? Grazie in anticipo
  13. Grazie mille ragazzi Scusate se rispondo solo ora, alla fine ho preso il modello pro entry level. Più che altro, ciò che temevo era di avere bisogno del lettore CD/DVD, e se avessi preso l'Air, dovendomi poi portare in giro la periferica esterna, tutta la praticità sarebbe andata a farsi strabenedire. In ogni caso, c'ho risparmiato 330 euro! Mi sento estremamente soddisfatto
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo