Vai al contenuto





Vaalter

Membri
  • Numero contenuti

    249
  • Iscritto

  • Ultima visita

Info principali

  • Sesso
    Non specificato
  1. risalva l'immagine scontornata in .psd
  2. Open GL, adesso vado uo pò a orecchio, ma da quanto ricordo l'uso di una o dell'altra tecnologia dipende dal software, non è che usa quello che trova. Verifica se il sw è in grado di usare l'una o l'altra, altrimenti puoi averle disponibili ma non utilizzate.
  3. verifica che: - autocad ti gestisca gli spessori delle linee in modo semplice, anche in scalatura - autocad salvi in un formato compatibile con il software in cui verranno impaginati i listini se il lavoro è consistente, valuta preventivamente anche un test di stampa
  4. mah, adesso magari Illustrator costa meno, nel senso che viene venduto l'utilizzo della licenza dal cloud, comunque sempre a pagamento
  5. vedi nei requisiti di sistema dei softwares, e non essere avaro, stai abbondante sia come ram che come scheda grafica, altrimenti alla prossima versione ti ritrovi seduto
  6. mah, sembra quasi che tu ne sia all'oscuro
  7. a occhio certi software sulle vm non funzionano, a me è successo di fare un test con catia su un mbpro, su cui era stato installato win7 usando parallels. il software si apriva e faceva anche qualche comando base, ma niente di più in quanto la gpu non è quella della macchina, ma una generica windows che non ha i requisiti per supportare il sw in questione. questa è la mia esperienza.
  8. mah, prima di esprimere alcuni dubbi che ho, ti chiedo di che tipo di stampe si tratta, stampe fotografiche? Inkjet? altro
  9. mah, a parte la "velocità " di carico delle immagini ci sono delle transizioni che sono un po' fastidiose, nel senso che il passaggio istantaneo da una foto all'altra ti da una sensazione eccessiva di cambiamento (dovuto alla diversità delle immagini) magari orivare ad inserire qualche transizione con un fading migliorerebbe il tutto oh, sensazione personale eh
  10. non gli regali un po' di pazienza? (le prime sono bellissime, le seconde faranno schifo, poi, col tempo, si prende la propria via e si migliora) e magari un temporizzatore, in modo da avere esposizioni costanti ps. B30, obiettivo?
  11. bah, non so adesso, ma quando smisi di stampare, qualche annetto fa, esistevano vari tipi di carte cosiddette multigrade, in cui la durezza variava a seconda della filtratura (esistevano set di filtri con 6 o 7 gradazioni, dall più morbida a quella più contrastata). Tutto questo per dire di farsi una idea preventiva, perchè con un sistema simile dovevi avere un ingranditore con il portafiltri. il termometro
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo