Vai al contenuto





adrix

Membri
  • Numero contenuti

    9713
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    8

Tutti i contenuti di adrix

  1. azz, tutto pensavo meno che il Papero fosse così com'è
  2. La mia non arriva alle 14:00... ma io ne faccio un uso intensivo: 60/70 telefonate la mattina e circa 30 il pomeriggio, più email a volontà e qualche sporadico messaggio. Penso che la tua batteria sia normale.
  3. Grande Papero ...e Papera. Si ho una discreta faccia di m**** di mio, alla quale aggiungo lo sforzo.... et voilà : do il peggio in corsa!!!
  4. Buon Natale a tutti gli Apple-corridori
  5. Oggi ho fatto una corsetta a Villa Pamphilij... vicino al laghetto c'erano una quindicina di bassotii!! ...escono con il Natale?!??!!!
  6. adrix

    Topic AS Roma

    Appena tornato dallo stadio: sono completamente senza voce. L'applauso più lungo? Alla prima rete del Milan per il rigore creato da quello vestito di giallo in mezzo al campo. Se non gli fanno qualche torto alla Roma non sono contenti. Un arbitraggio veramente oltre ogni aspettativa di parzialità . E' veramente diventato impossibile continuare così!
  7. Mi preparo per andare a letto con le mie inseparabili e fedelissime bassotte. Anche Tiffany, amore mio... oggi compie il suo sesto compleanno. Uploaded with ImageShack.us
  8. Buon compleanno Tiffany, compagna iseparabile, fedelissima bambina e protagonista di tante divertenti ore. Ti amo con tutto il cuore. Uploaded with ImageShack.us
  9. adrix

    Topic S.S. Lazio

    Ti evito la meravigliosa risposta dei tifosi della Roma allo striscioncino dell'Inter B :-))))
  10. adrix

    Topic S.S. Lazio

    Stasera InterB contro InterA: chissà come andrà a finire..
  11. La spinta è nella natura delle cose e la leggi raccontata nell'esperienza delle persone: se hai l'AC e ti funziona male l'iPhone o altro, te lo cambiano, se non la hai devi fare causa alla casa costruttrice, vincendola nella maggior parte dei casi, ma devi attivarti. Politica chiarissima. Limpida.
  12. adrix

    Topic Juventus FC

    Finalmente Conte dice una cosa simpatica: "Crozza mi dovrebbe pagare una cena.. Non mi fa' arrabbiare, mi fa' arrabbiare mia moglie che imita Crozza che imita me"!!!
  13. Uploaded with ImageShack.us Che brutta faccia che ho
  14. Al di là di ogni considerazione morale.. Ci ha lasciato un personaggio che ci ha fatto divertire in molte sue apparizioni televisive ed ha sdoganato in parte il cinema e lo spettacolo hard. Non penso sia il giorno dei giudizi o dei processi
  15. Bon giorno a tutti gli amici dell'Inter! ieri sono stato in un Nike store ed ho trovato un reparto Inter: devo dire che rispetto allo scorso anno, sono state fatte un sacco di cose carine... mi sa che il vecchio stilista è stato licenziato
  16. adrix

    Topic Juventus FC

    Buongiorno a tutti e sinceri auguri per il ritorno dell'allenatore in comando!
  17. Resoconto del 8 dicembre 2012, festa dell'Immacolata. CorriOlimpiaEur 10 km La giornata aveva tutte le premesse per cominciare nel migliore dei modi; cena con i forumendoli (gli appartenenti di Running Forum, per chi mi legge dal sito di CAT Sport) per un carico di carboidrati :gnam:a casa del super ospitale Roberto (Castoro), con il saggio Rik, Lella, Kricco, Flabat e gli entusiasti Freccia29 e AleMarconi che esordiranno domani nella Best Woman a Fiumicino ed ai quali vanno i migliori gesti scarmantici.. villani e non! Seglia all'alba, solita colazione energizzante :colazione:ed appuntamento direttamente alle 8.00 sul campo di gara con il Presidentissimo e gli altri amici atleti-volontari per preparare tutto per gli altri amici della società ; speranze e premesse tradite: scendo sotto casa e trovo tutte e due le macchine di famiglia aperte e con le autoradio rubate... vado via contrariato nella speranza che la bella giornata di sole, dopo le piogge di questi giorni, mi ridia il buon umore. Puntuale come un orologio svizzero alle 8.00 arriva la CAT-car (un Opel del presidente, targata Cartagine 2, veramente a prova di furto... la sua), con il gazebo e tutto il resto necessario. Qualche problema per il ritiro dei pettorali in direzione gara che fa' base nella Palestra Olimpia su piazza Sturzo, piazza nella quale hanno posizionato l'arrivo, ma essendo la prima edizione devo dire che le cose sono comunque filate bene. La zona dove si corre è l'EUR (Esposizione Universale di Roma), è un quartiere della capitale progettato negli anni trenta dello scorso secolo appositamente per l'Espo, peraltro mai celebrata per lo scoppio del secondo conflitto mondiale e realizzato secondo i canoni del così detto “neoclassicismo semplificatoâ€; oggi è un bellissimo quartiere con aiuole, giardini, fontane e strade molto ampie, quindi il teatro di gara si presenta più che promettente, ma il percorso con saliscendi è nervoso sia per le variazioni altimetriche che per quelle latitudinali e quindi inadatto alla realizzazione di un italico PP (trovandoci all'EUR sono obbligatori i termini autarchici), cioè primato personale. Il freddo è pungente, :cold:pertanto calibro l'abbigliamento alle necessità : cappelletto, guanti, calzamaglia e maglietta a maniche lunghe; passiamo alla cosa più importante, le scarpe: si svolgerà tutto su asfalto con una piccola escursione nel parco antistante il laghetto dell'EUR e quindi opto per le super performanti A1 Brooks T7 Racer in luogo delle Brooks Racer ST5 categoria A2, anche se qui, su questo percorso, nessuno è venuto a fare il tempone!! Preparo tutto con calma, accendo il cardio ed inizio il riscaldamento. Purtroppo qualche imprevisto di gioventù ritarda di qualche minuto la partenza che avviene alle 9.55... dieci minuti di ritardo e di freddo per i numerosi runners pervenuti all'appuntamento. Allo sparo sono nella posizione giusta per il mio passo e parto allegro ma non troppo ; percorriamo viale dell'Astronomia, per chi non la conosce è quella che ospita la sede generale di Confindustria, per arrivare subito sulla grossa piazza Sturzo dove si fa' una larga inversione per tornare nel senso opposto alla partenza; si costeggia il Palazzo della Civiltà del Lavoro (quello che noi romani chiamiamo “Colosseo Quadratoâ€) per arrivare su un paio di vialoni con le fontane che rumoreggiando con i loro zampilli d'acqua coprono il classico “stapasciare†dei maga grupponi dei primi due/tre chilometri. Sono un po' spaesato, la convinzione di non dover competere a fondo mi ha levato un pizzico di quel piacere tipico dei giorni di gara, però all'inizio del secondo chilometro inizia il discesone di viale dell'Agricoltura, un destra/sinistra di 500 metri che mi riconcilia con l'agonismo; allungo il passo, :aereo:consapevole che la discesa è il mio forte: di solito riesco a far girare le gambe meglio degli altri che corrono il mio stesso tempo, però faccio l'errore di prendere una traiettoria stretta e trovo un marciapiede lastricato di sampietrini che mal si coniugano con le scarpette leggere: poco importa. Farò tutta la gara guardando solo i parziali ad ogni chilometro, ma la telemetria mi indica che ho corso questa prima discesa in progressione da 4'10†in continua discesa fino a 3'23â€. Svolta a sinistra ed ecco la pianura; penso che sarebbe bello seguire una ragazzetta mora con la coda, ma lei mi prende una cinquantina di metri che non ricucirò più: non è giornata. Questo tratto dura meno di 300 metri, poi svolta a sinistra ed inizia una parallela alla discesa che si svolge in senso inverso: cioè un serpentone in salita che di fatto chiude il primo giro, anche se invece di passare sul traguardo convergiamo a destra dove si arriva in una zona bella e residenziale, fatta di villette ed edifici bassi. Siamo al quinto chilometro e non riesco a trovare una vera identità di gara; peraltro, a parte il terzo chilometro, sto correndo sotto i 4'30†e quindi non dovrei neanche essere insoddisfatto... arriviamo però a viale Santi Pietro e Paolo che presenta un fondo in sampietrini: accuso un po' il colpo e corro tutto il tratto un poco più lento di quanto facessi prima; farò questo sezione pianeggiante in 4'39 circa. Terminato il fondo sconnesso inizia un bel tratto tutto curve in discesa simile alla famosissima Lombard Street di San Francisco ..dove correvo in gioventù; allungo il passo, ma non riesco a scendere sotto i 3'10†...la stanchezza si inizia a sentire , però il percorso è veramente molto gradevole e le sue bellezze non sono finite qui. Circa al km 8,500 si arriva al parco che costeggia il lato sud del laghetto dell'EUR; corriamo in questo parco, peraltro “fettucciato†in modo zelante dagli organizzatori per evitare fantasiose interpretazioni delle traiettorie. Bellissimo questo parco, ma nervosissimo il percorso, con tratto finale di attraversamento di un poste di legno galleggiante che ci riporta alla zona nord del Laghetto e quindi alla zona dell'arrivo... non prima di aver affrontato l'ultima salita di circa sette/ottocento di metri . Percorro quest'ultimo strappo in allegra compagnia di Giuseppe; ci alterniamo sulla salita, ma alla fine lo incito ad andare via perché non ne ho proprio più. Anche lui mi dice che non ne ha più, ma alla fine mi precede di una decina di metri ed io non riesco proprio ad arrivargli accanto. Bravissimo. Solito post gara allegro e colorato. Le mie scarpette fluorescenti attirano un paio di ragazzi: parliamo allegramente di scarpe e donne, tentando di coniugare il binomio che è veramente troppo eterogeneo! Premiazione con la società sugli scudi: primi in molte categorie. Bellissima zona di Roma! Percorso, se possibile, da rivedere in meglio (morfologia e permessi della circoscrizione permettendo), organizzazione: 6,5 per quanto realizzato, 10 per l'impegno e presenza da assicurare per il prossimo anno. Buone corse a tutti.
  18. Scusata, quale penna conviene comprare, invece? Grazie dell'aiuto!
  19. Sono andato a vedere queste Saucony che hai preso: bellissime... certo, il prezzo è 150€! Posto il resoconto della gara di due sabati fa': Corsa futurista. In settimana non avevo programmato questa gara.. non mi sono informato sul percorso ed inoltre mi trovo all'inizio della terza di 6 settimane di ciclo di allenamento e non ha un gran senso spremersi per nulla; partecipo a qualche gara durante i cicli di allenamento, ma lo faccio in scioltezza. Comunque, venerdì mi chiama il Presidente della società , il mitico Tommaso e mi dice perentorio che ci vedremo sabato sera per la gara: c'è poco da dire: OBBEDISCO Venerdì per problemi casalinghi non ho corso e sabato è tutto libero fino a sera, quindi sono in quasi scarico involontario: a questo punto preparo una ajo (aglio), ojo (olio) e peperoncino (del terrazzo di casa) per le 18:30.... quindi ho anche fatto un mini-carico di carboidrati. Arrivo alle 20:30 nel catino del Circo Massimo che si trova nel cuore antico di Roma, fra i colli Aventino e Palatino; da prima del trecento avanti Cristo e per centinaia di anni rimarrà il più grande impianto sportivo del pianeta terra: insomma si parte dal luogo-empireo dello sport antico. La gara si svolge su un percorso di 3km, 300 metri e dispari per un totale di 10km; partenza dal Circo Massimo, svolta secca a destra per via dei Cerchi e la si percorre per tutta la lunghezza del Circo costeggiando a sinistra le splendide ed imponenti rovine ai piedi del Palatino, dopo circa 500 metri svolta da poco meno di 90 gradi verso nord e via per via di San Gregorio verso il Colosseo. Addirittura si sfiora l'Arco di Costantino e si entra nella zona pedonale del Colosseo, correndo il più possibile accanto all'Anfiteatro Flavio in senso orario fino che possibile. Inversione ad U ed altro mezzo giro (in senso antiorario), tenendo questa volta a sinistra il Colosseo, si esce su via di San Gregorio per il mezzo giro di ritorno ma si rientrerà all'interno del Circo Massimo solo per l'arrivo. Mi preparo con il solito scrupolo e risolvo il dilemma tecnico che mi attanaglia: Brooks T7 Racer A1 oppure Brooks Racer ST5 A2: opto per le seconde a causa della partenza ed arrivo sulla ghiaia e dei sampietrini (acciottolato di porfido) che lastrica gran parte del centro di Roma e del percorso. Pantalone lungo e maglietta a maniche lunghe causa freddo e umidità oltre i limiti. Riscaldamento nel catino e fuori. L'inno d'Italia indica che manca un minuto alla partenza dei 600 e più runners notturni oltre a molti altri della non competitiva. Non mi sento di spirito per una grande performance ed il percorso nervoso nelle curve e sconnesso nel fondo mi persuade a correre ad un passo veloce ma senza cercare il PB. Pur partendo abbastanza avanti, raggiungo il passo normale dopo la prima curva a 250 metri dalla partenza, causa i molti partecipanti e la curva secca; percorro via dei Cerchi piena di sampietrini e sono contento della scelta fatta sulle scarpe: le Racer ST5 sono veramente il miglior compromesso per una gara veloce del genere: soldi benedetti! Alla svolta verso nord su via di San Gregorio, il solito spettacolo mozzafiato del regnum gladiatorum... ma invece di godermi lo spettacolo, curvo stretto e mi tengo sul marciapiede per evitare i sampietrini e mi ritrovo in compagnia di Giulia.. il nome lo saprò all'arrivo. Percorro dietro la corazziera da 1 metro e 85 tutto il marciapiede e ne scendiamo solo accanto all'Arco di Costantino; ci scambiamo qualche sguardo e le chiedo se è tutto ok! Scambiamo qualche parola e la incito un po'; lei mi chiede se le do “una manoâ€!! A questo punto, avendo la serata “libera†faccio la domanda regina: quanto ci devi mettere? E Giulia: “meno di 45â€! Con orgoglio maschile e con un po' di strafottenza (per altro non giustificata dalla mia preparazione) le dico perentorio: mettiti dietro che facciamo 44 e qualche cosa!!! Finiamo il primo giro abbastanza sereni: 4' 36â€, 4' 17â€, e 4' 25†sono i parziali; lei è agevolata dalla coscia lunga e quasi sono pentito di aver fatto lo “sbrasoneâ€: non vorrei fare una memorabile figura di m***a tale da indurmi al ritiro dalle gare romane per dedicarmi alla provincia. Secondo giro di sofferenza relativa 4'23â€, 4'24†e 4'25†sono i parziali che non dicono della sofferenza della fenicotterona che ha la respirazione difficoltosa; invero anche io inizio a nutrire dubbi sulla mia tenuta. Gli incitamenti si fanno più frequenti, ma sempre nei limiti del normale. Inizio a farle un po' di telecronaca del percorso; le indico i falsopiani favorevoli chiedendo di calibrare il passo per recuperare uno o due battiti ogni tanto. Iniziamo i terzo giro: io mi sento meglio rispetto al secondo. La vista dei primi atleti mi ha galvanizzato, sono veloci ma non ci mettono la metà del mio crono per percorrere 10 km come quando ho ripreso a correre a maggio. Giulia mi invita ad andarmene: vorrebbe mollare! Le dico che non l'abbandonerò ed inizia un incitamento continuo, praticamente ogni 100 metri la sprono ed addirittura mi viene lo scrupolo di essere troppo invadente: neanche ci conosciamo! La prima delle due volte che da' ampi segni di cedimento, mi affianco e le dico: “non ci siamo mica allenati tanto per mollare oraâ€!! Lei riparte ma i crono parlano di un cedimento relativo: 4'34â€, 4'38†e 4'35â€. Al km 8,500 le dico una pietosa bugia: manca un km!!, Lei butta uno sguardo al cardio-GPS ed io la invito a lasciarlo perdere... comunque nel buio non penso lo abbia visto, ma poco dopo sente gli avvisi del mio e del suo che indicano il termine del nono km ed allora inizio a farle il conto alla rovescia in minuti. Ultimo chilometro: io ormai parlo in continuazione. Vado a strappi perché Giulia a volte sembra non seguirmi. La incito altrimenti falliremo il traguardo dei 45 minuti. A 500 metri dall'arrivo è nuovamente abbastanza vitale; nella penombra mi sembra che stiamo correndo intorno ai 4'10â€, comunque il mio incitamento non si ferma. L'ingresso nel Circo Massimo da' una bella sensazione, ma Giulia non ne ha più per lo sprint e mi superano tre runners, uno dei quali mi passa con un fare un po' strafottente: me lo sono stampato nella memoria e penso che sia meglio che non mi ricapiti fra i piedi, altrimenti mi farò scoppiare i polmoni ma non mi farò più superare fino alla soglia degli 80 anni. All'arrivo il mio crono indicherà 44'28†e Giulia 44'38â€: è settima assoluta!! Abbracci e baci come se ci conoscessimo da anni; ci presentiamo ed ora so anche il suo nome. Parliamo un paio di minuti, poi pensando di essere invadente la lascio e lei mi chiede se sono un assiduo frequentatore delle gare romane... ovviamente si, ma non sono sempre “libero†come motivatore personale!! Solito dopo gara con gli amici della società : Tommasone (il Presidentissimo) e tutti gli altri: Massimo, Renato ecc.. stasera eravamo pochi più di 10, ma correre e soprattutto farlo al centro di Roma e veramente un gran piacere. Buone corse a tutti e Run Happy!!
  20. Grandi imbecilli c'erano anche 30anni fa'. Ricordo che ero piccolo (autunno del 79) quando ci fù la tragedia del povero Paparellii e qualche cretino pseudo romanista fece anche delle scritte vergognose in giro per la città negli anni successivi. Uno schifo totale.
  21. Grazie Bats, sei la persona intelligente che dimostri di essere. La Juve non mi piace, ma questo non mi impedisce di parteggiare per voi se giocate in coppa dei campioni. Ovvio. Come non mi impedisce di rompenti le scatole in continuazione.. E viceversa! Purtroppo se uno condanna la guerra russa contro i ceceni, non ritengo che debba essere additato perché contemporaneamente non ha condannato le stragi dei signori della guerra nella Somalia dei primi anni ottanta!
  22. adrix

    Topic Juventus FC

    Volevo dire la stessa cosa, ma ho paura che qualcuno mi segnali ai mod!
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo