Vai al contenuto





valmac

Membri
  • Numero contenuti

    672
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    2

Apple Life

  • Utente Apple dal
    2001

Info principali

  • Sesso
    Non specificato

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Ciao, grazie sempre per aver risposto al mio topic. Chiarisco che sono calmissimo e non mi sono mai alterato. Ci vuole veramente impegno per farmi perdere il controllo nella vita reale figurati su un forum. Quindi non capisco perché mi scrivi che la prendo sul personale. Se ho aperto questa discussione è per un motivo molto semplice. Da un po’ di anni a questa parte il mercato sta applicando una politica sempre più a "scatola chiusa" sui prodotti tecnologici. Per quanto riguarda Apple i primi furono i famosi iPod (anno 2001) dalla batteria che si esauriva nel giro di un anno ed era insostituibile giusto per fare un esempio (ricordate?). Mentre prima, anche sui Mac, era un'operazione normalissima eseguire un upgrade oggi, a quanto pare, è quasi miraggio. Addirittura l'eventuale estensione di un disco rigido non è più consentito dopo l'acquisto. Non sono un un tecnico informatico (e se dovesse essercene uno sul forum sarei contento se potesse dire la sua) ma ho la netta sensazione che questa operazione di saldatura dei componenti non ha nessuno scopo utile ai fini dell'utilizzo o del miglioramento del prodotto se non quello di obbligare i consumatori a una scelta drastica. O compri ora o mai più. E se compri ora lo fai alle nostre condizioni. Ora... non voglio entrare nel merito e nelle scelte che possono fare tanti altri che magari hanno soldi da spendere, o non se ne fregano o magari condividono queste scelte di "mercato" delle case produttrici. Ognuno fa ciò che vuole con i suoi soldi e i suoi prodotti, ci mancherebbe. Per me è una cosa assurda. Ecco perché mi informo sempre un po’ prima di procedere ad un acquisto. In questo caso particolare le info a riguardo, nei negozi o su internet, sono state tutto e il contrario di tutto. Ovvio che se nel mio caso cerco un computer affidabile e che, all'occorrenza, può essere tranquillamente potenziato nel futuro prossimo con una semplice operazione in un laboratorio... mi faccio delle domande e mi informo prima di tirare fuori la carta di credito. Secondo me queste sono scelte che dovrebbero essere criticate e non solo ad Apple ma a tutti i produttori in generale. Sono le famose class-action che in passato hanno rigirato le regole di mercato in favore di noi consumatori. I famosi 2 anni di garanzia sui prodotti Apple, che per altri motivi abbiamo citato nei giorni scorsi, oggi sono lo standard (estendibile addirittura a 3 anni) e sono stati concessi da Apple proprio a causa delle critiche ricevute. Questo giusto per fare due chiacchiere, non vi sto chiedendo di firmare una petizione.
  2. Tralasciando il ragionamento sull'upgrade per far aumentare il valore che francamente non mi riguarda come il 99% delle supposizioni che stai cercando di mettere in mezzo alla mia sacrosanta domanda iniziale (andare in un Apple Store con in mano una RAM acquistata su Amazon è una di queste) ti rispondo al "soluzione provvisoria nel 2019" con assolutamente no e sai per quale motivo? Perché molti programmi possono girare tranquillamente quando il Mac è "giovane". Eventuali aggiornamenti software possono invece richiedere macchine più performanti e solo in un secondo momento posso decidere di eseguire un upgrade. Anche dopo 5 anni se voglio.. C’è qualcosa di strano in questa opzione? Esiste una legge in merito che mi impedisce di optare per questa soluzione? O magari tu puoi impedirmelo? Comunque ritornando a quello che era il senso del mio post (si può upgradare un iMac 21" nel 2019?) ho un piccolo aggiornamento; sono stato in un centro autorizzato Apple della catena R-Store e ho parlato con uno dei ragazzi che mi ha detto esattamente il contrario e cioè che sul 21" la RAM è saldata mentre sul 27" si può upgradare tranquillamente. Discorso completamente diverso per quanto riguarda il Fusion drive. Può tranquillamente essere sostituito con un SSD. È una pratica che esiste, viene eseguita spesso nei loro laboratori e non ha mai presentato controindicazioni. Riporto anche i prezzi. Per quanto riguarda un SSD da 1Tb (montato interno, quindi no soluzioni con fili esterni ecc), sostituzione, trasferimento file dal Fusion all'SSD e consegna in circa 4/5 giorni (dipende da quanto sono pieni i laboratori) chiedono 300€. La metà chiesta da Apple. Mi risulta strano solo che è esattamente il contrario di quello che mi dissero pochi giorni fa in un Apple Store. Ovvero RAM tranquillamente sostituibile successivamente e Fusion saldato e insostituibile.
  3. @AntoninoBattiato sì, la difficoltà è sicuramente elevata. Per questo motivo preferisco informarmi bene prima di eseguire un acquisto del genere. @Rangam ci stavo pensando. Mi infastidisce però questa nuova politica iper consumistica. Il Mac non è mai stato un PC assemblato... però negli anni passati modifiche di questo tipo erano concesse.
  4. Ciao, scusate il ritardo e grazie per le risposte. Partiamo con un piccolo ripasso di storia della Apple. Gli attuali iMac 21,5” presentano le stesse caratteristiche estetiche da quasi 10 anni. L’ultimo aggiornamento estetico fu il passaggio dal vecchio iMac 20” con schermo quadrato proprio all’attuale modello in vendita con schermo panoramico. Da quello che ho capito (e che mi hanno riferito) solo un anno, mi sembra il 2016, la Apple decise di saldare internamente anche le schede RAM, oltre all'SSD. Fortunatamente questa decisione è stata subito modificata altrimenti gli utenti sarebbero stati costretti ad avere una macchina sicuramente non economica a scatola totalmente chiusa. Quello che prendi quello ti resta. Quindi, a parte questo esperimento (se vero), le macchine sono rimaste pressoché identiche negli anni potenziando ovviamente i componenti interni tipo processore, scheda grafica ecc di anno in anno. Per chiarire la tua affermazione sulla lungimiranza e risparmio economico ti dico subito che: La possibilità di upgradare un computer ne aumenta sicuramente longevità ed efficienza. Visti i prezzi che, ripeto, per RAM da 32 e SSD da 1Tb superano i 1300€, mentre su Amazon gli stessi componenti hanno un valore che si aggira intorno ai 300€, mi sembra onestamente una rapina bella e buona. Inoltre 1- l’upgrade della RAM è attualmente consentita da Apple. Nel caso tu voglia eseguire questo potenziamento puoi chiamare Apple e farti consigliare un centro autorizzato più vicino a casa tua. 2- può sembrare strano ma per eseguire l'upgrade della RAM oggi è obbligatorio comunque rimuovere lo schermo. A meno che tu non abbia un 27” che è provvisto di uno sportellino posteriore. 3- in via ufficiale, invece, la Apple non consente la sostituzione di Fusion o SSD (why? Per spennarti fino all'ultimo centesimo ovvio). Ma questa è un’operazione irreversibile oppure è una sciocchezza che un qualsiasi tecnico minimamente preparato può risolvere svitando quattro viti? conclusione... se qualcuno negli anni passati (quindi con macchine sostanzialmente identiche a quelle del 2019) ha eseguito un upgrade con un SSD su un iMac 21,5” e quindi FUORI GARANZIA può farmi sapere come si è trovato? grazie per la risposta comunque Maurizio.
  5. Glacy un utente opterebbe per questa opzione proprio perché fatta in un successivo momento. Magari tra 2 o 3 anni quando la garanzia è bella che morta. La Apple costa caro, si sa. Ma un conto è spendere per un hardware un conto è farsi ciullare 600€ per un SSD che ormai trovi a prezzi nettamente inferiori un po’ ovunque. La mia domanda comunque non è tanto se è folle o no. La mia domanda è se si può e se c’è qualcuno che ha fatto un'operazione simile.
  6. Ecco, quindi sui nuovi modelli non c’è più questa saldatura almeno per quel che riguarda la RAM. Domande... a sto punto se devo aprire la macchina per fare upgrade della RAM non posso upgradare anche il fusion con un SSD? Cosa me lo impedirebbe? Non c'è nessuno che ha fatto questa operazione? Su Amazon ho visto i prezzi di RAM e SSD. Con meno di 300€ porti a casa due slot da 16giga (tot 32) e un SSD da 1Tb. Sul sito della Apple per gli stessi upgrade chiedono 1320€. Quasi quanto un altro iMac. Una follia!!!
  7. Ciao, grazie per la risposta. Il problema è che all'Apple Store mi hanno detto che l'upgrade si può fare sulla Ram ma non sull'hard disk. In un altro negozio (rivenditore ufficiale) mi hanno detto che si poteva effettuare su entrambi, su internet ho trovato un po’ di tutto. Uno su tutti video americani dove aprono i Mac e li smontano. Altra confusione, pare che solo iMac 2015 da 21,5 avevano questa caratteristica che hai scritto prima, quelli più recenti invece no. Nessuno ha fatto questo upgrade?
  8. Buongiorno a tutti, per questioni lavorative devo acquistare un Mac per il mio ufficio. Tra le varie opzioni mi sono deciso sul modello iMac 4k da 21,5” con Fusion drive. Per quanto riguarda i potenziamenti ho visto che la Apple ha dei prezzi decisamente troppo cari per quanto riguarda SSD (da 1 Tera parliamo di 600€) e Ram. la mia domanda... posso acquistare la versione con fusion drive e 8Giga Ram ed eventualmente upgradare (magari tra un anno)? Qualcuno di voi ha eseguito l'upgrade trovando soluzioni con SSD esterni? Grazie in anticipo, aspetto chiarimenti 😅
  9. Anche con l'ultimo aggiornamento il problema persiste. Niente di grave, per carità, però a volte diventa molto fastidioso questo blocco che costringe a riavviare l'iPad ogni volta!
  10. Ciao ragazzi, spesso mi capita di usare il mio iPad e improvvisamente lo schermo si blocca e non ruota più. Per caso avete riscontrato lo stesso problema? Come posso risolverlo?
  11. Si, chiudiamola qui, tanto questo post era nato per delle semplici info sulla sostituzione della batteria. È vero, non ci capiamo
  12. Ahahahaha no, finalmente qualcuno che ha scritto una cosa nota a tutti da un decennio. Apple progettava volutamente batterie scadenti che dopo neanche un anno erano da buttare visto negli iPod non può essere sostituita. Questa cosa la lessi a suo tempo sui giornali dell'epoca (primi anni 2000) ed ebbe un grande risalto mediatico. La garanzia estesa fu una conseguenza di quel processo. Infatti, in questo modo, la Apple non montò più batterie ridicole su prodotti che costavano quanto l'oro (e quindi dovevano durare almeno il doppio rispetto ai vecchi modelli). Tutti i prodotti Apple hanno dei prezzi molto alti, lo sappiamo tutti, ma all'epoca gli iPod costavano 3 volte di più ed era addirittura complicato trovarli. Gli Apple Store non erano così diffusi. Anche io comprai uno dei primi iPod sul mercato che un bel giorno decise di non accendersi più dopo circa un anno dall'acquisto. Lo conservo ancora a casa in un cassetto. Se ho tempo stasera vi mando una foto. Morale della favola... usa i termini incriminato, citato in giudizio, WWF, Antani... la cosa certa è che hanno dovuto risarcire i clienti (e pure parecchio) oltre ad essere stati obbligati a rivedere la loro politica commerciale. Se fossero stati innocenti non avrebbero speso un solo centesimo.
  13. AHAHAHAAHAH MA SEI SERIO??? Ha pagato un sacco di soldi quando ci fu il processo e da allora sono stati obbligati a estendere la garanzia da 1 a 2 anni. Ahahah io l'italiano lo ripasso ma tu inizia a studiarlo proprio e soprattutto a leggerlo ahahahahah
  14. Ahahah ma sei reale tu? Ti ho mandato il link di Wikipedia dove dice chiaro e tondo che Apple costruiva volutamente iPod difettosi ed è stata citata in giudizio. Tra l'altro questa è una cosa risaputa nell'ambiente da tutti. Ahahah che vuoi da me de più? Aspetta, vado in California nel tribunale dove hanno fatto il processo, gli spiego che ho bisogno dei documenti del processo perché Rangam vuole le prove. Tempo 3/4 settimane e te li porto ahahah
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo