Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






minozzo

Membri
  • Numero contenuti

    29
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte pubblicati da minozzo

  1. la scienza dice che l'uomo è fatto per mangiare la carne e il pesce.(questo punto non può essere messo in discussione)

    se poi uno decide di seguire una dieta vegana è una scelta che va rispettata nel caso mossa dal sentimento verso le altre creature viventi.

    ma che non si venga a dire assurdità riguardo gli argomenti pro di questa dieta.

    ho letto tutta la discussione e per bene l'articolo e son scoppiato a ridere per la non oggettività e la totale mancaza di raziocinio,

    ripeto io rispetto la scelta di risparmiare "sofferenze" agli animali.

    dato che vi è la possibilità perchè non farlo no? e lo trovo giustissimo.

    ma il resto sono una marea di cazzate.provate a spegnere per un'attimo il mac affacciarvi alle windows di casa vostra e a guardare in faccia la realtà.

    fa male vero?

    spero non vi offendiate.

    ciao

    la scienza dice che l'uomo è fatto per mangiare la carne e il pesce.(questo punto non può essere messo in discussione)

    hai ragione infatti la scienza dice che la carne provoca una marea di problematiche ma tu stavi già ridendo

    sai su cosa dovresti riflettere, ovviamente a parte la tua supponenza e la tua ignoranza, che di solito le persone informate portano link a discussioni mentre i troll arrivano dicono scemenze e basta...

    non può essere messo in discussione?perchè lo dici tu?ragionamento imbattibile

    ma che non si venga a dire assurdità riguardo gli argomenti pro di questa dieta.

    fonte? sempre tu?

    dato che vi è la possibilità perchè non farlo no? e lo trovo giustissimo.

    anche un orologio rotto ha ragione 2 volte al giorno

    ma il resto sono una marea di cazzate

    come il tuo intervento per esempio

    la grossa differenza tra chi compie una scelta come quella di diventare veg, sta nel fatto che ci si informa e di solito pure tanto, si legge si chiedono informazioni e ci si fa una solita base culturale sull'argomento.

    questo poi quando ci si trova a discutere dell'argomento capita che ci sia un enorme divario tra le 2 parti in causa, di solito a sfavore dei carnivori, che dovendo difendere la loro categoria tirano fuori tutte le loro argomentazioni, poche e ben confuse, e si arriva agli insulti

    perchè alla fine l'insulto è l'unica arma degli ignoranti...

    e dire che ci sono alcune persone qui che pur non comprendendo questo punto di vista hanno argomentazioni valide,

    kendal ha sicuramente ragione parlando del problema dei pesticidi, mentre credo sbagli sull'argomento della distribuzione delle risorse.

    per il discorso ragù credo che con i tempi di lavoro e gli impegni moderni solo le nonne possano fare il ragù alla vecchia maniera, per me, un buon 70% lo compra pronto e magari lo prepara fresco solo per i pranzi speciali, mentre il ragù vegetariano, fatto con seitan o tofu non quello solo con le verdure, si trova raramente nella grande distribuzione

  2. Che siamo onnivori lo sostengono i libri...quindi o sono tutti sbagliati o qualcosa non torna...

    beh a dire il vero molte ricerche dicono che non è così

    Ecco dunque il confronto tra le caratteristiche dei carnivori, erbivori, onnivori (notare che nel seguito, con il termine "erbivori" si comprendono anche i "frugivori").

    Muscoli facciali

    Carnivori: ridotti, per permettere un'ampia apertura della bocca

    Erbivori: ben sviluppati

    Onnivori: ridotti

    Umani: ben sviluppati

    Tipo di mandibola

    Carnivori: ad angolo non ampio

    Erbivori: ad angolo ampio

    Onnivori: ad angolo non ampio

    Umani: ad angolo ampio

    Posizione dell'articolazione mandibolare

    Carnivori: sullo stesso piano dei denti molari

    Erbivori: al di sopra del piano dei molari

    Onnivori: sullo stesso piano dei denti molari

    Umani: al di sopra del piano dei molari

    Movimento mandibolare

    Carnivori: tranciamento; minimo movimento laterale

    Erbivori: nessun tranciamento; buon movimento laterale e anteriore-posteriore

    Onnivori: tranciamento; minimo movimento laterale

    Umani: nessun tranciamento; buon movimento laterale e anteriore-posteriore

    Principali muscoli mandibolari

    Carnivori: temporali

    Erbivori: massetere e pterigoideo

    Onnivori: temporali

    Umani: massetere e pterigoideo

    Apertura bocca della bocca in rapporto alla dimensione della testa

    Carnivori: grande

    Erbivori: piccola

    Onnivori: grande

    Umani: piccola

    Denti incisivi

    Carnivori: corti ed acuminati

    Erbivori: ampi, piatti e a forma di spada

    Onnivori: corti ed acuminati

    Umani: ampi, piatti e a forma di spada

    Denti canini

    Carnivori: lunghi, affilati e curvi

    Erbivori: non taglienti e corti o lunghi (per difesa), o assenti

    Onnivori: lunghi, affilati e curvi

    Umani: corti e smussati

    Denti molari

    Carnivori: affilati, a forma di lama frastagliata

    Erbivori: piatti con cuspidi, superfici complesse

    Onnivori: a lame affilate e/o piatti

    Umani: piatti con cuspidi nodulari

    Masticazione

    Carnivori: nessuna; deglutizione del cibo intero

    Erbivori: necessaria una prolungata masticazione

    Onnivori: deglutizione del cibo intero e/o semplice schiacciamento

    Umani: necessaria una prolungata masticazione

    Saliva

    Carnivori: assenza di enzimi digestivi

    Erbivori: enzimi digestivi per i carboidrati

    Onnivori: assenza di enzimi digestivi

    Umani: enzimi digestivi per i carboidrati

    Tipo di stomaco

    Carnivori: semplice

    Erbivori: semplice o a camere multiple

    Onnivori: semplice

    Umani: semplice

    Acidità dello stomaco

    Carnivori: pH inferiore o uguale a 1 con cibo nello stomaco

    Erbivori: pH 4 - 5 con cibo nello stomaco

    Onnivori: pH inferiore o uguale a 1 con cibo nello stomaco

    Umani: pH 4 - 5 con cibo nello stomaco

    Capacità dello stomaco

    Carnivori: 60% - 70% del volume totale del tratto digestivo

    Erbivori: inferiore al 30% del volume totale del tratto digestivo

    Onnivori: 60% - 70% del volume totale del tratto digestivo

    Umani: tra il 21% e il 27% del volume totale del tratto digestivo

    Lunghezza dell'intestino tenue

    Carnivori: da 3 a 6 volte la lunghezza del corpo

    Erbivori: da 10 a piu' di 12 volte la lunghezza del corpo

    Onnivori: da 4 a 6 volte la lunghezza del corpo

    Umani: da 10 a 11 volte la lunghezza del corpo

    Colon

    Carnivori: semplice, corto e liscio

    Erbivori: lungo, complesso, puo' essere con anse

    Onnivori: semplice, corto e liscio

    Umani: lungo, con anse

    Fegato

    Carnivori: puo' detossificare la vitamina A

    Erbivori: non puo' detossificare la vitamina A

    Onnivori: puo' detossificare la vitamina A

    Umani: non puo' detossificare la vitamina A

    Reni

    Carnivori: urine estremamente concentrate

    Erbivori: urine moderatamente concentrate

    Onnivori: urine estremamente concentrate

    Umani: urine moderatamente concentrate

    Unghie

    Carnivori: artigli affilati

    Erbivori: unghie piatte o zoccoli

    Onnivori: artigli affilati

    Umani: unghie piatte

    [da www.ssnv.it - testo tratto da "The Comparative Anatomy of Eating" di Milton R. Mills, M.D.]

    poi noi siamo onnivori per convenienza e comodità, è sicuramente più facile aprire il barattolo del ragù pronto che farlo in casa con il seitan.

    salvare il mondo diventando veg credo sarà l'unica soluzione con cui forse in futuro si riuscirà a ridurre l'inquinamento atmosferico e la fame nel mondo, come dicono l'onu e la fao tra l'altro...

    per te è illogico?mi sta benissimo per me è da malati di mente andare allo stadio e pagare per vedere dei miliardarie giocare a pallone o litigare se è più forte l'inter o il milan, ne dico 2 a caso...

    capisco il tuo punto di vista e la pensavo anche io come te, i vegetariani li vedevo come dei matti, ma poi informandomi e "crescendo" ho capito che PER ME hanno ragione!

    del resto è molto divertente prendere per il culo chi è diverso, il veg*ano, ma poi fare l'offeso non appena ci si sente mangiare "mangia carcasse"...

    questo è quanto

    l'industria della carne è la maggior responsabile di emissioni inquinanti nell'aria, rende sterili i campi perchè non c'è rotazione delle colture, sottrae cibo alle popolazioni affamate per nutrire gli animali, sottrae acqua per abbeverare gli animali, deforesta di continua per creare nuovi pascoli poi se vuoi fare l'animalista potremmo dire che ogni secondo vengono macellati 2000 animali, esclusi i pesci...

    credo che ipoteticamente parlando si diventando tutti veg si potrebbe salvare il pianeta, ne sono convinto se per te è illogico mi sta bene

  3. Oltretutto, ci rifiutiamo di mangiare la carne pensando di non alterare l'ecosistema, anzi, di migliorarlo (da bravi idioti)!

    Per quanto riguarda l'assurda ipotesi che diventare vegetariani potrebbe salvare il pianeta, non sono assolutamente d'accordo e ritengo che sia una delle più grandi idiozie mai sentite negli ultimi tempi.

    idiota te lo tieni per te grazie!dato che ci sono pesanti legami,ampiamente dimostrati, tra gli allevamenti industriali e l'inquinamento, ma è più facile leggere tre post in croce, e nel tuo caso credo tu abbia letto solo il titolo, ed etichettare gli altri, piuttosto che colmare la propria non conoscenza degli argomenti in questione...

    @kendal:le carcasse così come i cadaveri dovrebbero stare sotto terra e non nei piatti come ho detto in precedenza...

    @err!co:se sei animalista dovresti sapere che la differenza tra cotoletta e cosce di pollo è pari a 0, così come tra mortadella e stinco di maiale, così come non esiste differenza tra pelliccia di visone e scarpe di pelle o maglione di lana

    poi io sono vegano, la mia compagna vegetariana e nostra figlia vegetariana, e tranquillo che senza carne sta benissimo nonostante sia in piena crescita sono falsi miti che la carne serva alla crescita, vecchie abitudine che nessuno si prende la briga di "ricontrollare"

    la carne halal si produce da animali coscienti ma da molte ricerche svolte nei mattatoi al momento dello sgozzamento molti animali si riprendono e quindi lo stordimento tramite proiettile captivo non sempre è sinonimo di macellazione "indolore"

    mi chiedo poi come mai che ogni discussione sull'essere vegetariani, e non era questo il caso, si trasformi sempre nella solita diatriba su chi si meglio/sia più bravo con chi, solitamente i vegetariani, porta magari link e fonti alla discussione e chi ha le solite 3 idee preconcette e debba solo rispondere a casaccio sulla questione,tranne in alcuni casi come con cerion...

    è sempre più facile sparare una frase fatta che informarsi e rispondere a tono e magari "smerdare"l'altro, niente da fare!

    credo che sarebbe opportuno sapere cosa e chi si mangia, sapere se provoca danni a me o all'ambiente lo scopo era questo una discussione costruttiva e sicuramente un dibattito su questo ma ripeto scrivere,

    Quando invece sento persone che diventano vegetariane per altri motivi, allora vale il discorso che ho fatto nel post precedente.

    fa sicuramente più scena che argomentare una discussione

    la discussione era su questi argomenti

    vi lascio un bel video sulla mia idea della base di questa discussione

    chiedo ai mod di chiudere la discussione dato che è un continuo O.T.

  4. se si parla di dieta e produzione/conservazione di alimenti mi sento un po' chiamato in causa essendo, credo, l'unico specialista :shock:

    per quanto riguarda l'origine del topic: salvare il pianeta con una dieta vegetariana o vegana (che sono 2 cose completamente diverse).

    Tralasciando tutto il discorso di carenze nutrizionali che possono essere sopperite da integratori o alimenti fortificati ritengo che con uno stile alimentare composto da uno dei due tipi non giovi più di tanto all'ecosistema.

    In primo luogo lo sfruttamento del terreno sarebbe pressochè lo stesso che abbiamo oggi: essere vegetariano o vegano non significa dover mangiare cibo bio (altra trovata pubblicitaria ma vabbè tralasciamo): quindi ci sarebbe una coltivazione intensiva di qualunque tipo di ortaggio o cereale e quant'altro anche in periodi dell'anno "morti".

    Aggiungerei anche la "non riduzione dell'inquinamento da sostanze estranee" dovuto alla (sovra)produzione di integratori (siano solubili, capsule, compresse, iniezioni...) e da prodotti conservanti e stabilizzanti degli alimenti in esame. Mi spiego meglio: tutti gli integratori vanno inscatolati quindi aumento del consumo della carta. In ogni integratore deve esserci, per legge, un foglietti illustrativo (il bugiardino) dove vengono riportate moltissime informazioni che nessuno purtroppo legge mai e anche in questo caso aumento di carta. Ogni confezione è colorata, contiene colle, sostanze antiossidanti, conservanti... Nonché le confezioni di plastica vere e proprie come contenitori... Di conseguenza un aumento un po' di tutte le materie utili per la produzione di questi integratori. Per non parlare poi del trasporto...

    Per i cibi fortificati la stessa cosa: le sostanze che vengono letteralmente inculcate negli alimenti sono di origine chimica e quindi potete solo immaginare tutto "l'inquinamento" che ci sta dietro...

    Per concludere l'idea di mangiare vegano o vegetariano a mio giudizio non aiuterà il mondo ma neanche lo peggiorerà. Rimarrà tale e quale :mhh:

    Ci sarebbe poi il discorso sul consumo di carne. Anche qui ci sarebbe da parlare molto... Vedi metano prodotto dalle vacche, produzione eccessiva, soluzioni al problema (che ce ne sono eccome! e tra un 20ina di anni saranno sicuramente realtà), riduzione dei consumi di carne (e per chi diceva che mangiarla tutti i giorni è sbagliato prima si "acculturi" un pochino oppure specifichi meglio cosa intende)...

    :shock:

    ovviamente si parla di salvare il mondo diventando veg in maniera utopica

    ma fondata sul fatto che se da un ettaro di terra ci si ricava 60 kili di manzo dallo stesso ettaro ci si ricavano 5000kg di patate...

    io di cibi fortificati non ne mangio molti di più di quelli che mangia un non veg...

    per esempio il latte di soya prendo quello arricchito con calcio che guarda caso esiste anche per il latte vaccino, ci sarebbe poi da chiedersi il perchè arricchire il latte vaccino con altro calcio, comunque il problema delle colture intensive è dovuto al fatto che i campi vengono coltivati esclusivamente a cereali mentre qualsiasi buon contadino sa che bisogna variare altrimenti i terreni diventano sterili e bisogna crearne dei nuovi

  5. Appunto lui mi ha risposto... ed io ho risposto che secondo me non è vero che i vegetali non portano nessuna malattia/parassita o simili...ora però non capisco tu che cosa vuoi sapere da me.

    abbassiamo i toni per cortesia perchè la stiamo buttando in caciara e non mi pare il caso...

    comunque ti rispondo

    la carne per essere mangiata deve essere per forza frollata e ti ho spiegato già cosa sia

    le verdure uno le può mangiare anche acerbe perchè è nel ciclo naturale della carota o della mela,parlo da profano quindi prendi il mio discorso così com'è, avere una fase di crescita (frutto acerbo) maturazione e decomposizione però a differenza della carne le mele marciscono da sole, mentre il ciclo della carne è allevamento, macellazione, frollatura,piatto

    è molto diverso

    poi alla tua domanda rispondo subito

    io sono vegan e non mangio nulla che derivi da sfruttamento e uccisione di animali, perchè ho scelto di vivere senza mangiare cadaveri...

    quindi togli carne pesce uova e latte, ecco io mangio tutto il resto

    mac:ma sei sicuro?con il grano ed il riso ci si fanno un sacco di cose

    tipo la pasta ed il pane, che sicuramente una volta erano di più facile accesso che non la carne

  6. No, ti spiego, non voglio andare offtopic, ma da come ha scritto minozzo sembra che solo la carne vada in decomposizione...tu che ne pensi? Le piante sono o non sono esseri viventi?

    Se lavo la pianta le malattie scompaiono? Hai mai visto i vermi nelle ciliegie? A me ricordano qualcosa. Quelli non fanno male, tuttavia nonostante li lavo, non vanno via...mi vengono parecchi dubbi sul fatto che i vegetali non portano MAI batteri o patologie dannose all'uomo.

    stefano ti ripeto anche le verdure vanno in decomposizione ma le verdure si mangiano fresche e quando iniziano a marcire le butti via

    la carne devi frollarla per poterla mangiare e la frollatura è la prima parte del processo i decomposizione delle carni

    quindi la verdura marcia si butta la carne per mangiarla la si fa decomporre, in maniera controllata ovvio.

    i vermi nelle ciliege poi non sono microbi o batteri ma animali veri e propri, poi come detto anche da xanderob le verdure sono esseri viventi, ma non senzienti e ti ripeto che non è scientificamente provato che provino dolore

    i danni li provoca la carne in se non se la mangi al sangue o carbonizzata, ovvio che se la mangi cruda ti viene la salmonella o la toxoplasmosi

  7. Ma in teoria la verdura che mangiamo non sono esseri viventi? Le piante morte vanno bene, gli animali morti, no?

    Le piante non vanno in decomposizione?

    p.s.

    Le malattie si prendono anche con alimenti "vegetariani". Non è che i batteri schifano frutta e verdura...:ghghgh:

    questa è una delle solite risposte banalotte che si danno di solito insieme al "ma anche il leone mangia la gazzella"

    mi pare che non sia dimostrato che le pianete sentano dolore dato che non hanno un sistema nervoso, ma quando sentirò un carota urlare tranquillo che smetto pure con loro :DD

    poi le verdure marciscono se non le mangi, la carne deve iniziare a decomporsi per diventare tenera, si chiama frollatura, e dura dai 10 ai 14 giorni per i bovini dato che la carne degli animali appena uccisi per l'uomo, che non è carnivoro o onnivoro, non è commestibile...

    Subito dopo la macellazione la carne ha caratteristiche di scarsa commestibilità che migliorano con la frollatura [3] a causa del rigor mortis e dello stato strutturale delle proteine muscolari. La frollatura si svolge mediante mantenimento dei quarti a 0-4 °C e ad un'umidità relativa del 75% per un periodo di 10-14 giorni dopo la macellazione. La frollatura è una proteolisi attuata da enzimi di origine microbica e tissulare e permette alla carne di acquisire un maggior grado di tenerezza e succosità, una perdita di colore. Lo sviluppo moderato di sostanze aromatiche (chetoni, aldeidi, ammoniaca, ammine, idrogeno solforato, ecc.) conferiscono alla carne una maggiore serbevolezza. Un'elevata carica microbica iniziale, un prolungamento della frollatura e un'alterazione delle condizioni ambientali rendono tali processi di tipo degenerativo e causano il deperimento della carne per putrefazione.

    certo che i batteri ci sono su piante e verdure ma di solito io le lavo prima di mangiarle e poi non si parla di batteri ma di patologie collegate al consumo di carne non sei stato attento

  8. ]guarda che forse la boiata l'hai sparata tu :ghghgh:

    il seitan e il tofu hanno apporti proteici molto alti per 100g ,tra l'altro con contenuti di grassi ridottissimi se poi vuoi strafare esiste il mopur,prodotto tra l'altro in italia, con oltre il 34% di proteine per 100g

    http://www.consiglialimentari.it/article/Il-tofu-un-ottima-alternativa-proteica/216.htm

    la soia ha un valore proteico di 39.6g per etto mentre la bresaola 32

    http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/alimenti-proteine.html

    in più Vi linko questo bel file pdf disponibile sul sito scienzavegetariana con tutte le domande che sono state poste anche qui è corredato di tutti i riferimenti alle varie ricerche fatte

    http://www.scienzavegetariana.it/medici/domande/faq/FAQ2004.pdf

    poi tu parli di dieta naturale, se per te è naturale mangiare pezzi di carne in stato di decomposizione, tecnicamente detta frollatura, è naturale....se per te è naturale cuocerla perchè all'uomo mangiare carne cruda fa malissimo, vedi salmonella o toxoplasmosi...

    se per te è naturale condirla e trattarla, che se lo facessi ad una soletta sarebbe buona lo stessa è naturale allora ok

    poi mangiare carne non è riferito solo alla bistecca o alla cotoletta, carne è il panino al prosciutto nella pausa pranzo, la pizza alla salsiccia e tutto il resto

    i prodotti che compriamo noi sono certificato ogm soya free, se volete e se si può, posso mettere anche le marche.

    mac dragon, andare al mcdonald a mangiare l'insalata è come andare a prostitute a chiedere un abbraccio, non è mia l'ho letta su FB

    ps scusate il doppio post

  9. Fare un filetto al pepe verde, un arrosto, delle polpette richiedono massimo una sera di lavoro, se non un'ora. E sono tutte cose fresche. Senza polemica, ma quanto ci vuole a preparare gli analoghi veg alla carne? Mi risulta che seitan, tempeh & co. (anche il tofu, pur non essendo un "formaggio") abbiano tempi di preparazione estremamente lunghi. In alternativa si possono acquistare già pronti, ma per me equivale a comprare i 4 salti in padella....

    vero ma il filetto ha un tempo di fabbricazione e di costo non indiffernte dato che o hai un albero di filetto oppure devi crescere un vitello nutrirlo macellarlo e tutte le operazioni connesse, e implicano inquinamento atmosferico, delle falde, campi improduttivi perchè non c'è la rotazione delle colture, deforestazione etc etc...

    mi pare che un acro di soia non ogm per la produzione di seitan e tofu non abbia questi costi, il seitan si fa in casa tranquillamente in un paio d'ore se lo sai fare

    poi se mangi il tofu appena scartato fa schifo pure a me comunque va cucinato...

    @cerion:ti dico noi abbiamo seguito uno svezzamento vegetariano ma con pochi latticini, quindi non vegan puro, anche perchè sarebbe veramente brutto negare ad un bimbo la gioia del gelato

    hai ragione mangiare una bistecca ogni tanto sicuramente non sarà dannoso come chi lo fa tutti i giorni, ma è come per il fumare se fumi 0 è sempre meglio che fumare poco.

    per il tuo amico avevo letto male io sorry, beh poi ci sono un sacco di schifezze veg piene di aromi e conservanti che sarebbe meglio nemmeno guardare, io stravedo per la pizza ma non posso mangiarla sempre o ritorno ad essere 110kg...

    per il resto beh ognuno ha le proprie priorità che sono assolutamente inattaccabili, sia le mie che le tue ovvio

  10. @cerion:se ti ho dato l'impressione di buttarla sul personale me ne scuso, non era mia intenzione.;)

    sono curioso, mi spieghi come? prima non riuscivi?

    vuoi la verità?!

    non ne ho idea ho sempre avuto i valori di ferro bassi fin da piccolo, ma ci è sempre sembrato piuttosto normale visto che siamo napoletani e mia mamma soffre di anemia mediterranea, ma pur seguendo una dieta mediterranea casalinga, sono sempre rimasto sotto la soglia, passando ad una corretta dieta vegetariana ho risolto il problema

    mi potresti passare degli articoli dove si dimostra (o perlomeno si ipotizza seriamente) che per un bambino è consigliata la dieta vegetariana?

    di preciso con che alimenti è stata svezzata? non è una provocazione eh, sono interessato davvero

    dopo il colloquio con la dottoressa Nicoli, tra l'altro una patata da paura "capisc amme", abbiamo seguito le sue indicazioni alimentari.15 pagine per lo svezzamento contro la mezza facciata del nostro pediatra

    in linea di massima ti posso dire che si trattava di preparare la pappa, tieni conto che parliamo di svezzamento e quindi frullata o brodo, con verdure fresche di stagione aggiungendo delle alghe, utilizzate pochissimo nella cucina occidentale.quindi tutte le verdure a foglie, tuberi come il topinambur, radici etc etc.

    ovviamente ci ha escluso l'utilizzo del formaggio ma in particolare del parmiggiano che essendo troppo salato non si adatta alle diete dei bimbi piccoli, oltre che come tutti i prodotti casearia provoca calciuria.

    latte di soya, mia figlia è intollerante al biberon di latte vaccino...

    mentre ora mangia quello che mangiamo noi, inclusi seitan, tofu e tutti i vari prodotti alternativi alla carne.

    sottolineo ovviamente che il pediatra è stato contrario fin dall'inizio a questa scelta, ma si è dovuto ricredere dati alla mano.

    poi ci siamo rivolti alla dottoressa nicoli,non l'avevo ancora vista dal vivo, dopo aver trovato il suo numero sul sito della società vegetariana, mentre io ho letto molto e poi mi sono dato al fai da te.

    comunque alcuni dottori ne parlano qui

    http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/index.php?storytopic=20

    http://xoomer.virgilio.it/tatanone/dal%20mondo/una%20dieta%20vegetariana%20per%20bambini.htm

    qui ci sono un sacco di informazioni utilissime anche sullo svezzamento veg*ano

    http://www.scienzavegetariana.it/

    questa è mia figlia a 10 mesi

    http://www.scienzavegetariana.it/BimbiVEG/VM_33.jpg

    e oggi

    http://www.facebook.com/photo.php?pid=31633014&l=f1b48fafa9&id=1554014713

    mi pare moolto in salute, infatti in quasi 2 anni si è ammalata solamente una volta

    cerion se il tuo amico mangia il tonno non è vegetariano su questo non ci piove

    il vegetariano non mangia animali morti, e nemmeno vivi, quindi nemmeno tonno...

    mi pare che si salti un passaggio tantissimi studi hanno dimostrato che la carne sia portatrice di molte patologie non da poco, tumori-problemi cardiocircolatori-alta pressione sanguigna-eccetera, quindi per sillogismo una dieta senza questi prodotti è più salutare

    ovvio che i veg*ani che si mangiano tonnellate di cioccolata o mezzo chilo di pasta tutti i giorni siano obesi pure loro.

    spero non la priverete mai del "piacere" di provare la carne (o pesce che sia) o di lasciarle comunque libero arbitrio, sarebbe un grosso sbaglio...

    siamo genitori non despoti, ovvio che se vorrà, potrà certamante...cambierei solo la parola piacere con curiosità.

    Diventare Veg è un sacrificio, seguire la dieta mediterranea è un piacere.

    un sacrificio?! neanche per sogno semmai una liberazione, per me i pezzi di carne morta dovrebbero stare sotto terra non in un piatto

    mi piace ricordare che quando si vede una mucca morta la si chiami carcassa mentre una bistecca la si chiami fiorentina

  11. imax87 non ti posto nessun link perchè sarebbero di parte e ti consigio di leggere su wikipedia alla voce veganismo la parte sulla salute

    oppure scrivere con goggle

    la carne fa bene

    e leggere qualche link a casaccio

    poi io ti posso dire che i miei problemi di carenza di ferro li ho risolti diventando vegetariano.

    mi piacerebbe conoscere il tuo dietologo dato che nella mia famiglia, io vegan la mia compagna vegetariana e mia figlia vegetariana, godiamo tutti di ottima salute, tra l'altro mia figlia è nata da gravidanza vegetariana e svezzamento vegetariano, ed è una bimbona molto più grande dei suoi 22 mesi, quindi è vegetariana al cubo!

    mi piacerebbe poi sapere di che aminoacidi parli

    per il resto quoto i miei 2 "colleghi" vegetariani, o credo che lo siano leggendo le risposte

    @cerion:salti di palo in frasca comunque, ma mi piace molto la parte della contestualizzazione assomiglia un po' a quella barzelletta del prete che contestualizzava le bestemmie se usate nelle barzellette...ma forse non era una barzelletta....se parti già dal presupposto che bisogna contestualizzare allora vale tutto

    forse le associazioni dei dietisti americani e canadesi hanno fatto certe affermazioni perchè le lore ricerche avevano dati quei risultati.

    la dottoressa che ha seguito mia figlia nello svezzamento mi ha detto che per i bambini la dieta vegetariana è molto più indicata che una dieta a base di carne e che anche un suo collega torinese è 30 anni che spinge le famiglie a svezzare i loro figli con la dieta veg, visti i benefici in termini di salute, ma contestualizzando si potrebbero definire attivisti pro vegetarismo e quindi non varrebbe il loro punto di vista....tralasciando il fatto che come ho già scritto non voglio far cambiare idea a nessuno

  12. si stevie solo la vitamina b12, e come ho scritto anche prima, l'uomo anatomicamente non sarebbe portato a mangiare carne, non tirate fuori la storia dei canini perchè con i nostri canini a malapena i pacchetti delle figurine ci apriamo figurarsi strappare carne cruda

    eccoti un bel link

    http://www.viveremeglio.org/0_tavola/09_carnivoro.htm

    per quanto riguarda le farneticazioni ti invito a leggere questo articolo http://espresso.repubblica.it/dettaglio/rivoluzione-vegetariana/1484627

    http://www.veg.ca/content/view/341/111/

    non l'ho detto io che passare ad una alimentazione vegetariana potrà ridurre la fame nel mondo e l'inquinamento ma bensì la FAO

    poi sono d'accordo con quelli che dicono che il cibo oltre che mal ripartito è pure sprecato ci mancherebbe

    ritengo doveroso dire che non voglio cambiare le vostre opinioni o il vostro stile di vita non mi permetterei mai, ma mi pare che intorno alla parola vegetariano ci siano molti stupidi luoghi comuni e che ci sia un'ignoranza spaventosa su ciò che si mangia e sui danni che possa creare all'uomo, vedesi carne e latte in primis, dettata dalla vita frenetica e dai tempi sempre più brevi delle pause pranzo

  13. ma il problema della fame nel mondo non è necessariamente questione di risorse... qui si coltivano cereali perchè si ha un guadagno dalla vendita delle mucche per il macello, se così non fosse bisognerebbe che le popolazioni più povere potessero pagare quei cereali allo stesso modo, che non è così scontato.

    Anche per l'inquinamento bisognerebbe vedere quale inquinamento, meno produzioni di gas a favorire l'effetto serra ma polveri sottili? insetticidi, diserbanti?

    Inoltre l'ass dietisti americani propone la dieta vegetariana, ma parla a un popolo di BurgerKing... la migliore rimane sempre la Mediterranea, se ben condotta.

    Per il resto io vedo inutile pensare troppo agli animali, quando abbiamo una società che non sempre paga cure mediche, che fa guerre dove muoiono migliaia di civili, che lascia un padre di famiglia a casa senza lavoro per generare maggiori profitti all'estero. Sarò insensibile ma mi sembra l'ultimo dei problemi...

    sai che una scrofa da macello vale pochissimo?se poi ha una mastite o un prolasso all'allevatore non conviene nemmeno spendere i soldi per la benzina per farla andare al macello ma la uccidono sul posto...

    ti pare che ci sia guadagno in questo?

    ti ripeto la produzione dei cereali viene impiegata quasi nella sua totalità per l'allevamento se tu pensi che c'è gente che muore di fame si potrebbe dire che le mucche dei ricchi mangiano il pane dei poveri...

    scusa non capisco cosa c'entri se i dietisti americani, e canadesi anche, parlano ad un popolo di obesi consumatori di burger king? allora il mio dottore per prescrivermi una cura deve essere vegetariano?mi pare un ragionamento senza senso...

    la dieta vegetariana è molto più salutare della dieta mediterranea proprio perchè non contiene proteine di origine animale che causano tutti i disturbi che ho elencato sopra...

    è inutile preoccuparsi per gli animali dici?tralascio il fatto della scarsa sensibilità e che tutto sia collegato, dal trattamento degli animali all'inquinamento atmosferico e delle falde, alla fame nel mondo....

    ti lascio un pensiero "la civiltà di un popolo si vede da come esso tratta i suoi animali"

    lo disse gandhi tanti anni fa, vedi che è tutto collegato?

  14. beh in parte hai ragione ma da molti anni l'associazione dietisti americani ha riconosciuto la dieta vegetariana e vegan molto bilanciata e salutare, la dieta vegan deficità di vitamina b12 e basta....le mucche sono vegetariane mentre l'uomo a differenza di ciò che si crede non è onnivoro bensì frugivoro,http://blog.libero.it/SSNV/4132100.html

    poi dei problemi economici di chi vive sull'uccisione degli animali mi importa poco ma stiamo divagando

    le zone da coltivare poi ci sarebbero eccome se leggi attentamente il mio primo link vedresti che sarebbe tutto più bilanciato di com'è adesso, senza l'allevamento intensivo, parlando ovviamente a supposizioni, ci sarebbe un calo del bestiame e sicuramente un aumento delle risorse alimentari, ma sono scenari ipotetici

    sicuramente la quasi totalità dei cereali non andrebbe più agli allevamenti ma alla popolazione e questo è un fatto

  15. penso si astenga perchè sul fatto che essere veg*ani significhi che si faccia una vita più sana, più equilibrata, più ecocompatibile e che prevenga veramente l'inquinamento ambientale sia tutto da verificare

    beh qui ti sbagli ci sono fior fior di ricerche che hanno dimostrato che i vegetariani vivono meglio e più a lungo dato che le probabilità di contrarre certi tipi di tumori, alzheimer, osteoporosi(per i vegan) e malattie cardicircolatorie si riducono drasticamente

    per la scelta ecocompatibile ti invito a leggere l'articolo al link

  16. ho visto questo bellissimo articolo e pensavo di condividerlo con tutti voi dato che siamo nella zona italia mac green

    un piccola considerazione prima dell'articolo

    essere vegan, o vegetariani, è una scelta intima e personale

    chi passa a questo stile di vita dovrebbe farlo perchè spinto da una motivazione precisa altrimenti si rischia di ricascare nelle "vecchie abitudini"

    si può diventare veg*ani per vari motivi

    l'amore per glia animali

    una scelta di vita molto più salutare ed equilibrata

    ed anche una scelta a chi non ha niente da mangiare e una forte scelta ambientalista, dato che l'allevamento industriale è il maggior produttore di inquinamento atmosferico

    ma adesso non mi dilungo oltre, spero che l'articolo vi ispiri

    fonte:http://www.veganitalia.com/modules/news/article.php?storyid=865

    articolo rimosso leggete l'articolo dal link originale

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo