Vai al contenuto





V1nC3

Membri
  • Numero contenuti

    1749
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    2

Tutti i contenuti di V1nC3

  1. Questi giorni fatte altre foto. Ancora le devo "guardare" su Lightroom... ma vabbè. Per ora ve ne propongo due. Papavero, ritratto Ritratto di Papavero by Vincenzo Garofalo, su Flickr E una, analoga ad una proposta precedente, ma con diversa inquadratura. Tramonto sul Laceno Tramonto sul Laceno by Vincenzo Garofalo, su Flickr Delle due, la seconda, indubbiamente, la preferisco.
  2. Così, giusto per sorprendere tutti!
  3. Welà , si torna a parlare di foto qua!
  4. Lights on Lake by Vincenzo Garofalo, su Flickr Prova con Samyang... 8 mm
  5. Buongiorno a tutti, Mentre il corredo fotografico che posseggo cresce, pian piano, iniziò ad avvertire la necessità di uno zaino per portare, con me, in giro, un po' dell'attrezzatura. Possedevo, tempo fa, uno zaino con Day-Pack (vano superiore dedicato al trasporto di altro, diverso, generalmente, dal materiale fotografico), e devo dire che per le mie uscite questa tipologia sarebbe, ancora ora, decisamente preferibile. Era un Cullman 400. Siccome, però, da un po' non stavo pensando a zaini e simili per trasportare il mio materiale, a cui in due giorni si è aggiunta un bel po' di roba, mi trovo un attimo spiazzato. Cosa mi consigliate di cercare? Sono aperto a tutte le idee, non ho idee pre-costituite, ma solo una necessità da soddisfare. Le mie necessità : 1) Zaino capiente - per ora posseggo un corpo macchina, con due grandangoli (8 ed 11-16), uno zoom intermedio (17-50), due lenti vintage da ritratto - non le porterei sempre con me, ma almeno una delle due rischia, per ora, di essere la mia lente da Macro, quindi si, potrebbe accompagnarmi (50 e 135). In più una GoPro Hero. 2) Spazio per ottiche future - sono in programma, a breve, direi, gli arrivi di una lente Macro dedicata e ti un Tele, possibilmente e con qualche sacrificio un 70-200. 3) Day-Pack - sono solito fare escursioni in montagna, generalmente di una giornata, e necessito portare con me acqua, qualcosa da mangiare, una maglietta (almeno una), coltellino, cerotti, ammennicoli vari utili in caso di trekking. 4) Spazio per un cavalletto - indubbiamente lo zaino deve consentirmi di portare un cavalletto, non dico due perché sono inutili. 5) Accessori per fotografia - ovviamente devo portare varie SD, filtri, smartphone, cavi, telecomando per time-lapse, portafogli, batteria esterna di ricarica... E se ci andasse anche un iPad sarebbe il top, altrimenti una Moleskine con penna/matita.
  6. Si può entrare a far parte della famiglia? Cmq a parte gli scherzi, periodo di follia, per me! Finalmente completata la laurea magistrale (specialistica, ognuno ormai la chiama come vuole). E il sabato dopo, lo scorso, praticamente, mi sono pure diplomato ufficialmente Sommelier AIS... massimo punteggio della delegazione, e mi sento soddisfatto! Intanto ho comperato, per "premiarmi" due cose: 1) Tubi di prolunga M42 per usare lo Zenit 44-(1) Zebra nella fotografia Macro 2) La piastrina per ri-utilizzare un Mafrotto Kompact a cui, insieme a tutto il corredo che avevo prima, han rubato la sua rendendolo inutilizzabile. Spendendo, praticamente, meno di un quinto del prezzo per quella originale. E sono identiche! Ora, avendo ricevuto per Laurea e Sommelier, un Samyang 8mm e un Sigma 17-50 ad "arricchire" il mio corredo attuale, vorrei prendere un tele (mi manca seriamente un tele!) ed uno zaino per portare la reflex e le lenti - sto adoperando una vecchia borsa Hama ma è decisamente piccola per contenere tutto, ora. Consigli?
  7. Effetto ricordi: - Il primo abito serio, poiché non il primo in assoluto, comprato per la mia festa di 18 anni. Blu, con camicia bianca (rigorosamente bianca), e cravatta fondo blu e fantasia floreale delicata in bianco - si, esagerai! - con scarpe di pelle, nere. Che emozione. E da allora, per fortuna, mi entra ancora. Ed infatti, anche se - come Uto, so che ha i suoi anni, circa 12 ormai - è un po datato, non passa mai di moda. Un classico. Io, poi, dal classico abito, sono passato alla fissa per gli "spezzati". Non ci riesco proprio a non cercare sempre di fare uno spezzato: ultimo, infatti, pantalone blu, taglio sigaretta (ma leggermente più avvitato) e giacca fondo bianco e righino sottile e fitto azzurro. Abito per periodo estivo, sia inteso. Poi, ho preso la fissa del papillon, più che della cravatta. Mi piacciono ancora, queste ultime, ma il papillon ormai mi ha sedotto. Martedì, infatti, mi sono tenuto largo: Vestito in Principe di Galles (trama fitta assai) blu-nero, ma stavolta completo giacca-pantalone, francescane in pelle battuta, camicia azzurra molto molto tenue, e penso opterò per papillon bordeaux fantasia (fiori azzurri) con calzino bordeaux. Ancora in dubbio se bretella o cintura.
  8. Io anche sapevo "Francesine", ma in più negozi le hanno chiamate, correggendomi, all'inglese. Mah, io poi di moda ne capisco zero... Non la seguo, e faccio di testa mia da sempre. Sia per colori, che per stile. Si, vero, pelle martellata! Perdonatemi, ma ho scritto di "getto", venendo da una nottata enoica, particolare: un Verdicchio dei Castelli di Jesi Superiore - spettacolare -, un Rosso di Puglia (un blend di Merlot e Cabernet Sauvignon) - profumo ricco di amarena, lampone, prugna e in bocca un'esplosione di frutti rossi -, un Nebbiolo delle Langhe - raffinato e tannico -, e per finire la serata un Pedro Ximenez con 30anni di affinamento - fichi secchi, miele, leggero caramello e un finale di noce - con Parmigiano 70 mesi di stagionatura (col Nebbiolo), panini napoletani mignon, cornetto rustico con ricotta e uova, taralli al finocchietto e classici con pepe, un assaggio di torta rustica con erbe di campo, cioccolata fondente 100% (per il PX) e fave di Cacao (mi pare criollo). Praticamente ancora dopo 12 ore avevo le papille gustative infuse di Pedro Ximenez e credo ancora vino in circolo!
  9. Si, anche io preferisco la stringata stile inglese. La lavorazione da un tocco particolare, visivo, di movimento. Alla fine ne ho preso un paio, poi vi posto la foto, con la pelle nera leggermente battuta.
  10. E vabbè, oggi giornata no! Praticamente le Birkenstock della mia misura, su Amazzonia, non ci sono! Vado per negozi, e l'unico paio che mi piace... manca la misura! Domani altra giornata di "guerra" per lo shopping... quanto lo odio!
  11. No no, infatti le seconde sono solo a "titolo esempio" del modello, perché da iPad non riuscivo a trovarne di meglio. Non le prenderei mai di pelle semilucida, blu, quasi metallizzata. Nero Giardini aveva dei modelli interessanti, oggi mi sa scappo a vedere. Camper, ad Avellino, non so se ne trovo, qua ormai roba da uomo è diventata un miraggio. Peggio ancora marche non del tutto commerciali. Le prime, infatti, non sono eleganti... ma sicuramente saranno super comode. Io ormai ho sviluppato una dipendenza emozionale da Birkenstock, praticamente ne ho modelli estivi, invernali e pure le pantofole in casa sono Birki's... Mai avuto piedi più felici!
  12. Martedì si discute la tesi magistrale. Vestito ok, ma scarpe mancanti. Ovviamente mi servono nere... Ma sono un po' indeciso. Generalmente sotto il vestito porto le stringate, possibilmente in camoscio. Visto che devo però comprarne di nuove... Mi é venuto in mente di comprare, contro ogni logica altrui, delle Birkemstock stringate. Sono tanto fuori di zucca? Oppure dovrei andare sul "classico"? Immagine puramente d'esempio...
  13. In attesa della discussione della tesi, dell'esito dell'esame per Sommelier e di un paio di colloqui, per stemperare un po' lo stress che mi sta assalendo, oltre alla palestra, mi sono dato agli acquisti! Tubi di prolunga M42 per Macrofotografia (economici e utili al 135 mm dei bei '70) e piastra del cavalletto vecchio, un Manfrotto Kompact, gentilmente rimasto in mia compagnia perché probabilmente non gradito ai ladri che mi alleggerirono della reflex e del corredo lenti. Mi dispiace troppo tenerlo lì a prendere polvere, ma la piastra originale costa più del cavalletto stesso e solo ora ne ho trovata una online a 5€, dopotutto ora sarebbe un secondo cavalletto.
  14. 1) Compri un Mac, che tu conosca o meno iOS cosa importa? 2) I Mac usano OSX 3) Puoi importare tutto, basta portarti le cartelle sul Mac 4) Azioni ed altro sono identici su Mac e Pc. Comunque ti vedo confuso sul Mac, sicuro che ti serva un Mac e di saper come cambieranno le cose?
  15. Bellissimo, ma periodo complicato per mille impegni. Era ed é una cosa che vorrei fare anche io, ma non c'é facilmente compagnia per avventure così. Per ora mi accontento di organizzare, se riesco a convincere la mia ragazza, un viaggio nel Bordeaux, dove ovviamente fa un bel trekking enologico/culinario. Comunque sarebbe bello tenere aperti topic su viaggi e luoghi da vedere e scoprire.
  16. Quanto ardore! Tanta passione per un solo tipo di HD! E io, invece solo due di quelli, poi ho ceduto a Samsung e a Seagate.. Ma Toshina per ora é il top!
  17. Concordo, irrita il contorno bianco col display spento nero, come una pozza li nel mezzo del candido!Peró, quando cambierò il mio iPhone 5, mi sa passeró al lato oscuro del color oro/champagne... Più lo vedo e più mi piace! É l'essenza dell'eleganza! Se avesse la forma del 5/5s, ma da 6 pollici, sarebbe il telefono dei miei sogni! Praticamente un Mate 8 con iOS, sogni irrealizzabili!
  18. Eccolo qui, arrivato ieri. Ma più che acquisto, è un regalo che mi ha fatto mio padre. Peccato che è da 16Gb, e in colore argento. Io ormai sono stato sedotto dal color oro-champagne e avrei preferito il 64Gb.
  19. Ho riperso, dopo tanto tempo di pausa, a veder Spartacus. Devo dir che la prima stagione merita, a conferma dei miei ricordi, tanto apprezzamento. La seconda, invece, è più eccessiva, e ce ne vuole, della prima. Troppo fantasiosa e non ha nesso logico, nel concreto, con la prima, se non per fare da collante con la terza. Attore, nella terza, cambiato - il primo è morto, purtroppo - e si perde molto sia in trama che recitazione. Tra poco inizio la quarta stagione, ma mi aspetto davvero poco di interessante e sorprendente. Ingannare il tempo in attesa delle nuove stagioni di Vikings e Penny Dreadful logora!
  20. No, alla fine abbiamo risolto con il supporto Apple. Non sapevano neppure loro quale problema ci fosse, alla fine mi hanno detto di comprarle le applicazioni, e che non isultava poi, comunque, alcun accredito! Infatti, acquistando, non mi preleva soldi dalla carta!
  21. Provo a inizializzare iPad di nuovo, intanto ho scritto al supporto Apple, ma sembrano essere seriamente abbastanza rinco. Non hanno capito, presumo, dalle domande che mi hanno posto, che il mio è un iPad Air 2, come gli ho più volte indicato, continuando a leggere, da parte loro iPad 2, e il fatto che, come pare dicano, che iOS 8, non prevedeva su tutti i modelli il download gratuito. Misteri. Intanto provo. Provato a re-inizializzare iPad, tentato, come già avevo fatto, configurando il dispositivo come nuovo, ma continua a chiedermi di pagare le app che dovrebbero essere gratuite!
  22. Buongiorno, Ho da ieri, praticamente, un bel iPad Air 2, nuovo! Appena acceso, avviato, tutto bene, tranne per il fatto che, su App Store, mi chiede il pagamento di iWork, GarageBand e iMovie, che dovrebbero essere gratuiti! Ho tentato uscendo dall'account, rientrando. Poi uscendo, riavviando e rientrando. Nulla. Soluzioni valide? O mi conviene contattare il supporto Apple (ci ho provato, ma come si fa?)
  23. Visto Joy. Non è il caso di parlarne, mette un senso di insofferenza addosso durante la visione... che pochi altri film sono capaci di donare.
  24. Non è male l'idea e l'azione della ragazza: Corpo macchina e 18-140 (ora ho scoperto dell'esistenza di questa lente! Pensavo ci fosse solo il 18-135) è una sorta di soluzione © proposta da Bacchi. E' probabilmente la cosa più sensata: partire con una lente, con discreta lunghezza, per capire cosa serve poi. Va da se dire che è un bene, almeno ora, questa scelta. Alla tua domanda, risposta: Le SD hanno differenti velocità , si. Ci sono diverse "classi" di riferimento, dalla 1 alla 10, e ognuna d'esse, in modo incrementale ha una maggiore velocità di scrittura e lettura. Le classi più infime sono decisamente da scartare, anche qualora si operi solo con la fotografia. E' vero che la D3300 non ha una raffica particolarmente elevata, ma una classe 10, in teoria, sarebbe la soluzione ottimale. La classe 10 offre un vantaggio, sostanzialmente, evidente nel produrre video: riesce a mantenere il buffer e si arriva a poter registrare interamente i 15 min. prima del blocco automatico (si, la reflex ogni 15 minuti interrompe automaticamente la registrazione dei video). Di modelli ce ne sono diversi, tra marche e sigle. Bene o male van tutti bene, se non vi sono particolari esigenze. Io personalmente, sulla mia, monto in via principale una Trascend SDXC da 64 Gb, Classe 10 (90MB/s) 600x e per riempirla mi ci vuole un casino di foto, ma la adopero spesso perché mi piace fare video. Ora sta intorno ai 35€. Ad accompagnarla ho, sempre, una Samsung SDHC da 32 Gb, Classe 10, anch'essa molto molto capiente per le fotografie. Per i video è buona, ma non paragonabile alla precedente perché, sovente, satura il buffer prima dei 15 minuti. Costa circa 30€. A fare da accessorio finale sono altre SD più scarse, da 8/4/2 Gb che adopero per lo più quando, o per l'eccessivo gelo, caldo, umidità ecc. temo la perdita dei file e, allora, per le foto preferisco piccole memorie, che qualora dovessero rompersi, non mi fan perdere l'intero blocco di scatti.
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo