Vai al contenuto





danielepalmas88

Membri
  • Numero contenuti

    255
  • Iscritto

  • Ultima visita

Apple Life

  • Altri Prodotti Apple posseduti
    15" MBP Early 2011 2.2 GHz Hi-Res Antiglare 16GB Ram Double SSD 256GB+128GB

Info principali

  • Sesso
    Non specificato

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Salve a tutti, da alcune settimane ho un problema ricorrente sul mio mac che fa sì che di tanto in tanto si auto impostino delle app errate per aprire di default certi tipi di files. Ad esempio scarico un'immagine png e quando faccio doppio click per aprirla, anziché usare Anteprima, me la apre con OpenOffice. Così la reimposto: premo il tasto destro del mouse, vado sulla voce apri con, scelgo Anteprima e barro la casellina "usa sempre questa app di default per questo tipo di files". Problema risolto, ma solo per poche ore. Il giorno dopo stessa cosa, scarico un'altra immagine, e quando la apro faccio doppio click, e stavolta me la apre invece con Photoshop... E' un qualcosa di abbastanza fastidioso e non ho idea di come potrei risolvere. Inizialmente ho pensato fosse un bug del sistema operativo, ma pochi giorni fa' ho aggiornato OSX passando a Mojave, e debbo dire che purtroppo il problema persiste. Qualche idea su come potrei risolvere?
  2. Salve a tutti, vorrei sapere se avete familiarità con questo suono, e dunque se sapete da cosa dovrebbe dipendere. Come premessa posso dire che ultimamente il mio MBP in firma si scaldava quasi sempre per un nulla, in particolare nella zona di alluminio sopra il tasto Esc. Lo stato della batteria è su "da sostituire presto", quindi non pare particolarmente deteriorata, visto che oltre a durare ancora tanto, per bollarla come degenerata dovrei attendere le successive fasi "da sostituire subito" e/o "danneggiata". La sua autonomia è buona insomma, almeno per quanto mi riguarda. Fatto sta che mentre navigavo su Firefox e il computer continuava come al solito a scaldare senza apparente motivo (anche monitorando le attività, non c'era nulla di ché), il laptop ha cominciato a fare un suono di errore che si ripeteva ad intermittenza, fino a riavviare il mac. Ma ad ogni riavvio rimane schermo nero e il solito suono che immagino sia tipico di problema hardware (così ad intuito, ma è la prima volta che lo sento). Ripete in sequenza 3 volte sto suono di errore, bip bip bip, poi ogni paio di secondi si ripete bip bip bip, e così via all'infinito finché non spengo forzatamente. Pensate possa essere la batteria o altro?
  3. Salve ragazzi, scusate la domanda un po' stupida, e forse pure un tantino OT, ma non trovo altre sezioni che più le si addicano. Ho cercato sul web le misure di iPad Pro 12.9 e MacBook Pro 13, ma mentre il primo viene specificato in millimetri, per qualche oscura ragione il secondo viene descritto sempre in pollici. Quindi non sono riuscito a farmi un'idea. Considerato che la grandezza dello schermo è intesa come diagonale, non è detto che i due prodotti abbiano esattamente la stessa forma. C'è quindi il rischio che ad esempio MBP sia più largo ma meno profondo, o viceversa. E dunque, visto che sto per acquistare per il mio iPad Pro 12.9 una custodia protettiva molto costosa, ma designata per MacBook Pro 13, vorrei chiedere conferma se ci calzerebbe a pennello perfettamente... Grazie.
  4. iMac mid 2011, disco meccanico molto lento da 5200rpm. Avrei potuto mettere ssd al posto del lettore dvd, oppure sotto la motherboard mediante cavo apposito, oppure al posto dell'hdd di default da 3.5" (con annesso problema ventole di raffreddamento) Ho ignorato queste 3 possibilità, ed optato per una 4^ opzione, quella esterna. Ho acquistato un dispositivo "thunderbolt 2 male to esata female". Uso dunque come disco di avvio un ssd da 2.5" nudo, collegato direttamente al suddetto dispositivo mediante cavo "sata 22 pin to esata", dotato peraltro di ingresso usb in funzione alimentazione. Ora arriviamo alla domanda: premesso che NON ho problemi di dover proteggere l'ssd nudo da urti o quant'altro, gli allungherei la vita se gli procurassi una box enclosure in alluminio che lo aiuti a dissipare il calore? Considerando che le enclosure con uscita esata sono molto rare e quindi abbastanza costose (non meno di 40€ di solito), vorrei sapere solo se ne varrebbe la pena, o se invece paradossalmente - per quanto fragile - l'ssd spoglio dissipa meglio il calore stando senza rivestimento.
  5. A casa mia ho un Mac Mini con SSD suo. In generale lavoro soprattutto con il laptop in firma, che ha SSD suo. A casa dei miei genitori ho una partizione dell'iMac. A casa di amici, ho bisogno di portare il mio laptop (ma potrei usufruire dei loro computer Mac. Vista la noia di dover spesso aggiornare i progressi fatti col laptop copiando nuovi files e o installazioni anche su Mac Mini e nella mia partizione di iMac, ho pensato ad una soluzione esterna portatile e non troppo ingombrante, che mi permetta di portare, di fatto, "il mio computer" dovunque. Così mi è venuta l'idea di un case esterno con uscita thunderbolt 2.0, dove infilarci un SSD. Considerando che il mio laptop ha un SSD collegato su connettore "vecchio e lento" Sata II, utilizzare questa soluzione esterna su Thunderbolt non potrebbe addirittura fornirmi un lieve miglioramento? Pensavo a qualcosa del genere: https://www.eprice.it/hard-disk-thunderbolt-TRANSCEND/d-5765364 ...o ancora meglio, i "Lacie Rugged", molto ben protetti e pratici con la gomma arancione. EDIT: Leggendo questo topic, e considerando che la maggior parte dei Mac con i quali avrei a che fare sono del 2011, con connettori interni Sata II, mi sembra di capire che la mia sia una buona idea, e nel caso del portatile in firma, ci guadagnerei pure in velocità: https://www.gearslutz.com/board/music-computers/951355-external-ssd-thunderbolt-drive-vs-internal-ssd-drive.html EDIT 2: Questo è il miglior prodotto sul mercato, con Thunderbolt 2. Ma è introvabile:
  6. Mi capita spesso di dover lavorare con il mio Mac "fuori sede". A volte a casa dei miei genitor. Altre da amici. Per evitare di dovermi portare sempre dietro il laptop, e pure di dover sincronizzare i miei computer, sto pensando ad una soluzione alternativa... Procurare un case Thunderbolt 2.0, dentro il quale metterci un buon SSD sata III (ad esempio un Samsung serie Evo 850) con dentro una clonazione del disco di avvio del mio portatile. E sto pensando di far diventare questo dispositivo esterno come principale. Vorrei dunque sapere se usare un disco esterno come disco di avvio, collegato tramite porta Thunderbolt 2.0 (dovunque mi serve lavorare, sia da amici che dai genitori, ho sempre a disposizione dei Mac con uscita Thunderbolt), se le prestazioni - data l'elevata velocità della porta TB - sarebbero esattamente le stesse di un normal SSD interno collegato tramite cavo sata...
  7. Smontando completamente l'iMac 2011 da 27" è possibile trovare un connettore per hdd o ssd da 2.5" inutilizzato, ed aggiungerci appunto un po' di storage. Per arrivare a ciò occorre però fare un lavoro di smontaggio assurdo (per i miei gusti), e temo di scordare di rimettere correttamente tutte le viti e le componenti, o di danneggiarlo. Smontando invece lievemente il mac, si ha facile accesso all'hdd principale. Esso è però da 3.5". Questo significa che se lo rimpiazzassi con uno da 2.5", oltre a necessitare di una placchetta apposita che mi permetta di fissarlo, avrei pure bisogno di installare macs fun control, per evitare che le ventole di raffreddamento impazziscano. Ma in questo modo le disattiverei completamente, e se si dovesse surriscaldare eccessivamente l'hdd/ssd da 2.5" sostitutivo, rischierei di vedermelo bruciato, in quanto le ventole non lo raffredderebbero mai, immagino. (Supposizione errata?) Ho pensato dunque ad una soluzione: un adattatore da 3.5" che funge da vero e proprio hdd da 3.5" appunto, dentro il quale infilare l'hdd da 2.5". Eccolo: https://www.amazon.it/StarTech-25SAT35HDD-esterno-adattatore-alluminio/dp/B00H91BXJU/ref=sr_1_10?ie=UTF8&qid=1498663504&sr=8-10&keywords=startech+3.5 A differenza della placchetta menzionata poco sopra, questo adattatore permetterebbe alle ventole di attivarsi correttamente non appena dovessero riscontrare troppo calore da parte dell'hdd, o sbaglio? Non son però così sicuro se sia realmente una buona soluzione, in quanto tutto ciò presuppone che l'hdd da 2.5" riscaldi in primis se stesso, per poi trasmettere calore anche all'adattatore che lo riveste, e soltanto quest'ultimo darebbe l'input alle ventole di attivarsi. Poi a dire il vero non son neppure sicuro se un ssd abbia realmente bisogno di ventole che lo raffreddino all'occorrenza. Sono un po' ignorante in materia, insomma. Che cosa mi suggerite?
  8. Fatto, ma è venuto un lavoro pessimo. Ogni app va reinstallata da zero a quanto vedo. A me serve anche conservare i progressi e le impostazioni delle app esattamente così come sono nel mio mac attuale. Siccome clonare l'hdd con software appositi può dare qualche rallentamento per via di piccole impostazioni dell'os che sono customizzate di default in base al device in uso (ed io voglio trasferire le app così come sono da MacBook Pro a MacMini, ma senza che il sistema mi rilevi quest'ultimo come MacBook Pro, con annessi alert di roba doppia e via dicendo), per questo motivo chiedevo una via migliore di clonare solamente le app. Time machine lo permette?
  9. Salve a tutti, vorrei sapere quale metodo mi consigliate come più rapido per copiare tutte le app del mio mac su un altro mac. Se ad esempio copiassi l'intera cartella applicazioni e ce la infilassi nell'altro mac che ha stesso os ma è vergine, funzionerebbero? O forse ci sarebbero altri files tipo in library ecc che andrebbero ugualmente copiati prima di poter funzionare? Non ho mai usato time machine. Ha per caso una funzione che si limiti al backup di un solo ramo? (es. solo le app, come serve a me) Grazie in anticipo.
  10. Capisco. Essendo un prodotto del 2011 è ovviamente decaduta la garanzia. Potrei portarlo anche in un centro Apple o solamente in quelli con la dicitura Genious? Se il danno diagnosticato fosse troppo costoso per poter decidere di ripararlo, sarei comunque tenuto a pagarli per avermelo "controllato", o come funziona? Grazie per le info.
  11. Okay, ma prima di portarlo in assistenza vorrei provare almeno a capire che problema abbia. Dai sintomi descritti, non vi viene in mente nulla? E soprattutto, tramite il terminale che compare avviandolo tenendo premuti cmd+v non si riesce a diagnosticare l'eventuale salute dei componenti interni?
  12. Salve a tutti, possiedo il MacBook Pro in firma. Facendo premessa che ho effettuato ogni genere di test con tre diversi hard disks e diversi OS, compresa un'installazione nuova di zecca, ad oggi mi è tuttora impossibile avviare il MacBook Pro, in quanto si blocca al caricamento del sistema operativo. Questo accade a seguito di uno spegnimento improvviso dovuto (mia supposizione) ad un sovraccarico della GPU mentre utilizzavo Parallels con Windows8 e facevo girare in virtuale (sfruttando tutti i 4 core e la ram) un giochino su emulatore Android BlueStacks, con tanto di acceleratore, e contemporaneamente lavoravo su altre app nel Mac. Detto così sembra chissà ché, ma tra SSD con trim enabled, 16GB di ram e via dicendo, il tutto ha sempre funzionato senza problemi per mesi, senza neppure provocare rallentamenti. Fatto sta che a seguito di tale spegnimento improvviso, in primis mi si è bruciato l'SSD. In secundis, non riesco in alcun modo ad avviare il Mac con nessun altro disco. Ciò che temo è che mi si sia danneggiato un qualche hardware interno. I SINTOMI: - Avvio il mac normalmente, mi mostra la mela e la barra di caricamento, ma dopo che supera la metà, lo schermo diventa nero, e si ferma perennemente. altre volte... - Avvio il mac normalmente, mi mostra la mela e la barra di caricamento, ma dopo che supera la metà, lo schermo diventa completamente di un grigio chiarissimo super luminoso tendente quasi al celeste, e si ferma perennemente. Qualche volta, poco prima di bloccarsi su una schermata fissa, compare nella parte medio alta dello schermo una sottile striscia orizzontale di colori misti e distorti. Stesso risultato anche resettando la pram. Stesso risultato anche avviando in modalità utente singolo. Stesso risultato anche avviando in modalità sicura. Stesso risultato anche avviandolo con cmd+alt+shift+power Se avvio in modalità repair mi fa attendere 2 ore per download vari da internet, poi quando termina appare la solita schermata luminosissima tra il grigio chiaro e il celeste, e rimane bloccato su di essa. L'unico modo per tenerlo acceso senza che si impantanasse su schermate fisse, è stato avviandolo tenendo premuti cmd + v + qualcos'altro, che ha fatto avviare il mac su schermo nero, mostrando mediante scritte bianche tutti i vari passaggi di avvio, fornendomi poi una sorta di schermata terminale. Credo che da quest'ultima schermata si potrebbe interrogare il computer per chiedergli se qualche componente interno sia danneggiato. Ma non so davvero come muovermi, non conosco i comandi (a parte scrivere reboot e premere invio, che è stato un altro ennesimo tentativo vano di farlo partire). Mi dareste qualche suggerimento? Grazie in anticipo.
  13. Capito, grazie mille per tutte le info, gentilissimo. Buon fine settimana!
  14. Eh la parte difficile era ricordarsi la posizione di tutte quelle viti, sopratutto per arrivare allo slot per hard disk nascosto sotto la motherboard Eheh addirittura? Ho smontato pure un Mac Mini del 2014 per cambiare HDD...e praticamente per poter arrivare là sotto l'ho dovuto riassemblare da zero. Però a quanto mi pare di capire, nei nuovi iMac hanno complicato ulteriormente le cose :"D Ultima domanda, posso cambiare la ram, o anch'essa sono costretto a strapagarla al momento d'acquisto?
  15. Capisco, vi ringrazio per i consigli. Io attualmente possiedo il MacBook Pro in firma, che ho potenziato inserendo 16GB di Ram, un SSD discreto Sata III da 512GB supportato dall'app trim enabler, ed inoltre ho sostituito l'hard drive con un HDD che uso come storage, Samsung da 2TB. Il problema è che mi sta per abbandonare da un momento all'altro. Tali MBP del 2011 sono difettosi di GPU che si de-salda col tempo. Due anni fa' avevo risolto con alcuni reflow nel giro di qualche mese, per poi beccarmi la sostituzione gratuita da parte di apple, che in seguito alla class action, concedette intervento gratuito a tutti i laptop sofferenti di tale problema, con annesso un ulteriore anno di garanzia. Scaduta tale garanzia, ecco che ora si ripresenta puntualmente il problema nelle sue prime fasi... Già ora una o due volte al mese mi si spegne il device quando distrattamente uso troppe applicazioni simultaneamente che scaldano la GPU. Pian piano questo problema si ri-accentuerà e basterà sempre meno per farlo spegnere, fino a quando servirà nuovamente un re-flow... Considerando che l'intervento definitivo ufficiale Apple costa sui 600€ e che la GPU mi dura al massimo 2 anni, sto pensando dunque di cambiare direttamente computer. Ed ecco appunto che sto valutando l'idea di buttarmi su iMac Retina 21". I prezzi faraonici degli upgrade mi fanno però storcere un po' il naso, visto che più ram e più storage mediante SSD incrementa i costi di parecchie centinaia di euro. Per questo pensavo di risparmiare qualcosina acquistando il fusion drive più economico, per poi smontarlo ed infilarci i due HDD che già possiedo sul mio attuale MBP. Però a quanto mi pare di capire dalle vostre risposte, sono costretto a mettere mano sul portafogli ed accettare i loro rincari. Le unità flash montate da Apple che voi definite particolarmente veloci hanno qualche novità particolare? Ad esempio Sata IV...? Eventualmente essendo così difficile da smontare e perdendo di fatto la garanzia, non mi converrebbe aprirlo nemmeno per infilarci l'hdd da 2TB, dico bene? Avevo smontato un iMac 27" del 2011 per cambiar HDD, e già quello era stato parecchio faticoso... Poi se questo è ancora più delicato, probabilmente è meglio lasciar perdere
×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo