Vai al contenuto





-YoShi-

Che libro state leggendo?

Recommended Posts

womenomics!


Ho fatto ottimi affari con: vince papale, latrino, steindy, evileyes, officium, yota 79, luka04, icy, oby, Gualo, Maxluna1971, Switcher, SenbeiSan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Una settimana fa mi è stato regalato dal chitarrista del mio gruppo il libro "The Beach Boys - Pet Sounds", scritto dal giornalista musicale Kingsley Abbott, in pratica ha come oggetto questo album del gruppo californiano (a detta di molti critici, uno dei più begli album mai realizzati, e devo dire che non hanno tutti i torti), le sessioni di registrazione, la storia dietro l'ideazione del disco, il tracollo mentale del genio Brian Wilson, etc. Consigliato al 200% a tutti gli appassionati di musica! :ghghgh:

Da qualche giorno sto leggendo nei ritagli di tempo "La ragazza che giocava con il fuoco" di Stieg Larsson; per ora il ritmo è molto lento, ma voglio vedere dove andrà a parare :ghghgh:


«Beelzebub has a devil put aside for me»
iPad 3 16Gb Wi-Fi / MacBook CoreDuo 2GHz , 2Gb RAM / iPod Nano 3g 4Gb / iPod Shuffle 1g 512Mb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il palazzo di mezzanotte - Carlos Luis Zafon

Com'è il palazzo di mezzanotte?

Io ho letto settimane fa di Zafon, "marina" e "l'ombra del vento" che mi hanno fatto capire come l'autore abbia stile e personalità da vendere.


iMac 20''(2007) Mac Book Pro 15''(2007) iPhone 3G(2008) iPhone 3Gs(2009) iPhone 4(2010)

iPad 64GB Wifi 3G(2010) iPhone 4S Bianco(2011)

iPod Video 80Gb(2005) iPod Nano 4G(2004)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi/e... proposta:

Che ne dite di aggiungere dopo il titolo che suggerite una breve impressione o stato d'animo suscitato dal libro?

Non parlo di riassunto...per carità! Bastano a volte davvero 2 parole per capire meglio di cosa si tratta e a far capire se rientra nelle aspettative che, magari, uno si era fatto.

Ovvio che i pareri sono sempre personali, ma quantomeno danno un'idea.

Esempio:

Sto leggendo "Il Nucleare non è la risposta" di Helen Caldicot.

Fa capire quanto siano inutili,costose e dannose le centrali nucleare.

Non ne ha mica messe giù tante di parole...no? Però un'idea leggerissima la da'.

Scrivere solo il titolo direi che decisamente inutile (a parte il guadagnar meline)!

Vorrei sapere cosa cale alla comunità che Pippo sta' leggendo "Il nome della Rosa" !!!

Meno di nulla!

Se invece ci aggiunge che, secondo lui, non si può morire senza averlo letto, magari qualche incoraggiamento lo invia. Vero che è personale! Ma di sicuro meglio che non il titolo nudo e crudo!

Comunque questa è solo una proposta, peraltro magari già fatta, e come tale prendetela come cosa da valutare.

Miao :colazione:


al mio segnale SCATENATE L'INFERNO!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ragazzi/e... proposta:

Che ne dite di aggiungere dopo il titolo che suggerite una breve impressione o stato d'animo suscitato dal libro?

Non parlo di riassunto...per carità! Bastano a volte davvero 2 parole per capire meglio di cosa si tratta e a far capire se rientra nelle aspettative che, magari, uno si era fatto.

Ovvio che i pareri sono sempre personali, ma quantomeno danno un'idea.

Esempio:

Sto leggendo "Il Nucleare non è la risposta" di Helen Caldicot.

Fa capire quanto siano inutili,costose e dannose le centrali nucleare.

Non ne ha mica messe giù tante di parole...no? Però un'idea leggerissima la da'.

Scrivere solo il titolo direi che decisamente inutile (a parte il guadagnar meline)!

Vorrei sapere cosa cale alla comunità che Pippo sta' leggendo "Il nome della Rosa" !!!

Meno di nulla!

Se invece ci aggiunge che, secondo lui, non si può morire senza averlo letto, magari qualche incoraggiamento lo invia. Vero che è personale! Ma di sicuro meglio che non il titolo nudo e crudo!

Comunque questa è solo una proposta, peraltro magari già fatta, e come tale prendetela come cosa da valutare.

Miao :ciao:

:ghghgh:

Infatti l'ho detto due o tre volte in passato, ma ogni tanto è bene rinfrescare il concetto che è sacrosanto. E' del tutto inutile scrivere un titolo e amen.

Insomma, hai fatto benissimo a dirlo.


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da qualche giorno sto leggendo nei ritagli di tempo "La ragazza che giocava con il fuoco" di Stieg Larsson; per ora il ritmo è molto lento, ma voglio vedere dove andrà a parare :ciao:

ho avuto l'anno scorso la sfortuna di imbattermi in "Uomini che odiano le donne" di Larsson. esperienza terribile, peggio di Dan Brown. L'ho portato a termine giusto perchè non mi piace lasciare le cose a metà, ma ero seriamente tentata di scagliarlo nel caminetto che ho di fronte al divano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ken Follet "La caduta dei giganti".

Parla della prima guerra mondiale dal punto di vista di una decina di personaggi, molto diversi tra loro per ceto e provenienza (russi,tedeschi,inglesi..). E' chiaramente un romanzo, ma la parte storica è fedele. Fa parte di una trilogia (The Century Trilogy) che come suggerisce il nome occuperà l'intero XX secolo (o almeno penso..).

PS: come notate appoggio l'idea di non scrivere solo il nome del libro ma anche un sunto e qualche impressione personale..


Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ho avuto l'anno scorso la sfortuna di imbattermi in "Uomini che odiano le donne" di Larsson. esperienza terribile, peggio di Dan Brown. L'ho portato a termine giusto perchè non mi piace lasciare le cose a metà, ma ero seriamente tentata di scagliarlo nel caminetto che ho di fronte al divano.

La penso in maniera diametralmente opposta a te, mi spiace, non paragoniamo Larsson a Brown, quello sì che è veramente indecente... (mia madre è una lettrice accanita, raramente regala un libro che compra... beh "Il codice Da Vinci" è un componente di questo "club esclusivo" :ghghgh: )

Di sicuro il primo episodio della trilogia Millennium non è quel capolavoro che è stato sbandierato da molti "critici", ma secondo me è un lavoro dignitoso, scritto bene, l'unica cosa che non mi ha convinto è la storia, non particolarmente originale. Per riassumere, ho letto di molto meglio, ma ho letto di molto peggio :ciao:


«Beelzebub has a devil put aside for me»
iPad 3 16Gb Wi-Fi / MacBook CoreDuo 2GHz , 2Gb RAM / iPod Nano 3g 4Gb / iPod Shuffle 1g 512Mb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"DUNE" di Frank Herbert

(tutti e 6 i volumi... non assieme ovviamente,:ghghgh: ma uno dopo l'altro :ciao:)

Su suggerimento di "imtommy":

Vale la pena di leggerlo, perché considerata da molti la saga di Fantascienza migliore di tutti i tempi; "senza Dune non avremmo mai avuto Guerre Stellari" (lo ha detto lo stesso Lucas)...

Ad alcuni potrà non piacere perché il libro è pervaso da una certa "predestinazione" (creata però dagli stessi uomini per i loro scopi)...

Fa riflettere come in alcuni casi, la superstizione, o le leggende insinuatesi per millenni nella vita degli uomini, con le giuste leve possa divenire se non una religione, almeno un credo condiviso da miliardi di individui...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sto rileggendo 1984 di Orwell...

Per chi non lo sapesse, è un romanzo distopico.


"...and please remember people, that no matter who you are, and what you do to live, thrive and survive, there are still some things that make us all the same. You, me them, everybody, everybody!!!..."

Membro Onorario del Turbo Club

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ho avuto l'anno scorso la sfortuna di imbattermi in "Uomini che odiano le donne" di Larsson. esperienza terribile, peggio di Dan Brown. L'ho portato a termine giusto perchè non mi piace lasciare le cose a metà, ma ero seriamente tentata di scagliarlo nel caminetto che ho di fronte al divano.

No, peggio di Dan Brown no, dài! :ciao:


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
"DUNE" di Frank Herbert

(tutti e 6 i volumi... non assieme ovviamente,:mad: ma uno dopo l'altro :ciao:)

Su suggerimento di "imtommy":

Vale la pena di leggerlo, perché considerata da molti la saga di Fantascienza migliore di tutti i tempi; "senza Dune non avremmo mai avuto Guerre Stellari" (lo ha detto lo stesso Lucas)...

Ad alcuni potrà non piacere perché il libro è pervaso da una certa "predestinazione" (creata però dagli stessi uomini per i loro scopi)...

Fa riflettere come in alcuni casi, la superstizione, o le leggende insinuatesi per millenni nella vita degli uomini, con le giuste leve possa divenire se non una religione, almeno un credo condiviso da miliardi di individui...

Il primo volume è un autentico capolavoro. Il secondo è leggibile. Ma poi non è che la saga resti sempre all'altezza, anzi...


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ho avuto l'anno scorso la sfortuna di imbattermi in "Uomini che odiano le donne" di Larsson. esperienza terribile, peggio di Dan Brown. L'ho portato a termine giusto perchè non mi piace lasciare le cose a metà, ma ero seriamente tentata di scagliarlo nel caminetto che ho di fronte al divano.

la saga di millenium è una delle mie preferite :ciao:


Se una funzione riceve come argomento un puntatore di puntatore di puntatore quando la invochi ricordati che può ricevere o un puntatore di puntatore di puntatore o l'indirizzo di un puntatore di puntatore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La penso in maniera diametralmente opposta a te, mi spiace, non paragoniamo Larsson a Brown, quello sì che è veramente indecente... (mia madre è una lettrice accanita, raramente regala un libro che compra... beh "Il codice Da Vinci" è un componente di questo "club esclusivo" )

Di sicuro il primo episodio della trilogia Millennium non è quel capolavoro che è stato sbandierato da molti "critici", ma secondo me è un lavoro dignitoso, scritto bene, l'unica cosa che non mi ha convinto è la storia, non particolarmente originale. Per riassumere, ho letto di molto meglio, ma ho letto di molto peggio

Il primo volume è un autentico capolavoro. Il secondo è leggibile. Ma poi non è che la saga resti sempre all'altezza, anzi...

mi trovate in disaccordo. trama poco originale, ritmo lento e non coinvolgente, personaggi male definiti (tranne la ragazza che aiuta il protagonista, perchè è strana di suo). nel complesso lettura noiosa. non che il Codice Da Vinci sia un gran capolavoro letterario,intendiamoci, ma perlomeno è più scorrevole.

questa la mia modesta opinione :popcorn:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mi trovate in disaccordo. trama poco originale, ritmo lento e non coinvolgente, personaggi male definiti (tranne la ragazza che aiuta il protagonista, perchè è strana di suo). nel complesso lettura noiosa. non che il Codice Da Vinci sia un gran capolavoro letterario,intendiamoci, ma perlomeno è più scorrevole.

questa la mia modesta opinione :devil:

Io veramente mi riferivo alla saga di Dune... :)


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi sto rileggendo "Insomnia" di S.King


Come la maggior parte delle altre cose intorno a cui gli uomini si eccitano, quali la salute e la malattia, la vecchiaia e la giovinezza, oppure la guerra e la pace, dal punto di vista della vita spirituale e' soltanto materia prima. (Berlicche)

"Le parole condizionano la lettura dei fatti" (R.Saviano)

Vieni a trovarci nella "PICCOLA ACCADEMIA DI ITALIAMAC! --> LINK

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma dunque vale la pena? Di questo romanzo ho sempre sentito parlare maluccio, in confronto ad altra produzione kinghiana.

nella produzione "kinghiana" ci sono alti e bassi

considero bassi in assoluto "la bambina che amava Tom gordon" e "the cell"

apice assoluto "l'ombra dello scorpione", "cuori in atlantide", alcuni racconti brevi ("tutto e' fatidico" e' un capolavoro)...

Insomnia si assesta vicino alla vetta. Un po' stiracchiato (credo per esigenza di contratto) ma decisamente bello da leggere.


Come la maggior parte delle altre cose intorno a cui gli uomini si eccitano, quali la salute e la malattia, la vecchiaia e la giovinezza, oppure la guerra e la pace, dal punto di vista della vita spirituale e' soltanto materia prima. (Berlicche)

"Le parole condizionano la lettura dei fatti" (R.Saviano)

Vieni a trovarci nella "PICCOLA ACCADEMIA DI ITALIAMAC! --> LINK

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lo so che capito raramente da queste parti ma ogni tanto mi prende un momento di pazia e apro un libro....

la ragazza che giocava col fuoco

diciamo che è il mio genere e sono innamorato di "sally" ma il primo era troppo piu coinvolgente....


macbook alu 13.3 i-mac 24 i-phone 16gb white i-pod nano 2gb black

canon 50D ef-s 18-200

il mio gametag

la nostra vita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nella produzione "kinghiana" ci sono alti e bassi

considero bassi in assoluto "la bambina che amava Tom gordon" e "the cell"

apice assoluto "l'ombra dello scorpione", "cuori in atlantide", alcuni racconti brevi ("tutto e' fatidico" e' un capolavoro)...

Insomnia si assesta vicino alla vetta. Un po' stiracchiato (credo per esigenza di contratto) ma decisamente bello da leggere.

Su The Cell me ne sono accorto a mie spese. L'ho mollato dopo 20 pagine, mai successo con King. Sugli apici di cui parli sono d'accordo. Cuori in Atlantide è stato il mio primo King e mi ha conquistato se da allora non ho mai smesso.

Insomnia mi ha sempre incuriosito, ma ne ero rimasto sempre alla larga, avendone sentito parlare sempre malino. Meglio così, un King in più da leggere! :)

:angioletto::ghghgh:


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nella produzione "kinghiana" ci sono alti e bassi

considero bassi in assoluto "la bambina che amava Tom gordon" e "the cell"

apice assoluto "l'ombra dello scorpione", "cuori in atlantide", alcuni racconti brevi ("tutto e' fatidico" e' un capolavoro)...

Insomnia si assesta vicino alla vetta. Un po' stiracchiato (credo per esigenza di contratto) ma decisamente bello da leggere.

A me insonnia non è mai piaciuto...tant'è che anni fa lo abbandonai e non mi è mai rivenuta la voglia di leggerlo....vabbè ad ogni modo....

...io più che leggere sto ascoltando Dieci Piccoli Indiani preso su iTunes Store.

Prima di questo mi sono ascoltato Assassinio sull'Oriente Express. Questi due audiolibri sono fatti molto bene, recitati da professionisti e con musiche e suoni in sottofondo.

assassinio-sull_orientexpre.jpg?1272533389dieci+piccoli+indiani.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gomorra di Saviano.

:confused:


Ut sementem feceri ita metes - Cicerone

La gente è strana: si infastidisce sempre per cose banali, e poi dei problemi gravi come il totale spreco della propria esistenza, sembra accorgersene a stento.

Charles Bukowski

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terminato Romanzo criminale di Giancarlo De Cataldo (Einaudi), epica saga criminale sulla Banda della Magliana. Il libro non è male, ma non mi ha entusiasmato. Mi è piaciuto molto il tratteggio della vita criminale e delle connessioni con mafia e Stato, ma il racconto è troppo spezzettato, senza una vera trama, con troppi personaggi (e troppi nomignoli), per cui si finisce per non appassionarsi mai sul serio.

Poi ho letto in un giorno Liberaci dagli sbirri di Gabriele Reggi (ISBN), breve romanzo su un insegnante del nord che, trasferitosi in un paesino del sud, si trova a fronteggiare una realtà tremenda, del tutto al di fuori della sua immaginazione. Bello stile. Forse certi passaggi avrebbero avuto bisogno di maggior respiro. Ma nel complesso è un buon romanzo.

Adesso ho iniziato Sangue di cane di Veronica Tomassini (Laurana Editore), primo romanzo della nuova casa editrice di Marco Travaglio. Ne ho sentito parlare davvero un gran bene. Vi farò sapere.

:lol:


Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
finito "la ragazza che giocava col fuoco" e cominciato "la regina dei castelli di carta"

beato te... quanto darei per rileggermeli ;)


Se una funzione riceve come argomento un puntatore di puntatore di puntatore quando la invochi ricordati che può ricevere o un puntatore di puntatore di puntatore o l'indirizzo di un puntatore di puntatore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo