Vai al contenuto

Dark Mode

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS







Che libro state leggendo?


Recommended Posts

Iniziato e finito Le Fiabe di Beda il Bardo - J.K. Rowling, carino! :shock:

si si carine ... soprattutto quella dei tre doni .. che si lega alla saga

''ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere.

se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare;

se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare;

e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa."

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 4,7k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Temo che sia un problema comune a molti amanti della lettura.  ...e intanto ho preso questo: https://www.oblomovedizioni.com/libri-quaderni-giapponesi-02.php    

Sto leggendo "Uomini e topi" di John Steinbeck, l'ho iniziato ieri ma mi piace già molto

Epicuro ....  "Lettera sulla Felicità"

Posted Images

si si carine ... soprattutto quella dei tre doni .. che si lega alla saga

Non ho mai letto la saga di H.Potter, solo che dove sono adesso ho finito tutti i libri che mi ero portata e sto attingendo da quelli dei miei amici...credo inizierò a breve la pietra filosofale, almeno potrò dire se mi piace o meno sto H.P! :salute:

Flickr

Quando il discepolo è pronto, Quelo appare.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:salute:

Non ho mai letto la saga di H.Potter, solo che dove sono adesso ho finito tutti i libri che mi ero portata e sto attingendo da quelli dei miei amici...credo inizierò a breve la pietra filosofale, almeno potrò dire se mi piace o meno sto H.P! :P

ciumbia .... corri a prenderli tutti ... sei fortunata che ora sono tutti disponibili ... quando li ho letti io dovevo aspettare le uscite :salute:

Non te ne pentirai ...se poi nn hai visto i film meglio ... li guarderai con + gusto dopo e cmq son fatti bene (per essere delle trasposizioni) ... aspetto l'ultimo film con impazienza!!! :shock:

''ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere.

se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare;

se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare;

e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa."

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terminato il primo volume di 2666 di Roberto Bolaño, quello con La parte dei critici/La parte di Amalfitano/La parte di Fate. Che dire... Prima parte molto bella, seconda inutile, terza buona e in crescendo, al punto che la mia convinzione di lasciar perdere il secondo volume non è più così granitica. In ogni caso è un libro che ti mette alla prova, un po' come Underworld di DeLillo. Molti personaggi, storie minimali, affresco corale con una punta di surrealismo e a tratti di ironia. Ma spesso francamente si fa un po' di fatica, perché manca una trama forte che porti avanti le varie vicende e invece l'autore si perde spesso in storie secondarie. :ghghgh:

Nel frattempo, per alleggerire la lettura di 2666, mi sono letto anche Watchmen, il fumetto leggendario di Moore e Gibbons. Mi son detto: se è leggendario un motivo ci sarà. In effetti i motivi sono moltissimi e si vedono tutti! :ghghgh: E' davvero un'opera unica ed eccezionale. Ora posso vedere il film.

In ogni caso, prima di procedere col secondo volume di 2666, mi prendo un po' di pausa e vado su qualcosa di più leggero con L'isola dei pirati del grande Crichton.

;)

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono ideciso sull'ultimo di Dan Brown ... che dite? ... la solita menata complottistica, enigmatica???

''ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere.

se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare;

se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare;

e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa."

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Credi che Dan Brown possa (sappia) scrivere qualcosa di diverso? ;)

bhe in effetti è l e g g e r m e n t e monotono ... :ghghgh:

''ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere.

se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare;

se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare;

e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa."

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi intrufolo in questo bel topic per domandarvi un consiglio.

Leggendo Psiche e Techne di Galimberti, stavo ragionando su come la tecnologia sia sempre più invasiva oggigiorno.

Mi domandavo se qualcuno di voi conosce qualche storia (in un racconto o in una canzone, non è importante il mezzo quanto il contenuto ; ) ) che parli di questo complicato rapporto con la tecnologia.

Non so se sono stata chiara, ma mi piacerebbe leggerne di più riguardo a questo difficile rapporto uomo-tecnologia.. :mhh:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi intrufolo in questo bel topic per domandarvi un consiglio.

Leggendo Psiche e Techne di Galimberti, stavo ragionando su come la tecnologia sia sempre più invasiva oggigiorno.

Mi domandavo se qualcuno di voi conosce qualche storia (in un racconto o in una canzone, non è importante il mezzo quanto il contenuto ; ) ) che parli di questo complicato rapporto con la tecnologia.

Non so se sono stata chiara, ma mi piacerebbe leggerne di più riguardo a questo difficile rapporto uomo-tecnologia.. :ghghgh:

Esistono innumerevoli esempi di opere sul rapporto uomo/tecnologia.

Nell'ambito saggistico posso citarti ad esempio:

Cyborg. Saggio sull'uomo artificiale di Antonio Caronia

Homo technologicus di Giuseppe O. Longo

Il nuovo Golem. Come il computer cambia la nostra cultura di Giuseppe O. Longo

Immagini. Come la tecnologia ha cambiato la nostra percezione del mondo di Vilém Flusser

Fantasmi antichi e moderni. Tecnologia e perturbante in Buzzati e nella letteratura fantastica otto-novecentesca di Stefano Lazzarin

Ma ce ne sono davvero moltissimi, basta avere la pazienza di cercarli.

Nella narrativa c'è ad esempio tutto il cyberpunk, a partire dal classicissimo (anche se non semplicissimo) Neuromante di William Gibson che è un po' il capostipite di questo genere che ha esplorato proprio il modo in cui la società e l'uomo avrebbe potuto essere (sarà?/è stata?) cambiata dall'avvento delle nuove tecnologie dell'informazione. Forse un po' più semplice, sempre di Gibson, è Luce virtuale.

Eppoi ci sono molti romanzi di Michael Crichton che, a partire da Il terminale uomo, ha esplorato le implicazioni e le conseguenze della scienza (e soprattutto della cattiva scienza) nella vita dell'uomo, nell'ambito del thriller. Chiaramente Jurassic Park, ma anche ad esempio Preda e Next.

Adesso non mi viene in mente altro, ma sicuramente ce ne sono un sacco che mi stanno sfuggendo! Se mi vengono in mente, te li dico. Nel frattempo hai qualche spunto.

:mhh:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto leggendo "Diario di scuola" di Pennac.

Molto carino, leggero e scorrevole.

Si legge in una manciata di giorni (il che è sempre un pregio).

"...and please remember people, that no matter who you are, and what you do to live, thrive and survive, there are still some things that make us all the same. You, me them, everybody, everybody!!!..."

Membro Onorario del Turbo Club

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io sto leggendo "Diario di scuola" di Pennac.

Molto carino, leggero e scorrevole.

Si legge in una manciata di giorni (il che è sempre un pregio).

ne ero interessato ... :ghghgh:

''ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere.

se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare;

se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare;

e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa."

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esistono innumerevoli esempi di opere sul rapporto uomo/tecnologia.

Nell'ambito saggistico posso citarti ad esempio:

Cyborg. Saggio sull'uomo artificiale di Antonio Caronia

Homo technologicus di Giuseppe O. Longo

Il nuovo Golem. Come il computer cambia la nostra cultura di Giuseppe O. Longo

Immagini. Come la tecnologia ha cambiato la nostra percezione del mondo di Vilém Flusser

Fantasmi antichi e moderni. Tecnologia e perturbante in Buzzati e nella letteratura fantastica otto-novecentesca di Stefano Lazzarin

Ma ce ne sono davvero moltissimi, basta avere la pazienza di cercarli.

Nella narrativa c'è ad esempio tutto il cyberpunk, a partire dal classicissimo (anche se non semplicissimo) Neuromante di William Gibson che è un po' il capostipite di questo genere che ha esplorato proprio il modo in cui la società e l'uomo avrebbe potuto essere (sarà?/è stata?) cambiata dall'avvento delle nuove tecnologie dell'informazione. Forse un po' più semplice, sempre di Gibson, è Luce virtuale.

Eppoi ci sono molti romanzi di Michael Crichton che, a partire da Il terminale uomo, ha esplorato le implicazioni e le conseguenze della scienza (e soprattutto della cattiva scienza) nella vita dell'uomo, nell'ambito del thriller. Chiaramente Jurassic Park, ma anche ad esempio Preda e Next.

Adesso non mi viene in mente altro, ma sicuramente ce ne sono un sacco che mi stanno sfuggendo! Se mi vengono in mente, te li dico. Nel frattempo hai qualche spunto.

Hal1969 ma sei un enciclopedia?!? Complimenti, ora mi sono incuriosito anch'io dell'argomento..

Già che ci sono ne approfitto per chiedervi se conoscete qualche bel libro di narrativa ambientato in mare..

Se qualcuno vuole aggiungermi a Xbox Live per qualche partita a Modern Warfare 2 :

rTiNo11

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Hal1969 ma sei un enciclopedia?!? Complimenti, ora mi sono incuriosito anch'io dell'argomento..

Mannò! E' che mi piace interessarmi a molte cose. :cry::ghghgh:

Già che ci sono ne approfitto per chiedervi se conoscete qualche bel libro di narrativa ambientato in mare..

Oh, bè, anche qui ce ne sono a bizzeffe.

Ad esempio ci sono i classicissimi imperdibili, quelli che almeno una volta nella vita bisogna leggerli:

Lord Jim di Joseph Conrad

Moby Dick di Herman Melville

Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway

20.000 leghe sotto i mari di Jules Verne

Oppure i più recenti:

La vera storia del pirata Long John Silver, di Bjorn Larsson

Oceano mare di Alessandro Baricco (molto bello e affascinante, anche se un po' particolare)

L'isola dei pirati di Michael Crichton

Praticamente tutti i libri di Patrick O'Brian

:mhh:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michail Bulgakov - il maestro e margherita

Non ho ancora finito ma il mio giudizio già molto positivo ve lo consiglio.....

L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo