Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Che libro state leggendo?


Recommended Posts

A tale riguardo, la biografia di Dick è almento tanto interessante quanto i suoi libri. E ci sono alcuni bei volumi che ne parlano:

 

In particolare consiglio "Divine invasioni" di Lawrence Sutin, e "Io sono vivo, voi siete morti" di Emmanuel Carrere (quest'ultima un po' più romanzata).

:ciao:

 

Grazie della segnalazione, ci guarderò appena riesco! ;)

Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 4,7k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Temo che sia un problema comune a molti amanti della lettura.  ...e intanto ho preso questo: https://www.oblomovedizioni.com/libri-quaderni-giapponesi-02.php    

Sto leggendo "Uomini e topi" di John Steinbeck, l'ho iniziato ieri ma mi piace già molto

Epicuro ....  "Lettera sulla Felicità"

Posted Images

Mi pare che Dick avesse affermato di prendere acidi e LSD.

Mi sbaglio?

 

LSD direi di sì. Ma anche (soprattutto) quantità "industriali" di anfetamine e antidepressivi.

Ma questo è solo un aspetto della sua complessa personalità e del suo peculiare rapporto con la realtà che poi riversò in molti dei suoi romanzi.

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora.....ieri ho finito "Le tre stimmate di Palmer Eldricht".

Il punto è che lo stavo leggendo da kindle ed ero al 75%, prima di dormire ho ripreso a leggerlo e dopo una pagina era finito...praticamente io pensavo continuasse con la storia invece c'erano una 30ina di pagine di commenti sul libro..

Questo per dirvi come finisca..praticamente non finisce.

 

In complesso è un libro molto bello (anche se posso affermare di aver preferito nettamente Ubik), anche se si sofferma un po' troppo su aspetti pseudo religiosi, soprattutto nella parte finale, che lasciano un po' il tempo che trovano..

 

La storia parla di un futuro in cui non si può più rimanere alla luce del sole perchè non viene più filtrato dall'ozono, la gente sulla terra vive normalmente ( a parte che non esce all'aria aperta.), però dal governo viene fatta una sorta di leva obbligatoria per mandare la gente a colonizzare Marte.

Il problema è che Marte è comunque un ambiente molto estremo, alienante, quindi la maggior parte della popolazione spende la maggior parte dei propri soldi per l'acquisto di una "droga di traslazione" (Can-D) che permette di trovarsi nuovamente sulla cara e vecchia terra (prima dei problemi legati al sole..).

Siamo in una sorta di stallo, con questa droga che è padrona del mercato, finchè al ritorno da un viaggio da Proxima Centauri torna un uomo che porta con se una nuova droga di traslazione denominata Chew-Z ........

 

Iniziato un altro libro di cui adesso mi sfugge il nome... :D

Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto poco tempo per leggere, ma per ora non mi convince.

 

Parli di Dune, vero? Beh, Dune è un capolavoro. Herbert riesce a costruire un complesso sistema "ecologico", "politico" e "religioso" intorno ad Arrakis che è stupefacente per immaginazione e coerenza. Senza contare il ferreo intrico di trame e sottotrame. E poi, a quanto ricordi, ha dei dialoghi straordinari, roba che raramente si trova di tale qualità in un romanzo di fantascienza.

 

Poi, naturalmente, come ogni cosa, può non incontrare il gusto del lettore che si aspetta altro o predilige altro.

Che cosa non ti convince?

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parli di Dune, vero? Beh, Dune è un capolavoro. Herbert riesce a costruire un complesso sistema "ecologico", "politico" e "religioso" intorno ad Arrakis che è stupefacente per immaginazione e coerenza. Senza contare il ferreo intrico di trame e sottotrame. E poi, a quanto ricordi, ha dei dialoghi straordinari, roba che raramente si trova di tale qualità in un romanzo di fantascienza.

 

Poi, naturalmente, come ogni cosa, può non incontrare il gusto del lettore che si aspetta altro o predilige altro.

Che cosa non ti convince?

 

Ho letto poche pagine, forse un centinaio, e mi infastidiscono i troppi termini "inventati" per definire pianeti, figure, materie, etc.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto poche pagine, forse un centinaio, e mi infastidiscono i troppi termini "inventati" per definire pianeti, figure, materie, etc.

 

Dune è uno dei pochi libri che ho letto due volte e in nessuna delle due occasioni ho mai notato una simile esagerazione nell'utilizzo di termini, chiamiamoli, "esotici". Tanto più che Herbert è maestro nell'inventare un universo coerente, quando tipicamente la ridondanza di terminologia inventata tende invece a denotare insicurezza nella creazione del contesto. Ma il contesto di Dune è uno degli "universi" più belli, coerenti e nel contempo complessi che si siano visti nella FS. Del resto quello di usare terminologia inventata è anche un po' un tòpos linguistico proprio della fantascienza.

Forse il tuo notare questi termini è anche sintomo che il libro non ti ha ancora tirato bene dentro la storia.

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dune è uno dei pochi libri che ho letto due volte e in nessuna delle due occasioni ho mai notato una simile esagerazione nell'utilizzo di termini, chiamiamoli, "esotici". Tanto più che Herbert è maestro nell'inventare un universo coerente, quando tipicamente la ridondanza di terminologia inventata tende invece a denotare insicurezza nella creazione del contesto. Ma il contesto di Dune è uno degli "universi" più belli, coerenti e nel contempo complessi che si siano visti nella FS. Del resto quello di usare terminologia inventata è anche un po' un tòpos linguistico proprio della fantascienza.

Forse il tuo notare questi termini è anche sintomo che il libro non ti ha ancora tirato bene dentro la storia.

 

Vedremo più avanti, comunque questo è un estratto di pagina 2: 

 

“E se il gom jabbar fosse qualcosa di Arrakis che devo imparare prima di andare lassù? si chiese.
Sillabò le due strane frasi: Gom jabbar... Kwisatz Haderach.
C'erano tante cose da imparare. Arrakis era un posto così diverso da Caladan che la mente di Paul si smarriva al solo pensiero.
Arrakis... Dune... Il Pianeta del Deserto.
Thufir Hawat, Maestro degli Assassini di suo padre, glielo aveva spiegato: i loro mortali nemici, gli Harkonnen, erano rimasti su Arrakis per ottant'anni, governando il pianeta in quasifeudo sotto un contratto CHOAM per l'estrazione della spezia geriatrica, il melange. Ora gli Harkonnen se ne andavano per essere sostituiti dalla Casa degli Atreides in pienofeudo: una vittoria del Duca Leto. Tuttavia, aveva detto Hawat, quest'apparenza poteva nascondere pericoli mortali, poiché il Duca Leto era troppo popolare fra le Grandi Case del Landsraad.â€
 
Permettimi che come inizio è abbastanza confuso, a mio avviso. Se poi tutto si spiega a pagina 400 questo non te lo so dire (in realtà il gom jabbar viene mostrato dopo poche pagine).
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Vedremo più avanti, comunque questo è un estratto di pagina 2: 

 

“E se il gom jabbar fosse qualcosa di Arrakis che devo imparare prima di andare lassù? si chiese.
Sillabò le due strane frasi: Gom jabbar... Kwisatz Haderach.
C'erano tante cose da imparare. Arrakis era un posto così diverso da Caladan che la mente di Paul si smarriva al solo pensiero.
Arrakis... Dune... Il Pianeta del Deserto.
Thufir Hawat, Maestro degli Assassini di suo padre, glielo aveva spiegato: i loro mortali nemici, gli Harkonnen, erano rimasti su Arrakis per ottant'anni, governando il pianeta in quasifeudo sotto un contratto CHOAM per l'estrazione della spezia geriatrica, il melange. Ora gli Harkonnen se ne andavano per essere sostituiti dalla Casa degli Atreides in pienofeudo: una vittoria del Duca Leto. Tuttavia, aveva detto Hawat, quest'apparenza poteva nascondere pericoli mortali, poiché il Duca Leto era troppo popolare fra le Grandi Case del Landsraad.â€
 
Permettimi che come inizio è abbastanza confuso, a mio avviso. Se poi tutto si spiega a pagina 400 questo non te lo so dire (in realtà il gom jabbar viene mostrato dopo poche pagine).

 

 

Vabbè, ma il bello è scorprirlo in progress. Dune è un mondo "vero", uno dei mondi più veri che la fantascienza abbia mai partorito. E ci vuole un po' di tempo per familiarizzare. Del resto lo ammette lui stesso quando afferma: "C'erano tante cose da imparare." ;)

Mi dirai alla fine.

:ciao:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Iniziato (sono quasi a metà) "Il popolo segreto" di John Wyndham, non sono sicuro che sia il mio genere però per ora vado avanti..recensione quando l'ho finito.. ;)

Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terminato "La notte apparente" di Alberto Cola. Buon libro, una via di mezzo tra giallo e noir, ma con uno sviluppo un po' atipico e dunque originale.

 

Adesso ho cominciato "Il re bianco del Madagascar" di Francesco Grasso, storia di avventura, di mari, di pirati e di tesori. E questo, per ora, mi sta piacendo parecchio. Poi vi farò sapere.

:ciao:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terminato Storie Irpine, e devo dire che alla fine, si, mi è piaciuto. Poco organico, ma piacevolissimo per scoprire gli antichi racconti della terra in cui sono nato.

 

Adesso, dopo intrepida attesa, iniziato il quarto volume di Trono di spade: (Il dominio della regina + l'ombra della profezia).

Il mio sito:

Terre del Lupo

Le mie foto: Flickr

La pagina Facebook del sito:

Terre del Lupo 2.0

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Terminato "Il re bianco del Madagascar" di Francesco Grasso, storia inconsueta di pirati e di avventura, condita da elementi italici e basata su un personaggio realmente esistito, tra realtà e mitologia. Mi è piaciuto.

 

Adesso ho iniziato "Caccia alta" di Sarban, interessante romanzo di fantascienza. La quarta di copertina: "Quando Alan Querdilion (evaso da un campo di prigionia della Germania orientale) si sveglia, si ritrova in un ospedale le cui infermiere indossano uniformi di un materiale indefinibile e rifiutano di dirgli dove si trovi o in che epoca viva. Alan scopre ben presto di essere entrato in un futuro dominato dai nazisti dopo la loro vittoria nella seconda guerra mondiale."

:ciao:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembra figo Caccia alta! :D

 

Comunque nel frattempo ho fatto altri acquisti:

_ Maze Runner: la fuga: il secondo della saga (fino al 15/10 costa 5€ in ebook)

_ Maze Runner: la rivelazione: il terzo della saga (fino al 15/10 costa 5€ in ebook)

 

E poi di Dick (fino al 30/10 (se non sbaglio) a 3€ in ebook):

_ Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

_ Un oscuro scrutare

_ La svastica sul sole

 

In teoria dovrebbero essere tutti e 5 bei libri (o almeno lo sembrano XD), poi vedremo...

 

Per quanto riguarda la Guida la sto continuando ed è bellissima (ma il tempo che ho per leggere è molto poco...). Per ora ho appena finito Ristorante al termine dell'universo e l'ho trovato fantastico (soprattutto in alcuni punti dove ci sono rimasto "di sasso" XD)

  • Love 1

iMac 27" ------ Macbook Air 13" ------ iPhone 3GS Black 16GB ------ iPhone 5 Black 32GB ------ 2 iPod Shuffle 1GB

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non erro da Ma gli androidi sognano pecore elettriche? Ã¨ tratto blade runner

 

Sto leggendo "La Terra è abbastanza grande" di asimov. A quanto pare è una serie di racconti.. :D

Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembra figo Caccia alta! :D

 

Comunque nel frattempo ho fatto altri acquisti:

_ Maze Runner: la fuga: il secondo della saga (fino al 15/10 costa 5€ in ebook)

_ Maze Runner: la rivelazione: il terzo della saga (fino al 15/10 costa 5€ in ebook)

 

E poi di Dick (fino al 30/10 (se non sbaglio) a 3€ in ebook):

_ Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

_ Un oscuro scrutare

_ La svastica sul sole

 

In teoria dovrebbero essere tutti e 5 bei libri (o almeno lo sembrano XD), poi vedremo...

 

Per quanto riguarda la Guida la sto continuando ed è bellissima (ma il tempo che ho per leggere è molto poco...). Per ora ho appena finito Ristorante al termine dell'universo e l'ho trovato fantastico (soprattutto in alcuni punti dove ci sono rimasto "di sasso" XD)

 

Sui libri della saga Maze Runner non saprei dirti (ma è quello da cui hanno tratto il film in uscita in questi giorni, vero?).

 

Sui libri di Dick invece posso dirti che sono tre gran bei libri. Ottimo acquisto. :ok:

:ciao:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sui libri della saga Maze Runner non saprei dirti (ma è quello da cui hanno tratto il film in uscita in questi giorni, vero?).

Sui libri di Dick invece posso dirti che sono tre gran bei libri. Ottimo acquisto. :ok:

:ciao:

Si, quello al cinema è il primo della saga (il labirinto). Un mio amico l'ha letto e gli è piaciuto molto, quindi vedrò :)

Beh per Dick non avevo dubbi, ma avere una conferma è anche meglio :D

iMac 27" ------ Macbook Air 13" ------ iPhone 3GS Black 16GB ------ iPhone 5 Black 32GB ------ 2 iPod Shuffle 1GB

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Finito Caccia alta di Sarban. Libro curioso. Sembra quasi un esperimento. Sicuramente di fantascientifico ha solo l'espediente narrativo (quello di catapultare - non si sa come - il protagonista molti anni avanti in un futuro dominato dai nazisti che si divertono a cacciare i non ariani. Complessivamente, dentro questo sapore un po' retrò che ha la narrazione (il libro è del 1952), il libro si lascia leggere ma non appassiona particolarmente, e dà l'impressione di essere stato scritto da qualcuno non avvezzo alla fantascienza o comunque al fantastico (il che è vero, visto che il suo autore John William Wall - Sarban è lo pesudonimo - era un diplomatico britannico solo imprestato alla letteratura).

 

Adesso ho iniziato Mr. Lars, sognatore d'armi. Era un po' che non leggevo Dick. Questo mi mancava. In genere Dick non delude. Vedremo questo...

:ciao:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 weeks later...

Allora, Mr. Lars sognatore d'armi l'ho abbandonato. Mi stava annoiando enormemente. Ma magari sono io. Ultimamente sono molto esigente. Difatti ho iniziato Svaniti nel nulla, di Tom Perrotta, da cui hanno tratto la bellissima serie The Leftovers, e sto trovando noioso pure questo. Mah... :confused:

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Ok, alla fine ho abbandonato anche Svaniti nel nulla. Mal scritto (mal tradotto?), scialbo, senza mordente. Tutto il contrario della serie. Ora dopo due romanzi lasciati perdere, ho bisogno di cambiare completamente genere. Quindi opto per un saggio scientifico: La realtà nascosta, di Brian Greene.

Vieni a dare un'occhiata a

Il grande marziano. Anche su Facebook e su anobii.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finito qualche giorno fa "I Simulacri" di Dick, ormai una certezza.

Che mi lascia sempre un po' di sasso è come termina i romanzi Dick, potrebbe andare avanti altrettante pagine descrivendo cosa fanno i protagonisti (sono quasi tutti protagonisti..) e invece lascia il resto alla fantasia del lettore..

Direi che per alcune parti l'ho preferito alle 3 stimatte di Palmer Eldrich, ma Ubik rimane ancora il mio preferito.. :)

 

Iniziato Timescape.

Antivirus su mac? No grazie!! Utente Mac dal 10 aprile 2009.

 MacBook air 13, MacBook White 13, Canon Eos 1100D, Nexus5  . Lurker. Tartassala!! ToDo: Tentare di conquistare il mondo!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo