Vai al contenuto





jackoverfull

Ipocondria informatica

Recommended Posts

Di recente, su questo forum e altrove, ho notato un notevole aumento di utenti mac affetti da sindrome da abbandono di windows, detta anche "ipocondria informatica". Queste persone, spesso provenienti dal mondo delle finestre (ma non solo), non riescono a credere che il mac abbia così pochi problemi, così credono di averne, iniziando così ad eseguire un gran numero di script e procedure che cadono, alla fine, nell'assurdo, fino a causare veramente deiproblemi ai lolo poveri mac.

Apro questo topic sperando di guarire qualcuno di questi "poveretti", o almeno di costringerli a trovare qualche nuova "cura"…:oops:

Le 10 "soluzioni" dei mac-ipocondriaci



soluzione 1: far girare gli script periodic) Gli script periodic, detti anche, ormai impropriamente, cron scripts, eseguono alcune operazioni di routine sul sistema, quali eliminare o comprimere files di log o ricostruire alcuni database, ad intervalli regolari (daily ogni giorno, weekly ogni settimana, monthly ogni mese). Fino a phanter (mac os x10.3.x) essi erano eseguiti dal demone cron (da qui viene il nomignolo con cui sono spesso conosciuti). Questi script sono impostati per essere eseguitidurante la notte, il problema si presentava quindi quando il mac era spento o in stop al momento dell'esecuzione dello script, che quindi non veniva eseguito.

A partire da Tiger (mac os x 10.4.x) gli script periodic vengono eseguiti da launchd, che ha come obiettivo anche quello di posporre le operazioni in caso di impossibilità. In parole povere se il mac è in stop o spento al momento stabilito per l'esecuzione degli script essi vengono semplicemente eseguiti non appena il mac è in grado di farlo, ovveroalla successiva accensione/riattivazione.

Tutto questo significa che in Mac OS X 10.4 l'esecuzione manuale e sistematica degli script periodic è completamente inutile e, al contrario, uno spreco di risorse.

soluzione 2: riparare i permessi) Quando Apple passò a Mac OS X si trovò di fronte due delicati problemi, i quali, uniti, potevano causare una catastrofe.

Il primo problema era legato al passaggio da un sistema operativo dove tutti potevano fare tutto, modificando o cancellando qualsiasi file, com'era il mac os classico, ad uno basato su una stretta logica di "permessi" in stile unix, dove l'utente normale non può modificare i files di sistema e così via.

Il secondo problema era direttamente legato all'utenza mac: l'utente mac os classico "evoluto" (e non) era abituato a fare praticamente qualunque cosa all'interno della Cartella Sistema, dalla rimozione manuale delle estensioni all'aggiunta di fonts nell'apposita cartella. Tale utente, trovandosi davanti al problemadei permessi, spesso li cambiava adattandoli alle proprie esigenze, causando però a volte problemi al sistema. Peggio ancora quando uno sviluppatore mac os classico "carbonizzava" i propri software senza informarsi sul nuovo meccanismo dei permessi, finendo per "incasinare" i mac di molti utenti innocenti ed inconsapevoli. Così in Jaguar (mac os x 10.2) (e, in realtà, anche per i precedenti tramite l'utility scaricabile separatamente Repair Permissions) venne incluso all'interno di utility disco una utility incaricata di riportare i permessi al loro stato predefinito.

Oggi questi sviluppatori "sbadati" sono molto più rari e di certo Apple stessa non fa questi errori (o almeno si spera!), quindi non ha alcun senso riparare i permessi dopo un aggiornamento del sistema, anche se può avere un certo senso farlo prima se si sono installati software "strani" che hanno richiesto di inserire la password per installarsi (altrimenti non possono aver toccato i permessi di sistema) o se non si è più sicuri di cosa si è fatto nelle cartelle del sistema.

Anche se si hanno dei problemi (applicazioni che non si aprono o che si comportano male, elementi mancanti…) può vere senso.

Per quanto riguarda i cosiddetti "errori" riportati sempre da utility disco essi hanno una spiegazione molto semplice: apple, nel tempo, con gli aggiornamenti di sistema e di sicurezza, a volte modifica i permessi per un determinato file o cartella, quegli "errori" sono il suo metodo per informare rapidamente gli amministratori di sistema (pensate, ad esempio, all'amministratore di un server…) che ciò è successo. non sono quindi veri "errori", ma solo "notifiche"…

Ho notato che di recente apple tende a rimuovere queste "notfiche" dopo uno o due aggiornamenti, nella 10.4.8 ppc, ad esempio, non ne vedo…

soluzione 3: deframmentare) sebbene non popolare come le due precedenti, sto notando un crescente utilizzo di questa "soluzione". Il motivo di questa crescita è quasi sicuramente da imputare alla crescita degli utenti windows "switchati", infatti su win deframmentare spesso porta a notevoli miglioramenti di velocità.

Su mac non è così: il filesystem hfs+ (anche conosciuto come "mac os esteso"), sia esso case sensitive o meno, evita automaticamente la frammentazione delle directory, risolvendo prima che si proponga la parte maggiore del problema. Per quanto riguarda i files, da phanter (10.3) essi vengono automaticamente deframmentati al momento dell'apertura se inferiori di 26 mb. I files più grandi, in effetti, si frammentano, ma deframmentare l'intero disco per questi files è spesso inutile (e, se si tratta della partizione del sistema, anche un po' pericoloso… specialmente usando le norton utilities…:ghghgh:): essi si riframmenterebbero dopo poco tempo, soprattutto se è rimasto poco spazio su disco. può avere un po' di senso se si hanno alcuni files grossi frammentati e se si è liberato un bel po' di spazio (se è sempre stato libero difficilmente i files si saranno frammentati…), ma sconsiglio comunque di effettuare tali operazioni su un disco contenente mac os x.

soluzione 4: antivirus) Al momento esiste un unico virus ancora funzionante per os x, si diffonde in modo automatico esclusivamente tramite la rete locale (non internet, quindi), va aperto manualmente e funziona solo sui ppc. Se si tiene i sistema aggiornato e, soprattutto, non si fanno cose strane (ad esempio scaricare da limewire una copia piarata di office che però pesa solo pochi kb… trojan molto diffuso qualche anno fa, che eliminava l'intero contenuto della cartella home…) si è quindi ragionevolmente al sicuro. Installando un antivirus, soprattutto di quelli che scansionano continuamente il sistema, si otterrà solo un decisivo peggioramento delle prestazioni e nessuna reale protezione contro trojan che si affidano alla "stupidità" dell'utente, tipo quello sopra citato…

soluzione 5: forzare il prebinding) il prebinding è una tecnica che permette una veloce riesecuzione del codice, mantenendo prelinkate (da qui il nome) alcune librerie che altrimenti andrebbero linkate al momento dell'avvio del programma. Forzare il prebinging, "soluzione" molto popolare fino a poco tempo fa, un po' meno in questo periodo, aveva un suo senso, a volte, in mac os x 10.0 e 10.1, dato che c'erno alcuni bug nel sistema che a volte impedivano il prebinding automatico, aveva meno senso nel 10.2, dato che quasi tutti questi bug erano stati risolti (non tutti, in effetti), nessun senso nel 10.3, dato che questi problemi erano ormai un ricordo del passato ed è completamente inutile sul 10.4, come riportato anche da questo documento.

soluzione 6: eliminare le cache) l'eliminazione dei vari documenti di cache (dei fonts, dellle estensioni…) è una "soluzione" che sta crescendo in popolarità in questo periodo. Le cache sono utilizzate dal sistema e dalle varie applicazioni per milgiorare la velocità di esecuzione, non ha quindi alcun senso eliminarle su base periodica. Può avere senso in caso di problemi tipo fonts visualizzati male, strani messaggi di errore all'avvio del sistema e così via.

Per la cronaca il kernel di mac os x utilizza in modo estremamente diffuso la cache in fase di avvio, quando viene aggiornato (cosa che accade quasi sempre negli aggiornamenti di sistema) deve ricostruirla da zero, ecco perché dopo un aggiornamento di sistema il riavvio dura molto di più.

Piccola nota: i dvd di installazione di mac os x 10.4 hanno una cache "prefabbricata" che ne accelera notevolmente l'avvio. Solo in Apple si sa come creare questo tipo di cache, questo è il motivo per cui i vari dvd di avvio "personalizzati" sono notevolmente più lenti a partire…

soluzione 7: archivia e installa) L'archivia e installa, "soluzione" che sta crescendo di popolarità, è un'opzione dell'installer di mac os x che prende il vecchio sistema, lo sposta in una cartella "Previous Systems", reinstalla da 0 il sistema operativo e, opzionalmente, esegue alcune operazioni per importare gli utenti e le impostazioni principali dal vecchio sistema.

Se è possibile questa soluzione sarebbe da evitare come la peste: se si è installato mac os x 10.4.8 e si riporta il sistema alla 10.4.0 ci potrebbero essere delle preferenze diverse, che potrebbero creare seri problemi all'utente malcapitato. se è possibile, per mantenere gli utenti reinstallando il sistema, è decisamente meglio eseguire un backup del sistema con utility tipo carbon copy cloner, reinstallare il sistema da 0, eventualmente anche formattando (dopotutto, perché no…), creare un utente temporaneo (con nome differente da quelli precedentemente usati), aggiornare il sistema e utilizzare Assistente Migrazione (presente in /Applicazioni/Utility) per reimportare i vecchi utenti.

Ha senso eseguire questa operazione quando si aggiorna il sistema (ad esempio nel passaggio tra la 10.3 e la 10.4), in quanto è un ottimo compromesso tra la formattazione totale del sistema e l'aggiornamento (aggiornando si rischia di portarsi dietro alcuni problemi del vecchio sistema o di crearne di nuovi. l'aggiornamento da 10.2 a 10.3 è noto per aver creato problemi ad alcuni utenti…)

Per quanto riguarda l'impiego dell'archivia e installa per problemi tipo "il dock rimane bloccato", nel finder non funziona la vista come elenco e simili sarebbe da evitare, soprattutto se prima non si è provato con un altro utente. insomma, è da utilizzare solo se altre soluzioni falliscono (ed è comunque meglio utilizzare il metodo di qui sopra…).

Soluzione 8: formattazione) se il disco è in buona salute non ha alcun senso formattarlo. punto.

Per conservare la buona salute del disco è meglio non "scuotere" il computer mentre è in funzione (mi riferisco soprattutto ai possessori di portatili, chiaramente), lasciare sempre un po' di spazio libero (l'ideale sarebbe avere il 20% del disco libero, purtroppo so bene come spesso sia arduo :ghghgh:, sconsiglio comunque di scendere al di sotto del gb…) ed evitare "manutenzioni" periodiche con strumenti tipo le norton utilities (che possono essere comunque molto utiliti in caso di disastro…).

soluzione 9: controllare lo stato delle preferenze) i file di preferenze, a volte, in effetti, si corrompono. ciò accade molto di rado e spesso con sintomi ben visibili, in questo caso la cosa migliore è, probabilmente, buttare quelle relative all'applicazione "incriminata" e lasciare che vengano ricreate da 0. Non ha alcun senso eseguire il controllo delle preferenze su base periodica: molte preferenze non si attengono agli standard Apple e risultano corrotte anche quando non lo sono…

soluzione 10:usare una partizione per il sistema, un'altra per i dati o per i files di swap) altra "soluzione" importata da windows (ma molto utilizzata anche nel mondo linux), sta, di conseguenza, crescendo di popolarità. Ha principalmente due scopi: mantenere i dati "al sicuro" da eventuali corruzioni della partizione del sistema e diminuire la frammentazione dei files, aumentando la velocità complessiva del sistema. Per quanto riguarda la seconda soluzione abbiamo già visto come sia priva di senso, la prima in mac os x è comunque poco utile, dato che non esistono virus in grado di distruggere la partizione del sistema (e anche se esistessero continuerebbero la loro opera anche nelle antre partizioni, dato che esse sono, a livello di sistema, "montate" nella cartella invisibile /Volumes, all'interno della partizione principale) e che mac os x non "rovina" le partizioni, a contrario di quanto accade, a volte, in certi ambienti "finestrati".

Può avere senso, in casi particolari, tenere la cartella home su una seconda partizione (o magari su un secondo disco), ma questo esula da questo topic…


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ottima guida veramente (per quel pochino che ne so io di informatica e di Mac).

In effetti Windows abitua a porsi sempre troppi problemi e sembra che certi problemi ci debbano essere sempre e comunque, cosa che invece (anche con un o' di logica) non dovrebbe avvenire.

A me il mio Mac piace proprio perché alla fine la manutenzione è ridotta al minimo e non ci sono mai particolari problemi imprevisti come invece mi è successo più di qualche volta in windows.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
soluzione 2: riparare i permessi) Quando Apple passò a Mac OS X si trovò di fronte due delicati problemi, i quali, uniti, potevano causare una catastrofe.

Il primo problema era legato al passaggio da un sistema operativo dove tutti potevano fare tutto, modificando o cancellando qualsiasi file, com'era il mac os classico, ad uno basato su una stretta logica di "permessi" in stile unix, dove l'utente normale non può modificare i files di sistema e così via.

Il secondo problema era direttamente legato all'utenza mac: l'utente mac os classico "evoluto" (e non) era abituato a fare praticamente qualunque cosa all'interno della Cartella Sistema, dalla rimozione manuale delle estensioni all'aggiunta di fonts nell'apposita cartella. Tale utente, trovandosi davanti al problemadei permessi, spesso li cambiava adattandoli alle proprie esigenze, causando però a volte problemi al sistema. Peggio ancora quando uno sviluppatore mac os classico "carbonizzava" i propri software senza informarsi sul nuovo meccanismo dei permessi, finendo per "incasinare" i mac di molti utenti innocenti ed inconsapevoli. Così in Jaguar (mac os x 10.2) (e, in realtà, anche per i precedenti tramite l'utility scaricabile separatamente Repair Permissions) venne incluso all'interno di utility disco una utility incaricata di riportare i permessi al loro stato predefinito.

Oggi questi sviluppatori "sbadati" sono molto più rari e di certo Apple stessa non fa questi errori (o almeno si spera!), quindi non ha alcun senso riparare i permessi dopo un aggiornamento del sistema, anche se può avere un certo senso farlo prima se si sono installati software "strani" che hanno richiesto di inserire la password per installarsi (altrimenti non possono aver toccato i permessi di sistema) o se non si è più sicuri di cosa si è fatto nelle cartelle del sistema.

Anche se si hanno dei problemi (applicazioni che non si aprono o che si comportano male, elementi mancanti…) può vere senso.

Per quanto riguarda i cosiddetti "errori" riportati sempre da utility disco essi hanno una spiegazione molto semplice: apple, nel tempo, con gli aggiornamenti di sistema e di sicurezza, a volte modifica i permessi per un determinato file o cartella, quegli "errori" sono il suo metodo per informare rapidamente gli amministratori di sistema (pensate, ad esempio, all'amministratore di un server…) che ciò è successo. non sono quindi veri "errori", ma solo "notifiche"…

Ho notato che di recente apple tende a rimuovere queste "notfiche" dopo uno o due aggiornamenti, nella 10.4.8 ppc, ad esempio, non ne vedo…

Bel topic, Jack, complimenti davvero... posso solo fare una precisazione su questo puto che ho lasciato nel tuo quote: dall'aggiornamento 10.4.6, è stata rimossa proprio la visualizzazione delle notifiche dei permessi speciali, come poi leggere qui, facendo un gran favore a chi nei forum di tutto il mondo si trovava a dover spiegare a utenti impanicati che i suoi stramaledetti permessi erano a posto..


There is nothing more dangerous than an oppressed people who acquire

the first weapons of education and organisation.

Bernadette Devlin McAliskey

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono partito da zero praticamente, quando ho comprato il mio iMac. Da switcher mi sono detto "ok vediamo se davvero questo OS X è così semplice da mantenere come si dice"... quindi non ho installato nessuna utility farlocca, né antivirus (sapevo comunque che non ne esistevano), riparando i permessi solo dopo un aggiornamento di sistema. Mi dicevo "eh che cavolo dovrà impallarsi per forza!!!"...e invece NIENTE!

Nel complesso non ho avuto nessun problema grave, solo due cose:

1 - Firefox non funzionava più.. cioè non potevo digitare nulla nella barra degli indirizzi, perché non appariva: è bastato comunque cancellare le preferenze e tutto è tornato normale.

2 - Spotlight a un certo punto non trovava più niente... ho ricostruito l'indice del database e il problema è sparito.

Ah aggiungo anche che non ho provveduto, come molti consigliano, a fare una reinstallazione ex novo del sistema operativo, è sempre lo stesso dal Dicembre 2005 :shock:


iMac 21.5" 2011 - iPhone 4s 16Gb - iPod Nano 2g Green 4Gb - iPod Nano 4G 8Gb Green - iPod Video 5G 30Gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ammetto di essere affetto da tale sindroma, ma dopo i danni causati da monolingual mi tengo alla larga da qualsiasi tweak adesso :shock:


This is the supper of the mighty one.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie davvero:fiorellino:

davvero chiaro e esauriente... anche se inconcepibile e incredibile per chi proviene anche non da poco dal mondo win:shock:


Graphic-Reporter di Fabio Schiano

Fotografia Grafica e Multimedia

CONTATTATEMI SU: Facebook - Twitter - Flickr - Ipernity

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gabe

da quando sono passato a mac (circa un mese fa) non mi sono posto nessun problema.

basta documentarsi un attimo e rilassarsi.

al primo problemone mi farò venire l'ansia, ma fio ad allora godo come un riccio e basta.

grazie mille comunque, lettura interessante e utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre il buon Jack è un passo avanti a tutti..

Coinciso, limpido, semplice alla portata di tutti, praticamente un Mac!!!!! :shock:

:shock:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bel topic, Jack, complimenti davvero... posso solo fare una precisazione su questo puto che ho lasciato nel tuo quote: dall'aggiornamento 10.4.6, è stata rimossa proprio la visualizzazione delle notifiche dei permessi speciali, come poi leggere qui, facendo un gran favore a chi nei forum di tutto il mondo si trovava a dover spiegare a utenti impanicati che i suoi stramaledetti permessi erano a posto..

ecco perché nel 10.4.8 non ci sono più! grazie della segnalazione. :shock:

1 - Firefox non funzionava più.. cioè non potevo digitare nulla nella barra degli indirizzi, perché non appariva: è bastato comunque cancellare le preferenze e tutto è tornato normale.

interessante: questo è uno dei problemi "storici" di firefox su mac, ma di recente, se non si considera la alpha 3 (dove è, in effetti, nuovamente presente), non l'avevo più sentito. fa piacere rivedere certe "chicche"… :shock:

Ah aggiungo anche che non ho provveduto, come molti consigliano, a fare una reinstallazione ex novo del sistema operativo, è sempre lo stesso dal Dicembre 2005 ;)[

invece qui io sono "fissato", anche se non è strettamente necessario preferisco farlo, fosse soloper lingue e driver…

comunque dopo la prima volta non ho più reinstallato se non per lavorare sulle partizioni (per linux).

grazie a tutti per i commenti positivi! :ciao:


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ecco perché nel 10.4.8 non ci sono più! grazie della segnalazione. :shock:

scoperto per puro caso, il giorno che è uscita la 10.4.6 non avevo un cavolo da fare e mi ero letto tutti i dettagli dell'update.. e mi era rimasta in mente sta cosa.. :shock:


There is nothing more dangerous than an oppressed people who acquire

the first weapons of education and organisation.

Bernadette Devlin McAliskey

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ottima guida piena di consigli... alcune cose le facciamo anche noi utenti mac di lunga data.


iMac 21.5" 3.06 GHZ, 16.0 GB Ram, Ati 256MB, 1TB HD + 2TB su FW800 - PowerMac G4 MDD 1.25 GHZ, 2.0 GB RAM, Ati Radeon 9000 Pro 64 MB, DVR 110D - Apple IIgs

iPod nano grigio 8 GB 6ªG e shuffle 512 MB 1ªG - iPhone 3G 16 GB white - iPhone 4S 16 GB white

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scoperto per puro caso, il giorno che è uscita la 10.4.6 non avevo un cavolo da fare e mi ero letto tutti i dettagli dell'update.. e mi era rimasta in mente sta cosa.. :shock:

:shock:

la 10.4.6 è l'unica versione successiva alla 10.4.4 di cui non ho fatto un'analisi completa, accontentandomi di una "superficiale" e del feeling positivo (all'epoca ero rimasto fermo alla 10.4.3, dato che la 10.4.4 non mi piaceva neanche un po' e la 10.4.5 correggeva solo alcune cose e dato che ero rimasto per parecchio tempo senza internet mi ritrovai di nuovo online quando la nuova versione era già uscita da un bel po'…).


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande jackoverfull:ooooh: Da futuro mac user questo topic mi è stato davvero utile, anche se qualcosa sapevo già:shock:


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

possiedo mac da quasi 1 anno...ma non so riparare i permessi :shock:

cm si fa?

cmq jack è davvero un pilastro portante per questo forum!


"Trovare armonia, godere della bellezza sapendo che la vita è tutto il contrario di tutto: grandi gioie, grandi dolori, grandi sofferenze ma anche grande esaltazione..e alla fine sono nessuno,niente...o sono tutto

L'unico vero Maestro non è in nessuna foresta, non è in nessuna capanna, in nessuna caverna di ghiaccio nell' Himalaya...è dentro di noi" T. Terzani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
possiedo mac da quasi 1 anno...ma non so riparare i permessi :shock:

cm si fa?

il metodo più comune è passare da utility disco (/Applicazioni/Utility), clicchi sull'icona del disconella colonna a sinistra e poi fai "ripara permessi".

cmq jack è davvero un pilastro portante per questo forum!

mi fai arrossire… :shock:


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma cos'era tutta quella roba?:shock:

io ho sempre avuto mac,e tutta quella pappardella di cose l'ho sentita solo da altri, mai fatto niente di simile.,,quando poi ho iniziato a dovermi leggermente interessare all'ambiente windows(lavoro,studio), mi hanno spiegato che tutte queste cose tipo defrag,riparazioni,utilities,partizioni,formattazioni,scansioni sono necessarie e ogni tanto vanno fatte sistematicamente...boh...

altra cosa : non essendo un informatico, quando mi capita di avere guai grossi (o anche meno grossi: grossi veramente mi è capitato solo 2 volte e per colpa mia:bottom: ) guardo un pò in giro nel compiuter,frugo,chiedo consiglio, ma se non so riparare, porto il compiuter all'apple center:Volooo: ,che è la cosa migliore da fare,anzi che tentare di far da soli cose troppo complicate o cose semplici che non sappiamo fare!!

ad ogni modo ringrazio l'autore!mi ha chiarito le idee su un paio di cosette!!


franz®

baby, you got a bad bad mouth, everything's poison coming out coming out,cheating, lying since the day you were born, someone outta rinse it out with soap

wash it out wash it out wash it out

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma cos'era tutta quella roba?:angioletto:

io ho sempre avuto mac,e tutta quella pappardella di cose l'ho sentita solo da altri, mai fatto niente di simile.,,quando poi ho iniziato a dovermi leggermente interessare all'ambiente windows(lavoro,studio), mi hanno spiegato che tutte queste cose tipo defrag,riparazioni,utilities,partizioni,formattazioni,scansioni sono necessarie e ogni tanto vanno fatte sistematicamente...boh...

su windows forse, su mac proprio no. :apple:

altra cosa : non essendo un informatico, quando mi capita di avere guai grossi (o anche meno grossi: grossi veramente mi è capitato solo 2 volte e per colpa mia:bottom: ) guardo un pò in giro nel compiuter,frugo,chiedo consiglio, ma se non so riparare, porto il compiuter all'apple center:Volooo: ,che è la cosa migliore da fare,anzi che tentare di far da soli cose troppo complicate o cose semplici che non sappiamo fare!!

ad ogni modo ringrazio l'autore!mi ha chiarito le idee su un paio di cosette!!

be', è anche questa una "filosofia", anche se personalmente sono per il "fai da te". :apple:

ho mandato un mio computer in apple center per un totale di due volte (1997: powerbook 1400cs con una linea di pixel statici, rimandato indietro pochi giorni dopo l'arrivo; 1998: apple //e che non si accendeva più, all'epoca ancora non mi sarei fidato ad aprirlo di persona…) e anche le volte che ho chiamato l'assistenza sono poche (ma, di tanto in tanto, l'ho fatto).:saltella:


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
su windows forse, su mac proprio no. :angioletto:

si beh ovvio,parlavo di windows:)

be', è anche questa una "filosofia", anche se personalmente sono per il "fai da te". :apple:

ho mandato un mio computer in apple center per un totale di due volte (1997: powerbook 1400cs con una linea di pixel statici, rimandato indietro pochi giorni dopo l'arrivo; 1998: apple //e che non si accendeva più, all'epoca ancora non mi sarei fidato ad aprirlo di persona…) e anche le volte che ho chiamato l'assistenza sono poche (ma, di tanto in tanto, l'ho fatto).:saltella:

eh si anche io sarei per il fai da te, ma quando capita che lo riavii e ti si accende un punto interrogativo lampeggiante e non fa altro, se non hai le conoscenze è dura capire cosa fare....:oopsposter:


franz®

baby, you got a bad bad mouth, everything's poison coming out coming out,cheating, lying since the day you were born, someone outta rinse it out with soap

wash it out wash it out wash it out

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eh si anche io sarei per il fai da te, ma quando capita che lo riavii e ti si accende un punto interrogativo lampeggiante e non fa altro, se non hai le conoscenze è dura capire cosa fare....:oopsposter:

be'…certo! :angioletto:


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve sono nuovo del forum anche se lo seguo ormai da 2 anni.

Ho deciso di scrivere in seguito al seguente problema:

Sul mio precedente Ibook g4 ho sempre eseguito manualmente i cron script .

Con panther digitando da terminale:

sudo periodic daily

sudo periodic weekly

sudo periodic monthly

In seguito con tiger:

sudo launchd periodic daily

sudo launchd periodic weekly

sudo launchd periodic monthly

In seguito a quanto spiegato dal sempre puntuale jackoverfull ho appena compreso che in realtà con tiger lanciare gli script in manuale è diventato inutile, quello che non mi spiego è perchè sul mio nuovo macbook se provo ad eseguire gli script con "launchd" ne ricavo il seguente messaggio di errore: launchd[489]: Bug: launchd.c:1744:1: setsid() != -1

mentre se lo faccio su Ibook g4 tutto funziona:(

Cioa a tutti e grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

parrebbe un bug, in ogni caso launchd non è fatto per essere eseguito a mano, per passargli i comandi bisognerebbe usare launchctl.


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ricordo dove avevo letto che con tiger bisognava usare "sudo launchd periodic daily".

Visto che su ibook funzionava e continua a funzionare non mi sono posto il problema di approfondire,la versione di mac os è la stessa in tutte e due le macchine 10.4.8

La mia domanda non nasce dall'esigenza di usare il suddetto comando, peraltro inutile come da te chiaramente spiegato.ma dal timore che qualcosa non funzioni correttamente nel mio nuovo macbook.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

be', non credo. comunque basta provare su un altro intel con configurazione simile…


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi c'è nessuno con un macbook che potrebbe farmi una prova?

:confused: :confused: :ghghgh:;):D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao jack.

sono d'accordo con te su tutto, specialmente sulle caches (per le quali ho avuto qualche battaglia sul forum..). volevo però difendere l'opzione "Archivia e installa" che combinata ad un aggiornamento di sistema può tranquillamente risolvere una altissima percentuale di problemi, inoltre è un opzione facilmente eseguibile che non richiede nessun dispositivo esterno e con tempi assolutamente ragionevoli. per ciò che riguarda la riparazione dei permessi, sono d'accordo con te, ma la ritengo cmq opportuna dopo aggiornamenti di sistema (nell'update al 10.4.8 qualche notifica su itunes è saltata fuori..) inoltre le modifiche dei privilegi, se non ricordo male, non sono fatte dall'installer, ma vengono scritte nei pacchetti dell'aggiornamento ed allineate alla successiva riparazione. è invece relativamente inutile farla prima, infatti quando inserisco la psw di admin non dovrei avere molti problemi nell'eseguire le mie funzioni (a meno che non abbia fatto del danno..)


...e allora sentii la poesia piu' bella del mondo "Maria porta il vino che c'e' un parente dall'america"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao jack.

sono d'accordo con te su tutto, specialmente sulle caches (per le quali ho avuto qualche battaglia sul forum..). volevo però difendere l'opzione "Archivia e installa" che combinata ad un aggiornamento di sistema può tranquillamente risolvere una altissima percentuale di problemi, inoltre è un opzione facilmente eseguibile che non richiede nessun dispositivo esterno e con tempi assolutamente ragionevoli.

Senza dubbio è meglio di un formattone, ma quando è possibile è decisamente meglio utilizzare una procedura più pulita, come quella dell'importazione successiva agli aggiornamenti, non trovi?

Una possibilità, in effetti, sarebbe quella di creare un utente amministratore "intonso" (se il sistema è ancora in condizioni di farlo…), archiviare e installare, loggarsi con qeusto, aggiornare e solo allora tornare ad usare il proprio utente principale…

per ciò che riguarda la riparazione dei permessi, sono d'accordo con te, ma la ritengo cmq opportuna dopo aggiornamenti di sistema (nell'update al 10.4.8 qualche notifica su itunes è saltata fuori..) inoltre le modifiche dei privilegi, se non ricordo male, non sono fatte dall'installer, ma vengono scritte nei pacchetti dell'aggiornamento ed allineate alla successiva riparazione. è invece relativamente inutile farla prima, infatti quando inserisco la psw di admin non dovrei avere molti problemi nell'eseguire le mie funzioni (a meno che non abbia fatto del danno..)

non ti seguo, che intendi?


"Errore di configurazione di Windows: mouse e tastiera scollegati. Premere F1 per riavviare."

"Assimilation is futile: Microsoft delenda est!"

6/6/2005: è l'inizio della fine.

Home Page | multiXFinder | OpenArena | SuspendNow!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per quello che so io dei privilegi sono scritti in 2 posti:

1) dentro disk utility

2) dentro i pacchetti in library/receipts

Se mamma apple decide che vanno modificati alcuni di questi permessi lo scrive dentro questi pacchetti, ma queste nuove "regole" non vengono applicate dall'installer che aggiorna il sistema, ma sono il nuovo default da ripristinare quando viene eseguita la "riparazione".


...e allora sentii la poesia piu' bella del mondo "Maria porta il vino che c'e' un parente dall'america"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo