Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Fotografi@Italiamac Flickr Group


Recommended Posts

Girovagando per la parte "storica" del mio bel paesino... :DD

7480810892_517b65b1dc_z.jpg

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 40,4k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

  • steno12

    6229

  • Xero

    2862

  • MacLo

    1938

  • passwordlost

    1881

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma cosa vuoi capirne te! Hanno eliminato i thread in evidenza perché appesantivano il forum ed ora stressano i server inviando centinaia di email per ogni post inserito: furbi si nasce, Admin si dive

Boni!! 

ma no, il soggetto conta relativamente... qui è proprio il contenuto che manca, il soggetto sparisce dietro inquadrature asfissianti ed un trucco/styling che sovrasta la persona, senza dargli alcun valore.. poi probabilmente è un primo/secondo esperimento in studio, gli elementi tipici di "ai uonnabi a fescion fotograferz" ci son tutti. ;) e ci sta anche, poi dopo si studia e si impara a metterci del proprio, e non solo di ciò che già si è visto mille volte..

si, infatti si tratta comunque di una persona che scatta relativamente da poco in studio.

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Doppio Beautydish, che dite?

http://www.vh-artist...portrait-i-1/14

Edit:

Anzi..

Uno su e un flash anulare sull'ottica.. che dite?

Modificato da MacLo

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Doppio Beautydish, che dite?

http://www.vh-artist...portrait-i-1/14

Edit:

Anzi..

Uno su e un flash anulare sull'ottica.. che dite?

martin schoeller è un maledetto genio, un tecnico incredibile, una persona che pare dotata di enorme umanità, e con abilità ritrattistiche davvero invidiabili. i suoi schemi di luce sono tutt'altro che banali, per fortuna ci sono alcuni video che svelano parte dei suoi trucchi. il più curioso è che usa un banco ottico 8x10".. chapeau.

ps: allievo della leibovitz, non proprio uno a caso. e si vede.

Modificato da steno12

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

parlando di leibovitz..

qualche tempo fa ho visto sto libro..

lo consigliate?

http://www.amazon.it/Annie-Leibovitz-at-work/dp/0224087576/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1343120819&sr=8-1

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ti ringrazio per avermi ricordato che l'ho prestato ad un amico più di un anno fa!!! :ok:

comunque sì, ottimo libro.

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ti ringrazio per avermi ricordato che l'ho prestato ad un amico più di un anno fa!!! :ok:

comunque sì, ottimo libro.

:DD :DD

Modificato da MacLo

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora...

http://www.pierpaoloferrari.com/new/home.html

Parliamone un pò.. qui è un mortorio!

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora...

http://www.pierpaolo...m/new/home.html

Parliamone un pò.. qui è un mortorio!

il giudizio esterno, secondo me, in questo caso viene anche influenzato dal fatto che si tratta di volti noti

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi dice granchè. Sicuramente sulle luci ha tanto, ma tanto cammino ancora da compiere....

per questo dicevo che i volti noti potrebbero condizionare il giudizio.

personalmente ci sono delle immagini che non mi fanno impazzire

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ad arrivarci, ai volti noti.. non è affatto scontato...

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ad arrivarci, ai volti noti.. non è affatto scontato...

Sì, certo. Senza ombra di dubbio la strada se l'è tutta guadagnata, mi riferivo più che altro agli scatti in se.

Non so alcuni, come ho già detto, non mi dicono nulla di che. Voi che pensate ? Quali sono quelli, a vostro avviso, che comunicano di più ?

O.T - [ Apro e chiudo parentesi, questa estate andrò a Berlino e volevo sapere se qualcuno di voi aveva visitato " Museum fur Fotografie - Helmut Newton Stiftung / Sammlung ". Ne vale la pena ? ]

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:DD

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me sto ferrari garba assai. a proposito dei volti noti, li interpreta in maniere abbastanza inusali. e dando un occhio al suo portfolio advertising ci sono altri nomi grossi ed ottimo materiale.. avercene!!

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me non garba il sito in flash... :rolleyes::diavoletto:

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vabbé nemmeno la compressione delle immagini :D

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Usano ancora sto benedetto flash.. che rallenta tutto.. bà!

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pagina 51 del forti. L'esposimetro.

Fate bene attenzione a questo punto e non dimenticate mai che ogni esposimetro considera il tono dell'oggetto verso il quale è puntato, che sia giallo chiaro o scuro, azzurro cielo o mare, nero o bianco, come se fosse di tono medio, per cui offrirà una giusta indicazione solo ed esclusivamente se il tono del soggetto è medio.

In poche parole se ho due porte rosse della stessa tonalità di cui una è più chiara ed una è più scura ( in termini di luminanza, ma la tonalità è la stessa ), l'esposimetro mi darà due esposizione diverse affinchè io ottenga un rosso di quella tonalità mediamente bilanciato ?

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, lui leggerà i rossi delle due rose non considerandone il colore, ma considerando la luce riflessa dall'oggetto in termini di toni di grigio.

se tu prendi un bersaglio fotografico, tipo quelli a tre fasce bianco - grigio - nero, e lo ilumini in maniera uniforme, l'esposimetro della macchina interpreterà la riflessione di ciascun settore come grigio 18%, motivo per cui se esponi per la fascia grigia avrai il 18% per davvero, con un bianco correttamente bianco [2+1/3 stop in più del grigio, se la memoria mi assiste] ed un nero correttamente nero [1+2/3 stop in meno]. se esponi per il bianco, l'immagine sarà sottoesposta di 2 stop e 1/3, mentre sarà sovraesposta di 1 stop e 2/3 esponendo per il nero. questo devi fare. quando vuoi leggere l'illuminazione di una scena, devi sapere dove puntare l'esposimetro. prendi il caso di una coppia di sposi, esponendo per l'abito di lei otterrai un'immagine molto scura, esponendo per lui l'immagine sarà bruciata. ma se esponi per i loro volti, a meno che siano neri, l'immagine sarà correttamente esposta al 90%l..

in questi giorni sto facendo questo reportage e sto lvorando esclusivamente con luce disponibile, niente flash o artifici miei di alcun genere. solo quello che trovo. ed è una cosa che non facevo da un sacco di tempo, è divertente come esercizio. era un po' che ne avevo bisogno. comunque, alla fine si prende l'automatismo per cui leggendo le aree più prossime all'ideale di 18%, si ottengono esposizioni consistenti e abbastanza precise. male che vada cerco di sovraesporre, ecco una cosa di cui mi sono accorto è che vado facilmente a cercarmi il bianco per fare l'esposizione, lo trovo un metodo affidabile. ma subito dopo guardo i toni medi.

fooooorse domani riesco a mettere sulla pagina fb della manifestazione le foto fatte nei giorni scorsi, così poi potrò mostrarne qualcuna anche qui.. ;)

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, lui leggerà i rossi delle due rose non considerandone il colore, ma considerando la luce riflessa dall'oggetto in termini di toni di grigio.

se tu prendi un bersaglio fotografico, tipo quelli a tre fasce bianco - grigio - nero, e lo ilumini in maniera uniforme, l'esposimetro della macchina interpreterà la riflessione di ciascun settore come grigio 18%, motivo per cui se esponi per la fascia grigia avrai il 18% per davvero, con un bianco correttamente bianco [2+1/3 stop in più del grigio, se la memoria mi assiste] ed un nero correttamente nero [1+2/3 stop in meno]. se esponi per il bianco, l'immagine sarà sottoesposta di 2 stop e 1/3, mentre sarà sovraesposta di 1 stop e 2/3 esponendo per il nero. questo devi fare. quando vuoi leggere l'illuminazione di una scena, devi sapere dove puntare l'esposimetro. prendi il caso di una coppia di sposi, esponendo per l'abito di lei otterrai un'immagine molto scura, esponendo per lui l'immagine sarà bruciata. ma se esponi per i loro volti, a meno che siano neri, l'immagine sarà correttamente esposta al 90%l..

in questi giorni sto facendo questo reportage e sto lvorando esclusivamente con luce disponibile, niente flash o artifici miei di alcun genere. solo quello che trovo. ed è una cosa che non facevo da un sacco di tempo, è divertente come esercizio. era un po' che ne avevo bisogno. comunque, alla fine si prende l'automatismo per cui leggendo le aree più prossime all'ideale di 18%, si ottengono esposizioni consistenti e abbastanza precise. male che vada cerco di sovraesporre, ecco una cosa di cui mi sono accorto è che vado facilmente a cercarmi il bianco per fare l'esposizione, lo trovo un metodo affidabile. ma subito dopo guardo i toni medi.

fooooorse domani riesco a mettere sulla pagina fb della manifestazione le foto fatte nei giorni scorsi, così poi potrò mostrarne qualcuna anche qui.. ;)

Ok, grazie. E' più chiaro, hai fatto lo stesso esempio dei cappelli che sta sul libro. Quindi, in teoria, munirsi di cartoncino grigio 18% non è assolutamente una cosa inutile.... basterebbe metterlo sulla scena, esporre e levare. ( sempre se si ha il tempo di farlo ). Ovviamente poi eventuali correzioni in post produzione, ma diciamo che l'immagine di partenza a livello teorico dovrebbe poter essere esposta correttamente per tutti, o quasi, gli elementi presenti nel fotogramma.

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mah io non sento la necessità del cartoncino grigio... in realtà l'ho usato e l'ho trovato poco pratico, con l'esperienza si allena l'occhio a cercare il valore "corretto" da leggere, o almeno quello che ci interessa esporre. il grigio neutro aiuta per il WB assolutamente, ma anche lì a meno di situazioni speciali, si trova sempre qualcosa di bianco da utilizzare come punto neutro.. ;)

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oddio.. il bianco non sempre lo trovo.. o magari lo trovo in post..

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo