Vai al contenuto

Dark Mode

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS







Recommended Posts

A chiunque, principiante del ritratto in studio come me, voglia praticare qualche schema luce, consiglio un'occhiata questo software: https://www.elixxier.com/en/products/setalight3d.php

 

Ha comandi molto basilari, da versione beta quasi, e va da sé non è perfetto nella simulazione dei vari modificatori (ma occhi più esperti del mio possono giudicarlo meglio), ma si presta alla pratica dei concetti base, nonché alla fotografia da salotto, oltre il digitale e verso il virtuale.

 

E infine per due serate confesso di essermici divertito.  :ok:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 40,4k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

  • steno12

    6229

  • Xero

    2862

  • MacLo

    1938

  • passwordlost

    1881

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma cosa vuoi capirne te! Hanno eliminato i thread in evidenza perché appesantivano il forum ed ora stressano i server inviando centinaia di email per ogni post inserito: furbi si nasce, Admin si dive

Boni!! 

simpatico!

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì può essere interessante. ma vi garantisco che se chiedete a qualche amica/o di posare per voi e giocate con le luci che avete in casa, potrete divertirvi di più. :)

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì può essere interessante. ma vi garantisco che se chiedete a qualche amica/o di posare per voi e giocate con le luci che avete in casa, potrete divertirvi di più. :)

 

Effettivamente,

MacBook pro non unibody 2.4 ghz iPod Touch 4° IPhone 4s MacBook pro 13" 2011

my Flickr

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente più costruttivo farlo in prima persona.. 

Magari l'utilità è il salvarsi il setup delle luci...

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Più che d'accordo, infatti il fine principale è proprio didattico.

Può essere utile magari per chi è meno propenso a lanciarsi, un placebo per chi non vuol parlare una lingua straniera finché non la controlla a perfezione - e senza pratica non la controllerà mai.

 

Senza l'interazione non vi è ritratto, ed il software ti lascia proprio sull'essenza: niente simula lo sguardo e la presenza del fotografo, né il legame che si crea con il soggetto.

 

Colgo lo spunto per proporre anche un libro, che forse in molti avrete già letto: "Train your gaze" di Roswell Angier, che più che una linea di pensiero rigida lascia con svariate idee da prendere criticamente, proponendo anche esercizi reali, concreti, per sviluppare sguardo ed empatia.

:rolleyes:  
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MOLTO interessante. :)

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Esteticamente splendido. In prima battuta è straniante vedere pose tipiche della comunicazione più raffinata, glam a volte, con tribù allo stato primitivo. Ed il valore per me sta proprio nella combinazione estetica tra l'immagine umana più varia e la natura in cui si è integrata, tenendosi ad un legame ancora stretto e diretto. Tecnica ossessivamente ricercata, dettagli magnifici. 

Certamente non è una ricerca antropologica, né foto-giornalistica, ma significativa nella sua forma. Coinvolgente anche il sito.

 

Grazie per la segnalazione!  :ciao:

 

Poche sera fa mi sono perso in Samsara (sito), per certi versi me l'ha ricordato.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì anch'io ho apprezzato il taglio fortemente commerciale di questi ritratti. in realtà ciò che sorprende è l'estrema dignità che trasmettono, non c'è giudizio ma solo una ricerca estetica estrema eppur così poco palese. l'immagine più sorprendente a mio gusto è quella dei vanuatu. ne vorrei una stampa gigantesca. ed è un sollievo vedere che esistono queste immagini, l'altro giorno gironzolando per behance mi sono imbattuto nell'ennesimo progetto fotografico di tribù africane copiato paro paro da quello di joey lawrence e mi è salito il crimine.

 

vabbé. 

nei giorni scorsi ho fatto un po' di cose e visto un po' di gente [uno spot aziendale e tre videoclip in presa diretta in un mega studio di registrazione], della serie che il risultato finale è stato passare la domenica a dormire tipo 16 ore in più riprese interrotte dai pasti e da necessità fisiologiche varie. 

un paio di foto di backstage:

 

51566bfa46cb11e3be1e22000aaa041f_8.jpg

 

ca07d710479c11e3991022000aeb3e94_8.jpg

 

questa va spiegata un minimo, ho potuto ingaggiare il fido ElTorres ad assistermi, di cui sono orgoglioso assai visto che è sempre successo il contrario, e gli ho fatto fare un'accensione in sequenza di 3 kinoflo, di cui i ballast nella foto, per simulare i neon che si accendono nell'ufficio in cui stavamo lavorando. e siamo andati avanti mezz'ora a cercare di sincronizzare tutto per benino [un dito che preme l'interruttore a muro, le 3 lampade qui sopra, e un'altra a illuminare la mano], alla mia ennesima richiesta di modificare la sequenza se ne esce con un sardonico «faccio qualcosa più tipo bach?», visto che stava maneggiando i 6 pulsanti d'accensione come un bravo pianista. :ghghgh:

 

e5558caa492d11e3be4112cd881a590b_8.jpg

 

questi sono i kinoflo nella sala di registrazione, e questo sotto è più o meno il setup allestito, nell'inquadratura ne mancano un paio sulla destra.

bdc92e4e496e11e38a160ac87379a258_8.jpg

 

 

settimana scorsa durante un altro lavoro mi son trovato ad osservare questi ragazzini, ce n'erano una dozzina in gruppo, e a parte uno che mangia, sulla dx, ed un'altra totalmente ignorata sulla sx, gli altri hanno tutti il telefonino in mano. 

 

decc98aa441011e3b21822000aaa102f_8.jpg

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la condizione sociale oggi, ci si interfaccia molto con uno schermo, molto poco con gli occhi

MacBook pro non unibody 2.4 ghz iPod Touch 4° IPhone 4s MacBook pro 13" 2011

my Flickr

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la condizione sociale oggi, ci si interfaccia molto con uno schermo, molto poco con gli occhi

 

parando con amici esprimevo la mia condizione attuale, ovvero mi sento affetto da balbuzie, ed altri hanno confermato tale cosa. in comune abbiamo le ennemila ore al giorno passate a scrivere mail e a comunicare attraverso il testo più che il verbo. capita anche a voi di trovarvi a non riuscire a parlare più molto bene?

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io cerco tantissimo il contatto "verbale" con le persone, ovunque, sul treno, autobus, bar, libreria ecc ecc

 

quindi per questo punto di vista ho pochi problemi, a parte il fatto che mi mangio le parole perché mentre dico una cosa ne penso già un'altra :D

MacBook pro non unibody 2.4 ghz iPod Touch 4° IPhone 4s MacBook pro 13" 2011

my Flickr

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io cerco tantissimo il contatto "verbale" con le persone, ovunque, sul treno, autobus, bar, libreria ecc ecc

 

quindi per questo punto di vista ho pochi problemi, a parte il fatto che mi mangio le parole perché mentre dico una cosa ne penso già un'altra :D

 

esattamente la mia condizione, mi mangio le parole, interrompo i concetti a metà, mi incanto sulle sillabe. non è balbuzie vera e propria, mi sembra sempre che la parola [o i muscoli coinvolti nel parlare] sia troppo lenta rispetto al pensiero e non riesco ad esprimermi in maniera chiara, cosa che mi sta capitando sempre più sovente. ed anch'io cerco sempre di parlare con tutti, è una cosa che sto riscoprendo dopo una serie di anni abbastanza bui ed introversi, e mi piace assai. :)

«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e mi sa che siamo tutti sulla stessa barca!!! :D

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esattamente la mia condizione, mi mangio le parole, interrompo i concetti a metà, mi incanto sulle sillabe. non è balbuzie vera e propria, mi sembra sempre che la parola [o i muscoli coinvolti nel parlare] sia troppo lenta rispetto al pensiero e non riesco ad esprimermi in maniera chiara, cosa che mi sta capitando sempre più sovente. ed anch'io cerco sempre di parlare con tutti, è una cosa che sto riscoprendo dopo una serie di anni abbastanza bui ed introversi, e mi piace assai. :)

fai meno gite a bruxelles.... :ghghgh:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo