Vai al contenuto





Minerva

Un po' di poesia

Recommended Posts

...che bello....qui allo studio di registrazione c'è il WiFi....eheheeh!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


In sostanza dipingi la deriva di un manifestante in buona fede. Sempre più "fuori strada", ideologicamente smarrito, fraintendente verso "il diverso" perché accecato dal flusso e da assolutistiche convinzioni.

Accidenti, lo sai quant'è reale quest'immagine?

Non a caso, alla fine del componimento, i risultati parlano da soli: il frutto del "suo" ideale è un lutto.

Complimenti, mi piace :ghghgh:

PWL è DAVVERO bravo! Non c'è dubbio!

(a PWL: va bene...non mi distrarrò...!)


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nella cala tranquilla

scintilla,

intesto di scaglia

come l'antica

lorica

del catafratto,

il Mare.

Sembra trascolorare.

S'argenta? S'oscura?

A un tratto

come colpo dismaglia

l'arme, la forza

del vento l'intacca.

Non dura.

Nasce l'onda fiacca,

sùbito s'ammorza.

Il vento rinforza.

Altra onda nasce,

si perde,

come agnello che pasce

pel verde:

un fiocco di spuma

che balza!

Ma il vento riviene,

rincalza, ridonda.

Altra onda s'alza,

nel suo nascimento

più lene

che ventre virginale!

Palpita, sale,

si gonfia, s'incurva,

s'alluma, propende.

Il dorso ampio splende

come cristallo;

la cima leggiera

s'arruffa

come criniera

nivea di cavallo.

Il vento la scavezza.

L'onda si spezza,

precipita nel cavo

del solco sonora;

spumeggia, biancheggia,

s'infiora, odora,

travolge la cuora,

trae l'alga e l'ulva;

s'allunga,

rotola, galoppa;

intoppa

in altra cui 'l vento

diè tempra diversa;

l'avversa,

l'assalta, la sormonta,

vi si mesce, s'accresce.

Di spruzzi, di sprazzi,

di fiocchi, d'iridi

ferve nella risacca;

par che di crisopazzi

scintilli

e di berilli

viridi a sacca.

O sua favella!

Sciacqua, sciaborda,

scroscia, schiocca, schianta,

romba, ride, canta,

accorda, discorda,

tutte accoglie e fonde

le dissonanze acute

nelle sue volute

profonde,

libera e bella,

numerosa e folle,

possente e molle,

creatura viva

che gode

del suo mistero

fugace.

E per la riva l'ode

la sua sorella scalza

dal passo leggero

e dalle gambe lisce,

Aretusa rapace

che rapisce la frutta

ond'ha colmo suo grembo.

Sùbito le balza

il cor, le raggia

il viso d'oro.

Lascia ella il lembo,

s'inclina

al richiamo canoro;

e la selvaggia

rapina,

l'acerbo suo tesoro

oblìa nella melode.

E anch'ella si gode

come l'onda, l'asciutta

fura, quasi che tutta

la freschezza marina

a nembo

entro le giunga!

Musa, cantai la lode

della mia Strofe Lunga.

Non bella...splendida...che sogno....questo thread sta diventando una medicina per l'anima...nel senso più laico del termine...


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Antico, sono ubriacato dalla voce

ch'esce dalle tue bocche quando si schiudono

come verdi campane e si ributtano

indietro e si disciolgono.

La casa delle mie estati lontane,

t'era accanto, lo sai,

là nel paese dove il sole cuoce

e annuvolano l'aria le zanzare.

Come allora oggi in tua presenza impietro,

mare, ma non più degno

mi credo del solenne ammonimento

del tuo respiro. Tu m'hai detto primo

che il piccino fermento

del mio cuore non era che un momento

del tuo; che mi era in fondo

la tua legge rischiosa: esser vasto e diverso

e insieme fisso:

e svuotarmi così d'ogni lordura

come tu fai che sbatti sulle sponde

tra sugheri alghe asterie

le inutili macerie del tuo abisso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se a mi che t’amo tanto doni morte,

a cui non t’ama che pena darai?

Se a me che son liale fai gran torto,

li traditori come trattarai?

Se mi, che per te piango, non conforti,

de chi ride di te che ne farai?

Ma d’una cossa, donna, i’ me conforto:

che qualche tempo me cognoscerai!

(mattinata vuota...sono allo studio di registrazione, ma non tocca a me...per ora...ehehehe!)

:rolleyes:


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa non è una poesia, ma ci tengo a ringraziare tutti per la partecipazione al thread poetico!

Un grazie particolare soprattutto a macgiov, Berterius e passwordlost!

Avanti così....un abbraccio a tutti!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se a mi che t’amo tanto doni morte,

a cui non t’ama che pena darai?

Se a me che son liale fai gran torto,

li traditori come trattarai?

Se mi, che per te piango, non conforti,

de chi ride di te che ne farai?

Ma d’una cossa, donna, i’ me conforto:

che qualche tempo me cognoscerai!

è molto bella comunque! è anonima...dove l'ho letta? Complimenti per i tuoi contributi e per il tuo sito. è bellissimo (scusa la minuscola, ma odio scrivere "E'").

Posto il testo di una canzone che oggi sto ascoltando in loop:

Passaggi indispensabili su di me

segnano lentamente

per inventare il tempo che scivola

dentro le mie stagioni.

Vidi cose bellissime anima

non ho dimenticato

quadri di mare e luce

e semplici voli di angeli

Ripetendo mille volte perdita di se

ossessioni nell’assenza impossibile

Portami con te anni luce lontano via da qui

s’aprono mille possibilità

per questa nostalgia

Tanto tempo fa in compagnia di altri esseri

ci guardavamo insieme crescere

come spicchi di luna..

Passaggi indispensabili su di me

segnano lentamente con le radici al cielo

inquieto sta sopra le mie ragioni.

Ripetendo mille volte perdita di se

ossessioni di un’assenza troppo fragile

Portami con te anni luce lontano via da qui

s’aprono mille possibilità

per questa nostalgia

Tanto tempo fa in compagnia di altri esseri

ci guardavamo insieme crescere

come spicchi di luna..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche bel testo da Musicals:

Da "West Side Story" Lyric by S.J. Sondheim, Music by L. Bernstein

SOMEWHERE

There's a place for us,

Somewhere a place for us.

Peace and quiet and open air

Wait for us

Somewhere...

There's a time for us,

Some day a time for us,

Time together with time spare,

Time to learn, time to care,

Some day!

Somewhere.

We'll find a new way of living,

We'll find a way of forgiving

Somewhere...

There's a place for us,

A time and place for us.

Hold my hand and we're halfway there.

Hold my hand and I'll take you there

Somehow,

Some day,

Somewhere!

Da "The Phantom of the Opera"

Lyric by C. Hart & R. Stilgoe

Music by A. Lloyd Webber

ALL I ASK OF YOU

"No more talk of darkness,

Forget these wide-eyed fears:

I'm here, nothing can harm you,

my words will warm and calm you.

Let me be your freedom,

let daylight dry your tears:

I'm here, with you, beside you,

to guard you and to guide you".

"Say you love me every waking moment,

turn my head with talk of summertime.

Say you need me with you now and always;

promise me that all you say is true,

that's all I ask of you".

"Let me be your shelter,

let me be your light;

You're safe, no one will find you,

your fears are far behind you".

"All I want is freedom,

a world with no more night;

and you, always beside me,

to hold me and to hide me".

"Then say you'll share with me

one love, one lifetime;

let me lead you from your solitude.

Say you need me with you, here beside you,

anywhere you go, let me go too.

Christine, that's all I ask of you".

"Say you'll share with me one love, one lifetime;

say the word and I will follow you.

Share each day with me,

each night, each morning.

Say you love me!".

"You know I do".

"Love me, that's all I ask of you.

Anywhere you go, let me go too;

Love me, that's all I ask of you".

WISHING YOU WERE SOMEHOW HERE AGAIN

"You were once my one companion,

you were all that mattered.

You were once a friend and father,

then my world was shattered.

Wishing you were somehow here again,

wishing you were somehow near;

Sometimes it seemed if I just dreamed,

somehow you would be here.

Wishing I could hear your voice again,

knowing that I never would,

dreaming of you won't help me to do

all that you dreamed I could.

Passing bells and sculpted angels,

cold and monumental,

seem for you the wrong companions;

you were warm and gentle.

Too many years, fighting back tears,

Why can't the past just die?

Wishing you were somehow here again,

knowing we must say goodbye.

Try to forgive, teach me to live,

give me the strength to try.

No more memories, no more silent tears,

No more gazing across the wasted years.

Help me say goodbye.

Help me say goodbye!"


"In this place where time stands still it seems like everything is moving"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Well the smart moneys on harlow and the moon is in the street

And the shadow boys are breaking all the laws

And youre east of east saint louis and the wind is making speeches

And the rain sounds like a round of applause

And napoleon is weeping in a carnival saloon

His invisible fiancees in the mirror

And the band is going home, its raining hammers, its raining nails

And its true theres nothing left for him down here

And its time time time, and its time time time

And its time time time that you love

And its time time time

And they all pretend theyre orphans and their memorys like a train

You can see it getting smaller as it pulls away

And the things you cant remember tell the things you cant forget

That history puts a saint in every dream

Well she said shed stick around until the bandages came off

But these mamas boys just dont know when to quit

And mathilda asks the sailors are those dreams or are those prayers?

So close your eyes, son, and this wont hurt a bit

Oh its time time time, and its time time time

And its time time time that you love

And its time time time

Well things are pretty lousy for a calendar girl

The boys just dive right off the cars and splash into the street

And when theyre on a roll she pulls a razor from her boot

And a thousand pigeons fall around her feet

So put a candle in the window and a kiss upon his lips

As the dish outside the window fills with rain

Just like a stranger with the weeds in your heart

And pay the fiddler off til I come back again

Oh its time time time, and its time time time

And its time time time that you love

And its time time time

And its time time time, and its time time time

And its time time time that you love

And its time time time

Tom Waits....che poeta, pure lui...


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solo un medico mi ha tolto la vita

un corpo fra i tanti da regalare alla scienza

per errori fatali che dicono umani,

che non lasciano segno, non lascian dolore,

ma che troppo spesso fermano il cuore.

Fui un uomo dedito a giocare col sole

a cercare di capire ogni stagione,

ma l'umano errore non l'ho mai capito,

perché mi ha fatto ricongiungere con Dio,

perché mi ha fatto ricongiungere con Dio,

Ma guardate quel medico operare,

guardando il sorriso sul suo volto feroce

soltanto la gioia che prova nel guarire

possono giustificare così tanto ardore,

possono giustificare così tanto ardore.

Medici buoni li si deve pagare,

ma l'assicurazione non ne vuole sapere

per questo mi sono dovuto accontentare

d'un medico di provincia forse troppo giovane,

fresco di laurea ma senza valore.

Guardate l'insicurezza sul suo volto sbarbato,

guardate come tiene quel bisturi in mano,

soltanto un incisione mi doveva fare

e l 'appendice dove sparire,

ma un arteria per sbaglio recise.

Fui un paziente che si fidò della scienza,

ecco quale è stata la sua riconoscenza.

Dall'alto dei cieli vedo passeggiare

chirurghi, medici e qualche imbroglione,

lasciateli stare tanto prima o poi si muore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avevo una passione per la musica

di ruggine

nerastra tinta a caldo di caligine

metropoli

le tentazioni andavano e venivano

cosa farò di me?

guidavo nella notte ferma immobile

friabile

venivo da una valle dove annuvola

nell'umido

sentivo sulle spalle un bel solletico

tu cosa vuoi da me?

lasciando alla mia infanzia

ogni ingenuità sensibile

l'amore è uno stregone un fuoco

isterico magnifico

carezza di una mano che semplifica

cosa sarà di me?

l'abbraccio adulto in un silenzio

scenico visibile

l'incendio è la stagione

delle tenebre bellissime

avevi fatto in aria un incantesimo

tu cosa sei per me...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wow, ughetta....anche tu non scherzi per nulla!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è paolo conte che non scherza!

e con questa scendiamo di tono:

Typiquement ça monte à minuit, oui

entre mobililer d’antan et chaises cassées, oui

La Java, la Java, la Java...

Pour les touristes ça c’est à regarder, oui

les indigènes ça les fait méditer, oui,

La Java, la Java, la Java...

Les lieux sont vieux et tous abandonnés, oui

des figues sèches et des sacs déroulés, oui,

La Java, la Java, la Java...

La Java alors ici commence bientôt, oui

Parce que dans l’âme il fait sombre très tôt, oui

La Java, la Java, la Java…

Commence exactement quand le feu dit, oui

La putain fait l’mannequin, c’est drôle, pus mal, oui

La Java, la Java, la Java...

Et rancement joue dans le grand mystére, oui

La diablerie de l’habillement austère, oui

La Java, la Java, la Java...

Papé Satan, Papé Satan Aleppe

pan et salam, pan et salam a fette

La Java, la Java, la Java...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io t'odio?! . . . Non t'amo più, vedi,

non t'amo . . . Ricordi quel giorno ?

Lontano portavano i piedi

un cuor che pensava al ritorno.

E dunque tornai . . . tu non c'eri.

Per casa era un'eco dell'ieri,

d'un lungo promettere. E meco

di te portai sola quell'eco:

PER SEMPRE !

Non t'odio. Ma l'eco sommessa

di quella infinita promessa

vien meco, e mi batte nel cuore

col palpito trito dell'ore;

mi strilla nel cuore col grido

d'implume caduto dal nido:

PER SEMPRE!

Non t'amo. Io guardai, col sorriso,

nel fiore del molle tuo letto.

Ha tutti i tuoi occhi, ma il viso

non tuo. E baciai quel visetto

straniero, senz'urto alle vene.

Le dissi: «E a me, mi vuoi bene?»

«Sì, tanto!» E i tuoi occhi in me fisse.

«Per sempre?» le dissi. Mi disse:

PER SEMPRE!

Risposi: «Sei bimba e non sai

Per sempre che voglia dir mai!»

Rispose: «Non so che vuol dire?»

Per sempre vuol dire Morire. . .

sì: addormentarsi la sera:

restare così come s'era,

PER SEMPRE !


Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante!!!

Amo gli uomini che cadono, se non altro perché sono quelli che attraversano!

Il Blog di Bimbetta: elaborazione DSM V.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora Poliziano:

Fammi quanto dispetto far mi sai,

dammi quanto tu vuoi pena e tormento,

riditi del mio male e de' miei guai,

guastami ogni disegno, ogni contento,

mostramiti nimica come fai,

tienmi sempre in sospetto, in briga e stento:

e' non potrà però mai fare el cielo

ch'io non ti onori e ami di buon zelo.


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gloria del disteso mezzogiorno

quand'ombra non rendono gli alberi,

e piú e piú si mostrano d'attorno

per troppa luce, le parvenze, falbe.

Il sole, in alto, - e un secco greto.

Il mio giorno non è dunque passato:

l'ora piú bella è di là dal muretto

che rinchiude in un occaso scialbato.

L'arsura, in giro; un martin pescatore

volteggia s'una reliquia di vita.

La buona pioggia è di là dallo squallore,

ma in attendere è gioia piú compita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gloria del disteso mezzogiorno

quand'ombra non rendono gli alberi,

e piú e piú si mostrano d'attorno

per troppa luce, le parvenze, falbe.

Il sole, in alto, - e un secco greto.

Il mio giorno non è dunque passato:

l'ora piú bella è di là dal muretto

che rinchiude in un occaso scialbato.

L'arsura, in giro; un martin pescatore

volteggia s'una reliquia di vita.

La buona pioggia è di là dallo squallore,

ma in attendere è gioia piú compita.

buongiorno macgiov! :ghghgh:

caffè? tè? :ghghgh:


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buongiorno.......per il caffè ho già provveduto...grazie........tra poco barba e doccia.......

Buona messa in opera!

E buona giornata...tra poco comincio anche io: è il mio turno di registrazione!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa è dedicata alla mia città:

Velletri



Nella piazza gremita di vecchi dai nomi strambi

troppo impegnati a giocare a carte in ogni istante,

sentirai del mondo e della vita la giusta visione

fredda e crudele come quando cala l'asso di bastoni.

Ad ogni età l'infelicità è pronta a bussare

di generazione in generazione ha il suo da fare,

dove sono i tempi quando bastava per essere felici

un tozzo di pane e della famiglia i sorrisi?

Nei vicoli infestati da scritte di vecchi amici,

di dediche appassite come d'inverno i fiordalisi,

troverai dell'amicizia la massima espressione

quando la terra di povere anime si prende il cuore.

Leggerai nomi seguiti da un “sempre presenteâ€

voti dimenticati da menti sin troppo indulgenti.

Dov'è la lealtà caduta nell'iniquità di quelle promesse?

E' nei cimiteri in compagnia dei fiori secchi.

Vecchio guidatore di corriera cosa hai da lamentarti?

forse il comune non ti passa lo stipendio per sfamarti?

Forse te lo hanno mangiato per costruire un ponte

buono a collegare di campi abbandonati le sponde.

Tu ritroverai ogni volta che torni nella tua casa

i volti dei tuoi figli, di tua moglie di denaro affamata,

questa è la realtà chiamata avidità delle donne

utili solo a farti passare dell'amore le voglie.

Nel comune simbolo di questa borghesia

che canta del potere l'oramai infranta poesia

troverai le facce di quei quattro politici

buoni solo a strappare voti con promesse imprecise.

Sentirai allora le proteste e i lamenti

di chi è stato preso dalle elezioni per i fondelli.

Questa è la verità chiamata società del potere

che quando ti fa le promesse non credere mai che siano vere.

A quel testimone di Geova che racconta di porta in porta

ormai abituato a sentirsi sempre “Sarà per un altra voltaâ€

troverai della religione l'oramai abituale illusione

che il paradiso spetta solamente ai più buoni.

Tu li guarderai e giudicherai i loro lamenti

con lo sguardo di chi capisce i loro veri intenti,

questa è realtà chiamata furbizia della religione

che nasconde dietro i santi una vera e propria prigione.

non riesco a tovare un finale però;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma che meraviglia! Tu fai con calma, per il finale....noi aspettiamo, certi del risultato eccellente!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel l'occhio tuo profondo

io leggo il mio destin;

tutti i tesor del mondo

ha il tuo labbro divin!


Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante!!!

Amo gli uomini che cadono, se non altro perché sono quelli che attraversano!

Il Blog di Bimbetta: elaborazione DSM V.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Più che mai, o sospiri fieri, mi stringete l'alma e'l core

El mio primo et antiquo amore mi rinnova i miei pensieri

Più che mai o sospiri fieri mi stringete l'alma e'l core


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena finita di scrivere!

L'ipocrisia

Ditemi cosa si prova a sprecare una vita,



me lo rivelan i volti insabbiati della gente

dinanzi al mio scopo forse troppo intraprendente

quello di capire cosa fosse l'ipocrisia,

che cos'è la verità, che cos'è la bugia?

Agli albori del mio mondo, all'inizio delle illusioni

sorprendermi a spirare dietro i volti delle persone

cercando un segno che andasse ben al di là

d'una maschera, una posa, per celare la realtà,

un segno che svelasse dell'uomo la vera viltà.

E fu nei giorni sprecati in questa mia ambizione

che senza colpa mi trovai stroncato da un tumore,

e l'ipocrisia la vidi al mio capezzale

nella gente colma di pianto per la mia sorte, per il mio male

mentre la vita mi sfuggiva dalle mani.

E mentre il mondo perdeva i suoi dolci colori

solo allora capii quale fosse la soluzione.

Ah! Quale ingiustizia è questa vita!

Solo ora so che è lei la vera ipocrisia!

Ora so cos'è la verità, che cos'è la bugia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PWL...tra qualche anno questo post varrà un sacco di soldi....le tue prime poesie, in anteprima mondiale....!

Belle, bellissime! Avanti così!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PWL...tra qualche anno questo post varrà un sacco di soldi....le tue prime poesie, in anteprima mondiale....!

Belle, bellissime! Avanti così!

:ghghgh::oops:

grazie mille, magari fosse così :bottom:

comunque il ritmo è ispirata alla canzone "Un giudice" di de andré:whip:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RIMINI

Teresa ha gli occhi secchi, guarda verso il mare

per lei figlia di pirati penso che sia normale

Teresa parla poco, ha labbra screpolate

mi indica un amore perso a Rimini d'estate

Lei dice bruciato in piazza dalla Santa Inquisizione

forse perduto a Cuba nella rivoluzione

o nel porto di New York nella caccia alle streghe

oppure in nessun posto ma nessuno le crede

Rimini

E Colombo la chiama dalla sua portantina

lei gli toglie le manette ai polsi, gli rimbocca le lenzuola

"Per un triste re cattolico - le dice - hanno inventato un regno

e lui lo ha macellato su una croce di legno

E due errori ho commesso, due errori di saggezza

abortire l'America e poi guardarla con dolcezza

ma voi che siete uomini sotto il vento e le vele

non regalate terre promesse a chi non le mantiene

Rimini

Ora Teresa Ë all'Harry's Bar, guarda verso il mare

per lei figlia di droghieri penso che sia normale

porta una lametta al collo Ë vecchia di cent'anni

di lei ho saputo poco ma sembra non inganni

"E un errore ho commesso - dice - un errore di saggezza:

abortire il figlio del bagnino e poi guardarlo con dolcezza

ma voi che siete a Rimini tra i gelati e le bandiere

non fate pi? scommesse sulla figlia del droghiere".

Rimini


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo