Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Un po' di poesia


Recommended Posts

Era in seconda pagina...ma dove sono i miei valorosi cavalieri? :fiorellino:

Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 730
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Stelle.

Granelli di polvere.

Occhi di Dio.

Ed io che guardo fermo.

Con la mente ferma.

Con un brivido sottile che conosco

e non so capire.

E come sempre mi chiedo

e mi chiedo ancora

e cerco la risposta in quella luce muta

che non risponde mai.

E non ho altre mani che le mie

altra mente che la mia

non ho altro cuore

se non il mio Eppure

a volte sento

Per rari istanti... interminabili

Che non sono solo

Ma è solo un attimo e poi

l'infinito m'invade

e torno polvere

forse una stella

una pallida stella

che vive di cielo

e muore di terra.

Il diavolo vuole rivendermi la mia anima

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prepotente la sveglia risolve tutti i sogni

quinto giorno d'estate accettato come gli altri

esco dalla semioscura stanza

apro solo una finestra

entro nei vestiti e torno sui miei passi per un bacio a chi

dorme ancora.

Cara piccola ragazza che mai ti svegli presto

alla mia colazione per strada penserò

io t'ho scelta per amore un giorno

ti dissi "Siamo un altro mondo

quindi non ti chiedo niente mi va bene ciò che fai

e non fai".

Un istante e affondo dentro la città

i miei passi ormai sanno dove si va

vado a rendermi utile a chi nemmeno so chi è.

Dentro grandi stanze illuminate io

fino a questa sera mi rinchiuderò

ma la mente segnala un pensiero certo insolito.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Stelle.

Granelli di polvere.

Occhi di Dio.

Ed io che guardo fermo.

Con la mente ferma.

Con un brivido sottile che conosco

e non so capire.

E come sempre mi chiedo

e mi chiedo ancora

e cerco la risposta in quella luce muta

che non risponde mai.

E non ho altre mani che le mie

altra mente che la mia

non ho altro cuore

se non il mio Eppure

a volte sento

Per rari istanti... interminabili

Che non sono solo

Ma è solo un attimo e poi

l'infinito m'invade

e torno polvere

forse una stella

una pallida stella

che vive di cielo

e muore di terra.

...di chi è?

Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stelle.

Granelli di polvere.

Occhi di Dio.

Ed io che guardo fermo.

Con la mente ferma.

Con un brivido sottile che conosco

e non so capire.

E come sempre mi chiedo

e mi chiedo ancora

e cerco la risposta in quella luce muta 1)

che non risponde mai.

E non ho altre mani che le mie

altra mente che la mia

non ho altro cuore

se non il mio Eppure

a volte sento

Per rari istanti... interminabili 2)

Che non sono solo

Ma è solo un attimo e poi

l'infinito m'invade

e torno polvere

forse una stella

una pallida stella

che vive di cielo

e muore di terra.

1) sinestesia

2) ossimoro

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sì.. di qualche anno fa.. :ciao:

bè...tutti i miei complimenti...bella bella!

ancora?

Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
si....finisco di ascoltare Amanda dei Boston.....e poi attuo il proposito....

Era una previsione-poetica!

Buon ascolto e sogni d'oro...mancherai e sarà una lunga notte...

Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hycarus...quando ce vo', ce vo'! Ancora complimenti...

:ciao:

Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bob Dylan - Desolation Row

Sì, ieri mi è arrivata la tua lettera

In cui mi parlavi di quella volta in cui si ruppe la maniglia della porta

Quando mi chiedesti come stavo

Era forse una battuta?

Tutte queste persone che menzioni

Sì, le conosco, gente anonima

M'è toccato rimettere a posto le loro facce

E dare a ciascuna un altro nome

In questo momento non riesco a leggere molto bene

Non mandarmi più le tue lettere, no

Non finché le spedisci dal

Vicolo della desolazione

Yes, I received your letter yesterday

About the time the door knob broke

When you asked how I was doing

Was that some kind of joke?

All these people that you mention

Yes, I know them, they're quite lame

I had to rearrange their faces

And give them all another name

Right now I can't read too good

Don't send me no more letters no

Not unless you mail them from

Desolation Row

La tua lettera l'ho avuta proprio ieri

mi racconti tutto quel che fai

ma non essere ridicola

non chiedermi "come stai",

questa gente di cui mi vai parlando

è gente come tutti noi

non mi sembra che siano mostri

non mi sembra che siano eroi

e non mandarmi ancora tue notizie

nessuno ti risponderà

se insisti a spedirmi le tue lettere

da via della Povertà.

:ciao:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lampo che porta via, che strappa via la poesia.

Morte fredda e vera, temuta da una vita intera.

Vita che urla forte sovrasta anche la notte.

Pioggia tra le tegole come lacrime sincere,

Gocce dimenticate che si perdono tra le strade.

Dolce tintinnio che porta solo all’addio.

Ma la risacca del mare non ne vuole sapere

Il forte tuonare del campanile delle chiese,

ti riporta a pensare a questa vita senza rifugiarsi dietro alle dita.

Notte senza luna, presagio di sventura

Velo di paura, velo nero come la pece scura.

Notte che aspetta bastarda maledetta.

Ma il lampo che abbaglia con triste meraviglia

Riporta un secondo alla gioia perduta

Ma poi si perde in un momento, il buio ripiomba insieme al tormento.

Vento che parla, freddo di saggezza

Tuono che risponde ogni sua virgola contesta.

E questo mormorare si perde oltre il mare.

E il piccolo porto affogato nell’onda

Cerca di tornare, di afferrare la sponda

E il suo affogare ricorda il movimento dell’uomo perso e del suo lamento.

Acqua che spazza via, ma non la malinconia.

Ruscelli di poesia trasportati in un'altra riva.

Rime dimenticate, parole per sempre lasciate.

Ma la goccia di pioggia così come il lamento

Il vento che parla ed il freddo silenzio

Non sono altro che scusa per un motivo

Il consolarsi del proprio destino

Ma quando l’alba illuminerà la notte

Vi sembreranno soltanto ricordi.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La tua lettera l'ho avuta proprio ieri

mi racconti tutto quel che fai

ma non essere ridicola

non chiedermi "come stai",

questa gente di cui mi vai parlando

è gente come tutti noi

non mi sembra che siano mostri

non mi sembra che siano eroi

e non mandarmi ancora tue notizie

nessuno ti risponderà

se insisti a spedirmi le tue lettere

da via della Povertà.

Bravo.

Mi sono limitato a tradurre, perché ho pensato che non tutti conoscono la lingua inglese, ma tu hai fatto di più.

Ci voglio provare anch'io:

La tua lettera l'ho avuta giusto ieri

Scrivi cose del passato ed i tuoi guai

Non so più chi tu ora sia, so chi tu eri

Sei ridicola se chiedi: "come stai?"

Quegli anonimi individui di cui parli

Sono facce che ho dimenticato ormai

La memoria consumata dai miei tarli

Le ha mischiate nell'abisso del più mai

Leggere ora è pena e mi stordisce

Le tue lettere mi portano afflizione

Non me ne mandare più, se le spedisci

Dal vicolo della desolazione

Forse essere vivi è proprio questo: andare alla ricerca degli istanti che muoiono.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quella che ho citato è la versione di De André di Desolation Row;)

magari fosse mia:ciao:

Il Salone di bellezza in fondo al vicolo

è affollatissimo di marinai

prova a chiedere a uno che ore sono

e ti risponderà "non l'ho saputo mai".

Le cartoline dell'impiccagione

sono in vendita a cento lire l'una

il commissario cieco dietro la stazione

per un indizio ti legge la sfortuna

e le forze dell'ordine irrequiete

cercano qualcosa che non va

mentre io e la mia signora ci affacciamo stasera

su via della Povertà.

Cenerentola sembra così facile

ogni volta che sorride ti cattura

ricorda proprio Bette Davis

con le mani appoggiate alla cintura.

Arriva Romeo trafelato

e le grida "il mio amore sei tu"

ma qualcuno gli dice di andar via

e di non riprovarci più

e l'unico suono che rimane

quando l'ambulanza se ne va

è Cenerentola che spazza la strada

in via della Povertà.

Mentre l'alba sta uccidendo la luna

e le stelle si son quasi nascoste

la signora che legge la fortuna

se n'è andata in compagnia dell'oste.

Ad eccezione di Abele e di Caino

tutti quanti sono andati a far l'amore

aspettando che venga la pioggia

ad annacquare la gioia ed il dolore

e il Buon Samaritano

sta affilando la sua pietà

se ne andrà al Carnevale stasera

in via della Povertà.

I tre Re Magi sono disperati

Gesù Bambino è diventato vecchio

e Mister Hyde piange sconcertato

vedendo Jeckyll che ride nello specchio.

Ofelia è dietro la finestra

mai nessuno le ha detto che è bella

a soli ventidue anni

è già una vecchia zitella

la sua morte sarà molto romantica

trasformandosi in oro se ne andrà

per adesso cammina avanti e indietro

in via della Povertà.

Einstein travestito da ubriacone

ha nascosto i suoi appunti in un baule

è passato di qui un'ora fa

diretto verso l'ultima Thule,

sembrava così timido e impaurito

quando ha chiesto di fermarsi un po' qui

ma poi ha cominciato a fumare

e a recitare l'A B C

ed a vederlo tu non lo diresti mai

ma era famoso qualche tempo fa

per suonare il violino elettrico

in via della Povertà.

Ci si prepara per la grande festa

c'è qualcuno che comincia ad aver sete

il fantasma dell'opera

si è vestito in abiti da prete

sta ingozzando a viva forza Casanova

per punirlo della sua sensualità

lo ucciderà parlandogli d'amore

dopo averlo avvelenato di pietà

e mentre il fantasma grida

tre ragazze si son spogliate già

Casanova sta per essere violentato

in via della Povertà.

E bravo Nettuno mattacchione

il Titanic sta affondando nell'aurora

nelle scialuppe i posti letto sono tutti occupati

e il capitano grida "ce ne stanno ancora",

e Ezra Pound e Thomas Eliot

fanno a pugni nella torre di comando

i suonatori di calipso ridono di loro

mentre il cielo si sta allontanando

e affacciati alle loro finestre nel mare

tutti pescano mimose e lillà

e nessuno deve più preoccuparsi

di via della Povertà.

A mezzanotte in punto i poliziotti

fanno il loro solito lavoro

metton le manette intorno ai polsi

a quelli che ne sanno più di loro,

i prigionieri vengon trascinati

su un calvario improvvisato lì vicino

e il caporale Adolfo li ha avvisati

che passeranno tutti dal camino

e il vento ride forte

e nessuno riuscirà a ingannare il suo destino

in via della Povertà.

La tua lettera l'ho avuta proprio ieri

mi racconti tutto quel che fai

ma non essere ridicola

non chiedermi "come stai",

questa gente di cui mi vai parlando

è gente come tutti noi

non mi sembra che siano mostri

non mi sembra che siano eroi

e non mandarmi ancora tue notizie

nessuno ti risponderà

se insisti a spedirmi le tue lettere

da via della Povertà.

Dall'album Canzoni :shock:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo