Vai al contenuto





giovipa

Il club del MacBook....

Recommended Posts



niente... mi godo gli ultimi giorni di vacanza... tra un po' rincomincia la scuola che palle...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niente... mi godo gli ultimi giorni di vacanza... tra un po' rincomincia la scuola che palle...

Io a scuola mi divertivo tantissimo, quando ne parlo la rimpiango sempre:cry:


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bah... il 4anno di liceo scientifico con indirizzo informatico non lo rimpiangerei per nulla...

ok l'ambiente e il contesto sociale diciamo che sono veramente fantastici... sono indimenticabili i momenti trascorsi la mattina presto fuori al parcheggio della scuola con gli amici...

ma le interrogazioni, valutazioni, prove scritte, prove a sorpresa, i secchioni, le gnocche non te la danno, solo le cozze ti vengono dietro, le giustificazioni false, le regole che i professori si inventano, ORA CI VOGLIONO METTERE PURE LE DIVISE!!!!!

ne farei volentieri a meno :ghghgh:


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fatti i compiti per le vacanze???! :haha:

C-O-M-P-I-T-I?

scusa ma non ti capisco parla italiano...:ghghgh:


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fatti i compiti per le vacanze???! :ghghgh:

la gioventù di oggi non ha i compiti delle vacanze... io fino a 2 anni fa li ho sempre fatti... :rofl:

servono sul serio a tenere in allenamento la poca materia grigia che abbiamo nel cranio... :)


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ORA CI VOGLIONO METTERE PURE LE DIVISE!!!!!

io non ci vedo nulla di male...

sicuramente non vedrai tutto quel grasso sbordare da pantaloni a vita bassa né tantomeno gente che si veste al buio... :rofl:

e poi dà un certo senso di appartenenza... :)


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gia' mi massacrano per 9 mesi l'anno...

anche d'estate? non esiste proprio..:rofl:

ci sono giornate nelle quali tra scuola e compiti studio 10 ore..

(e non sono uno di quelli che rimanda sempre all'ultimo momento)

abbiamo 10 materie differenti e ogni professore ci chiede di essere sempre preparati in modo eccellente...

"serve per il tuo futuro e blablabla" questa frase l'avro' sentita almeno 17'000 volte...

non metto in dubbio che senza titolo di studio al giorno d'oggi trovare lavoro sia una ardua impresa...

ma non mi venite a dire che cio' che mi servira' nella vita è il latino, sapere come risolvere una disequazione di secondo grado con un grafico, studiarmi tutte le teorie strampalate di questo mondo e quell'altro... oppure essere a conoscenza di quanti peli aveva nel c*lo fraccacchio da velletri!

l'unica cosa che mi servira' è quel maledetto pezzo di carta che mi verra' consegnato alla fine delle superiori e dell'universita'....

non c'è nessun'altro fine... ecco perche' oramai tutti si sono rotti di studiare...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io non ci vedo nulla di male...

sicuramente non vedrai tutto quel grasso sbordare da pantaloni a vita bassa né tantomeno gente che si veste al buio... :)

e poi dà un certo senso di appartenenza... :ghghgh:

EVVIVA! reprimiamo la nostra identita'!

(non me la sto prendendo con nessuno di voi sia ben chiaro!:rofl:)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gia' mi massacrano per 9 mesi l'anno...

anche d'estate? non esiste proprio..:rofl:

ci sono giornate nelle quali tra scuola e compiti studio 10 ore..

(e non sono uno di quelli che rimanda sempre all'ultimo momento)

abbiamo 10 materie differenti e ogni professore ci chiede di essere sempre preparati in modo eccellente...

"serve per il tuo futuro e blablabla" questa frase l'avro' sentita almeno 17'000 volte...

non metto in dubbio che senza titolo di studio al giorno d'oggi trovare lavoro sia una ardua impresa...

ma non mi venite a dire che cio' che mi servira' nella vita è il latino, sapere come risolvere una disequazione di secondo grado con un grafico, studiarmi tutte le teorie strampalate di questo mondo e quell'altro... oppure essere a conoscenza di quanti peli aveva nel c*lo fraccacchio da velletri!

l'unica cosa che mi servira' è quel maledetto pezzo di carta che mi verra' consegnato alla fine delle superiori e dell'universita'....

non c'è nessun'altro fine... ecco perche' oramai tutti si sono rotti di studiare...

Permettimi di non essere assolutamente in accordo con ciò che hai affermato :)


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Permettimi di non essere assolutamente in accordo con ciò che hai affermato :rofl:

certo! ma dimmi perche'!


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
certo! ma dimmi perche'!

Perchè penso che di tutto ciò che si studi solo una piccola percentuale è forse inutile, studio ingegneria è per esempio a me saper risolvere disequazioni serve tantissimo, con ciò non voglio assolutamente dire che ciò che serve è solo l' analisi, anzi per me è importantissimo l'italiano e la letteratura, la filosofia con tutte le sue teorie, la poesia che trovo meravigliosa, la storia (pensa che forse se molte persone sapessero e dessero la giusta importanza alla storia forse oggi non ci troveremo in questo stato, ed è una critica che va da destra a sinistra ), ultimo esempio ma non ultimo per importanza sono le lingue (io ho studiato inglese per soli cinque anni tre alle medie e due alle superiori, il risultato è stato che in inglese ero un ignorante da paura e sono stato costretto a correre ai ripari mettendo le mani al portafoglio. ) .

Posso concordare con il fatto che i metodi di formazione e insegnamento siano pessimi, ma questo non deve giustificare il fatto che una persona abbia un approcciò sbagliato, ossia studiare una cosa, trovandola inutile già prima di aprire il libro. :rofl:


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Perchè penso che di tutto ciò che si studi solo una piccola percentuale è forse inutile, studio ingegneria è per esempio a me saper risolvere disequazioni serve tantissimo, con ciò non voglio assolutamente dire che ciò che serve è solo l' analisi, anzi per me è importantissimo l'italiano e la letteratura, la filosofia con tutte le sue teorie, la poesia che trovo meravigliosa, la storia (pensa che forse se molte persone sapessero e dessero la giusta importanza alla storia forse oggi non ci troveremo in questo stato, ed è una critica che va da destra a sinistra ), ultimo esempio ma non ultimo per importanza sono le lingue (io ho studiato inglese per soli cinque anni tre alle medie e due alle superiori, il risultato è stato che in inglese ero un ignorante da paura e sono stato costretto a correre ai ripari mettendo le mani al portafoglio. ) .

Posso concordare con il fatto che i metodi di formazione e insegnamento siano pessimi, ma questo non deve giustificare il fatto che una persona abbia un approcciò sbagliato, ossia studiare una cosa, trovandola inutile già prima di aprire il libro. :)

ok tu studi ingegneria e la matematica è ok...

ma una volta che ti sarai laureato nel tuo lavoro quanto potrai mai usare le disequazioni? (parlo di lavori normali...ovviamente se poi diventi prof di matematica il ragionamento cade..)

io vorrei prendere fisica nucleare e certe cose mi "serviranno" ma anche qui una volta laureato chi me lo dice che io lavorero' a tu per tu con i processi di una centrale nucleare???

l'inglese ok lo insegnano a scuola... ma insegnano solamente la grammatica... l'inglese parlato, quello vero, lo si impara solo facendo esperienza diretta in un paese dove sei costretto a parlarlo!! è molto difficile che "solo studiando" uno riesca ad imparare bene un'altra lingua...

per il resto tutto cio' che concerne la letteratura,la storia,e le altre possono rientrare maggiormente nel campo della "cultura personale" (salvo certi casi)

è risaputo che non è con la cultura che ci si paga da vivere

(nella maggior parte dei casi è ovvio)

comunque mi vuoi dire che tu da ragazzo eri felicissimo la mattina di svegliarti alle 6 per uscire di casa alle 7.15 andare a scuola farti 5-6 ore di lezione per poi ritornare a casa a chissa' quale ora... e dopo mangiato subito rimettersi a studiare perche' il giorno dopo si rincomincia?:rofl:


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
"serve per il tuo futuro e blablabla" questa frase l'avro' sentita almeno 17'000 volte...

non metto in dubbio che senza titolo di studio al giorno d'oggi trovare lavoro sia una ardua impresa...

ma non mi venite a dire che cio' che mi servira' nella vita è il latino, sapere come risolvere una disequazione di secondo grado con un grafico, studiarmi tutte le teorie strampalate di questo mondo e quell'altro... oppure essere a conoscenza di quanti peli aveva nel c*lo fraccacchio da velletri!

l'unica cosa che mi servira' è quel maledetto pezzo di carta che mi verra' consegnato alla fine delle superiori e dell'universita'....

non c'è nessun'altro fine... ecco perche' oramai tutti si sono rotti di studiare...

ora ti chiedo / dico solo due cose...

1) pensi di essere l'unico a dover sudare per lo studio?

2) ti accorgerai ben presto (spero il prima possibile) che avere un'istruzione non è soltanto avere uno dei requisiti per poter accedere ad un concorso pubblico o scalare la classifica di una graduatoria, ma è formazione dell'individuo e della mente... sicuramente un liceo ti prepara verso molte direzioni (oh... sei stato te a scegliere un liceo, mica io :)) ma non pensare che questo non sia utile nel momento in cui dovrai preparare degli esami (ed anche quelli spaziano quanto un liceo...)

:rofl:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ora ti chiedo / dico solo due cose...

1) pensi di essere l'unico a dover sudare per lo studio?

2) ti accorgerai ben presto (spero il prima possibile) che avere un'istruzione non è soltanto avere uno dei requisiti per poter accedere ad un concorso pubblico o scalare la classifica di una graduatoria, ma è formazione dell'individuo e della mente... sicuramente un liceo ti prepara verso molte direzioni (oh... sei stato te a scegliere un liceo, mica io :)) ma non pensare che questo non sia utile nel momento in cui dovrai preparare degli esami (ed anche quelli spaziano quanto un liceo...)

:rofl:

io mi assumo tutte le responsabilita' delle mie scelte ma il punto è...

studiamo per i primi 25 anni della nostra vita...

per ottenere cosa?

un attestato che indica che siamo qualificati a svolgere determinate mansioni...

qual'è il collegamento tra quell'attestato e tutti i nostri studi?

non riesco a trovare una risposta!


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
studiamo per i primi 25 anni della nostra vita...

per ottenere cosa?

un attestato che indica che siamo qualificati a svolgere determinate mansioni...

qual'è il collegamento tra quell'attestato e tutti i nostri studi?

studiamo per 18 anni... non 25... :ciao: (i primi 6 anni li passiamo a giocare...)

a parte questo, raggiungere un certo traguardo non è sinonimo di intelligenza / cultura / capacità / volontà?

pensi veramente che al termine dell'università (durante la quale farai anche stage di diversi tipi) non sarai in grado di esercitare una professione infamante e responsabile che sia?

magari frequentando un liceo non ti sei ancora accorto di questo, per via del tipo di istruzione (molto ampia ma poco pratica) che questo offre... ma l'università ti farà cambiare idea :ciao:

:ghghgh:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ora ti chiedo / dico solo due cose...

1) pensi di essere l'unico a dover sudare per lo studio?

2) ti accorgerai ben presto (spero il prima possibile) che avere un'istruzione non è soltanto avere uno dei requisiti per poter accedere ad un concorso pubblico o scalare la classifica di una graduatoria, ma è formazione dell'individuo e della mente... sicuramente un liceo ti prepara verso molte direzioni (oh... sei stato te a scegliere un liceo, mica io :ghghgh:) ma non pensare che questo non sia utile nel momento in cui dovrai preparare degli esami (ed anche quelli spaziano quanto un liceo...)

:ciao:

beh gero, non so tu ma io quando parlo con la gente non lo faccio ne in latino e ne discuto sulla dimostrazione della trasfromata di fourier che pur avendo il loro perchè in alcuni ambiti, è inutile insegnarla a chi poi vorrà andare a fare giornalismo\comunicazione\che ne so.

sinceramente non concepisco il latino come materia obbligatoria alle superiori. se vuoi lo rendi facoltativo, con attestato ovviamente, per chi ha già in mente "cosa frà da grande".

come è inutile insegnare buona parte di matematica e fisica sempre per lo stesso motivo di sopra.

sarà pure utile per la persona come cultura generale ma alla fine il pane te lo da il lavoro e se non sai il latino quando fai programmazione C\Java\html\php\sql non glie ne frega nulla a nessuno...

come non frega a nessuno se tu conosci la formula dei campionamenti se devi fare psicologia\giornalismo etc...


:-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
studiamo per 18 anni... non 25... :ciao: (i primi 6 anni li passiamo a giocare...)

a parte questo, raggiungere un certo traguardo non è sinonimo di intelligenza / cultura / capacità / volontà?

pensi veramente che al termine dell'università (durante la quale farai anche stage di diversi tipi) non sarai in grado di esercitare una professione infamante e responsabile che sia?

magari frequentando un liceo non ti sei ancora accorto di questo, per via del tipo di istruzione (molto ampia ma poco pratica) che questo offre... ma l'università ti farà cambiare idea :ciao:

:ghghgh:

allora...

intanto io spero veramente tanto che l'universita' mi faccia cambiare idea...

x quello che riguarda il raggiungimento del traguardo penso che dipenda non dalla preparazione... ma dalla volonta'...e dall'impegno...

non penso che c'entrino molto le capacita' o l'intelligenza... d'altronde tutti siamo dotati di cervello e capacita'... la differenza sta nel volerlo usare!

fatto sta che il liceo fa schifo.

ci ammazzano solo per "farci abituare allo studio"; cazzate... così si fa solo passare la voglia di studiare...

penso che se ognuno potesse seguire i propri interessi allora si, la voglia di apprendere, approfondire, accrescerci riguardo cio' che vogliamo noi, potrebbe essere "spontanea"


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ok tu studi ingegneria e la matematica è ok...

ma una volta che ti sarai laureato nel tuo lavoro quanto potrai mai usare le disequazioni? (parlo di lavori normali...ovviamente se poi diventi prof di matematica il ragionamento cade..)

io vorrei prendere fisica nucleare e certe cose mi "serviranno" ma anche qui una volta laureato chi me lo dice che io lavorero' a tu per tu con i processi di una centrale nucleare???

l'inglese ok lo insegnano a scuola... ma insegnano solamente la grammatica... l'inglese parlato, quello vero, lo si impara solo facendo esperienza diretta in un paese dove sei costretto a parlarlo!! è molto difficile che "solo studiando" uno riesca ad imparare bene un'altra lingua...

per il resto tutto cio' che concerne la letteratura,la storia,e le altre possono rientrare maggiormente nel campo della "cultura personale" (salvo certi casi)

è risaputo che non è con la cultura che ci si paga da vivere

(nella maggior parte dei casi è ovvio)

comunque mi vuoi dire che tu da ragazzo eri felicissimo la mattina di svegliarti alle 6 per uscire di casa alle 7.15 andare a scuola farti 5-6 ore di lezione per poi ritornare a casa a chissa' quale ora... e dopo mangiato subito rimettersi a studiare perche' il giorno dopo si rincomincia?:ciao:

Anch'io penso che studiare non serva solo a scalare una graduatoria, detto ciò per quanto riguarda il fatto che con la cultura non ci si paga da vivere non è propio cosi vero, al momento che si effettua una scelta ad esempio la mia (ingegneria, o qualunque altra), scelgo di approfondire certe materie e quindi hai alla fine una cultura settoriale (non totale, ma buona) che speri ti serva per il lavoro, però ciò non significa che tutto ciò che non rientra nelle tue mansioni lavorative o studi universitari sia inutile. Allora mettiamo il caso che io vada a lavorare in uno studio dove mi piazzano vicino ad un Pc (spero di no) a far girare software di ingegneria, che faccio approfondisco solo la conoscenza di quel software, io credo propio di no. Ci sono un sacco di cose belle da approfondire, non puoi pensare di approfondire solo ciò che ti serve per lavorare. :ghghgh:


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anch'io penso che studiare non serva solo a scalare una graduatoria, detto ciò per quanto riguarda il fatto che con la cultura non ci si paga da vivere non è propio cosi vero, al momento che si effettua una scelta ad esempio la mia (ingegneria, o qualunque altra), scelgo di approfondire certe materie e quindi hai alla fine una cultura settoriale (non totale, ma buona) che speri ti serva per il lavoro, però ciò non significa che tutto ciò che non rientra nelle tue mansioni lavorative o studi universitari sia inutile. Allora mettiamo il caso che io vada a lavorare in uno studio dove mi piazzano vicino ad un Pc (spero di no) a far girare software di ingegneria, che faccio approfondisco solo la conoscenza di quel software, io credo propio di no. Ci sono un sacco di cose belle da approfondire, non puoi pensare di approfondire solo ciò che ti serve per lavorare. :ciao:

no ma approfondisci cio' che ti interessa!

non quello che ti incuccano a forza!


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
no ma approfondisci cio' che ti interessa!

non quello che ti incuccano a forza!

Ok approfondisci ciò che ti interessa, è propio questo il punto sopratutto quando sei ragazzino, la scuola non può fare altro che darti il generale altrimenti poi su che base scegli ciò che ti interessa?


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ok approfondisci ciò che ti interessa, è propio questo il punto sopratutto quando sei ragazzino, la scuola non può fare altro che darti il generale altrimenti poi su che base scegli ciò che ti interessa?

questo è giusto... finche' pero' mi lasci poi la liberta' di scelta... a scuola non c'è... devi farti piacere tutto...

e si finisce con l'odiare la scuola...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
questo è giusto... finche' pero' mi lasci poi la liberta' di scelta... a scuola non c'è... devi farti piacere tutto...

e si finisce con l'odiare la scuola...

Perdonami per l'insistenza, (credimi non voglio assolutamente avere ragione anzi se questo è il tuo pensiero lo rispetto tantissimo). Ti faccio un esempio: mettiamo il caso, visto che andrai all' università, che una sera tra amici che hanno scelto un università diversa dalla tua e persone che non conosci, magari con davanti una bella bottiglia di vino, si intavoli una discussione ad esempio sulla poesia, magari una poesia importante di un poeta importante ad esempio Leopardi.

Tu che fai stai zitto tutto il tempo, dicendo che a scuola non hai scelto di studiarlo e ovvio che per argomentare almeno un minimo fai appello alle tue risorse scolastiche, poi magari sentendo loro approfondisci, se ti va di farlo dopo approfondisci ancor più. Poi magari in una seconda occasione si intavolerà una discussione a te più congeniale e sarai tu a fare la parte del leone.

E' questa l' importanza del generale cioè ti da la possibilità di argomentare magari minimamente con qualcuno che abbia congenialità diverse dalle tue e poi da questo puoi, magari perchè l'argomento, perchè le persone con cui hai discusso ti hanno fatto cogliere aspetti sull' argomento che tu non avevi colto, ma che magari ti hanno affascinato, fai quel passaggio che ti porta a approfondire la cosa e chi sa puoi trovarla bellissima(puoi anche non trovarlo cosi bello e non approfondisci).

Ecco perchè io prima mi riferivo al fatto di poter essere in accordo sul fatto che i metodi di approccio che propongono certi professori sia sbagliato, però non si sa mai che parlandone ( ripeto: almeno con il minimo scolastico puoi dir qualcosa a riguardo) con un amico o con uno sconosciuto, questo può farti cogliere qualcosa che per effetto del cattivo insegnamento non avevi colto e da li parte tutto......:ciao:


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Perdonami per l'insistenza, (credimi non voglio assolutamente avere ragione anzi se questo è il tuo pensiero lo rispetto tantissimo). Ti faccio un esempio: mettiamo il caso, visto che andrai all' università, che una sera tra amici che hanno scelto un università diversa dalla tua e persone che non conosci, magari con davanti una bella bottiglia di vino, si intavoli una discussione ad esempio sulla poesia, magari una poesia importante di un poeta importante ad esempio Leopardi.

Tu che fai stai zitto tutto il tempo, dicendo che a scuola non hai scelto di studiarlo e ovvio che per argomentare almeno un minimo fai appello alle tue risorse scolastiche, poi magari sentendo loro approfondisci, se ti va di farlo dopo approfondisci ancor più. Poi magari in una seconda occasione si intavolerà una discussione a te più congeniale e sarai tu a fare la parte del leone.

E' questa l' importanza del generale cioè ti da la possibilità di argomentare magari minimamente con qualcuno che abbia congenialità diverse dalle tue e poi da questo puoi, magari perchè l'argomento, perchè le persone con cui hai discusso ti hanno fatto cogliere aspetti sull' argomento che tu non avevi colto, ma che magari ti hanno affascinato, fai quel passaggio che ti porta a approfondire la cosa e chi sa puoi trovarla bellissima(puoi anche non trovarlo cosi bello e non approfondisci).

Ecco perchè io prima mi riferivo al fatto di poter essere in accordo sul fatto che i metodi di approccio che propongono certi professori sia sbagliato, però non si sa mai che parlandone ( ripeto: almeno con il minimo scolastico puoi dir qualcosa a riguardo) con un amico o con uno sconosciuto, questo può farti cogliere qualcosa che per effetto del cattivo insegnamento non avevi colto e da li parte tutto......:ciao:

il punto è che se ne parlo con amici posso spaziare e dire liberamente la mia... magari parlare degli aspetti che mi hanno colpito di piu', insomma quelli che hanno fatto nascere in me qualche ragionamento, dubbio, curiosità...

differente è invece l'interrogazione che si tiene a scuola...

dove se non fai tutto come ti è imposto il tuo rendimento scolastico ne risente...

(per non parlare poi delle ultime riforme scolastiche.. vabbè ma non ne parliamo..)

il problema non è tanto cosa si fa al liceo... ma come si fa... io dico che i metodi usati a scuola sono infruttiferi!

se non vengono coltivati gli aspetti interessanti che ognuno di noi trova riguardo un certo argomento, è normale che lo studente non trova piu' l'interesse nello studiare...

studiare diventa solo un modo per "farcela" a finire quei 5 anni...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul fatto che i metodi di insegnamento sono insufficienti e privi di passione, anche io dello stesso parere, quello che posso dirti è solo di pensare sempre che ogni cosa che studi e che fai lo fai solo per te e che sia una cosa utile a te (tu all' inizio della discussione parlavi di inutilità di studiare mille teorie ecc. , ed io su quello non ero in accordo con te).:ciao:


L' ingegneria è l' arte di formare con materiali che nella realtà non si conoscono, delle forme che nella realtà non si possono analizzare, per resistere a forze che nella realtà non si possono valutare, in modo tale che la gente non possa, nella realtà sospettarlo.

MY FLICKR

MY FLUIDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sul fatto che i metodi di insegnamento sono insufficienti e privi di passione, anche io dello stesso parere, quello che posso dirti è solo di pensare sempre che ogni cosa che studi e che fai lo fai solo per te e che sia una cosa utile a te (tu all' inizio della discussione parlavi di inutilità di studiare mille teorie ecc. , ed io su quello non ero in accordo con te).:ciao:

scusa... intendevo studiare come "studiare a scuola"

mi sono espresso male:fiorellino:

è normale che se si studia con passione il discorso prende tutta un'altra piega..


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo