Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Recommended Posts

Salve a tutti.

complimenti per il forum di grande attualità e grazie alla preziosa e unica partecipazione di occhirossi che lo rende indispensabile per chi affronta la tematica casa-bio, al quale rivolgo una domanda;

possiedo un terreno a Cavallino di Jesolo, circa 200 metri dal mare sul quale vorrei costruire.

Da mesi mi stò informando sulle varie tipologie e prezzi di case bio, leggo forum e chiedo info.

Data la posizione del terreno, che tipo di parete esterna mi consiglieresti?

Visitando il sito della bio-house, di montebelluna, ritieni che le loro pareti siano sufficienti per la zona climatica che ho citato?

Grazie mille.

Daniele.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 630
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

A tutti coloro intendono costruire in bioedilizia vorrei far sapere qualcosa di più chiaro sui costi. Non più lontano di ieri ho letto sul mensile Casaviva un interessante articolo sulla casa passiv

Non è un problema di false informazioni. Il fatto è che la maggior parte delle volte i costruttori omettono alcune voci che poi compaiono in fase esecutiva in quanto inevitabili. Un esempio? I cos

La mia polemica non riguarda tanto il costo quanto le fuorvianti informazioni commerciali. In realtà mi appresto a partire con i lavori ed ho comunque accettato di spendere di più per una casa compl

Un saluto a tutti, io sono nuovo del forum ed ho visto questa interessante discussione sulle case in legno e vorrei portare la mia esperienza.

Io prima di realizzare la mia casa in legno nella zona del lago di Garda, ho passato tutte le ditte più importanti che voi avete anche già citato, ma nessuna è riuscita a convincermi perchè non riuscivano mai a darmi un prezzo chiaro "chiavi in mano" sul costo totale, c'era sempre qualcosa a cui avrei dovuto pensare io! tipo trovare la ditta che doveva realizzare la platea di fondazione, il progettista ecc..

Fino a quando ho trovato una ditta nel mantovano che mi ha tolto ogni pensiero, dal momento dell'incarico si sono occupati di tutto loro, dalla parte progettuale, passando dalla presentazione della documentazione in comune fino all'ottenimento del permesso di costruire, degli scavi, della realizzazione della fondazione, insomma tutto! e ne sono rimasto molto contento..prezzi onesti e velocità di esecuzione. se a qualcuno può interessare posto il link al loro sito www.costruzionibio.eu

un saluto Nicola.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Admin

Ciao Consulente, scusa, non avevo letto il messaggio. Grazie per la disponibilità. :ghghgh:

Come sai, rifacendo un tetto possono venire molti dubbi, decisioni da prendere, scelte da fare. :ghghgh:

Mi chiedevo quale era l'isolante più adatto tra il polistirente espanso e la fibra di legno. Alla fine ho scelto fibra di legno così resto sui materiali naturali ... tu che ne pensi? :ghghgh:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un saluto a tutti quelli del forum,

ho seguito questa interessantissima sezione e, dato che sono in fase di richeista preventivo per una casa in legno...... volevo fare una domanda :)

anzitutto dico che, dopo molte valutazioni, ho interpellato Rubner e Wolfhaus (occhirossi dimmi tu qual'è il migliore) :ghghgh: che hanno comunque un nome storico sul mercato.

nel frattempo però, tramite lo studio di progettazione al quale mi sono appoggiato, si è fatta avanti un'altra ditta (mai sentita) che mi ha favorevolemte impressionato..... non solo nel prezzo....

è la Bionode Srl (http://www.bionode.net/)

qualcuno l'ha mai sentita?

Mi hanno presentato un preventivo molto dettagliato, economicamente competitivo e devo dire.... mi hanno dato veramente una buona impressione!

L'unica cosa.... chi sono???? come faccio ad affidare la costruzione di una casa abbastanza importante ad una ditta di cui nessuno sa nulla? ho cecato parecchio sulla rete ma... oltre al sito e pubblicità...... nulla.

Graize

Ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Admin
Ciao Amministratore

Io sono per la fibra di legno ma bisogna sempre vedere se il tetto e' a falda o poco inclinato...in tegola o lamiera.... ect.ect. amministratore dipende...se ho dati piu' certi ti posso dare il mio parere, ma ricordati che alla fine devi anche guardare al dio euro!!!!!

Ciao Consulente, la copertura ha una inclinazione di 26 gradi mi pare, ha 4 falde e il perimetro dell'edificio è a L. La struttura e il pacchetto del tetto saranno nuove. Il tetto sarà in abete norvegese sbiancato e avrà doppia coibentazione. Le tegole saranno il tipo portoghese, della Pica. :ghghgh:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Consulente, scusa, non avevo letto il messaggio. Grazie per la disponibilità. :fiorellino:

Come sai, rifacendo un tetto possono venire molti dubbi, decisioni da prendere, scelte da fare. :fiorellino:

Mi chiedevo quale era l'isolante più adatto tra il polistirente espanso e la fibra di legno. Alla fine ho scelto fibra di legno così resto sui materiali naturali ... tu che ne pensi? :dance:

Io non sono per materiali facilmente deperibili, però poi ognuno a casa sua fa come crede. :ciao:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie per le info.

Ne sto approfittando per fare un po' di ricerche (infatti è sempre difficile avere informazioni precise dai costruttori perché fanno "quello che si fa di solito").

Qui dicono che il Polistirolo sarebbe traspirante e impermeabile:

9 Il polistirene è permeabile all'acqua? E al vapore? 


L'EPS è permeabile al vapore acqueo, quindi è traspirante, ma è impermeabile all'acqua. La permeabilità al vapore acqueo fa si che all'interno di edifici e ambienti isolati con EPS non si formino muffe. 



http://www.poliart.it/polistirene-polistirolo-espanso.html

Mentre qui dicono che la (loro) fibra di legno sarebbe idrofuga (sapere cosa intendono...)

http://www.isolamentocappotto.it/ita/cappotti-naturali/fibra-di-legno.htm

Ora cerco la fibra minerale...

Beh, suppongo che idrofugo è come dire ignifugo....

Se, comunque, può interessare il polistirolo, o EPS o polistirene, è comunque una sostanza di origine petrolchimica, e quindi derivante da materiale fossile e prevede una lavorazione chimica. Io opterei per il legno mineralizzato. Ovvero è come se il legno venisse "fossilizzato" per eliminare ogni parte biologica nella sua conformazione. Questo lo rende immune da acqua e parassiti/muffe. Ha un costo un pò più elevato, ma come rendimento isolante siamo sugli stessi livelli del polistirlo, col beneficio che è di fonte rinnovabile e riciclabile 100%!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti e scusate se mi intrometto per un parere su una questione molto personale.

Vivo a Roma, in un appartamento all'ultimo piano, ex lavatoio, con pareti molto sottili (20 cm) che nel giro di due inverni hanno creato gravi problemi di muffa, condensa, umidità ecc. Allego delle foto per rendere meglio l'entità del problema. Inoltre questo appartamento è un frigorifero d'inverno e un forno d'estate (il soffitto non è coibentato ed è presente solo una guaina).

Mi sono consultato con vari architetti e tecnici del settore per capire come risolvere in modo definitivo ed ecologico il problema, e oggi mi è stato proposto un cappotto interno in sughero con intonaco biocompatibile traspirante.

La domanda, per chi avrà la voglia e la pazienza di rispondermi, è: secondo voi è una buona soluzione, efficace e davvero "ecologica" come mi è stato detto?

Su una delle tre pareti avrei la possibilità di mettere un cappotto esterno: avrei risultati migliori?

E ancora: gli infissi attualmente montati sono in alluminio, non a taglio termico e senza was-ist-das (il che permetterebbe una migliore areazione d'inverno): quali potrebbero essere gli infissi migliori nel mio caso?

Un sentitissimo grazie a chiunque possa illuminarmi!

Galleria Foto

Ciao a tutti e rieccomi per la seconda parte della mia odissea.

Quest'inverno è stato tragico per i miei problemi di muffa: farò i lavori prima dell'estate.

L'ultimo dubbio che ho è riguardo ad altri pareri che ho sentito in giro.

I preventivi "ecologici" (sughero, per esempio), fanno paura, quindi devo per forza di cose rivolgermi verso altre strade.

Per quanto riguarda il cappotto termico sono indeciso tra il Celenit e la stiferite (poliuretano). Vorrei al tempo stesso un prodotto che isoli anche acusticamente.

Sui serramenti ancora non ho i preventivi e ignoro la differenza di prezzo tra PVC e legno.

Occhirossi, quando, un anno fa, scrivevi che il PVC è la soluzione meno ecologica che cosa intendevi? Un po' mi scoraggia la manutenzione che ha l'infisso in legno...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono anche gli infissi in alluminio..

“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Occhirossi, quando, un anno fa, scrivevi che il PVC è la soluzione meno ecologica che cosa intendevi? Un po' mi scoraggia la manutenzione che ha l'infisso in legno...

Il PVC è la soluzione meno ecologica poichè è comunque un derivante petrolchimico. Il legno non ha poi bisogno di tutta sta manutenzione che si crede! Usa vernici bio che lasciano respirare il legno e vedrai che andrà sempre tutto bene! Il miglior isolante è proprio il legno! Per quanto rigurda PVC o alluminio devi ricordarti che siano sempre progettati con taglio termico e con doppi o tripli vetri. Maggiore è la distanza tra i vetri e maggiore sarà il loro isolamento. Molto cambia anche dal gas che c'è tra i due vetri. E poi, per l'appunto, se l'infisso in se per se è con taglio termico o meno e questo lo vedi solo in sezione, o comunque sulla scheda tecnica dell'infisso.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti e rieccomi per la seconda parte della mia odissea.

Quest'inverno è stato tragico per i miei problemi di muffa: farò i lavori prima dell'estate.

L'ultimo dubbio che ho è riguardo ad altri pareri che ho sentito in giro.

I preventivi "ecologici" (sughero, per esempio), fanno paura, quindi devo per forza di cose rivolgermi verso altre strade.

Per quanto riguarda il cappotto termico sono indeciso tra il Celenit e la stiferite (poliuretano). Vorrei al tempo stesso un prodotto che isoli anche acusticamente.

Sui serramenti ancora non ho i preventivi e ignoro la differenza di prezzo tra PVC e legno.

Occhirossi, quando, un anno fa, scrivevi che il PVC è la soluzione meno ecologica che cosa intendevi? Un po' mi scoraggia la manutenzione che ha l'infisso in legno...

Mi intrometto: perché esiste questa fisse delle finestre a vasistas ?

Per cambiare aria d'inverno sono il sistema peggiore. è meglio spalancare le finestre per poco tempo che tenere "un poco"aperte le finestre per molto tempo...

iMac 27" i5 - 2,7 Ghz + iMac 20" G5 - 2,00 Ghz
Mini C2D - 2,00 Ghz
iPhone 4s 16 Gb

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Consulente, la copertura ha una inclinazione di 26 gradi mi pare, ha 4 falde e il perimetro dell'edificio è a L. La struttura e il pacchetto del tetto saranno nuove. Il tetto sarà in abete norvegese sbiancato e avrà doppia coibentazione. Le tegole saranno il tipo portoghese, della Pica. :)

Maghetto sul tetto serve sfasamento e attenuazione oltre che isolamento... a pari λ (coibentazione) e μ (vapore) meglio scegliere un materiale con massa e quindi in genere buona attenuazione e sfasamento... sul tetto funziona meglio la fibra degli estrusi...

:)

P.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Occhirossi, quando, un anno fa, scrivevi che il PVC è la soluzione meno ecologica che cosa intendevi? Un po' mi scoraggia la manutenzione che ha l'infisso in legno...

il PVC non è facilmente riciclabile... valuta un serramento legno/alluminio.

P.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anzitutto dico che, dopo molte valutazioni, ho interpellato Rubner e Wolfhaus (occhirossi dimmi tu qual'è il migliore) :) che hanno comunque un nome storico sul mercato.

nel frattempo però, tramite lo studio di progettazione al quale mi sono appoggiato, si è fatta avanti un'altra ditta (mai sentita) che mi ha favorevolemte impressionato..... non solo nel prezzo....

è la Bionode Srl (http://www.bionode.net/)

qualcuno l'ha mai sentita?

Mi hanno presentato un preventivo molto dettagliato, economicamente competitivo e devo dire.... mi hanno dato veramente una buona impressione!

L'unica cosa.... chi sono???? come faccio ad affidare la costruzione di una casa abbastanza importante ad una ditta di cui nessuno sa nulla? ho cecato parecchio sulla rete ma... oltre al sito e pubblicità...... nulla.

Conosco bionode per la pubblicità che fa...

Stanno nascendo molte nuove ditte artigiane che costruiscono bene... poche case ma ben fatte... non si hanno le garanzie dei grandi ma si ha allo stesso prezzo maggiore qualità perchè hanno meno costi...

Un preventivo dettagliato è sicuramente un buon biglietto da visita... non hanno paura di esporsi e cercano di trasmettere il loro voler far bene... va a visitare la produzione... se la produzione è ordinata, attiva e organizzata molto probabilmente sarà così anche nel tuo cantiere...

P.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che cosa ne pensate della energia eolica da abbinare ad una casa-bio?

I produttori di questi apparecchi cominciano ad affacciarsi sul mercato dell'edilizia residenziale con progetti e apparecchiature con bassi impatti visivi (rispetto alle mastodontiche pale che si vedono su certi posti) e costi abbordabili (circa 3000 euro per una turbina), ma sarà davvero utile e vantaggioso per i consumi di una famiglia....o faranno la fine del fotovoltaico che a conti fatti, non é così conveniente ( in più é una tecnologia vecchia )come lo prospettano?

Grazie a tutti coloro che risponderanno.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che cosa ne pensate della energia eolica da abbinare ad una casa-bio?

I produttori di questi apparecchi cominciano ad affacciarsi sul mercato dell'edilizia residenziale con progetti e apparecchiature con bassi impatti visivi (rispetto alle mastodontiche pale che si vedono su certi posti) e costi abbordabili (circa 3000 euro per una turbina), ma sarà davvero utile e vantaggioso per i consumi di una famiglia....o faranno la fine del fotovoltaico che a conti fatti, non é così conveniente ( in più é una tecnologia vecchia )come lo prospettano?

Grazie a tutti coloro che risponderanno.

Il minieolico è una valida alternativa, ma è molto più rischiosa, a mio avviso, perchè bene o male tutte le case sono irraggiate dal sole, ma quante case sono esposte al vento? Il problema dell'impatto visivo è relativo. Guardatevi intorno, siamo pieni di tralicci dell'alta tensione che deturpano tutti i panorami e poi giù a fotoritocco con photoshop per eliminarli. Le torri mastodontiche sono necessarie per catturare le correnti più forti dei venti... Probasbilmente produrrà anche di più di un pannello solare, ma ripeto, dipende dove abiti!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

seguo sempre con molto interesse questo topic (per quanto il tempo sia sempre poco)...

in questo periodo con il mio collega stiamo realizzando una casetta (è del il mio collega, quando la finisce andrà a viverci con la morosa) in classe A+...

mercatino-- ho conluso ottimi affari con elect86

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il minieolico è una valida alternativa, ma è molto più rischiosa, a mio avviso, perchè bene o male tutte le case sono irraggiate dal sole, ma quante case sono esposte al vento? Il problema dell'impatto visivo è relativo. Guardatevi intorno, siamo pieni di tralicci dell'alta tensione che deturpano tutti i panorami e poi giù a fotoritocco con photoshop per eliminarli. Le torri mastodontiche sono necessarie per catturare le correnti più forti dei venti... Probasbilmente produrrà anche di più di un pannello solare, ma ripeto, dipende dove abiti!

certo Xander, applicare un'eolico in centro città su una casa monopiano è insensato tranne per qualcuno che magari sull'ultimo piano di una palazzina gode di maggiori probabilità di vento oltre che di panorama, ma le tecnologie eoliche del momento, promettono funzionalità anche con venti debolissimi.

nel mio caso specifico applicherei la turbina nella mia futura terrazza, considerando che la casa sarebbe a circa 150 metri dalla riva del mare e quindi la brezza marina che c'è sempre, attiverebbe la turbina senza bisogno di venti particolari, ma il dubbio è se veramente è così efficente come la propongono, dato che oramai il fotovoltaico sembra surclassato e non così efficente, molti consigliano il solare piuttosto che il fotovoltaico, meglio usare il sole per produrre calore che energia...

( costo/ammortizzamento) quindi per produrre energia, l'alternativa (unica) è l'eolico.

Ci vorrebbe la testimonianza di persone che ne hanno già fatto uso o di addetti hai lavori.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, ragionando così ti conviene l'eolico. Il fotovoltaico ha preso piede solo perchè c'è l'incentivo in conto energia. La mini-pala eolica installata, in condizioni favorevoli, ovviamente produce molta più corrente di un pannello fotovoltaico a parità di costi/produzione. Ma più che sul terrazzo sarebbe bene installarla a terra perchè ovviamente ha bisogno di essere zavorrata nel terreno. Le normali pale eoliche, tipo quelle da 80 m hanno, ad esempio, bisogno di una zavorra di cemento armato sottoterra di 20m di lato. Non so se mi spiego...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vero serve zavorra per quei modelli, ma per quelli di tipo residenziali di cui citavo, i pali vengono forniti in tre altezze, 6m (189kg tot), 3m (88kg tot) e 1m (25kg tot) e quindi credo sia possibile addirittura istallarle su un tetto.

Le versioni sono due 400w e 1kw ed è sufficente 3 m/s per farla funzionare.

Riporto una sezione di commento da parte del produttore, credo sia indicativa.

"Si tratta di micro-turbine particolarmente efficienti adatte ad essere installate anche in aree urbane in quanto, a differenza delle turbine tradizionali – ad asse orizzontale – sono indipendenti dalla direzione del vento e sono, quindi, in grado di sfruttare anche i fenomeni di turbolenza oltre ad essere estremamente silenziose grazie alla tecnologia applicata. L’ambito di applicazione non sarà limitato alle sole costruzioni, ma potrà essere, ad esempio, esteso ad imbarcazioni, giardini, oltreché arredi urbani. "

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo