Vai al contenuto





alexerre

Case Ecologiche

Recommended Posts

• Oneri del Permesso di Costruire

• Accatastamento

...dipende dalle tariffe applicate dal comune... presupponendo che il terreno sia già lotizzato e che sono stati pagati gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria spenderai intorno ai 4/6.000 €

----------------------------------------------------------------

• Geotecnica 1.000 € ca con almeno 4 prove penetrometriche

• Calcoli cementi armati platea e relativo collaudo 2.500 € ca

• Direzione lavori 3/5.000 € ca - qui dipende molto dalla presenza che uno fa in cantiere, sono compresi ovviamente la contabilità, i SAL (stati di avanzamento lavori), l'emissione dei certificati di pagamento ecc. ecc. normalmente nei tariffari la DD.LL. viene conteggiata al 30 % della parcella che normalmente si attesta a sua volta per prestazione completa intorno all'8-10% del costo costruito... ovviamnete la percentuale si abbassa in base alla mole dei lavori...

• D.L. 81/2008 (ex 494 - sicurezza cantieri in fase di progettazione ed esecuzione - occhio che il proprietario è normalmente RL - responsabile lavori - se non vuoi farlo e incaricare un professionista preparati a pagarlo bene - nessuno si assume rischi penali per nulla) 2.500/3.500 € ca.

• DIA recinzioni 750 € ca.

• Accatastamento con inserimento in mappa 2.500 € ca.

• Pratica agibilità (ex abitabilità) 350 € ca.

----------------------------------------------------------------

• Fognature 5/6.000 € ca.

• Impianto elettrico esterno 4/5.000 € ca ( punti segnapasso - automazione cancello e basculante)

• RIvestimenti esterni marciapiedi 27 €/mq (sottofondi e guaina) + 35 € mq per pavimentazione in gres porcellanato posato a colla

oppure 80/100 € mq con pavimentazione in pietra naturale tipo porfido posato a sabbia-cemento

• Recinzioni: muretto in c.a. da 40 con recinzione prefabbricata in metallo zincato e verniciato tipo metalco 80 €/ml recinzione fabbro + 40/50 € ml rispetto al prezzo metalco

• Sistemazioni esterne: 1.000/2.000 € (terra vegetale vagliata bordo marciapiedi) - opere da giardiniere: (semina erba in autunno, piantine da 30 cm per siepe in vaso e non in zolla) più o meno a occhio 3/5.000 ... dipende dalle essenze che scegli ...ti consiglierei una siepe mista autoregolante con tre essenze tipo Photinia - bella, non svuota sotto e cambia colore durante l'anno passando dal rosso al verde, Osmanthus della varietà fragrans - simile al pungitopo come aspetto ma con piccoli fiori bianchi sul finire dell'estate dall'intenso profumo di vaniglia e eleagnus foglia variegata giallo verde con variazioni grigie nelle foglie giovani... molto decorativa- Impianto di irrigazione... anche qui dipende da cosa vuoi fare... hai una buona estensione di terreno... sicuramente ti conviene un'ala gocciolante sulla siepe, irrigatori statici vicino a casa e dinamici nelle parti non ombreggiate e più libere... direi intorno ai 2/3.000 €... in questo caso comunque è tutto molto relativo e variabile in base alle tue scelte... se sopra il telo paciamante fai mettere lapillo o corteccia e se bordi la siepe con il tufo ovviamente il prezzo cambia... ti consiglio di posizionare lontano da casa anche un decomposer per la frazione umida della differenziata e per gli sfalci... è molto comodo, non hai odori in casa e secchi dell'umido da pulire, l'humus che ne ricavi lo usi come concime e in più normalmente se lo denunci all'ufficio ecologia del tuo comune paghi anche meno la tassa immondizia perché produci solo secco...

• Conferimento rifiuti in discarica ... se vai tu in macchina con i rifiuti separati non paghi nulla... se vai con un furgone... dipende da discarica a discarica... se fai portare un container in cantiere normalmente per una casa servono intorno ai 4/600 € trasporto compreso...

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Fai veramente paura, è un complimento! Grazie mille delle informazioni e del tempo che mi hai dedicato.

• Oneri del Permesso di Costruire

• Accatastamento

...dipende dalle tariffe applicate dal comune... presupponendo che il terreno sia già lotizzato e che sono stati pagati gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria spenderai intorno ai 4/6.000 €

----------------------------------------------------------------

• Geotecnica 1.000 € ca con almeno 4 prove penetrometriche

• Calcoli cementi armati platea e relativo collaudo 2.500 € ca

• Direzione lavori 3/5.000 € ca - qui dipende molto dalla presenza che uno fa in cantiere, sono compresi ovviamente la contabilità, i SAL (stati di avanzamento lavori), l'emissione dei certificati di pagamento ecc. ecc. normalmente nei tariffari la DD.LL. viene conteggiata al 30 % della parcella che normalmente si attesta a sua volta per prestazione completa intorno all'8-10% del costo costruito... ovviamnete la percentuale si abbassa in base alla mole dei lavori...

• D.L. 81/2008 (ex 494 - sicurezza cantieri in fase di progettazione ed esecuzione - occhio che il proprietario è normalmente RL - responsabile lavori - se non vuoi farlo e incaricare un professionista preparati a pagarlo bene - nessuno si assume rischi penali per nulla) 2.500/3.500 € ca.

• DIA recinzioni 750 € ca.

• Accatastamento con inserimento in mappa 2.500 € ca.

• Pratica agibilità (ex abitabilità) 350 € ca.

----------------------------------------------------------------

• Fognature 5/6.000 € ca.

• Impianto elettrico esterno 4/5.000 € ca ( punti segnapasso - automazione cancello e basculante)

• RIvestimenti esterni marciapiedi 27 €/mq (sottofondi e guaina) + 35 € mq per pavimentazione in gres porcellanato posato a colla

oppure 80/100 € mq con pavimentazione in pietra naturale tipo porfido posato a sabbia-cemento

• Recinzioni: muretto in c.a. da 40 con recinzione prefabbricata in metallo zincato e verniciato tipo metalco 80 €/ml recinzione fabbro + 40/50 € ml rispetto al prezzo metalco

• Sistemazioni esterne: 1.000/2.000 € (terra vegetale vagliata bordo marciapiedi) - opere da giardiniere: (semina erba in autunno, piantine da 30 cm per siepe in vaso e non in zolla) più o meno a occhio 3/5.000 ... dipende dalle essenze che scegli ...ti consiglierei una siepe mista autoregolante con tre essenze tipo Photinia - bella, non svuota sotto e cambia colore durante l'anno passando dal rosso al verde, Osmanthus della varietà fragrans - simile al pungitopo come aspetto ma con piccoli fiori bianchi sul finire dell'estate dall'intenso profumo di vaniglia e eleagnus foglia variegata giallo verde con variazioni grigie nelle foglie giovani... molto decorativa- Impianto di irrigazione... anche qui dipende da cosa vuoi fare... hai una buona estensione di terreno... sicuramente ti conviene un'ala gocciolante sulla siepe, irrigatori statici vicino a casa e dinamici nelle parti non ombreggiate e più libere... direi intorno ai 2/3.000 €... in questo caso comunque è tutto molto relativo e variabile in base alle tue scelte... se sopra il telo paciamante fai mettere lapillo o corteccia e se bordi la siepe con il tufo ovviamente il prezzo cambia... ti consiglio di posizionare lontano da casa anche un decomposer per la frazione umida della differenziata e per gli sfalci... è molto comodo, non hai odori e secchi dell'umido da pulire, l'umus che ne ricavi lo usi come concime e in più normalmente se lo denunci all'ufficio ecologia del tuo comune paghi anche meno la tassa immondizia perché produci solo secco...

• Conferimento rifiuti in discarica ... se vai tu in macchina con i rifiuti separati non paghi nulla... se vai con un furgone... dipende da discarica a discarica... se fai portare un container in cantiere normalmente per una casa servono intorno ai 4/600 € trasporto compreso...

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si vede che è qualcosa che ti piace e che t'appassiona... !

Grande RedEyes... :rofl:


“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao occhirossi, ho visto che sei un esperto del settore visto che ci lavori.:boh:

Vorrei approfittare della tua conoscienza per farti qualche domanda visto che la mia ragazza e io abbiamo intenzione di acquistare una CasaClima. Ho letto tutta la discussione (piu' volte).

Ovviamente se ne hai tempo e voglia :ghghgh:

1) Che differenza c'è tra una casa prefabbricata/ecologica e una CasaClima? Sono standard diversi? Poi per quanto riguarda classe A e B hai già risp.

2) ho letto che il prezzo va dalle 1050euro m2 alle 1350euro m2 di solito.

Pero' ho visto i prezzi della grandi ditte del settore e i prezzi sono sulle 1700euro m2. Come mai?

3) Nel caso volessi costruire una casa (o casaclima) di 110m2, presupponendo un costo di 1300e m2, il totale sarebbe di 143.000euro, piu' basamento di circa 12.000euro. Gli allacciamenti ho capito che sono inclusi.

In piu' queste spese da te citate:

* Accatastamento 4000/6000euro

* Geotecnica 1000euro

* Calcoli cementi armati platea e relativo collaudo 2.500 euro

* Direzione lavori 3000 euro

* D.L. 81/2008 2500euro

* DIA recinzioni 750euro

* Accatastamento con inserimento in mappa 2.500euro

* Pratica agibilità 350euro

* Fognature 5000/6000euro

* Impianto elettrico esterno 4000/5000euro

+ spese varie di corredo alla casa (marciapiedi, siepi etc..)

Totale spese=25000/30000 :P

Quindi il prezzo totale della casa (escluso terreno) si aggirerebbe sulle 180.000/185.000euro

Tutto corretto?

4) Visto il prezzo di cui sopra, che vantaggi porta il costruirsi una casa di questo tipo quando il prezzo totale è già cosi alto escludendo il terreno (col terreno arriviamo sulle 300.000 :ghghgh:)?

Comprando una "villetta" non si spende meno?

Io pensavo che fosse vantaggioso anche economicamente costruirsi una casa del genere.. :ghghgh:

5) Quali vantaggi porta l'avere una casa diquesto tipo?

6) Nel caso avessi un terreno, me la consiglieresti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Occhirossi...

posso chiederti un paio di delucidazioni circa la convenienza di queste case ecologiche?

I miei maggiori dubbi/pensieri sono:

Le case ecologiche non è che costino tanto meno di quelle tradizionali, o comunque, non vedo come la prima ragione di costruirle sia il risparmio.

Sono molto belle ma anche abbastanza rigide (credo). Ovvero, potrebbero essere molto poche le modifiche realizzabili successivamente, rispetto ad una casa tradizionale a colonne portanti.

Per i materiali con cui è costruita, una casa in legno ha una vita ben determinata. Una casa degli anni 70 oggi è vecchia, ma generalmente con un 80 mila euro (sto ovviamente generalizzando, intendo: con molti meno soldi rispetto alla costruzione di una casa nuova) può essere ristrtutturata pesantemente ed aggiornata a sufficienza affinchè possa essere abitata per altri 20-30 anni.

Insomma, pensando queste cose non posso non concludere che queste case "vanno vissute 1 volta" e non costituiscono un investimento. Se ne costruissi una, non avrei nulla da lasciare ai miei figli se non il terreno...

o no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le case ecologiche non è che costino tanto meno di quelle tradizionali, o comunque, non vedo come la prima ragione di costruirle sia il risparmio.

Sono molto belle ma anche abbastanza rigide (credo). Ovvero, potrebbero essere molto poche le modifiche realizzabili successivamente, rispetto ad una casa tradizionale a colonne portanti.

Per i materiali con cui è costruita, una casa in legno ha una vita ben determinata. Una casa degli anni 70 oggi è vecchia, ma generalmente con un 80 mila euro (sto ovviamente generalizzando, intendo: con molti meno soldi rispetto alla costruzione di una casa nuova) può essere ristrtutturata pesantemente ed aggiornata a sufficienza affinchè possa essere abitata per altri 20-30 anni.

Insomma, pensando queste cose non posso non concludere che queste case "vanno vissute 1 volta" e non costituiscono un investimento. Se ne costruissi una, non avrei nulla da lasciare ai miei figli se non il terreno...

o no?

Ciao mda,

allora, la prima ragione di costruzione non è il risparmio in termini di costi di edificazione... come tutte le cose anche una abitazione ecologica va vissuta almeno per un paio di settimane per capirne la differenza rispetto ad una tradizionale... il benessere e la qualità percepita è completamente diversa... la sensazione che si ha nel vivere all'interno di una casa bio può essere sintetizzata in una espressione di una mia vecchia coppia di clienti: quando rientriamo in casa nostra ci sembra di essere in ferie... questo perchè? perchè si cerca di prestare molta attenzione alla qualità dei materiali utilizzati, all'esposizione solare, al ciclo delle stagioni, all'inquinamento indoor, al rapporto uomo/spazio, ma soprattutto a monte si cerca di progettare in funzione di momenti e non in funzione dei metri cubi... a volte bastano piccole attenzioni derivate da una attenta osservazione della quotidianità... un pessimo progetto produce una casa poco confortevole anche se costruita con materiali eco-compatibili... nelle case in cui si è fatto bioarchitettura si parte dai bisogni di chi andrà a vivere l'abitazione... è questo il principale motivo per cui sul mercato non vengono offerte abitazioni di questo tipo già pronte... una abitazione preconfezionata non può non scontrarsi con i bisogni individuali e specifici di ciascuna persona... potrei continuare per ore... come sempre però il tempo a disposizione è troppo poco... non mi stò riferendo in questo caso alle sole case con struttura portante in legno ma in generale alla bioarchitettura

...tutte le case hanno una vita ben determinata perchè non è la struttura che invecchia ma gli impianti e gli infissi... una casa con struttura in legno (debitamente protetta) ha la stessa durata di una casa con struttura portante in CA e laterocemento... i paesi nordici sono pieni di esempi di abitazioni ultracentenarie con struttura portante in legno...

l'espressione "una casa in legno ha una vita ben determinata" è figlia di una scarsa conoscenza del prodotto; come una casa in laterocemento anche una casa con struttura in legno può subire delle modifiche nel tempo... sono invece più semplici, veloci e con minor produzione di materiali di risulta... lo dico per esperienza: nel mio ufficio di architettura associato si fa bioarchitettura ed edilizia tradizionale (per fortuna sempre meno quella tradizionale)...

...alla prima occasione che hai chiedi ad una persona che si è fatto progettare e costruire una casa in legno se è felice della scelta fatta... visita un paio di fiere e va a visitre le case mostra dei vari produttori... se a quel punto non ti sentirai ancora sicuro della scelta vuol dire che la scelta giusta per te è una casa con struttura in CA... una casa deve prima di tutto infondere benessere e il benessere si ottiene anche con la sicurezza e protezione...

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1) Che differenza c'è tra una casa prefabbricata/ecologica e una CasaClima? Sono standard diversi? Poi per quanto riguarda classe A e B hai già risp.

tutte le abitazioni indipendentemente dalla tipologia di struttura utilizzata posso essere casaclima (risparmio energetico - controllo debito CO2); per esserlo è sufficiente che rispettino i parametri imposti dall'agenzia.

Una casa prefabbricata ecologica normalmente con struttura portante in legno nella quasi totalità dei casi rientra nei parametri casaclima, se ecologica ottiene un + nella classificazione... ad esempio una casaclima classe A+ è una casa ad altissimo risparmio energetico costruita con materiali ecologici e con almeno una fonte di energia rinnovabile (+).

2) ho letto che il prezzo va dalle 1050euro m2 alle 1350euro m2 di solito.

Pero' ho visto i prezzi della grandi ditte del settore e i prezzi sono sulle 1700euro m2. Come mai?

dipende a che modello di casa ti riferisci, con quali parametri tecnici e di coibentazione, dal tipo di riscaldamento ecc.. certo che case fatte con una marea di serramenti triplovetro, senza sporti di gronda, tetto in rame, doppia altezza ecc. costano quei prezzi... le case più semplici e normali sono decisamente più abbordabili e si aggirano su una media di 1250-1350 € al mq...

3) Nel caso volessi costruire una casa (o casaclima) di 110m2, presupponendo un costo di 1300e m2, il totale sarebbe di 143.000euro, piu' basamento di circa 12.000euro. Gli allacciamenti ho capito che sono inclusi.

In piu' queste spese da te citate:

* Accatastamento 4000/6000euro

* Geotecnica 1000euro

* Calcoli cementi armati platea e relativo collaudo 2.500 euro

* Direzione lavori 3000 euro

* D.L. 81/2008 2500euro

* DIA recinzioni 750euro

* Accatastamento con inserimento in mappa 2.500euro

* Pratica agibilità 350euro

* Fognature 5000/6000euro

* Impianto elettrico esterno 4000/5000euro

+ spese varie di corredo alla casa (marciapiedi, siepi etc..)

Totale spese=25000/30000 :ghghgh:

Quindi il prezzo totale della casa (escluso terreno) si aggirerebbe sulle 180.000/185.000euro

Tutto corretto?

tutto +o- OK tranne all'inizio, non sono inclusi gli allacciamenti ma gli impianti, mana anche la spesa per il permesso di costruire... il conteggio a cui fai riferimento non lo contempla perchè era in risposta ad un caso in cui il PdC era fornito nel prezzo casa...

4) Visto il prezzo di cui sopra, che vantaggi porta il costruirsi una casa di questo tipo quando il prezzo totale è già cosi alto escludendo il terreno (col terreno arriviamo sulle 300.000 :mad:)?

Comprando una "villetta" non si spende meno?

Io pensavo che fosse vantaggioso anche economicamente costruirsi una casa del genere.. :ghghgh:

5) Quali vantaggi porta l'avere una casa di questo tipo?

Per conto mio la risposta a questi due quesiti la trovi nella risposta che ho dato a mda

analizzando la scelta solo dal punto di vista puramente monetario...hai provato a fare un giro per agenzie per vedere cosa costa una villetta singola?

6) Nel caso avessi un terreno, me la consiglieresti?

a priori non conoscendo le tue esigenze non posso esprimermi... è una cosa che devi capire da solo se questo tipo di abitazioni vanno bene per te e la tua fidanzata...

in bocca al lupo

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per la risp ;)

Purtroppo pensavo di essermi sbagliato riguardo al costo e invece ahimè scopro che ho dimenticato anche qualche spesa :P

Quanto costano piu' o meno allacciamento e PdC?

Non avevo pensato alle CaseClima dal punto di vista della qualità della vita però ora come ora è affascinante :shock:

Come dici tu sarebbe utile girare qualche fiera per provare a entrare in queste case, che tu sappia ce ne sono nel breve periodo? (Zona Cremona/Bergamo/Milano)

Grazie :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie per la risp ;)

Quanto costano piu' o meno allacciamento e PdC?

Come dici tu sarebbe utile girare qualche fiera per provare a entrare in queste case, che tu sappia ce ne sono nel breve periodo? (Zona Cremona/Bergamo/Milano)

Grazie :ghghgh:

...tutto il pacchetto progettazione normalmente parte dai 20.000*€ in su ma è molto variabile da professionista a professionista.... fai conto un 8% sul costo costruito...

gli allacciamenti sono variabili dalla situazione del lotto... principalmente dipende dove sono dislocate le utenze e dalle procedure degli enti che detengono la gestione delle utenze... se il lotto fa parte di una lotizzazione tutte le utenze arrivano normalmente a lato del passo carrabile altrimenti bisogna scavare e spaccare la strada...

per le fiere tieni d'occhio quotidianocasa.it... al''inizio di ogni mese fanno una rassegna delle maggiori fiere di settore... fino a domani c'è la fiera a bergamo, non l'ho mai visitata... al max ti fai un giro in città alta... la domenica mattina è stupenda...

fiere di aprile

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
...tutto il pacchetto progettazione normalmente parte dai 20.000*€ in su ma è molto variabile da professionista a professionista.... fai conto un 8% sul costo costruito...

gli allacciamenti sono variabili dalla situazione del lotto... principalmente dipende dove sono dislocate le utenze e dalle procedure degli enti che detengono la gestione delle utenze... se il lotto fa parte di una lotizzazione tutte le utenze arrivano normalmente a lato del passo carrabile altrimenti bisogna scavare e spaccare la strada...

per le fiere tieni d'occhio quotidianocasa.it... al''inizio di ogni mese fanno una rassegna delle maggiori fiere di settore... fino a domani c'è la fiera a bergamo, non l'ho mai visitata... al max ti fai un giro in città alta... la domenica mattina è stupenda...

fiere di aprile

P.

Grazie mille per le risp.

Se fossi stato a casa ci sarei andato di sicuro (concordo su BG alta :rolleyes: )

putroppo essendo a Zurigo per lavoro dovrò aspettare Maggio per vedere qualche fiera (spero).

Saluti :baby:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

personalmente ritengo che sia una restrizione alla libertà personale obbligare a certe scelte... la casa è un bene imprescindibile e sacrosanto... è il luogo dell'anima e il nido della famiglia... trovo tanto difficile accettare che si pongano delle limitazioni in tal senso... plaudo invece chi favorisce con sovvenzioni o sgravi fiscali... ma per favore non parlatemi di divieti...

P.

Ciao Occhirossi, ho riletto la discussione e volevo discutere su questa frase.. La casa è si un bene imprescindibile e sacrosanto ma se non poniamo delle regole andremo sempre peggio. La qualità della vita non è data dalla singola casa ma anche da tutto quello che la circonda. Come mai nelle periferie generalmente si hanno condizioni di vita peggiori? perchè per muoversi bisogna avere la macchina, non ci sono i servizi e i quartieri diventano dormitori. Qualche limite bisogna porlo e insieme a dei divieti sarebbe necessaria la pianificazione urbanistica come avviene per esempio in Olanda dove non si costruiscono case, ma quartieri, collegati con criterio (vedi mezzi pubblici, servizi) al resto della città.

Dopo questo avevo una curiosità, guardando il sito non ho capito come vengono progettate le case, le forme e dimensioni sono fisse, si possono combinare dei moduli o vengono progettate completamente (ovviamente con una standardizzazione per i pacchetti utilizzati) ad ogni commessa? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella discussione! Mi piacerebbe tantissimo abitare in una casa a risparmio energetico e costruita secondo le norme della bioedilizia. Ma vivo a Roma, dove c'è tutto tranne il rispetto per l'ambiente. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io in Sicilia.. dove... è difficile trovare un costruttore del genere in loco!! :D


“Creare forse significa sbagliare quel passo nella danza. Significa dare di traverso quel colpo di scalpello nella pietraâ€. Antoine de Saint-Exupery

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OT:

Ma chi é Amatullo il tuo avatar ?

GRANDISSIMO :ciao:


iMac 27" i5 - 2,7 Ghz + iMac 20" G5 - 2,00 Ghz
Mini C2D - 2,00 Ghz
iPhone 4s 16 Gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti!

E' da anni che richiedo brochure a varie aziende prodruttrici di case ecologiche e finalmente posso leggere opinioni e info di persone competenti!!!!

Grazie!

Ho mille dubbi e centinaia di domande da farvi e ho già individuato il martire di questo forum.....occhirossi! Sappi che ti tempesterò di domande perchè sei davvero chiaro e dettagliato, sei praticamente il mio intorlocutore ideale! Io e la mia famiglia siamo davvero intenzionati a realizzare questo progetto ecologico, in relatà la più motivata sono io! Vivo in Molise e da queste parti è molto forte il pregiudizio nei confronti di tutto ciò che non sia "mattone"!

Io, come gran parte degli amici di questo forum, ho un po' di perplessità nei confronti delle ditte competenti. Ho visitato decine di siti internet e ho visto le case dei miei sogni ma non saprei quale scegliere poichè ciò che più mi preme è l'affidabilità e la serietà dell'azienda. Non vi nascondo che la prima ditta che ho contattato è la Rubner, richiedo brochures da 6 anni!!!! In merito a questo Occhirossi, ho visto delle immagini di case che tu hai pubblicato su questo forum che trovo splendide ma che non ho mai visto sui depliants Rubner, sono forse relaizzate con progetto personalizzato? E' quindi possibile studiarla a "tavolino"?

A presto e grazie ancora, Piera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Piera,

si, generalmente tutti i produttori di case con struttura in legno forniscono i loro prodotti su misura... anche per Rubner è la stessa cosa... se chiami in azienda la prima risposta è quella di fornire piante prospetti e sezioni del progetto, senza non si può avere un preventivo... le case a catalogo sono generalmente una base di partenza della discussione... poi per carità si fanno anche ....a me personalmente non è mai capitato: ho sempre cambiato qualcosa...

...in molise a Longano nel 2008 la Rubner ha fatto questo intervento... è una casablanca...legno dentro, intonaco fuori...

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Piera,

si, generalmente tutti i produttori di case con struttura in legno forniscono i loro prodotti su misura... anche per Rubner è la stessa cosa... se chiami in azienda la prima risposta è quella di fornire piante prospetti e sezioni del progetto, senza non si può avere un preventivo... le case a catalogo sono generalmente una base di partenza della discussione... poi per carità si fanno anche ....a me personalmente non è mai capitato: ho sempre cambiato qualcosa...

...in molise a Longano nel 2008 la Rubner ha fatto questo intervento... è una casablanca...legno dentro, intonaco fuori...

P.

Che piacere vedere una struttura così bella e avvenieristica in Molise!!!! Allora qualcuno è sveglio da queste parti!

So che in zona c'è un rivenditore, infatti è nei nostri programmi fargli visita anche se io sono ancora in alto mare poichè non ho il terreno e prima di procedere devo vendere il mio appartamento altrimenti non vado molto lontano!

Grazie e buona giornata, Piera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nel 2018 si chiuderà il cerchio:

http://www.aamterranuova.it/article3323.htm

P.

Che cacchiata!

e una palazzina di 18 appartamenti, magari disposta in 6 piani, con cosa si rende "indipendente" sotto il profilo energetico?

Va bene il fotovoltaico, ma non credo che tutti i tetti siano idonei o sufficienti per tale scopo.

Una villetta indipendente, una bifamiliare, OK, ma un grande condominio con cosa genera l'energia che gli serve?


Chi beve solo acqua, ha un segreto da nascondere. (C. Baudelaire)

Meno internet, più cabernet!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che cacchiata!

e una palazzina di 18 appartamenti, magari disposta in 6 piani, con cosa si rende "indipendente" sotto il profilo energetico?

Va bene il fotovoltaico, ma non credo che tutti i tetti siano idonei o sufficienti per tale scopo.

Una villetta indipendente, una bifamiliare, OK, ma un grande condominio con cosa genera l'energia che gli serve?

Si tratta di un cambiamento culturale prima di tutto e questa legge è un modo efficace per permetterlo. I problemi tecnici sono e saranno tutti risolvibili.

Su questi temi non si può aspettare che ci pensino i singoli ma deve essere creato tutto il contesto legislativo che ne fa derivare un contesto sociale e tecnico.

PS

Già ora oltre a sole, vento e idrico, ci sono mille altri modi di produrre energia e calore in modo sostenibile, ma il concetto fondamentale è ridurre gli sprechi (sembra una cosa teorica ma può fornire il 50% almeno dell'energia necessaria).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che cacchiata!

e una palazzina di 18 appartamenti, magari disposta in 6 piani, con cosa si rende "indipendente" sotto il profilo energetico?

Va bene il fotovoltaico, ma non credo che tutti i tetti siano idonei o sufficienti per tale scopo.

Una villetta indipendente, una bifamiliare, OK, ma un grande condominio con cosa genera l'energia che gli serve?

Opzione A) con il geotermico per il calore ed il raffrescamento + fotovoltaico e recupero acque piovane... diluito su più unità residenziali è la soluzione più economica... nel triveneto nel settore pubblico si usa già su palestre ed edifici pubblici di grandi dimensioni

Opzione :rolleyes: con il fotovoltaico che genera la scissione dall'acqua dell'idrogeno e normale centrale termica ad idrogeno... in grande per aziende particolari della mia zona come gli orafi le centrali termiche sono spesso ad idrogeno... da qui a 5/6 anni la caldaietta ad idrogeno avrà costi accessibili... in generale comunque interventi del ganere richiedono il centralizzato con controllo puntuale dei consumi sulle singole unità

...

Opzione X) cogenerazione evoluta ed ottimizzata

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, so di aver lanciato un sasso contro una vetrata con questa mia esternazione, ma bisogna essere realisti.

In certi contesti la strada è praticabile e sono fermamente intenzionato a costruire casa con criteri di bioedilizia (se Provincia ciircondario e comune si mettono d'accordo e mi concedono i permessi) ma arrivare a certi estremi mi sembra impossibile, almeno in certi contesti.

Che poi come dice Grillo, mentre nell'elettronica, nella meccanica, ci evolviamo e negli ultimi 20 anni abbiamo fatto passi da gigante, nell'edilizia siamo ancora fermi (quasi ovunque) al 1960 o giù di lì...

Va bene gli infissi a triplo vetro, le pareti con coefficente termico di 0,14, il ricircolo dell'aria dentro alle pareti esposte a sud, i tetti ventilati, il fotovoltaico, i pannelli solarti per l'acqua sanitaria...

Ma suvvia! il recupero dell'acqua piovana, a parte un po' di irrigazione del giardino, a chi serve?

Ad avere uno sciacquone che fa scendere acqua verdastra e puzzolente dentro al vater?

Vidi una interessantissima puntata di Report al riguardo, e certi condomini realizzati con criteri di edilizia "moderna£ dove sulla carta promettevano risparmi ingenti, in realtà si trasformavano in forni invivibili in estate perchè troppo insolati, o avevano seri problemi crati dalle cisterne dell'acqua piovana che marciva nei serbatoi e formava alghe e fango puzzolente.

Tra una casa in C/A e una Rubner non ho dubbi, sceglierei la seconda a occhi chiusi (benchè sia perfettamente possibile costruire con determinati sistemi anche in laterizio mantenendo ottimi K termici, tipo il Porotherm Winerberger), con tutta probabilità cercherò di installare un impianto fotovoltaico, ma suvvia, quando qualcuno mi dice che si può montare una centrale di cogenerazione in un condominio, non credo proprio che sia una buona idea andare a mettere un generatore di corrente a Metano, che va in quialche modo a produrre calore e corrente, per ovviare al problema dell'indipendenza energetica.

Per quanto concerne l'accumulo di energia sotto forma di Idrogeno gassoso sfruttando la corrente prodotta in eccesso dal fotovoltaico... mi sembra al momento uina tecnologia acerba, non ancora pronta per essere economicamente sostenibile.

Only my two cents, of course :rolleyes:


Chi beve solo acqua, ha un segreto da nascondere. (C. Baudelaire)

Meno internet, più cabernet!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PS: il geotermico, come si comporta con i movimenti "tellurici"

so di gente che ha speso parecchio per tale tecnica e poi si sono trovati con l'impianto compromesso dagli assestamenti del terreno...


Chi beve solo acqua, ha un segreto da nascondere. (C. Baudelaire)

Meno internet, più cabernet!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

GON ovvio che non si ricicla l'acqua per lo sciacquone del settimo piano perchè costerebbe (in termini economici e di CO2) di più filtrare e pompare l'acqua al piano... la soluzione è come sempre a monte: un progetto ben calibrato e armonizzato in tutte le parti senza perdere la visione d'insieme...

mi sembra che nelle tue considerazioni non parti dal concetto di generazione distribuita e non vedi una possibile soluzione in quanto tendi ad analizzare il problema edificio per edificio ...ogni singola cellula nel bilancio d'insieme deve essere considerata grid-connected...

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera!

Qualcuno conosce la ditta Haas Fertigbau? Ho richiesto il catalogo online e sono stata contattata da un loro agente alla velocità della luce! Le loro proposte sono interessanti ma non la conosco... in realtà Rubner a parte, è un settore a me sconosciuto!

Grazie e buona serata, Piera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo