Vai al contenuto

Dark Mode

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS







Guida alla configurazione di Parallels Desktop


Gianni_Mac

Recommended Posts

Questa vuole essere una semplice e rapida guida per impostare e rendere perfettamente funzionante la vostra macchina virtuale sul vostro amato Mac.

Questo tutorial è basato su una delle applicazioni maggiormente usate nel campo della virtualizzazione, Parallels Desktop, il quale, giunto alla versione 3.0, integra il supporto per le maggiori release dei più noti sistemi operativi in commercio, dalla più semplice distribuzione di Linux alla più complicata versione di windows Vista.

Nelle righe che seguiranno verranno descritti i passi principali necessari per installare Windows XP, versione più in voga tra i nuovi mac user che hanno ancora necessità di avere a disposizione questo sistema operativo, magari per motivi di lavoro o per delle applicazioni particolari.

Si noti come questa procedura possa essere ripetuta tale e quale anche per gli altri OS.

Dopo questa introduzione passiamo ad esaminare i punti cardine dell’installazione vera a propria.

Necessario per l’installazione:

  • Parallels Desktop 3.0 ;
  • Copia originale, o Immagine ISO, di Windows XP ;
  • e come al solito un pò di pazienza e savoir faire ;

1) Dopo aver installato e aperto Parallels Desktop, procediamo con la creazione della nuova macchina virtuale che ospiterà il nostro Windows XP.

Appena aperto Parallels vi si presenterà a video una schermata come questa.

proseguiamo cliccando su Next...

Immagine%201.jpg

2) a questo punto io consiglio vivamente di proseguire la configurazione seguendo la modalità Custom, che richiede più dettagli da inserire, ma che permette di personalizzare come si vuole la macchina virtuale, senza demandare in toto tutte le decisioni al software.

E’ più complicata ma questa guida serve proprio a questo, e di seguito sono riportate tutte le informazioni e le spiegazioni necessarie.

Immagine%202.jpg

3) ora ci viene chiesto di selezionare, mediante gli appositi menù a tendina, il tipo e la versione del sistema operativo che intendiamo installare; nel nostro caso scegliamo Windows e come versione la sopra citata, Windows XP.

Immagine%203.jpg

4) in seguito dobbiamo definire la quantità di RAM da assegnare alla nostra macchina virtuale; sullo schermo avrete questa scala graduata con la quantità massima disponibile ed anche un intervallo che vi indica quella consigliata.

Piccolo inciso: questo quantitativo di memoria non viene perennemente occupato dalla macchina virtuale, mutilando di fatto la memoria globale del vostro Mac, ma viene occupata solo nel caso in cui voi lanciate Parallels ed aprite il nuovo OS, per essere poi rilasciata non appena chiudete il software di virtualizzazione.

Immagine%204.jpg

5)adesso è il momento di definire lo spazio fisico che avrà a disposizione la macchina virtuale; in questa guida supponiamo di installare una macchina virtuale da zero e non di usare una partizione esistente creata con BootCamp, quindi proseguiamo selezionando Create a new hard disk image

Immagine%205.jpg

6) selezioniamo la dimensione effettiva del disco, io consiglio 25Gb, una capienza sufficiente per gestire sia le applicazioni più avide di spazio sul disco, che magari moli di dati più corpose. Ovviamente siete liberi di impostare a vostro piacimento le dimensione che preferite. Una piccola accortezza, spuntate la casella Expanding , se non volete che Parallels occupi sin da subito tutto lo spazio su disco che voi avete assegnato; così facendo voi avrete come limite massimo di espansione della macchina virtuale quello fissato sopra, ma le dimensioni effettive del disco virtuale risulteranno minori, in quanto occuperà solamente lo spazio effettivamente usato.

Immagine%206.jpg

7) proseguendo con l’installazione, dobbiamo impostare le modalità di condivisione della connessione internet, dal Mac alla macchina virtuale. Per maggiore comodità selezioniamo Shared Networking, il quale si occuperà da solo delle configurazioni.

Immagine%207.jpg

8) adesso non rimane che assegnare il nome alla macchina virtuale e decidere se volete un’icona sul desktop che vi faciliti l’apertura di Windows. Nella parte bassa di questa finestra compare anche il percorso dov’è situato fisicamente il disco virtuale del vostro sistema operativo ospite, solitamente è in Documenti nella vostra cartella Home.

Immagine%208.jpg

9) a questo punto basta solo specificare come verrà installato windows, se tramite CD o ISO;

nel caso della ISO dovete anche selezionare il percorso nel quale è fisicamente raggiungibile l’immagine disco. Assicuratevi che ci sia la spunta su Start Windows XP installation e premete Finish.

Immagine%2010.jpg

10) adesso dovete pazientemente attendere che finisca il processo di installazione del sistema operativo, ed avrete il vostro XP pronto per essere utilizzato.

Immagine%2012.jpg

11) terminata l’installazione, passiamo ad installare i Parallels Tools; questi sono degli strumenti aggiuntivi, presenti in questo software, che migliorano la collaborazione tra OSX e la macchina virtuale. Per installarli basta andare nella menubar in alto, cliccare su Action e poi su Install Parallels Tolols ; a questo punto basta seguire la procedura guidata e selezionare l’installazione raccomandata.

Immagine%2019.jpg

12) sostanzialmente la configurazione termina qui, in quanto adesso avete un sistema collaudato e che avete usato spesso; le funzionalità della macchina virtuale rispecchiano in tutto e per tutto quelle di un comune PC, potete installare programmi, navigare in internet, scaricare la posta, utilizzare l’instant messaging... etc, etc...

13) volevo solo concludere con delle piccole informazioni aggiuntive, quali il collegamento di una periferica usb, l’inserimento di un CD e la possibilità di crearsi delle cartelle condivise con OSX

Periferiche USB:

potete tranquillamente collegare le vostre amate penne o dischi esterni alla macchina virtuale, senza alcun tipo di preoccupazione. Parallels vi segnalerà a video la presenza di una periferica esterna e vi chiederà se vorrete “collegarla†alla macchina virtuale, o lasciarla connessa solo al lato Mac

Immagine%2013.jpg

non appena collegate un disco removibile al Mac, con Parallels in funzione la situazione che avete è pressoché questa...

Immagine%2014.jpg

...prima di cliccare su YES nella macchina virtuale, voi vedete ancora la vostra penna sulla scrivania del Mac, ma una volta dato il consenso, la vedrete scomparire dalla scrivania del Mac e comparire nella lista delle periferiche in Risorse del Computer.

Immagine%2015.jpg

Questo era quanto necessario sapere per collegare un dispositivo usb alla macchina virtuale, ma nel caso in cui io volessi scollegarla da windows ed averla disponibile su OSX?

tranquilli adesso lo vediamo nel dettaglio...

Basta solo cliccare nella parte bassa della finestra di Parallels come mostrato in figura...

Immagine%2016.jpg

Immagine%2017.jpg

...togliere la spunta alla periferica che si desidera “smontareâ€...et voilà ora avete di nuovo la vostra periferica sulla scrivania del vostro Mac.

Qualora invece vogliate scollegarla fisicamente dalla macchina virtuale basta semplicemente cliccare sulla freccia verde nella barra in basso di windows e rimuovere il dispositivo.

CD - DVD ROM

Per quanto riguarda questo tipo di periferiche la situazione è molto più semplice...

una volta inserito il disco la macchina virtuale lo riconosce in automatico, mostrandovi la relativa icona nella lista delle periferiche in Risorse del Computer

Immagine%2018.jpg

CARTELLE CONDIVISE

Con Parallels possiamo decidere di condividere una cartella tra i due sistemi operativi, è una sorta di contenitore comune, che possono usare entrambi, per inserirci dentro file di ogni tipo, leggerli e anche solo modificarli...vediamo come crearne una...

Questa opzione va fatta con la macchina virtuale spenta, si apre Parallels, si clicca su una qualunque delle opzioni presenti nella finestra

Immagine%2011.jpg

Immagine%2021.jpg

cliccando poi su Shared Folder e sul + evidenziato procediamo con l’assegnazione di una cartella condivisa...

Immagine%2022.jpg

definiamo un nome univoco per tale cartella e il percorso al quale fa riferimento...sarà in quella cartella che andrete a copiare i file che vorrete ritrovarvi poi in windows; questi file dal lato della macchina virtuale sono accessibili mediante l’icona di Parallels Shared Folder presente sulla scrivania, all’interno di questa cartella troverete quella che avete appena definito con tutti i file in essa contenuti.

TIPS & TRICKS

Alt + invio --> per passare dalla modalità finestra a schermo intero, e viceversa

Ctrl + Alt --> quando siete in modalità tutto schermo per tornare alla scrivania del vostro Mac

Drag&Drop --> se siete in modalità finestra potete trascinare direttamente file da OSX sulla scrivania della macchina virtuale, e veder comparire una copia di quel file all’interno del sistema operativo ospite

Questa sezione verrà aggiornata pian piano che mi verranno in mente altri trucchetti...

© Italia Mac, Gianni_Mac.

Tutti i diritti riservati. Vietata la copia e l'utilizzo dei contenuti della guida,

anche solo parzialmente, senza l'autorizzazione scritta degli autori.

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 6 months later...
  • Risposte 325
  • Created
  • Ultima Risposta

in questo caso no...non stiamo utilizzando BootCamp, stiamo solo emulando il sistema operativo con questo programma, che è già dotato di supporto per numerose periferiche :P

:ghghgh:

P.S. : grazie per il commento alla guida :ciao:

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • per quanto riguarda la Ram, puoi gestirla come meglio credi :)
    ovviamente le modifiche vanno eseguite a macchina virtuale spenta
  • per la dimensione del disco non puoi fare nulla (di rapido), oppure seguire questo spunto che ho trovato e testato:
    I just installed Microsoft Office on my guest XP instance and it sucked up all of the available hard disk. Here's how I was able to resize my XP virtual disk used by Parallels...
    • In OSX, copy the HDD drive image file and rename.
    • Use Image Tools to resize the original HDD file.
    • Change your VM profile to boot off of the copied HDD image.
    • Add the original, resized image as a second hard disk.
    • Boot the vm.
    • Open CMD prompt and run DISKPART. This utility should be installed if you are running XP SP2.
    • View volumes in DISKPART with the command list volume. Note which volume is your original, resized partition. The original volume is not the system volume.
    • Select that partition using the DISKPART command select volume # where # is the partition number.
    • Enter the command extend. This will make windows recognize the extended amount.
    • Enter the command exit
    • Exit Windows and change the VM profile to once again boot from the original, resized image file.
    • At this point you can delete the copied hdd image file.

    QUI il link alla pagina completa

;)

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no...la disinstallazione di Parallels (che per essere precisi va fatta attraverso l'apposito Unistaller, presente nel DMG del programma stesso) elimina solo il programma e i relativi file di sistema, lasciando intatte tutte le immagini disco che avevi creato in precedenza.

Queste immagini disco le puoi trovare nella tua Home --> Documenti --> Parallels

e decidere di farne ciò che vuoi, cestinarle, farne una copia di backup su un disco esterno e così via :ciao:

solo una volta eliminata l'immagine, viene rilasciato lo spazio al disco principale del tuo Mac

:mhh:

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
no...la disinstallazione di Parallels (che per essere precisi va fatta attraverso l'apposito Unistaller, presente nel DMG del programma stesso) elimina solo il programma e i relativi file di sistema, lasciando intatte tutte le immagini disco che avevi creato in precedenza.

Queste immagini disco le puoi trovare nella tua Home --> Documenti --> Parallels

e decidere di farne ciò che vuoi, cestinarle, farne una copia di backup su un disco esterno e così via :mhh:

solo una volta eliminata l'immagine, viene rilasciato lo spazio al disco principale del tuo Mac

:fiorellino:

Se ho capito bene, una volta disinstallato Parallels con l'Unistaller, per elimare anche il sit. op. Windows e recuperare lo spazio disco della partizione (ridandolo al disco Machintosh) basta eliminare l'immagine disco della partizione Windows (che, dopo aver disinstallato Parallels trovo dentro Home --> Documenti --> Parallels) espellendola trascinandola nel cestino come faccio quando espello un disco esterno USB (... scusa, mi sto impratichendo ora con Leopard).

Ciao e grazie

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quell'immagine disco si trova sempre li...non solo dopo aver eliminato Parallels :mhh:

e non deve essere espulsa, ma semplicemente cestinata ed eliminata

:fiorellino:

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • per quanto riguarda la Ram, puoi gestirla come meglio credi :ghghgh:
    ovviamente le modifiche vanno eseguite a macchina virtuale spenta
  • per la dimensione del disco non puoi fare nulla (di rapido), oppure seguire questo spunto che ho trovato e testato:
    QUI il link alla pagina completa

:)

Gianni, scusa la domanda: ma comunque stiamo solo parlando di "aumentare" la capacità del disco della macchina virtuale, non di ridurla. Per riduarla non credo ci sia modo a meno di cancellare del tutto la macchina vurluale e rifarla da capo (sperando di non incasinare nulla smanettando troppo sul disco).

Ho appena installato Parallels dando, ahimé, 30 GB a Windows XP e credo di aver esagerato, anche se è configurato in modalità expanded.

Sono indeciso se tenermelo così o ridurlo/rifare tutto da capo dando meno capacità, visto che per ora c'è solo Windows, ma non vorrei incasinare niente ... al peggio lo tengo così e mi pongo il problema quando non avrò più spazio per MAC OS.

Ciao e grazie

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è lo stesso...diminuire/aumentare lo spazio, implica sempre lavorare sulle dimensioni del disco, compromettendone il contenuto...te lo dico in quanto i primi tempi mi sono imbattuto nella stessa situazione, cancellando tutto :ghghgh:

se lo hai in modalità expanded stai tranquillo, e fregatene dei 30Gb...non ci arriverai mai

e comunque è sempre meglio starci larghi con le dimensioni, piuttosto che stretti, qualora ti trovassi in obbligo di installarci più programmi pesanti...mi spiego?

P.S. : ricorda che con pochi € puoi prenderti un disco esterno, anche autoalimentato, e spostarci tutte le immagini delle macchine virtuali :)

in questo modo puoi anche fartene dei backup e non occupare spazio prezioso sul tuo Mac :cry:

:)

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
è lo stesso...diminuire/aumentare lo spazio, implica sempre lavorare sulle dimensioni del disco, compromettendone il contenuto...te lo dico in quanto i primi tempi mi sono imbattuto nella stessa situazione, cancellando tutto :ghghgh:

se lo hai in modalità expanded stai tranquillo, e fregatene dei 30Gb...non ci arriverai mai

e comunque è sempre meglio starci larghi con le dimensioni, piuttosto che stretti, qualora ti trovassi in obbligo di installarci più programmi pesanti...mi spiego?

P.S. : ricorda che con pochi € puoi prenderti un disco esterno, anche autoalimentato, e spostarci tutte le immagini delle macchine virtuali :)

in questo modo puoi anche fartene dei backup e non occupare spazio prezioso sul tuo Mac :cry:

:)

Grazie della risposta e della pazienza.

In effetti, se a 30 Gb non arriverò mai, la capacità non utilizzata tra quello effettivamente utilizzato ed il limite max dei 30 Gb rimarrà comunque e disposizione di MAC OS senza crearmi problemi di capacità.

Grazie ancora e buona giornata.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie della risposta e della pazienza...Grazie ancora e buona giornata.

di nulla...:fiorellino:

altrettanto

:(

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nella prima pagina di questa discussione trovi la guida completa, e le istruzioni per installare i Tools di supporto :ola:

è il punto 11, trovi la spiegazione con tanto di immagini esplicative :)

;)

MacBook Pro Alu || Apple Cinema Display 20" || iPhone 3GS 3.1.2 || iPod Touch coming soon

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo