Vai al contenuto





Angelo Daisy

"Una preghiera per chi è in difficoltà!!"

Recommended Posts



I Corinzi 13,1-13

" Se anche parlo le lingue degli uomini e degli angeli, ma non ho la carità, sono un bronzo sonante o un cembalo squillante: E se anche ho il dono della profezia e conosco tutti i misteri e tutta la scienza; e se anche possiedo tutta la fede, si da trasportare le montagne, ma non ho la carità, non sono niente. E se anche distribuisco tutte le mie sostanze, e se anche dò il mio corpo per essere bruciato, ma non ho la carità, non mi giova a nulla. La carità è magnanima, è benigna la carità, non è invidiosa, la carità non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità; tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine; le profezie scompariranno: il dono delle lingue cesserà; la scienza svanirà; conosciamo infatti imperfettamente e imperfettamente profetizziamo. Ma quando verrà la perfezione sarà abolito ciò che è imperfetto. Quando ero bambino parlavo da bambino, pensavo e ragionavo da bambinio. Ma quando mi sono fatto adulto ho smesso ciò che era da bambino. Adesso vediamo come in uno specchio, in immagine, ma allora vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in parte, ma allora conoscerò perfettamente,come perfettamente sono conosciuto. Ora esistono tre cose: la fede, la speranza e la carità; ma la più grande di esse è la carità."

:shock:


L'Amore costa. Una perla rara a buon prezzo non è una perla. È una patacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:shock:

«Chi non è in grado di apprezzare la poesia, non capisce che è un momento di pura seduzione» - Lex Luthor - Smallville, (ep. 2.05)

"I lupi ululavano ai margini del bosco: ma sulla terra di Lórien non vi era alcuna ombra" - J.R.R. Tolkien - Il Signore degli Anelli

«Esiste qualcosa capace di eclissare un anima gemella?» - S. Meyer - Eclipse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I Corinzi 13,1-13

" Se anche parlo le lingue degli uomini e degli angeli, ma non ho la carità, sono un bronzo sonante o un cembalo squillante: E se anche ho il dono della profezia e conosco tutti i misteri e tutta la scienza; e se anche possiedo tutta la fede, si da trasportare le montagne, ma non ho la carità, non sono niente. E se anche distribuisco tutte le mie sostanze, e se anche dò il mio corpo per essere bruciato, ma non ho la carità, non mi giova a nulla. La carità è magnanima, è benigna la carità, non è invidiosa, la carità non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità; tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine; le profezie scompariranno: il dono delle lingue cesserà; la scienza svanirà; conosciamo infatti imperfettamente e imperfettamente profetizziamo. Ma quando verrà la perfezione sarà abolito ciò che è imperfetto. Quando ero bambino parlavo da bambino, pensavo e ragionavo da bambinio. Ma quando mi sono fatto adulto ho smesso ciò che era da bambino. Adesso vediamo come in uno specchio, in immagine, ma allora vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in parte, ma allora conoscerò perfettamente,come perfettamente sono conosciuto. Ora esistono tre cose: la fede, la speranza e la carità; ma la più grande di esse è la carità."

;)

(senza parole)


Giovanni Affinita

"L'innamoramento dura pochi mesi, l'Amore dura tutta la vita"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora una donna disse: Parlaci della Gioia e del Dolore.

E lui rispose:

La vostra gioia è il vostro dolore senza maschera,

E il pozzo da cui scaturisce il vostro riso, è stato sovente colmo di lacrime.

E come può essere altrimenti?

Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potrete contenere.

La coppa che contiene il vostro vino non è forse la stessa bruciata nel forno del vasaio?

E il liuto che rasserena il vostro spirito non è forse lo stesso legno scavato dal coltello?

Quando siete felici, guardate nel fondo del vostro cuore e scoprirete che è proprio ciò che vi ha dato dolore a darvi ora gioia.

E quando siete tristi, guardate ancora nel vostro cuore e saprete di piangere per ciò che ieri è stato il vostro godimento.

Alcuni di voi dicono: "La gioia è più grande del dolore", e altri dicono: "No, è più grande il dolore".

Ma io vi dico che sono inseparabili.

Giungono insieme, e se l'una siede con voi alla vostra mensa, ricordate che l'altro è addormentato nel vostro letto.

In verità voi siete bilance che oscillano tra il dolore e la gioia.

Soltanto quando siete vuoti, siete equilibrati e saldi.

Come quando il tesoriere vi solleva per pesare oro e argento, così la vostra gioia e il vostro dolore dovranno sollevarsi oppure ricadere.

Gibran Kalhil Gibran


ecce sto ad ostium et pulso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Allora una donna disse: Parlaci della Gioia e del Dolore.

E lui rispose:

La vostra gioia è il vostro dolore senza maschera,

E il pozzo da cui scaturisce il vostro riso, è stato sovente colmo di lacrime.

E come può essere altrimenti?

Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potrete contenere.

La coppa che contiene il vostro vino non è forse la stessa bruciata nel forno del vasaio?

E il liuto che rasserena il vostro spirito non è forse lo stesso legno scavato dal coltello?

Quando siete felici, guardate nel fondo del vostro cuore e scoprirete che è proprio ciò che vi ha dato dolore a darvi ora gioia.

E quando siete tristi, guardate ancora nel vostro cuore e saprete di piangere per ciò che ieri è stato il vostro godimento.

Alcuni di voi dicono: "La gioia è più grande del dolore", e altri dicono: "No, è più grande il dolore".

Ma io vi dico che sono inseparabili.

Giungono insieme, e se l'una siede con voi alla vostra mensa, ricordate che l'altro è addormentato nel vostro letto.

In verità voi siete bilance che oscillano tra il dolore e la gioia.

Soltanto quando siete vuoti, siete equilibrati e saldi.

Come quando il tesoriere vi solleva per pesare oro e argento, così la vostra gioia e il vostro dolore dovranno sollevarsi oppure ricadere.

Gibran Kalhil Gibran

Quanto è vero... grazie per averlo postato, ElleElle.


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo testo di Gibran Kalhil Gibran l'avevo postato pure io, qualche mesetto fa, nel forum. Veramente eccellente :(


"In this place where time stands still it seems like everything is moving"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...mi è sfuggito...ma qualche mese fa...ero sull'orlo del baratro...evidentemente non l'ho "beccato", quel tuo intervento...

Complimenti...è tutto così bello, Gibran?


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì.

Il Profeta di Gibran è di una bellezza da commuovere.

Qui ti puoi leggere la versione online

Personalmente lo trovo fonte di continua ispirazione e meditazione.

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:

Parlaci dei Figli.

E lui disse:

I vostri figli non sono figli vostri.

Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.

Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,

E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:

Essi hanno i loro pensieri.

Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:

Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.

Potete tentare di essere simili a loro, ma non farvi simili a voi:

La vita procede e non s'attarda sul passato.

Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.

L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

Affidatevi con gioia alla mano dellì'Arciere;

Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco.


ecce sto ad ostium et pulso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora, ElleElle...

Andrò a dare un'occhiata al link, senz'altro!

Il secondo pezzo che hai postato, mi pare di averlo già sentito...davvero, hai ragione...molto "toccanti"!


Feedback positivi "Mercatino IM" per Danielito, Enrik1, Ervago, Icchisi, IoNonSonoQui, Jacopus, Mac-Dragon, NeSsUnO, NuT, OverTheWorse, Steindy e SuperPoldo (in ordine alfabetico)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sì.

Il Profeta di Gibran è di una bellezza da commuovere.

Qui ti puoi leggere la versione online

Personalmente lo trovo fonte di continua ispirazione e meditazione.

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:

Parlaci dei Figli.

E lui disse:

I vostri figli non sono figli vostri.

Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.

Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,

E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:

Essi hanno i loro pensieri.

Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:

Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.

Potete tentare di essere simili a loro, ma non farvi simili a voi:

La vita procede e non s'attarda sul passato.

Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.

L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

Affidatevi con gioia alla mano dellì'Arciere;

Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco.

Anche io lo conosco questo poeta,è davvero molto bravo!!

Questo fiore è per chi è in difficoltà!!:(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
;) un fiore a tutte le persone che hanno problemi...

«Chi non è in grado di apprezzare la poesia, non capisce che è un momento di pura seduzione» - Lex Luthor - Smallville, (ep. 2.05)

"I lupi ululavano ai margini del bosco: ma sulla terra di Lórien non vi era alcuna ombra" - J.R.R. Tolkien - Il Signore degli Anelli

«Esiste qualcosa capace di eclissare un anima gemella?» - S. Meyer - Eclipse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi dispiace criticare ma trovo un po una speculazione sta ossessione nel mettere emoticon in segno di devozione o preghiera...mi sa molto di figurine di padre pio o cartoline di tutti i santi.bah.contenti voi.

penso che la preghiera sia interiorità, non un vanto o una esternazione entusiasta.


SgarbiX: la prima applicazione su App Store dedicata a Vittorio Sgarbi con cui puoi insultare felicemente i tuoi amici

iPatentato: la prima applicazione per esercitarsi con i nuovi quiz della patente creata appositamente per iPad.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' un gesto, semplice e rispettabile. Anzi, da rispettare.

Perché silenzioso e discreto. Un fiore può essere un simbolo delicato di una preghiera.

Non c'entrano nulla i santini, né tantomeno il vanto (e di che?) o l'esternazione entusiasta.


L'Amore costa. Una perla rara a buon prezzo non è una perla. È una patacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E poi speculazione di che cosa? Su cosa specula l'Angelo Daisy?

Pensiamo ai termini che utilizziamo, per cortesia.


L'Amore costa. Una perla rara a buon prezzo non è una perla. È una patacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buongiorno, sono il fioraio....

ci sarebbe il conto da pagare!!

:mad:

mi dispiace criticare ma trovo un po una speculazione sta ossessione nel mettere emoticon in segno di devozione o preghiera...mi sa molto di figurine di padre pio o cartoline di tutti i santi.bah.contenti voi.

penso che la preghiera sia interiorità, non un vanto o una esternazione entusiasta.

...esternazione entusiasta?......ma per favore.....:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo