Vai al contenuto





Deepboy

[Topic Riassuntivo] Acquisto Della Reflex Digitale E Degli Obiettivi

Recommended Posts

Nei primi post è possibile trovare consigli, sia per neofiti che per utenti avanzati, sull'acquisto delle reflex digitali e degli obiettivi a loro connessi.

I contenuti sono stati scritti dagli utenti Bulvio (Sony Alpha - Minolta), ElTorres (Pentax), Geronimous (Olympus), Ulisseroc (Nikon) e Deepboy (Canon), i quali detengono integralmente la proprietà intellettuale di quanto qui riportato.

3L201m0q0I2B0e1D1A3B.jpg

Consigli per scegliere le reflex e gli obiettivi Canon

I corpi macchina

Serie economica NO VIDEO (300D, 350D, 400D, 450D, 1000D):

Sono machine di buona qualità, ma con costruzione interamente plastica, leggera, con impugnature piccole e scomode per chi ha mani più grosse della media. Hanno spesso funzioni mancanti o ridotte rispetto ai modelli superiori. La più grossa mancanza è certamente la seconda ghiera sul dorso.

Fino alla 350D, i corpi macchina avevano un display lcd a colori per la revisione, e uno monocromatico per le impostazioni di scatto. Con la 400D è stato eliminato il display monocromatico, ed integrate le informazioni in quello a colori.

Usano schede di memoria SD.

Le ottiche subiscono una moltiplicazione di focale per un fattore di 1,6x.

Serie economica CON VIDEO (500D, 550D, 600D, 1100D):

Cratteristiche come sopra.

La 550D e la 600D pur avendo dimensioni e materiali da fascia economica (cmqe migliorati rispetto al passato), hanno prestazioni che le mettono praticamente alla pari con la serie superiore. La 600D è la seconda reflex Canon, dopo la 60D, ad avere il display snodato. Inoltre ha anche il controllo wireless dei flash Canon integrato

La 1100D rimane uno scalino sotto sia per prestazioni foto che video: infatti essa è solo HD 720p (come la 500D), mentre 550D e 600D sono FullHD 1080p.

Serie semiprofessionale (D30, D60, 10D, 20D, 30D, 40D, 50D, 60D):

Sono macchine di ottima qualità, sia come immagine, sia come costruzione, dispongono tutte di corpo in lega di magnesio, impugnature ampie e ben sagomate, due display lcd separati, e seconda ghiera sul dorso. Dalla D30, D60 (da non confondere con l'omonima Nikon) alla 30D sono oramai superate, per un acquisto suggerisco di partire dalla 40D in poi.

Sconsiglio l'acquisto della 50D, macchina nata male, quindi si riduce la scelta fra 40D e 60D.

40D ha 10mpx, il display fisso a bassa risoluzione, e non fa video.

La 60D ha 18mpx, un display snodabile ad alta risoluzione fa video FullHD a 1080p. Ha anche il controllo wireless dei flash Canon integrato. Però usa schede SD, mentre tutte le precedenti, dalla 50D in giù, usavano schede CF.

Le ottiche subiscono una moltiplicazione di focale per un fattore di 1,6x.

Serie professionale "economica" (5D, 5D Mark II, 7D):

Le "Cinque" hanno un sensore FULL FRAME, delle stesse dimensioni del fotogramma 24x36 della pellicola 35mm, quindi non inducono alcuna moltiplicazione dell'ottica. La 7D invece ha ancora il sensore formato Aps, con moltiplicazione delle ottiche di 1,6x.

Sono leggermente più grosse della serie semipro. Le 5 non sono dotate di flash integrato, la 7 si.

La 5D ha 13mpx, usa le stesse batterie BP511 della serie xxD, così come un identico layout di menù e comandi. Tuttavia sulla ghiera delle modalità, non sono presenti le modalità di scatto predefinite (tipo Macro, Notturno, Ritratto, Paesaggio, Sport etc).

La 5D Mark II ha 21mpx, nuove batterie, il sistema di pulizia del sensore, alti ISO strepitosi, e permette video FULL HD a 1080p per una durata consecutiva di circa 12 minuti a clip.

La 7D usa le stesse batterie della 5D Mark II. Ha doppio processore Digic4 che le permette una raffica di ben 8fps; ha un autofocus estremamente avanzato ed il controllo wireless dei flash Canon integrato. Oltre al 1080p, permette di girare anche in 720p a 60fps.

La 7D grazie alla raffica, all'AF e al sensore Aps, è la macchina ideale per fare sport, cronaca e fotografia naturalistica, mentre la 5D II è fatta per lo studio, lo still life e le situazioni a bassa luminosità.

Serie professionale (1D Mark I, II, III IV e 1Ds Mark I, II, III):

Queste sono il top di gamma nel digitale. La differenza fondamentale è che le 1Ds hanno il sensore 24x36, come la 5D e non comportano nessuna moltiplicazione per le ottiche; le 1D invece hanno il sensore leggermente più piccolo, che provoca una moltiplicazione delle ottiche per un fattore di 1,3x e sono dette Aps-H (le altre xD e xxxD a formato ridotto si chiamano Aps-C).

Le macchine hanno corpi tropicalizzati, dimensioni maggiori delle altre, infatti sono più alte perchè è presente, integrata nel corpo, l'impugnatura per utilizzarle in verticale; le dimensioni delle macchine quindi sono all'incirca quelle di un quadrato di 15cm di lato.

Le due macchine hanno destinazione d'uso molto diversa, la 1Ds con sensore pieno,e con più risoluzione, è una macchina più da studio, da matrimonio, o cmqe da scatto "tranquillo", o che cmqe preveda forti ingrandimenti e stampe di qualità per mostre, libri fotografici etc, la 1D invece è dotata di una raffica di scatti altissima, circa 10 al secondo, quindi è ottima sia per il fotogiornalismo, che ancor più per gli eventi sportivi, dove la raffica e il sensore che allunga leggermente le ottiche riescono a dare il meglio.

Gli Obiettivi Zoom

Per gli zoom, si possono individuare, per comodità, 4 serie di obiettivi, dalla più economica e di scarsa qualità, fino alla serie professionale di altissima qualità ma prezzo molto alto.

Serie economica:

Comprende obiettivi solitamente fatti interamente di plastica (lenti comprese), con costruzione economica e luminosità molto bassa, tipicamente da f3.5/4 per la l'estremo basso, fino a f5.6 per l'estremo alto. Sono solitamente le ottiche che si trovano nei kit, buone per cominciare a scattare e capire quali possono essere le nostre future esigenze.

Hanno spesso la baionetta di plastica, non hanno scala delle distanze e riferimenti di profondità di campo per i diaframmi, e spesso la ghiera di messa a fuoco è piccola e scomoda da utilizzare. Tipici i 28-80/28-90 dei vecchi kit a pellicola, i 18-55/17-85 Ef-S per le digitali a formato ridotto, e i vari 75-300/50-200 e similari.

Serie intermedia:

Sono gli obiettivi col miglior rapporto qualità prezzo, che solitamente producono buone foto ad un prezzo estremamente contenuto. Hanno una luminosità tipica di f3.5 all'estremo basso e f4.5 all'estremo alto. La costruzione è sempre in plastica, ma più solida e meglio rifinita rispetto alla serie economica, hanno sempre scala delle distanze, riferimenti per la profondità di campo, baionetta metallica, e i più recenti il motore Usm in versione ring, la più veloce e pregiata.

Alcuni di questi sono tutt'ora in produzione (20-35/24-85), alcuni sono fuori produzione da poco tempo (28-105/70-210), altri sono fuori produzione dall'alba dei tempi, ma rimangono ottime lenti (28-70/55-200 (L)). I primi 4 citati sono tutti dotati di motore Usm ring, il 24-85 ha anche lenti speciali, come penso anche il 20-35.

Aggiungerei fra questi anche il 10-22 Ef-S per le digitali.

Serie semiprofessionale:

Anche questa serie ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, ovviamente più spostato verso l'alto. Sono fondamentalmente 3 obiettivi, tutti della serie L (che stà per Luxury, è la serie professionale di Canon), tutti usciti negli ultimi anni, tutti f4 fisso e tutti dotati di veloci motori Usm ring.

Si tratta del 17-40, del 24-105 IS (lo stabilizzatore ottico) e del 70-200 più piccolo (quello f4 appunto, disponibile anche con IS). Sono lenti EF a pieno formato, che vanno sia su pellicola e formato pieno, che su digitale a formato ridotto.

Tuttavia, se il 70-200 è una bomba, e il 17-40 pur pensato principalmente per le digitali ridotte va benissimo anche su sensore pieno, il 24-105 IS invece ha ricevuto diverse critiche, sembra andare molto bene su formato ridotto, anche se la sua estensione focale è quella tipica e perfetta per macchine a pellicola o sensore pieno, tant'è che veniva offerto in kit con la 5D. Nonostante ciò, la massima resa la raggiunge solo su sensore ridotto.

A questi 3 obiettivi aggiungerei 5 vecchie lenti professionali di anni fa, ancora valide; sono il 17-35 L, il 20-35 L, il 28-70 L, l'80-200 L, tutti con diaframma f2.8 fisso, e il 28-80 f2.8-4 L. Il 17-35 è qccreditato di pessime prestazioni, gli altri 4 sono tutti molto buoni e si trovano a prezzi molto ridotti rispetto al costo originario.

Aggiungo infine, per le ottiche Ef-S, il 17-55 f2.8 IS.

Serie professionale:

Si tratta dei modelli più recenti e costosi, tutti con diaframma f2.8 fisso, che forniscono prestazioni superbe.

Si parla quindi principalmente del 16-35 L seconda serie (il prima serie ha avuto molti problemi, evitatelo se potete), del 24-70 L e del 70-200 L quello grande, disponibile anche con IS. Sono obiettivi dalla resa altissima.

Ci sono anche per prezzo e qualità, anche se di luminosità inferiore, 2 grossi zoom tuttofare come il 28-300 L e il 35-350 L, e il grosso zoomtele 100-400 L IS, un vero e proprio gioiello.

Ottiche adattabili con anello di conversione

L'attacco EF di Canon è molto recente e ha un tiraggio molto corto (44mm), su di esso è possibile montare diversi obiettivi della concorrenza senza perdere il fuoco all'infinito; ovviamente si perdono l'autofocus (se presente) e tutti gli automatisimi di esposizione, tutavia l'esposimetro funziona correttamente, quindi è molto semplice montare vecchie ottiche manual focus, ma di alta qualità, sull'innesto Canon.

Fra le ottiche montabili ci sono gli obiettivi con attacco Contax/Yashica (quindi ovviamente l'interesse è per i Carl Zeiss), gli Obiettivi Carl Zeiss per Hasselblad medio formato, gli obiettivi Zuiko per Olympus OM, alcuni obiettivi Pentax (tutti sulle Aps-C, solo i tele, previa modifica, sul pieno formato), ed anche tutti gli obiettivi Nikkor con attacco F e a seguire, compresi quelli attualmente in commercio.

Con queste ottiche è possibile lavorare col diaframma manualmente in stopdown, nelle modalità M e AV. Tuttavia la Messa a fuoco, soprattutto per lenti luminose (con ridotta profondità di campo a tutta apertura) non è sempre facile, i mirini delle Aps sono spesso piccoli e poco luminosi, molto più semplice invece l'utilizzo su pellicola e corpi digitali fullframe.

Ottiche di altri produttori

Esistono dei produttori di ottiche universali che producono obiettivi con attacco Canon. Gli obiettivi sono TUTTI con attacco EF, anche se alcuni vanno solo su corpi digitali a sensore ridotto, non hanno l'attacco Ef-S perchè questo è proprietario di Canon, che non ne ha concesso la licenza di sfruttamento a terzi.

Questi produttori sono Tokina, Sigma, Tamron, Zeiss (senza autofocus) ed infine Vivitar per alcune vecchie lenti.

Attualmente le migliori sono le Tokina, che con 11-16, 12-24, 16-50 e 50-200 tutti f2.8 (tranne 12-24 che è f4) hanno creato una serie di obiettivi con prezzo molto concorrenziale e prestazioni quasi identiche alle ottiche originali. Sono tuttavia obiettivi SOLO per Aps. Tokina ha anche ottiche per fullframe f2.8 profgettate ai tempi della pellicola, come il 28-80 e l'80-200 che sono sempre superiori a Tamron e Sigma, ma si avvicinano meno alla qualità degli originali Canon, rispetto a quelli invece solo per Aps che sono stati progettati pensando al digitale,.


Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


logo_pentax.gif

Scegliere le reflex e gli obiettivi Pentax

Corpi Macchina DSLR

Pentax *istD, *istDS, *istDL,*istDS2, *istDL2

La serie *istD è la prima serie digitale Pentax introdotta nel 2003 tutte le macchine hanno un corpo molto compatto e ben fatto ergonomicamente. Sensori da 6,1 Mpx hanno una buona qualità e un rumore contenuto, l’unica vera pecca è la mancata compatibilità con le ottiche SDM (messa a fuoco a ultrasuoni).

Pentax K 100D, K 110D, K100D Super

La serie K è la seconda serie digitale di Pentax corpi leggermente più grandi e pesanti decisamente ergonomici e tropicalizzati, dispongono di Shake Reduction (stabilizzatore) su tutte le ottiche con attacco K (comprese quelle vecchie di 30 anni, per intenderci). Sensore sempre da 6,1 Mpx ma di dimensioni maggiori (il fattore di moltiplicazione è 1,6) con fotositi più grandi, ne consegue un rumore digitale decisamente basso, maggior nitidezza e gamma dinamica maggiore. La K100D Super è da preferire perchè introduce alcune importanti novità, 3 modi di lettura esposimetrica (spot, misurata al centro e matrix) autofocus Safox a 11 punti Dust Removal e supporto SDM

Pentax K-m

Entry level di Pentax sensore da 10,2 Mpx corpo decisamente compatto ed economico manca del secondo schermo monocromatico a destra del pentaprisma, le prestazioni a livello di immagine rimangono comunque molto buone, consigliata a chi vuole una reflex per iniziare e/o vuole qualcosa di poco ingombrante, diversamente con la stessa cifra consiglio la K100Ds, se ne trovano usate e nuove.

Pentax K200D

Reflex di dimensioni e fattezze simile alla K100D Super sensore da 10.2 Mpx, corpo tropicalizzato, battery grip originale, Dust Removal e Dust Alert di seconda generazione (Pentax SP, prevenzione-verifica-rimozione) Live View, Shake Reduction e gamma dinamica estesa, consigliata a chi vuole una reflex dal rapporto qualità prezzo ottimo, con funzioni e prestazioni in genere riservate a macchine di serie superiore.

Pentax K10D

Reflex semiprofessionale sensore da 10.2 Mpx, prestazioni simili alla K200D ma con un corpo decisamente più grosso, ottima impugnatura.

Pentax K20D

Reflex di prestazioni elevate con sensore dedicato CMOS da 14,6 Mpx sensibilità fino a 6400 ISO, nuove modalità di esposizione (Hyperprogram) gamma dinamica estesa Live View, macchina decisamente robusta, ben fatta ben costruita con una qualità di immagine elevatissima, difficile rimanerne delusi, tra le chicche la correzione in macchina Front/Back Focus senza bisogno di portare l’ottica in assistenza e pixel mapping per individuare e correggere gli hot-pixel anche qui senza bisogno di passare in assistenza.

Obiettivi

Premessa. Per evitare di allungare la già lunghissima lista ho evitato di inserire tutte le ottiche disponibili, inserendo solo le più quotate come convenienza/prestazioni/prezzo. Questo non significa che altre ottiche non citate non possano essere valide e convenienti.Nel caso vi interessi conoscere più approfonditamente le prestazioni di un determinato obiettivo, basta chiedere.

Obiettivi a focale variabile (Zoom)

Serie Economica

Su tutti il 18-55 f/3.5-5.6 ottica da “kit†con prestazioni più che oneste lenti in vetro ottico, trattamento SDM e baionetta in metallo (tranne la versione alleggerita fornita in kit con la K-m) stesso discorso per il 50-200 f/4-5.6. Volendo ci sono anche il 55-300 f/4-5.8 e il 18-250 f/3.5-6.3 decisamente più sconsigliati. Un ottimo acquisto sono invece i 28-70 f/4 e il 24-50 f/4 che coprono anche il pieno formato ed hanno una qualità decisamente buona.

Serie Intermedia

12-24 f/4 grandangolare buona qualità, 16-45 f/4 e 17-70 f/4 ottime ottiche di qualità incredibile dei tuttofare con la T maiuscola prezzi ragionevoli da preferire il secondo per la copertura maggiore e SDM da aggiungere anche il 35-70 f/2.8 una vera rarità dalle prestazioni ottime e l’onesto 70-200 f/4-5.6

Serie Star*

Ottiche di grande qualità costruttiva,16-50 f/2.8 e 50-135 f/2.8 ottimi su APS-C il 28-70 f/2.8 e l’80-200 f/2.8 coprono anche il pieno formato, stesse ottime prestazioni per il 250-600 f/5.6

Obiettivi a focale fissa (Primes)

Serie Standard

Le più economiche anche se essendo ottiche a focale fissa la qualità rimane comunque elevata. alcuni sono; il 14mm f/2.8, 28mm f/2.8, 35mm f/2, (il classico luminosissimo) 50mm f/1.4 il 135mm f/2.8 e i Macro 50 e 100mm f/3.5 (più economici come costruzione ma otticamente validi) e 50 e 100mm f/2.8 (più cari).

Serie Limited

Primes di luminosità e prestazioni elevate con i seguenti non sbagliate, eccone alcuni; 24mm f/2 31mm f/1.8 77mm f/1.8 85mm f/1.4 135mm f/1.8 400mm f/2.8 600mm f/4

Serie Pankake

Ottiche incredibilmente sottili e leggere dalle prestazioni ottime, le ho messe a parte, perché sono un discorso a parte, se puntate a discrezione e leggerezza totale fanno per voi, eccone alcuni; 21mm f/3.2, 40mm f/2.8 (Limited) e 70mm f/2.4 (Limited)

Serie M e A

Prima serie con attacco a baionetta K,manuale (M) o con posizione A dei diaframmi (A) (ma compatibile sulle moderne DLSR con Servo-AF Stabilizzatore e Av/Tv) qui basta pescare nel mazzo per portarsi a casa vetri di qualità (per questo nonostante l’età le ho inserite) indiscussa a prezzi ragionevolissimi, su tutti il 50mm f/1.2 il 28mm f/2 il 135mm f/2.5 il 200mm f/2.5 e il decentrabile 28mm f/3.5 (del quale ho magnifici ricordi...)

Ottiche di altri produttori

Ovviamente ci sono svariate ottiche non Pentax compatibili, tra queste i Sigma i Tamron e alcuni Zeiss

Sony-Alpha-logo.jpg

Fotocamere DSLR

Aggiornato al 08/01/2010

Sony ha ereditato (acquistando) il glorioso marchio Minolta, che negli ultimi anni della sua vita, ha prodotto anche alcuni modelli di reflex digitale. Della Minolta, la Sony Alpha eredita praticamente tutto, soprattutto la qualità costruttiva, la meccanica e la compatibilità con le ottiche AutoFocus Minolta. L'elettronica, invece, con il passaggio è naturalmente evoluta ed è ora di stampo Sony, che già prima di produrre Reflex, si cimentava con successo nel settore delle compatte.

Il parco macchine di casa Sony consta in sostanza di 8 modelli: tre entry level, due vie di mezzo, una semipro e due professionali.

Attualmente c'è però un gran fermento, e ci si aspettano alcuni modelli nuovi, soprattutto nel settore semipro, che da tempo è fermo.

Tutte adottano il formato 3:2, e scattano in Raw (ARW) e jpeg. Hanno lo stabilizzatore delle immagini interno alla macchina, e che quindi funziona con qualsiasi ottica (come per Olympus e Pentax).

Entry level

In Produzione

A230, A330 e A380

Sono macchine per principianti del mondo reflex. Rispetto ai modelli precedenti (A200, A300 e A350) hanno funzioni in meno, sono più piccole e più simili a compattone. Questa premessa è indispensabile perchè ci si aspetterebbe che con l'avanzare della numerazione dei modelli vengano introdotte novità migliorative, mentre in questo caso, Sony ha fatto scelte diverse, per alcuni discutilibi, per altri giuste.

Per le caratteristiche di questi modelli, rimando al paragrafo relativo ai modelli A200, A300 e A350, che sono praticamente identici. I nuovi modelli si differenziano solo per: assenza del tasto AEL (funziona col mezzo tasto di scatto con alcune impostazioni), flash pop-up più debole (NG 10 anzichè 12), raffica inferiore e sparizione della Compact Flash (hanno introdotto il doppio slot SDHC e Memory Stick). Dalla loro, il prezzo è più allettante di quanto non fosse quello della serie 200/300/350.

Fuori produzione ma ancora reperibili.

A200

Macchina reflex da 10mpx, con sensore CCD in formato APS-C.

Non ha il live view e manca di alcune regolazioni avanzate che troviamo sugli altri modelli.

Ha il flash popup, e una sola ghiera per le regolazioni.

A300-A350

Macchina reflex da 10mpx (A300) o 14mpx (A350), con sensore CCD in formato APS-C.

Possiede il live view, con un sistema a doppio sensore (uno per la fotografia e uno specifico per il live view) che fa sì che lo scatto in modalità LV sia rapido quanto quello con mirino (caratteristica che manca nei LV di altre case). Con il LV è inoltre possibile avere un'anteprima della luminosità e del colore in fase di mira.

Il LV è inoltre orientabile verso l'alto o verso il basso, per consentire scatti in posizioni "scomode".

Anche questo modello ha il flash incorporato ed una sola ghiera frontale.

"Vie di mezzo"

A500-A550

Non sono catalogabili nè tra le entry level nè tra le semi pro, hanno caratteristiche che le rendono un po' entry, un po' semi-pro.

Sono andate a sostituire, introducendo numerose migliorie, le serie A300 e A350.

Hanno finalmente un sensore CMOS anzichè CCD, da 12 e da 14 Mpx rispettivamente, mantenendo il live view orientabile ma questa volta sacrificando un po' meno il mirino, che ha una riduzione a 0.8x anzichè 0.74x, la raffica anche in live view, che passa da 2.5 a 4 fps (5 senza LV). Il monitor inoltre è più grande (3" anzichè 2.5"). La A550 inoltre monta il display nuovo da 921.000 px che viene montato sulle serie pro e semi-pro.

Il difetto conclamato del rumore ad alti iso pare essere stato risolto in questi modelli, anche se ancora si attendono gli aggiornamenti per Lightroom, Aperture e simili. Sul jpeg in macchina i risultati sono molto buoni.

Anche qui Sony ha deciso di abbandonare la CF per introdurre la SDHC insieme alla Memory Stick.

Semiprofessionali

Attualmente la A700 non è più prodotta, Sony sta tardando a fare uscire il modello successivo che andrà a sostituirla.

A700

E' dotata di un sensore di tipo C-MOS, decisamente più avanzato rispetto al CCD delle entry-level. La risoluzione è di 12Mpx circa.

Rispetto alle sorelle minori, le differenze sostanziali sono:

- assenza del Live View

- scatto a raffica di 5 frame al secondo (contro i 2,5)

- sistema di messa a fuoco automatica a 11 punti (contro i 9)

- corpo in magnesio con protezioni delle parti delicate

- doppia ghiera di regolazione

- un maggior numero di modalità di registrazione (aggiunge la cRAW e 3 qualità di jpeg)

- un visore LCD a 921.000 px

- viene fornita con il telecomando per la visione remota su TV (tra l'altro a l'uscita HDMI) o per lo scatto remoto.

Professionali

A900

E' l'ammiraglia della gamma Sony Alpha.

Ha un sensore C-MOS Full-Frame da 24Mpx, scatta a raffica 5 fps ed è costruita interamente in alluminio e lega di magnesio.

E' decisamente professionale, e manca quindi di tutti i "fronzoli" inseriti invece nelle macchine prosumer: non ha il flash, e non ha le modalità "scene" preimpostate sulla manopola superiore. Non ha il live view, come la sorellina A700.

Ha un doppio sistema per la riduzione del rumore, uno che lavora sugli iso alti, l'altro sui tempi lunghi (rumore dovuto al surriscaldamento del sensore).

Può registrare le immagini sia su CF che su Memory Stick (tipiche di Sony).

Caratteristica fondamentale: il mirino copre il 100% dell'immagine registrata.

A850

Praticamente uguale alla sorella maggiore, costa decisamente meno (è la full frame più economica, si trova al di sotto dei 2000 euro) e ha quache piccola caratteristica inferiore: mirino con copertura inferiore (98% contro 100%), raffica più lenta e altre piccole cose da poco conto.

Obiettivi

Tutte le fotocamere Sony Alpha sono compatibili con le vecchie ottiche Minolta con attacco A, il che rende la scelta di questo tipo di macchine anche economico nel caso in cui ci si voglia orientare sull'usato. Le ottiche autofocus disponibili per questo tipo di attacco sono infatti molte e soprattutto di buona qualità, e il mercato dell'usato, benchè non sia sicuramente vivo come Canon o Nikon, è sicuramente vasto. Esistono ancora in circolazione ottiche degli anni 80-90, le prime AF Minolta, veloci e luminose, e si trovano a prezzi relativamente bassi.

Per chi invece predilige il nuovo, l'offerta Sony è di tutto rispetto. Inoltre, Carl Zeiss ha negli ultimi tempi investito molto sul marchio Sony, producendo ottiche specifiche e di tutto rispetto.

Le ottiche disponibili si dividono quindi in 4 famiglie principali (in ordine di prezzo: )

- ottiche usate Minolta

- ottiche di terze parti compatibili (Tamron, Sigma)

- ottiche originali Sony

- ottiche Carl Zeiss specifiche per questa macchina (sono anche Autofocus)

Giusto per fare un confronto molto empirico, basti pensare che il prezzo di un Sony 50mm f/1.4 è di 430 euro, mentre l'usato Minolta 50mm f/1.7 si trova usato a circa 130 euro (ma anche meno), e in base ai test effettuati, la qualità, considerando gli anni di differenza e la differenza (minima) di luminosità, è davvero ancora ottima (complice forse la maggiore cura nella produzione in quegli anni...). Il consiglio dei più esperti, quindi, anche per questo marchio, è di rivolgersi al mercato dell'usato se non ci sono esigenze davvero professionali, in tal caso, comunque, si sceglierebbero gli Zeiss.

Modificato da Deepboy

Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikon-logo.jpg

SCEGLIERE UNA NIKON

Quello che dico non è la verità assoluta. È un opinione che mi sono fatto leggendo quà e là, ed è in parte dovuta all’esperienza personale. Quindi può essere sbagliatissima. Ma non vi voglio vendere niente, stati sicuri. Non ci sono link ad Amazon o simili per comprare le fotocamere di cui parlo. Non ci guadagno se comprerete una Nikon, e la media mondiale di Nikon vendute non cambierà grazie a questo articolo. Nessun signore della Nikon verrà mai a ringraziarmi per questo. Vendono fotocamere e ottiche perché sanno costruirle, e le sanno costruire bene. Per questo la gente compra Nikon. Non perché io scrivo consigli sui corpi macchina e sulle ottiche. Ma cominciamo.

I corpi macchina reflex economici

Parlando di reflex Nikon, dovrei forse cominciare a parlare del perché comprare una Nikon. Guardando le specifiche delle varie macchine, sembra che le Canon, o le Pentax, o le Olympus, o qualsiasi altra cosa, offrano di più. Perché Nikon? Quello che penso io è che le Nikon siano delle macchine eccezionali, e che badino a molti piccoli particolari di cui non ti accorgi quando vedi la macchina al negozio. Nemmeno te ne accorgi leggendo le recensioni di qui e di lì. Te ne accorgi quando usi la macchina per un giorno intero. Ad esempio AUTO-ISO. È un esempio stupido, ma rende l’idea. La Canon 5D non ha l’auto ISO. Molti pensano sia per principianti, per questo una macchina professionale della Canon non può avere l’auto ISO. Un professionista sa quando cambiare l’ISO, e sa come cambiarlo, per ottenere i risultati che vuole. Ogni Nikon, a partire dalla D70 presenta l’auto ISO. Questo vuol dire che dal 2004 Nikon ha introdotto l’auto ISO. Canon, nel 2008, introduce l’auto ISO sulla 5D Mark II. Questo vuol dire che l’auto ISO non è una cosa così tanto da principianti. Canon altrimenti non l’avrebbe messo su una macchina da 2000 e passa euro, macchina che dà la sua massima qualità in situazioni come matrimoni, paesaggistica, etc., tutte situazioni dove puoi regolare l’ISO con calma. Il fatto è che, se non scatti in manuale, e con luce non controllata, l’Auto-ISO non è solo da principianti. È una cosa comoda, che si usa per risparmiare tempo, e che si può controllare facilmente, per non ottenere risultati sgradevoli. Questo è solo un esempio, perché la prossima volta che sceglierete una macchina, la voce AUTO-ISO non venga guardata come inutile. Ma bando alle ciance. Non vorrei che i miei amici Canonisti se la prendessero troppo.

Se siete alla prima reflex (ah, dimenticavo, non si parla di compatte), e non sapete quello che volete, allora i corpi macchina economici sono per voi. E il corpo macchina più economico tuttora in produzione è la Nikon D40. Potete trovarla a 250 euro. È meno di molte macchine compatte. Ha 6.1 mpx. Siete preoccupati che siano pochi? Prendete la Nikon S710 se questa è la vostra preoccupazione, e smettete di leggere. Altrimenti prendete la D40. Alcune persone si lagnano, perché questa macchina non ha il motore autofocus interno, e pertando non può fare autofocus con lenti più vecchie di 12 anni, e con qualche lente più giovane di 12 anni. La lente deve avere la sigla AF-S. Rispondete a questi signori che le lenti AF-S della Nikon sono circa 40. Credo che la Olympus abbia un corredo con meno di 40 lenti. E che siccome voi non sapete quello che volete, e che probabilmente vi basteranno due lenti, il 18-55 AF-S e il 55-200 AF-S, questo non è di alcun interesse. La terza lente che vi potrebbe interessare è il 50mm, che, nella sua versione più economica costa molto meno che la versione AF-S. Che fregatura allora, l’AF-S costa un sacco di più per niente..beh, non proprio. Il 50mm AF-S è molto più luminoso di quello economico, costruito molto meglio, e rivoluzionario rispetto a tutti i 50mm costruiti fino ad oggi. Non pagate l’AF-S: pagate la qualità per una grande lente.

Se i soldi sono un problema, o se preferite investire in qualche lente o in un flash, prendete la D40. Potrete stampare su fogli A4 senza problemi con 6mpx, non vi preoccupate. Questo è molto di più di quello di cui le persone normali hanno bisogno. Non pensate nemmeno alla D40x e alla D60: non valgono i soldi che costano, benché la D60 stia scendendo di prezzo e non escludo che la possiate trovare allo stesso prezzo della D40, o quasi. Ah, dimenticavo: la D40 è leggerissima, portarla in giro tutto il giorno con l’obbiettivo da kit non è un problema.

Ma mettiamo caso troviate delle ottiche AF-D in casa, che fare? Beh, allora per 150-200 euro in più comprate un D80. La D80 è una macchina favolosa, ha la doppia ghiera, che vi permette di regolare le impostazioni della camera più velocemente (a patto che non scattiate in modalità automatica sempre, il che vuol dire che non vi frega niente della doppia rotella: se siete uno di questi, prendete la D40), e una migliore ergonomia. È però più grande, più pesante, e costa di più. Ma se avete o volete ottiche non AF-S, è la macchina che fa per voi. Costa circa quando una Canon 450d, dopo l’uscita della nuova D90, ma presenta la doppia ghiera, un’ergonomia migliore, ed è una Nikon. Per me sono stati motivi sufficienti per comprarla.

Se i soldi non sono un problema, comprate la D90. Costa adesso un po’ meno del doppio della D80, ma vi offre la pulizia del sensore incorporata, una qualità del sensore più alta, che si traduce in foto di qualità più alta, una migliore ergonomia, Active D-Lighting e il Live View. Se nessuna di queste cose vi interessa, o se ritenete che queste cose non valgano la differenza di prezzo, allora prendete la D80. Col prezzo che ha, non si può sbagliare.

Corpi semiprofessionali

Se siete semi-professionisti, sapete quello che volete. Se siete invece fotografi della domenica che vogliono una macchina figa come la D300, ma non sapete cosa può avere di meglio della D90, allora prendete la D90 e con la differenza compratevi un ottica decente, non l’ottica da kit 18-105 vr che trovate con la D90.

Se invece sapete perché comprare la D300, allora compratela, non serve che leggiate qua.

Corpi professionali

Se siete fotografi professionali e volete comprare una D3, D700 o D3X, non avete bisogno di un pivello come me che vi dica come spendere meglio i vostri soldi. Siete dei pro, e scattate da pro. Io sono un fotografo della domenico, e scatto da fotografo della domenica. Scrivete voi qualcosa sui corpi professionali.

Se siete fotografi della domenica, e volete una Nikon professionale, o siete pazzi o volete assolutamente i vantaggi del full-frame, perché avete ottiche per full frame. Comprate allora un Nikon D90, un 18-70 3.5-4.5 Nikkor e un 11-17 2.8 Tokina. Il resto delle ottiche full frame (tele zoom) funzionerà benissimo sulla vostra D90, e vi darà risultati altrettando buoni che con le Nikon professionali, perché essendo fotografi della domenica non riuscirete a trarne il massimo. Fra un paio d’anni, quando le Nikon Full Frame costeranno sui 1200 euro, vendete il Nikkor e il Tokina, assieme alla D90, alle persone che non possono permettersi di spendere 1200 euro per una Nikon, e vi comprerete la full frame senza aggiungere un soldo. E potrete finalmente utilizzare le vostre ottiche fullframe che tanto vi mancavano anche nei mm grandangolari.

Ottiche

Non so un grande esperto di ottiche. Dico quello che so.

Corredo economico, per chi non ha molti soldi

Se avete una Nikon che non è fullframe, e non avete molti soldi da spendere, allora il 18-55 VR + 55-200 VR fanno per voi. Niente di più niente di meno. Se non vi piace cambiare obbiettivo, prendete il 18-200 VR. Costa un po’ di più, ma non lo toglierete mai dalla vostra camera.

Più esigenti di così

Se invece siete un po’ più esigenti, prendete il 18-70 DX. Costa un po’ di più del 18-55, ma se lo comprate usato avrete una qualità molto maggiore, e maggiore luminosità.

Ancora più esigenti?17-55 2.8, ma se lo comprate sapete chi siete e cosa volete, perché è un’ottica che costa molto e che non darà il massimo nelle full frame.

Corredo per full-frame future, che non costa molto

Se volete qualcosa che funzionerà anche per il vostro futuro full-frame, e che non costi molto, comprate il Nikon 18-35mm 3.5-4.5. Non è AF-S, quindi niente D40. Ma è un’ottima lente, da prendere assieme al Nikon 24-85mm 3.5-4.5 AF-S. Non potete sbagliare.

A questo punto vi servirà uno zoom buono: prendete il 70-300 VR. Se volete qualcosa di più luminoso, il Nikon 80-200 2.8 D è il migliore che Nikon possa offrire al suo prezzo. Costa abbastanza (sui 900 euro), ma la qualità è ottima, non potete pentirvene.

Serie professionale

Detto questo Nikon offre altre lenti, molte altre, forse troppe. La maggior parte costa più di 1000 euro. Se questo non è un problema compratele, sono ottime lenti. Ma non chiedete consigli a me, se spendete quelle cifre, sapete cosa volete e non vi serve sentirlo da qualcuno che non le ha mai avute in mano.

  • Love 1

Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrebbero farti santo.. :P

ci avevo già pensato io a fare una tutorial del genere ma non avevo ne la voglia ne le competenze x farlo..:D

Forse eviterà che ogni giorno spuntino due milioni di topic sulla prima reflex.. :cry::)

Dovrebbero metterlo in evidenza.. :dance:


..Think different: Get a Mac!..

Macbook - Mini - iPod Nano - iPhone - EOS400D - Multistrada 620

flickr - my blog - a nerd has a ♥ too.. - twitter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

logo-olympus1.jpg

Consigli per scegliere le reflex e gli obiettivi Olympus+Panasonic

Premessa: Questo è il TOPIC dell'acquisto della REFLEX ma ultimamente Olympus sta facendo ben poco (anzi, sta morendo lentamente) nel campo delle REFLEX. Perciò affronterò anche il campo delle mirrorless. Panasonic ha invece totalmente abbandonato il campo REFLEX già da un po' e si è totalmente concentrata sulle mirrorless (delle volte chiamate EVIL - Electronic Viewfinder Interchangeable Lens)

Reflex Oly / Pana

L'unica reflex in produzione è l'ultima ammiraglia di casa Olympus, la E-5.

E' un'ottima macchina, totalmente tropicalizzata. Deriva dalla precedente E-3 per il corpo in magnesio, con alcune variazioni (display 3" contro 2,5", sempre orientabile). Il sensore è invece quello presente nella E-PL1, sempre con un filtro antialias ridotto al minimo per esaltare i dettagli, ma con un rumore più contenuto ad alti ISO, grazie ad un processore migliore. Lo stesso processore ha permesso a questa reflex di poter girare video in 720p, cosa non possibile in precedenza sulle reflex della Casa.

E' comunque una macchina destinata a chi vuole fare un upgrade all'interna del sistema e dispone già di accessori del consorzio QuattroTerzi.

In vendita è ancora possibile trovare la più economica ma comunque ottima E-620. E' una delle più piccole reflex, ma dispone di un buon sensore da 12 milioni di punti, schermo orientabile, tasti retroilluminati, ecc. La si può portare a casa per poco, con le lenti in kit, piccole ma qualitativamente superiori a quel che offre il mercato a parità di prezzo.

Tutte le altre macchine sono reperibili nel mercato dell'usato. Ne richiamo alcune

- E-1. La capostipite del sistema QuattroTerzi. E' una macchina vecchia, con un LCD disastroso, senza flash popup e con una risoluzione ridicola (5 megapixel). Ha però un mirino, uno scatto felpato ed un'ergonomia davvero degni di nota. La si trova in vendita per meno di 200 euro ed è un carroarmato totalmente tropicalizzato, dotato di un CCD Kodak che sforna ottimi colori.

- E-330. La prima reflex dotata di Live-view grazie ad un sistema di doppi sensori. Mirino Porro (con evidente effetto tunnel) e display orientabile. Innovativa per i tempi.

- Pana L1 / Leica Digilux 3. Derivate dalla E-330, perdono il secondo sensore ma acquistano in fascino. Entrambe in lega di magnesio, dispongono di tutti i comandi: ghiera dei tempi in testa, selettore per le modalità dell'esposimetro e selettore per le modalità dell'autofocus. Con le lenti Panasonic è anche possibile usare la ghiera dei diaframmi sul barilotto degli obiettivi.

Gli Obiettivi consigliati

Al di là dei qualitativamente-buoni-ma-bui obiettivi in kit (14-42 f3.5-5.6 e 40-150 f4-5.6) segnalo gli obiettivi più importanti, in ordine di prezzo di acquisto:

• 40-150 f3.5-4.5 nel caso non si disponga di un tele complementare allo zoom fornito in kit. la prima versione è meglio costruita, più luminosa anche se un po' più ingombrante

• pancake 25mm f2.8 per avere delle macchine veramente portatili. con circa 150 euro si può infilare la e-620 di turno nella tasca di un giaccone ed avere una lente per fare "un po' di tutto"

• 14-54 f2.8-3.5 ovvero il sostituto naturale del 14-42 da kit. lente tropicalizzata, con un AF più prestante e con una focale che può coprire gli usi più comuni. ottima lente visto il suo costo (tra i 250 ed i 300 euro)

• 9-18 f4-5.6 il grandangolo spinto economico. copre un buon angolo di campo e gode di buona riproduzione dei dettagli anche ai bordi, alle focali più spinte.

• 50 macro f2 una lente stranitida ma comunque abbastanza luminosa per essere utilizzata come lente da ritratto o per fotografare in condizioni precarie di luce. AF lento (vista l'ampia escursione) ma comunque molto preciso. reperibile sull'usato intorno ai 400 euro. E' un obiettivo Pro, perciò anche questo è tropicalizzato

• PanaLeica 14-50 f2.8-3.5 trattasi del "fratello" maggiore del 14-54. Restituisce ottimi colori e buona plasticità, senza i contrasti netti dello Zuiko. E' una lente dotata di stabilizzatore, utile in alcuni casi con le macchine prive di questo meccanismo sul sensore (principalmente la E-1)

• 11-22 f2.8-3.5 un grandangolo fantastico, gode di ottima luminosità. un corredo può semplicemente comporsi di questa lente e del 50 macro. Reperibile per 500 euro circa.

• 50-200 f2.8-3.5 il teleobiettivo luminoso e dal prezzo "facile" del sistema QuattroTerzi. E' abbastanza ingombrante ma garantisce ottimi risultati. E' anche disponibile una versione con motore ultrasonico (SWD) per una messa a fuoco molto rapida, soprattutto con corpi recenti. Prezzi variabili dai 500 ai 650 euro in base alle versione.

• 12-60 f2.8-4 SWD ovvero l'obiettivo Pro in grandi di coprire il 95% delle focali utilizzate normalmente. nonostante l'escursione 5x ha una nitidezza spaventosa (superiore alle altre lenti Pro) ed un'ottima velocità di messa a fuoco grazie al motore ultrasonico. L'unico difetto è nella distorsione visibile a 12-14mm. Correggibile in post-produzione. reperibile sull'usato intorno ai 600 euro

ci sono tante altre lenti che non ho citato, per diversi motivi, sia la loro specificità (zuiko 8mm f3.5 fisheye, zuiko 7-14 f4) sia per i loro elevati costi (zuiko 150 f2, zuiko 35-100 f2 e ancora il fantastico zuiko 90-250 f2.8) sia per la difficile reperibilità (sigma 10-20 f4-5.6, panaleica 25mm f1.4)

Il settore Mirrorless

Olympus e Panasonic si sono da subito affacciati al mercato delle macchine con sensori generosi ma senza specchio.

Olympus ad oggi propone 2 modelli di PEN molto simili: E-P2 e E-PL2. E' possibile ancora trovare in vendita la prima PEN, la E-P1 o la successiva E-PL1. Sono macchine costruite intorno al sensore da 12 megapixel presente nell'E-5, con nuovi obiettivi creati per il nuovo tiraggio. Olympus non propone obiettivi "interessanti" se non per l'amatore. Troviamo il classico 14-42, ora ottimizzato per essere veloce e silenzioso anche per le riprese, il complementare 40-150 f4-5.6 o l'ottimo tuttofare 14-150 f4-5.6 (da 14 a 100 mm ha una qualità migliore dei due obiettivi complementare in kit) aggiungendo sul lato tele il costoso 75-300 f4.8-6.7 e sul lato grandangolare il 9-18 f4-5.6. E' disponibile la lente per eccellenza per un sistema del genere, ovvero il pancake 17mm f2.8: poco nitido ai bordi (come una lente da reportage dovrebbe essere) ha il maggior difetto nella rumorosità dell'AF, cosa che può dar fastidio nelle riprese audio/video.

Lascio a voi scoprire gli art-filters, le capacità video e tutti gli accessori (mirini elettronici, adattatore per le lenti QuattoTerzi, microfoni stereofonici, luci per le macro, ecc) dedicati al sistema.

Panasonic, dal suo lato, propone invece più corpi, più o meno compatti. Sul lato compatto troviamo GF1 e GF2. Molto simili, di buona qualità, non offrono la stabilizzazione del sensore come fanno i corpi Olympus. La più recente GF2 offre un display touchscreen ed elimina una rotella. Corpi più prestanti sono invece quelli più voluminosi… in ordine, G10, G2 e GH2. Hanno la forma di una reflex ma sono molto più compatte e leggere. Sia la G2 che la GH2 offrono due ottimi display orientabili e due altrettanto ottimi mirini elettronici. La GH2, grazie al suo sensore multiaspetto e al suo software, viene considerata come la migliore "cinefotocamera"… nel comparto MicroQuattroTerzi è qualitativamente la migliore sia nel comparto foto sia nel comparto video.

Panasonic si impegnata molto di più di Olympus nella produzione di ottiche, cominciando con i pancake, ovvero il 20mm f1.7 ed il 14mm f2.5, i teleobiettivi, con il 100-300 f4-5.6 meno costoso e più luminoso del corrispondente Olympus, ed i grandangoli specialistici (fisheye 8mm f3.5 e 7-14 f4).

Le vere possibilità del settore mirrorless sono però ancora da scoprire. Nuovi produttori si stanno inserendo in questo mercato per poter dare il loro contributo: Voitglander ha già messo in vendita una sua lente fissa di elevata qualità: il Nokton 25mm f0,95. Superveloce, con un ottimo stacco dei piani, è una lente che costa circa 800 euro ma apre nuove prospettive. Schneider-Kreuznach, Sigma e Zeiss hanno confermato la loro adesione al consorzio per la produzione di lenti (Sigma più per le foto, gli altri due più per il comparto Video vista la loro esperienza).

Ma non sono solo nomi grandi: dalle Toy-Lens da 70-80 euro (SLRMagic) ai vari adattatori, il tiraggio ridotto di queste "compattine evolute" permette di montare qualsiasi lente, dai Leica M alle lenti da cineprese (C-Mount).


Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ottima idea! così richiudiamo in un topic le mille domande sparse sugli obiettivi :)

non vedo l'ora che esca la parte sulle ottiche fisse :P

se hai tempo, perchè non fai una specie di classifica per categoria?

ad esempio:

i migliori teleobiettivi sono (ob1 ob2 ob3), i migliori grandangolo sono (etc etc)

ovviamente è difficile definire che cosa uno intenda per "migliore" però delle linee guida all'acquisto fa sempre piacere

un ultimo consiglio: la sezione vintage! i vecchi obiettivi ancora validi sulle macchine moderne :cry:

bye

Koda


Canon EOS 30D

Canon EF-S 17-85mm f4-5.6 IS USM

Canon EF 70-210mm f3.5-4.5 USM

Canon EF-S 10-22mm f3.5-4.5 USM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se hai tempo, perchè non fai una specie di classifica per categoria?

ad esempio:

i migliori teleobiettivi sono (ob1 ob2 ob3), i migliori grandangolo sono (etc etc)

Preferisco non far classifiche, i gusti e le esigenze sono diversi l'uno dall'altro, io posso dire cosa è risaputo che vada bene e cosa è risaputo che NON vada bene, e commentare ciò che ho avuto o porvato personalmente, ma la classifica no, non la faccio :P

i vecchi obiettivi ancora validi sulle macchine moderne :cry:

Da questo punto di vista potrebbe esserci effettivamente della carne al fuoco...vedremo nelle prossime settimane :)

M.


Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie, ottima idea questo 3d!


PowerBook G4 17" - iMac 24" 2.8GHz C2D

|| iPod 3g 15Gb || iPod Nano 1g 2Gb || iPod Nano 3g 8Gb || iPod Touch 8Gb || iPhone 3g 16Gb ||

My Flickr

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

occhio che se passa qualche 450D-ista ti viene a dire che ci sono migliaia di differenze dalle altre... :lol:

ad ogni modo nei prossimi giorni provo a buttare giù anch'io qualcosa per OLY seguendo un po' il tuo schema

Ho visto personalmente un filmato prodotto con questa macchina, proiettato da un proiettore schifoso sopra un muro sporco, e la qualità è allucinante, non oso immaginare su schermo o con proiettori decenti cosa possa essere.

Personalmente ho visto un video... anzi... un corto (che ha vinto pure un premio... dovrei frugare in cronologia per trovarlo...) prodotto appunto con questa nuova 5D ed ho pensato "chissà che ottiche hanno usato"...

personalmente penso che dietro un film così come dietro qualsiasi corto o altro che sia, il controllo delle luci e di molti aspetti che i fotografi che usano una reflex (percui reportage e poco "studio") non hanno tempo di curare come a livello cinematografico, è curato in modo maniacale...

per il resto... tutta bravura di chi si immagina e (soprattutto) realizza certe inquadrature... c'è sempre un uomo / creativo / genio dietro ogni immagine... fissa o in movimento!

:lol:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grandissimo DB per aver colto al volo la mia proposta [non che voglia prendermene il merito, sia chiaro!!]. non era quel che avevo in mente, è MALEDETTAMENTE di più!

ma in fatto di canon, tu ne hai esperienza pluriennale, hai provato di tutto e di più, bravissimo ottima guida! spero proprio che altri siano in grado di fare descrizioni così accurate.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grandissimo DB per aver colto al volo la mia proposta [non che voglia prendermene il merito, sia chiaro!!]. non era quel che avevo in mente, è MALEDETTAMENTE di più!

ma in fatto di canon, tu ne hai esperienza pluriennale, hai provato di tutto e di più, bravissimo ottima guida! spero proprio che altri siano in grado di fare descrizioni così accurate.

Finisco la parte elencativa con macchine pro e le ottiche fisse, poi metto giù anche qualcosa di introduttivo in forma discorsiva, messo giù così è un aiuto per chi già mastica qualcosa, ma un newbie totale non ne trarrà molto, quindi farò anche una mini-guida spiegando le differenze di dimensioni del sensore, la copertura degli obiettivi EF e Ef-S, cos'è la luminosità di un'ottica, la densità dei px per cm quadro nel sensore, perchè avere un tempo synchro rapido è una buona cosa, qualche cenno sulla costruzione di corpi e ottiche, e altre cose simili non troppo complicate...chissà che magari prima o poi nn tiri fuori un qualcosa da pubblicare su carta di tutto ciò, oramai manualetti di tecnica base si vendono come il pane :lol:

M.


Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora DB che dici, la prossima settimana lo prendo sto 70-210 3.5-4.5 [ammesso che sia lui, il venditore mi ha dato il suo numero ma non ha risposto alla mia mail successiva... :lol:]? faccio bene?


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
allora DB che dici, la prossima settimana lo prendo sto 70-210 3.5-4.5 [ammesso che sia lui, il venditore mi ha dato il suo numero ma non ha risposto alla mia mail successiva... :lol:]? faccio bene?

Secondo te??!! :lol:

M.


Mac Mini Quad i7 2.3ghz Double Drive Kit SSD MX100 512gb + HD 1tb, 16gb Ram ## MacBook White Unibody 13" C2D 2.26ghz ## iPhone 5c Yellow ## iPod Nano (Product)RED

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non vorrei fosse il sigma 70-210... mumble mumble... bon, lunedì soldi alla mano lo sento e vediamo se è lui. domani intanto ordino il 430EXII.

scusate l'OT!!!

mi piacerebbe leggere altre recensioni di famiglie nikon e pentax. magari domani lo suggerisco a eltorres.. :lol:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Secondo te??!! :lol:

M.

uff possibile che si trovi soltanto la versione a focale fissa? :ghghgh:

ma come mai nelle inserzioni per il 70-210 f4 viene screditato tanto quello a f3.5/4???

quale sarebbe un prezzo giusto per quest'ultimo? :lol:

bye

Koda


Canon EOS 30D

Canon EF-S 17-85mm f4-5.6 IS USM

Canon EF 70-210mm f3.5-4.5 USM

Canon EF-S 10-22mm f3.5-4.5 USM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
uff possibile che si trovi soltanto la versione a focale fissa? ;)

ma come mai nelle inserzioni per il 70-210 f4 viene screditato tanto quello a f3.5/4???

quale sarebbe un prezzo giusto per quest'ultimo? :lol:

bye

Koda

uno zoom a focale fissa? interessante! :D :lol:

ocio stai facendo confusione... il 70-200 f4? il bianchino.. beh rispetto a quello, a quanto pare, la differenza sta nell'assenza della strisciolina rossa a ridosso della bocca, e nel colore. ah e in una maggiore luminosità e in un costo decisamente inferiore. :ghghgh:

spero proprio sia quest'ottica... gli strapperò un prezzaccio!!


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
uno zoom a focale fissa? interessante! ;) :lol:

ocio stai facendo confusione... il 70-200 f4? il bianchino.. beh rispetto a quello, a quanto pare, la differenza sta nell'assenza della strisciolina rossa a ridosso della bocca, e nel colore. ah e in una maggiore luminosità e in un costo decisamente inferiore. :lol:

spero proprio sia quest'ottica... gli strapperò un prezzaccio!!

no no, il 70-210 ha due versioni,

una a focale fissa (f/4) e con focus e zoom in "onetouch"

una a focale mobile (f/3.5,4) con prestazioni da L

qui una doppia review

http://www.mir.com.my/rb/photography/hardwares/classics/eos/EF-lenses/EF80200mmf28L/index1.htm

OT: com'è andata la maratona alla fnac? il prossimo anno vengo anche io :D

OT2: visto che spettacolo la nuova grafica di italiamac? :ghghgh:

bye

Koda


Canon EOS 30D

Canon EF-S 17-85mm f4-5.6 IS USM

Canon EF 70-210mm f3.5-4.5 USM

Canon EF-S 10-22mm f3.5-4.5 USM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ahhhhhhh

ho fatto la pazzia senza rendermene conto!!!

c'era su ebay un 70-210 f/3.5,4 usm NUOVO appena messo, ho buttato un'offerta con la proposta di acquisto a 250$ quasi scherzando ed è stato accettato subito O__O

omg meno male che il compleanno è a distanza di giorni :lol:


Canon EOS 30D

Canon EF-S 17-85mm f4-5.6 IS USM

Canon EF 70-210mm f3.5-4.5 USM

Canon EF-S 10-22mm f3.5-4.5 USM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tropicalizzato o "weather seal" significa che il corpo macchina è dotato di alcune guarnizioni in prossimità delle fessure per renderlo resistente a pioggia, sabbia, polvere etc etc :cincin:


Canon EOS 50D | Canon EF 50mm F1.8 | Canon EF-S 60mm F2.8 Macro USM |

Sigma 30mm F1.4 EX DC HSM | Tamron SP AF28-75mm F2.8 XR Di LD Aspherical (IF)

[email protected] Flickr Group | Le mie foto su Flickr

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
no no, il 70-210 ha due versioni,

una a focale fissa (f/4) e con focus e zoom in "onetouch"

una a focale mobile (f/3.5,4) con prestazioni da L

qui una doppia review

http://www.mir.com.my/rb/photography/hardwares/classics/eos/EF-lenses/EF80200mmf28L/index1.htm

OT: com'è andata la maratona alla fnac? il prossimo anno vengo anche io :(

OT2: visto che spettacolo la nuova grafica di italiamac? :)

bye

Koda

uhm uhm grazie per la segnalazione, così se e quando vedrò l'ottica sarò preparato. :ciao:

la maratona è andata bene perchè mi son divertito, però i risultati li avremo tra almeno 10 giorni...

la grafica a me non piace del tutto, ci son dei dettagli che sarebbero da modificare.

chiedo scusa per la pedanteria, ma questo è un thread soprattutto per i neofiti.

uno zoom non può avere focale fissa, essendo la focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo e il piano pellicola [sensore]. proprio per questo le ottiche a focale fissa sono quelle caratterizzate da una ed una sola lunghezza focale [20,28,45,50,85,100,135,200.. etc etc etc]. le ottiche che coprono lunghezze differenti [18-55, 17-85, 24-70, 70-200, 100-400 etc] sono detti zoom. sulle focali più lunghe, gli zoom possono avere costruzione "lungofuoco" o costruzione "tele". la prima è molto leggera, ha poche lenti, ma produce ottiche decisamente ingombranti. la costruzione tele dà forma a ottiche molto compatte nonostante le lunghezze focali, ma molto più pesanti per il maggior numero di ottiche e di elementi meccanici.

a loro volta gli zoom si distinguono per caratteristiche differenti:

fuoco fisso o variabile: il valore di f è costante per tutta la lunghezza focale, oppure cambia in funzione della lunghezza; avremo dunque una lente più luminosa a lunghezza minore, e più buia a lunghezza maggiore. va da sé che le ottiche più pregiate sono quelle con f costante.

MaF interna o esterna: quando mettiamo a fuoco agiamo su un gruppo di lenti che si muove rispetto agli altri. per la maggior parte delle ottiche, questo vuol dire che la lente frontale si muove avanti e indietro variando la lunghezza dell'ottica ma non la focale. queste sono ottiche a messa a fuoco esterna. altri obiettivi, di costruzione più pregiata, hanno un sistema per cui le lenti internamente all'ottica si muovono, senza che la lunghezza effettiva del barilotto cambi.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@npbnpbnpb

il live view non renderà la macchina più facile da usare a chi non ha mai avuto a che fare con una reflex, perchè manca una cosa fondamentale, l'autofocus!! spiegagli come si usa il mirino, EVVIVA IL MIRINO!! :)

l'ottica se è il 18-55 II non fa proprio schifo, ma è un'ottica di basso livello.

l'ottica migliore per il panorama è il 17-40 L ma costa più o meno 2/3 del tuo budget.

un'ottica molto valida per il ritratto è il 100mm f2, ma anche l'85mm f1.8 o il 50mm 1,4. il 50mm 1.8 II è tutto in plastica e non è sta gran lente, ma costa molto poco [80 euri] e il suo rapporto qualità prezzo è dunque favorevole. a trovare invece la prima versione del 50 f1.8, c'è da sbrodolarsi, costa poco ed è una lente eccezionale.

con 700 euri, ti consiglio piuttosto di cercare una 400D con 17-85 usm.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quelle non sono le focali! sono i valori di stop relativi all'apertura del diaframma....uhm stai facendo molta confusione, prima di tutto leggiti come minimo un manuale di fotografia decente (tipo il forti o meglio hedgecoe)


"La mia regola, oggi, è che il mio lavoro debba essere invisibile" Sven Nykvist

http://federicotorres.tumblr.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come detto 2 post fa, il valore i f indica la luminosità dell'ottica ed il diaframma più aperto disponibile, non la lunghezza focale. :)

f costante su uno zoom può essere un vantaggio perchè non dobbiamo preoccuparci di calcolare quale sarà la profondità di campo minima a ciascuna lunghezza focale.

un'ottica con diaframma molto aperto [valore di f basso] ha una profondità di campo minima [quindi il piano di messa a fuoco molto stretto] e sfocature estreme. caratteristiche che, se si conoscono e si è in grado di sfruttare, ci permettono di isolare i soggetti dallo sfondo o dall'ambiente circostante.

quanto al 50 1.8 di plastica, penso sia presto per decidere di prenderlo. :(

prendi la macchina e giocaci a fondo col 18-55. avendo i 50mm già coperti [in maniera diversa] vai su un'ottica superiore. il 100mm f2 è ottimo, chiedi a DB ne ha uno in vendita. :ciao:

e mi associo al suo primo consiglio: 350D+ottica di buon livello. il corpo macchina si trova a poco. la differenza in megapx è uno specchietto per le allodole, sono macchine molto simili... :ciao:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quelle non sono le focali! sono i valori di stop relativi all'apertura del diaframma....uhm stai facendo molta confusione, prima di tutto leggiti come minimo un manuale di fotografia decente (tipo il forti o meglio hedgecoe)

Quale libro di Hedgecoe?


If you ever ask how to do this or that, as if you were in Windows, you do not even deserve to be called a Mac User. You're simply a Windows user who is using a Mac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
@npbnpbnpb

il live view non renderà la macchina più facile da usare a chi non ha mai avuto a che fare con una reflex, perchè manca una cosa fondamentale, l'autofocus!! spiegagli come si usa il mirino, EVVIVA IL MIRINO!! :(

Questo lo dici te... :)


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo lo dici te... :(

sulle canon c'è, lo so, devi premere af-on e il display diventa nero e ti mette a fuoco. ma non è per niente intuitivo. nel tempo che sprechi a spiegare a qualcuno come si usa, fai prima a insegnargli a mettere l'occhio nel mirino. :ghghgh:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sulle canon c'è, lo so, devi premere af-on e il display diventa nero e ti mette a fuoco. ma non è per niente intuitivo. nel tempo che sprechi a spiegare a qualcuno come si usa, fai prima a insegnargli a mettere l'occhio nel mirino. :volo:

e chi pensava a canon... :ghghgh:

io parlavo dell'AF a contrasto che le ultime macchine (vedi la E-3 che è giù un anno che è fuori o la e-520) hanno... per non parlare delle micro 4/3 che senza specchio devono usare quello (prova a cercare su youtube la recensione della pana/lumix g1 e guarda con che velocità mette a fuoco! :biker:)

ad ogni modo ho sempre pensato che il liveview fosse molto utile per scattare da punti insoliti... a terra o quando non si è abbastanza "alti" da vedere nel mirino... oppure quando si vuole attirare l'attenzione e non si vuole togliere il contatto visivo di un bambino / animale guardando nella macchina e facendo strane facce... il liveview è utile.

:(


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ehm...

cos'è l' autofocus???:(:dance:

perchè ti sei preso (o vuoi prendere) una reflex digitale...? :ghghgh:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ehm...

cos'è l' autofocus???:(:dance:

Sicuro che vuoi una reflex???


If you ever ask how to do this or that, as if you were in Windows, you do not even deserve to be called a Mac User. You're simply a Windows user who is using a Mac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo