Vai al contenuto





Deepboy

[Topic Riassuntivo] Acquisto Della Reflex Digitale E Degli Obiettivi

Recommended Posts

no no, il 70-210 ha due versioni,

una a focale fissa (f/4) e con focus e zoom in "onetouch"

una a focale mobile (f/3.5,4) con prestazioni da L

qui una doppia review

http://www.mir.com.my/rb/photography/hardwares/classics/eos/EF-lenses/EF80200mmf28L/index1.htm

OT: com'è andata la maratona alla fnac? il prossimo anno vengo anche io :(

OT2: visto che spettacolo la nuova grafica di italiamac? :)

bye

Koda

uhm uhm grazie per la segnalazione, così se e quando vedrò l'ottica sarò preparato. :ciao:

la maratona è andata bene perchè mi son divertito, però i risultati li avremo tra almeno 10 giorni...

la grafica a me non piace del tutto, ci son dei dettagli che sarebbero da modificare.

chiedo scusa per la pedanteria, ma questo è un thread soprattutto per i neofiti.

uno zoom non può avere focale fissa, essendo la focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo e il piano pellicola [sensore]. proprio per questo le ottiche a focale fissa sono quelle caratterizzate da una ed una sola lunghezza focale [20,28,45,50,85,100,135,200.. etc etc etc]. le ottiche che coprono lunghezze differenti [18-55, 17-85, 24-70, 70-200, 100-400 etc] sono detti zoom. sulle focali più lunghe, gli zoom possono avere costruzione "lungofuoco" o costruzione "tele". la prima è molto leggera, ha poche lenti, ma produce ottiche decisamente ingombranti. la costruzione tele dà forma a ottiche molto compatte nonostante le lunghezze focali, ma molto più pesanti per il maggior numero di ottiche e di elementi meccanici.

a loro volta gli zoom si distinguono per caratteristiche differenti:

fuoco fisso o variabile: il valore di f è costante per tutta la lunghezza focale, oppure cambia in funzione della lunghezza; avremo dunque una lente più luminosa a lunghezza minore, e più buia a lunghezza maggiore. va da sé che le ottiche più pregiate sono quelle con f costante.

MaF interna o esterna: quando mettiamo a fuoco agiamo su un gruppo di lenti che si muove rispetto agli altri. per la maggior parte delle ottiche, questo vuol dire che la lente frontale si muove avanti e indietro variando la lunghezza dell'ottica ma non la focale. queste sono ottiche a messa a fuoco esterna. altri obiettivi, di costruzione più pregiata, hanno un sistema per cui le lenti internamente all'ottica si muovono, senza che la lunghezza effettiva del barilotto cambi.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


@npbnpbnpb

il live view non renderà la macchina più facile da usare a chi non ha mai avuto a che fare con una reflex, perchè manca una cosa fondamentale, l'autofocus!! spiegagli come si usa il mirino, EVVIVA IL MIRINO!! :)

l'ottica se è il 18-55 II non fa proprio schifo, ma è un'ottica di basso livello.

l'ottica migliore per il panorama è il 17-40 L ma costa più o meno 2/3 del tuo budget.

un'ottica molto valida per il ritratto è il 100mm f2, ma anche l'85mm f1.8 o il 50mm 1,4. il 50mm 1.8 II è tutto in plastica e non è sta gran lente, ma costa molto poco [80 euri] e il suo rapporto qualità prezzo è dunque favorevole. a trovare invece la prima versione del 50 f1.8, c'è da sbrodolarsi, costa poco ed è una lente eccezionale.

con 700 euri, ti consiglio piuttosto di cercare una 400D con 17-85 usm.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quelle non sono le focali! sono i valori di stop relativi all'apertura del diaframma....uhm stai facendo molta confusione, prima di tutto leggiti come minimo un manuale di fotografia decente (tipo il forti o meglio hedgecoe)


"La mia regola, oggi, è che il mio lavoro debba essere invisibile" Sven Nykvist

http://federicotorres.tumblr.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come detto 2 post fa, il valore i f indica la luminosità dell'ottica ed il diaframma più aperto disponibile, non la lunghezza focale. :)

f costante su uno zoom può essere un vantaggio perchè non dobbiamo preoccuparci di calcolare quale sarà la profondità di campo minima a ciascuna lunghezza focale.

un'ottica con diaframma molto aperto [valore di f basso] ha una profondità di campo minima [quindi il piano di messa a fuoco molto stretto] e sfocature estreme. caratteristiche che, se si conoscono e si è in grado di sfruttare, ci permettono di isolare i soggetti dallo sfondo o dall'ambiente circostante.

quanto al 50 1.8 di plastica, penso sia presto per decidere di prenderlo. :(

prendi la macchina e giocaci a fondo col 18-55. avendo i 50mm già coperti [in maniera diversa] vai su un'ottica superiore. il 100mm f2 è ottimo, chiedi a DB ne ha uno in vendita. :ciao:

e mi associo al suo primo consiglio: 350D+ottica di buon livello. il corpo macchina si trova a poco. la differenza in megapx è uno specchietto per le allodole, sono macchine molto simili... :ciao:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quelle non sono le focali! sono i valori di stop relativi all'apertura del diaframma....uhm stai facendo molta confusione, prima di tutto leggiti come minimo un manuale di fotografia decente (tipo il forti o meglio hedgecoe)

Quale libro di Hedgecoe?


If you ever ask how to do this or that, as if you were in Windows, you do not even deserve to be called a Mac User. You're simply a Windows user who is using a Mac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
@npbnpbnpb

il live view non renderà la macchina più facile da usare a chi non ha mai avuto a che fare con una reflex, perchè manca una cosa fondamentale, l'autofocus!! spiegagli come si usa il mirino, EVVIVA IL MIRINO!! :(

Questo lo dici te... :)


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo lo dici te... :(

sulle canon c'è, lo so, devi premere af-on e il display diventa nero e ti mette a fuoco. ma non è per niente intuitivo. nel tempo che sprechi a spiegare a qualcuno come si usa, fai prima a insegnargli a mettere l'occhio nel mirino. :ghghgh:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sulle canon c'è, lo so, devi premere af-on e il display diventa nero e ti mette a fuoco. ma non è per niente intuitivo. nel tempo che sprechi a spiegare a qualcuno come si usa, fai prima a insegnargli a mettere l'occhio nel mirino. :volo:

e chi pensava a canon... :ghghgh:

io parlavo dell'AF a contrasto che le ultime macchine (vedi la E-3 che è giù un anno che è fuori o la e-520) hanno... per non parlare delle micro 4/3 che senza specchio devono usare quello (prova a cercare su youtube la recensione della pana/lumix g1 e guarda con che velocità mette a fuoco! :biker:)

ad ogni modo ho sempre pensato che il liveview fosse molto utile per scattare da punti insoliti... a terra o quando non si è abbastanza "alti" da vedere nel mirino... oppure quando si vuole attirare l'attenzione e non si vuole togliere il contatto visivo di un bambino / animale guardando nella macchina e facendo strane facce... il liveview è utile.

:(


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ehm...

cos'è l' autofocus???:(:dance:

perchè ti sei preso (o vuoi prendere) una reflex digitale...? :ghghgh:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ehm...

cos'è l' autofocus???:(:dance:

Sicuro che vuoi una reflex???


If you ever ask how to do this or that, as if you were in Windows, you do not even deserve to be called a Mac User. You're simply a Windows user who is using a Mac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ehm...

cos'è l' autofocus???:biker::dance:

è un sistema motorizzato di messa a fuoco, secondo precisi punti visibili nel mirino della fotocamera.

e chi pensava a canon... :ghghgh:

e chi sospettava che ti stessi riferendo a canon. :(

qui ti volevo, sei ufficialmente incaricato di scrivere una guida al mondo oly digitale. il senso di questo thread è chiaro, dare una guida di massima per chi vuole acquistare una reflex digitale, sottoponendo diversi punti di vista. tu sei il nostro olympista, a te la palla! :volo:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
perchè ti sei preso (o vuoi prendere) una reflex digitale...? :(
Sicuro che vuoi una reflex???

complimenti ad entrambi.. :ghghgh:


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi spiace ma se non conosce queste cose di base, penso che non abbia mai avuto una compatta... o perlomeno che non ne abbia mai letto il manuale.

detto ciò, come suggerisci spesso tu, che si prenda una macchina a rullino... con 50 euro può farsi una delle ultime entry-level canon o nikon con il classico zoom da kit... con tutte le impostazioni delle macchine attuali... misurazione a spot, flash pop-up, scatti a raffica, ecc ecc... fa la prove che deve fare (con un bel manuale sulle gambe, magari) e poi decide a cosa passare...

qui ti volevo, sei ufficialmente incaricato di scrivere una guida al mondo oly digitale. il senso di questo thread è chiaro, dare una guida di massima per chi vuole acquistare una reflex digitale, sottoponendo diversi punti di vista. tu sei il nostro olympista, a te la palla!

Mi avete provocato... ed ora ve magno.... :(

A più tardi... :ghghgh:


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
complimenti ad entrambi.. :ghghgh:

Non hai detto che ti piaceva la schiettezza? :(:ghghgh:


If you ever ask how to do this or that, as if you were in Windows, you do not even deserve to be called a Mac User. You're simply a Windows user who is using a Mac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non hai detto che ti piaceva la schiettezza? :(:ghghgh:

dove ha senso usarla, sì.

in un thread con titolo "tutorial per acquisto reflex digitale" mi sembra fuori luogo fare i saccenti superiori quando un futuro fotoamatore fa una domanda che a noi più navigati pare ovvia e scontata.


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mi spiace ma se non conosce queste cose di base, penso che non abbia mai avuto una compatta... o perlomeno che non ne abbia mai letto il manuale.

detto ciò, come suggerisci spesso tu, che si prenda una macchina a rullino... con 50 euro può farsi una delle ultime entry-level canon o nikon con il classico zoom da kit... con tutte le impostazioni delle macchine attuali... misurazione a spot, flash pop-up, scatti a raffica, ecc ecc... fa la prove che deve fare (con un bel manuale sulle gambe, magari) e poi decide a cosa passare...

no, non sono d'accordo. le compatte son "punta e scatta" non pretendono che chi preme il pulsante sappia che la macchina stia lavorando con un automatismo di messa a fuoco e che questo si chiami autofocus [quindi immagina tutto il resto che le compatte non "pretendono". e ovviamente tutto quello che non offrono]. :biker:

e poi io consiglio di andare su ferri molto più anziani rispetto a macchine con autofocus, esposimetro multifunzione, raffiche o motori... io consiglio un monoblocco d'alluminio nudo e crudo, in cui ci sei tu e un esposimetro, una pellicola, un otturatore a tendina, un'ottica e un caricatore manuale. :ghghgh:

è troppo facile [e probabilmente non soddisfacente] passare per un corpo pellicola totalmente automatico. :(


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
no, non sono d'accordo. le compatte son "punta e scatta" non pretendono che chi preme il pulsante sappia che la macchina stia lavorando con un automatismo di messa a fuoco e che questo si chiami autofocus [quindi immagina tutto il resto che le compatte non "pretendono". e ovviamente tutto quello che non offrono]. :volo:

e poi io consiglio di andare su ferri molto più anziani rispetto a macchine con autofocus, esposimetro multifunzione, raffiche o motori... io consiglio un monoblocco d'alluminio nudo e crudo, in cui ci sei tu e un esposimetro, una pellicola, un otturatore a tendina, un'ottica e un caricatore manuale. :biker:

è troppo facile [e probabilmente non soddisfacente] passare per un corpo pellicola totalmente automatico. :(

Sono d'accordissimo....magari anche senza esposimetro (la regola del sedici e dello scatto a forcella chi se la ricorda più????? :ghghgh:) le moderne DLSR danno troppe finte soddisfazioni tutte e subito e ci si ferma subito a dei livelli che sembrano altissimi ma che in realtà bassissimi.

Conosco persone alle quali ho consigliato di iniziare a scattare con una vecchia manuale 35mm che da zero al quarto e dico quarto rullino hanno tirato fuori degli scatti stupendi, e ve ne posterò qualcuno a breve...

poi fate voi, il gregge è ampio e nutrito a voi la scelta se unirvici o meno.


"La mia regola, oggi, è che il mio lavoro debba essere invisibile" Sven Nykvist

http://federicotorres.tumblr.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
una fotocamera reflex con 6800 scatti può definirsi poco usata?

gli otturatori moderni sopportano 100 mila scatti...

6800 scatti è stata mediamente usata...

ho visto di peggio :(

OT per fede e stefano

ci vuole molta buona volontà da parte di chi impara ad usare un "vecchio ferro", vista la disponibilità di funzioni utili e non sulle moderne macchine digitali.

io ne conosco veramente pochi che girerebbero con (una macchina a casa :ghghgh:) una OM10 per fare le foto delle proprie vacanze...

io potrei rientrare tra quelli (soprattutto adesso che un amico si è proposto come sviluppatore...!) ma non so quanti ne esistano...


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
una fotocamera reflex con 6800 scatti può definirsi poco usata?

direi proprio di sì.

specchio e otturatore son garantiti per 100k scatti. le pro, per 200k [correggetemi se sbaglio!].

ti dico che il sottoscritto scatta da un minimo di 300 foto ad un massimo di 1500 foto in una serata... quando deciderò di abbandonare la mia 40D troverò ben pochi acquirenti... :(

da luglio a questa parte ho già fatto un 15mila foto [e non conto quelle cancellate...].


«Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.» Tiziano Terzani

www.stefanodruetta.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ad ogni modo... una bozza iniziale (devo approfondire la questione delle ottiche non-oly e devo ancora affrontare le ottiche fisse e magari abbozzare qualcosa sulla non-retrocompatibilità e la conseguente necessità di adattatori...)

Consigli per scegliere le reflex e gli obiettivi Olympus

I corpi macchina

Premessa: tutti i corpi Olympus montano sensori che rispettano lo standard QuattroTerzi, percui il fattore di moltiplicazione è di 2x in ogni caso.

Tutti i corpi Olympus dispongono di un sistema di pulizia del sensore agli ultrasuoni.

Tutti i corpi dispongono di un doppio slot = Compact Flash ed xD.

Serie economica (E-3xx, E-4xx, E-5xx):

La serie “economica” di Olympus è iniziata alla fine del 2004 con la E-300. E’ stata una delle poche macchinea ad utilizzare un mirino ottico Porro al posto del classico Pentaprima, per contenere le dimensioni. Nel 2006 viene sostituita dalla E-330, la prima reflex ad offrire il live-view, grazie ad un sistema a doppio sensore - uno si occupava dello scatto, l’altro dell’anteprima nel monitor orientabile da 2,5” e contemporaneamente della messa a fuoco, e la prima ad usare un sensore Live MOS (al posto del CCD della E-300). A questa venne poi affiancata la prima macchina della serie E-5xx, ovvero la E-500, dotata di più megapixel (8) che però perdeva la caratteristica peculiare del Live View (e contemporaneamente, si ritorna ad usare il sensore CCD della E-300), a vantaggio di un impugnatura migliore e di un mirino più grande. A questa venne affiancata anche la prima macchina della serie E-4xx, ovvero la più compatta della gamma, la E-400 (che monta un sensore CCD Kodak elogiato da molti per i colori e per la gamma dinamica che restituisce). Le rispettive evoluzioni sono le E-510 e la E-410: entrambe dotate di Liveview (non più con doppio sensore, percui quando è attivo il monitor da 2,5”, il mirino è oscurato e la funzione di AF è solo possibile attraverso un’ulteriore discesa dello specchio) e la E-510 per la prima volta adotta uno stabilizzatore ottico nel corpo, in grado di stabilizzare qualsiasi ottica. Il passaggio a questa serie comporta il ritorno all’utilizzo di sensori Live MOS al posto dei CCD Kodak L’ulteriore evoluzione consiste nel passaggio alla E-420 ed alla E-520, introducendo un display più grande, il controllo remoto dei flash direttamente dalla macchina, uno stabilizzatore migliore (solo per la E-520, perchè la serie E-4xx è sprovvista di stabilizzazione), un nuovo sistema di LiveView che consente l’AF a rilevamento del contrasto (percui senza dover abbassare lo specchio) e infine una raffica di scatti maggiore (da 3 a 3,5 scatti al secondo).

Tutte le macchine “economiche” hanno un’estensione della sensibilità da 100 a 1600 ISO: i primi modelli soffrono però di forti disturbi a 800/1600 ISO percui si consigliano modelli più recenti se l’uso che se ne vuole fare è notturno / ad alte sensibilità in generale.

Serie semiprofessionale (E-3, E-1, ...):

La serie semiprofessionale di Olympus è iniziata con l’uscita della prima macchina QuattroTerzi sul mercato nel 2004... la E-1. Dotata di un CCD da 5 mpixel, tropicalizzata e dotata di connessioni veloci (come la firewire), è ancora un’ottima macchina se abbinata alla giusta lente. La dimensione e il peso sono ben più impegnativi rispetto ad una E-3/4/5xx, questo a causa del corpo in lega di magnesio e allo spazio in più dedicato ai 2 display.

La sua evoluzione arriva solo nel 2007, quando viene presentata la E-3. Rinnovata nel mirino (ora molto più grande e sempre con copertura del 100%), nel sensore (ora Live MOS da 10mpixel), nel sistema di stabilizzazione (lo stesso della E-520), nel sistema di LiveView (prima assente ed ora anche con AF a rilevamento del contrasto), nel display (da 2,5” ruotabile), nei punti di AF (ora 11). Anche questa è in lega di magnesio ed è sigillata contro le intemperie, come la E-1.

Estensione della sensibilità: da 100 a 1600 ISO per la E-1, fino a 3200 ISO per la E-3.

La E-1, vista la vecchiaia del progetto, soffre di forte rumore ad ISO 1600.

Si consiglia la E-1 a chi vuole una macchina robusta ed efficiente, spendendo veramente poco. La E-3 è invece consigliata per chi ha bisogno di più megapixel, meno rumore, il liveview, lo schermo orientabile e le tante migliorie apportate.

Gli Obiettivi Zoom

Per gli zoom, si possono individuare, per comodità, 3 serie di obiettivi, dalla più economica e di scarsa qualità, fino alla serie professionale di altissima qualità ma prezzo molto alto.

Tutte le lenti sono costruite secondo uno schema telecentrico (con il quale i raggi cadono perpendicolari sul sensore). Tutte le lenti sono inoltre corredate di paraluce (a dispetto di altre marche, che lo offrono come optional).

Serie standard:

Comprende obiettivi solitamente fatti interamente di plastica (lenti comprese), con costruzione economica e luminosità molto bassa, tipicamente da f3.5/4 per la l'estremo basso, fino a f5.6 per l'estremo alto. Sono solitamente le ottiche che si trovano nei kit, buone per cominciare a scattare e capire quali possono essere le nostre future esigenze.

Le ultime ottiche in kit hanno la baionetta in plastica, non hanno scala delle distanze e riferimenti di profondità di campo per i diaframmi, e spesso la ghiera di messa a fuoco è piccola e scomoda da utilizzare. Tipici sono quindi gli ultimi compatti e leggeri 14-42 o i precedenti (e sotto certi aspetti migliori) 17.5-45 o 14-45. Nella serie standard troviamo anche tele (come il 40-150 nelle sue due versioni - si consiglia la prima versione anche se più ingombrante e pesante - e il 70-300), zoom con notevole escursione, come il 18-180 f3.5-6.3 che dimostra però una qualità inversamente proporzionale alla sua escursione, con fenomeni di perdita notevole di definizione ai bordi, oppure ancora grandangolari un po’ spinti come il nuovo 9-18.

In questo campo, le lenti migliori sono il vecchio 40-150 e il 70-300, molto versatile perchè dimostra di sapersela anche cavare nel macro, con un rapporto di ingrandimento di 1:2.

Serie Top:

Sono gli obiettivi col miglior rapporto qualità prezzo, che solitamente producono buone foto ad un prezzo in linea. Tutti questi obiettivi sono tropicalizzati e sono più robusti e definiti dei gli obiettivi normali. Tutti hanno la baionetta in metallo ed offrono luminosità elevate... tra 2.8 e 4.

Gli obiettivi rappresentativi di questa fascia sono il 14-54 f2.8-3.5 (in kit con la E-1 ed obiettivo ideale per questa macchina), il grandangolare 11-22 f.28-3.5, il nuovo 12-60 f2.8-4 SWD, giudicato come obiettivo più veloce del mondo (in accoppiata con la E-3) e i due 50-200 f2.8-3.5... la prima serie con un motore normale, la seconda (SWD) invece dotata di motore supersonico.

Serie TopPro:

Anche questa serie ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, ovviamente più spostato verso l'alto. Sono ovviamente dotati di tropicalizzazione (come gli obiettivi della serie Top) e sono principalmente 4: un grandangolare molto spinto (7-14) con fuoco 4 costante, due zoom complementari (14-35 SWD e 35-100) con fuoco costante 2 e un super tele 90-250 con fuoco fisso 2.8. Il costo aumenta notevolmente, con cifre prossime ai 1800-2000 euro.

Obiettivi non-Olympus:

Visto che il consorzio QuattroTerzi è aperto, diversi produttori producono lenti compatibili con questo formato. Tra questi, Leica, con due ottime lenti... il 14-50 f2.8-3.5 (dotato di stabilizzazione interna... percui utilizzabile con ottimi risultati su tutti i corpi che ne sono sprovvisti) ed un nuovo 14-150 che nonostante la notevole estensione, mantiene ottimi livelli di qualità.

Anche la Sigma propone ottiche per QuattroTerzi, con il difetto di produrre ottiche pensate per lo standard aps-c e di adattarle... tra queste, si può consigliare lo zoom 50-200 f4-5.6 che può essere un buon surrogato al 40-150 di casa Olympus.


iMac g3, Mac Mini CD, iMac intel 17", Macbook 13", AppleTV, Airport Extreme & Express, iPod Classic, Shuffle 2G, Shuffle 4G, iPod Mini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo