Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Impaginazione tavole


Simconti

Recommended Posts

Ciao.

Ho usato per impaginare delle tavole per un esame Photoshop... e non essendo il programma adatto è venuto una M.

Secondo voi, quale può essere un programma adatto per fare questo?

Illustrator? Indeisgn? etc...?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 58
  • Created
  • Ultima Risposta

Della suite Adobe ti consiglierei Indesign ; ) Dicono sia veloce da imparare e facile.

Pure io ho provato ad impaginare con Photoshop, ma, diciamocelo, non è la sua (infatti non è nato come programma per impaginare!). Quindi solidarietà per la tua avventura da impaginatore con Photoshop!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma io ho sempre impaginato co photoshop e devo dire che non finisce mai di stupirmi. Indesign l'ho provato, ma è legnoso a raggio. Serve più che altro a impaginare riviste e cose del genere.... se devi fare tavole prima di dire che ps non ha abbastanza elementi ce ne vole....

Più bello e più divino è il bene di un popolo, di intere città

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche per me Indesign :ciao:

lo uso praticamente per tutto, dal volantino al catalogo di 400 pagine pieno di foto e tabelle.

E' ovvio che, come per tutti i software di una certa complessità, per apprezzarlo bisogna conoscerlo almeno un pò :ciao:

ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente l'ultima cosa da usare per l'impaginazione è Photoshop, anche perchè tutti i dai vettoriali sono convertiti in raster. Il più adatto è Illustrator ma anche Indesign che, sebbene nasca per l'editoria, supporta anche i formati di carta di una certa dimensione, come gli A0. Prova anche Inkscape, che dovrebbe essere l'equivalente opensource di Illustrator.

lo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Photoshop ha il problema di non gestire vettoriali.

ZetadiR. ma non ti escono un po' sgranate le tavole in stampa?

Credo che mi butterò su illustrator...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Photoshop ha il problema di non gestire vettoriali.

ZetadiR. ma non ti escono un po' sgranate le tavole in stampa?

Credo che mi butterò su illustrator...

Per nulla! Stampo sempre in pdf e poi plotto da acrobat...

Più bello e più divino è il bene di un popolo, di intere città

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il vantaggio del disegno vettoriale è che può essere scalato senza perdita di informazioni, a differenza delle immagini raster. Quando impagino delle tavole di concorso, ad esempio, a parte che ormai lo faccio direttamente su Vectorworks, devo dare una struttura funzionale alla tavola perchè risulti leggibile e il progetto di facile comprensione. Quindi spesso si spostano e si scalano parti del disegno che compongono le tavole.

Per questo è fondamentale usare un software che gestisca i dati vettoriali senza convertirli in raster. Photoshop è l'ultima spiaggia, perchè impone di non scalare nulla. I dati vettoriali che esporto dal CAD (in eps) una volta convertiti in raster da PS vanno mantenuti alla scala in cui sono stati esportati altrimenti perdo dei dati (non essendo più vettoriali) e sgranano. Prova con lo strumento trasforma di PS a scalare anche solo del 90% un livello, magari dove è contenuta un'immagine di disegno vettoriale: in questo momento hai perso delle informazioni. Poi sempre con lo stesso strumento prova a riportarlo alla dimensione di prima (110%). Poi con la storia confronta il risultato di questo passaggio con il momento precedente al primo passaggio di scala: non avrai più la stessa nitidezza delle linee.

E poi, la libertà compositiva che offre Illustrator (io uso ancor Freehand, per la verità :-) ), ma anche InDesign piuttosto, PS non te la può dare perchè non è quello lo scopo per cui è stato creato. ;-)

lo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io impaginavo con PS aprendo, ad esempio, una planimetria trasformata in pdf.

è per questo che mi veniva sgranata? te in che formato apri i vettoriali?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il vantaggio del disegno vettoriale è che può essere scalato senza perdita di informazioni, a differenza delle immagini raster. Quando impagino delle tavole di concorso, ad esempio, a parte che ormai lo faccio direttamente su Vectorworks, devo dare una struttura funzionale alla tavola perchè risulti leggibile e il progetto di facile comprensione. Quindi spesso si spostano e si scalano parti del disegno che compongono le tavole.

Per questo è fondamentale usare un software che gestisca i dati vettoriali senza convertirli in raster. Photoshop è l'ultima spiaggia, perchè impone di non scalare nulla. I dati vettoriali che esporto dal CAD (in eps) una volta convertiti in raster da PS vanno mantenuti alla scala in cui sono stati esportati altrimenti perdo dei dati (non essendo più vettoriali) e sgranano. Prova con lo strumento trasforma di PS a scalare anche solo del 90% un livello, magari dove è contenuta un'immagine di disegno vettoriale: in questo momento hai perso delle informazioni. Poi sempre con lo stesso strumento prova a riportarlo alla dimensione di prima (110%). Poi con la storia confronta il risultato di questo passaggio con il momento precedente al primo passaggio di scala: non avrai più la stessa nitidezza delle linee.

E poi, la libertà compositiva che offre Illustrator (io uso ancor Freehand, per la verità :-) ), ma anche InDesign piuttosto, PS non te la può dare perchè non è quello lo scopo per cui è stato creato. ;-)

lo

beh, si, assolutamente vero. Se impagini con ps non devi toccare i vettoriali. ma nemmeno le immagini. Infatti io render e vettoriali li esporto già sapendo che scala\dimensioni avranno.

Più bello e più divino è il bene di un popolo, di intere città

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io in eps, che aperti in Illustrator, sono sempre vettori, scalabili ed editabili. Anche il pdf rimane vettoriale e Illustrator lo gestisce piuttosto bene. Vedi in che formato ti permette di esportare il CAD che usi tu.

Ad ogni modo ricorro ad Illustrator/Freehand sempre meno perchè ormai Vectorworks permette di fare impaginazioni allo stesso livello con guadagno di tempo, dato che salto il passaggio di esportazione :-)

lo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io impaginavo con PS aprendo, ad esempio, una planimetria trasformata in pdf.

è per questo che mi veniva sgranata? te in che formato apri i vettoriali?

Dipende tutto dalla esportazione ed importazione.

Con cosa esporti un PDF, di che qualità è?

Ad esempio, io su Vectorworks posso esportare un PDF a 300dpi (per la stampa) o a 72 (da spedire). E c'è una gran differenza tra questi due.

E poi, quando lo apri in PS, lo scali o lo mantieni della stessa dimensione; e poi a quale risoluzione lo importi? PS te lo chiede al momento della sua apertura.

Quando lavoro in PS (in genere sono prospetti bidimensionali) importo l'eps senza scalarlo, e a 200dpi.

lo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esportavo pdf a 300 dpi, ma erano troppo pesanti.

Ho provato con pdf a 150, ma erano sgranati.

Sono passato a provare ad impaginare con illust. e/o inDesign :confused:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
esportavo pdf a 300 dpi, ma erano troppo pesanti.

Ho provato con pdf a 150, ma erano sgranati.

Sono passato a provare ad impaginare con illust. e/o inDesign :DD

150 dpi, sgranati!?!?!?!? a volte ci si perde nella scala del disegno... prova a pensare BENE quanto saranno grandi quei disegni sulla carta, io a volte mi perdo... e faccio corrispondere 1 cm del righello fisico messo sullo schermo a 1 cm di righello su ps, e con 150 dpi ci ho fatto l'esame di lab IV l'anno scorso con dei render grossi come 1 a0 in larghezza ed erano nitidissimi... quindi secondo me sbagli per forza da qualche parte... non è possibile! Magari la qualità della nasa no... ma sgranati nemmeno!!! Considera che la maggiorparte dei plotter non stampa a dpi altissimi, io ho notato differenze fino a 200 dpi, dopodichè nemmeno l'occhio più vigile riesce a scoprire qualcosa....

Più bello e più divino è il bene di un popolo, di intere città

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
esportavo pdf a 300 dpi, ma erano troppo pesanti.

Ho provato con pdf a 150, ma erano sgranati.

Sono passato a provare ad impaginare con illust. e/o inDesign :fiorellino:

Ma che formato sono i pdf? Con 300 dpi escono fuori dei file ingestibili!!!

Attenzione che se usi photoshop la risoluzione a monitor è molto bassa. Quando salvi in altri formati tipo tiff, jpg o pdf e visualizzi il file noterai una ben più alta qualità.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

150 dpi spalmati su un a0/a1 sono una follia, il minimo è 300 dpi per fare un lavoro civile, e ps un a0 a 300 dpi lo mandi in crisi.

photoshop è per il fotoritocco

illustrator è per creare illustrazioni in vettoriale

indesign è il vero programma di impaginazione...

amen!:fiorellino:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo di accordarmi a questo topic per fare una domanda più specifica.

Supponiamo di avere un file pdf che mi rappresenta una pianta in scala 1:200. Come faccio a inserire il pdf di questa pianta nella mia pagina di Illustrator?

Come si possono fare dei ritagli precisi al fine di scalare l'immagine giusta?

:confused:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prima di tutto dipende che tipo di impaginazione devi fare secondo me, se si tratta semplicemente di impaginare i disegni fatti con un qualsiasi cad ti consiglio di utilizzare la stampa direttamente dal programma (autocad, vectorworks o quello che è)dove puoi direttamente stampare in scala senza problemi e utilizzando i pennini con vari spessori e colori.

se devi invece fare una presentazione parfticolare, dove devi mettere, piante prospetti, sezioni, render, didascalie, retini colorati con legende ecc allora ti consiglio assolutamente photoshop. per me è il migliore, lo uso da 7 anni pero una cosa è certa, bisogna saperlo usare.

io mi son sempre basato su autocad, impagino il layer di stampa, lo stampo su eps con una precisa dpi (che varia dai 150 ai 300) e poi importo su photoshop.

se tu quando apri photoshop crei un nuovo foglio e poi gli vai a cambiare le dimensioni e proporzioni del disegno e le metti uguali a quelle della stampa in eps allora il disegno non ti va fuori scala ma rimane uguale. quindi stampi dal cad a 300 dpi, apri un nuovo foglio a 300dpi. lo stesso per il 150. è questo il trucco per non andare fuori scala con il file stamapato in eps. in questo modo non devi scalare poi il disegno manualmente su photoshop.

se fai cosi tu basta che poi vai a trascinare nel foglio vuoto su photoshop tutti i tuoi eps e poi potrai colorarli, impaginarli ecc, insomma tutto quello che vuoi.

DOC

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie sebadoc84 per la risposta :ghghgh:

Proverò questo pomeriggio a impaginare.. Certo è che l'altra volta stampando dal file pdf ottenuto con photoshop (avevo unito tutti i livelli, e poi salvato in pdf ad una qualità alta da "lui" suggerita) mi era venuta una stampa leggermente sgranata. Mah :shock:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo