Vai al contenuto





minozzo

Veg per salvare il pianeta!

Recommended Posts

Ciao Stefano, scusami ma ho letto e riletto i tuoi post e non capisco il tuo punto di vista.

Voglio sperare, senza polemiche, che tu sia fruttariano e che stia scrivendo ció che scrivi perché ti nutri esclusivamente di frutta che cade da sola dagli alberi.

No perché in caso contrario, non vedo per quale motivo qualcuno che non si preoccupa di causare dolore e morte ad un animale, si debba preoccupare del possibile dolore ad una carota.

Per caso lo sostieni per dimostrare che i vegetariani sono incoerenti?

No perché in tal caso ricorda che ammesso e non concesso che l'insalata e le carote soffrano nell'essere colte, non per questo motivo dovrei voler tornare indietro mangiare animali morti.

Non é una questione di incoerenza, quanto piuttosto di minimizzazione di dolore e morte causata da allevamento e macellazione.

Come ho già detto il punto di vista etico l'ho chiuso e mi sa che devi ancora rileggere i miei post, perché il discorso del dolore non l'ho tirato fuori io. Sinceramente mi è parso strano il fatto che per lui chi mangia carne morta, mangia materiale in decomposizione, mentre chi mangia vegetali morti li mangia "freschi"....il suo discorso è che siano in decomposizione oppure no?!?!

Comunque noto che ha molti avvocati che rispondono al posto suo.:mad: Non voglio passare per antipatico...però mi riferivo diretto al suo pensiero.


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Se il tuo dubbio é questo, credo che minozzo ti abbia risposto, no? :mad:


Sbagliare è umano, ma per fare veramente un casino serve la password di root

Nota: sebbene tu possa cambiare il nome della cartella Inizio in Mac OS X 10.3 o versioni più recenti, in generale sarebbe meglio non farlo.

Siamo l'armata Brancaleone dei MacUser

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appunto lui mi ha risposto... ed io ho risposto che secondo me non è vero che i vegetali non portano nessuna malattia/parassita o simili...ora però non capisco tu che cosa vuoi sapere da me.


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Appunto lui mi ha risposto... ed io ho risposto che secondo me non è vero che i vegetali non portano nessuna malattia/parassita o simili...ora però non capisco tu che cosa vuoi sapere da me.

Volevo sapere il tuo punto di vista, e me lo hai spiegato.

Non capisco questa ulteriore polemica :mad:


Sbagliare è umano, ma per fare veramente un casino serve la password di root

Nota: sebbene tu possa cambiare il nome della cartella Inizio in Mac OS X 10.3 o versioni più recenti, in generale sarebbe meglio non farlo.

Siamo l'armata Brancaleone dei MacUser

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Volevo sapere il tuo punto di vista, e me lo hai spiegato.

Non capisco questa ulteriore polemica ;)

Ah ok, l'importante è che ci siamo capiti :mad:

Piuttosto come ho detto prima, perché non scrivete bene o male cosa mangiate fruttariani,vegetariani, mediterranei, americani, alieni o cos'altro siete ? :cry:

Sarebbe interessante.


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'aspetto naturale non l'ho tirato fuori io.

Ribatto alla scemenza dell'essere onnivori per natura, dove con onnivori qualcuno intende mangiare vacche, maiali, ed altri animali di difficile reperibilità per delle prede, quali noi siamo, almeno in quel che vien tirato in ballo come contesto naturale.

.

Prede? Forse quando eravamo australopitechi.

Animali come le mucche (o i loro antenati, e i ruminanti in genere ) erano mangiati abbastanza comunemente dato che non erano in competizione alimentare con gli uomini, e fornivano energia ricavata dalle piante che contenevano solo cellulosa; se adesso si rimpinzano di cereali è per causa dell'econimia, non certo della natura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh vero anche questo, un tempo i cereali prima dei tanti incroci per opera degli umani fornivano gran poco per il sostentamento...


OOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOO#

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Appunto lui mi ha risposto... ed io ho risposto che secondo me non è vero che i vegetali non portano nessuna malattia/parassita o simili...ora però non capisco tu che cosa vuoi sapere da me.

abbassiamo i toni per cortesia perchè la stiamo buttando in caciara e non mi pare il caso...

comunque ti rispondo

la carne per essere mangiata deve essere per forza frollata e ti ho spiegato già cosa sia

le verdure uno le può mangiare anche acerbe perchè è nel ciclo naturale della carota o della mela,parlo da profano quindi prendi il mio discorso così com'è, avere una fase di crescita (frutto acerbo) maturazione e decomposizione però a differenza della carne le mele marciscono da sole, mentre il ciclo della carne è allevamento, macellazione, frollatura,piatto

è molto diverso

poi alla tua domanda rispondo subito

io sono vegan e non mangio nulla che derivi da sfruttamento e uccisione di animali, perchè ho scelto di vivere senza mangiare cadaveri...

quindi togli carne pesce uova e latte, ecco io mangio tutto il resto

mac:ma sei sicuro?con il grano ed il riso ci si fanno un sacco di cose

tipo la pasta ed il pane, che sicuramente una volta erano di più facile accesso che non la carne

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

una volta intendi? 50 anni fa o 5000 anni fa? l'uomo è da migliaia di anni che incrocia le piante per ottenere la massima resa da esse altrimenti come già detto molti cereali ora comunemente coltivati produrrebbero un trentesimo di quello che ora producono...

Impuntarsi sulla frollatura è un discorso un po stupido e superficiale, la frollatura non è necessaria per il consumo della carne bensì è meglio farla perchè durante questo processo la carne s'ammorbidisce e acquisisce una tenerezza altrimenti impensabile... la carne che in genere consumiamo, infatti, è parte di muscolo e questo come vi è sicuramente noto è una struttura abbastanza elastica e "nervosa", con la frollatura i microorganismi (simili alle muffe che fanno lievitare il pane...) spaccano dei legami nelle fibre della carne rendendola così più morbida... ripeto, non è necessario, si potrebbe macellare e consumare un'animale tranquillamente nel giro di 10 minuti che è commestibilissimo e buono


OOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOO#

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la carne per essere mangiata deve essere per forza frollata e ti ho spiegato già cosa sia

Io il pollo di casa mica lo lascio frollare, eppure è buono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se si parla di dieta e produzione/conservazione di alimenti mi sento un po' chiamato in causa essendo, credo, l'unico specialista :ghghgh:

per quanto riguarda l'origine del topic: salvare il pianeta con una dieta vegetariana o vegana (che sono 2 cose completamente diverse).

Tralasciando tutto il discorso di carenze nutrizionali che possono essere sopperite da integratori o alimenti fortificati ritengo che con uno stile alimentare composto da uno dei due tipi non giovi più di tanto all'ecosistema.

In primo luogo lo sfruttamento del terreno sarebbe pressochè lo stesso che abbiamo oggi: essere vegetariano o vegano non significa dover mangiare cibo bio (altra trovata pubblicitaria ma vabbè tralasciamo): quindi ci sarebbe una coltivazione intensiva di qualunque tipo di ortaggio o cereale e quant'altro anche in periodi dell'anno "morti".

Aggiungerei anche la "non riduzione dell'inquinamento da sostanze estranee" dovuto alla (sovra)produzione di integratori (siano solubili, capsule, compresse, iniezioni...) e da prodotti conservanti e stabilizzanti degli alimenti in esame. Mi spiego meglio: tutti gli integratori vanno inscatolati quindi aumento del consumo della carta. In ogni integratore deve esserci, per legge, un foglietti illustrativo (il bugiardino) dove vengono riportate moltissime informazioni che nessuno purtroppo legge mai e anche in questo caso aumento di carta. Ogni confezione è colorata, contiene colle, sostanze antiossidanti, conservanti... Nonché le confezioni di plastica vere e proprie come contenitori... Di conseguenza un aumento un po' di tutte le materie utili per la produzione di questi integratori. Per non parlare poi del trasporto...

Per i cibi fortificati la stessa cosa: le sostanze che vengono letteralmente inculcate negli alimenti sono di origine chimica e quindi potete solo immaginare tutto "l'inquinamento" che ci sta dietro...

Per concludere l'idea di mangiare vegano o vegetariano a mio giudizio non aiuterà il mondo ma neanche lo peggiorerà. Rimarrà tale e quale :shock:

Ci sarebbe poi il discorso sul consumo di carne. Anche qui ci sarebbe da parlare molto... Vedi metano prodotto dalle vacche, produzione eccessiva, soluzioni al problema (che ce ne sono eccome! e tra un 20ina di anni saranno sicuramente realtà), riduzione dei consumi di carne (e per chi diceva che mangiarla tutti i giorni è sbagliato prima si "acculturi" un pochino oppure specifichi meglio cosa intende)...

:ghghgh:


...il Vero Lusso è il Tempo...

Il fine dell'artista è la meraviglia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se si parla di dieta e produzione/conservazione di alimenti mi sento un po' chiamato in causa essendo, credo, l'unico specialista :shock:

per quanto riguarda l'origine del topic: salvare il pianeta con una dieta vegetariana o vegana (che sono 2 cose completamente diverse).

Tralasciando tutto il discorso di carenze nutrizionali che possono essere sopperite da integratori o alimenti fortificati ritengo che con uno stile alimentare composto da uno dei due tipi non giovi più di tanto all'ecosistema.

In primo luogo lo sfruttamento del terreno sarebbe pressochè lo stesso che abbiamo oggi: essere vegetariano o vegano non significa dover mangiare cibo bio (altra trovata pubblicitaria ma vabbè tralasciamo): quindi ci sarebbe una coltivazione intensiva di qualunque tipo di ortaggio o cereale e quant'altro anche in periodi dell'anno "morti".

Aggiungerei anche la "non riduzione dell'inquinamento da sostanze estranee" dovuto alla (sovra)produzione di integratori (siano solubili, capsule, compresse, iniezioni...) e da prodotti conservanti e stabilizzanti degli alimenti in esame. Mi spiego meglio: tutti gli integratori vanno inscatolati quindi aumento del consumo della carta. In ogni integratore deve esserci, per legge, un foglietti illustrativo (il bugiardino) dove vengono riportate moltissime informazioni che nessuno purtroppo legge mai e anche in questo caso aumento di carta. Ogni confezione è colorata, contiene colle, sostanze antiossidanti, conservanti... Nonché le confezioni di plastica vere e proprie come contenitori... Di conseguenza un aumento un po' di tutte le materie utili per la produzione di questi integratori. Per non parlare poi del trasporto...

Per i cibi fortificati la stessa cosa: le sostanze che vengono letteralmente inculcate negli alimenti sono di origine chimica e quindi potete solo immaginare tutto "l'inquinamento" che ci sta dietro...

Per concludere l'idea di mangiare vegano o vegetariano a mio giudizio non aiuterà il mondo ma neanche lo peggiorerà. Rimarrà tale e quale :mhh:

Ci sarebbe poi il discorso sul consumo di carne. Anche qui ci sarebbe da parlare molto... Vedi metano prodotto dalle vacche, produzione eccessiva, soluzioni al problema (che ce ne sono eccome! e tra un 20ina di anni saranno sicuramente realtà), riduzione dei consumi di carne (e per chi diceva che mangiarla tutti i giorni è sbagliato prima si "acculturi" un pochino oppure specifichi meglio cosa intende)...

:shock:

ovviamente si parla di salvare il mondo diventando veg in maniera utopica

ma fondata sul fatto che se da un ettaro di terra ci si ricava 60 kili di manzo dallo stesso ettaro ci si ricavano 5000kg di patate...

io di cibi fortificati non ne mangio molti di più di quelli che mangia un non veg...

per esempio il latte di soya prendo quello arricchito con calcio che guarda caso esiste anche per il latte vaccino, ci sarebbe poi da chiedersi il perchè arricchire il latte vaccino con altro calcio, comunque il problema delle colture intensive è dovuto al fatto che i campi vengono coltivati esclusivamente a cereali mentre qualsiasi buon contadino sa che bisogna variare altrimenti i terreni diventano sterili e bisogna crearne dei nuovi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io sono vegan e non mangio nulla che derivi da sfruttamento e uccisione di animali, perchè ho scelto di vivere senza mangiare cadaveri...

Cavolo, però vi prego, non chiamateli cadaveri, nemmeno fossimo cannibali (cadavere è un termine specifico per identificare il corpo umano morto, non è associato agli animali se non in maniera erronea).

Non so, chiamateli carcasse piuttosto, o molto semplicemente quel che sono: animali morti.

:oops:

Con simpatia eh, è che vedo i vegani (soprattutto) regolarmente chiamarci mangia-cadaveri... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è poi da considerare che non tutti lo possono essere...io sono celiaco e già non posso mangiare frumento, orzo, farro, avena eccetera, che faccio muoio di fame? Se fossimo tutti davvero vegetariani io sarei morto :oops:

Comunque casi particolari a parte non capisco come la dieta vegetariana possa essere più equilibrata e sana di una dieta varia e completa come la mediterranea...siamo nati per mangiare tutto, tuberi, radici, fibre vegetali in genere ma anche carne, pesce, latte (che persino i mammiferi erbivori bevono!), uova...

Perché andare contro natura spontaneamente? Consumare in modo responsabile la carne mi pare un dovere ma non consumarla affatto mi pare eccessivo!

Comprendo altresì casi in cui c'è chi la carne proprio può far schifo o non la si possa mangiare, ma negarsela spontaneamente è diverso...


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma va, quali sono gli erbivori che bevono latte dopo lo svezzamento?

E quali carne e pesce saremmo nati per mangiare?

Vacche e verdesche?

Se uno è celiaco o ha altri problemi OVVIAMENTE non deve esser veg per forza di cose, ci arriva anche un muro.. :oops:

La dieta mediterranea di un lavoratore medio esattamente come si compone?

Panini e/o surgelati nelle fantomatiche mense aziendali e cos'altro a cena?

la dieta mediterranea mi par di vederla solo nei servizi degli specialisti in tv.


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La chimica ha raggiunto il punto che sarebbe perfettamente possibile creare un composto che in poche dosi soddisfi tutti i requisiti alimentari dell'uomo. Con i pazienti in coma si fa regolarmente.

Diciamoci la verità: MANGIO LA CARNE PERCHE' MI PIACE!

Poi non mi faccio troppi scrupoli per le mucche e il resto. Il mondo ha problemi ben più gravi di questi. Non serve nemmeno citarli. Ognuno è libero di avere gli scrupoli morali che desidera. Chiamatemi cinico ma io non li ho, e non mi nascondo dietro a un dito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La chimica ha raggiunto il punto che sarebbe perfettamente possibile creare un composto che in poche dosi soddisfi tutti i requisiti alimentari dell'uomo. Con i pazienti in coma si fa regolarmente.

Diciamoci la verità: MANGIO LA CARNE PERCHE' MI PIACE!

Poi non mi faccio troppi scrupoli per le mucche e il resto. Il mondo ha problemi ben più gravi di questi. Non serve nemmeno citarli. Ognuno è libero di avere gli scrupoli morali che desidera. Chiamatemi cinico ma io non li ho, e non mi nascondo dietro a un dito.

Effettivamente non hai tutti i torti...

Con la chimica potremmo evitare di mangiare anche i vegetali, ma personalmente sarebbe un vero peccato privare la papille gustative dei sapori della carne, verdura, pesce e tanto altro... :oops:


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma va, quali sono gli erbivori che bevono latte dopo lo svezzamento?

E quali carne e pesce saremmo nati per mangiare?

Vacche e verdesche?

Se uno è celiaco o ha altri problemi OVVIAMENTE non deve esser veg per forza di cose, ci arriva anche un muro.. :)

La dieta mediterranea di un lavoratore medio esattamente come si compone?

Panini e/o surgelati nelle fantomatiche mense aziendali e cos'altro a cena?

la dieta mediterranea mi par di vederla solo nei servizi degli specialisti in tv.

Le mie erano evidenti provocazioni :) Comunque alla domanda per quali carne e pesci siamo nati per mangiare io rispondo: tutti!

La dieta mediterranea uno la può seguire tranquillamente, dipende certo dalla sua occupazione ma se uno mangia con i piedi sotto ad un tavolo può benissimo seguirla :cincin:

Sono concorde che si potrebbe diminuire il consumo di carne perché ne mangiamo in generale troppa, però negarsi il piacere della tavola per un ideale utopistico e inessenziale scusatemi lo trovo sciocco...sarò insensibile, cinico, quello che volete ma a me la carne piace, a differenza dei vegetali che a parte poche eccezioni trovo immangiabili!

Mi piacciono pomodori, carote, patate, finocchi, sedano-rapa, valeriana... notare come solo uno di essi sia insalata :dance: io vivo di pasta, carne, pesce e formaggio! Poi ovvio non posso fare tutta la lista ma ci stanno anche salumi e altro, sono carente di frutta è vero...però come rinunciare a tutto questo?

Come detto la chimica permetterebbe di fare a meno del cibo ma io sinceramente finché posso permettermi di assaporare quello che mangio preferisco l'alimentazione naturale!


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ideale utopistico e inessenziale..

Alla faccia del savoir faire!

Forse per te, ma secondo me si può fare ancora :).

Diventare vegani: penso sia una decisione troppo drastica e secondo me inutile. Non è una scelta di vita sbagliata, ma per me incompleta, un essere umano deve assumere tutti i nutrienti necessari, essendo onnivoro, e parte devono derivare anche da altri esseri viventi. Se poi parliamo di allevamenti intensivi e crudeli, questo è un altro discorso.

Personamente adoro la carne, sia rossa che bianca, ma non per questo disprezzo la verdura anzi, ne mangio a volontà :)


 iMac Aluminum 20" 2.4 GHz, 4 GB RAM (2007) OS X Yosemite 10.10.5
Sei pianista o tastierista? VIENI QUI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Forse per te, ma secondo me si può fare ancora :).

Diventare vegani: penso sia una decisione troppo drastica e secondo me inutile. Non è una scelta di vita sbagliata, ma per me incompleta, un essere umano deve assumere tutti i nutrienti necessari, essendo onnivoro, e parte devono derivare anche da altri esseri viventi. Se poi parliamo di allevamenti intensivi e crudeli, questo è un altro discorso.

Personamente adoro la carne, sia rossa che bianca, ma non per questo disprezzo la verdura anzi, ne mangio a volontà :)


OOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOO#

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi sono scelte di vita che nessuno può permettersi di giudicare.

Sono animalista.

Fin da piccolo ho sviluppato un rifiuto (paradossale, me ne rendo conto) nel mangiare animali: riesco a mangiare la carne solo se non mi viene presentata sotto forma di cadavere di animale.

Quindi mangio salumi e cotolette, mentre non sono mai riuscito a mangiare una faraona, uno zampone o un crostaceo. Ed è una cosa che non riesco a superare.

La carne la mangio solo perchè me la mettono "pronta" nel piatto, sono sicuro che se dovessi uccidere l'animale per cibarmene non lo farei.

Per un periodo l'anno scorso ho tentato di smettere di mangiare carne ma non cel'ho fatta, ho provato col seitan il tofu ma mi sentivo debole e spossato.

Secondo me vanno condannati gli estremismi: ad esempio, soggetti (soprattutto vegani integralisti) che negano latte e carne ai figli in crescita.

Personalmente ammiro i vegetariani, ancor di più per il fatto che non sono riuscito a diventarlo in prima persona...


My  products:

iMac 27" (2009), MacBook Air 13" (2011), MacBook White (2006), iPhone 4s 16GB, iPhone 3GS 32GB, iPod Touch 2G 16GB, iPod Video 30GB, Airport Extreme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente credo che essere vegetariani sia una cosa priva di senso: figuriamoci vegani.

L'unica cosa che potrei capire è l'amore per gli animali.

Anche io amo gli animali, amo abbracciare i miei cani, amo vedere i grandi rapaci volare sopra le nostre teste eccetera, ma non per questo sono vegetariano: se c'è una pietanza che mangerei sempre è una buona fiorentina al sangue cotta nel forno a legna.

Per quanto riguarda l'assurda ipotesi che diventare vegetariani potrebbe salvare il pianeta, non sono assolutamente d'accordo e ritengo che sia una delle più grandi idiozie mai sentite negli ultimi tempi.

Noi umani "moderni" siamo industrializzati e godiamo delle tecnologie più geniali, ma non per questo non facciamo parte di una catena, di un ciclo biologico: il più grande mangia il più piccolo, così è e così deve essere.

Quello che ci sta davvero distruggendo è la globalizzazione, il fatto che oggi nessuno sa neanche come si uccide e cucina una gallina, ad esempio: la stragrande maggioranza delle persone è abituata ad avere tutto e subito, basta andare al supermercato ed uscire con un bel carrello pieno.

Oggi le aree industriali si stanno espandendo sempre di più, fagocitando sempre più terreni fertili, pianure, coltivazioni, sempre più ecosistemi (e quindi amati animali compresi), e perchè?

Il mercato cresce, nuove imprese aprono perchè c'è domanda e noi siamo sempre lì a cercare le cose che costano meno (mangiando schifezze), quando magari usiamo la macchina per fare 50 metri: così è e così sarà ancora per un bel pezzo, le nostre campagne saranno ridotte sempre di più e sempre meno persone sapranno distinguere un campo di frumento da uno di mais.

Il discorso potrebbe continuare fino a riempire i server del forum.

Ma noi che facciamo?

Ci preoccupiamo se una vacca viene uccisa e tagliata a pezzi che finiranno in qualche forno ed in qualche stomaco.

Oltretutto, ci rifiutiamo di mangiare la carne pensando di non alterare l'ecosistema, anzi, di migliorarlo (da bravi idioti)!

Quando gli spazi verdi diminuiranno a tal punto che la fotosintesi e tutti gli altri benefici che essi ci possono offrire non riusciranno a pulire tutta la cacca che la globalizzazione avrà creato, ce ne accorgeremo: sarà troppo tardi.

Ovviamente non è questione di qualche anno, magari neanche di una cinquantina, ma se continueremo così ci saranno ben altre cose di cui preoccuparsi, anzichè rifiutare una squisita costata di manzo al sangue per motivi inesistenti.


Come il principe dei nembi è il Poeta che, avvezzo alla tempesta, si ride dell'arciere ma esiliato sulla terra, fra scherni, camminare non può per le sue ali di gigante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ragazzi sono scelte di vita che nessuno può permettersi di giudicare.

Sono animalista.

Fin da piccolo ho sviluppato un rifiuto (paradossale, me ne rendo conto) nel mangiare animali: riesco a mangiare la carne solo se non mi viene presentata sotto forma di cadavere di animale.

Quindi mangio salumi e cotolette, mentre non sono mai riuscito a mangiare una faraona, uno zampone o un crostaceo. Ed è una cosa che non riesco a superare.

La carne la mangio solo perchè me la mettono "pronta" nel piatto, sono sicuro che se dovessi uccidere l'animale per cibarmene non lo farei.

Per un periodo l'anno scorso ho tentato di smettere di mangiare carne ma non cel'ho fatta, ho provato col seitan il tofu ma mi sentivo debole e spossato.

Secondo me vanno condannati gli estremismi: ad esempio, soggetti (soprattutto vegani integralisti) che negano latte e carne ai figli in crescita.

Personalmente ammiro i vegetariani, ancor di più per il fatto che non sono riuscito a diventarlo in prima persona...

Quoto! Capisco molto di più il tuo rifiuto psicologico alla carne che una scelta ponderata e studiata nei dettagli per non si sa perseguire quale ideale.

Se io dovessi ammazzare gli animali che costituiscono parte della mia dieta anche io probabilmente sarei vegetariano! Mi ritengo abbastanza sensibile su certi aspetti e sinceramente uccidere i miei animali per nutrirmi sarebbe impensabile.

Da piccolo vidi una scena agghiacciante in macelleria e per mesi mi rifiutai di mangiare coniglio! Tutt'ora se li vedo sul bancone mi viene la pelle d'oca, ma se me lo ritrovo nel piatto bello è pronto me lo mangio con gusto! Conosco anche chi al solo sentire l'odore di carne si sente male...in quel caso è totalmente diverso!

Una cosa su cui invece dovremmo batterci è ancora la "barbara" usanza di indossare pellicce vere....esistono infinità di tessuti sintetici, altrettanto belli, meno costosi e che non comporta uccidere degli animale per futilità...

La sopravvivenza per me non è futile, quindi mangiare carne per me è la cosa più normale del mondo!


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 Personalmente credo che essere vegetariani sia una cosa priva di senso: figuriamoci vegani.

2 se c'è una pietanza che mangerei sempre è una buona fiorentina al sangue cotta nel forno a legna.

3 Per quanto riguarda l'assurda ipotesi che diventare vegetariani potrebbe salvare il pianeta, non sono assolutamente d'accordo e ritengo che sia una delle più grandi idiozie mai sentite negli ultimi tempi.

4 Ci preoccupiamo se una vacca viene uccisa e tagliata a pezzi che finiranno in qualche forno ed in qualche stomaco.

1) Personalmente credo che siano scelte: in quanto tali sono personali e dunque che tu dica che sia priva di senso mi lascia un po' interdetto.

2) Sono gusti tuoi.

3) Su questo concordo.

4) La vacca è un essere vivente. In quanto tale ha una gamma di emozioni che ha uno spettro senz'altro ridotto rispetto a quello umano, ma ai fini della nostra conversazione basta riferirsi alla capacità che hanno di provare dolore. Ci sono delle modalità stabilite da organismi per uccidere l'animale senza infliggergli sofferenze inutili tramite lo stordimento.

Apro una parentesi:in giro vendono la carne halal che avviene in una modalità che definire BARBARA è riduttivo. Non a caso, concedetemelo, è il metodo utilizzato dagli islamici.


My  products:

iMac 27" (2009), MacBook Air 13" (2011), MacBook White (2006), iPhone 4s 16GB, iPhone 3GS 32GB, iPod Touch 2G 16GB, iPod Video 30GB, Airport Extreme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quoto! Capisco molto di più il tuo rifiuto psicologico alla carne che una scelta ponderata e studiata nei dettagli per non si sa perseguire quale ideale.

Se io dovessi ammazzare gli animali che costituiscono parte della mia dieta anche io probabilmente sarei vegetariano! Mi ritengo abbastanza sensibile su certi aspetti e sinceramente uccidere i miei animali per nutrirmi sarebbe impensabile.

Da piccolo vidi una scena agghiacciante in macelleria e per mesi mi rifiutai di mangiare coniglio! Tutt'ora se li vedo sul bancone mi viene la pelle d'oca, ma se me lo ritrovo nel piatto bello è pronto me lo mangio con gusto! Conosco anche chi al solo sentire l'odore di carne si sente male...in quel caso è totalmente diverso!

Una cosa su cui invece dovremmo batterci è ancora la "barbara" usanza di indossare pellicce vere....esistono infinità di tessuti sintetici, altrettanto belli, meno costosi e che non comporta uccidere degli animale per futilità...

La sopravvivenza per me non è futile, quindi mangiare carne per me è la cosa più normale del mondo!

Si ma vorrei riuscire a concretizzare questo mio rifiuto, altrimenti quando spiego alla gente che differenza c'è per me fra una cotoletta e un coniglio mi sento (anche giustamente) rispondere "ma non è sempre carne"?

Sulle pellicce con me sfondi una porta aperta.

Ho visto un video su come si ricava la pelliccia dall'animale e mi domando come facciano quelle persone a farlo.

Così come quelli che inseguono i cuccioli di foca e le uccidono a picconate..io lo farei ai loro figli, pensa un po'.


My  products:

iMac 27" (2009), MacBook Air 13" (2011), MacBook White (2006), iPhone 4s 16GB, iPhone 3GS 32GB, iPod Touch 2G 16GB, iPod Video 30GB, Airport Extreme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si ma vorrei riuscire a concretizzare questo mio rifiuto, altrimenti quando spiego alla gente che differenza c'è per me fra una cotoletta e un coniglio mi sento (anche giustamente) rispondere "ma non è sempre carne"?

Sulle pellicce con me sfondi una porta aperta.

Ho visto un video su come si ricava la pelliccia dall'animale e mi domando come facciano quelle persone a farlo.

Così come quelli che inseguono i cuccioli di foca e le uccidono a picconate..io lo farei ai loro figli, pensa un po'.

Beh io ti risponderei: di differenza ce n'è tanta! Per fare un esempio cretino potrebbe essere la differenza che c'è fra un pezzo di legno grezzo e uno intagliato...sempre legno no? Però uno raffigura qualcosa...il coniglio dal momento che è presentato intero ha ancora le fattezze dell'animale e crea una reazione psicologica completamente differente da una fetta di carne "senza forma". Io capisco benissimo il tuo disagio e ti dico che la differenza è molto profonda pur essendo sempre carne! Ma vedi questa non è un presa di posizione, ma una reazione emotiva incontrollabile...profondamente diverso dal sceglierlo


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa su cui invece dovremmo batterci è ancora la "barbara" usanza di indossare pellicce vere[...]

Su questo concordo, anche perchè posseggo quattro cani magnifici che in Siberia, fino a qualche tempo fa, usavano per fare le pellicce.

Immaginare che quel pelo caldo e morbidissimo che abbraccio ogni sera quando torno a casa venga straziato ed esposto in una vetrina mi fa venire i brividi.

1) Personalmente credo che siano scelte: in quanto tali sono personali e dunque che tu dica che sia priva di senso mi lascia un po' interdetto.

.

Quella era una mia opinione, ma non intendevo assolutamente offendere: se l'ho fatto chiedo scusa :rofl:

Per il resto, non nego assolutamente che ci possano essere state esperienze traumatiche a tal punto da rifiutarsi di mangiare carne.

Quando ero piccolo, avevo assistito alla tradizionale uccisione del maiale in famiglia ed ero rimasto spaventato: poi, però, i nonni mi hanno aiutato a risolvere il problema, mostrandomi con amore come si producono i salumi e tutta la carne che mangiamo.

Sicuramente il mio animo è stato forte, ma non ho nessuna intenzione di negare che qualcuno possa essere rimasto spaventato.

Quando invece sento persone che diventano vegetariane per altri motivi, allora vale il discorso che ho fatto nel post precedente.


Come il principe dei nembi è il Poeta che, avvezzo alla tempesta, si ride dell'arciere ma esiliato sulla terra, fra scherni, camminare non può per le sue ali di gigante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente il mio animo è stato forte, ma non ho nessuna intenzione di negare che qualcuno possa essere rimasto spaventato.

Quando invece sento persone che diventano vegetariane per altri motivi, allora vale il discorso che ho fatto nel post precedente.

Non è questione di essere 'forti' o 'deboli': l'unico animale che ho mai visto morire era il mio gatto, investito da un auto che sfortunatamente non è morto sul colpo ma ha avuto 3 ore di agonia.

E' questione di sensibilità: chi non ne è fornito credo che viva una vita più "liscia", meno problematica.

Per persone che diventano vegetariani per altri motivi cosa intendi?


My  products:

iMac 27" (2009), MacBook Air 13" (2011), MacBook White (2006), iPhone 4s 16GB, iPhone 3GS 32GB, iPod Touch 2G 16GB, iPod Video 30GB, Airport Extreme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo