Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

Maghetto

Il nuovo spot antinucleare di Greenpeace

Recommended Posts

direttamente da wikipedia(http://it.wikipedia.org/wiki/Produzione_di_energia_elettrica_in_Italia#Dipendenza)

Considerando sia i combustibili sia l'energia elettrica importata, l'Italia dipende dall'estero per circa l'81% della propria energia elettrica per l'anno 2008

iMac 27" late 2009 Intel core 2 duo 3,06Ghz, 1TB HD, 4Gb ram

iPod Nano 4G 8GB nero

iPhone 3gs 32gb nero 4.0.1 JB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


si ma si parlava di energia elettrica che, sommata alle altre fonti raggiunge questa percentuale,

peccato pero' che sempre secondo Wikipedia:

Questa situazione è comune alla gran parte dei paesi europei, dipendenti comunque da paesi extraeuropei per l'importazione di idrocarburi o uranio! :rolleyes:


...e meno male che i Bersaglieri sono entrati a Porta Pia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
si ma si parlava di energia elettrica che, sommata alle altre fonti raggiunge questa percentuale,

peccato pero' che sempre secondo Wikipedia:

Questa situazione è comune alla gran parte dei paesi europei, dipendenti comunque da paesi extraeuropei per l'importazione di idrocarburi o uranio! :)

... che fossimo in forte deficit energetico gia' lo si sapeva da un trentennio, senno' non straremo qui a fare discorsi sul nucleare.

Il problema era se il nucleare e' una buona soluzione. Nonostante i "sedicenti" progressi che si sono fatti in ambito io non credo che il nostro paese sia in grado di assumersi una responsabilita' cosi' grande.

Riporto notizia che lessi su Wired qualche tempo fa:

http://daily.wired.it/news/scienza/fusione-fredda-bologna.html

.... se la notizia venisse confermata questa sarebbe una bella soluzione, per tutti. Se avete altre notizie al riguardo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il problema era se il nucleare e' una buona soluzione.

Grazie per avermelo fatto notare, credevo fosse il post sul Grande fratello nel quale sono iscritto! :ghghgh:

La fusione fredda rimarra' un sogno, alcuni Paesi non manderanno all'aria la loro economia in nome di una energia pulita... purtroppo, ma spero di sbagliarmi! ;)

:ghghgh:


...e meno male che i Bersaglieri sono entrati a Porta Pia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

solita vecchia storia italiana : o si è contro qualcosa in tutto e per tutto, o lo si difende a spada tratta. L'importante, però, rimane parlarne senza cognizione di causa.


208890077.png

No digo gnente ma gnanca no taso !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il futuro, si spera, non è il nucleare. Ma il futuro non è (o non dovrebbe essere) neanche l'energia ecosostenibile.

Pale a vento dappertutto? Pannelli solari orrendi in zone naturali?

E poi: speculazioni mafiose o camorristiche sull'energia eolica e solare al sud (o anche al nord!) Italia e in Europa? E ancora: Costi esorbitanti dell'energia e un "consistente" (per non dire enorme) guadagno da parte delle multinazionali costruite dietro la balla dello sviluppo ecosostenibile?

C'era un tale una volta che si chiamava Wilhelm Reich e un altro che si chiamava Nikola Tesla. Ebbene, questi due signori scoprirono l'energia orgonica.

Tutto insabbiato.

Quell'energia era il futuro.

Tra scegliere l'energia nucleare inquinante o l'energia naturale che non inquina ma causa squilibri tali da inquinare in modo pressochè identico... beh... la prossima volta io scelgo di lasciare la scheda bianca in cabina.:ghghgh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest tatta

Bo.

Dal mio punto di vista:

I terroristi se ne fregano di noi.

Abbiamo già uno stato che mangia mangia mangia và a prostitute, travestiti ecc.

Nei posti dove c'è stato il terremoto....

Si deve andare contro silvio e che si perde tempo a fare le strutture?

Se fanno una centrale nucleare in italia sicuramente alla costruzione c'è la mafia la camorra ecc. e speriamo che i progettisti siano validi.

Speriamo che non chiamino quelli di CHERNOBYL.

P.S. Tanto noi la corrente la compriamo già da altri stati che hanno già le centrali nucleari tipo la francia la Germania ed altri.

E se scoppiano le loro sicuramente saremo colpiti anche noi.

Per capire il perchè saremo colpiti anche noi, basta guardare a i vari tg quando danno le previsioni del tempo fanno vedere come " gira " il vento.

Quando è freddo viene dal nord e li ci sono.

Quando è caldo viene dal sud e li ci sono.

Quindi ..........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi... i terroristi... NON ESISTONO. E' una balla che hanno inventato per giustificare delle operazioni militari o economiche illegali.

Esistono degli spostati, ma i terroristi in sè non esistono. E' tutta una montatura ben orchestrata!

Non fatevi fregare dalla tv e dai mass media perchè è tutto in mano a banche e multinazionali. Gli stati non contano più nulla.

Sono i potenti i direttori dell'orchestra... e i potenti sono coloro che hanno i soldi.

Ricordate: i veri terroristi sono i mass media. I veri terroristi sono i terroristi MEDIATICI, con le loro trasmissioni su catastrofi naturali e attentati.

Un piano diabolico per tenerci sotto controllo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest tatta
Ragazzi... i terroristi... NON ESISTONO. E' una balla che hanno inventato per giustificare delle operazioni militari o economiche illegali.

Esistono degli spostati, ma i terroristi in sè non esistono. E' tutta una montatura ben orchestrata!

Non fatevi fregare dalla tv e dai mass media perchè è tutto in mano a banche e multinazionali. Gli stati non contano più nulla.

Sono i potenti i direttori dell'orchestra... e i potenti sono coloro che hanno i soldi.

Ricordate: i veri terroristi sono i mass media. I veri terroristi sono i terroristi MEDIATICI, con le loro trasmissioni su catastrofi naturali e attentati.

Un piano diabolico per tenerci sotto controllo.

Aaaaaa.Ma scusa Gibberm.

Ma domani è la fine del monto???:ghghgh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Aaaaaa.Ma scusa Gibberm.

Ma domani è la fine del monto???:rolleyes:

No... il contrario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bah...lo spot di per se non mi piace più di tanto...si fa ironia su un tema importante e su cui si mostrano immagini di catastrofi nucleari...direi che quelle sono storia. I reattori sono un po' più evoluti e una fusione del nocciolo è statisticamente improbabile.

Resta il problema delle scorie quello è innegabile e proprio qui sul forum mi avete fatto aprire gli occhi. Proprio per questo non posso difendere il nucleare e spada tratta come avrei fatto fino a poco tempo fa, però a suo favore si può dire che un certo numero di centrali non sarebbero male...

Mi spiego: esistono molte centrali e si producono già molte scorie scorie, alcune stanno per finire il loro ciclo e verranno dismesse, mantenendo costante la produzione di scorie al livello attuale potremmo beneficiare di energia alternativa costruendo qualche centrale (non certo 53 come in Francia!). Le scorie si spera le gestiscano l'unione europea però arrivati a sto punto forse non conviene più nemmeno provarci...dovevamo pensarci una 20 di anni fa! Se tutto va bene nel 2050 potremmo arrivare a sperimentare (proprio in Francia) la tanto declamata fusione nucleare, probabilmente ci vorranno altri 50 (dopo tale data) per realizzare il primo reattore funzionante...boh fare pronostici a casaccio non serve ma il punto è: per quanto ancora possiamo andare avanti a combustibili fossili? L'energia rinnovabile attualmente non è una soluzione su ampia scala! Investire e ricercare è certamente una cosa saggia, forse più saggia che costruire centrali nucleari ma dobbiamo metterci in testa che fino a che non si troverà un'alternativa vera al petrolio e al nucleare a fissione dovremo dipendere dagli altri, acquistando l'energia bella e pronta o le materie prime per produrla! Quindi il confronto va fatto secondo me tra: compriamo l'energia a caro prezzo o le materie prime per produrcela? Meglio continuare con il petrolio che è in continua impennata o con il nucleare? Le scorie si conservano e si sarà un'eredità pesante, molto pesante (a meno di non trovare processi tali da ridurre sostanzialmente il decadimento radioattivo => altra ricerca!) ma l'aria non la si può interrare e quindi?

Io sinceramente ho le idee mooolto confuse, ma nel frattempo perché non investire in ricerca? Alla fine se non si trova soluzione potremmo dunque costruire impianti termonucleari ma magari mentre le istituzioni stanno lì a litigare i ricercatori gli trovano una soluzione migliore no?!

(Ah utopia giovanile...non accadrà mai!)


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

già questo paese è una schifezza, poi se mi piazzano una centrale dietro casa... e già perchè ovviamente dove si fa? in puglia no?

col ca**o è la volta buona che mi faccio arrestare.

io non capisco com'è che al posto di sviluppare nuove tecnologie ecocompatibili vogliono fare ste ca**ate

aggiungo che è vero che nello spot non si dice nulla di concreto... ma non ho ancora trovato nessuno che mi convinca della sicurezza e dei vantaggi di una cosa del genere...

nel dubbio preferisco non avere un homer simpson che lavora dietro casa mia.

io sono comunque fiducioso che non se ne farà mai nulla, se c'è una cosa su cui si può contare è l'inconcludenza del nostro governo


"Noi finti professionisti" Club

www.imago2.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
già questo paese è una schifezza, poi se mi piazzano una centrale dietro casa... e già perchè ovviamente dove si fa? in puglia no?

col ca**o è la volta buona che mi faccio arrestare.

io non capisco com'è che al posto di sviluppare nuove tecnologie ecocompatibili vogliono fare ste ca**ate

aggiungo che è vero che nello spot non si dice nulla di concreto... ma non ho ancora trovato nessuno che mi convinca della sicurezza e dei vantaggi di una cosa del genere...

nel dubbio preferisco non avere un homer simpson che lavora dietro casa mia.

io sono comunque fiducioso che non se ne farà mai nulla, se c'è una cosa su cui si può contare è l'inconcludenza del nostro governo

Beh sulla sicurezza non si possono avere dubbi...sui vantaggi possiamo discuterne ore senza uscirne mi sa :devil: I reattori di per sé sono sicuri, l'unico problema di sicurezza sta nel trasferimento delle scorie ma se ben gestite non rappresentano un problema di sicurezza...il problema se mai è lo stoccaggio a lungo termine e trovare man mano siti in cui poterle deporre...io ero pro, molto pro ora sono un boh :ghghgh: Le scorie le avevo sottovalutate...


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh sulla sicurezza non si possono avere dubbi...sui vantaggi possiamo discuterne ore senza uscirne mi sa :) I reattori di per sé sono sicuri, l'unico problema di sicurezza sta nel trasferimento delle scorie ma se ben gestite non rappresentano un problema di sicurezza...il problema se mai è lo stoccaggio a lungo termine e trovare man mano siti in cui poterle deporre...io ero pro, molto pro ora sono un boh :confused: Le scorie le avevo sottovalutate...

e ti sembra poco?

non ti scordare che siamo in italia.... porcate con gli ospedali, porcate con i rifiuti, con gli scarti industriali con l'amianto e chi più ne ha....

adesso vorrei che qualcuno mi spiegasse perchè dovrebbe essere diverso con le scorie del nucleare


"Noi finti professionisti" Club

www.imago2.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io non capisco com'è che al posto di sviluppare nuove tecnologie ecocompatibili vogliono fare ste ca**ate

La cella fotovoltaica esiste da oltre 150 anni. TUTTO IL MONDO sta ricercando per migliorarla. I risultati li hai sotto gli occhi...

Le principali tappe della tecnologia fotovoltaica:

1839 Il francese Alexandre Edmond Bécquerel nota che "della corrente elettrica è generata durante alcune reazioni chimiche indotte dalla luce". Scopre così l'effetto fotogalvanico negli elettroliti liquidi.

1883 L'inventore statunitense Charles Fritz produce una cella solare di circa 30 centimetri quadrati a base di selenio con un'efficienza di conversione dell'1-2 per cento.

1905 Albert Einstein pubblica la sua teoria sull'effetto fotoelettrico che gli porterà il premio Nobel

1963 La giapponese Sharp produce i primi moduli fotovoltaici commerciali.

150 anni di sviluppo ed ora si e no riesci ad alimentare una casa....

Ricercare non significa trovare per forza una soluzione, la ricerca può portare a scoprire che non c'è più niente da sviluppare ed in quel caso tutti i finanziamenti sono stati inutili.

L'effetto radioattivo dell'uranio venne scoperto fine 1800...circa 50 anni dopo fu realizzato il primo sottomarino ad alimentazione nucleare (1954).

Gli sviluppi sono stati ben differenti...


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che bella lezione

eh già a malapena riesci ad alimentare una casa...

ma dai. la casa la si può alimentare tranquillamente e non mi sembra poco.

comunque affermare che non ci sia nulla da sviluppare è quantomeno reazionario...


"Noi finti professionisti" Club

www.imago2.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tranquillamente?! Sì, se è posizionata in una zona corretta, se il tetto è stato costruito con determinati requisiti, se rispetta particolari requisiti di dispersione. Il riscaldamento va ancora a metano, l'acqua è ancora riscaldata con il metano e la cucina funziona a metano. E qual è l'elemento che più inquina in una casa? Il riscaldamento...

Non so dove abiti....ma di case con quei requisiti non c'è ne sono così tante in Italia.

C'è ancora tanto da sviluppare, ma bisogna considera che in 150 anni di fotovoltaico si è riuscito ad alimentare SOLO DETERMINATE casa....il nucleare in 50 anni ha fatto andare sottomarini ed in altri 50 anni è riuscita ad alimentare il 75% dell'energia prodotta in una nazione come la Francia.

Secondo me è un aspetto da considerare. Poi magari domani scoprono che con il sole è possibile alimentare tutta l'Italia, ben venga.

p.s.

la cronologia di prima era una citazione da wiki, tratto dal dipartimento per l'energia degli USA.


Week end? Gita? Vacanza? Leggi la nostra esperienza: Go2Go.eu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La cella fotovoltaica esiste da oltre 150 anni. TUTTO IL MONDO sta ricercando per migliorarla. I risultati li hai sotto gli occhi...

Le principali tappe della tecnologia fotovoltaica:

1839 Il francese Alexandre Edmond Bécquerel nota che "della corrente elettrica è generata durante alcune reazioni chimiche indotte dalla luce". Scopre così l'effetto fotogalvanico negli elettroliti liquidi.

1883 L'inventore statunitense Charles Fritz produce una cella solare di circa 30 centimetri quadrati a base di selenio con un'efficienza di conversione dell'1-2 per cento.

1905 Albert Einstein pubblica la sua teoria sull'effetto fotoelettrico che gli porterà il premio Nobel

1963 La giapponese Sharp produce i primi moduli fotovoltaici commerciali.

150 anni di sviluppo ed ora si e no riesci ad alimentare una casa....

Ricercare non significa trovare per forza una soluzione, la ricerca può portare a scoprire che non c'è più niente da sviluppare ed in quel caso tutti i finanziamenti sono stati inutili.

L'effetto radioattivo dell'uranio venne scoperto fine 1800...circa 50 anni dopo fu realizzato il primo sottomarino ad alimentazione nucleare (1954).

Gli sviluppi sono stati ben differenti...

Senza quella ricerca ora non avremmo neanche quelle che permettono di rendere autonomi case indipendenti... la diversità nella velocità dello sviluppo sta in due parole: tecnologia militare! Prima hanno sviluppato le bombe nucleari, poi le centrali...le celle fotovoltaiche non sono poi una grande arma e il suo elevato costo e il suo basso rendimento e le sue scarse possibilità di impiego ne hanno limitato lo sviluppo. Estremamente versatili ma economicamente sconvenienti, ergo nessuno ci investe! Il nucleare invece ai tempi era un grandissimo investimento.

Per rispondere a phfede: beh diamine un po' di fiducia! In primis ci sarebbe un controllo prepotente da parte della comunità europea e poi diamo un po' di fiducia a sto paese se non possiamo sparaci tutti! Con questo non dico di essere del tutto pro ma di certo no sono contro...(per quanto sottile la differenza c'è :confused:)


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo