Vai al contenuto


Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

  • 0
tommishit

SOSTITUZIONE HD iMac Intel

Domanda

Ciao a tutti i forumers.

ho tristemente realizzato di dover sostituire l'HD del mio iMac 21,5 Core 2 Duo a causa di un problema hardware irrisolvibile. ;)

Dato che la garanzia è ormai scaduta, per risparmiare qualche soldino pensavo di sostituirlo da me.

Ho visto un po di tutorials su come fare e ok. Mi resta da capire che tipo di HD acquistare.

Va bene un qualsiasi SATA 3,5'' oppure ci sono altre caratteristiche particolari da tenere in considerazione?!

Il disco attualmente montato è un Seagate da 500 GB modello ST3500418ASQ.

Qualcuno può aiutarmi!?

Grazie mille a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

15 risposte a questa domanda

Recommended Posts

Al 95% ti dico che vanno bene tutti gli HD Sata. Ti consiglio un HD sa almeno 7200 rpm.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Beh se vuoi silenziosità ti consiglio questo :

http://www.hrw.it/default.asp?pType=-1&cmd=getProd&cmdID=250659&utm_source=Trovaprezzi&utm_medium=cpc&utm_campaign=Componenti_Computer_Hard_Disk_Sata2_3.5''_(Desktop)

io ho il modello da 1500 gb esterno...Ottimo con la grande cache ,silenzioso e fresco...se vuoi più prestazioni :

http://www.hrw.it/default.asp?pType=-1&cmd=getProd&cmdID=209741&utm_source=Trovaprezzi&utm_medium=cpc&utm_campaign=Componenti_Computer_Hard_Disk_Sata3_3.5''(Desktop)

Cmq il problema quale sarebbe?...Hai provato a formattare tutto ? :fiorellino:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti. innanzitutto grazie per le risposte esaustive.

ho sostituito l'hd del mio imac con un seagate barracuda da 1TB e rifatto il sistema. tutto sembra funzionare.

ho solo un ultimo problemino.

appena riacceso dopo l'intervento le ventole dell hd erano al massimo della velocità.

fatto il reset del controller di gestione di sistema.

all'accensione le ventole erano al minimo ma la velocità aumenta gradualmente fino a bloccarsi al max.

installando imac fan control noto che in realtà la temperatura dell'unità hd è a 0 °C

possibile che ho sbagliato il cablaggio dei cavi del sensore della temperatura!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ho scoperto comunque di avere dei picchi molto alti di utilizzo CPU con Firefox. arrivano anche al 90%

provo a tenerla chiusa e vedo cosa succede..

grazie a tutti

Se vuoi in PVT posso inviarti l'Apple Service Manual relativo al tuo iMac con la Apple Technician Guide

screenshot01yc.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mah si sarebbe ottimo. ci sono anche istruzioni su come montare il sensore termico!?

in PVT qui o ti lascio un altro indirizzo mail?

grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mah si sarebbe ottimo. ci sono anche istruzioni su come montare il sensore termico!?

in PVT qui o ti lascio un altro indirizzo mail?

grazie ancora

screenshot02a.jpg

screenshot03w.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho solo un ultimo problemino.

Appena riacceso dopo l'intervento le ventole del hd erano al massimo della velocità.

fatto il reset del controller di gestione di sistema.

all'accensione le ventole erano al minimo ma la velocità aumenta gradualmente fino a bloccarsi al max.

installando imac fan control noto che in realtà la temperatura dell'unità hd è a 0 °C

possibile che ho sbagliato il cablaggio dei cavi del sensore della temperatura!?

screenshot04d.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie per l'aiuto!!!

allora: rismontato l'imac. il sensore di temperatura mi sembra connesso correttamente. cercando in rete ho capito che con l'hd dovrebbe essere fornito anche il sensore perchè ogni casa costruttrice usa delle connessioni differenti. ma il problema non si dovrebbe porre in quanto ho cambiato l'hd originariamente montato (SEAGATE Barracuda 7200.12 500GB) con uno della stessa casa e per di più dello stesso modello, solo da 1TB.

per di più iStat mi da una temperatura costante di 36 °C mentre Fan Control sembra non trovarlo in quanto riporta una temperatura di 0 °C.

non capisco proprio dove possa essere il problema...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo ORE E ORE E ORE di ricerche la conclusione è che il tutto si riconduce a un problema di firmware.

Le case costruttrici infatti forniscono i componenti ad Apple con una versione del firmware unica ed introvabile (nel mio caso il firmware era AP24 mentre ora, montando un HD pergiunta dello stesso modello, è CP38). Il controller delle ventole senza una versione firmware adatta non riesce a leggere la temperatura dal sensore termico dell'hard disk e, deduco per una questione di sicurezza, spara le ventole al massimo.

RISULTATO: se vuoi fare un upgrade sei obbligato a fartelo fare da loro o quanto meno a farlo con componentistica compatibile.

L'unica SOLUZIONE sembra essere o montare il sensore termico esterno (montato sui modelli precedenti quelli Late 2009) che però non ho ancora capito se ha gli stessi terminali, oppure montare il sensore dell'unità ottica.

CONCLUSIONE: E' UNA GRANDISSIMA DELUSIONE dover realizzare di non essere padrone (per Apple) di fare ciò che voglio della macchina di cui sono proprietario, e che ogni occasione è ottima per mettermi nelle condizioni di dover rifornire ulteriormente le casse di tutto il mondo Apple senza avere via d'uscita.

Metterò il sensore esterno e risolverò ugualmente il problema, ma Apple in questa occasione dimostra che la filosofia dominante è esattamente la stessa di Microsoft, ovvero la totale chiusura verso l'esterno.

Non voglio polemizzare ulteriormente perchè non è questo il luogo per farlo.

UNIX FOR FREE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

CONCLUSIONE: E' UNA GRANDISSIMA DELUSIONE dover realizzare di non essere padrone (per Apple) di fare ciò che voglio della macchina di cui sono proprietario, e che ogni occasione è ottima per mettermi nelle condizioni di dover rifornire ulteriormente le casse di tutto il mondo Apple senza avere via d'uscita.

Metterò il sensore esterno e risolverò ugualmente il problema, ma Apple in questa occasione dimostra che la filosofia dominante è esattamente la stessa di Microsoft, ovvero la totale chiusura verso l'esterno.

Da un lato penso che tu abbia ragione, dall'altro può essere che, per determinati (e ovvi) motivi di costruzione e assemblaggio dei materiali, debbano risolvere problemi che in un normale inscatolato non sorgono. E' evidente che in questi casi se una casa si fa fare appositamente un firmware (e lo paga), se lo tenga stretto.

Pensa un po' che casino sarebbe se tutti i componenti fossero "aperti" a tutti, anche ai rafazzoni, quanta gente farebbe danni, magari in garanzia, portanto poi l'apparecchio a riparare.

Ti porto un esempio, io ho un tablet toshiba folio 100, molta gente lo ha crikkato inserendo firmware di altra provenienza, lo hanno poi portato a riparare in garanzia, toshiba nell'ultimo upgrade (che peraltro ha risolto praticamente tutti i problemi di gioventù) ha inserito un codice per evitare l'inserimento di altre "rom" cucinate.

Dal punto di vista del produttore lo trovo giusto, è ovvio che poi i fruitori si incazzano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si...non hai tutti i torti. e non ho nemmeno idea di come un problema del genere possa essere risolto.

personalmente però mi trovo in generale contrario ad ogni forma di chiusura che induce un fruitore, che paga caro un apparecchio anche in virtù di una rinomata affidabilità hardware, a spendere ulteriormente per un problema dovuto nè a cattiva manutenzione nè ad usura ma solo ed esclusivamente al caso (penso che un hard disk in buono stato che muore da un giorno all'altro non sia da incolpare nè al costruttore nè all'utillizzatore ma capita su una percentuale di prodotti uscenti dalla fabbrica), pensando peraltro di essere in grado di farsi la sostituzione da sè (l'hard disk è stato sostituito e perfettamente funzionante).

E l'idea di doverlo fare per forza presso un AppleStore mi fa incazzare abbastanza.

comunque correggo: non credo si risolva montando un sensore esterno (ho appena provato a collegare il sensore del lettore DVD) perchè se il firmware non permette alla scheda madre di leggere da quella porta, non legge nè il sensore interno all'hd nè qualsiasi altro sensore. (scusate la ripetizione...)

pertanto per ora ho risolto l'assordante rumore della ventola a 5000+ rpm cortocircuitando i cavi del sensore e mi tocca monitorare personalmente la temperatura dell'hard disk (iStat legge la temperatura del supporto dagli SMART).

Se qualcuno dovesse avere idee o aggiornamenti gli sarei grato dell'aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, parlato oggi con rivenditore autorizzato Apple, dal quale mi sono recato per avere delucidazioni in merito. Persona a modo e disponibile, penso tra l'altro di comprare da lui in futuro. Mi dice che l'unico Hard Drive che può essere rimpiazzato, per non avere poi le ventole a balla, é quello rilasciato da loro. Costo ca 300.- !!!!!!!!! e te lo monti tu a quel prezzo sennò sicuramente saranno sui 400.- eur. E non é finita. Per averlo devi inviargli il tuo vecchio, cosi che resti con l'iMac morto per giorni!!! Pensate a quelli che non sanno come smontarlo da soli. Devono portare l'iMac dal Rivenditore Autorizzato con sicuramente poi il costo del lavoro, che sono 5 min. in totale), ma che sicuramente ti viene fatturano 50.- euri minimo.

Tutta sta storia per cambiare un HD che non é neanche Apple, ma é uno dei peggiori in circolazione.

Da notare infatti che l'HD rilasciato da Apple é un semplice Seagate Barracuda 7200.11 dal costo di ca 49.- eur (e forse anche meno). È ESATTAMENTE LO STESSO. Solo che lo calibrano in una determinata maniera. Se installi lo stesso HD ma non calibrato da Apple, il sistema non lo riconosce e non regola i giri della ventola. Semplice.

Siamo già abituati al sistema Apple truffa o non truffa che sia, ma hanno il monopolio, quindi si muovono come vogliono. Il problema però é che fra 49.- euro e 300.- euro c'é un po' troppa differenza. Da qui la frustrazione, la delusione e il sospetto di cartello, monopolio e abuso di potere. 400.- euro per cambiare l'HD ???? é quasi roba da "ritorno al passato" con windows. Inoltre, per ciò che mi riguarda, il sistema S.M.A.R.T mi dice cambiare l'HD 6 mesi dopo la scadenza della garanzia. Coincidenze? A me pare che l'HD funzioni molto bene, allora cosa ha visto che non va?? Comunque a causa di questo messaggio, per esempio non posso più usare BOOT CAMP. Pensate un po'... in una maniera o in un'altra sono obbligato a cambiare l'HD.

Ora, non mi rimane che un'unica possibilità, indicatami tra l'altro dal venditore (che forse ha avuto pietà). Dopodiché sarò obbligato a sborsare 300.- euro per avere l'HD Segate 7200, dal costo normale di 49.- (250.- eur che la Apple ruba letteralmente al cliente, poiché 49.- euro é il prezzo al pubblico).

Sembra che HDDFANCONTROL funzioni (http://www.hddfancontrol.com) e che riduca i giri delle ventole. Costo 10$. Proverò sicuramente, poi faccio sapere. Ah, un'altra cosa. Attenti che da ora in avanti tutti i iMac hanno la stesso sistema. Se il sistema vi dirà che dovete cambiare l'HD, mettete già in conto 300.- euro. (per un articolo che non é nenache Apple!)

A me francamente sta storia mi ha sbalordito e deluso. Se c'era da spendere il doppio per sta storia della calibratura, potevo ancora accettarlo, ma qui si parla di 6 volte il prezzo regolare. :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dalla tedesca Gravis arriva la soluzione risolutiva per installare HD di qualsiasi marca nei nuovi iMac: un sensore denominato cBreeze, innestabile su qualsiasi unità disco e in grado di correttamente con le ventole dei computer all-in-one di Apple.

Gli iMac prodotti dal 2009 in poi utilizzano una sonda collocata sul disco rigido per leggere costantemente la temperatura del drive e regolare la velocità di rotazione delle ventole di raffreddamento. La sostituzione del disco nei nuovi iMac è possibile ma OWC ha qualche giorno addietro scoperto che cambiando l’HD installato da Apple con un diverso modello causa l’attivazione costante delle ventole a piena velocità. Un brutto colpo per gli smanettoni e chi desidera sostituire da soli i componenti interni del computer (anche a costo di invalidare la garanzia).

Una prima soluzione è stata individuata da MacBidouille e ve l’abbiamo segnalata qualche giorno addietro: pare che sufficiente cortocircuitare i pin 2 e 7 del connettore HD presente sulla scheda logica per interrompere l’attivazione delle ventole. Una soluzione più elegante arriva invece dalla tedesca Gravis, la quale ha congegnato un sensore denominato cBreeze, che sarà innestabile su qualsiasi unità disco, comunicare correttamente con le ventole degli iMac e consentire agli utenti di installare qualsiasi HD di qualsiasi marca. Il prezzo non è stato ancora comunicato.

Fonte: www.macity.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

va bene un qualunque sata da 3.5 occhio al sensore di temperatura! e soprattutto dato che ho gia aperto l'iMac ti consiglio, x levare le viti sdraialo anche se non serve ma soprattutto CACCIAVITE CALAMITATO!! :) buona fortuna ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    529121
    Discussioni Totali
    6333429
    Risposte Totali
  • Statistiche Utenti

    122116
    Utenti totali
    14120
    Record utenti online
    alice909
    Nuovo iscritto
    alice909
    Iscritto
  • Statistiche annunci

    119
    Annunci attivi
    18
    Domande
    0
    Recensioni
    0
    Offerte
    Ultimi Annunci
    By angillo
    29 giorni e 9 ore
×