Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

Vise

L'evasione fiscale in Italia

Recommended Posts

Mi dispiace ma la ragione vuole (salvo rarissimi casi) che se hai una macchina da 100.000 euro devi dichiarare 200.000 euro l'anno. Per favore non critichiamo i numerelli ma la cosa è così. Se dichiari 20.000 euro non ci credo che sta spesando l'auto con quanto metti da parte in 20 anni (diciamo un 25% di quello guadagni o meglio che dici di guadagnare). Ripeto non critichiamo le assunzioni un pò alla buona (è chiaro che si potrebbe anche avere un Ferrari e spendere il 100% in quello e poi dormire sotto i ponti) ma io la vedo così.

te la vedrai così, ma non è la realtà...

e questa che te dici è una delle tante assurdità del fisco italiano.. chi per esempio usa il regime fiscale forfettario, quello dei 30mila euro al 20% secco senza iva e irap, non può comprare una macchina superiore ai 30 mila euro.. e perchè? cioè, 30mila euro sono 2500 euro al mese, che finanziariamente significa poter pagare una rata massima di 800 euro al mese... 800 euro al mese per x anni significa potersi anche comprare una macchina da 40mila euro...

devi dire che se ti permetti una macchina da 100.000 euro e dichiari 20 mila, un controllo te lo faccio.. ma non che non posso comprarla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


..però vorrei dire che se io ho varie persone che ogni anno, sempre più frequentemente vengono da me per consulenze rivolte ad andare a fare lo stesso lavoro che fanno in Italia, in un'altro paese dell'Europa, c'è qualcosa che non va nella fiscalità italiana e non nel lavoro che fanno: gente che ha voglia di lavorare e pagare quello che nel sentire comune sono la giusta misura di imposte.... gente che fattura dai 2 milioni di € in su. Soldi che l'Italia perde per il mal funzionamento della fiscalità italiana e che, probabilmente, non recupererà mai più.

Qualcuno sente la necessità ed ha il coraggio di dire che vogliono andare a Londra o a Madrid per evadere lì le tasse, magari meglio che qui?

Attendo ardentemente risposte. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..però vorrei dire che se io ho varie persone che ogni anno, sempre più frequentemente vengono da me per consulenze rivolte ad andare a fare lo stesso lavoro che fanno in Italia, in un'altro paese dell'Europa, c'è qualcosa che non va nella fiscalità italiana e non nel lavoro che fanno: gente che ha voglia di lavorare e pagare quello che nel sentire comune sono la giusta misura di imposte.... gente che fattura dai 2 milioni di € in su. Soldi che l'Italia perde per il mal funzionamento della fiscalità italiana e che, probabilmente, non recupererà mai più.

Qualcuno sente la necessità ed ha il coraggio di dire che vogliono andare a Londra o a Madrid per evadere lì le tasse, magari meglio che qui?

Attendo ardentemente risposte. Grazie.

oppure vogliono andare li a pagare il giusto ed ottenere in cambio servizi efficienti come corrispettivo al pagato...

qui in italia ti spremono come un calzino, e poi dalla burocrazia alla sanità, funziona tutto fin troppo MALE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oppure vogliono andare li a pagare il giusto ed ottenere in cambio servizi efficienti come corrispettivo al pagato...

qui in italia ti spremono come un calzino, e poi dalla burocrazia alla sanità, funziona tutto fin troppo MALE

..ma c'è di più: alcuni che fanno i lavoratori dipendenti, io me li porterei con me per una settimana, dal lunedi alle 5,30 della mattina (la mia sveglia) al venerdì alle 22-23,00 (orario di uscita dallo studio) poi ne parliamo!! Senza considerare che un Giacio qualsiasi ha investito ******€ (io una mezza idea ce l'ho, ma me la tengo) nella sua azienda: soldi che si rischiano!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La pressione fiscale in italia è al 43% per le aziende e i liberi professionisti. Questo porta ad un ampia evasione fiscale, alcune piccole aziende non reggono la pressione.


Iphone 4 16gb - Macbook pro 17 i7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In italia è un dato di fatto che le tasse le paghino i dipendenti, perchè glie le tolgono direttamente in busta paga. Non conosco nessun autonomo che dichiari al 100% quello che guadagna, tutti chi più, chi meno si scalano qualcosa... e chi non ammette che in italia sia così è in mala fede.

I sacrifici li fanno tutti, sia i dipendenti che gli autonomi, ma mentre i dipendenti non hanno possibilità di evasione gli autonomi ce l'hanno, c'è quello che evade e quello che non evade come in tutte le cose. La il dipendente che evade non c'è perchè le tasse le prendono a monte, l'autonomo che evade c'è... sapeste quanta gente conosco che ha 2-3 attività e prende i buoni libro per i figli... è una vergogna..

Basterebbe fare dei controlli seri, e non ci sarebbe più questa cosa... gli autonomi sono mal visto dai dipendenti per questo, perchè molti le tasse non le pagano... io sono disoccupato quindi non mi sento di parte, ma la questione è questa.

E non accetto scusa, o quello che se ne esce che lui non evade, statisticamente l'autonomo evade, il dipendente no.

Basterebbero pene severe e controlli incrociati, ma non lo si vuole fare. E ogni volta ci si lamenta che l'italia è piena di sommerso.

Ma se ci sono 3000 super ricchi e 12000 barche o auto di lusso, ci vuole tanto a fare 2 + 2 e fare due controlli?

Oppure come è possibile, che uno che ha un negozio di telefonia, un centro Aci e negozio di fotografo prende il buon libro per i figli??? ma ci vogliamo prendere per fessi insomma?.. cioè se lo so io non credo che i carabinieri di quel paese non lo sappiano no?...

C'è il sistema per rendere impossibile l'evasione anche per gli autonomi, sono non lo si vuole fare. E' normale che i dipendenti si lamentino e gli autonomi seri dovrebbero essere d'accordo con i dipendenti, perchè è anche un loro interesse se sono persone serie.

Questo stato è retto dalle tasse dei dipendenti che non posso evadere, naturalmente potendo avrebbero evaso anche loro nessuno lo mette in dubbio, ma di fatto non possono. Così non si può continuare, io farei l'evasione fiscale un reato penale con tanto di carcere e metterei tracciabilità sui pagamenti, e chi non ha carta di credito o bonifico ecc, ci sono i bollettini postali. E perchè senò senza misure totalmente drastiche non se ne esce. Pagassero tutti le tasse sarebbero molto più basse per tutti e lo si potrebbe fare nuovo questo paese.

Quindi chi si lamenta che le aziende e gli autonomi sono tassati troppo, se la dovrebbero prendere con i loro colleghi certo non con i dipendenti. Sono i loro colleghi poco seri che creano questo problema, perchè i dipendenti le tasse le pagano.

Finche non si capirà questo problema non si andrà nessuna parte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In italia è un dato di fatto che le tasse le paghino i dipendenti, perchè glie le tolgono direttamente in busta paga. Non conosco nessun autonomo che dichiari al 100% quello che guadagna, tutti chi più, chi meno si scalano qualcosa... e chi non ammette che in italia sia così è in mala fede. I sacrifici li fanno tutti, sia i dipendenti che gli autonomi, ma mentre i dipendenti non hanno possibilità di evasione gli autonomi ce l'hanno, c'è quello che evade e quello che non evade come in tutte le cose. La il dipendente che evade non c'è perchè le tasse le prendono a monte, l'autonomo che evade c'è...

generalizzare è errato, ma lo faccio seguendoti...

il dipendente ha un secondo lavoro che gli porta un arrotondamento del reddito non indifferente, non dichiarato, quindi evaso.

il dipendente pubblico in posti strategici (dove si danno gli ok alle pratiche) percepisce spesso un compenso extra (più o meno lauto) affinchè le pratiche vadano a buon fine o siano lavorate velocemente, ed anche quello è un compenso non dichiarato che significa evadere...

E non accetto scusa, o quello che se ne esce che lui non evade, statisticamente l'autonomo evade, il dipendente no.

e statisticamente ti sbagli, vedi sopra...

Basterebbero pene severe e controlli incrociati, ma non lo si vuole fare. E ogni volta ci si lamenta che l'italia è piena di sommerso.

Ma se ci sono 3000 super ricchi e 12000 barche o auto di lusso, ci vuole tanto a fare 2 + 2 e fare due controlli?

Oppure come è possibile, che uno che ha un negozio di telefonia, un centro Aci e negozio di fotografo prende il buon libro per i figli??? ma ci vogliamo prendere per fessi insomma?.. cioè se lo so io non credo che i carabinieri di quel paese non lo sappiano no?...

premesso che un autonomo ha un bilancio e il dipendente no...

premesso che quel bilancio potrebbe portare ad una ires che consente il buono libro o il buono mensa...

MAI E POI MAI accetterò pene severe e controlli incrociati, fino a quando nell'accertamento tributario e nel processo tributario esisterà L'INVERSIONE DELL'ONERE DELLA PROVA...

sai di che si parla?

informati...

una simil BARBARIA forse esiste solo in italia...

togliessero questa assurdità e accetterei tutto il resto di quello che dici..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..ma c'è di più: alcuni che fanno i lavoratori dipendenti, io me li porterei con me per una settimana, dal lunedi alle 5,30 della mattina (la mia sveglia) al venerdì alle 22-23,00 (orario di uscita dallo studio) poi ne parliamo!! Senza considerare che un Giacio qualsiasi ha investito ******€ (io una mezza idea ce l'ho, ma me la tengo) nella sua azienda: soldi che si rischiano!!!

ma che scherzi adrià... 8 ore, con pausa di 10 min ogni 40 se stai davanti al computer, quindi ore da 50 min, con l'aria condizionata o i termosifoni sennò sciopero, e tutto il resto sono straordinari.. e guai a toccare ponti feste e malattie... se succede, al segnale di uno, i sindacati scatenano l'inferno.. :confused: :confused:

e poi i soldi che rischiamo? quelli so dovuti, che non lo sai?

:mad: :mad: :mad: :mad:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma che scherzi adrià... 8 ore, con pausa di 10 min ogni 40 se stai davanti al computer, quindi ore da 50 min, con l'aria condizionata o i termosifoni sennò sciopero, e tutto il resto sono straordinari.. e guai a toccare ponti feste e malattie... se succede, al segnale di uno, i sindacati scatenano l'inferno.. :confused: :confused:

e poi i soldi che rischiamo? quelli so dovuti, che non lo sai?

:mad: :mad: :mad: :mad:

...con la beffa finale che ti dicono: il lavoratore autonomo va a laorare quando vuole...... semmai il contrario!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

devi dire che se ti permetti una macchina da 100.000 euro e dichiari 20 mila, un controllo te lo faccio.. ma non che non posso comprarla

la mia era una provocazione ma era questo che intendevo. E' chiaro che sono per la libertà per cui nessuno mi impedisce di comprare una macchina da 100.000 euro e una casa da da 100.000 euro. Vuoi per passione, vuoi per lavoro (sto più in auto che a casa!).

Premetto che ho fatto sia il lavoratore autonomo, sia il dipendente per cui sono in condizioni di capire sia l'uno che l'altro.


iMac 27"/5750/SD, Mid2010 model, prod. week: 10/2011, 2.93GHz Quad-Core Intel Core i7, 2x2+2x4=12GB 1333MHz DDR3 SDRAM, 2TB Serial ATA Drive, Serial ATA Drive8x double-layer SuperDrive, ATI Radeon HD 5750 1GB GDDR5 SDRAM, Microsoft Office per Mac 2011, AppleCare Protection Plan, Lacie d2 quadra 2TB, Wacom Intuos3 A5, Adobe Creative Suite 5.5 Production Premium, Painter 11

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo