Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

erpirata

Ci dispiace stiamo chiudendo...

Recommended Posts

Guest tatta

Ed è così che ci si ritrova senza lavoro, così oltre la fatica per trovarlo e mantenerlo, di deve ricominciare tutto da capo.

Una vera tragedia, è si perchè 1-2 anni fa, su tutte le persone non si faceva altro che pronunciare la parola "Crisi", nonostante tutto, con qualche difficoltà si trovava lavoro, a differenza di oggi che è un impresa colossale....

Ho 21 anni e sono di Roma, e quando mi sono iscritto qui, condividendo la stessa vostra passione, avevo lo stesso problema, solo che a differenza di coetanei che non fanno praticamente nulla, non mi sono perso di animo e il lavoro alla fine è uscito, ma adesso sono veramente KO moralmente...

E così che sto seriamente pensando di andarmene da questo paese, che tutto può vantare, tranne di essere di pensare che fine fanno i giovani della propria patria.

Quello che più mi spaventa, è la totale indifferenza di molti dei miei, sono tutti super preoccupati della prossima partita, del prossimo melafonino, ma quando ci parli, ti rispondono ridendo "mai lavorato", "non lavoro da 3 anni", e si fanno grasse risate...

Che fare ?

Semplice espatriare, vendere tutto qui, per arrivare li, e cominciare nuovamente da capo per l'ennesima volta.

Già mi vendo proprio tutto, ha cominciare dal bellissimo iMac, poco usato finito sul mercatino, fino ad arrivare al iPhone, ma non vi sto scrivendo per aprire trattative, ma semplicemente per chiedervi è un bene andarsene a Londra ?

Sono giunto alla scelta di Londra, per diversi motivi che vi elenco:

- Città rispettabile, con persone per la maggior parte educate

- Un mio amico è li, e la vita gli è cambiata radicalmente

- Scelta da moltissimi italiani

- Lavoro non troppo difficile da trovare

- Si inizia dal bassissimo (lavapiatti, facchino...) e si hanno buoni stipendi.

Qualcuno di voi, è di Londra ? Sa darmi una sua esperienza ?

La mia intenzione è usare una agenzia di tramite, che dietro corrispettivo, ti fanno avere lavoro, alloggio condiviso, e tutto quello che può essere utile.

Consigli ??

Ti dico solo: BUON VIAGGIO E (termine viareggino) IN CULO ALLA BALENA.

Ti posso capire sò cosa vuoi dire sul lavoro in italia.

Purtroppo lo sò.

Io ci sono nel mezzo da quando o 13/14 anni.

Ed è sempre stata molto molto molto dura.

Però io non mi inchino davanti a nessuno.

CMQ io ti dico scappa da questo stato geriatrico che poverini loro devono pensare a prendere la pillola e controllare le scorte di pannoloni, di noi chi se ne frega.

L'importante è che paghiamo le miliardarie tasse per i loro piccoli stipendi.

Se ai la fortuna di scappare...

...FALLO!!!!!!!!!!!!!!

BUON VIAGGIO.

P.S. Per valorizzare al meglio questo paese da schifo TUTTI I PILOTI MUSICISTI ECC. sono cittadini stranieri.

PP.SS. Io la Londra ci sono stato per vacanza e per lavoro.

E maremma se si stà troppo meglio.

Se chiedi una informazione in un inglese "brutto" il tuo interlocutore si sforza di capirti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


PP.SS mi mancava :ghghgh:

Comunque più che discorsi su laurea o meno in Italia serve tanta cultura... che poi il lavoro si trova... o almeno da me si trova, magari non si troverà subito quello più adatto alle proprie esigenze ma non si resta senza paga se si vuole. A me veder gente che si lamenta di non trovar lavoro e poi fa errori grammaticali quando scrive fa un po sorridere, se fossi un datore di lavoro non prenderei manco in considerazione un CV errato o una persona che al colloquio mi sbaglia i congiuntivi :ghghgh: certo, dipende anche a che lavoro è indirizzato...


OOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOO#

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PP.SS mi mancava :ghghgh:

Comunque più che discorsi su laurea o meno in Italia serve tanta cultura... che poi il lavoro si trova... o almeno da me si trova, magari non si troverà subito quello più adatto alle proprie esigenze ma non si resta senza paga se si vuole. A me veder gente che si lamenta di non trovar lavoro e poi fa errori grammaticali quando scrive fa un po sorridere, se fossi un datore di lavoro non prenderei manco in considerazione un CV errato o una persona che al colloquio mi sbaglia i congiuntivi :ghghgh: certo, dipende anche a che lavoro è indirizzato...

E si, bisogna essere tutti prof, come te...

Meglio scrivere con k e x, presentandosi da bei truzzi... ma va la...


I think differently, act differently, live differently ... because I'm different by erpirata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh Erpirata, ciò che ha scritto, per come l'ha scritto Tatta, proprio "nun se può vedé"....

Quindi, non mi sentirei di commentare neanche così tanto quello che ha scritto Mac-Dragon..!


MacPro 8core 2.8 GHz - 16GB Ram - Os X.6.8 - Logic Studio 9.1.5 - Apogee Ensemble - TC Electronic PowerCore - SSL Duende - Euphonix Mc Control - iPhone 4s iOS 5.1 - iPad 2 iOS 5.1

http://www.rdaudio.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo appieno nel dire di non cedere e partire per l' estero. Certo che se devo andare in UK per fare il cameriere o altro non è meglio farlo in Italia? meglio se nella propria città? Raccolta pomodori, anche se per poco?

Un detto delle mie parti dice " l' orto vuole l' uomo morto " e io aggiungo .. la terra è dura ma sfama ..

Nella ditta dove lavoro abbiamo grossi debiti, non stò quì a spiegare il tutto, ma paradossalmente abbiamo diverse commesse ( e non possiamo permetterci di prendere qualcuno anche per pochi mesi o settimane ) ma il problema è che mancano i liquidi per le materie prime dato che i fornitori vogliono subito i contanti per non rimetterci o sapere subito se il bonifico è arrivato al loro conto. Non è bello ma pultroppo è cosi, e le banche ci mettono il suo. Figuriamoci che per avere i famosissimi soldi che la regione dava alle aziende " meritevoli " dovevamo avere un certo dato del 5% ed ecco l' aiuto, ma non contenti hanno voluto l' apertura del conto corrente sulla medesima banca e per finire alcuni operai hanno dovuto fare un debito personale per il prestito alla ditta nella medesima banca .. e gli strozzini ??

Insomma un casino.

"....sembra piu uno sfogo .." Non ci abbattiamo dai, Siamo Italiani Veri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi secondo me il problema non è tanto che non si trova lavoro, ma che non si trova lavoro da dipendenti, in realtà se uno ha delle competenze può anche provare a mettersi in proprio se è disposto a rischiare. Per quanto riguarda il lavoro che secondo alcuni vengono assegnati solo agli stranieri il fatto non è che il datore di lavoro cerchi stranieri per pagarli meno, ma che nessun italiano vuole fare più certi lavori.

Comunque a chi cerca seriamente lavoro e non riesce a trovarlo suggerisco di specializzarsi in qualcosa di specifico, magari frequentando dei corsi di formazione per adulti, spesso sono gratuiti e aprono sbocchi professionali a quello che realmente chiede il mercato del lavoro. Ce ne sono in tutte le regioni. Molti hanno trovato lavoro così, ma poi dipende anche dalla situazione del territorio, non funziona ovunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi secondo me il problema non è tanto che non si trova lavoro, ma che non si trova lavoro da dipendenti, in realtà se uno ha delle competenze può anche provare a mettersi in proprio se è disposto a rischiare. Per quanto riguarda il lavoro che secondo alcuni vengono assegnati solo agli stranieri il fatto non è che il datore di lavoro cerchi stranieri per pagarli meno, ma che nessun italiano vuole fare più certi lavori.

Comunque a chi cerca seriamente lavoro e non riesce a trovarlo suggerisco di specializzarsi in qualcosa di specifico, magari frequentando dei corsi di formazione per adulti, spesso sono gratuiti e aprono sbocchi professionali a quello che realmente chiede il mercato del lavoro. Ce ne sono in tutte le regioni. Molti hanno trovato lavoro così, ma poi dipende anche dalla situazione del territorio, non funziona ovunque.


I think differently, act differently, live differently ... because I'm different by erpirata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mha parliamoci chiaro, di lavoro in proprio qualcosa si rimedia sempre, la mia lamentela è diretta fin dal principio essattamente sulla mancanza del lavoro da dipendente.

Quindi il mio ragionamento è semplice, se prima dal zero avevo raggiunto l'apice come dipendente, e adesso per arrivare a fine mese pagare l'affitto, luce, gas, acqua devo chiedere prestiti, mi conviene iniziare di nuovo una carriera da zero in un paese più rispettabile.

Ormai sinceramente quello che vedo, proprio non mi piace.

Forse voi vivete in città migliori, ma Roma è bella solo come turisti...

PS: la versione per iphone funziona abbastanza bene.


I think differently, act differently, live differently ... because I'm different by erpirata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarda ti ripeto..io vivo in un paese della provincia di Foggia...e qui veramente la crisi si fa sentire...ma davvero davvero...io so solo che le persone davvero brave emergono sempre alla fine...che tu viva a dollarolandia o a debitolandia...bisogna sempre partire dal basso e non volere dopo un giorno lo stipendo triplicato...bisogna innanzitutto fare la gavetta..e credo che i giovani di oggi questo lo abbiano dimenticato..si laureano e con la scusante della laurea vogliono subito un posto quasi quasi da dirigente a 10 mila euro al mese..e no..così non va bene...bisogna essere umili, partire dal basso SENZA LAMENTARSI e poco a poco le cose buone arriveranno...anche perchè la crisi non durerà in eterno..e un paese come il nostro ne uscirà in qualche modo..mi son rotto di chi si lamenta si lamenta si lamenta però non fa niente per trovare una soluzione...la gente ormai sa solo lamentarsi...se io non avessi avuto possibilità in questo paese, mi sarei spostato, avrei mandato curriculum ovunque, insomma avrei fatto di tutto per lavorarel in qualsiasi zona d'Italia..nel caso in cui non avessi trovato davvero niente, allora li si che mi sarei lamentato..ma non credo che le cose stiano esattamente così....secondo me la crisi vera e proprio colpisce le persone che hanno superato i 40..i padri di famiglia che magari non hanno competenze informatiche ecc ecc e sono meno competitive sul mercato..e fanno più fatica ad essere assunti...ma ragazzi... almeno noi under 30..il lavoro cè...magari fa schifo, senza gratificazione ma cè..rimboccatevi le maniche e se volete arriverete lontano.partire dal lavoretto per poi, una volta usciti dalla crisi, realizzare le vostre ambizioni.....roma non è stata costruita in un giorno...


Macbook Pro 13' 2.4 Ghz, Ram 4 Gb, Intel Core2Duo

Xbox 360 Slim

Gli Uomini costruiscono troppi Muri e mai abbastanza Ponti!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io non sò se è meglio andare fuori dall'italia o rimanerci... l'unica realtà che conosco è che la crisi ha rovinato molte famiglie!! non credo che erpirata no0n abbia voglia di lavorare,anzi, sarei orgogliosa di avere un figlio come lui!! uno che a 17 anni va a vivere per conto suo studia e lavora per mantenersi! io abito in emilia romagna e da due anni fà ad oggi le cose sono cambiate tantissimo ...tutta la ripresa della quale parlano "alcuni" telegiornali qui non si è vista!!! anzi la fiorente ditta edile per la quale lavora mio marito (lui è capocantiere) stà facendo circolare voci di "chiusura" così di punto in bianco... neanche cassa integrazione ma chiusura totale !! il motivo è semplice il lavoro da operaio nelle fabbriche è diminuito oppure non c'è, non si vende e le ditte chiudono!! lo scorso anno cercavamo un appartamento da acquistare e siamo andati a vederne uno in una palazzina di nuova costruzione ;noi non abbiamo trovato quello che serviva a noi ma in un condominio di 12 appartamenti non ne hanno venduto uno, quel palazzo è ancora disabitato !! e poi ci sono le ditte che a parer mio hanno approfittato della crisi per andare ad aprire le loro ditte in paesi esteri per guadagnare ancora di più !!! perchè non credo che le biomedicali possano fallire negli ospedali i malati ci sono tutti i giorni... a meno che a capo dell'azienda non ci sia uno sprovveduto!

Erpirata qualsiasi sia la tua decisione ti facccio i miei migliori auguri !! :fiorellino:


Non ti sai nascondere davvero!!!

Quante volte sei passato...quante volte passerai...ogni volta sempre un colpo all'anima!!! (Ligabue)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'Italia è stupenda e tutto il mondo vorrebbe potere vivere qui. Vivere fuori può essere molto stimolante e andare bene per un periodo ma alla fine a tanti che vivono all'estero per lavoro e senza una famiglia sentono una vocina che tutti i giorni gli dice: "Torna, dai, torna! Non senti che ti manca qualcosa?", quindi forse è meglio costruirsi un futuro qui. Molti ci riescono e non c'è un valido motivo per il quale chi è seriamente intenzionato e motivato non ci possa riuscire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'Italia è stupenda e tutto il mondo vorrebbe potere vivere qui. Vivere fuori può essere molto stimolante e andare bene per un periodo ma alla fine a tanti che vivono all'estero per lavoro e senza una famiglia sentono una vocina che tutti i giorni gli dice: "Torna, dai, torna! Non senti che ti manca qualcosa?", quindi forse è meglio costruirsi un futuro qui. Molti ci riescono e non c'è un valido motivo per il quale chi è seriamente intenzionato e motivato non ci possa riuscire.

condivido lettera per lettera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed è così che ci si ritrova senza lavoro, così oltre la fatica per trovarlo e mantenerlo, di deve ricominciare tutto da capo.

Una vera tragedia, è si perchè 1-2 anni fa, su tutte le persone non si faceva altro che pronunciare la parola "Crisi", nonostante tutto, con qualche difficoltà si trovava lavoro, a differenza di oggi che è un impresa colossale....

Ho 21 anni e sono di Roma, e quando mi sono iscritto qui, condividendo la stessa vostra passione, avevo lo stesso problema, solo che a differenza di coetanei che non fanno praticamente nulla, non mi sono perso di animo e il lavoro alla fine è uscito, ma adesso sono veramente KO moralmente...

E così che sto seriamente pensando di andarmene da questo paese, che tutto può vantare, tranne di essere di pensare che fine fanno i giovani della propria patria.

Quello che più mi spaventa, è la totale indifferenza di molti dei miei, sono tutti super preoccupati della prossima partita, del prossimo melafonino, ma quando ci parli, ti rispondono ridendo "mai lavorato", "non lavoro da 3 anni", e si fanno grasse risate...

Che fare ?

Semplice espatriare, vendere tutto qui, per arrivare li, e cominciare nuovamente da capo per l'ennesima volta.

Già mi vendo proprio tutto, ha cominciare dal bellissimo iMac, poco usato finito sul mercatino, fino ad arrivare al iPhone, ma non vi sto scrivendo per aprire trattative, ma semplicemente per chiedervi è un bene andarsene a Londra ?

Sono giunto alla scelta di Londra, per diversi motivi che vi elenco:

- Città rispettabile, con persone per la maggior parte educate

- Un mio amico è li, e la vita gli è cambiata radicalmente

- Scelta da moltissimi italiani

- Lavoro non troppo difficile da trovare

- Si inizia dal bassissimo (lavapiatti, facchino...) e si hanno buoni stipendi.

Qualcuno di voi, è di Londra ? Sa darmi una sua esperienza ?

La mia intenzione è usare una agenzia di tramite, che dietro corrispettivo, ti fanno avere lavoro, alloggio condiviso, e tutto quello che può essere utile.

Consigli ??

Sono nella tua identica situazione! Ormai è quasi un anno(da quando ho finito il liceo linguistico) che cerco un qualsiasi impiego invano. Oramai anche per fare la commessa ci vuole esperienza,cosa che purtroppo io non ho. Nella mia provincia esistono solo lavori come promoter/vendita porta a porta e simili,che diciamolo pure,sono specchi per allodole. Anche a me è venuta l'idea di partire e andarmene da qui,ma al tempo stesso mi domando: " è il caso che i ragazzi italiani se ne devono andare dal loro paese perchè qui non hanno futuro?" è una cosa ASSURDA! stiamo a preoccuparci per delle cavolate per non dire di peggio,ma di cosa veramente è necessario no. Io ti dico solo di tenere duro,con l'esperienza che hai prima o poi qualcosa salta fuori,te lo auguro davvero! Se decidi di andare a Londra facci sapere qualcosa! ;) è dove vorrei andare anche io se qui continua a peggiorare! :volo:


Inside my heart is breaking,

My make up may be flaking,

But my smile

Still stays on..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certamente se uno vuole partire per vedere quanto è bella Londra fa benissimo, ma quelli che vanno lì trovano lavori umili se non hanno una specializzazione ben precisa. Insomma si trovano i lavori che i londinesi non vogliono fare. E una volta che uno non è più giovane dee tornarsene a casa.

Diffidate sempre dei posti di lavoro dove si vedono solo giovani, piuttosto chiedetevi: una volta che non sono più giovani le persone che lavorano in quel luogo dove vorrei andare a lavorare che fine fanno?

Chi ha un diploma o una laurea credo che deva rendersi conto che è solo all'inizio, che ha solo una base di lancio, da lì poi sta a lui capire cosa lo appassiona veramente e farsi la formazione appropriata per poi presentarsi nel mondo del lavoro con una specifica specializzazione, più è specifica e più facilmente troverà un lavoro.

Un approccio pratico potrebbe essere quello di capire che professionalità cerca il mercato e farsi un bel corso professionale su quella professionalità (esempio: "installatore di pannelli solari" per fare un esempio banale).

Just my 2 cents...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io da circa nove mesi, appena finito il liceo, sono partito alla volta di Cambridge. Sto frequentando una scuola che mi sta preparando a poter frequentare, da settembre, l'università qui in UK.

Oltre la scuola però ho lavorato e sto ancora lavorando, presso Caffè Nero, una nota catena simile a Starbucks. La paga non è male, ma non farei questo lavoro per tutta la vita. Quello che ti posso dire è che è si facile trovare un lavoro, io ci ho messo circa 2 settimane; allo stesso tempo però, qui, solo se sei davvero bravo ti prendono per un lavoro più qualificato, se no te ne resti nei fast-food et similia. Io mi sono trovato e mi sto trovando benissimo, tanto è vero che ho deciso di continuare qui il mio percorso di studi. Però l'Italia manca, manca molto...


orlandob.it - Personal Blog

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono nella tua identica situazione! Ormai è quasi un anno(da quando ho finito il liceo linguistico) che cerco un qualsiasi impiego invano. Oramai anche per fare la commessa ci vuole esperienza,cosa che purtroppo io non ho. Nella mia provincia esistono solo lavori come promoter/vendita porta a porta e simili,che diciamolo pure,sono specchi per allodole. Anche a me è venuta l'idea di partire e andarmene da qui,ma al tempo stesso mi domando: " è il caso che i ragazzi italiani se ne devono andare dal loro paese perchè qui non hanno futuro?" è una cosa ASSURDA! stiamo a preoccuparci per delle cavolate per non dire di peggio,ma di cosa veramente è necessario no. Io ti dico solo di tenere duro,con l'esperienza che hai prima o poi qualcosa salta fuori,te lo auguro davvero! Se decidi di andare a Londra facci sapere qualcosa! ;) è dove vorrei andare anche io se qui continua a peggiorare! :volo:

se ti può consolare già 20 anni fa con il solo diploma del liceo linguistico ci si faceva ben poco, lavorativamente parlando, e non è che con lo scientifico ed il classico andasse meglio.

sono titoli di studio di ottimo livello culturale ma che non venivano e non vengono considerati professionalizzanti.


An  a tuesday keeps the doctor away.

proud member of < noi finti professionisti > club - tessera 044

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se ti può consolare già 20 anni fa con il solo diploma del liceo linguistico ci si faceva ben poco, lavorativamente parlando, e non è che con lo scientifico ed il classico andasse meglio.

sono titoli di studio di ottimo livello culturale ma che non venivano e non vengono considerati professionalizzanti.

Certo,ma visto che per ora mi accontento di un qualsiasi lavoro,anche non inerente al mio titolo di studio per carità,mi sembra assurdo categorizzare chi proviene da tali scuole solo perchè "non vengono considerati professionalizzanti". Voglio dire che come tutti hanno imparato il proprio lavoro,non vedo perchè chi arriva da classico,linguistico o scientifico non possa fare altrettanto. :blink: andare a fare la commessa/cassiera/cameriera ecc. sono capaci tutti,basta un minimo di buona volontà secondo me.. :huh:


Inside my heart is breaking,

My make up may be flaking,

But my smile

Still stays on..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi secondo me ci sono in giro migliaia di persone che sono disposte a fare tutto quindi tanta richiesta, poca offerta credo. E... non è vero che per fare la commessa, la cameriera sono capaci tutti, serve anche qui una formazione specifica. Non esistono più quei negozietti gestiti in modo familiare dove la ragazza o il ragazzo imparavano con l'esperienza. Ormai le persone senza una formazione professionale specifica non le assumono facilmente.

La buona volontà di una persona è certamente importante ma pensiamo a quanto possa rendere di più in termini di vendite a un negozio di un centro commerciale una commessa formata piuttosto che una che non lo ha mai fatto e che non ha frequentato un corso su come si assistano i clienti. C'è un abisso credo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi secondo me ci sono in giro migliaia di persone che sono disposte a fare tutto quindi tanta richiesta, poca offerta credo. E... non è vero che per fare la commessa, la cameriera sono capaci tutti, serve anche qui una formazione specifica. Non esistono più quei negozietti gestiti in modo familiare dove la ragazza o il ragazzo imparavano con l'esperienza. Ormai le persone senza una formazione professionale specifica non le assumono facilmente.

La buona volontà di una persona è certamente importante ma pensiamo a quanto possa rendere di più in termini di vendite a un negozio di un centro commerciale una commessa formata piuttosto che una che non lo ha mai fatto e che non ha frequentato un corso su come si assistano i clienti. C'è un abisso credo.

Conosco tanta gente che fa i lavori citati e non ha seguito nessun corso specifico,fidati..quindi? Il tuo discorso sul fatto che una persona già con esperianza renda di più rispetto a un' altra senza esperienza è più che logico,ma se qui nessuno da la possibilità a chi non ha ancora lavorato di iniziare,questa esperienza dove se la procura? Sulla Luna? :huh: è probabile che qui ognuno vede la cosa rispetto alla sua situazione ;)


Inside my heart is breaking,

My make up may be flaking,

But my smile

Still stays on..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I corsi di formazione per addetto alle vendite e le scuole professionali per camerieri quindi? ;)

è possibile che questi corsi li richiedano in particolari negozi/ristoranti,quelli importanti diciamo,e ci mancherebbe,ma nei negozi "normali" e anche centri commerciali della mia zona non mi è mai capitato,con tutti i cv che ho portato,che mi richiedessero tutto ciò! Te lo assicuro. Al limite minima esperienza nel settore commerciale,che ho,ma al tempo stesso non mi è servita a molto per ora.. :rolleyes: boh, è tutta una situazione alquanto particolare :unsure: ce ne sarebbero tante da raccontare! ;)


Inside my heart is breaking,

My make up may be flaking,

But my smile

Still stays on..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ce ne sarebbero tante da raccontare! ;)

Si immagino, dev'essere un viaggio abbastanza interessante... poi molti immagino che cerchino apprendisti con esperienza... :ghghgh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si immagino, dev'essere un viaggio abbastanza interessante... poi molti immagino che cerchino apprendisti con esperienza... :ghghgh:

bè questa non mi è ancora capitata :P poi guarda,so che qualcosa prima o poi troverò,non sono io che mollo alla prima difficoltà. ^_^ è il sistema che deve cambiare,non io! ;)


Inside my heart is breaking,

My make up may be flaking,

But my smile

Still stays on..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per es. un veterinario basta che vada nel cheshire e trova lavoro in meno di 10 giorni.

In caso di necessità terrò a mente questo tuo consiglio :)

..guarda mi spiace tantissimo per la tua situazione, purtroppo (o per fortuna per me) io faccio parte di quella categoria di persone "più tutelate": faccio il veterinario...

...a volte mi fa sorridere questa cosa, perchè, a differenza di quello che si pensi, non è rose e fiori...

..la mia esperienza lavorativa è iniziata 4 anni fa mentre ero ancora studente alle prime armi, lavorando 2 giorni a settimana in un clinica...sono anni che ci lavoro e sai quanto è il mio stipendio: 0€ ..ma questo non mi ha scoraggiato, perchè sapevo che stavo imparando tantissimo, e avevo una possibilità che molti miei colleghi non hanno avuto (o non hanno cercato..)...

..io, di inclinazione e sogno vorrei fare il clinico, ma mi rendo conto che all'inizio poter vivere solo di quello è impensabile: turni massacranti e paga minima (sui 200€ al mese)..però non mi sono scoraggiato e, grazie ai contatti che mi sono fatto lavorando, ora ho trovato posto come informatore farmaceutico, che mi permette di gestire il mio tempo avendo uno stipendio e potendo continuare a lavorare in clinica, e a perfezionarmi come veterinario...

...certo, ammetto che di base ho una laurea formante, che ti indirizza precisamente verso un campo specifico, però ti assicuro che non è stata una passeggiata ottenerla...

quindi i miei consigli sono due:

1) prendi una laurea formante, ore che puoi e sei giovane, come fisioterapista, tecnico radiologico o tante altre lauree in campo sanitario che ti permetteranno di avere un bel lavoro, appagante (perchè fai del bene) e civilmente remunerato.

2) vai all'estero e prova a metterti in gioco li (anche se io guarderei più verso la Germania piuttosto che l'Inghilterra), con tutti i rischi dell'italiano all'estero (quindi voglia di tornare in questo meraviglioso paese etc etc...)..

spero di esserti stato utile :ciao:


..chi avrà il coraggio di perdersi la via troverà..
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AlexKatz, interessante la tua esperienza, dimostra che con un obiettivo preciso in mente si possono più facilmente ottenere dei risultati.

Se mi permetti aggiungerei un terzo punto:

3. Informarsi su quali corsi gratuiti di formazione per adulti organizzi la regione in cui si abita e frequentarne uno.

Ho visto un sacco di gente trovare lavoro così, ormai con il mondo del lavoro attuale essere dei "generici" è assurdo secondo me. Bisogna abbracciare un campo e diventare degli esperti nel proprio settore, non importa quale sia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nella mia provincia esistono solo lavori come promoter/vendita porta a porta e simili,che diciamolo pure,sono specchi per allodole.

se l'avessi pensato, anche solo per un secondo, oggi non mi ritroverei con tutto quello che ho...

e ringrazio dio che ci sono molte persone molto più intelligenti capaci e tenaci di me, che la pensano come te, e facilitano il mio successo..

non potrei guadagnare come tre laureati messi assieme con il mio solo diploma di perito aeronautico... Certo ci sono sacrifici, il sabato, la domenica, si lavora, estate inverno, mentre gli altri sciano o vanno al mare.. specie all'inizio.. poi te puoi andare ogni giorno al mare e a sciare mentre gli altri lavorano per te...

questo per dirti, che a 20anni, ne sai veramente poco del mondo del lavoro.. e ti lasci condizionare dai luoghi comuni..

inizia ad informarti, guardati intorno.. ma sii curiosa, chiedi... datti da fare...

hai mai visto il film "la ricerca della felicità"?

a volte basta un incontro fortuito, una domanda fatta nel momento giusto che scaturisce dalla curiosità, e si trova un impiego, un mestiere per la vita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ormai con il mondo del lavoro attuale essere dei "generici" è assurdo secondo me. Bisogna abbracciare un campo e diventare degli esperti nel proprio settore, non importa quale sia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giaccio a questo punto m hai incuriosito. :)

In cosa consiste la tua esperienza lavorativa?


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la mia esperienza lavorativa, nasce dalla consapevolezza che il lavoro va inventato..

specie se si esce da una scuola o troppo specializzata (e non si vuole continuare in quel campo) o in una scuola troppo generica.. ovviamente con la consapevolezza di non voler frequentare l'università..

a 20 anni ho fatto per 2 anni il braccio destro di un commissario governativo straordinario, poi aiutando un amico nella soluzione di un problema, sono entrato in una agenzia immobiliare.. e ho fatto l'agente, schiacciando citofoni per anni, con il sole e con la pioggia.. e alla pratica, affiancavo corsi di formazione su comunicazione, pnl, marketing, gestione dell'obiezione, problem solving, motivazione e leadership, corsi sulle locazioni, sulle compravendite, sulla parte tecnica del lavoro.."

venivo pagato con un fisso ridicolo (300mila lire) e delle provvigioni alte.. e dopo 8 mesi ho tolto il fisso e preso provvigioni sempre più alte.. tutto questo ti parlo del 1997.. per 3-4 anni ho fatto così, mi sono goduto la vita, e al tempo stesso messo soldi da parte.. ho cambiato macchine su macchine, fatto viaggi, poi ho deciso di fare il passo, cioè aprire la mia agenzia.. da li poi stando nel campo, ho fatto fare qualche affaruccio a persone importanti, ho fatto anch'io qualche affaruccio, ho iniziato a costruire, e adesso mi diletto in molte cose...

ho molto tempo libero, ma adesso con la crisi, ho assunto altro personale e mi sono rimesso in gioco, per far capire alle persone, che la crisi è una opportunità.. toglie di mezzo il marcio, rafforza chi ha le capacità, e prepara a raccogliere i frutti nella fase successiva, quella dell'espansione.. e quando arriverà, chi si è formato durante la crisi viaggierà ad una velocità tripla rispetto agli altri..

ovviamente sintetizzo un po il tutto, ma questa è la mia piccola storia..

...

p.s. a proposito di ignoranza nel mondo del lavoro da ventenni, o giù di li... sotto casa avevo una agenzia immobiliare, e quando passavo davanti la vetrina dicevo "ma chi è che va in agenzia a comprare casa?"... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso che in definitiva siano storie come questa che poi ti fanno cApire che non conta se sei in America, inghilterra o Italia, alla fine conta tanta voglia di fare e anche un pizzico di fortuna e furbizia, essere al posto giusto nel momento giusto e saper sfruttare tutte le occasioni che ci vengono presentate.

Pero per una storia come la tua ce ne sono mille altre differenti di gente che magari l occasione e la fortuna la cerca e nonostante l impegno e la voglia non la trova per anni ed Anni.

A quel punto emigrare non penso sia una scelta sbagliata ma sempre con la consapevolezza che all estero non c e la manna ma senza voglia di fare anche la romani bloccato tutta la vita ;)


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo