Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

Maghetto

Nucleare in Giappone

Recommended Posts

L MINISTRO DELL'INDUSTRIA GIAPPONESE

«Comprendo le proteste dopo Fukushima, ma l'atomo resta uno dei pilastri della nostra politica energetica»

http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_14/giappone-nucleare-essenziale_720f6602-9648-11e0-82d5-f9e2fd481445.shtml

Giappone: sempre meno i sostenitori del nucleare

Circa tre giapponesi su quattro sono favorevoli a un’uscita graduale ma definitiva dal nucleare. Sono i dati che emergono da un ultimo sondaggio appena pubblicato sul quotidiano giapponese Asahi.

http://it.euronews.net/2011/06/14/giappone-sempre-meno-i-sostenitori-del-nucleare/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ma si, che problemi....Possiamo tranquillamente far fronte alla continua richiesta di energia attraverso le energie rinnovabili!....

Sarcasm! :ghghgh:

stronzio-90, un elemento potentemente radioattivo che deriva dalla fusione dell'uranio.
:mhh:

Non vedo l'ora che si sviluppi la fusione nucleare...ma ci vorrà del tempo purtroppo...chissà se la vedrò mai...


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro spero che non si realizzi mai, mi fa paura l'uomo con infinita energia a disposizione.

Già, vero....ci manca solo di tornare all'età della pietra dove si cercava di accendere il fuoco sfregando due pietre tra loro....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro spero che non si realizzi mai, mi fa paura l'uomo con infinita energia a disposizione.

Spero tu stia scherzando! Risolvere il problema energetico ti spaventa? Energia infinita? Credo vada contro ogni principio della fisica! E poi ci sono sempre di mezzo i soldi tranquillo...anche a realizzarla non penso che un impianto a fusione potremo mai costruircelo io e te in casa ;)

E poi ci saranno sempre dei limiti per cui energia "infinita" non l'avremmo mai! Neanche dovessimo scoprire l'esistenza del dilitio :ghghgh:


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"infinita" tra virgolette dicevo. Chiamiamola sovrabbondante e a basso costo. In un batter d'occhio la tecnologia si diffonderebbe a tutto il pianeta e ciao uomo. Peraltro vorrei far notare che il Giappone attualmente sta utilizzando il 25% di energia in meno rispetto a prima del terremoto e da quanto dicono, questo non sta provocando problemi insormontabili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"infinita" tra virgolette dicevo. Chiamiamola sovrabbondante e a basso costo. In un batter d'occhio la tecnologia si diffonderebbe a tutto il pianeta e ciao uomo. Peraltro vorrei far notare che il Giappone attualmente sta utilizzando il 25% di energia in meno rispetto a prima del terremoto e da quanto dicono, questo non sta provocando problemi insormontabili.

Che male c'è nella tecnologia?! Non capisco questa fobia... ma sinceramente non è per trollare. Posso capire la paura di armi nuove super potenti, ma essendo una centrale poco trasportabile non vedo come si possa aver timore anche di una smisurata progressione bellica. Forse sarebbe possibile creare laser super potenti da riflettere con satelliti spaziali e terminare un qualsiasi obbiettivo sul pianeta...ma credo che se volessero, con le risorse che hanno i militari americani, avrebbero già qualcosa del genere.

Trovo che non dover più combattere per il petrolio sia una cosa fantastica...il pianeta è in prevalenza di acqua, quindi idealmente tutti potrebbero avere la propria centrale (escludendo i costi, ma ci sono le multinazionali, tutto è possibile). Avremmo non solo energia per tutti ma potremmo ripulire l'aria delle nostre città, avere molto più verde avendo una quantità inferiore di centrali. Sarebbero molto poco modulabili, ma quello che non si usa si ricicla per produrre altro deuterio che potrebbe anche essere bruciato nei motori delle future automobili...non riesco a vedere scenari troppo catastrofici che non potremmo avere anche ora.

Il 25% in meno ora lì è dovuto che molti impianti sono spenti e se si esagera si rischia il black-out. Hanno già timore per l'arrivo del caldo vero...consumano meno perché ne hanno meno e non potrebbero reggere i consumi precedenti...è come razionale il cibo come principio


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"infinita" tra virgolette dicevo. Chiamiamola sovrabbondante e a basso costo. In un batter d'occhio la tecnologia si diffonderebbe a tutto il pianeta e ciao uomo. Peraltro vorrei far notare che il Giappone attualmente sta utilizzando il 25% di energia in meno rispetto a prima del terremoto e da quanto dicono, questo non sta provocando problemi insormontabili.

Dico solo che gli impianti del primo costruttore di auto al mondo (tutti in Giappone) vanno al 10% delle capacità produttiva.... penso basti :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dico solo che gli impianti del primo costruttore di auto al mondo (tutti in Giappone) vanno al 10% delle capacità produttiva.... penso basti :)

Rende l'idea sufficientemente bene ;)


My  products:

iMac 27" (2009), MacBook Air 13" (2011), MacBook White (2006), iPhone 4s 16GB, iPhone 3GS 32GB, iPod Touch 2G 16GB, iPod Video 30GB, Airport Extreme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che male c'è nella tecnologia?! Non capisco questa fobia...

Chi ce l'avrebbe? :ghghgh: Credo tu abbia letto frettolosamente quello che ho scritto. Dico semplicemente che mi preoccupa l'idea di energia infinita in mano all'uomo. Ma non credo di essere l'unico ad avere una tale preoccupazione...

Rende l'idea sufficientemente bene ;)

A causa della mancanza di energia o altro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un batter d'occhio la tecnologia si diffonderebbe a tutto il pianeta e ciao uomo.

Ok forse ho interpretato male :oops: Comunque ci sarebbero vincoli piuttosto stretti per la diffusione...tipo i costi! Io la vivo come un sogno invece...energia pulita per tutti e usi straordinariamente progrediti anche per propulsione spaziale...potrebbe gettare le basi per quello...non lo vedrò mai purtroppo però sarebbe bello da morire

Comunque sono OT scusate


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è molto in topic però ho trovato questo articolo interessante. Mi sembra anche una buona cosa ,oltre che come kit di sopravvivenza, come metodo per "riciclare" tutto quel calore che si spreca con i fornelli a gas. A me piacciono tanto le cucine ad induzione, ma consumano una quantità di corrente esorbitante, pur rimanendo (credo) localmente più efficienti. Il calore non se ne andrebbe in giro per la stanza ma la piastra ad induzione più ecologica consuma tra i 2 e i 3 KW! Ora la fisica impone la conservazione dell'energia quindi penso che un fornello sviluppi un'energia paragonabile se lo scopo è lo stesso: cucinare. Il punto è che produrre KW di energia forse è ancora meno efficiente che bruciare del gas sotto una pentola...non saprei.

Ritornando al kit di sopravvivenza lo trovo una invenzione geniale. Specie in un periodo di crisi come quella che sta attraversando il Giappone...


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hanno sostenuto il nucleare dopo essersi presi 2 bombe in testa, che vuoi che sia una centrale, che vuoi che sia se hanno carne e pascoli completamente contaminati, chi è origine dei suoi mali pianga se stesso... se continuano a sostenerlo.

essere contro il nucleare non vuol dire essere contro la tecnologia ed il progresso, questa cosa è il cavallo di battaglia di tutti i pro nucleare (vedendo il referendum non ce ne sono poi molti in italia attualmente), se per raggiungere la beneamata fusione, il nostro pianeta deve sopportare altri disastri, ditemi voi dove sta il guadagno.

fa comodo fare falsa informazione sulle energie rinnovabili, quando attualmente in italia, ci stanno interi paesi sostenuti al 100% con il solare (non sono cazzate, più della metà della provincia di viterbo è tenuta in piedi dal sole, ci hanno fatto pure una puntata alle iene)

poi si può credere a tutto ciò che si vuole, a tutto ciò che si legge, non insegna nulla il vecchio Murdock su come si controlla l'informazione, non ci insegna che i giornali e le tv sono pagate da chi compra gli spazi pubblicitari, gli stessi spazi comprati dai produttori di energia, che rincoglioniscono la popolazione con messaggi sbagliati, messaggi che sostengono esclusivamente i loro interessi, non ci insegna che l'unica tv indipendente in italia (currenttv), l'unica che parlava di energie rinnovabili con documentari indipendenti, verrà imbavagliata e chiusa il 31 luglio, ma è solo fantasia, queste cose non accadono, meglio credere alle favole... meglio credere che se una cosa non è riportata dai giornali o dalla tv, semplicemente non esiste o non è fattibile, poi mi parlate di progresso tecnologico?

guardate questo filmato, già lo postai ma fa sempre bene riguardarlo.... (non dico di credere alle iene, ma ai fatti che documentano)

http://www.metacafe.com/watch/6083724/le_iene_golia_energie_rinnovabili/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hanno sostenuto il nucleare dopo essersi presi 2 bombe in testa, che vuoi che sia una centrale, che vuoi che sia se hanno carne e pascoli completamente contaminati, chi è origine dei suoi mali pianga se stesso... se continuano a sostenerlo.

essere contro il nucleare non vuol dire essere contro la tecnologia ed il progresso, questa cosa è il cavallo di battaglia di tutti i pro nucleare (vedendo il referendum non ce ne sono poi molti in italia attualmente), se per raggiungere la beneamata fusione, il nostro pianeta deve sopportare altri disastri, ditemi voi dove sta il guadagno.

fa comodo fare falsa informazione sulle energie rinnovabili, quando attualmente in italia, ci stanno interi paesi sostenuti al 100% con il solare (non sono cazzate, più della metà della provincia di viterbo è tenuta in piedi dal sole, ci hanno fatto pure una puntata alle iene)

poi si può credere a tutto ciò che si vuole, a tutto ciò che si legge, non insegna nulla il vecchio Murdock su come si controlla l'informazione, non ci insegna che i giornali e le tv sono pagate da chi compra gli spazi pubblicitari, gli stessi spazi comprati dai produttori di energia, che rincoglioniscono la popolazione con messaggi sbagliati, messaggi che sostengono esclusivamente i loro interessi, non ci insegna che l'unica tv indipendente in italia (currenttv), l'unica che parlava di energie rinnovabili con documentari indipendenti, verrà imbavagliata e chiusa il 31 luglio, ma è solo fantasia, queste cose non accadono, meglio credere alle favole... meglio credere che se una cosa non è riportata dai giornali o dalla tv, semplicemente non esiste o non è fattibile, poi mi parlate di progresso tecnologico?

guardate questo filmato, già lo postai ma fa sempre bene riguardarlo.... (non dico di credere alle iene, ma ai fatti che documentano)

http://www.metacafe....ie_rinnovabili/

Strano, credevo le Iene fossero un programma Mediaset, proprio quelli che si accusano di essere i controllori totali dei media...

Dice comunque che le rinnovabili sono convenienti. Non è vero, il costo a KW è maggiore. Se no perché non fare tutti le rinnovabili se sono tanto convenienti? Chi ha come scopo fare soldi userebbe di certo la fonte che più garantisce guadagno, e se le rinnovabili sono più convenienti non usarle sarebbe da stupidi. Sono tutti stupidi?

Il signore spendeva 2500€ l'anno, dopo con i pannelli solo 1000€ ammortizzati da incentivi statali! Senza quindi spenderebbe la metà senza contare l'ammortamento del costo di installazione...conveniente certo. Se me lo pagano sì per forza! Su piccole installazioni con gli incentivi si ha la convenienza, ma guardate che casa si trova! Di sicuro in un palazzo di 26 appartamenti come il mio posso fare altrettanto... :rolleyes:

7-8 ettari (70000-80000 metri quadri), 3,5 MW, 12 milioni di euro ... redditizio. Una centrale nucleare varia da un minimo di 40 MW fino ad oltre 1 GW. Purtroppo non ho trovato riferimenti alle dimensioni dell'impianto e ai costi di costruzione per un confronto ben fatto. Appare però già un dato rilevante.

Le rinnovabili vanno fatte, non lo smetterò di ripeterlo, ma pensare di affidarci ad esse è folle al momento :) Le alternative purtroppo sono poche, e non mi stuferò di dirlo (paura o no) il nucleare è meglio del carbone. Io non dico di non essere terrorizzato da una centrale nucleare, nel caso ci sia un incidente, ma il carbone inquina sempre e comunque. Rende l'aria irrespirabile, la pioggia acida, il suolo radioattivo, inquina le falde...insomma che gran porcata!


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

istai tranquillo che nn costano solo 12 milioni le centrali atomiche, aggiungi lo smaltimento, aggiungi il mantenimento, i controlli di sicurezza,

costi che ci saranno OGNI singolo anno, a differenza della centrale rinnovabile, non sono abbastanza come ragioni?

inoltre non rimescoliamo le carte in tavola, la casa singola l'hanno fatta vedere solo perché parlavano degli incentivi statali, RITIRATI prima del loro termine dichiarato, quindi dire che in un condominio da 26 appartamenti non è fattibile, è una sciocchezza, credo che esistano condomini da 26 appartamenti pure in provincia di viterbo, ma saranno sostenuti dalla centrale, non dal pannello sul tetto, anche perché chi mette il pannello diventa produttore, chi usufruisce della centrale pagherà comunque un tot, non facciamo orecchie da mercante quindi, perché i discorsi sono ben distinti.

non hai fatto una ricerca sul costo di una entrale atomica, bene l'ho fatto io, il reattore di terza generazione che avrebbero montato in italia è valutato da 4 a 4,5 MILIARDI di euro (fonte: http://titano.sede.enea.it/Stampa/skin2col.php?page=eneaperdettagliofigli&id=127)..... poi ci sta tutta la manutenzione e quanto detto all'inizio..... certo, sono davvero tanti 12 milioni per una centrale pulita e sicura, proprio paragonabili.

comunque neghiamo pure l'evidenza dei fatti, diciamo pure che il nucleare è più pulito e sicuro ed economico dell'energia solare, grazie a dio in italia pare scongiurato...

PS

il fatto che sia stato trasmesso dalle iene, non cambia il discorso sui media, non a caso in quanti di voi sapevano di questa cosa? quante volte lo hanno fatto vedere al tg5 o in rai quando si dibatteva sul nucleare? quante volte ho visto manifesti sulla funzionalità dell impianto visto nel documentario? mai, mai, mai, lho visto alle iene 1 volta, lho visto su current più volte, rete che casualmente chiuderà fra 1 settimana, certo non chiuderà solo per il discorso energetico, ma di certo avrà contribuito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

istai tranquillo che nn costano solo 12 milioni le centrali atomiche, aggiungi lo smaltimento, aggiungi il mantenimento, i controlli di sicurezza,

costi che ci saranno OGNI singolo anno, a differenza della centrale rinnovabile, non sono abbastanza come ragioni?

inoltre non rimescoliamo le carte in tavola, la casa singola l'hanno fatta vedere solo perché parlavano degli incentivi statali, RITIRATI prima del loro termine dichiarato, quindi dire che in un condominio da 26 appartamenti non è fattibile, è una sciocchezza, credo che esistano condomini da 26 appartamenti pure in provincia di viterbo, ma saranno sostenuti dalla centrale, non dal pannello sul tetto, anche perché chi mette il pannello diventa produttore, chi usufruisce della centrale pagherà comunque un tot, non facciamo orecchie da mercante quindi, perché i discorsi sono ben distinti.

non hai fatto una ricerca sul costo di una entrale atomica, bene l'ho fatto io, il reattore di terza generazione che avrebbero montato in italia è valutato da 4 a 4,5 MILIARDI di euro (fonte: http://titano.sede.e...liofigli&id=127)..... poi ci sta tutta la manutenzione e quanto detto all'inizio..... certo, sono davvero tanti 12 milioni per una centrale pulita e sicura, proprio paragonabili.

comunque neghiamo pure l'evidenza dei fatti, diciamo pure che il nucleare è più pulito e sicuro ed economico dell'energia solare, grazie a dio in italia pare scongiurato...

PS

il fatto che sia stato trasmesso dalle iene, non cambia il discorso sui media, non a caso in quanti di voi sapevano di questa cosa? quante volte lo hanno fatto vedere al tg5 o in rai quando si dibatteva sul nucleare? quante volte ho visto manifesti sulla funzionalità dell impianto visto nel documentario? mai, mai, mai, lho visto alle iene 1 volta, lho visto su current più volte, rete che casualmente chiuderà fra 1 settimana, certo non chiuderà solo per il discorso energetico, ma di certo avrà contribuito.

Grazie dei dati sui prezzi. :fiorellino: Si sa comunque che è più caro fare una centrale nucleare, ma si ammorta anche più facilmente. Una centrale come quella da 12 milioni produce 3,5 MW, ma mica costantemente come una centrale nucleare. L'investimento nucleare è molto più grande, ma è una certezza. Si può gestire. Non dico sia giusto, però un imprenditore non è un benefattore, ahimè.

Non ho mai sostenuto poi che il nucleare è più pulito e sicuro del solare. Più economico si. Nel senso che è sicuramente più redditizio. Se no perché lo vorrebbero fare? Non dico di preferire una centrale solare come quella, a me piace, si sente profumo di tecnologia e non di paura, però sono realista. Il solare, perlomeno il solare fotovoltaico, non si può fare. Quella è un eccezione. Lì non hanno urbanizzazione, sono in una pianura desolata. Non è pensabile alimentarci l'Italia. Un palazzo di 26 piani con i pannelli sul tetto convieni che non si può fare, ma qui non abbiamo dove mettere i pannelli per una centrale. Dovremmo procurarcela altrove. Quindi riassumiamo: sul palazzo non puoi metterci i pannelli, li devi mettere altrove e ti sfido a trovare posto adeguato in Liguria. Dovremmo quindi produrre altrove e alimentarci tutta la Liguria, fabbriche e porti inclusi. Non è possibile! A meno di non disboscare tutte le colline e avere una produzione ridicola per il territorio e danneggiando l'ecosistema. Se dobbiamo fare danni che almeno siano "giustificati".

Il fotovoltaico va sostenuto, ma non si può pensare che sia la soluzione! Non è possibile!!! La fisica e l'ingegneria lo sostengono, non io. Sostenere che facendo una mega centrale fotovoltaica nel deserto si risolve il problema energetico mondiale (lo ha detto un premio nobel e mi stupisco della serietà con sia stato detto), è semplicemente utopistico. I conti tornano, ma ingegneristicamente non è attuabile.

Tornando al caso della centrale da 12 milioni che produce 3.5 MW ad una che costa 4,5 miliardi (che produrrà sicuramente più di 40MW) si vede subito che per quanto i costi sono a favore del solare, inizialmente, sul lungo periodo però vendo mooolta più energia! La nucleare costa 400 volte di più e produce (nelle peggiori delle ipotesi) solo 10 volte di più. Sembra svantaggioso, ma già se portiamo la centrale a produrre 400MW il rapporto diventa meno sconcertante: costa 400 volte di più e produce 100 volte di più. Investimento iniziale molto, molto svantaggioso, ma produco molto, molto di più. Se potessi poi produrre 1 GW produrrei 300 volte di più. Produco, tra l'altro, potendo gestire come voglio l'energia. Esclusa la parte economica su cui mi sono avventurato così sconsideratamente, perché non ho le competenze per farlo (ad esempio non so quanto possa produrre un impianto da 4,5 miliardi di euro), la differenza è la costanza e la certezza di produzione.

Facciamo un'esempietto stupido. Se ho una centrale idroelettrica che di giorno produce e di notte ripompa acqua nel bacino (e non piove), per conservazione dell'energia (se voglio mantenere il ciclo sempre in perfetto equilibrio) la notte consuma tanto quanto ha prodotto durante il giorno. Ora questa energia dove la prendo che il solare di notte non produce? Mettiamo ci sia un solare termico di ultima generazione che può farlo, ce la fa a sopperire alla richiesta della centrare idroelettrica, più le utenze?

Siamo realisti.


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la centrale solare in prov di viterbo eroga costantemente l'energia dichiarata, hanno fatto pure un esempio sulla energia erogata in una giornata senza sole, nel docu delle iene.... 12 milioni sono pochi confronto una centrale atomica, ma non sono pochi per una centrale che poi non eroga energia.

non devi fare una centrale nel deserto, ne devi pensare che sostenga il 100% del nostro territorio (nemmeno con le centrali atomiche, dato che si arriva ad un 20%), ma tutti coloro che hanno urlato l'impossibilità che il fotovoltaico possa sostenere una città, hanno avuto la prova che si sbagliavano, altrimenti è negare l'evidenza, non ci sono ne se ne ma.

poi tu ne fai solo un discorso di costi (4 miliardi solo il reattore, vuol dire che una centrale finita con dipendenti, costi di manutenzione, sicurezza e smaltimento, ne costerà più del doppio), non abbiamo ancora finito di pagare le centrali degli anni 80, continuiamo a pagare smaltimento e sicurezza per delle centrali dismesse, immagina con delle centrali attive, non parlo di ambiente per non cadere nel retorico, ma se è vero che abiterei di fianco ad un impianto fotovoltaico, anzi ci farei la firma, diresti la stesa cosa sul nucleare?

se facessimo i pro ed i contro, attualmente i contro sono la stragrande maggioranza a favore del nucleare, mi fa ridere sentire parlare di fusione a freddo o di tecnologie inesistenti, è come se parlassimo della velocità a curvatura di star trek, pure su quella fanno ricerche reali, non per questo ci arriveremo in tempi brevi, ne penso che dovremmo usare il nostro pianeta, mio quanto tuo, per fare esperimenti che possono devastare l'ambiente per trovare questa benedetta fusione a freddo, se verrà scoperta in un mondo devastato da smog e radiazioni io nn vi vedo alcun guadagno, anzi, una volta che una specie animale non esiste più, una volta che un paradiso naturale è stato devastato, non sarà certamente la fusione a freddo a farlo tornare in vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la centrale solare in prov di viterbo eroga costantemente l'energia dichiarata, hanno fatto pure un esempio sulla energia erogata in una giornata senza sole, nel docu delle iene.... 12 milioni sono pochi confronto una centrale atomica, ma non sono pochi per una centrale che poi non eroga energia.

non devi fare una centrale nel deserto, ne devi pensare che sostenga il 100% del nostro territorio (nemmeno con le centrali atomiche, dato che si arriva ad un 20%), ma tutti coloro che hanno urlato l'impossibilità che il fotovoltaico possa sostenere una città, hanno avuto la prova che si sbagliavano, altrimenti è negare l'evidenza, non ci sono ne se ne ma.

poi tu ne fai solo un discorso di costi (4 miliardi solo il reattore, vuol dire che una centrale finita con dipendenti, costi di manutenzione, sicurezza e smaltimento, ne costerà più del doppio), non abbiamo ancora finito di pagare le centrali degli anni 80, continuiamo a pagare smaltimento e sicurezza per delle centrali dismesse, immagina con delle centrali attive, non parlo di ambiente per non cadere nel retorico, ma se è vero che abiterei di fianco ad un impianto fotovoltaico, anzi ci farei la firma, diresti la stesa cosa sul nucleare?

se facessimo i pro ed i contro, attualmente i contro sono la stragrande maggioranza a favore del nucleare, mi fa ridere sentire parlare di fusione a freddo o di tecnologie inesistenti, è come se parlassimo della velocità a curvatura di star trek, pure su quella fanno ricerche reali, non per questo ci arriveremo in tempi brevi, ne penso che dovremmo usare il nostro pianeta, mio quanto tuo, per fare esperimenti che possono devastare l'ambiente per trovare questa benedetta fusione a freddo, se verrà scoperta in un mondo devastato da smog e radiazioni io nn vi vedo alcun guadagno, anzi, una volta che una specie animale non esiste più, una volta che un paradiso naturale è stato devastato, non sarà certamente la fusione a freddo a farlo tornare in vita.

Quella non è una prova, è un caso particolare. Ben venga, ma non è realizzabile ovunque. Non contesto l'evidenza specifica, ma la fattibilità su vasta scala e sul tutto il territorio. Il 20% di nucleare (20% di cosa poi...) è estremamente diverso dal 20% fotovoltaico. Dov'è poi che fa un esempio di produzione notturna? Non l'ho sentito. E per esperienza diretta (forse con pannelli certamente datati) è sufficiente una nuvola per far calare, e non di pochissimo, la resa del pannello. Dubito di notte possa sopperire ai cicli continui delle industrie. Dubito persino possa garantire energia per le abitazioni stesse, questo più che altro in inverno.

Per le fusione fredda è presto fatto, non esiste! Si sta studiando per quella a caldo, con il piccolo problema che costa una marea di energia! Ma tanta! Un mega toroide che deve garantire il confinamento magnetico di plasma ad altissime temperature non può certo consumare poco. Ma che facciamo, non ricerchiamo perché consuma? Rinunciamo alla tecnologia del millennio? Per me ci vuole i fotovoltaico così come il nucleare, nelle giuste proporzioni per garantire approvvigionamento e ridurre l'inquinamento da fonti fossili. Escludere il nucleare vuol dire dover sopperire ad esso con fonti non alternative ai fossili, con conseguente inquinamento atmosferico costante. Le norme sul nucleare sono le più rigide che il mondo civilizzato conosca, si potrebbero inasprire ancora. Senza nucleare però l'America non sarebbe la prima potenza economica mondiale e tante altre cose. Io non voglio fare discorsi economici perché non ne sono in grado. Io ragiono sulle tecnologie in gioco, sui loro pro e sui loro contro. Il solare ha molti più pro del nucleare, ma il nucleare ha il solo pro che vale più di tutti, ovvero lo scopo ultimo della produzione: l'energia! La fisica parla chiaro.


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dicono che il nucleare sia sicuro, ma io non ci credo.

Ci sono stati incidenti ogni circa 30 anni, per non parlare di Chernobyl.

Finalmente dopo anni di incidenti il mondo (o almeno una parte...) ha aperto gli occhi. Il nucleare non può essere il futuro. Senza contare che produce materiali tossici di scarto, che durano per centinaia di anni.

Perlomeno, qui in Italia, abbiamo aperto gli occhi prima di molti altri paesi. La Germania dice addio al nucleare.Altri paesi ancora discutono.

il bello è che tutti sanno i pericoli del nucleare, ma dietro a tutto ciò ci stanno gli interessi... Sai che bello per un cittadino avere una centrale di fianco a casa sua... italiamac_cold.gif

Secondo me bisogna puntare alle risorse rinnovabili. Faccio presente che l'energia geotermica, se estratta bene, può darci energia per oltre 4000 anni, e più.

Per chi sa l'inglese rimando alla lettura di "Our Choice" di Al Gore pe iPhone e iPad (e iPod Touch naturalmente...). aiuta a farsi un'idea della situazione globale. Io sono a metà... italiamac_cheesygrin.gif

Questa è la mia opinione.

Naturalmente ognuno è libero di esprimere la propria wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dicono che il nucleare sia sicuro, ma io non ci credo.

Ci sono stati incidenti ogni circa 30 anni, per non parlare di Chernobyl.

Finalmente dopo anni di incidenti il mondo (o almeno una parte...) ha aperto gli occhi. Il nucleare non può essere il futuro. Senza contare che produce materiali tossici di scarto, che durano per centinaia di anni.

Perlomeno, qui in Italia, abbiamo aperto gli occhi prima di molti altri paesi. La Germania dice addio al nucleare.Altri paesi ancora discutono.

il bello è che tutti sanno i pericoli del nucleare, ma dietro a tutto ciò ci stanno gli interessi... Sai che bello per un cittadino avere una centrale di fianco a casa sua... italiamac_cold.gif

Secondo me bisogna puntare alle risorse rinnovabili. Faccio presente che l'energia geotermica, se estratta bene, può darci energia per oltre 4000 anni, e più.

Per chi sa l'inglese rimando alla lettura di "Our Choice" di Al Gore pe iPhone e iPad (e iPod Touch naturalmente...). aiuta a farsi un'idea della situazione globale. Io sono a metà... italiamac_cheesygrin.gif

Questa è la mia opinione.

Naturalmente ognuno è libero di esprimere la propria wink.gif

Chernobyl non capiterà più! Fukushima c'è andata vicino, ma c'è voluto un terremoto magnitudo 9 e uno zunami...

In Italia non abbiamo aperto gli occhi, gli abbiamo chiusi e rinunciato in partenza non ad usarla, cosa su cui si può discutere, ma anche a comprenderla. Abbiamo chiuso i battenti a tutte le alternative, tutte le possibilità di sviluppo di una fonte di energia enorme. Non è certo infinita, ma i processi nucleari sviluppano più energia di qualsiasi cosa conosciuta (ad esclusione dell'antimateria che è un po' più complicata). Il mondo non potrà fare a meno del nucleare. Se poi esso sarà a fusione piuttosto che a fissione io sarò ben felice! Speriamo di vederlo realizzare...forse quando sarò vecchio...

C'è bisogno di ricerca, in ogni campo, nessuno escluso


«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo