Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






psoriasi e cure naturali. un alternativa alla medicina


Recommended Posts

  • 4 weeks later...
  • Risposte 77
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

@Maghetto da come la descrivi sempra più dermatite seborroica piuttosto che una psoriasi. Se non ce l'hai in forma cronica ma va e viene, solitamente è dovuta più a stress e stanchezza del period

Anche io ne soffro.. negli anni si è spostata dalle braccia alla testa alla schiena, fortunatamente sempre in modo limitato.. lo stress la fa aumentare e, l'unica cosa che pare funzionare sia il sole.

La psoriasi no, ma quella descritta da Maghetto sembra più dermatite seborroica (molto più comune della psoriasi) nella quale i funghi normalmente presenti sulla pelle svolgono un ruolo irritante, da

Posted Images

1 minuto fa, Maghetto dice:

Cosa intendi con cibo naturale? Niente cibo industriale intendi?

 

 

Il cibo che offre la natura, quello che esiste da sempre, non quello inventato dall'uomo decaduto che pensa solo al guadagno e che se ne frega della salute altrui.

Notblu

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, @Maurizio dice:

Ma in natura ci sono anche dei veleni.

 

Il cibo naturale non è certamente puro come quello del 1500, ma è molto più salutare delle "invenzioni dell'uomo". Le case farmaceutiche ci vivono sulle malattie dell'uomo, se nessuno più si ammalasse, fallirebbero, loro vogliono avere popoli malati, così possono continuare a inventare e vendere nuovi farmaci.

 

Prendiamo il pane, l'uomo è oramai abituato a vederlo e mangiarlo bianco, ma questo non è pane, questa è colla! Il VERO pane è marrone scuro e cioè integrale, non raffinato. Una volta era QUESTO il solo pane che mangiava l'uomo, ma poi la sua "intelligenza" ha creato un nuovo disastro: il pane bianco o raffinato.

Notblu

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, @Maurizio dice:

E' anche vero che quando l'uomo mangiava il pane nero e non c'erano le lobby farmaceutiche gli essere umani vivevano la metà di adesso.

 

Ma erano più felici. L'uomo deve imparare dagli animali selvatici, questi mangiano solo il LORO cibo e muoiono di vecchia e per le ferite. Nella giungla non esistono ospedali.

Modificato da Notblu

Notblu

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come fai a sapere che erano felici ?

 

Se erano così felici non avrebbero fatto tutti gli sforzi che continuano a fare tuttora per combattere la morte.

 

E la giungla è solo uno degli habitat possibili, non è detto che sia il più giusto in cui vivere.

Magari qualcuno di quegli animali se potesse scegliere assaggerebbe un po' di pane bianco e sarebbe più felice se una sua ferita si potesse curare.

Modificato da @Maurizio
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lavoravano duro e si accontentavano di poco, non erano coinvolti nel caos della vita dell'uomo "moderno" e più va avanti e più sarà peggio fino a quando verrà il giorno che l'uomo crollerà su sé stesso.

 

E chi ti dice che stanno combattendo la morte? Il miglior modo che io conosca per combattere la morte è cibi sani e vita salutare.

 

Ma scherzi? Prova a dare ad un gatto adulto un pò di latte, non lo beve, non è più il suo cibo, lo era quando era cucciolo. Come mai le tigri rischiano la vita a caccia, non potrebbero mangiare l'erba? Se vuoi far soffrire un animale selvatico mettilo in gabbia.

Notblu

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli uomini del passato si accontentavano di poco perché non avevano scelta, non era una virtù ma necessità di vita.

10 minuti fa, Notblu dice:

E chi ti dice che stanno combattendo la morte?

 

Lo dice la storia, e il come la vita media si sia allungata da quando l'uomo ha cominciato a lottare con le malattie e tutto ciò che lo porta alla morte.

 

Se così non fosse probabilmente né tu né io potremmo adesso scrivere su questo forum, saremmo già felicemente morti da diversi anni. 😅

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Admin

Però l'uomo ha vissuto per 2 milioni di anni mangiando carne, pesce frutta e verdura... forse è questo il cibo naturale... il pane integrale credo sia nato da pochi anni.

 

pan.png.e3f9d0a14f489ffab7c9718ed0681b03.png

 

 

PS

Mi pongo questi dubbi perché dopo un anno e mezzo di veganismo non ho risolto praticamente nulla.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Maghetto dice:

Però l'uomo ha vissuto per 2 milioni di anni mangiando carne, pesce frutta e verdura... forse è questo il cibo naturale... il pane integrale credo sia nato da pochi anni.

 

pan.png.e3f9d0a14f489ffab7c9718ed0681b03.png

 

 

PS

Mi pongo questi dubbi perché dopo un anno e mezzo di veganismo non ho risolto praticamente nulla.

 

 

se hai netflix guardati il documentario "the magic pill". a me ha dato molti spunti interessanti.

 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di come la dieta cheto (o paleo) può aiutare a curare certe patologie e se ricordo bene intervistano una (ex) vegana che spiega come mai ha "cambiato" idea.

  • Mi piace 1

 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ah e all'inzio vengono intervistati degli aborigeni australiani, per rispondere alla tua domanda di come è cambiata la loro e la nostra alimentazione.

 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 8 months later...
Il 16/1/2017 at 12:16, pix dice:

@Maghetto

Un rimedio naturale (fitoterapico) che ho provato e funziona bene (sempre per i sintomi) è l'olio di albero del té da diluire in acqua distillata. 

 

 

Potresti indicare quale marca. Guardando in rete se ne trovano molti ma i commenti lasciano dubbi sulla qualità.

Grazie

"Le menti non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere" - Plutarco

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/3/2019 at 12:37, Maghetto dice:

Riapro questo thread dopo un po' di tempo. Devo dire che la psoriasi dopo un po' che era quasi sparita poi è ritornata (anche nei gomiti e una caviglia). Quindi forse il cambio di alimentazione è stato solo una concomitanza di altri fattori (dimagrimento, maggiore esposizione al sole etc).

 

Il cambio di alimentazione ha degli effetti su tutto l'organismo, ti dico la mia esperienza recente.

Da una trasmissione di medicina un primario di dermatologia parlando di psoriasi disse che il cioccolato è un alimento scatenante. Ho fatto la prova ed è così, purtroppo.

Mia sorella che ha delle intolleranze alimentari mi consigliò di fare attenzione ai lieviti. Ho verificato che pane, fette biscottate, pancarrè, ecc. la fanno aumentare.

Quindi eliminato pane e simili (non totalmente, una pizza ogni tanto) e passato a gallette senza lievito. (potrebbe anche essere la farina di frumento, verificherò )

La situazione sembrava molto migliorata, remissione quasi completa a periodi alternanti del problema sul cuoio capelluto. 

In seguito comparsa di macchie sul torso che specialmente in caso di attività fisica si arrossavano e prudevano.

Per non mangiare fette biscottate a colazione usavo le gallette di riso soffiato. Mi sono sempre misurato la glicemia la mattina a digiuno ed era sempre bassa 73/75 ma questa estate ho provato a misurarla 1,5h dopo colazione e ho scoperto che quelle gallette sono una bomba, sparano la glicemia alta. Così le ho abbandonate subito e ho adottato una dieta attenta allo zucchero. Già non bevevo da tempo bibite varie, ho sostituite le gallette di riso con le Wasa integrali e gelato max 1 volta la settimana.

Risultato: Glicemia tornata nella norma, definizione muscolare dei tempi in cui facevo sport agonistico e la cosa più interessante per noi, le macchie sul torace non si sono più arrossate.

 

 

Modificato da J.T.Kirk

"Le menti non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere" - Plutarco

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La relazione intestino\sistema immunitario è ben lontana dall'essere compresa. La dieta paleo effettivamente risulta essere quella dai risultati più promettenti, è ancora da capire quanto è in grado di influenzare una risposta immunitaria già innescata per i numerosi meccanismi ridondanti che ne amplificano la portata. 

Ho trovato molto utile questo testo, per chi volesse approfondire il discorso 

https://www.amazon.it/sindrome-dellintestino-permeabile-originano-autoimmuni-ebook/dp/B07475WV1B/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1544042474&sr=1-1

Modificato da grayfox_89
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Admin
Il 23/12/2019 at 05:54, J.T.Kirk dice:

 

Potresti indicare quale marca. Guardando in rete se ne trovano molti ma i commenti lasciano dubbi sulla qualità.

Grazie

 

Un po' di tempo è passato da quando ho postato l'ultima volta ed ora ho le idee più chiare sul problema. Non sono un medico quindi parlo di esperienza personale, quindi non sono consigli ma un racconto della mia esperienza.

 

1. Dieta vegana è distruttiva per la psoriasi.

2. Dieta migliore (che per ora ho sperimentato e mi ha risolto il problema quasi totalmente) è quella Low Carb (Paleo, Ancestrale, Life 120 o comunque vogliate chiamarla): carne, pesce e verdure a piacere, un frutto al giorno e carboidrati solo occasionalmente.

3. Creme e pomate: non fanno altro che spostare il problema da un'altra parte.

4. Cambiando alimentazione si risolvono anche i problemi di disbiosi intestinale che sono collegati in vario modo alla psoriasi (secondo molti).

5. Sole ha un effetto davvero benefico, più ne prendi, meglio stai (in mancanza di sole un surrogato invernale è la Vitamina E, ma non nelle quantità risibili che trovi al supermercato, roba seria).

 

Questa è la mia esperienza, leggerò con molto piacere le vostre...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Maghetto dice:

 

Un po' di tempo è passato da quando ho postato l'ultima volta ed ora ho le idee più chiare sul problema. Non sono un medico quindi parlo di esperienza personale, quindi non sono consigli ma un racconto della mia esperienza.

 

1. Dieta vegana è distruttiva per la psoriasi.

2. Dieta migliore (che per ora ho sperimentato e mi ha risolto il problema quasi totalmente) è quella Low Carb (Paleo, Ancestrale, Life 120 o comunque vogliate chiamarla): carne, pesce e verdure a piacere, un frutto al giorno e carboidrati solo occasionalmente.

3. Creme e pomate: non fanno altro che spostare il problema da un'altra parte.

4. Cambiando alimentazione si risolvono anche i problemi di disbiosi intestinale che sono collegati in vario modo alla psoriasi (secondo molti).

5. Sole ha un effetto davvero benefico, più ne prendi, meglio stai (in mancanza di sole un surrogato invernale è la Vitamina E, ma non nelle quantità risibili che trovi al supermercato, roba seria).

 

Questa è la mia esperienza, leggerò con molto piacere le vostre...

 

1. La dieta vegana non da nessun beneficio con la psoriasi..

2. La dieta migliore è simile alla Paleo, ma con un contenuto di carboidrati complessi tra il 50 e 60%

4. L'alimentazione ovviamente influenza in maniera molto profonda la disbiosi, che è solo uno dei vari cofattori che aumentano la permeabilità dell'intestino agli epitoti immunogeni che causano poi la psoriasi

5. Il sole ha effetto benefico perché aumenta la vitamina D che si è rivelata oltre che importantissima per il bilancio del calcio\fosforo anche per modulare il sistema immunitario (sregolato nelle malattie autoimmuni). Molti studi sono in corso.

 

Mi permetto di intervenire in qualità di farmacista e medico molto interessato all'argomento visto gli enormi risvolti possibili, in ogni caso vi consiglio il testo di cui sopra. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Admin
53 minuti fa, grayfox_89 dice:

 

1. La dieta vegana non da nessun beneficio con la psoriasi..

2. La dieta migliore è simile alla Paleo, ma con un contenuto di carboidrati complessi tra il 50 e 60%

4. L'alimentazione ovviamente influenza in maniera molto profonda la disbiosi, che è solo uno dei vari cofattori che aumentano la permeabilità dell'intestino agli epitoti immunogeni che causano poi la psoriasi

5. Il sole ha effetto benefico perché aumenta la vitamina D che si è rivelata oltre che importantissima per il bilancio del calcio\fosforo anche per modulare il sistema immunitario (sregolato nelle malattie autoimmuni). Molti studi sono in corso.

 

Mi permetto di intervenire in qualità di farmacista e medico molto interessato all'argomento visto gli enormi risvolti possibili, in ogni caso vi consiglio il testo di cui sopra. 

 

Grazie grayfox_89, quindi abbiamo una conferma di una parte di quello che dicevo. Resta solo una difformità per quanto riguarda i carboidrati complessi, a me pare proprio che mi facessero male. Tra l'altro, nella mia esperienza personale nel mio periodo peggiore della psoriasi non faceva molta differenza tra (per esempio) pizza normale o integrale, mi faceva aumentare il prurito in tutti e due i casi, ma ripeto esperienza personale. Ora che mangio pochissimi carboidrati, una pizza ogni tanto non mi fa nulla.

 

Di quale libro parlavi qui sopra? Se non sbaglio la Paleo (nella prima formulazione di Wolf), non prevede carboidrati, ma nella seconda (Paleo su misura) sì, ma solo quelli testati dal soggetto.

 

PS

Con la frase "Dieta vegana è distruttiva per la psoriasi." intendevo che per me è stata dannosa, mai avuto così tanta psoriasi come quando la seguivo. Credo per via dell'alta quota di carboidrati che ovviamente devi mangiare se togli qualsiasi prodotto di origine animale. Tra l'altro la dieta vegana per me è stata fonte di molti disturbi ora spariti.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, Maghetto dice:

 

Grazie grayfox_89, quindi abbiamo una conferma di una parte di quello che dicevo. Resta solo una difformità per quanto riguarda i carboidrati complessi, a me pare proprio che mi facevano male. Tra l'altro, nella mia esperienza personale nel mio periodo peggiore della psoriasi non faceva molta differenza tra (per esempio) pizza normale o integrale, mi faceva aumentare il prurito in tutti e due i casi, ma ripeto esperienza personale. Ora che mangio pochissimi carboidrati, una pizza ogni tanto non mi fa nulla.

 

Di quale libro parlavi qui sopra? Se non sbaglio la Paleo (nella prima formulazione di Wolf), non prevede carboidrati, ma nella seconda si (Paleo su misura), ma solo quelli testati dal soggetto.

 

PS

Con la frase "Dieta vegana è distruttiva per la psoriasi." intendevo che per me è stata dannosa, mai avuto così tanta psoriasi come quando la seguivo. Credo per via dell'alta quota di carboidrati che ovviamente devi mangiare se togli qualsiasi prodotto di origine animale.

 

 

Con "dieta migliore", riferendomi alla Paleo, rispetto ai suoi concetti generali: no al latte vaccino (caseina), no ad alcune leguminose e solanacee (Solanine e acido ftalico), zuccheri semplici. I composti che ho evidenziato tra le parentesi sono per esempio solo alcuni degli elementi che in maniera accertata possono causare irritazione e danno alla parete intestinale. Resta una dieta errata per il basso contenuto di carboidrati. Nel tuo caso potrebbe tranquillamente coesistere un'intolleranza geneticamente determinata (per esempio nel quantitativo di enzimi espressi) che causa i sintomi associati ai carboidrati. Oppure ancora essere in presenza di un intestino irritato che causa una risposta infiammatoria a costituenti innocui (come accade nella celiachia). Il discorso è complesso, sto cercando di semplificare e rendere scorrevole il tutto 😄

 

Come libro a "La sindrome dell'intestino permeabile" che ho linkato qualche commento fa. Non eccessivamente tecnico, poco prolisso, ma con riferimenti precisi. Lo consiglio se voleste approfondire l'argomento. E' comunque un ambito di studi che ha accelerato molto negli ultimi anni, tante cose sono ancora da definire 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo