Vai al contenuto


c5014713

progettazione grafica e risoluzioni di stampa

Recommended Posts

ciao ragazzi,

sono alle prime armi come grafico e non riesco a capire alcune cose.

sto "progettando" della grafica pubblicitaria per una festa. devo fare una locandina 33x69 cm e un poster pubblicitario da 68x98cm da appendere per la città.

ho una foto da 21x28 cm a 300 dpi, sto impaginando con indesign.

ora, il mio problema è: devo ricampionare la foto a photoshop e quindi averne alla fine 2, oppure introduco quella che ho in indesign in entrambi i lavori e la scalo quanto mi serve?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


se la tua foto va a piena pagina nel manifesto va ridimensionata del 350% che sarebbero circa 85ppi√Ę‚ā¨¬¶ anche campionandola in psd sarebbe comunque troppo, vai a rovinare la foto ma se hai intenzione di stamparla in digitale forse non verr√ɬ† poi cos√ɬ¨ male. il ricampionamento fatto in InDesign non √ɬ® come quello di psd ma almeno non ti ritrovi con un file enorme√Ę‚ā¨¬¶

usa la stessa per tutti e due i lavori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io in sostanza sto rifacendo la parte grafica vettoriale del progetto, perchè la foto è la stessa dell'anno scorso. Il problema è che i file dell'anno passato nn li ho io e non sono recuperabili, e quindi non riesco a vedere come ha fatto chi mi ha preceduto. Ho però sottomano le stampe e quella 68x98 cm nn è male, anzi è venuta bene.

Io vorrei replicare qualitativamente il risultato dell'anno scorso avendo lo stesso file sorgente, e mi sono ritrovato con questo dubbio. La foto viene a circa 90 dpi sul manifesto a rigor di logica, mantenendo lo sesso numero di pixel....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Discorso alquanto complesso.

In linea generale i documenti su Photoshop non dovrebbero mai sorpassare il 15 massimo in alcuni casi il 20% d'ingrandimento di un documento, dopodichè i grafici cominciano a storcere il naso, ribadisco linee di base. Ora tu vorresti ricampionare un documento del 350% :shock:

Photoshop è un buon programma ma non fa miracoli :ghghgh:

Dopodichè su InDesign non si scala MAI, tranne se per ridurre, ma allora a sto punto è meglio farlo direttamente su Photoshop per ridurre la dimensione (oscuro sa di sicuro - fa pure rima - quello che sto dicendo :prrrr: ).

Ora per difetto un cartellone o un poster non si guardano da vicino...generalemente (oppure si deve soffrire di miopia o astigmatismo? Boh non ricordo comunque), quindi questo ti lascia un p√ɬ≤ di spazio in pi√ɬĻ per lavorare.

Su un cartellone la base è di 120dpi*cm, tu sei a quanto pare dalle tue parole a 90dpi*cm se non erro, quindi forse con quei 30dpi*cm che ti mancano puoi arrivare al 20% fatidico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non sono d'accordo su tre punti:

1. i canonici 300ppi sono ridondanti, la differenza con un 200ppi in offset non si percepisce o quasi.

2. su InDesign si ridimensiona senza tante remore fermo restando che non si esageri

3. lui ha 300 ppi√Ę‚ā¨¬¶ per pollice, non per centimetro, i 90 per pollice sono pochini, per centimetro sarebbero sufficenti√Ę‚ā¨¬¶

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nel tuo caso direi: ma anche no ma questo √ɬ® un mestiere in cui ognuno usa una propria filosofia√Ę‚ā¨¬¶ alcuni la cambiano nel corso della vita professionale, altri sono ancorati a sistemi di lavoro e procedure antiche√Ę‚ā¨¬¶ alla fin fine √ɬ® il risultato che conta, come lo raggiungi un po' meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non sono d'accordo su tre punti:

1. i canonici 300ppi sono ridondanti, la differenza con un 200ppi in offset non si percepisce o quasi.

2. su InDesign si ridimensiona senza tante remore fermo restando che non si esageri

3. lui ha 300 ppi√Ę‚ā¨¬¶ per pollice, non per centimetro, i 90 per pollice sono pochini, per centimetro sarebbero sufficenti√Ę‚ā¨¬¶

Scusa oscuro ma dove lo vedi menzionato pollici? Forse non lo vedo io.

In InDesign non si ridimensiona per ingrandire (per ridurre come desideri, ma come detto in precedenza modifico direttamente dal programma e non da InDesign), non perch√ɬ® non si pu√ɬ≤ fare, semplicemente perche non serve a nulla altroch√ɬ® ridurre la qualit√ɬ† del documento, poich√ɬ® stiamo parlando di immagini raster e non di vettoriale (il vettoriale ingrandisci e riduci quanto te pare su InDesign). Questo per ridurre le dimensioni del documento senza perdere qualit√ɬ† (mi hanno insegnato ed ho seguito sovente questa regola, boh mi avranno insegnato male, ma mi hanno sempre detto che √ɬ® inutile creare un'immagine raster 10cm*10cm se poi la devo fare 15cm*15cm su InDesign, la creo 15*15 direttamente e viceversa ed evito un passaggio in pi√ɬĻ da fare su InDesign, riduco la dimensione ed inoltre la qualit√ɬ† non muta....ove questo sia possibile logicamente, da li ho capito il perch√ɬ® dell'utilizzo delle squadre su InDesign...non solamente per quello).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccolo dizionario Inglese/Italiano:

dots per inch (dpi) = punti per pollice.

Scrivere "120dpi*cm" è come dire "un metro è pari a 43,52 centimetri".

Rimandato a settembre...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

micro dizionario ITA/ITA:

dpi si usa in stampa

ppi si usa a monitor√Ę‚ā¨¬¶ visto che si parla di PIXEL per pollice.

se lui scrive [erroneamente] che ha una foto a 300dpi quella "i" dovrebbe togliere ogni dubbio.

io [dopo un sacco di prove] mi sono reso conto che ricampionare del 30% una foto in psd o ingrandirla su ID [visto che poi vengono retinate] non c'è praticamente differenza. ma ribadisco il concetto: non sono verità universali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Conosco dpi, ppi, lpi, giustamente, e riconosco che significa punti per pollice, in effetti sono rimato anche io un pò perplesso (i"" significa sempre inches in tutti e tre gli acronimi). Ora siccome quando si parla di cartelloni, poster e via dicendo...., mi hanno sempre fatto lavorare in cm e mai in inches, mi è venuto spontaneo fare due calcoli oggettivi.

Scrivere "120dpi*cm" è come dire "un metro è pari a 43,52 centimetri".

Rimandato a settembre...

Vero :oops:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Conosco dpi, ppi, lpi

questo si era capito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate la mia ignoranza, ma perché non si può ingrandire con InDesign?

La cosa importante è non ridurre troppo la risoluzione del file - per esperienza non sono mai sceso sotto ai 250 dpi per evitare anche un solo accenno di "pixelatura" - quindi non ingrandisco mai oltre il 130%.

Logicamente ci sono lavori e lavori, perché creando delle grafiche per uno stand ho ingrandito un A4 a 300 dpi trasformandolo in una vela da 200x300 cm (!) senza troppa perdita di qualità.

O meglio, quando ho visto la stampa mi si sono rizzati i peli sulla schiena per tutti i quadrettoni che si vedevano specie negli stacchi tra i colori, ma da lontano faceva comunque la sua figura. E il cliente √ɬ® rimasto contento, cosa ancora pi√ɬĻ importante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusate la mia ignoranza, ma perché non si può ingrandire con InDesign?

infatti è quel che ho ribadito. si può eccome ma se le foto fanno schifo non c'è accorgimento che tenga.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Essendo software di Adobe, penso che per il ricampionamento delle immagini usino gli stessi algoritmi, magari quello di PS potrebbe essere un p√ɬ≤ pi√ɬĻ sofisticato, ma credo il risultato sia paragonabile.

Per quanto riguarda la risoluzione di stampa ideale... b√ɬ† dopo anni di esperienza, di prove, di santi in paradiso e non, posso dire che non esiste una verit√ɬ† assoluta certo pi√ɬĻ risoluzione hai √ɬ® meglio √ɬ®... ma a volte se √ɬ® troppa pu√ɬ≤ anche essere controproducente, senza dimenticare che su manifesti 70x100 o addirittura 3x4 metri o 6x3 metri, avere 300 dpi fanno diventare elefantiaci i file e ci vuole un CRAY per lavorarci sopra, come dicevo per esperienza personale ho stampato con risultati pienamente soddisfacenti (perch√ɬ® alla fine √ɬ® quello che conta... il risultato) manifesti e poster di generose dimensioni anche con risoluzioni pi√ɬĻ basse (sono arrivato fino a 40 dpi), perch√ɬ® spesso ci dimentichiamo che un elemento che influisce sulla resa √ɬ® la distanza di visione, che aiuta molto in questi casi. Poi vale sempre il discorso che se la foto √ɬ® pessima pu√ɬ≤ avere tutti i dpi che vuoi ma verr√ɬ† sempre male, se invece √ɬ® un ottimo file la sua resa sar√ɬ† soddisfacente anche a bassa risoluzione, con qualche dettaglio magari meno nitido.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse mi spiego male io, ma ingrandire il file si indesign ripeto è tecnicamente possibile, mica esiste solo il ridimensionamento. Quello che io vorrei far capire sulle immagini raster e che se devo stampare a 120dp*cm dimensione 30cm*30cm, creo la dimensione che desidero su indesign inserisco il file e adatto, in seguito modifico il file su photoshop e non lo vado ad ingrandire direttamente da indesign (ribadisco ove questo sia possibile, ergo non ingrandisco mai da indesign ma adatto da photoshop).

Poi questa è una mia filosofia che non vuol dire che sia legge :ghghgh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se i manifesti li stampi con plotter 90 dpi sono sufficienti perche' il plotter rippa a 72. Se devi stampare in off set l,ideale e' 300 ma fino a 150 puo' passare (dipende dall'immagine). Il poster piccolo andrebbe a circa 150 quello piu' grande sarebbe un po' scarso. Poi ci possono essere alcuni escamotage per sistemare la grafica.... buon lavoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

micro dizionario ITA/ITA:

dpi si usa in stampa

ppi si usa a monitor√Ę‚ā¨¬¶ visto che si parla di PIXEL per pollice.

se lui scrive [erroneamente] che ha una foto a 300dpi quella "i" dovrebbe togliere ogni dubbio.

io [dopo un sacco di prove] mi sono reso conto che ricampionare del 30% una foto in psd o ingrandirla su ID [visto che poi vengono retinate] non c'è praticamente differenza. ma ribadisco il concetto: non sono verità universali.

Per quanto ne so' io, ricampionare non serve a nulla. Durante questa operazione il software non fa altro che duplicare i pixel che ci sono gia', ma non va a dare maggior qualita' ad un'immagine inserendo la gradazione e le sfumature che danno nitidezza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunit√†. √ą facile!

Crea un nuovo account

Accedi

Sei già iscritto? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da laqueeta
      Buonasera a tutti!
      Scrivo perché ho appena realizzato che Apple ha definitivamente chiuso il servizio stampa dei fotolibri [etc.] affidando l'incarico a servizi esterni scadenti.
       
      Quando creo un fotolibro su Foto, dopo aver 1.selezionato la dimensione, 2. selezionato il tipo di copertina, 3. disposto le immagini per bene dovrei cliccare su File, Crea e selezionare un estensione che però non manterrà la creazione precedentemente fatta perché naturalmente è un servizio a parte, a sé, e di conseguenza diviene inutile usare Foto con le sue impostazioni di stampa.
       
       
      ORA CHIEDO: Conoscete un sito, un'applicazione (mac), un servizio serio e affidabile, intuitivo e professionale com'era Foto per creare fotolibri?
      E, nota importante: vorrei mantenere lo stile dei fotolibri precedenti, quindi, ricrearne altri con "copertina morbida, 20x15" 
       
       
      Grazie in anticipo
    • Da Matteo Andrei
      Buonasera a tutti, sono nuovo del forum e spero di essere nella sezione giusta (perdonatemi se non lo sono).
      Avrei un quesito da porvi, ho iniziato ad usare Indesign da poco e ho parecchi dubbi riguardo la stampa del mio progetto.
      Io ho ultimato il mio lavoro, però non ho impostato inizialmente la pagina al vivo e neanche i segni di taglio. Ho mandato il PDF esportato in qualità tipografica allo studio che poi stamperà tutto e, per evitare di stampare una schifezza, ho chiesto di dirmi se andasse tutto bene e se fosse ok per la stampa.
      Mi hanno risposto che mancherebbero i "rifili sui 4 lati".
      Qualcuno sa spiegarmi in soldoni cosa dovrei fare?
      Inoltre posso impostare la pagina al vivo alla fine di tutto il lavoro?
       
      Grazie mille a tutti!!
    • Da life4life
      Ciao, ho un dubbio e vorrei qualche parere da utenti piu esperti. Sto pensando di acquistare il mio primo pc Apple, la nuova versione (2018) del MacBook Pro con touch bar da 13, configurazione standard i5 e 256gb di ssd. Il dubbio e riguardo la ram... 16gb o non 16gb? A parte i soliti lavori giornalieri (suite office, video, film, internet, email, ecc...) uso photoshop a livello intermedio e in un futuro prossimo mi piacerebbe acquistare un drone (nello specifico il DJI Mavic Air) e fare qualche video, da qui il dubbio sulla ram. Premetto che anche acquistassi un drone sarebbe tutto a livello amatoriale, quindi un hobby. Ho questo dubbio perche ho sempre letto che Mac Os e meno esigente per quanto riguarda la ram rispetto a Windows e sul mio vecchio pc Windows (4 gb ram) riuscivo ad utilizzare Photoshop CS6 (portable) senza particolari problemi, percio vorrei sapere se gli 8gb standard sarebbero ok. 
       
      Grazie mille!!!
  • Statistiche forum

    529160
    Discussioni Totali
    6333571
    Risposte Totali
  • Statistiche Utenti

    122138
    Utenti totali
    14120
    Record utenti online
    Massimiliano Ferrucci
    Nuovo iscritto
    Massimiliano Ferrucci
    Iscritto
  • Statistiche annunci

    119
    Annunci attivi
    18
    Domande
    0
    Recensioni
    0
    Offerte
√ó