Vai al contenuto





Nuvolari

Chi, dopo gli studi, ha preso i bagagli e se n'è andato? Esperienze cercasi!

Recommended Posts

Non so quanti anni tu abbia, però una cosa che potresti provare a fare è entrare da studente universitario.

C'è un sistema di prestiti bancari per pagarti i corsi fatto a posta per gli studenti: sono soldi che dovrai restituire solo nel momento in cui avrai trovato lavoro; in più ci sono delle borse di studio all'interno dell'università che potrebbero aiutarti. Inoltre, attraverso l'università il lavoro lo trovi al 100% dopo la fine degli studi o durante; infatti ogni estate loro propongono stage in determinate aziende e chi dice che devi per forza finire l'università? Capace che l'azienda ti prende.

Diciamo che questo, secondo me, è il modo più liscio per entrare nel loro sistema.

 

Oppure vai all'avventura...

In europa, per il settore che ti interessa, direi un po' dappertutto. Per quanto riguarda la qualità della vita, dipende da te. Io ho sentito parlare molto bene dei paesi nordici Olanda e Norvegia, oppure Svizzera, Germania, Inghilterra. Dipende poi molto anche da te, cioè da come vorresti fosse l'ambiente in cui vivere.

 

Ciao, in America ho sentito parlare di facoltà che qui in italia non ci sono neanche, corsi bellissimi e università con laboratori spettacolari, che lasciano lo spazio alla creatività dello studente. Ho pensato a Londra e Germania sai? solo che non mi hanno mai ispirato le città un po' cupe come Londra e neanche i tedeschi anche se ho alcuni amici che lavorano in ambedue le parti e non si lamentano affatto. Il mio luogo ideale? Un posto con una cultura molto libera e aperta, un posto dove la tecnologia occupa un gran posto nella società ed è all'avanguardia rispetto agli altri stati del mondo e viene usata ogni giorno quotidianamente ed è implementata nel pieno della società, un posto dove tutto è molto grande, e per grande intendo strade,case,società ecc.. non ti sto descrivendo l'America ma ciò che amo fin dai miei 13 anni (ora ne ho 20 appena compiuti), e da quando ho scoperto l'esistenza della silicon valley ho capito che era come il mondo dei miei sogni solo reale  :ghghgh:  :ok:  Purtroppo nella silicon non si può vivere per colpa dei costi, a meno che non lavori in una delle aziende li vicino... e non ti dico quali sono...


iPhone 3gs black 16gb -  iPhone 5 black 16gb -  iMac 21,5 - MacBook Pro Retina 13“ 2015

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Per quanto riguarda le università la cosa è ultra moderna, ci sono molte infrastrutture ed hai la possibilità di dare sfogo alla creatività anche in Germania e Inghilterra. I tedeschi sono simpatici, però a me piacciono di più gli olandesi. Le città sono un po' cupe, è vero.

Per la tecnologia e la libertà la California è ad un livello diverso: fanno cose da film in tutti i sensi (anche i più pazzi). Tuttavia, gli americani sono un po' scemotti da quel che ho potuto vedere. Anche se resta il fatto che la California è un mondo a se rispetto al resto dell'America. Le università li costano, Stanford è il top per costi e Computer Sciences però son fior di quattrini, poi c'è ne sono altre, meno costose ma altrettanto valide. Onestamente alla Stanford hanno un po' la puzza sotto al naso i professori in primis (magari non tutti). Ci sono poi Berkeley, Caltech(la patria dei geni veri) e così via.

Nulla ti vieta poi di andare e buttarti, però è tosta prendere la cittadinanza se sei uno che va all'avventura. Ho sentito di qualcuno che era stato assunto da aziende statunitensi dall'Italia e anche se avevano contratto e tutto, hanno dovuto comunque impegnarsi per riuscire ad avere la cittadinanza. Per questo ti consigliavo di inserirti un qualche meccanismo che ti prepara e poi ti garantisce un lavoro. Da loro i corsi di Comouter Sciences non sono come da noi. Sono fatti bene, ti insegnano veramente la materia nel modo giusto, ti fanno entrare nell'ottica.

Tuttavia, non è una strada facile, ma nessuna lo è; perché devi essere bravo in quello fai e riuscire a tenere le scadenze (ti parlo sempre dell'università).

Poi non esiste solo la California, ci sono un mucchio di altri stati e città.

Un consiglio spassionato: non credere che l'America è la soluzione ad ogni tuo problema o il paradiso terrestre. Anche li ci sono cose negative e la mentalità americana per quanto aperta alle volte è molto diversa dalla nostra, quasi inconcepibile in alcuni casi. Ti ripeto: gli americani sono un popolo un po' scemotto; non che siano stupidi, eh, ci mancherebbe, però tienilo a mente.

Ad ogni modo, queste sono solo chiacchiere, se non vedi con i tuoi occhi, non puoi fare nessuna scelta secondo me.


Il Mac è come un televisore, quando ti serve lo accendi, lo usi, te lo godi e, quando ti sei stancato, lo spegni.

Un PC Windows è come se ti fossi preso il cane: gli devi togliere le pulci, lavarlo, pettinarlo e, per ricompensa, se per una volta ti dimentichi di portarlo in bagno, te la farà in casa.

[cit.]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda le università la cosa è ultra moderna, ci sono molte infrastrutture ed hai la possibilità di dare sfogo alla creatività anche in Germania e Inghilterra. I tedeschi sono simpatici, però a me piacciono di più gli olandesi. Le città sono un po' cupe, è vero.

Per la tecnologia e la libertà la California è ad un livello diverso: fanno cose da film in tutti i sensi (anche i più pazzi). Tuttavia, gli americani sono un po' scemotti da quel che ho potuto vedere. Anche se resta il fatto che la California è un mondo a se rispetto al resto dell'America. Le università li costano, Stanford è il top per costi e Computer Sciences però son fior di quattrini, poi c'è ne sono altre, meno costose ma altrettanto valide. Onestamente alla Stanford hanno un po' la puzza sotto al naso i professori in primis (magari non tutti). Ci sono poi Berkeley, Caltech(la patria dei geni veri) e così via.

Nulla ti vieta poi di andare e buttarti, però è tosta prendere la cittadinanza se sei uno che va all'avventura. Ho sentito di qualcuno che era stato assunto da aziende statunitensi dall'Italia e anche se avevano contratto e tutto, hanno dovuto comunque impegnarsi per riuscire ad avere la cittadinanza. Per questo ti consigliavo di inserirti un qualche meccanismo che ti prepara e poi ti garantisce un lavoro. Da loro i corsi di Comouter Sciences non sono come da noi. Sono fatti bene, ti insegnano veramente la materia nel modo giusto, ti fanno entrare nell'ottica.

Tuttavia, non è una strada facile, ma nessuna lo è; perché devi essere bravo in quello fai e riuscire a tenere le scadenze (ti parlo sempre dell'università).

Poi non esiste solo la California, ci sono un mucchio di altri stati e città.

Un consiglio spassionato: non credere che l'America è la soluzione ad ogni tuo problema o il paradiso terrestre. Anche li ci sono cose negative e la mentalità americana per quanto aperta alle volte è molto diversa dalla nostra, quasi inconcepibile in alcuni casi. Ti ripeto: gli americani sono un popolo un po' scemotto; non che siano stupidi, eh, ci mancherebbe, però tienilo a mente.

Ad ogni modo, queste sono solo chiacchiere, se non vedi con i tuoi occhi, non puoi fare nessuna scelta secondo me.

 

Che intendi per scemotti?


iPhone 3gs black 16gb -  iPhone 5 black 16gb -  iMac 21,5 - MacBook Pro Retina 13“ 2015

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eh, che la maggior parte che ho conosciuto mi ha dato questa impressione, sicuramente ce ne sono stati altri che mi hanno fatto una buona impressione, però questa è una cosa personale, io ho avuto questo pensiero. A te magari non sembrerà, magari conoscerai gente diversa, tutto qui.

Diciamo che per scemotti intendo dire che tutto lo spirito d'iniziativa che trovi qui da noi, li manca, e che essendo così organizzati se cambi un po' le carte in tavola si bloccano. Ovviamente ci sono le eccezioni, che secondo me rimango, appunto, eccezioni e non la regola.


Il Mac è come un televisore, quando ti serve lo accendi, lo usi, te lo godi e, quando ti sei stancato, lo spegni.

Un PC Windows è come se ti fossi preso il cane: gli devi togliere le pulci, lavarlo, pettinarlo e, per ricompensa, se per una volta ti dimentichi di portarlo in bagno, te la farà in casa.

[cit.]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest rioma_7

Io vedo tanti miei amici che sono andati a londra dicendo: cambio vita non tornerò più indietro e invece dopo 1/2 max 3 anni son tutti tornati perchè nonostante in UK ci sia la meritocrazia perciò da lavapiatti puoi diventare responsabile del locale dove lavori, alla fine, soprattutto a londra, la vita costa e comunque vuoi farti qualche serata etc e perciò ti ritrovi a sopravvivere e contare i centesimi a meno che tu non abbia così tanti soldi da poterti permettere una discreta vita a londra.

 

Per l'australia io spererei di andarci per la specialistica di grafica, è un grosso passo importante, anche perchè non puoi dire torno per il weekend a casa :D li però ci sono ottime opportunità c'è molta disponibilità a fare lavorare i giovani soprattutto se hai una laurea e cosa da non sottovalutare è un paese in grande sviluppo e troverai tanti italiani li.

 

Comunque come dice sabri700 in germania è un'ottimo posto dove andare, non troppo distante, ma che da grandi possibilità di lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io studio Lingue e Letterature Straniere. Dovrei finire quest'anno e non so cosa mi aspetta.

Più di tutto mi frena il fatto che mia cugina ha intrapreso il mio stesso corso, laurea triennale e specialistica (Con ottimi voti), però non ha trovato nulla. Non si è spostata dall'Italia, questo è da aggiungere.

Però spesso mi parlano i miei amici, da Londra, dalla Germania, dall'Australia. Forse non sono stati fortunati, ma raccontano di essere partiti pieni di speranze, volendo trovare lavoro o studiando ulteriormente. E si sono affossati con il lavoretto "Part-time" diventato "full", e con la ragazza del posto. Però in posti da impiegato come ristorazione o turistico.

Non c'è nulla di male. Ho lavorato nell'ipercoop della mia città, e ho fatto altri lavori. Ho sempre trovato degno lavorare comunque e farsi il mazzo, che passare le serate a pensare quanto ci possa rimettere la mia vita sociale.

Ma per studiare 5 anni, magari poi un master, o altro non ne vale la pena.

Ho paura  :ghghgh:  :shock:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto valuntando un'esperienza in Canada. Vorrei partire e vedere cosa succede, anche se ho parlato un po' con gente che vive li e trovare un lavoro che permetta di ottenere un visto definitivo non è così semplice. Mi sto informando anche per la Francia e la Norvegia, sicuramente paesi dove entrare sarebbe più facile per via dell'appartenenza alla UE. Si vedrà. Per ora ho avviato l'iter burocratico per ottenere un visto Work&Study in Canada.

Come funziona l'iter burocratico per il Work-holiday in Canada?

A me interesserebbe il settore alberghiero-turistico in montagna o in qualche Parco Nazionale (visto che ho avuto gia esperienze pregresse in Italia e all'estero), per un anno o anche più a lungo.

Dove posso reperire informazioni e opportunità di lavoro in Canada?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine non ci sono andato! Perché ho iniziato a lavorare in Michelin e sono rimasto in Europa! [emoji16]


MacBook Late 2008 '13 - C2D 2.4 - 8GB RAM - SSD 128GB + HDD 1TB - OSX 10.10 Dev GM3

Membro del club: "Io ho usato iPhone OS 1.0 e Android 1.0" - # Io ODIO iOS7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve ragazzi,
Da quasi un non non vedo molte prospettive a lungo termine nella mia bella e amata Italia, sia a livello lavorativo che altro. Non sto qui a dilungarmi sul mio percorso di vita, universitario, lavorativo, sentimentale ecc.
Vi chiedevo, a chi vive e lavorare in Canada, se sia conveniente per via della qualità della vita, clima, offerte di lavoro, stipendi sia una bella opportunità potersi trasferire in Canada, visto che sono anni che ci penso e adesso vorrei metterlo in pratica, per un periodo di un anno e poi valutare se fa per me.
Mi ero informato mesi fa della possibilità di ottenere un visto lavorativo, ma bisognava avere un referente lavorativo sul territorio canadese che ti assicurava la stipula di un contratto di lavoro.
Altrimenti mi sembra ci sia la possibilità del visto Work&Holiday, ma di difficile reperimento, perché da quello che ricordo ne rilasciano soltanto 1.000 per l'Italia e le domande erano 15.000 l'anno scorso.

Sono un ragazzo di 27 anni di Macerata, nelle Marche.
Il mio inglese è di livello medio intermedio - First B2.
Diploma Liceo Scientifico - voto 82/100
Sto conseguendo la Laurea Specialistica in Scienze Politiche e delle relazioni Internazionali presso l'Università degli Studi di Macerata
Ho lavorato come fotografo professionista dal 2011 (www.gentilimarco.com), cameriere dal 2008 ad oggi in hotel di lusso, rifugi di montagna, catering in italia e all'estero, per stagioni intere e fine settimana.
Esperienza Erasmus+ Traineeship a Cracovia presso l'Ambasciata Italiana in Polonia.
Servizio Civile Nazionale nel 2011 presso l'ospedale della mia città.
Informatica: ECDL, uso professionale dei sistemi Windows - Mac OSX e dei pacchetti software Adobe: Photoshop CS6, Premier CS6, Lightroom 5, Office, Wordpress, HTML.

Mi piacerebbe poter lavorare per un anno in un albergo o struttura turistica ricettiva, in uno nei numerosi Parchi Nazionali canadesi, per via della mia passione per la Natura e i paesaggi incontaminati.
Secondo voi mi conviene andare a parlare direttamente con l'Ambasciata a Roma per avere delle informazioni più dettagliate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo