Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

Menz

Master in UK

Recommended Posts

Alla AA avevo visto questo :)

http://www.aaschool.ac.uk/STUDY/GRADUATE/aadrl.php

Quindi vediamo un po la

Scelta e ampia

Per le altee tipo la ucl devo fare richiesta tramite il loro portale statale che coordina tutte le uni inglesi giusto?

Poi ogni universita fai dei colloqui per ammettere oppure no giusto?

Una sorta di numero chiuso?

Tu dove hai studiato?

Se a me interessasse la progettazione tramite software parametrici, grafica e via dicendo chi consiglieresti?

Scusa le molte domande :)


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


il colloquio lo chiedono tutte, con presentazione del portfolio.

il numero e` limitato ma non chiuso, ognuno fa come gli pare. piu o meno.

LSBU

Non so come funziona la AA, ma di solito in UK, si aspettano che tu sappia gia fare molto o tutto. Non ti aspettare che si mettono li e ti spiegano come usare software. Di solito.

Il parametrico e` apprezzato e sviluppato da tutte.

Il corso che hai visto e` fondato da un associato della Hadid, quindi e` sicuramente orientatissimo al parametrico.

Comunque sia questi corsi servono solo per il CV e per migliorare il tuo portfolio (cosa piu che essenziale in UK).


-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho sentito parlare della southbank.

Mi hanno detto molto buona

Comunque la AA ha un Apply solo suo non fa parte del sistema di Apply statale se non sbaglio.

Ma i colloqui di ammissione son esclusivissimi o comunque son roba abbordabile.

Anche per capire bene che tipo di portfolio presentare.

Visto che da noi in Italia non c e questa cultura del portfolio presentazione grafica e via dicendo :)


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

parli dello UCAS, non tutte lo usano.

Il portfolio deve essere una cosa MOLTO fighetta orientata al 100% alla grafica

http://www.aaschool.ac.uk/PORTFOLIO/PROJECTSREVIEW/projectreview.php?title=Projects%20Review%202012&url=pr2012.aaschool.ac.uk/

se vedi poca architettura... bhe`! questo e`.

Molta grafica e poca architettura? Questa è parecchio inquietante!

Io non ho mai conosciuto nessuno che è andato in UK per un Master. Solo chi ha fatto il contrario!

Come mai dici che ti sei pentito della tua scelta?


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molta grafica e poca architettura? Questa è parecchio inquietante!

Io non ho mai conosciuto nessuno che è andato in UK per un Master. Solo chi ha fatto il contrario!

Come mai dici che ti sei pentito della tua scelta?

In realtà dico UK perché vorrei trasferirmi la e con l occasione farei un master all estero per cercare di inserirmi anche nel mondo del lavoro di quel particolare paese.

Invece DOC dove vai te a Mendrisio cosa ci sarebbe per me?

Ho visto qualche prof di la, a parte Botta c'è anche Olgiati :)

Non mi dispiacerebbe


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà dico UK perché vorrei trasferirmi la e con l occasione farei un master all estero per cercare di inserirmi anche nel mondo del lavoro di quel particolare paese.

Invece DOC dove vai te a Mendrisio cosa ci sarebbe per me?

Ho visto qualche prof di la, a parte Botta c'è anche Olgiati :)

Non mi dispiacerebbe

Onestamente non te lo so dire. So che si parla da diverso tempo di master e dottorati ma sinceramente non so a che punto siano. Forse ti conviene guardare sul sito o chiamare direttamente. Nel secondo caso, chiedi di Annabell Silini. Lei sa tutto!

Poi guarda, Botta e Olgiati è meglio che li lasci dove sono... :-)


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Onestamente non te lo so dire. So che si parla da diverso tempo di master e dottorati ma sinceramente non so a che punto siano. Forse ti conviene guardare sul sito o chiamare direttamente. Nel secondo caso, chiedi di Annabell Silini. Lei sa tutto!

Poi guarda, Botta e Olgiati è meglio che li lasci dove sono... :-)

Ashahahaa dici eh?

Eppure son riferimento per molti molti architetti e/o professori ahahaha

Comunque a parte tutto l interesse è sopratutto confrontarsi con un ambiente diverso da quello a cui sono stato abituato e trovare stimoli nuovi


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

parli dello UCAS, non tutte lo usano.

Il portfolio deve essere una cosa MOLTO fighetta orientata al 100% alla grafica

http://www.aaschool.ac.uk/PORTFOLIO/PROJECTSREVIEW/projectreview.php?title=Projects%20Review%202012&url=pr2012.aaschool.ac.uk/

se vedi poca architettura... bhe`! questo e`.

Avevo già visto questi portfolio/progetti

Veramente tamarrissimi :)

Ecco l'unico dubbio che mi pongo è capire fino a che punto si fa architettura e non solo concept :)


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avevo già visto questi portfolio/progetti

Veramente tamarrissimi :)

Ecco l'unico dubbio che mi pongo è capire fino a che punto si fa architettura e non solo concept :)

concept/graphic 80%

architettura 15%

originalita nel presentare 5%

Pentito della scelta... bhe, le conoscenze da "cantiere" le devo alla triennale in Italia. "pazzia" per i concorsi e spirito di adattamento nell'imparare nuovi software DA SOLO, lo devo a l'univ in UK. Capacita nel comporre un buon portfolio, sempre all'univ UK


-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

concept/graphic 80%

architettura 15%

originalita nel presentare 5%

Non sono molto confortanti queste statistiche Ahahah

Pero è sempre un approccio diverso a quello che mi è stato dato.

Chissà.

È da rifletterci bene.

Ho dato un occhiata a tutte le uni che m hai consigliato

Veramente alcune molto interessanti


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bhe, parlo per esperienza personale. :rolleyes:

Se non sei innamorato di londra, guarda anche:

Oxford brooks

Cardif

Leeds (piu tecnica)

A Londra avrei un appoggio per stare.

Quindi diciamo sarebbe la scelta privilegiata.

La mia idea primaria era la AA con un MA in architecture and urbanism :)

Quando vado su mi converrà andare e informarmi.


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

book an appointment first! Se no rischi di non essere ricevuto! anche se alla AA furono gentilissimi, unica Uni che mi fece entrare senza essere studente. Se serev una mano manda un mp


-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

book an appointment first! Se no rischi di non essere ricevuto! anche se alla AA furono gentilissimi, unica Uni che mi fece entrare senza essere studente. Se serev una mano manda un mp

Perfetto ti ringrazio!

Non mancherò in caso di necessita di chiederti un aiuto.

Alla AA sul sito infatti dicono che i non-studenti sono particolarmente benvenuti.

E ci credo dico io Ahahah

Com quello che si paga Ahahah

Comunque è interessante vedere come quello che si fa li in UK, almeno quello mostrato sui portfolio, sia così distante dalla nostra cultura accademica in Italia :o


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ashahahaa dici eh?

Eppure son riferimento per molti molti architetti e/o professori ahahaha

Comunque a parte tutto l interesse è sopratutto confrontarsi con un ambiente diverso da quello a cui sono stato abituato e trovare stimoli nuovi

Io ho avuto Botta come critico e mai come professore. Lui fa solo il diploma e quelli che lo scelgono lo fanno solo per avere un nome da mettere nel curriculum e nel portfolio. Anche se ovviamente non lo ammetteranno mai. Chiunque sa che è un buon parlatore ma come professore non è certo il massimo della vita. Sia perchè lo vedi molto poco, sia perchè finisci per fare la "sua architettura": quindi la stecca e il cilindro la trovi in tutti i progetti. Oltre al fatto che, personalmente, non lo apprezzo molto nemmeno come architetto.

Olgiati invece si ritiene Dio in terra e il suo atelier sembra più una setta fatta di adepti che lo venerano in tutto ciò che fa. Si tratta di un atelier in cui gli studenti diventano pensatori e filosofi. Poi i dubbi relativi all'architettura che fanno, sinceramente sono piu che legittimi.

Qualche simpaticone accademico ha anche aperto questo profilo Facebook di sfottò:

http://www.facebook.com/valerio.olgiati?ref=ts&fref=ts


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho avuto Botta come critico e mai come professore. Lui fa solo il diploma e quelli che lo scelgono lo fanno solo per avere un nome da mettere nel curriculum e nel portfolio. Anche se ovviamente non lo ammetteranno mai. Chiunque sa che è un buon parlatore ma come professore non è certo il massimo della vita. Sia perchè lo vedi molto poco, sia perchè finisci per fare la "sua architettura": quindi la stecca e il cilindro la trovi in tutti i progetti. Oltre al fatto che, personalmente, non lo apprezzo molto nemmeno come architetto.

Olgiati invece si ritiene Dio in terra e il suo atelier sembra più una setta fatta di adepti che lo venerano in tutto ciò che fa. Si tratta di un atelier in cui gli studenti diventano pensatori e filosofi. Poi i dubbi relativi all'architettura che fanno, sinceramente sono piu che legittimi.

Qualche simpaticone accademico ha anche aperto questo profilo Facebook di sfottò:

http://www.facebook....?ref=ts&fref=ts

interessante. e pensare che feci domanda a Mendrisio e mi rifiutai di andarci preferendo UK.

in generale la tua esperienza come e`?


-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

interessante. e pensare che feci domanda a Mendrisio e mi rifiutai di andarci preferendo UK.

in generale la tua esperienza come e`?

Allora, io ho fatto solo il Master in Accademia e ho invece conseguito il Bachelor in un'altra università tecnica sempre in Svizzera. Come ho già avuto mod di dire, ritengo che la mia scelta sia stata migliore, pur avendola fatta all'inizio senza nemmeno saperlo. Ho quindi avuto una base tecnica e una molto piu umanistica appresa in Accademia.

Onestamente mi viene da dirti che fare solo l'Accademia secondo me non va bene. Per quello che ho potuto vedere gli studenti alla fine dei cinque anni sanno poco o nulla della pratica reale del cantiere e dell'esecuzione. Oltre al fatto che la legge edilizia e limitazioni varie non vengono nemmeno contemplate. Diciamo che il progetto è sempre visto come un "concorso" dove vince l'idea brillante.

Poi dipende moltissimo dall'atelier che scegli. Praticamente ogni semestre il professore mostra il lavoro che intende svolgere. Lo studente esprime tre scelte, se sei fortunato bravo (e pure immanicato) capiti in prima scelta, altrimenti vai a scalare. Esiste anche la famigerata "quarta scelta", ovvero finire in un atelier che non hai nemmeno contemplato. Il discorso principale è che se scegli atelier come Boesch, Bearth, Citterio finisci a fare qualcosa di reale e abbastanza tecnico. Se invece insegui atelier come Olgiati, Mateus o Zumthor hai solo a che fare con la "grande idea" ma che molto spesso è reale quanto un ponte di cristallo da qui alla Luna.

Poi le materie, non ho mai capito se sono un genio io o se sono dementi gli studenti accademici. Considera che io arrivavo da una scuola dove per alcuni esami mi veniva la febbre una settimana prima. Sinceramente in accademia me la sono sempre cavata egregiamente con il minimo sforzo. Tant'è anche ho finito gli esami del master nel solo quarto anno. Parallelamente molti studenti dovevano posticipare il diploma perchè non avevano i crediti richiesti per accedervi. Boh!


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, io ho fatto solo il Master in Accademia e ho invece conseguito il Bachelor in un'altra università tecnica sempre in Svizzera. Come ho già avuto mod di dire, ritengo che la mia scelta sia stata migliore, pur avendola fatta all'inizio senza nemmeno saperlo. Ho quindi avuto una base tecnica e una molto piu umanistica appresa in Accademia.

Onestamente mi viene da dirti che fare solo l'Accademia secondo me non va bene. Per quello che ho potuto vedere gli studenti alla fine dei cinque anni sanno poco o nulla della pratica reale del cantiere e dell'esecuzione. Oltre al fatto che la legge edilizia e limitazioni varie non vengono nemmeno contemplate. Diciamo che il progetto è sempre visto come un "concorso" dove vince l'idea brillante.

Poi dipende moltissimo dall'atelier che scegli. Praticamente ogni semestre il professore mostra il lavoro che intende svolgere. Lo studente esprime tre scelte, se sei fortunato bravo (e pure immanicato) capiti in prima scelta, altrimenti vai a scalare. Esiste anche la famigerata "quarta scelta", ovvero finire in un atelier che non hai nemmeno contemplato. Il discorso principale è che se scegli atelier come Boesch, Bearth, Citterio finisci a fare qualcosa di reale e abbastanza tecnico. Se invece insegui atelier come Olgiati, Mateus o Zumthor hai solo a che fare con la "grande idea" ma che molto spesso è reale quanto un ponte di cristallo da qui alla Luna.

Poi le materie, non ho mai capito se sono un genio io o se sono dementi gli studenti accademici. Considera che io arrivavo da una scuola dove per alcuni esami mi veniva la febbre una settimana prima. Sinceramente in accademia me la sono sempre cavata egregiamente con il minimo sforzo. Tant'è anche ho finito gli esami del master nel solo quarto anno. Parallelamente molti studenti dovevano posticipare il diploma perchè non avevano i crediti richiesti per accedervi. Boh!

Mi pare di rivedere la Sapienza nei tuoi racconti Ahaha

Comunque credo che quello di cui parli sia il limite nel quale incappi se scegli una formazione accademica e non una professionale.

Al supsi sicuramente c'è un occhio diverso per l'architettura, dove se ho capito bene si parte dall empirico, dall' esperienza diretta per capire la forma e la funzione e dove sopratutto si impara quello che si può e non si può fare e come fare o non fare quello che si pensa.

Di contro all'accademia, università si parte a ritroso.

Dalla teoria, dalla storia, dalla ricerca architettonica teorica si cerca di giungere alla pratica.

Ma ovviamente non si riesce a colmare, dati i tempi ridotti, quel GAP che invece magari al supsi c'è in ambito teorico.

La domanda è: quale approccio?

Secondo me alla fine inevitabilmente poi nella pratica si è costretti a scontrarsi con entrambi i fattori: pratico e teorico.

Starà poi alla bravura dell'architetto colmare le proprie lacune accumulate nel corso della carriera accademica.

Per quanto mi riguarda io un semestre ad una scuola come il supsi me lo sarei andato a fare volentieri a posteriori.

Forse la chiave sarebbe proprio questa.

Obbligare studenti al soggiorno all'estero per scontrarsi con realtà e metodo diversi.


Imac 21.5 Core I5 3.60 Ghz 8 gb Ram 1 TB

Macbook 13.3 Intel C2D 2.0 Ghz 4 gb Ram 500GB

Iphone 4g 16 gb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi pare di rivedere la Sapienza nei tuoi racconti Ahaha

Comunque credo che quello di cui parli sia il limite nel quale incappi se scegli una formazione accademica e non una professionale.

Al supsi sicuramente c'è un occhio diverso per l'architettura, dove se ho capito bene si parte dall empirico, dall' esperienza diretta per capire la forma e la funzione e dove sopratutto si impara quello che si può e non si può fare e come fare o non fare quello che si pensa.

Di contro all'accademia, università si parte a ritroso.

Dalla teoria, dalla storia, dalla ricerca architettonica teorica si cerca di giungere alla pratica.

Ma ovviamente non si riesce a colmare, dati i tempi ridotti, quel GAP che invece magari al supsi c'è in ambito teorico.

La domanda è: quale approccio?

Secondo me alla fine inevitabilmente poi nella pratica si è costretti a scontrarsi con entrambi i fattori: pratico e teorico.

Starà poi alla bravura dell'architetto colmare le proprie lacune accumulate nel corso della carriera accademica.

Per quanto mi riguarda io un semestre ad una scuola come il supsi me lo sarei andato a fare volentieri a posteriori.

Forse la chiave sarebbe proprio questa.

Obbligare studenti al soggiorno all'estero per scontrarsi con realtà e metodo diversi.

Mah, su una cosa devo correggerti: all'Accademia di storia dell'architettura se ne fa ben poca. Io pensavo di arrivare lì e saperne meno degli altri, poi ho scoperto che avevo basi ben più solide e concrete. Ricordo che rimasi stupita quando mi dissero che esisteva un corso di "storia dell'architettura moderna" al primo anno e poi nulla più! Chiedi ad un professore che conoscevo: ma tutto il resto? Risposta: sai, qui si dà per scontato che uno studente colma il resto con le proprie ricerche. Devo essere brutale? Seh, col cazzo...

Sul resto ti do ragione. Secondo me l'idea resta fare Bachelor e Master in diverse università e soprattutto rendere (diciamolo pure) obbligatorio almeno un semestre di studio lontano dalla propria università.

In Accademia tanti studenti scelgono di fare questo durante l'anno di stage, scegliendo l'Australia, l'Asia, l'America. Io per la terza volta sono rimasta rimasta in Svizzera, a Basilea. Col senno di poi penso che avrei potuto allontanarmi un po' di più, ma l'offerta era del più importante studio svizzero nel mondo. Sono cosa a cui non si può dire no! Poi per fortuna sono arrivate anche altre esperienze lavorative all'esterno...


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo