Vai al contenuto





dezzeus

Chiedo qualche dritta per la gestione del HDD

Recommended Posts

Ho un MBP alu late 2008 il cui hard disk è ormai segnato dal lungo utilizzo.

Al momento monta su l'ultima release di Snow Leopard (10.6.8) e prima di pensare a passare a Mountain Lion (lo farei solo per Xcode ed i vari SDK) volevo sistemarlo un po'...

Sorvolando dettagli fuorvianti, il mio problema è il seguente:

Una volta ultimate le "pulizie", backup, etc volevo partizionare l'HDD in modo da avere come minimo una partizione dedicata all'OS ed una o più per dati ed applicazioni.

Sapendo che ho in totale 320 GB, quanto sarebbe saggio averla grande quella primaria, dedicata all'OS ? (tenendo a mente aggiornamenti/log/etc).

Mi rimane il problema dell'HDD altamente frammentato, ma penso che sarà necessaria un'installazione ex-novo per conseguire il mio obiettivo, o si può fare diversamente ? (Genius Drive è consigliabile per deframmentare l'HDD ? Mi ispira più fiducia iDefrag...)

Qualche altro dubbio:

1) Installando l'OS ho ragione di credere che mi ubichi la cartella "Applicazioni" nella partizione primaria. Posso evitarlo ?

2) Non ho trovato benchmark significativi online; la 10.8.x appesantisce il sistema in paragone alla 10.6.x ?

O.T.:

1) Al momento il mio MBP monta 4 GB di RAM; pur sapendo che raramente arriva ad utilizzarli interamente, un incremento di ulteriori 2 GB può effettivamente comportare miglioramenti e/o rischia di consumare più batteria ?

1.b) Sono obbligato a montare RAM alla stessa frequenza (1067) o posso metterne di più veloce (1333) ?

2) Discorso analogo per la batteria (che mi accingo a sostituire), visti i passi avanti fatti in tale campo, devo per forza mettere una batteria con la stessa capacità/etc di quella che il mio Mac monta di default ? :/

Vi ringrazio per la pazienza! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Visto che qui nessuno sembra sapermi aiutare, ho deciso di arrangiarmi un po'...

Per prima cosa, ho deciso che non passerò alla 10.8.x; almeno non per ora... tanto ho visto che alcune cose sono bypassabili (vedi Xcode 4.2 per Snow Leopard, virtualizzazione, installazione di app come "iBooks Author" su 10.6.x modificando qualcosina, etc).

Per quanto riguarda l'hard disk, invece, ho deciso che quando avrò ultimato i ripulisti/back up, lo inizializzerò con due partizioni:

1) 10 GB per OS X (ne basterebbero meno, ma lascio un po' di margine; dovrebbe bastare...).

2) Applicazioni e File vari nei restanti 310 GB (ovviamente suddivisi in directory; devo vedere per impostare i permessi, anche se al momento non sono un problema dato che l'unico utente dovrei essere io).

Mi tenta suddividere con un'ulteriore terza partizione visto che dovrei sistemare i vari database/port/server/etc, ma devo pensarci su un po' meglio.

Ero tentato di spostare la home directory sulla partizione secondaria, ma temo che possa rallentare il login; quindi, fino a decisione contraria, quella non la tocco.

Invece la cartella Applicazioni, come accennato, ho intenzione di spostarla interamente... ho già visto su internet che un symlink sarà più che sufficiente.

Lascio in sospeso le domande off-topic...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, riguardo la ram secondo me è inutile... se già i 4 gb sono tanti, non vedo il motivo di aggiungerne altri 2. Per la batteria mi vien da dire che dovresti metterne una uguale, metterne una con amperaggio aggiore non so se possa effettivamente durare molto di piu', ammesso che ne esistano di medesima "forma" piu' potenti.


Non discutere mai con un idiota...

Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sfrutto il mio Mac per svariate cose e la RAM a volte scarseggia; inoltre capita spesso che usa un sacco di memoria virtuale, quindi un po' di RAM in più non farà certo male... mi interessava di più sapere se posso montarne a frequenze più alte e con che rischi tangibili.

Per la batteria non potendomi appoggiare a terzisti (almeno credo) sono obbligato a prenderla dalla Apple, ma non capisco perché vendono i nuovi Mac con batterie che durano anche 10 ore ed io debba comprarne una che, se mi va bene, durerà la metà (e solo per i primi utilizzi/mesi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bhe, considera che i nuovi prodotti vengono progettati e realizzati anche con l'obbiettivo di consumare meno, per cui, ance a paritá di modello di batteria, le durate sono superiori. Tornando al discorso ram, montandone di modelli a diversa frequenza non capita nulla di grave, il mac funziona lo stesso, non sfrutta al max la velocitá della ram, ma va.

Modificato da aleansa

Non discutere mai con un idiota...

Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo una cosetta:

Stavo considerando di fare una partizione per log/cache/altri file temporanei di cui posso stimare la dimensione (e modificare il percorso) e stavo pensando di ubicarci dentro anche il file con l'immagine del sistema prima di andare in stop (un bel file da più di 4 GB) ma il man di pmset suggerisce di tenerlo nel disco di root.

La mia domanda è questa: è sufficiente che sia nel disco fisso principale o dev'essere necessariamente anche nella partizione primaria ?

Il manuale (in inglese) usa il condizionale, ma usa anche la parola "only" il che suscita il mio dubbio… Che dite ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che qui nessuno sembra sapermi aiutare, ho deciso di arrangiarmi un po'...

Forse perchè poni domande tipiche dell'ambiente Windows.

Per quanto riguarda l'hard disk, invece, ho deciso che quando avrò ultimato i ripulisti/back up, lo inizializzerò con due partizioni:

1) 10 GB per OS X (ne basterebbero meno, ma lascio un po' di margine; dovrebbe bastare...).

2) Applicazioni e File vari nei restanti 310 GB (ovviamente suddivisi in directory; devo vedere per impostare i permessi, anche se al momento non sono un problema dato che l'unico utente dovrei essere io).

Difatti, su un PC e con WIndows XP potrebbe avere un senso ma riportare questo metodo su Mac OS X non solo è inutile ma peggiorativo e non poco. Mac OS X ha bisogno di spazio, tanto spazio, più ne ha e più diventa performante.

Se tu partizioni solo per le Applicazioni, per di più a 10 Gbyte crei un tappo di quelli enormi.


"Meglio una vita breve da malato che una lunga vita in salute."

Anonimo Imbecille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo una cosetta:

Stavo considerando di fare una partizione per log/cache/altri file temporanei di cui posso stimare la dimensione (e modificare il percorso) e stavo pensando di ubicarci dentro anche il file con l'immagine del sistema prima di andare in stop (un bel file da più di 4 GB) ma il man di pmset suggerisce di tenerlo nel disco di root.

La mia domanda è questa: è sufficiente che sia nel disco fisso principale o dev'essere necessariamente anche nella partizione primaria ?

Il manuale (in inglese) usa il condizionale, ma usa anche la parola "only" il che suscita il mio dubbio… Che dite ?

l'hai letto da qualche parte che ... in questo modo il mac sarà più performante o che lavorerà meglio? se si, mi gireresti il link? sono interessato all'argomento.

se invece è una tua idea....


 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse perchè poni domande tipiche dell'ambiente Windows.

Difatti, su un PC e con WIndows XP potrebbe avere un senso ma riportare questo metodo su Mac OS X non solo è inutile ma peggiorativo e non poco. Mac OS X ha bisogno di spazio, tanto spazio, più ne ha e più diventa performante.

Se tu partizioni solo per le Applicazioni, per di più a 10 Gbyte crei un tappo di quelli enormi.

La tua affermazione penso si basi sul fatto che avendo tanto spazio, la frammentazione si riduce, ma se il mio spazio è quello che è, la soluzione migliore è saperlo gestire al meglio.

Se leggessi i restanti post, dovresti anche vedere come sia mia intenzione fare (almeno) una partizione per i file temporanei in modo da limitarli ai settori più interni del hard disk; il mio scopo è ridurre quanto più possibile la frammentazione la dove sia possibile contenerla.

l'hai letto da qualche parte che ... in questo modo il mac sarà più performante o che lavorerà meglio? se si, mi gireresti il link? sono interessato all'argomento.

se invece è una tua idea....

Si sa che l'hard disk è tra i componenti che rallentano di più il sistema, tuttalpiù se frammentato…

Mac OS X esegue in automatico la deframmentazione per i file di dimensione inferiore ai 20 MB quando utilizzati, ma per file più grossi o anche solo latenti (vedi file di supporto, dipendenze, programmi poco usati o che sono stati frammentati durante l'installazione, etc) non c'è nulla da fare (a meno di usare software di terze parti come iDefrag) se non prevenire come sto progettando di fare io (se pur col senno di poi).

Modificato da dezzeus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si sa che l'hard disk è tra i componenti che rallentano di più il sistema, tuttalpiù se frammentato…

Mac OS X esegue in automatico la deframmentazione per i file di dimensione inferiore ai 20 MB quando utilizzati, ma per file più grossi o anche solo latenti (vedi file di supporto, dipendenze, programmi poco usati o che sono stati frammentati durante l'installazione, etc) non c'è nulla da fare (a meno di usare software di terze parti come iDefrag) se non prevenire come sto progettando di fare io (se pur col senno di poi).

fonte?

il si sa che .... non mi convince. comunque fai tu... io ti consiglio di non farti troppe menate e di usare il mac senza stare a pensare a queste cose.


 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La tua affermazione penso si basi sul fatto che avendo tanto spazio, la frammentazione si riduce, ma se il mio spazio è quello che è, la soluzione migliore è saperlo gestire al meglio.

La mia affermazione si basa sul fatto che Mac OS X e Windows sono sistemi operativi ben diversi. Entrambi frammentano i file, ma mentre Windows inizia pochi minuti dopo averlo installato e col passare del tempo ti ritrovi pezzi di file un po' ovunque con l'inevitabile conseguenza di un forte rallentamento globale, Mac OS X soffre decisamente meno di questo problema, inoltre risolve autonomanente e in modo talmente efficace che l'uso di software di terze parti (iDefrag) oltre ad essere inutile è spesso e volentieri dannoso. La stessa Apple sconsiglia caldamente qualsiasi operazione di deframmentazione.

Ho trovato solo questo comunicato riguardo la deframmentazione: http://support.apple.com/kb/HT1375?viewlocale=en_US&locale=en_US

Su Mac OS X non devi preoccuparti della frammentazione, questo è proprio l'ultimo dei tuoi problemi, ma di avere un disco SSD il più capiente possibile.

Modificato da MasterBlastX

"Meglio una vita breve da malato che una lunga vita in salute."

Anonimo Imbecille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma una risposta costruttiva non sapete darla ?

Per il momento un'utente di MacRumors ha saputo confermarmi che il file con l'immagine del sistema prima di andare in stop, deve risiedere necessariamente nella partizione primaria…

fonte?

il si sa che .... non mi convince. comunque fai tu... io ti consiglio di non farti troppe menate e di usare il mac senza stare a pensare a queste cose.

Per la velocità, chiunque abbia studiato un minimo di Informatica e/o elettronica potrà confermartelo, ma anche Wikipedia ti può essere d'aiuto ;)

Il fatto dei 20 MB è una cosa intrinseca di OS X; se cerchi su Internet troverai un'infinità di articoli più o meno tecnici che la enunciano.

Per il software, invece, Genius Drive è quello ufficialmente adoperato dai dipendenti degli Apple Store perché integra una serie di utility che gli consentono di svolgere parte del loro lavoro nel modo meno dispendioso possibile; iDefrag invece è più specifico e mi da l'idea di gestire il tutto in maniera migliore.

La mia affermazione si basa sul fatto che Mac OS X e Windows sono sistemi operativi ben diversi. Entrambi frammentano i file, ma mentre Windows inizia pochi minuti dopo averlo installato e col passare del tempo ti ritrovi pezzi di file un po' ovunque con l'inevitabile conseguenza di un forte rallentamento globale, Mac OS X soffre decisamente meno di questo problema, inoltre risolve autonomanente e in modo talmente efficace che l'uso di software di terze parti (iDefrag) oltre ad essere inutile è spesso e volentieri dannoso. La stessa Apple sconsiglia caldamente qualsiasi operazione di deframmentazione.

Ho trovato solo questo comunicato riguardo la deframmentazione: http://support.apple...US&locale=en_US

Qualunque OS che faccia uso di tale "tecnologia" frammenta i file… e come tu stesso hai detto, anche OS X a lungo andare ne soffre (col mio utilizzo, son giunto a circa 3 anni); sì, OS X ne soffre meno, ma come ho già scritto in precedenza, ciò avviene solo per determinati file con determinate caratteristiche (dimensione inferiore ai 20 MB, file inutilizzato, permessi non di sola lettura, più di 8 frammenti e OS in esecuzione da almeno 3 minuti) e per quella che è la mia situazione attuale nonché utilizzo quotidiano non è di aiuto.

La Apple non sconsiglia la deframmentazione… persino il comunicato da te condiviso, per quanto obsoleto, lo ribadisce; semplicemente fa notare come essa sia un'operazione che cade in secondo piano per la maggior parte degli utenti.

Su Mac OS X non devi preoccuparti della frammentazione, questo è proprio l'ultimo dei tuoi problemi, ma di avere un disco SSD il più capiente possibile.

Visto il tema di questa discussione, direi che è uno dei miei pochi problemi… e comunque volevo evitare di spendere centinaia di Euro per un SSD che mi fa fuori quel poco di capacità che è rimasta alla mia batteria (senza contare che avrebbe ancor meno spazio).

Per quanto il mio HDD giri a 5400 rpm, il computer funziona egregiamente; mi basta gestirlo meglio… ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Contenuti simili

    • Da Artu1124
      Salve a tutti,
      come da titolo, possiedo un imac da 21.5” della metà 2010, che ancora bene o male fa il suo dignitoso lavoro.
      Attualmente monta 2 banchi di ram da 2GB SODIMM DDR3 1333mhz 
       
      adesso mi sono ritrovato tra le mani un portatile rotto, non mac, dove al suo interno ho trovato una rammuzza da 4GB
       
      il problema è che trattasi di una ram a frequenza diversa, ovvero a 1600mhz
       
      È possibile montarla sul mio iMac? 
       
      Se sì, c’é una preferenza di slot? 
       
      Quali problemi invece può causare montare una ram con una frequenza elevata, di dimensioni diverse?
       
      grazie a tutti
    • Da gom6699
      Ciao a tutti
      ho questo: 
      iMac inizio 2008
      24 inch
      OS X El Capitan versione 10.11.6
      processore 2,8 GHz Intel Core 2 Duo
      memoria 4 GB 800MHz DDR2 SDRAM
      grafica ATI Radeon HD 2600 Pro 256 MB
      Serial n VM848UKRZE7
       
      Un paio d'anni fa durante un temporale si è spento e non più acceso, siamo riusciti con un MacBook a resuscitarlo ma da li ogni tot si congelava.

      Siccome per problemi di salute cmq non ho potuto usare il computer  più di tanto non era un vero problema.

      Ultimamente riesco di nuovo a fare più cose ma noto che dopo una media di 3-4 ore di utilizzo si "congela" - nel senso che inizia a sentirsi il classico scricchiolio in sottofondo quando lavora tanto, il cursore lo muovo tranquillamente avanti e indietro ma non "aggancia" più nulla, non si riesce a cliccare nulla. Uscita forzata niente..l'unica che si riesce a fare è staccare la spina.

      Ovviamente a furia di farlo lo fa sempre più frequentemente.
       
      HO provato tutte le varie opzioni trovate e consigliate online, riparazione disco ecc, è come se ci fosse una parte danneggiata del HD che non si deframmenta piu.

      Sono senza lavoro e comprarne uno nuovo al momento non è proprio un'opzione - si riuscirebbe su un imac cosi vecchio a cambiare HD e aumentare RAM, secondo voi? Conviene? E mi conviene andare direttamente in un centro assistenza Apple a questo punto o mi cerco qualcuno fuori da apple...idee e consigli su provincia di Milano (Tra Magenta/Rho/Legnano come zona)?

      Altre idee (oltre a comprarne uno nuovo)?

      Ringrazio anticipatamente
      Leila
       
       
    • Da kamshin81
      Ciao ragazzi,
       
      sono in procinto di effettuare un upgrade al mio mac book pro early 2011 con sostituzione HDD con SSD e aumento di RAM. 
      A proposito di RAM: attualmente ho due banchi di memoria da 2 GB ciascuno PC3-10600 ddr3 1333 MHz. Sul sito ufficiale APPLE l'upgrade è previsto fino a 8 GB.
      Il mio dubbio è questo: è possibile aumentare la RAM fino a 16 GB (due banchi di memoria da 8 GB ciascuno)? Il dubbio è che la guida APPLE sia un po vecchia, stilata quando i banchi di RAM arrivavano fino a 4GB l'uno.
      L'altro dubbio riguarda la marca della RAM. Sono orientato a comprare due banchi  a euro 54,05 Corsair CMSA8GX3M2A1333C9 8 GB (2X4 GB) DDR3 1333 MHz
      Cosa ne pensate invece della seguente soluzione a euro 78,07: Crucial CT2C4G3S1339MCEU  8 GB (2X4 GB) DDR3 1333 MT/s PC3-10600 SODIMM 2045 PIN?
      Al di là del prezzo qual'è soluzione tecnica migliore?CORSAIR o CRUCIAL?
      Grazie a tutti!

      Giulio
       
    • Da Simone Guerini
      Da quando ho eseguito bootcamp con windows 10, Mojave non mi visualizza più i dischi di avvio. Di seguito allego le foto per farvi capire meglio. Questo mi impedisce di poter installare qualsiasi tipologia di applicazione che mi richiede di selezionare il disco. Non so piu come risolvere questo problema. Ho provato a riparare il disco del mac ma non funziona, in modalità recovery invece si e mi fa vedere pure i dischi di avvio.


  • Ora Popolare

  • Annunci casuali

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo