Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






I governi e l'ambiente.


007

Recommended Posts

ma come nikapple se tutti ragionassero come te saremmo fritti ahaha

tu mi fai l'esempio dell'olanda e poi di Lecco e io ti dico che io abito in piena pianura padana e la situazione è uguale a quella di lecco!

E NON CE NE SONO DI SALITE O DISCESE NICKAPPLE!!!!!!E' TUTTA PIANURA!!!!

cosa ti dice questo?

che non è questione di territorio o di soldi, ma di buona volontà e cultura!e finchè ci sono persone che la pensano come te le cose non le cambieremo mai!

CEEEEERRRRTO CHE VIETO LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO e le alternative le hai a costo zero bici e mezzi pubblici (il costo mensile del mezzo pubblico è nettamente inferiore al costo del carburante consumato nello stesso periodo) e io sono esempio vivente....e non sto farneticando!

se poi ci aggiungiamo che la circolazione delle bici e dei trasporti pubblici potrebbe essere nettamente migliorata in base ovviamente alla disponibilità economica di ogni città sarà tutto di guadagnato

NON PRENDETELO COME UN MODELLO STANDARD A QUALSIASI CITTA' CAVOLO MI FATE INCAZZARE!E' OVVIO CHE OGNI CITTA' HA LE SUE PROBLEMATICHE!!

vi sto dicendo che non si fa neanche dove è possibile farlo!!

ma finchè abbiamo la comodità di andare in centro in macchina solo i pochi consapevoli come me lo fanno gli altri se ne sbattono!

QUESTA E' LA VERITA!!

@@Hakai Inazuma e con questo ho risposto anche a te....

"comunque ora ho capito che fai apposta, ti lascio ad hakai che è più paziente"

con questa frase mi hai deluso, ti ho cercato di spiegarti le cose anche con esempi concreti e nonostante ciò non riesci ad ammettere che tanto di fattibile ci sarebbe e senza sparare frasi da illuminati!

mi stupisco che una persona come te, da quello che ho capito, così attenta all'argomento, non riesca ad ammettere gli errori gli sbagli e soprattutto i rimedi...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 117
  • Created
  • Ultima Risposta
ma come nikapple se tutti ragionassero come te saremmo fritti ahaha tu mi fai l'esempio dell'olanda e poi di Lecco e io ti dico che io abito in piena pianura padana e la situazione è uguale a quella di lecco! E NON CE NE SONO DI SALITE O DISCESE NICKAPPLE!!!!!!E' TUTTA PIANURA!!!! cosa ti dice questo? che non è questione di territorio o di soldi, ma di buona volontà e cultura!e finchè ci sono persone che la pensano come te le cose non le cambieremo mai! CEEEEERRRRTO CHE VIETO LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO e le alternative le hai a costo zero bici e mezzi pubblici (il costo mensile del mezzo pubblico è nettamente inferiore al costo del carburante consumato nello stesso periodo) e io sono esempio vivente....

Eccomi... altro esempio vivente.

Non entro nel merito di tutti gli argomenti che avete sviscerato, perchè vedo che ve la state cavando benissimo :rolleyes: ma lascio solo "My two cents":

3 anni fa abbiamo eliminato la seconda auto (che aveva oltre 15 anni) e da allora io mi muovo quasi esclusivamente in bici, userò la macchina si e no una volta alla settimana o anche meno.

Puoi anche possederla l'auto, infatti una l'abbiamo tenuta, ma è come la usi che fa la differenza.

Anche io sto in pianura, tutto piatto e liscio come un biliardo, ma nonostante ciò, praticamente nessuno va in bicicletta... e c'è anche una bella ciclabile che collega la città alla zona industriale...

Hanno quasi tutti distanze fa 3 e 5 Km, fattibilissime in bici, ma manca proprio la volontà e la mentalità, la bici o i mezzi pubblici sono visti come il trasporto dei poveri, di chi non ha la possibilità di usare un'auto personale...

E siamo troppo abituati alle comodità e pur di viaggiare comodi ci avveleniamo da soli (non pensiamo solo alle emissioni dei motori, ma anche al processo di estrazione delle materie prime e di produzione delle auto, dispendiosissimo in termini energetici ed inquinante... senza pensare poi allo smaltimento finale delle stesse).

Ho modificato anche le mie abitudini negli acquisti, facendo spese più frazionate (mi fermo in bici tornando dal lavoro presso negozi locali), piuttosto che la maxi spesa settimanale al centro commerciale a 20 Km... quel poco in più che mi costano i prodotti, lo risparmio in benzina, assicurazione, bollo, ecc che non pago più.

E' perfettamente fattibile eliminare la seconda auto, che tantissime famiglie hanno e sostituirla con la bicicletta, magari a pedalata assistita che ha diversi vantaggi:

- Con un motore high torque (alta coppia) sali praticamente ovunque, anche a Lecco e Genova

- Le velocità medie sono molto più alte che con la normale bici muscolare (e di conseguenza i tempi di percorrenza si riducono)

- se vuoi, la fatica è quasi nulla (ma a me, a parte quando c'è caldissimo, piace spingere sui pedali)

- E' regolarmente in vendita, anche online, un parabrezza+copertura integrale che si ripiega come un k-way per girare anche sotto la pioggia (io me lo sono costruito da solo, ma altrimenti avrei preso quello)

In ogni caso, in 3 anni, mi è capitato poche volte che piovesse proprio quando dovevo andare o tornare dal lavoro e comunque mi sono sempre bagnato pochissimo, grazie al parabrezza che mi copre anche le gambe (ci giro anche in inverno a - 10 °C)

- con meno di 800 euro puoi trasformare la tua bici preferita in elettrica e i base ai Km che percorri (io ne faccio 4.000 all'anno) ed eliminando la seconda auto, puoi ripagartela anche in pochi mesi

- con 10 centesimi di corrente, che mi arriva a casa senza intermediari, ci percorro anche 60 Km

- migliora la forma fisica, ma soprattutto l'umore! Provare per credere.

- Ci mando anche mia madre in bici, infatti lei e mio padre hanno eliminato la seconda auto e le ho fatto prendere una bici elettrica Decathlon (649 euro completa)

Contro:

- da dipendenza, se non la usi, il senso di libertà ti manca

- la batteria, in base al numero di ricariche, dopo alcuni anni sarà da sostituire e smaltire (ma anche l'auto ne ha una, oltre ad una tonnellata di altri materiali)

- la produzione di corrente elettrica inquina, ma a parte la maggiore efficienza del motore elettrico rispetto a quello endotermico (circa 80% contro il 30%), inquino meno per produrre i miseri 400-500 watt (3 ore di un PC acceso) che mi servono per percorrere 60 Km, piuttosto che: estrarre, trasportare, raffinare, ritrasportare, erogare e bruciare nell'atmosfera i quasi 5 litri equivalenti di benzina.

FINE

Buon proseguimento :rolleyes:

.

The beast:   MacPro Early 2009 "transformer" 6core 3,46Ghz + Nvidia GTX680 + 12 GB RAM + SSD Crucial 1 TB PCI-E     The beauties:   MacBook Pro 15" Mid2015  i7 2,2Ghz  -  iPhone7 128Gb JetBlack
Farei di nuovo affari con: .Bifone, Altealuca, Maghetto, Lollo85, Hyper_tognac, Neotrix, jojo69, geronimus, dmirab

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[...]

CEEEEERRRRTO CHE VIETO LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO e le alternative le hai a costo zero bici e mezzi pubblici (il costo mensile del mezzo pubblico è nettamente inferiore al costo del carburante consumato nello stesso periodo) e io sono esempio vivente....e non sto farneticando!

se poi ci aggiungiamo che la circolazione delle bici e dei trasporti pubblici potrebbe essere nettamente migliorata in base ovviamente alla disponibilità economica di ogni città sarà tutto di guadagnato

NON PRENDETELO COME UN MODELLO STANDARD A QUALSIASI CITTA' CAVOLO MI FATE INCAZZARE!E' OVVIO CHE OGNI CITTA' HA LE SUE PROBLEMATICHE!!

vi sto dicendo che non si fa neanche dove è possibile farlo!!

ma finchè abbiamo la comodità di andare in centro in macchina solo i pochi consapevoli come me lo fanno gli altri se ne sbattono!

QUESTA E' LA VERITA!!

Allora non mi sono spiegato manco io :P Hai ragione tranne su una cosa: i mezzi pubblici in molte città non ci sono (e non sono affatto a costo zero...altrimenti non starebbe fallendo l'azienda dei trasporti di Genova)!!! E comunque non nel senso che sono inesistenti, ma la qualità del servizio fa schifo! Ti pare logico che per fare 10Km ci metta 55 minuti?! Io vado all'università, non ho la patente per scelta e vado in giro solo con i mezzi, ma ti rendi conto che è una quantità di tempo sproporzionata? I miei amici che stano a 40Km ci mettono "solo" un'ora e mezza sempre coi mezzi. Ci mettono il doppio al quadruplicare della distanza...

Io parlo di qua perché questa realtà conosco e non posso parlare di cose che non conosco :) Per il discorso bicicletta, lasciamo perdere salita discesa che è il problema minore. La vera difficoltà è la sicurezza. Io nel traffico di Genova non ci vado in bici! Non mi pongo il problema della salita, mi pongo il problema se ci arrivo vivo in facoltà! Che poi mi preoccupa pure la salita perché la facoltà è imbriccata su per la collina ma va be'...

Non è che prima proibiamo il traffico e poi se ci sono i soldi miglioriamo la situazione mezzi pubblici perché se no lo sai le sommosse per le città? Come giustamente fate notare il mezzo pubblico è per il poveraccio, e se per di più il servizio fa schifo... se la rete non è in grado di gestire il nuovo flusso di utenti la gente come ci va a lavoro? Se il bus ha 100 posti gli utenti sono 500...fai tu i conti e 20Km a piedi tutti i giorni non me li faccio... sono 5 ore!

Bisogna fare il viceversa! Io lo prendo come "modello standard" perché in generale i comuni sono un po' tutti nella cacca...

Quello che dici te lo comprendo e ti do ragione, non c'è la volontà, ma ci sono anche degli scogli veri. Unisci le due cose ed ecco che hai il quadro dell'Italia dove si fanno petizioni per non far morire il pulcino pio, ma se c'è da fare veramente casino perché i politici ci prendono per il culo noi ce ne fottiamo!

La rivoluzione deve partire prima dal basso, con la volontà di cambiare, e questo cambiamento lo ottieni se dall'alto c'è l'educazione e la volontà di assecondare e agevolare il cambiamento. Cosa fanno i governi per l'ambiente? Molto poco, un po' perché non vogliono, un po' perché non riescono. Non è tutto bianco o nero.

«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:clap: dai ti sei addolcito un pochino, ma puoi ben capire che non tutte le città sono nella medesima situazione

tu riportando l'esempio di genova hai rapprensentato sicuramente una realta difficoltosa e di non facile soluzione così come tante altre città italiane...

io o batrax ti riportiamo realtà in cui potrebbe non servire momentaneamente l'intervento oneroso dei comuni, ma servirebbe solo la buona volontà dei cittadini (chiamala rivoluzione)

:ciao:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi... altro esempio vivente.

Non entro nel merito di tutti gli argomenti che avete sviscerato, perchè vedo che ve la state cavando benissimo :rolleyes: ma lascio solo "My two cents":

3 anni fa abbiamo eliminato la seconda auto (che aveva oltre 15 anni) e da allora io mi muovo quasi esclusivamente in bici, userò la macchina si e no una volta alla settimana o anche meno.

Puoi anche possederla l'auto, infatti una l'abbiamo tenuta, ma è come la usi che fa la differenza.

Anche io sto in pianura, tutto piatto e liscio come un biliardo, ma nonostante ciò, praticamente nessuno va in bicicletta... e c'è anche una bella ciclabile che collega la città alla zona industriale...

Hanno quasi tutti distanze fa 3 e 5 Km, fattibilissime in bici, ma manca proprio la volontà e la mentalità, la bici o i mezzi pubblici sono visti come il trasporto dei poveri, di chi non ha la possibilità di usare un'auto personale...

E siamo troppo abituati alle comodità e pur di viaggiare comodi ci avveleniamo da soli (non pensiamo solo alle emissioni dei motori, ma anche al processo di estrazione delle materie prime e di produzione delle auto, dispendiosissimo in termini energetici ed inquinante... senza pensare poi allo smaltimento finale delle stesse).

Ho modificato anche le mie abitudini negli acquisti, facendo spese più frazionate (mi fermo in bici tornando dal lavoro presso negozi locali), piuttosto che la maxi spesa settimanale al centro commerciale a 20 Km... quel poco in più che mi costano i prodotti, lo risparmio in benzina, assicurazione, bollo, ecc che non pago più.

E' perfettamente fattibile eliminare la seconda auto, che tantissime famiglie hanno e sostituirla con la bicicletta, magari a pedalata assistita che ha diversi vantaggi:

- Con un motore high torque (alta coppia) sali praticamente ovunque, anche a Lecco e Genova

- Le velocità medie sono molto più alte che con la normale bici muscolare (e di conseguenza i tempi di percorrenza si riducono)

- se vuoi, la fatica è quasi nulla (ma a me, a parte quando c'è caldissimo, piace spingere sui pedali)

- E' regolarmente in vendita, anche online, un parabrezza+copertura integrale che si ripiega come un k-way per girare anche sotto la pioggia (io me lo sono costruito da solo, ma altrimenti avrei preso quello)

In ogni caso, in 3 anni, mi è capitato poche volte che piovesse proprio quando dovevo andare o tornare dal lavoro e comunque mi sono sempre bagnato pochissimo, grazie al parabrezza che mi copre anche le gambe (ci giro anche in inverno a - 10 °C)

- con meno di 800 euro puoi trasformare la tua bici preferita in elettrica e i base ai Km che percorri (io ne faccio 4.000 all'anno) ed eliminando la seconda auto, puoi ripagartela anche in pochi mesi

- con 10 centesimi di corrente, che mi arriva a casa senza intermediari, ci percorro anche 60 Km

- migliora la forma fisica, ma soprattutto l'umore! Provare per credere.

- Ci mando anche mia madre in bici, infatti lei e mio padre hanno eliminato la seconda auto e le ho fatto prendere una bici elettrica Decathlon (649 euro completa)

Contro:

- da dipendenza, se non la usi, il senso di libertà ti manca

- la batteria, in base al numero di ricariche, dopo alcuni anni sarà da sostituire e smaltire (ma anche l'auto ne ha una, oltre ad una tonnellata di altri materiali)

- la produzione di corrente elettrica inquina, ma a parte la maggiore efficienza del motore elettrico rispetto a quello endotermico (circa 80% contro il 30%), inquino meno per produrre i miseri 400-500 watt (3 ore di un PC acceso) che mi servono per percorrere 60 Km, piuttosto che: estrarre, trasportare, raffinare, ritrasportare, erogare e bruciare nell'atmosfera i quasi 5 litri equivalenti di benzina.

FINE

Buon proseguimento :rolleyes:

.

innanzitutto complimenti, se riesci a fare ciò che affermi, tanto di cappello, e comunque non mi sembri un integralista che vuole imporre una sua ideaa, giusta o sbagliata che sia.

purtroppo però (x gli altri, io anche volendo non posso rinunciare alla macchina, ho un'azienda e devo portare in giro i clienti, mentre i w-e lavoro come cuoco a 20km da casa mia), come ho descritto nel mio caso, dove vivo io, come credo più o meno tutte le regioni del nord italia, di pianure ce ne stanno poche, ed anche volendo, nella mia zona, è impossibile fare piste ciclabili, proprio materialmente, tu che lavoro fai se posso cheidere?

riguardo le auto, hai detto qualcosa che ho già accennato, non c'è solo il combustibile, ci sono pneumatici e batterie, nel mio caso, cercare di essere non dico ecologico, ma "bio", è piuttosto inquinante, fra una cosa e l'altra, mi faccio 30km, dovuti principalmetne alla carne, dato che la prendo in un piccolo allevamento che sta a 20km, aggiungiamo fruttivendolo, detersivi eco, tutti questi giri inquinano, anche se taglio completamente fuori la grande distribuzione.

a tutto ciò, bisogna aggiungere il tipo di lavoro che uno fa, certo non puoi fare lavori di rappresenzatanza con la bicicletta od il treno, su questo sei d'accordo? il cibo va trasportato, sia nei negozietti, sia alla esselunga, ed i fornitori sono nella stragrande maggioranza, gli stessi.

tua madre e tuo padre quanti anni hanno? mio padre io non lo manderei mai fuori al freddo in inverno, ne lo manderei fuori al caldo in estate, preferisco che inquini rispetto a fargli rimettere la salute, detto papale papale, poi ognuno è libero di fare ciò che meglio crede, ma il poter scegliere deve essere un fondamentale, tutto deve partire dalla scuola e dai genitori, da un'educazione, ogni imposizione è morta in partenza, perchè priva di un'elaborazione personale, come anche l'etica e la civiltà, non sono universali, ma ogni era ha i suoi valori etico morali, ma conquistati col tempo, non perchè qualcuno te lo impone.

qui tutti descrivono al rpipria esperienza, cercando di imporre un epnsiero, facendo finta che non esistano altri 59 milioni di italiani, mettendo le mani nelle loro tasche, prima di guardare l'inquinamento, io preferisco vivere in uno stato dove sono libero di fare ciò che voglio, pur stando molto attento a cosa consumo e cosa mangio, non voglio fare la lezione a nessuno.

rispetto a pieno la tua posizione, pur non condividentdo tutti i punti, ma almeno hai argomentato.

PS

pure io avevo una bellissima auto ultrapotente e fichissima, ma che ho venduto per un auto a gas (dopo aver valutato le ibride, che però hos coperto che alla fine della loro vita, sono ben più inquinanti di quelle a gpl o metano), però non mi sognerei mai di obbligare qualcuno a farlo, quando ho venduto la mia vecchia auto, potevo comprarmene 3 di auto eco con i soldi ricavati, non tutti hanno le stesse tasche, non tutti hanno la stessa salute, gli stessi problemi, lo stesso lavoro, solo in lombardia moltissimi lavori richiedono di essere automuniti altrimenti manco sei preso in cosiderazione? io non credo. in nessun caso ci devono essere imposizioni, è un processo a cui uno deve arrivare da solo, tenendo presente che non siamo gli unici e le nostre idee non sono giuste a prescindere.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La rivoluzione deve partire prima dal basso, con la volontà di cambiare, e questo cambiamento lo ottieni se dall'alto c'è l'educazione e la volontà di assecondare e agevolare il cambiamento. Cosa fanno i governi per l'ambiente? Molto poco, un po' perché non vogliono, un po' perché non riescono. Non è tutto bianco o nero.

se hai ascoltato il tizio della moquette di cui ho lnkato un discorso (per altro se qui mi fate gli ecologisti, ma non avete visto il documentario "the corporation", non potete avere una visione globale), parla appunto dei governi, i governi si limitano a mettere dei limiti, dei paletti, per esempio dicendo che il livello di piombo o polveri sottili, deve essere ad esempio di 5, ma il punto è uno, e ne parla bene quel tizio, i governi fissano i limiti che comunque devono esser capaci di supportare l'industria, se domani dicessero che le industrie devono fare 0 emissioni, oppure anche solo 4, non torneremmo al medioevo, ma all'età della pietra, i governi si limitano a fissare dei limiti in base a quello che si può fare, ben consapevoli ceh anche restando sotto i limiti, si è altamente inquinanti. poi c'è chi se ne approfitta, io consoco svariate persone nel mio campo, che buttavano i liquidi da sviluppo lastre o pellicole nel cesso, qui palriamo di piccole aziende da 10 dipendenti, quindi pensare che piccolo ed artigianale sia per forza di cose migliore, è una vaccata colossale, per esempio, per rifornire 10 piccoli negozi, si muovono in 10,e certo non vano in bicicletta, per rifornirne uno grande, si muove 1, non avrò mai numeri alla mano, ma chi può dire con certezza cosa inquina di più? il dubbio è più che lecito...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono stato a Sidney ultimamente, li riescono a coniugare le realtá industriali a quelle ecologiche molto bene.

Questo é possibile perché la loro classe politica investe molto in ricerca, scuole,universitá ,nuove tecnologie e sensibilizza l'opinione pubblica sulle varie tematiche e progetti.

Diciamo loro fanno l'opposto di quello che facciamo noi, i soliti teatrini politici all'italiana.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono stato a Sidney ultimamente, li riescono a coniugare le realtá industriali a quelle ecologiche molto bene.

Questo é possibile perché la loro classe politica investe molto in ricerca, scuole,universitá ,nuove tecnologie e sensibilizza l'opinione pubblica sulle varie tematiche e progetti.

Diciamo loro fanno l'opposto di quello che facciamo noi, i soliti teatrini politici all'italiana.

rieccomi a riportarvi un po alla realtà...

l'australia è un gran bell'esempio, però c'è qualche fattore che non può passare in secondo piano...

superficie italia: 300.000 km2 circa

superficie australia: 8.000.000 km2 circa di cui per più di 3/4 inabitabile (che è diverso dal dire inabitata) , quindi non è che mantengono (fanno acnhe quello x carità), ma il deserto è difficilmente abitabile, o stai tranquillo che ci avrebbero costruito pure gli australiani...

abitanti italia: 60.000.000 circa densità 200 abitanti per km2 circa

abitanti australia: 20.000.000 circa densità 3 abitanti per km2 circa

hanno un PIL che è della metà rispetto a quello italiano, non hanno grandi industrie.

ora, anche senza esser laureato in economia, mi pare salti all'occhi che hanno un terzo della popolazione con la metà del pil, quindi avanzano tantissimi soldi da reinvestire(nella zona abitata che è ben inferiore all'italia ), questo non è un parere, sono numeri che non possono essere contraddetti.

inoltre, è un'isola, non ti danno la cittadinanza, non hanno immigrati (che provengono da zone disagiate come accade con l'italia), se ci vai acnhe con un visto di lavoro di 1 anno, devi depositare la somma corrispettiva al biglietto per tornartene a casa, se fai questo in italia, ti danno del razzista, mi pare che ci abbiano provato già in molti, fra legge martelli, maroni ecc, tutte cose andate a finire nel cesso perchè a detta di alcuni, politicamente scorrette ed incivili.

detto questo, gli australiani hanno comunque una mentalità più portata alal conservazione del territorio, questo è verissimo, ma come confermi anche tu, e posso confermartelo anche io, tutto parte dal basso, culturamente, non con imposizioni od obblighi di alcun tipo, nel senso... prima impari a gattonare poi a camminare, poi a correre, poi a nuotare... in quest'ordine, non impari prima correre e poi a camminare.

noi in italia, facciamo smerpe quelli che si lamentano con lo stato, i politici (che hanno certo molte colpe), poi però siamo il paese con il maggior numero di evasori fiscali d'europa (e forse del mondo), e qui non c'entrano nulla i politici. sbaglio o qualcosa non mi torna?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La densità è calcolata sulla superficie totale o solo quella abitabile? Quel dato potrebbe essere vagamente fuorviante...il resto invece è bello chiaro e mi trovi d'accordo :) Noi siamo una brutta eccezioni delle generali regole...mi ricorderò sempre che studiando diritto c'è un paragrafo dedicato alle anomalie italiane...ho detto tutto!

Io spero che morta questa classe dirigente ne sussegua una migliore che abbia di idee...ora come ore le loro idee sono: come posso metterlo in quel posto al paese e fare più soldi possibile per me e la mia famiglia? Bene io vorrei qualcuno che pensa prima a fare gli interessi del paese e una volta che quello è apposto tollererei persino che un pochino si freghino...sare persino disposto a legittimarli se il paese fosse tenuto come si confà ad una civiltà avanzata...

«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La densità è calcolata sulla superficie totale o solo quella abitabile? Quel dato potrebbe essere vagamente fuorviante...il resto invece è bello chiaro e mi trovi d'accordo :) Noi siamo una brutta eccezioni delle generali regole...mi ricorderò sempre che studiando diritto c'è un paragrafo dedicato alle anomalie italiane...ho detto tutto!

Io spero che morta questa classe dirigente ne sussegua una migliore che abbia di idee...ora come ore le loro idee sono: come posso metterlo in quel posto al paese e fare più soldi possibile per me e la mia famiglia? Bene io vorrei qualcuno che pensa prima a fare gli interessi del paese e una volta che quello è apposto tollererei persino che un pochino si freghino...sare persino disposto a legittimarli se il paese fosse tenuto come si confà ad una civiltà avanzata...

secodno me è calcolata sulla superficie totale, ma ora mi hai fatto venire il dubbio, cioè sicuramente è così, certo a sidney non ci sono 3 abitanti per km2, ma è comuqnue un dato da tenere in considerazione in ogni caso.

tu speri che eliminata questa classe dirigente, se en formerà una più etica, a mio avviso, fa parte di noi italiani essere così, probabimmente pure io o te, se ci trovassimo a fare i politici, faremmo come quelli attuali, fa parte del nostro dna, abbiamo molti pregi, ma la croce della corruzione ce la trasportiamo da 2000 anni.... se ci fai caso, solo la grecia se la gioca con l'italia sotto il piano dell'evasione e della corruzione, ovviamente non sono cose dimostrabili, ma secondo me non è un caso che le due civiltà più antiche e forse anche più complesse (perchè io penso che abbiamo anche una coscienza ben superiore a molte altre civiltà, quelle anlosassoni in primis, almeno a livello popolare), siano paragonabili, nepotismo, raccomandazioni, tutte cose made in italy ed esportate come la pizza, spero comunque di sbagliarmi, perchè se ho ragione, non cambieremo mai, quanto meno politicamente, riguardo l'ambiente io non penso che siamo peggiori o migliori di francia o germania, non siamo ancora andati a mururoa a sganciare bombe atomiche per fare esperimenti, ed il nostro cibo mantiene ancora una certa genuinità

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ti avevo risposto, ma preferisco sorvolare.

PS

sei sempre tu oppure un tuo omonimo, quello che ha aperto una discussione per parlare della sua auto e di quella dei suoi genitori, riguardo la benzina? quando lho vista non credevo ai miei occhi, un ecologista come te, che ha un'auto a benzina? e poi vieni qui a pontificare che andrebbero imposte le auto elettriche e che tu giri in bicicletta? predichi bene ma razzoli male.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ahaha sapevo che prima o poi saresti arrivato a farmelo notare...

mah vedi quello che non hai ancora capito forse è che non sono un guru dell'ecologia,che vuole cambiare il mondo, sei tu che ti sei fissato con questo...

comunque per risponderti, ho un auto a gasolio che ha 10 anni e visto che tra poco sarà il momento di cambiarla farò le mie scelte ecologiche adeguate stai sereno!

con ciò ti rispondo anche che è perennemente ferma fatto salvo qualche fine settimana per gli spostamenti lunghi, mentre da lunedi a venerdi utilizzo una bellissima bicicletta per andare in ufficio...

quindi caro nikapple te l'ho già detto, mi sei simpatico non ho nulla contro di te, ma ti ripeto che non mi hai proprio capito!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piantatela di punzecchiarvi :P Ve lo deve dire un pivello come me? :ghghgh:

Mi pare che alla fine siamo giunti a conclusioni più o meno simili :) Siamo partiti dal più totale idealismo nemmeno utopico, peggio, a dire che ci sono degli effettivi limiti e che non è solo una questione di volontà ma anche di possibilità. Abbiamo anche accertato che laddove c'è la possibilità manca effettivamente la volontà. Abbiamo quindi concluso che c'è un connubio di non volontà e possibilità. Sarebbe ora carino provare a cercare noi stessi, nel nostro piccolo a dire cosa possiamo fare, e magari creare proposte anche un po' più in grande :) Ora di sicuro nessun politico verrà mai qui a leggere le nostre idee, ma è anche bello confrontarsi e vedere come ognuno affronterebbe la cosa :)

Io generalmente sono un pozzo di idee e mi piace esporle :P

«Solo se si è pronti a considerare possibile l'impossibile si è in grado di scoprire qualcosa di nuovo» Johann Wolfgang von Goethe

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TAV: secondo una stima il traffico ferroviario, TAV o attuale linea ferroviaria, in quella tratta segna un trend in calo inesorabile da anni.

Considerando che la TAV in progetto è adibita al trasporto merci, quindi niente incremento del turismo, e che comporta BUCARE una montagna con annesso materiale (e la Val di Susa ha già pagato in passato scelte di dubbio interesse con impianti termoplastici che han minato per decenni le popolazioni e il territorio) direi che possiamo tranquillamente farne a meno.

Inceneritore: anni fa un noto centro di ricerca italiano (purtroppo al momento mi sfugge il nome) insieme ad un'azienda svilupparono il Thor, un insieme di procedimenti (con brevetti italiani) che separano i rifiuti non separati e per ciascun materiale attua un procedimento di riutilizzo/smaltimento. Il Thor ha un impatto energetico positivo, ovvero produce più energia di quanta gliene serve per funzionare, ha un concentrato di ceneri tossiche risibile rispetto ad altri metodi in voga presso i grandi appalti Confindustriali ed è una tecnologia leggera, lo sposti dove vuoi ed è pure economico.

E qui sta la fregatura: funziona talmente bene che nessuno, tra Confindustria e politici, può mangiarci, quindi lo abbiamo chiuso in un cassetto.

L' M5S prima di straparlare di ambiente dovrebbe occuparsi di altro, tra antieuropeismo e spauracchi importati dalla destra sociale ha il suo bel da fare prima di parlare di ambiente e salute.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TAV: secondo una stima il traffico ferroviario, TAV o attuale linea ferroviaria, in quella tratta segna un trend in calo inesorabile da anni.

Considerando che la TAV in progetto è adibita al trasporto merci, quindi niente incremento del turismo, e che comporta BUCARE una montagna con annesso materiale (e la Val di Susa ha già pagato in passato scelte di dubbio interesse con impianti termoplastici che han minato per decenni le popolazioni e il territorio) direi che possiamo tranquillamente farne a meno.

:ok:

Inceneritore: anni fa un noto centro di ricerca italiano (purtroppo al momento mi sfugge il nome) insieme ad un'azienda svilupparono il Thor, un insieme di procedimenti (con brevetti italiani) che separano i rifiuti non separati e per ciascun materiale attua un procedimento di riutilizzo/smaltimento. Il Thor ha un impatto energetico positivo, ovvero produce più energia di quanta gliene serve per funzionare, ha un concentrato di ceneri tossiche risibile rispetto ad altri metodi in voga presso i grandi appalti Confindustriali ed è una tecnologia leggera, lo sposti dove vuoi ed è pure economico.

E qui sta la fregatura: funziona talmente bene che nessuno, tra Confindustria e politici, può mangiarci, quindi lo abbiamo chiuso in un cassetto.

:ok:

L' M5S prima di straparlare di ambiente dovrebbe occuparsi di altro, tra antieuropeismo e spauracchi importati dalla destra sociale ha il suo bel da fare prima di parlare di ambiente e salute.

:rolleyes: per lo meno c'è qualcuno che ne parla

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sa tanto che ha ragione il mio collega Fabio, che ogni volta che mi vede fare qualcosa di ambientalista mi dice, non serve niente, tanto il genere umano è diretto all'autodistruzione. Vivo in un quartiere di Bs dove è vietato calpestare l'erba perché piena di PCB e diossine smaltite nei fossi da un industria chimica "Caffaro" per decenni. Nella scuola dei miei figli in mezzo al giardino hanno fatto una colata di cemento per farli giocare all'aperto, siamo messi peggio di Taranto. Oltre il suolo non vi parlo di acqua e aria ma sono messi malissimo.

Siamo circondati da discariche, ed è una continua richiesta di aprirne nuove.

Al 95% della gente non gliene frega niente!

Quando sento dire che tornare indietro di 50 fa ridere, a me pensare come saremo tra 20 anni fa piangere, e pagheranno caro i miei tre figli, e tutte le nuove generazioni. Ovviamente i tumori aumentano di anno in anno, soprattutto quelli infantili.

Vedo che anche qui, dove chi entra dovrebbe essere sensibile all'argomento, ad ogni proposta di cambiamento ci si scontra con la "realtà" che poi, alla fine, è quella che pensa il mio collega.

I reati ambientali non sono quasi mai puniti, diciamo che siamo in un paese "Libero" di fare quello che si vuole, nessuna imposizione!

Il fatto è che lo stile di vita occidentale e consumistico attuale è possibile solo abusando dell'ambiente, se si facessero le cose giuste, tutto diventerebbe troppo costoso, si fermerebbe l'economia, il crollo del PIL.

Nonostante tutto, se mangio una banana sul lavoro esco e butto la buccia nel cassonetto dell'umido, che normalmente è pieno di tutto, come plastica, sacchetti, lattine, polistirolo, ecc ecc. e l'A2A (municipalizzata) poi sotterra o incenerisce tutto insieme.

Lo faccio perché voglio essere il meno possibile complice del tumore che colpirà il prossimo bambino…

PS noi siamo messi male, ma tutta l'Italia (ex belpaese) è piena di fatti analoghi, nessuno se ne può stare tranquiilo, e il bello è che sono convinto che tra nuove tecnologie e stili di vita diversi, saremmo in un paradiso.

L'M5S è l'unica forza politica che prendo in considerazione, con i suoi pregi e difetti, se non potrò voltarlo entro nel grande partito degli astensionisti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda se vuoi prendermi a male parole perché non credo al M5S come un moto di cambiamento libero di farlo, ma affibiarmi la mentalità del non ambientalista no, non ci sto.

Aldilà dei movimenti più o meno "rivoluzionari" (già essere capaci di immaginare quel che si dovrà affrontare sarebbe un passo avanti, altro che rivoluzionare) c'è una fattibilità delle opere, in costruzione o smantellamento, che si rifà a leggi, regolamenti e contratti (e quindi sanzioni) che restano immutati fino a che il legislatore non vi mette mano, ed oggigiorno l'impianto delle normative deve comunque avere un riscontro con le direttive UE, quindi, a meno di dimostrare all'UE che altre soluzioni sono possibili (ma le lobbies fanno affari anche lì, non si creda il contrario), la vedo dura che un qualsiasi movimento rivoluzionario, anarchico e con tutte le migliori intenzioni possa incunearsi nel solco di un conflitto istituzionale con la UE.

Le discariche sono regolamentate: 30 anni d'uso e poi BONIFICA. Questo prevede la norma italiana e le direttive UE non saranno tanto diverse. La questione non è abolire le discariche dall'oggi al domani (utopie) ma realizzare un percorso che porti alla chiusura di quelle fuori tempo massimo e la loro bonifica, soluzioni alternative e un recupero dello Stato in un settore, quello dello smaltimento dei rifiuti, dove Camorra e Confindustria hanno troppe metodologie in comune.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il fatto che uno nn sia d'accordo con grillo o con idee utopistiche, nn vuol dire che nn sia interessato all'ambiente.... ma nn mi meraviglia che molti la pensino in quella maniera, o con loro, o contro di loro, concetto ben spiegato dal caro Benito, dato che sta cacciando tutti quelli del suo stesso partito che nn ubbidiscono ai suoi ordini, fra poco andrà chiamato Duce o Heil Grillo, piuttosto che votare grillo, fatevi un'auto elettrica, a gas, a metano, ed avrete davvero fatto qualcosa.

una persona non sta attenta all'ambiente x cambiare il mondo, ma lo fa per se stesso, per educare altri a comportarsi civilmente, mentre se si pensa di stravolgere le carte in tavola, è una guerra persa in partenza.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E qui sta la fregatura: funziona talmente bene che nessuno, tra Confindustria e politici, può mangiarci, quindi lo abbiamo chiuso in un cassetto.

che è un po il riassunto di quanto fatto con gli impianti fotovoltaici ad uso domestico....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che il fotovoltaico domestico ha il limite dei costi di realizzazione immotivatamente alti (tecnologie economiche e vecchie), quindi incentivi statali (che non va bene) e gabbole burocratiche (contratto come fornitore e il limite dei kw per far un favore ad aziende decotte come Enel).

I miei l'hanno fatto e non so quando realmente si ripagherà.

Di Grillo non mi piace il porsi come Summa e Sunto di istanze di altri movimenti, cercando di essere forza anti sistemica e sistemica nel medesimo tempo: non funziona.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ovviamnte gli incetivi statali per il fotovoltaico, possono avere un loro perchè se non avessimo altri problemi (c'è ancora gente che vive nei container sia in emilia che in abruzzo, giusto x dire le prime due cose che mi vengono in mente), però quando poi mi fai gli incentivi per comrpare le macchine fiat, mi cadono le braccia, io avrei preferito li avesssero riaperti al fotovoltaico, a chi comrpa autoecologiche, se proprio proprio avanzavano e nn sapevano come spenderli.

prima non avevo tempo di finire....

com'è l'esperienza dei tuoi col fotovoltaico? costi a parte.... io ho sentito dei pareri positivi, poi bisogna vedere se uno lo fa con uno spirito ecologista, oppure per un tornaconto economico, io conosco solo due amici che lo hanno installato e me ne parlano bene.

riguardo grillo la penso più o meno nella stessa maniera, secondo me ha un comportamente fascista (è un mio parere, non voglio aprire un dibattito politico)... a me onestamente monti non dispiace, non che sia contento di pagare l'imu, però bisogna anche capire che tagliare le tasse, come fece berlusconi con ici, poi porta delle conseguenze, penso che le scelte più popolari, non necessariamente siano quelle giuste, se domani proponessero di abolire le tasse, sarebbe un plebiscito di favorevoli, ma poi che fine faremmo? ovviamente deve essere eletto, non si può continuare con un governo tecnico non eletto (ma quanto meno tecnico, non ci sono ex miss o showgirl messe a fare i ministri), ma lo spettro di bersani e berlusconi visto in questi giorni, mi fa accapponare la pelle, fino a quando sta gente nn schiatta, ce la ritroviamo sempre reimpastata, rimodellata con tutte le farine possibili.

PS

avete visto le immagini del ghiacciaio di 7km che si è staccato in groenlandia? che tristezza... vado un po OT, secondo voi, siamo noi la causa? (perchè com'è vero che ci sono esaltati antiambientalisti che minimizzano ogni cosa, ci sono esaltati ambientalisti) oppure è normale che la terra abbia dei cicli, se pensiamo allo sputo di vita che hanno gli esseri umani su questo pianeta.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo