Vai al contenuto





Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

snakemgs4

autocad per principianti

Recommended Posts

faccio appello a chi conosce autocad meglio del sottoscritto che lo usa per sporadici motivi:

- come si usa la funziona layout di autocad in modo da impaginare le tavole senza rompersi la testa a fare conti di proporzioni e robe simili, ma solamente scrivendo 1:100, 1:500, ... metodo molto più semplice ed immediato?

sempre correlato a questo: avendo la versione inglese e quindi il sistema metrico inglese, è possibile cambiare solo il sistema metrico, cambiandolo in metri/centimetri/ ... anche tenendo la lingua in inglese e quindi usando le nostre scale 1:100-1:200- ....?

- inoltre esiste un metodo testato che permetta di stampare in pdf i file dwg di autocad e però, cosa molto importante, non spappoli i retini in milioni di triangoli e poligoni rettangolari, rendendoli inutilizzabili poi da illustrator, utile per rifinire o impaginare tali pdf? dico inutilizzabili perchè dovrei selezionarli tutti ed inoltre cancellare i poligoni triangolari. So che esiste la funzione seleziona - simile ... ma se faccio un retino con archicad questo non mi capita e mi tiene i retini interi e perfettamente gestibili ...

- inoltre stampando dei pilastri circolari, retinati con un retino tondo, questi si spappolano e diversamente da come visualizzati in autocad (perfettamente tondi) questi vengono stampati in pdf tutti seghettati, come se fosse composti da diversi retini sovrapposti. Il risultato è pessimo.

stessi retini invece stampati da archicad vengono benissimo.

settato l'output pdf con qualità 1200dpi, comunque restano frastagliati ...

per chi mi suggerisse che il problema non si pone, poichè potrei importare i dwg in archicad e stamparli da lì:

ho necessita di stampare (a volte) direttamente da autocad quindi il problema rimarrebbe ...

grazie per l'eventuale aiuto ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


ciao dunque andiamo in ordine...

- il sistema metrico lo cambi nelle opzioni (ti consiglio di mettere metri se fai disegno architettonico e millimetri se fai disegno meccanico)

- per stampare (come spiegato in altri post) io disegno sempre 1:1 (nel mio caso metri perchè disegno architettonico) 1m = 1 unità di misura, poi avendo già le dimensioni dei fogli preparate mi basta inserire il foglio nella scala desiderata e stampare con adatta scala di stampa!

- per i pdf ti consiglio di scaricarti pdf creator

:ciao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie ... ma non conviene proprio usare la funzione layout di autocad? potendo liberamente decidere la scala dei disegni per poi impaginarli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si puoi utilizzarla, ma al di la che è piu complessa (non conosco il tuo livello) e poi è piu indirizzata per impaginare piu disegni/viste sullo stesso foglio...non so se mi spiego...

esempio...sul modello disegni pianta prospetti sezioni...con il layout impagini pianta prospetti sezioni sullo stesso foglio sapendo già le scale di disegno ed avendo scritte e quote dimensionate alla scala

se invece hai un disegno solo lo disegni 1:1 e poi scegli foglio e scala a piacimento!

alla fine ottieni il medesimo risultato, ma a mio avviso il metodo che ti consiglio è piu sbrigativo

vedi tu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi intereserebbe proprio quella modalità, anche se più complessa, poichè a volte ho necessità di impaginare diverse tavole disegnate in 1:1 nel foglio autocad e posizionarle per l'impaginazione a diverse scale, sapendo ovviamente la scala ...

credo che in questo modo avrei uno strumento più completo e flessibile di controllo per l'impaginazione di base di autocad invece di fare assurdi calcoli (a mio parere) per scalare i disegni. ho questa funzione, perchè non usarla? :ghghgh:

capisci quello che intendo ...

provenendo da archicad che lavora con questa mentalità secondo me ottima, una volta capito il metodo, non credo sia così complicata ...

poichè non so come utilizzare questa modalità, potresti gentilmente spiegarmi passo passo le procedure per impostare un layout (esempio A1), importare le viste ... scalarle ... e poi stampare tale tavola impaginata in pdf ...

grazie mille

P.S. uso autocad 2013 anche per mac

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- come si usa la funziona layout di autocad in modo da impaginare le tavole senza rompersi la testa a fare conti di proporzioni e robe simili, ma solamente scrivendo 1:100, 1:500, ... metodo molto più semplice ed immediato?

Tu devi decidere in che unità lavorare. Nel mondo professionale normalmente si usano i [cm] o i [m] per gli architettonici (anche se risultano sempre preferibili i [cm] per gli edifici), i [cm] per le strutture in c.a. e i [mm] per quelle in acciaio.

A questo punto ti realizzi i tuoi disegni in scala 1:1. A una unità dello schermo fai corrispondere un'unità del disegno pensato in dimensioni reali.

Ora molto semplicemente non devi far altro che creare le tue finestre di layout.

In pratica non sono altro che finestre sul disegno reale (viewport) ma poi scalate.

Ammettiamo che tu abbia disegnato in [cm] sia la pianta dell'edificio che una sezione di dettaglio.

Ad esempio la pianta è un esecutivo e quindi vuoi scalarla 1:50 mentre la sezione di dettaglio vuoi scalarla 1:20.

E' chiaro che dovrai creare due layout con differenti scale.

Inoltre devi sempre ricordare che autocad ragiona di base in [mm] (ovviamente nel sistema metrico) se decidi di non modificare lo spazio carta. In pratica lasciamo il disegno dello spazio carta tutto pensato in [mm].

La stampa verrà poi effettuata stampando direttamente dallo spazio carta 1:1.

Volendo è possibile modificare anche questa impostazione ma consiglio di lasciarla così.

Partiamo con la scala 1:50, ossia 1 [cm] del disegno = 50 [cm] della realtà.

Ma autocad ragiona in [mm] e non sa niente della realtà.

Nella relazione precedente devi quindi mettere al posto di 1[cm] la sua espressione in [mm] ossia 10.

Questo significa che devi scrivere 10=50 o anche 1=5. Nell'elenco delle scale lo trovi come 1:5.

In pratica la regola è: a sinistra si mette sempre l'unità di misura espressa in [mm] e a destra il fattore di scala.

Nella pannello delle proprietà della finestra di layout della pianta sarà quindi sufficiente mettere 1:5.

Per quanto riguarda il particolare di dettaglio vale lo stesso procedimento:

1[cm] del disegno = 20 [cm] della realtà ossia 10[mm]=20[cm], più semplicemente 10=20 o 1=2 o 1:2.

Proviamo a mettere in scala un disegno realizzato in [m] in scala 1:2000 ossia

1[m] del disegno = 2000 [m] della realtà.

In autocad al posto di 1 [m] devo mettere il suo valore in [mm] ossia 1000 ===> 1000 [mm] = 2000 [m] che può anche scriversi 1=2 o dall'elenco scale: 1:2.

Come vedi, una volta capito il meccanismo è immediato impostare le scale.

Resta ora da capire come impostare le scritte e le quote.

Esistono vari modi e varie scuole di pensiero.

- Scritte e quote nello spazio modello: dato che verrano scalate allora andranno amplificate del medesimo fattore di scala per averle poi in stampa della dimensione giusta. Volendo avere scritte alte, diciamo 2 [mm], nell'esempio della pianta disegnata in [cm] e in scala al 50 avremo bisogno di scritte alte 50*0,2=10 unità del disegno (nota che ho scritto 0,2 perché le unità sono i [cm]) affinché una volta scalate in fase di stampa risultino alte 2 [mm].

- Scritte e quote nello spazio carta: le puoi fare direttamente alte 2[mm] senza alcun problema ma ora c'è da fare attenzione al fattore di scala (perché prima l'avevamo lasciato unitario). In pratica ora stai misurando il disegno come se fosse già stampato. Dovrai inserire, per l'esempio precedente, il coefficiente correttivo 1/50=0,02 per avere il giusto valore delle misure.

-Scritte e quote di tipo annotativo: in pratica ne definisci una sola e questa si adatta anche con l'altezza della scritta alle varie scale. E' di introduzione recente in autocad e ancora pochi le usano anche perché modificando la scala sia le scritte che le quote potrebbero cambiare di posizione con sovrapposizioni non volute e antiestetiche che potrebbero dare problemi di lettura del disegno. Però con un po' di attenzione potrebbero essere il futuro della gestione delle scritte.

P.S.

Per quanto riguarda i PDF installati un qualsiasi programmino come PDF Creator (mi sembra di ricordare).

Anche io non mi ci trovo con i PDF generati direttamente da Autocad e in ufficio ho installato il PDF Distiller (ho comprato l'Acrobat).

Su Mac ovviamente basta salvare direttamente in PDF quando si lancia la stampa perché è una funzione del sistema operativo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi intereserebbe proprio quella modalità, anche se più complessa, poichè a volte ho necessità di impaginare diverse tavole disegnate in 1:1 nel foglio autocad e posizionarle per l'impaginazione a diverse scale, sapendo ovviamente la scala ...

credo che in questo modo avrei uno strumento più completo e flessibile di controllo per l'impaginazione di base di autocad invece di fare assurdi calcoli (a mio parere) per scalare i disegni. ho questa funzione, perchè non usarla? :ghghgh:

capisci quello che intendo ...

provenendo da archicad che lavora con questa mentalità secondo me ottima, una volta capito il metodo, non credo sia così complicata ...

poichè non so come utilizzare questa modalità, potresti gentilmente spiegarmi passo passo le procedure per impostare un layout (esempio A1), importare le viste ... scalarle ... e poi stampare tale tavola impaginata in pdf ...

grazie mille

P.S. uso autocad 2013 anche per mac

Ti do pienamente ragione! In effetti il layout è leggermente più complesso, soprattutto all'inizio, ma non consiglierei di impaginare dal modello nemmeno al mio peggior nemico. Perché scalare e tagliare disegni quando si ha a disposizione uno strumento così valido?

Comunque, riguardo all'unità di misura, io preferisco di gran lunga i centimetri!


Grande Giove!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tu devi decidere in che unità lavorare. Nel mondo professionale normalmente si usano i [cm] o i [m] per gli architettonici (anche se risultano sempre preferibili i [cm] per gli edifici), i [cm] per le strutture in c.a. e i [mm] per quelle in acciaio.

A questo punto ti realizzi i tuoi disegni in scala 1:1. A una unità dello schermo fai corrispondere un'unità del disegno pensato in dimensioni reali.

Ora molto semplicemente non devi far altro che creare le tue finestre di layout.

In pratica non sono altro che finestre sul disegno reale (viewport) ma poi scalate.

Ammettiamo che tu abbia disegnato in [cm] sia la pianta dell'edificio che una sezione di dettaglio.

Ad esempio la pianta è un esecutivo e quindi vuoi scalarla 1:50 mentre la sezione di dettaglio vuoi scalarla 1:20.

E' chiaro che dovrai creare due layout con differenti scale.

Inoltre devi sempre ricordare che autocad ragiona di base in [mm] (ovviamente nel sistema metrico) se decidi di non modificare lo spazio carta. In pratica lasciamo il disegno dello spazio carta tutto pensato in [mm].

La stampa verrà poi effettuata stampando direttamente dallo spazio carta 1:1.

Volendo è possibile modificare anche questa impostazione ma consiglio di lasciarla così.

Partiamo con la scala 1:50, ossia 1 [cm] del disegno = 50 [cm] della realtà.

Ma autocad ragiona in [mm] e non sa niente della realtà.

Nella relazione precedente devi quindi mettere al posto di 1[cm] la sua espressione in [mm] ossia 10.

Questo significa che devi scrivere 10=50 o anche 1=5. Nell'elenco delle scale lo trovi come 1:5.

In pratica la regola è: a sinistra si mette sempre l'unità di misura espressa in [mm] e a destra il fattore di scala.

Nella pannello delle proprietà della finestra di layout della pianta sarà quindi sufficiente mettere 1:5.

Per quanto riguarda il particolare di dettaglio vale lo stesso procedimento:

1[cm] del disegno = 20 [cm] della realtà ossia 10[mm]=20[cm], più semplicemente 10=20 o 1=2 o 1:2.

Proviamo a mettere in scala un disegno realizzato in [m] in scala 1:2000 ossia

1[m] del disegno = 2000 [m] della realtà.

In autocad al posto di 1 [m] devo mettere il suo valore in [mm] ossia 1000 ===> 1000 [mm] = 2000 [m] che può anche scriversi 1=2 o dall'elenco scale: 1:2.

Come vedi, una volta capito il meccanismo è immediato impostare le scale.

Resta ora da capire come impostare le scritte e le quote.

Esistono vari modi e varie scuole di pensiero.

- Scritte e quote nello spazio modello: dato che verrano scalate allora andranno amplificate del medesimo fattore di scala per averle poi in stampa della dimensione giusta. Volendo avere scritte alte, diciamo 2 [mm], nell'esempio della pianta disegnata in [cm] e in scala al 50 avremo bisogno di scritte alte 50*0,2=10 unità del disegno (nota che ho scritto 0,2 perché le unità sono i [cm]) affinché una volta scalate in fase di stampa risultino alte 2 [mm].

- Scritte e quote nello spazio carta: le puoi fare direttamente alte 2[mm] senza alcun problema ma ora c'è da fare attenzione al fattore di scala (perché prima l'avevamo lasciato unitario). In pratica ora stai misurando il disegno come se fosse già stampato. Dovrai inserire, per l'esempio precedente, il coefficiente correttivo 1/50=0,02 per avere il giusto valore delle misure.

-Scritte e quote di tipo annotativo: in pratica ne definisci una sola e questa si adatta anche con l'altezza della scritta alle varie scale. E' di introduzione recente in autocad e ancora pochi le usano anche perché modificando la scala sia le scritte che le quote potrebbero cambiare di posizione con sovrapposizioni non volute e antiestetiche che potrebbero dare problemi di lettura del disegno. Però con un po' di attenzione potrebbero essere il futuro della gestione delle scritte.

P.S.

Per quanto riguarda i PDF installati un qualsiasi programmino come PDF Creator (mi sembra di ricordare).

Anche io non mi ci trovo con i PDF generati direttamente da Autocad e in ufficio ho installato il PDF Distiller (ho comprato l'Acrobat).

Su Mac ovviamente basta salvare direttamente in PDF quando si lancia la stampa perché è una funzione del sistema operativo.

ottima risposta. ora vedo se riesco a mettere in pratica tutto ... e a prenderci la mano ... credo sia più difficile spiegarlo così a parole che mostrare direttamente come si fa e imparare facendo con uno che ti insegna ...

per le quote i metodi sono simili, se non uguali ad archicad che ha cercato di semplificare e rendere intuitivo l'impaginazione delle tavole e non solo ...

Ti do pienamente ragione! In effetti il layout è leggermente più complesso, soprattutto all'inizio, ma non consiglierei di impaginare dal modello nemmeno al mio peggior nemico. Perché scalare e tagliare disegni quando si ha a disposizione uno strumento così valido?

Comunque, riguardo all'unità di misura, io preferisco di gran lunga i centimetri!

il fatto è che seppur più complesso, questo metodo è più flessibile, che abbia una sola tavola o mille tutte a scale differenti ...

inoltre evita a noi di fare calcoli strani per impaginare il tutto, o far sì che poi le quote con corrispondono, o altri errori ...

tieni i disegni all 1:1, con quote e tutto, e nello spazio adatto impagini tutto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo