Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






L'Italia secondo voi quanto è bigotta e in quali contesti?


Violadimontagna

Recommended Posts

Ciao a tutti, come da titolo secondo voi l'Italia quanto è bigotta ed in quali contesti?

 

Questa domanda nasce dal fatto che mi chiedevo se è un fattore di mentalità,  di famiglia borghese (a tutti i costi), di apparenza oppure ..?

E poi l'età conta nel voler far valere le proprie ragioni, uscire dagli schemi, essere sopra le righe ...è così difficile in una società a parer 

mio così ancora chiusa...

 

Forse dipenderà dal contesto..città piuttosto che un paesone....metropoli o cittadina medio-ricca..?

 

Che ne pensate?

 

Mi raccomando siate sempre educati nelle risposte e rispettosi comunque ci tengo ad un confronto civile. ;)

Grazie.

 

:)

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 82
  • Created
  • Ultima Risposta

Credo che esempi di bigottismo inerenti il "belpaese"se ne possono fare a migliaia, ne ricordo uno e spero che altri ne seguano: brava Viola!

 

Ti ricordi la pubblicità dell'IKEA che mostrava una coppia gay intenta a fare la spesa e davanti ad un muro dove c'era scritto "Siamo aperti a tutte le famiglie"?

Beh ricordo anche che il  Sottosegretario alla Famiglia dichiarò: "Lo spot offende la Costituzione....."

Sono un motociclista, non il proprietario di una moto...
Mrs.BlackIV: Triumph Bonneville T100 Black,  MacBook Air

Link al commento
Condividi su altri siti

:) Tento di esprimere  il concetto di bigottismo attraverso l'analisi dell'economia americana e di quella italiana. Ovvero il significato che l'Italia da a "salotto buono" e quello di contrapposizione americano. Da noi il salotto buono assume il significato di cordata di potere, il bigotto si fa scudo di questo potere perchè si amalgama nel gossip,si riconosce nel suo simile, amico dell'amico dell'amico, per trarne un vantaggio personale a svantaggio di altri. Ritengo il baciabanchi in senso letterale una figura retorica, fortemente ancorata ad un immaginario collettivo che fa da collettore tra preghiera, inginocchiato, prete, confessionale ed  il gruppetto di comari ammiccanti o di compari allusivi. E' un gioco di potere, una sorta di massoneria all'aria aperta, un cartello che etichetta i non credenti o non praticanti come "diversi", persone da far finta di non conoscere se intraveduti nel  marciapiede opposto. Ciò che accomuna maggiormente i bigotti è il sapere tutto di tutti, per infliggere cattiverie e maldicenze al momento opportuno; tuttavia il bigotto si dimostra amicone di un suo consimile, ma, come in economia italiana, non sa gestire i flussi e quindi, pur rappresentando  in questo contesto l'azionista di maggioranza, non esita ad infamare un suo accordato. Alla fine, comunque i bigotti cadono in piedi, nessuno paga per le malefatte compiute, tuttalpiù cambia parrocchia, ma sempre bigotto rimane. Poi vi è l'evoluzione del bigotto ovvero entrare a far parte dell'Opus Dei o simili "confraternite"cosi' potenti da influenzare scelte politico/economiche. Porto una mia piccola esperienza personale in merto: un collega internista è dell'opus dei , 5 figli, moglie casalinga percepisce ca. 3.800 mensili che in assoluto non sono pochi, ma con 6 persone a carico non può permettersi tanti larghi, eppure ha un tenore di vita abbastanza elevato e non ha patrimoni di famiglia. Qualche tempo fa mi domando se potevo visitare gratis alcuni suoi amici, un colonnello,un dirigente bancario ed altre tre persone. Col cucco gli risposi, io visito gratis chi voglio io.  In USA , invece il salotto buono è fatto, tanto per citare due nomi famosi, da Warren Buffet e Bill Gates, che sono amicissimi, ma l'unica cosa che li accomuna sono le associazioni filantropiche alle quali fanno parte.

Negli USA l'economia va bene perchè i piu' grandi investitori istituzionali, quelli che determinano il flusso azionario a lungo periodo, sono anonimi che investono in Exxon, CocaCola o  General Electric , ma il nome non interessa a nessun americano, ciò che conta è che non si muovono seguendo logiche di cordata ma logiche di mercato.

Non ritengo che in Italia il bigotto appartenga ad una comunità piccola o di paese piuttosto che ad una metropoli, il tutto risiede nella "sua" logica di cordata o potere che dir si voglia.

 

Sono stato civile? :)    

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

Credo che esempi di bigottismo inerenti il "belpaese"se ne possono fare a migliaia, ne ricordo uno e spero che altri ne seguano: brava Viola!

 

Ti ricordi la pubblicità dell'IKEA che mostrava una coppia gay intenta a fare la spesa e davanti ad un muro dove c'era scritto "Siamo aperti a tutte le famiglie"?

Beh ricordo anche che il  Sottosegretario alla Famiglia dichiarò: "Lo spot offende la Costituzione....."

 

Caro 50's ecco un argomento che mi sta profondamente a cuore da sempre e soprattutto da alcuni anni dove sto raccogliendo idee e pensieri.

Quando si parla di discriminazione sessuale, sarò limitata ma faccio davvero una grande fatica a capire chi non comprende che l'Amore è Universale.

Lo professo da sempre e sempre a gran voce, ho imparato a moderare certi termini ..cerco sempre di pensare a chi ho come interlocutore ma una mia piccola

vittoria l'ho ottenuta quest'estate parlando con una persona di famiglia. Credimi dopo aver detto come la pensavo mi sono sentita meglio, perchè negare un 

proprio pensiero solo per far contenti tutti. Chi mi conosce sa che sono di larghe vedute ma come dice una mia carissima amica: non tutto son pronti a certe

verità, soprattutto chi si nasconde dietro delle "bellissime" e "comuni"  apparenze. E ho scoperto che sono tantissimi. Poi per carità ognuno è libero di vivere

come crede... ;)

 

 

:) Tento di esprimere  il concetto di bigottismo attraverso l'analisi dell'economia americana e di quella italiana. Ovvero il significato che l'Italia da a "salotto buono" e quello di contrapposizione americano. Da noi il salotto buono assume il significato di cordata di potere, il bigotto si fa scudo di questo potere perchè si amalgama nel gossip,si riconosce nel suo simile, amico dell'amico dell'amico, per trarne un vantaggio personale a svantaggio di altri. Ritengo il baciabanchi in senso letterale una figura retorica, fortemente ancorata ad un immaginario collettivo che fa da collettore tra preghiera, inginocchiato, prete, confessionale ed  il gruppetto di comari ammiccanti o di compari allusivi. E' un gioco di potere, una sorta di massoneria all'aria aperta, un cartello che etichetta i non credenti o non praticanti come "diversi", persone da far finta di non conoscere se intraveduti nel  marciapiede opposto. Ciò che accomuna maggiormente i bigotti è il sapere tutto di tutti, per infliggere cattiverie e maldicenze al momento opportuno; tuttavia il bigotto si dimostra amicone di un suo consimile, ma, come in economia italiana, non sa gestire i flussi e quindi, pur rappresentando  in questo contesto l'azionista di maggioranza, non esita ad infamare un suo accordato. Alla fine, comunque i bigotti cadono in piedi, nessuno paga per le malefatte compiute, tuttalpiù cambia parrocchia, ma sempre bigotto rimane. Poi vi è l'evoluzione del bigotto ovvero entrare a far parte dell'Opus Dei o simili "confraternite"cosi' potenti da influenzare scelte politico/economiche. Porto una mia piccola esperienza personale in merto: un collega internista è dell'opus dei , 5 figli, moglie casalinga percepisce ca. 3.800 mensili che in assoluto non sono pochi, ma con 6 persone a carico non può permettersi tanti larghi, eppure ha un tenore di vita abbastanza elevato e non ha patrimoni di famiglia. Qualche tempo fa mi domando se potevo visitare gratis alcuni suoi amici, un colonnello,un dirigente bancario ed altre tre persone. Col cucco gli risposi, io visito gratis chi voglio io.  In USA , invece il salotto buono è fatto, tanto per citare due nomi famosi, da Warren Buffet e Bill Gates, che sono amicissimi, ma l'unica cosa che li accomuna sono le associazioni filantropiche alle quali fanno parte.

Negli USA l'economia va bene perchè i piu' grandi investitori istituzionali, quelli che determinano il flusso azionario a lungo periodo, sono anonimi che investono in Exxon, CocaCola o  General Electric , ma il nome non interessa a nessun americano, ciò che conta è che non si muovono seguendo logiche di cordata ma logiche di mercato.

Non ritengo che in Italia il bigotto appartenga ad una comunità piccola o di paese piuttosto che ad una metropoli, il tutto risiede nella "sua" logica di cordata o potere che dir si voglia.

 

Sono stato civile? :)    

 

Di questo forum mi è sempre piaciuta una cosa che si impara molto. Grazie anche a te ho potuto conoscere un aspetto che non conoscevo.

Mi piace sempre tanto ascoltare chi ne sa più di me. :) 

Grazie.

 

E comunque sia si.."i giochi di potere" sono quelli il fulcro di tante situazioni ...vero...

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Caro 50's ecco un argomento che mi sta profondamente a cuore da sempre e soprattutto da alcuni anni dove sto raccogliendo idee e pensieri.

Quando si parla di discriminazione sessuale, sarò limitata ma faccio davvero una grande fatica a capire chi non comprende che l'Amore è Universale.

Lo professo da sempre e sempre a gran voce, ho imparato a moderare certi termini ..cerco sempre di pensare a chi ho come interlocutore ma una mia piccola

vittoria l'ho ottenuta quest'estate parlando con una persona di famiglia. Credimi dopo aver detto come la pensavo mi sono sentita meglio, perchè negare un 

proprio pensiero solo per far contenti tutti. Chi mi conosce sa che sono di larghe vedute ma come dice una mia carissima amica: non tutto son pronti a certe

verità, soprattutto chi si nasconde dietro delle "bellissime" e "comuni"  apparenze. E ho scoperto che sono tantissimi. Poi per carità ognuno è libero di vivere

come crede... ;)

 

 

 

Di questo forum mi è sempre piaciuta una cosa che si impara molto. Grazie anche a te ho potuto conoscere un aspetto che non conoscevo.

Mi piace sempre tanto ascoltare chi ne sa più di me. :)

Grazie.

 

E comunque sia si.."i giochi di potere" sono quelli il fulcro di tante situazioni ...vero...

Grazie a te, che hai creato un ottimo topic ;) . Nella mia vita ho sempre cercato di adottare il concetto che nessuno sa tutto e la cosa più stupida che si possa fare è il non trasmettere ed imparare queste conoscenze.  Vi sono ancora miei colleghi che abusano dei grecismi per esporre una diagnosi ad un paziente, e per un quarto d'ora di visita viaggiano su 300 eur, senza scrupoli di sottrarli a persone semplici e con situazioni economiche non brillanti.

Non mi definisco un Robin Hood moderno, ma a queste persone che in alcuni casi presentano gravi patologie, non faccio pagare nulla.

Il contrario avviene per coloro che indossano abiti costosi, accessori firmatissimi ecc. e spesso sono così

 legati ai loro denari e benessere tanto da diventare malati immaginari. :)

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie a te, che hai creato un ottimo topic ;) . Nella mia vita ho sempre cercato di adottare il concetto che nessuno sa tutto e la cosa più stupida che si possa fare è il non trasmettere ed imparare queste conoscenze.  Vi sono ancora miei colleghi che abusano dei grecismi per esporre una diagnosi ad un paziente, e per un quarto d'ora di visita viaggiano su 300 eur, senza scrupoli di sottrarli a persone semplici e con situazioni economiche non brillanti.

Non mi definisco un Robin Hood moderno, ma a queste persone che in alcuni casi presentano gravi patologie, non faccio pagare nulla.

Il contrario avviene per coloro che indossano abiti costosi, accessori firmatissimi ecc. e spesso sono così

 legati ai loro denari e benessere tanto da diventare malati immaginari. :)

 

Veramente bello da parte tua!  :ok:

Il nostro paese da troppo tempo è la sede della maggior causa che provoca il bigottismo (IMHO). Purtroppo é talmente radicata nei nostri usi e costumi che non ne vedo la fine.

Ricchissimi che uccidono impoverendo, criminali che lo fanno col piombo si ritrovano la Domenica assieme vicini vicini......

Sono un motociclista, non il proprietario di una moto...
Mrs.BlackIV: Triumph Bonneville T100 Black,  MacBook Air

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie a te, che hai creato un ottimo topic ;) . Nella mia vita ho sempre cercato di adottare il concetto che nessuno sa tutto e la cosa più stupida che si possa fare è il non trasmettere ed imparare queste conoscenze.  Vi sono ancora miei colleghi che abusano dei grecismi per esporre una diagnosi ad un paziente, e per un quarto d'ora di visita viaggiano su 300 eur, senza scrupoli di sottrarli a persone semplici e con situazioni economiche non brillanti.

Non mi definisco un Robin Hood moderno, ma a queste persone che in alcuni casi presentano gravi patologie, non faccio pagare nulla.

Il contrario avviene per coloro che indossano abiti costosi, accessori firmatissimi ecc. e spesso sono così

 legati ai loro denari e benessere tanto da diventare malati immaginari. :)

 

E' anche per questo che mi capita spesso di selezionare le persone adesso non per snobbismo ma perchè (se non è strettamente necessario) cerco di condividere

la mia vera essenza solo con persone che sono sulla stessa mia lunghezza d'onda. ;)

Sarà l'età  :ghghgh:  o forse magari anche le esperienze di vita aiutano.

Veramente bello da parte tua!  :ok:

Il nostro paese da troppo tempo è la sede della maggior causa che provoca il bigottismo (IMHO). Purtroppo é talmente radicata nei nostri usi e costumi che non ne vedo la fine.

Ricchissimi che uccidono impoverendo, criminali che lo fanno col piombo si ritrovano la Domenica assieme vicini vicini......

Io non so se ci sarà una fine a questo bigottismo latente ma una cosa è certa se noi nel nostro piccolo stiamo alla larga dal "falso perbenismo" è tutto di guadagnato.

Poi per carità si sa che per lavoro o in certi ambienti bisogna cercare un compromesso magari non accettando un invito e declinando gentilmente ;) o lasciando perdere certe discussioni che sono per me, almeno, futili.

 

Si si mi rileggo e penso che sia l'età... hehehe :ghghgh:  Una volta mi parevo un amazzone verso certi argomenti ora molto molto meno, diciamo che le cose dette o fatte in maniera diversa hanno i loro pregi.

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Sarò di controtendenza alle precedenti affermazioni,anche se devo ammettere che alcune di vostri pensieri sono troppo umanistici per me che ho una cultura più scientifica e un ragionamento più legato a numeri e formule...Quando si parla nel nostro paese di bigotti i temi sono sempre gli stessi:questioni razziali,omosessualità,transessualità,possibilità di adozione di figli da parte delle precedenti categorie.

Io non ho nulla contro il primo e il secondo,storco il naso con il terzo,non sono d'accordo con il quarto...la corrente di pensiero,la quale definirla tale mi sembra fin troppo,di aprire le porte a qualsivoglia genere di diversità mi pare non solo incomprensibile,e questo riguarda solo me, ma anche controproducente,e questo riguarda tutti.

Spesso il "bigottismo" viene affibbiato anche a una scelta di conservazione di alcuni principi societari. Quello che non si ammette è che questo modo di pensare,alla moda,inneggiando a una sorta di ricambio e restaurazione dei costumi sta piano piano superando la "vecchia" cultura. Perché? perchè a tutti piace vestire i panni dell'eroe che cambia il mondo,perchè è più facile demolire le vecchie idee e etichettarle come sbagliate piuttosto che mostrarne di nuove. Mi permetto di sottolineare che dire il contrario di un'idea non è proporre una nuova. E questo è il genere di comportamento che è stato prima incarnato da una fetta politica e poi è rinato in un movimento recente.

Nonostante consensi della cultura demolitoria non mi sembra che il paese sia rinato,che i problemi si siano risolti...Quanto bisogna aspettare prima di capire che non si possono sempre distribuire SI e alcune volte e necessario dire NO?

La condanna dell'Italia è sempre la stessa:è rimasta culturalmente indietro perchè non ha spalancato le porte a ogni novità...USA e francia mi sembrano parecchio multietnici e "aperti" e non mi sembra abbiano chissà quali tenori di vita...quanto siano realmente davanti a noi...

A volte sarebbe necessario avere una cultura meno Hippy perché in fin dei conti non si vive solo di buone intenzioni

Link al commento
Condividi su altri siti

Sarò di controtendenza alle precedenti affermazioni,anche se devo ammettere che alcune di vostri pensieri sono troppo umanistici per me che ho una cultura più scientifica e un ragionamento più legato a numeri e formule...Quando si parla nel nostro paese di bigotti i temi sono sempre gli stessi:questioni razziali,omosessualità,transessualità,possibilità di adozione di figli da parte delle precedenti categorie.

Io non ho nulla contro il primo e il secondo,storco il naso con il terzo,non sono d'accordo con il quarto...la corrente di pensiero,la quale definirla tale mi sembra fin troppo,di aprire le porte a qualsivoglia genere di diversità mi pare non solo incomprensibile,e questo riguarda solo me, ma anche controproducente,e questo riguarda tutti.

Spesso il "bigottismo" viene affibbiato anche a una scelta di conservazione di alcuni principi societari. Quello che non si ammette è che questo modo di pensare,alla moda,inneggiando a una sorta di ricambio e restaurazione dei costumi sta piano piano superando la "vecchia" cultura. Perché? perchè a tutti piace vestire i panni dell'eroe che cambia il mondo,perchè è più facile demolire le vecchie idee e etichettarle come sbagliate piuttosto che mostrarne di nuove. Mi permetto di sottolineare che dire il contrario di un'idea non è proporre una nuova. E questo è il genere di comportamento che è stato prima incarnato da una fetta politica e poi è rinato in un movimento recente.

Nonostante consensi della cultura demolitoria non mi sembra che il paese sia rinato,che i problemi si siano risolti...Quanto bisogna aspettare prima di capire che non si possono sempre distribuire SI e alcune volte e necessario dire NO?

La condanna dell'Italia è sempre la stessa:è rimasta culturalmente indietro perchè non ha spalancato le porte a ogni novità...USA e francia mi sembrano parecchio multietnici e "aperti" e non mi sembra abbiano chissà quali tenori di vita...quanto siano realmente davanti a noi...

A volte sarebbe necessario avere una cultura meno Hippy perché in fin dei conti non si vive solo di buone intenzioni

Non obbietto sul fatto che tu abbia una cultura scientifica, nel mio piccolo ritengo di averla pure io, anche se i "miei numeri e formule" si correlano con una RSM, piuttosto che con esami ematologici o gli esiti di una rachicentesi e non con complesse equazioni. Non sono un hippy ma ritengo che in ogni forma di "diversità" ,vista  con i nostri parametri di assoluta imperfezione umana arricchisce,.  Il fatto è che molti non sono consapevoli, o fingono di non esserlo per paura di essere etichettati come compiacenti del "diverso" ed indipendentemente dal credere o meno questa è una forma di bigottismo. Se il nostro paese non rinasce anzi regredisce la colpa è di una classe politica e privata che ha fatto da sempre in economia il suo interesse. Per carità anche gli USA non sono stati immuni e neppure ora lo sono da avvoltoi come Richad Fuld, ex numero uno di Lehman il quale  Ã¨ caduto in piedi con la sua nuova società Matrix Advisor, tuttavia il tasso di disoccupazione giovanile, rapportato proporzionalmente con il n.ro di abitanti è di 1/3 o 1/2 dell'eurozona, anche se questi giovani hanno contratti binario, ove carriere e mansioni sono già stati ratificati alla firma del contratto di lavoro. Ma non voglio andare O.T. . Ritornando al topic non mi sembra di vivere di buone intenzioni, le metto in atto.

Il problema della "vecchia cultura" è quello che il mondo è avanti anni luce, pur con tutti i problemi esistenti, rispetto alla stessa. Purtroppo la vecchia cultura è completamente immersa nel suo archetipo. Se ne è accorto persino un uomo vestito di bianco che ha detto: < Chi sono io per giudicare>? 

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

Non obbietto sul fatto che tu abbia una cultura scientifica, nel mio piccolo ritengo di averla pure io, anche se i "miei numeri e formule" si correlano con una RSM, piuttosto che con esami ematologici o gli esiti di una rachicentesi e non con complesse equazioni. Non sono un hippy ma ritengo che in ogni forma di "diversità" ,vista  con i nostri parametri di assoluta imperfezione umana arricchisce,.  Il fatto è che molti non sono consapevoli, o fingono di non esserlo per paura di essere etichettati come compiacenti del "diverso" ed indipendentemente dal credere o meno questa è una forma di bigottismo. Se il nostro paese non rinasce anzi regredisce la colpa è di una classe politica e privata che ha fatto da sempre in economia il suo interesse. Per carità anche gli USA non sono stati immuni e neppure ora lo sono da avvoltoi come Richad Fuld, ex numero uno di Lehman il quale  Ã¨ caduto in piedi con la sua nuova società Matrix Advisor, tuttavia il tasso di disoccupazione giovanile, rapportato proporzionalmente con il n.ro di abitanti è di 1/3 o 1/2 dell'eurozona, anche se questi giovani hanno contratti binario, ove carriere e mansioni sono già stati ratificati alla firma del contratto di lavoro. Ma non voglio andare O.T. . Ritornando al topic non mi sembra di vivere di buone intenzioni, le metto in atto.

Il problema della "vecchia cultura" è quello che il mondo è avanti anni luce, pur con tutti i problemi esistenti, rispetto alla stessa. Purtroppo la vecchia cultura è completamente immersa nel suo archetipo. Se ne è accorto persino un uomo vestito di bianco che ha detto: < Chi sono io per giudicare>? 

Mi è piaciuto molto il tuo finale =)...Comunque io non è che voglia a tutti i costi perpetuare una sorta di omofobia o in generale xenofobia...Secondo me non porta benefici una miscelazione di diverse estrazioni culturali e sociali...cerco di spiegare la cosa in modo molto semplice senza fronzoli o citazioni varie.

Se due popoli sconosciuti si incontrano si scambiano degli avanzamenti scientifici e scoperte,ne hanno quindi un beneficio reciproco perchè si ha uno scambio di prodotti.

Ma se i due popoli diversi vengono mischiati tra di loro non ci può essere una reale coesistenza.La spiegazione di ciò età nel fatto sta nella stasa frase,sono diversi.Apparentemente si mischiano ma rimangono comunque separati.Un po' come mettere nello staso piatto acqua e olio,sono insieme ma non si mischiano.Come le comunità di culture diverse nel nostro paese,non ci sarà mai una perfetta integrazione tra Cattolici e Islamici ad esempio,e allora che senso ha promuovere a tutti costi un'integrazione forzata?Che poi è una facciata,perchè mentre si sventola integrazione ci si dissocia da comportamenti quali la condizione femminile che è in contrasto con il nostro patrimonio culturale...In sostanza non c'è beneficio sociale a mischiare differenze sociali o culturali.Mangiare il cui cui una volta all'anno non mi rende più vicino alla comunità marocchina...

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi è piaciuto molto il tuo finale =)...Comunque io non è che voglia a tutti i costi perpetuare una sorta di omofobia o in generale xenofobia...Secondo me non porta benefici una miscelazione di diverse estrazioni culturali e sociali...cerco di spiegare la cosa in modo molto semplice senza fronzoli o citazioni varie.

Se due popoli sconosciuti si incontrano si scambiano degli avanzamenti scientifici e scoperte,ne hanno quindi un beneficio reciproco perchè si ha uno scambio di prodotti.

Ma se i due popoli diversi vengono mischiati tra di loro non ci può essere una reale coesistenza.La spiegazione di ciò età nel fatto sta nella stasa frase,sono diversi.Apparentemente si mischiano ma rimangono comunque separati.Un po' come mettere nello staso piatto acqua e olio,sono insieme ma non si mischiano.Come le comunità di culture diverse nel nostro paese,non ci sarà mai una perfetta integrazione tra Cattolici e Islamici ad esempio,e allora che senso ha promuovere a tutti costi un'integrazione forzata?Che poi è una facciata,perchè mentre si sventola integrazione ci si dissocia da comportamenti quali la condizione femminile che è in contrasto con il nostro patrimonio culturale...In sostanza non c'è beneficio sociale a mischiare differenze sociali o culturali.Mangiare il cui cui una volta all'anno non mi rende più vicino alla comunità marocchina...

 

"Secondo me non porta benefici una miscelazione di diverse estrazioni culturali e sociali..." 

 

Ema, dimmi stai scherzando vero??.. O forse non ho ben capito io...

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

"Secondo me non porta benefici una miscelazione di diverse estrazioni culturali e sociali..." 

 

Ema, dimmi stai scherzando vero??.. O forse non ho ben capito io...

Fammi un esempio di reale beneficio societario e culturale che tu puoi riscontrare in altre culture diverse dalle nostre,è più comune che ci siano dei motivi di scontro che di incontro...perchè finchè è qualcosa di tipo mangereccio funziona benissimo,io ad esempio frequento abbastanza i ristoranti nipponici,ma non invito un giapponese a casa mia,non potrei sposare una ragazza giapponese perchè hanno un concetto familiare decisamente diverso...e questo è alla base di tutti i casi di divorzio internazionale con custodie dei figli problematiche,con tutta serenità,visto che dovrebbe essere una discussione costruttiva,ti chiedo di elencarmi esempi reali di vantaggi culturali e sociali.

Ci tengo a sottolineare con io trovo invece validissimo il confronto tecnologico e scientifico che non può far altro che portarci più velocemente a progredire in campi applicativi diversi

Prima ho sbagliato...volevo scrive mangiare il Cus Cus...correttore automatico invadente...

Link al commento
Condividi su altri siti

Fammi un esempio di reale beneficio societario e culturale che tu puoi riscontrare in altre culture diverse dalle nostre,è più comune che ci siano dei motivi di scontro che di incontro...perchè finchè è qualcosa di tipo mangereccio funziona benissimo,io ad esempio frequento abbastanza i ristoranti nipponici,ma non invito un giapponese a casa mia,non potrei sposare una ragazza giapponese perchè hanno un concetto familiare decisamente diverso...e questo è alla base di tutti i casi di divorzio internazionale con custodie dei figli problematiche,con tutta serenità,visto che dovrebbe essere una discussione costruttiva,ti chiedo di elencarmi esempi reali di vantaggi culturali e sociali.

Ci tengo a sottolineare con io trovo invece validissimo il confronto tecnologico e scientifico che non può far altro che portarci più velocemente a progredire in campi applicativi diversi

Prima ho sbagliato...volevo scrive mangiare il Cus Cus...correttore automatico invadente...

 

Premetto che rispetto chi non la pensa come me. Se parliamo di questo argomento non parlerei di bigottismo però solo di una visuale delle relazioni oggi.

Il topic era stato aperto per capire cosa ne pensate delle persone che all'apparenza sono molto tolleranti su tutto poi dietro l'angolo ne dicono di "peste e corna" oppure 

delle classiche famiglie "bene" che poi nascondono degli scheletri enormi.

 

Ma tornando al tuo discorso invece io parlo molto più terra a terra e più semplicemente sono da sempre convinta che l'Amore sia universale, non parlo di Amore

solo di coppia, parlo di Amore come quel sentimento che ti fà superare anche difficoltà come la diversità di cultura. Certo, lo so che anche le culture cosi estreme tra loro siano un ostacolo non da poco da superare, ma per esperienza credo che l'Amore faccia la differenza.

 

E non credo nelle favole se magari hai pensato questo mentre leggevi. Voglio solo ancora credere che in qualche angolo ci siano persone che abbattono certi pensieri,

sempre nel rispetto di tutti , si intende. E' forse che al giorno d'oggi siamo esasperati da certe situazioni e quindi diventiamo (me compresa) intolleranti a certe invadenze non civili. 

 

*Non ti preoccupare per gli errori..capita con i correttori automatici e anche senza (tipo me che scrivo di getto..) 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi è piaciuto molto il tuo finale =)...Comunque io non è che voglia a tutti i costi perpetuare una sorta di omofobia o in generale xenofobia...Secondo me non porta benefici una miscelazione di diverse estrazioni culturali e sociali...cerco di spiegare la cosa in modo molto semplice senza fronzoli o citazioni varie.

Se due popoli sconosciuti si incontrano si scambiano degli avanzamenti scientifici e scoperte,ne hanno quindi un beneficio reciproco perchè si ha uno scambio di prodotti.

Ma se i due popoli diversi vengono mischiati tra di loro non ci può essere una reale coesistenza.La spiegazione di ciò età nel fatto sta nella stasa frase,sono diversi.Apparentemente si mischiano ma rimangono comunque separati.Un po' come mettere nello staso piatto acqua e olio,sono insieme ma non si mischiano.Come le comunità di culture diverse nel nostro paese,non ci sarà mai una perfetta integrazione tra Cattolici e Islamici ad esempio,e allora che senso ha promuovere a tutti costi un'integrazione forzata?Che poi è una facciata,perchè mentre si sventola integrazione ci si dissocia da comportamenti quali la condizione femminile che è in contrasto con il nostro patrimonio culturale...In sostanza non c'è beneficio sociale a mischiare differenze sociali o culturali.Mangiare il cui cui una volta all'anno non mi rende più vicino alla comunità marocchina...

Dove lavoro io ed è così per quasi tutti gli ambienti di lavoro simili al mio vi è personale multietnico, dal primario all' infermiere. Orbene ho avuto molte occasioni di trascorrere una giornata assieme a loro e viceversa in ambito extralavoro oppure serate a cena e sono persone come noi, simpatiche o meno, con i loro interessi condivisibili o meno. Non atteggiamoci con loro come portatori di "vera" cultura giacchè ogni popolo ha una sua cultura da trasmettere.  Non dimentichiamo che i pellerossa sono stati sterminati anche dal diabete poichè loro non conoscevano la farina di grano tenero, imposta loro dagli spagnoli come cibo perchè era pratica da maneggiare assieme all'acqua e poco costosa  . Ovvio che i delinquenti di ogni nazionalità come tali andrebbero giudicati ed incarcerati, ma anche qui si cade ne farraginoso nostro sistema giudiziario. Ma la maggior parte di questi extracomunitari non delinque, cerca un posto di lavoro in ambienti  nei quali nessun italiano lavorerebbe nonostante la crisi: fabbriche di marmi, nettezza urbana, catene di montaggio non robotizzate ecc, In quanto all'integrazione religiosa i musulmani sono rigidissimi, perchè si attengono al senso letterale del Corano, ma quanti di noi, assai piu' malleabili diventerebbero musulmani?

Sulla condizione femminile è di pochi giorni fa la notizia che in Saudi Arabia nessuna donna può prendere la patente, ciò malgrado, moltissime donne si sono messe al volante, rischiando il carcere, per sfidare questa assurda legge. Magari a noi sembra poco ma per loro è moltissimo, tanto che questo fatto di cronaca ha fatto il giro del mondo. Comunque le donne arabe in qualche maniera  stanno da tempo cercando di liberarsi di simboli oppressivi. Per esempio sotto il burka indossano biancheria intima sexy e di altissima qualità, ciò non per compiacere l'uomo ma loro stesse. E se questa lenta rivoluzione appartiene a loro non possiamo certo intervenire in loco. Ma se il nostro pensiero e modo di fare è reazionario non possiamo aiutare nessuno.Anche se per questo vi dovranno essere molte generazioni dopo la mia.

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

Hai ragione,sono andato un poco off topic...Se dobbiamo stare a parlare della falsità della gente ,delle peste e corna non penso che abbia a che fare col bigottismo...o probabilmente lo intendiamo in modo diverso...le famiglie che nascondo gli scheletri  e fanno la morale ad altri sono solo ipocriti secondo me e decisamente pettegoli...il bigottismo che intendo io consiste nel seguire con un eccessivo rigore una qualche corrente di pensiero,religioso o politico ad esempio e ne si fa eventualmente scudo davanti al resto,al limite si pecca di presunzione e arroganza nel momento in cui si lapida chi è diverso.Ma se io seguissi con eccessivo rigore ad esempio la fede cristiana non mi dovrei comportare in modo "non cristiano" perchè altrimenti sarei un ipocrita...il bigotto è,a parer mio coerente,cool paraocchi,ma coerente...

Il tuo discorso sull'universalità dell'amore fila, a parer mio,finché gli ostacoli sono bassi...ma non perchè sia sbagliato ad altri livelli,è perchè la natura umana delle persone,determina questa limitazione...

Premettiamo che tutte le persone siano "buone",tu non credo ti troveresti comunque a tuo agio assieme a un gruppo di uomini islamici osservanti,che ti vedono come una proprietà,puoi anche "amarli" ma in questo caso il tuo amore assume un significato di perdono,al limite di compassione...ma non penso tu possa realmente sentirti a tuo agio.

E allora perchè tu ti debba sentire obbligata ad integrarti,ne segue allora ognuno se ne stia a casa sua,per estensione ognuno al suo paese di origine.Tutto questo non per razzismo,omofobia,ma per semplice semplicità di vita...

E questo ragionamento io penso sia applicabile ad ogni diversità insuperabile,solo bisogna cambiare i termini di diversità...Poi io rispetto il prossimo,non lo disprezzo...solo non mi sento di aver cose in comune e non cerco contatto

Link al commento
Condividi su altri siti

Sto leggendo ciò che scrivete e leggere i vostri pensieri mi arricchisce, come sempre quando sento parlare persone che lo fanno meglio di me.

Anche se a volte non condivido, come normale che sia.,, "ascolto" volentieri. :)

 

Per adesso..buona domenica a tutti :)

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Sarò di controtendenza alle precedenti affermazioni,anche se devo ammettere che alcune di vostri pensieri sono troppo umanistici per me che ho una cultura più scientifica e un ragionamento più legato a numeri e formule...Quando si parla nel nostro paese di bigotti i temi sono sempre gli stessi:questioni razziali,omosessualità,transessualità,possibilità di adozione di figli da parte delle precedenti categorie.

Io non ho nulla contro il primo e il secondo,storco il naso con il terzo,non sono d'accordo con il quarto...la corrente di pensiero,la quale definirla tale mi sembra fin troppo,di aprire le porte a qualsivoglia genere di diversità mi pare non solo incomprensibile,e questo riguarda solo me, ma anche controproducente,e questo riguarda tutti.

Spesso il "bigottismo" viene affibbiato anche a una scelta di conservazione di alcuni principi societari. Quello che non si ammette è che questo modo di pensare,alla moda,inneggiando a una sorta di ricambio e restaurazione dei costumi sta piano piano superando la "vecchia" cultura. Perché? perchè a tutti piace vestire i panni dell'eroe che cambia il mondo,perchè è più facile demolire le vecchie idee e etichettarle come sbagliate piuttosto che mostrarne di nuove. Mi permetto di sottolineare che dire il contrario di un'idea non è proporre una nuova. E questo è il genere di comportamento che è stato prima incarnato da una fetta politica e poi è rinato in un movimento recente.

Nonostante consensi della cultura demolitoria non mi sembra che il paese sia rinato,che i problemi si siano risolti...Quanto bisogna aspettare prima di capire che non si possono sempre distribuire SI e alcune volte e necessario dire NO?

La condanna dell'Italia è sempre la stessa:è rimasta culturalmente indietro perchè non ha spalancato le porte a ogni novità...USA e francia mi sembrano parecchio multietnici e "aperti" e non mi sembra abbiano chissà quali tenori di vita...quanto siano realmente davanti a noi...

A volte sarebbe necessario avere una cultura meno Hippy perché in fin dei conti non si vive solo di buone intenzioni

il fatto che siano multietnici, non significa che siano paesi dove le altre etnie sono integrate. mi parli di francia forse dimenticando quanto accadde a parigi pochi anni fa, o di stati uniti, dove più del 40% della popolazione carceraria è nera, dove le persone di colore sono comunque ghettizzate (avevo, o meglio, mio padre aveva casa a nizza, in fancia ci ho trascorso tantissimo tempo), mia sorella vive in olanda, a den haag (l'aia), anche li vado molto spesso, troppo spesso si prendono come esempio i paesi centro nordici, ma anche li gli olandesi si creano compagnie olandesi, molta popolazione è musulmana e anche loro non sono integrati, musulmani con musulmani, olandesi con olandesi, mia sorella è italiana e le sue amicizie sono tutte provenienti da immigrati, francesi, belgi, che lavorano in olanda, quindi il fatto che ci siano persone "diverse", a mio parere c'entra poco con l'integrazione.

riguardo poi l'Italia, quando sento la parola bigottismo non posso che pensare alla religione, o meglio, allo stato vaticano, che nonostante ci sia la suddivisione fra stato e chiesa interferisc ein maniera determinante, che si parli di uso del preservativo o di altri sistemi di contraccezione, o che si parli di sperimentazioni mediche (per esempio le staminali o l'assunzione di tbc a scopo terapeutico), viviamo in un paese costruito sullo stato vaticano, non è lo stato vaticano che sta al centro del nostro paese, qui mi fermo sulla religione che forse è meglio

come dici tu, se uno vive di sole buone intenzioni nn arriva  a nulla, anzi, di solito sono quel genere di persone che giudicano gli altri senza mai guardare se stessi,  anche questi sono dei bigotti, ma se una persona cerca nel suo piccolo di metterle in pratica, è ben più di una semplice visionaria che vive nel 1968 :)

PS

assunzione di thc nn della tubercolosi, maledetto correttore :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Sul caso staminali si imputa solo la colpa alla chiesa...il che è abbastanza superficiale perchè le staminali non sono una risposta ad ogni cosa...anche perchè di recente hanno trovato altri metodi per ottenere cellule totipotenti tramite regressione cellulare mi sembra ma non sono sicuro...e comunque non crediamo che l'uso delle staminali risolva ogni malattia di questo mondo semplicemente perchè economicamente parlando non sono remunerative certe malattie rare di cui le staminali potrebbero essere la soluzione...molto più probabile il loro impiego nell'industria cosmetica

Link al commento
Condividi su altri siti

il fatto che siano multietnici, non significa che siano paesi dove le altre etnie sono integrate. mi parli di francia forse dimenticando quanto accadde a parigi pochi anni fa, o di stati uniti, dove più del 40% della popolazione carceraria è nera, dove le persone di colore sono comunque ghettizzate (avevo, o meglio, mio padre aveva casa a nizza, in fancia ci ho trascorso tantissimo tempo), mia sorella vive in olanda, a den haag (l'aia), anche li vado molto spesso, troppo spesso si prendono come esempio i paesi centro nordici, ma anche li gli olandesi si creano compagnie olandesi, molta popolazione è musulmana e anche loro non sono integrati, musulmani con musulmani, olandesi con olandesi, mia sorella è italiana e le sue amicizie sono tutte provenienti da immigrati, francesi, belgi, che lavorano in olanda, quindi il fatto che ci siano persone "diverse", a mio parere c'entra poco con l'integrazione.

riguardo poi l'Italia, quando sento la parola bigottismo non posso che pensare alla religione, o meglio, allo stato vaticano, che nonostante ci sia la suddivisione fra stato e chiesa interferisc ein maniera determinante, che si parli di uso del preservativo o di altri sistemi di contraccezione, o che si parli di sperimentazioni mediche (per esempio le staminali o l'assunzione di tbc a scopo terapeutico), viviamo in un paese costruito sullo stato vaticano, non è lo stato vaticano che sta al centro del nostro paese, qui mi fermo sulla religione che forse è meglio

come dici tu, se uno vive di sole buone intenzioni nn arriva  a nulla, anzi, di solito sono quel genere di persone che giudicano gli altri senza mai guardare se stessi,  anche questi sono dei bigotti, ma se una persona cerca nel suo piccolo di metterle in pratica, è ben più di una semplice visionaria che vive nel 1968 :)

PS

assunzione di thc nn della tubercolosi, maledetto correttore :)

 

se si parli di chiesa, nick  mi vedi molto d'accordo basta pensare anche solo nel quotidiano di quanta gente va a messa per sfilare più che perchè crede "nella chiesa" ...

io che sono reduce di anni di accese discussioni con un mio ex ..

 

 

 

poi ..."se penso a cosa scrivete" penso: una cena con voi sarebbe molto interessante si si...non parlerei molto ma ascolterei con piacere..

felice che ci siano persone che sanno confrontarsi come voi..

 

buona serata..

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Sul caso staminali si imputa solo la colpa alla chiesa...il che è abbastanza superficiale perchè le staminali non sono una risposta ad ogni cosa...anche perchè di recente hanno trovato altri metodi per ottenere cellule totipotenti tramite regressione cellulare mi sembra ma non sono sicuro...e comunque non crediamo che l'uso delle staminali risolva ogni malattia di questo mondo semplicemente perchè economicamente parlando non sono remunerative certe malattie rare di cui le staminali potrebbero essere la soluzione...molto più probabile il loro impiego nell'industria cosmetica

non penso che risolvano ogni malattia, ne ho parlato in questi termini o sull'efficacia di esse, ho parlato di sperimentazione... non so se in italia si possa fare, ma in alcuni stati degli stati uniti una madre può conservare il cordone ombelicale, per poterlo eventualmente utilizzare nel caso volesse provare una cura con le staminali, ora non sono uno scienziato ne ho studiato nulla di scientifico, e qualche parola magari la sbaglio, ma la sostanza è quella.

per nn parlare poi del chiaccheratissimo "metodo stamina", che si vede ormai da tempo grazie alle iene, non so se qualcuno di voi lo stia seguendo... però in effetti qui nn è solo la chiesa a metterci lo zampino, ma di certo nn fa nulla per aiutare.

avrei potututo parlare di eutanasia (il caso di eluana englaro la dice lunga sull'argomento), di accanimento terapeutico, di aborto, gli esempi sono molteplici, ho pescato solo nel mazzo con le staminali...

Link al commento
Condividi su altri siti

non ne fa parte l'Italia, ma tutto il mondo "perbene".

non sopporto, anzi mi crea del fastidio fisico vedere le sceneggiate delle aste e delle serate di beneficenza condite da visoni,catene d'oro,visi di plastica ecc... che ogni tanto si vedono in televisione o ultimamente sul forum come la vendita di un mac pro rosso venduto a 700000 dollari.

forse sarò io il bigotto,ma proprio non mi piacciono queste sfilate di milionari per bene.

 

non sò,mi dà come l'idea dei 7 euro al mese promessi dal nostro amato governo....

Link al commento
Condividi su altri siti

se si parli di chiesa, nick  mi vedi molto d'accordo basta pensare anche solo nel quotidiano di quanta gente va a messa per sfilare più che perchè crede "nella chiesa" ...

io che sono reduce di anni di accese discussioni con un mio ex ..

 

 

 

poi ..."se penso a cosa scrivete" penso: una cena con voi sarebbe molto interessante si si...non parlerei molto ma ascolterei con piacere..

felice che ci siano persone che sanno confrontarsi come voi..

 

buona serata..

Il bigotto va a sfilare, e la maggior parte di quelli che conosco hanno scheletri nell'armadio, poi si sentono in pace perchè Dio perdona tutto. Purtroppo dopo il "pentimento" momentaneo ritornano a fare ciò che facevano prima, poi si riconfessano.  

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

non ne fa parte l'Italia, ma tutto il mondo "perbene".

non sopporto, anzi mi crea del fastidio fisico vedere le sceneggiate delle aste e delle serate di beneficenza condite da visoni,catene d'oro,visi di plastica ecc... che ogni tanto si vedono in televisione o ultimamente sul forum come la vendita di un mac pro rosso venduto a 700000 dollari.

forse sarò io il bigotto,ma proprio non mi piacciono queste sfilate di milionari per bene.

 

non sò,mi dà come l'idea dei 7 euro al mese promessi dal nostro amato governo....

Beh, meglio donazioni pubbliche  alla ricerca anche se provenienti da multinazionali, piuttosto che nessuna donazione.  Il fatto è che queste persone che aquistano ad aste miliardarie ed ogni tanto fanno beneficenza, sono quelle che normalmente aquistano opere d'arte a 5/6 milioni di €. per loro stessi. Alla fine il denaro donato non ha un nome ma una destinazione filantropica.    :)  

nell' avatar

Link al commento
Condividi su altri siti

Personalmente ho sempre ritenuto il bigottismo … un limite umano , come vedere la vita coi paraocchi … per me è sinonimo di “ignoranza†travestita da perbenismo, con questo non voglio dire che ognuno non possa manifestare le proprie preferenze, possano essere religiose, sessuali e via dicendo, anzi devono essere conservate o espresse se proprie, definiscono ciò che siamo e in che direzione vogliamo andare, ,  ma  è la non accettazione delle altre che poi diventa  un problema e che sfocia, se esasperata purtroppo  in altre manifestazioni,intolleranza religiosa, razzismo, discriminazione sessuale,  e via dicendo … più che integrazione  ( termine che non userei neanche in un a relazione di coppia, in cui ognuno , pur amandosi, mantiene la propria personalità  ) auspico sempre una relazione consapevole, matura , aperta, curiosa ,  tra le parti   , un arricchimento  continuo nella conoscenza di modi di vivere e pensare  diversi , che poi  è evoluzione .

 

Anche nei post precedenti ho letto  un bigottismo latente , riferimento a questa o altra religione … per esempio , impariamo a parlare di persone , di umanità ,senza definirle,  in poche parole si dovrebbe giudicare meno e imparare di più , senza cambiare ciò che siamo ma per arricchirci … relazionarsi in modo aperto  e rispettoso   ,  essere se stessi sicuramente , ma  non in  un gabbia   , ma una stanza , arredata come vogliamo, ma  con la porta aperta, e quando avviene è sempre uno  scambio reciproco . 

 

 

 

Alcuni pensano sia utopico, io sono molto più ottimista … confido molto nelle potenzialità umane e in quel concetto di amore  per la vita e per chi la vive … ognuno a modo suo …  ma che, insieme ,diventa universale  â€¦ buttate i paraocchi* e guardate , anche una volta sola ,  attraverso  il caleidoscopio  … :fiorellino:

 

 

*Coppia di pezzi di cuoio cuciti lateralmente alla testiera del cavallo per impedirgli la visuale ed evitare così che, disturbato, si imbizzarrisca || figg. con i oil p., senza tenere conto di quanto pensano o fanno gli altri: ragionare con i p. |avere, mettersi i o il p., ignorare o volere ignorare l'evidenza

Link al commento
Condividi su altri siti

Se sei bogotto ti danno contro, se non sei bigotto ti danno contro lo stesso. Sinceramente trovo inutile una discussione del genre, tanto ci sará sempre qualcuno pronto a ribattere e darti contro. La domanda è, meglio la bella faccia davanti e brutta dietro ( cosi ti criticheranno perchè sei un bigotto) o è meglio direttamente la brutta faccia davanti (cosi ti daranno del razzista, omofobo, ecc....) ????

inviato dal mio Nokia 3310 usando Tapatalk

macbook pro 13" mid 2012  -  ipad 4 3g 16gb  -  iphone 5 16gb

Link al commento
Condividi su altri siti

Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo