Vai al contenuto





cianfiosti

[tutorial] Esportazione PDF per la stampa

Recommended Posts



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Contenuti simili

    • Da Lief
      Ieri notte ero particolarmente creativo e ho ricevuto l'illuminazione per la creazione di un piccolo programma che rinomina i file in batch in modo progressivo (esempio prendo 10 file li rinomina da 000 a 009).
      Ma quale linguaggio usare?
      Ho pensato subito al C perchè è ottimo per prototipizzare sui file (è un linguaggio molto semplice che, senza librerie aggiuntive, consente di usare semplici system call come rename o chiamare la bash con system), anche se successivamente mi sono quasi pentito della scelta (visto e considerato come si lavora male sulle stringhe).
      Dopo averlo creato (come vedete molto velocemente, usando addirittura un goto per puro sfizio di farlo):
       
      Ho pensato che fosse un'ottima scusa per provare a utilizzare tale codice dentro un'applicazione con solo l'interfaccia grafica scritta in Swift.
       
      Per farlo ho trovato molto più rapido incapsulare il mio codice C dentro una classe Objective-C (è stato così molto più semplice passare le stringhe come parametri):
       
      Ovviamente questo è il codice finale, in mezzo ci sono stati tanti passaggi.
       
      Ho così creato il .h per questa classe
      e come si può vedere non ho dovuto modificare praticamente nulla del mio codice C vero e proprio.
      Ho dovuto infatti solo aggiungere il wrapper della classe e dei metodi Objective-C.
      Ovviamente ho dovuto anche creare un piccolo file bridge
      NomeProgetto-Bridging-Header.h
      dove ho solo scritto
      #import "Core.h" Successivamente ho poi modificato il codice per adattarsi alla mia interfaccia grafica scritta in Swift (che ovviamente prevede la selezione dei file attraverso una finestra di selezione dei file):
       
       
      Ovviamente il programma non è per nulla ottimizzato e potrebbe avere dei bug (non mi prendo responsabilità in caso perdiate dei dati, quindi non utilizzate questo programma su dati importanti).
      Però l'obbiettivo primario è stato raggiunto.
      Il programma è attualmente una sorta di MVC in cui la View (l'interfaccia grafica) è scritta in Swift e non ha alcuna funzionalità se non quella di passare l'input al Model (la classe C wrappata all'interno dell'Objective-C) attraverso il Controller (il bridge).
      Tutte le funzionalità di base sono svolte backend dal codice C originale, solo l'interfaccia grafica è in Swift.
       
      Questo mini-tutorial si conclude qui, spero che sia stato utile a qualcuno.
      Se volete più informazioni vi consiglio questo link stackoverflow:
      Concludo dicendo solo che per usare le funzioni C in Swift direttamente (senza Objective-C) si può fare in questo modo:
      funzione_c("World".cStringUsingEncoding(NSUTF8StringEncoding)) lo scrivo perchè in linea di massima è l'unica cosa non proprio intuitiva ("come usare un oggetto C se in C gli oggetti non esistono? Semplice ne hanno creato uno").
       
      Il vantaggio principale è ovviamente che se avete del codice C, C++ o Objective-C già scritto.... Oppure vi piace scrivere in linguaggi diversi. Potete farlo.
      In linea di massima potreste persino non saper scrivere codice Swift (e la costruzione dell'interfaccia grafica è particolarmente semplice).
    • Da Macwork.it
      Salve,
      ho un sito creato ad inizio 2013 che tratta svariati video tutorial informatici tutti su mac, il sito è collegato ad un canale youtube con una settantina di iscritti. Il sito è www.macwork.it
      Dato che (per fortuna) sto lavorando parecchio ho poco tempo per creare e pubblicare nuovi tutorial, se qualcuno è interessato ed ha le conoscenze per pubblicare è il benvenuto, e sarà aggiunto come autore nel "chi siamo" del sito.
       
      Se non si ha dimestichezza con wordpress posso provvedere io a pubblicare gli articoli sul sito. Se avete dimestichezza potete anche darmi una mano al suo miglioramento.
       
      La pubblicità compensa (appena) le spese di manutenzione del sito, ma non escludo compensi qualora si raggiungano risultati maggiori, ad esempio con una parnership youtube.
       
       
    • Da qqupp
      Questo metodo serve per Pulire a mano le preferenze e impostazioni di vecchi programmi, senza perdere la testa, o meglio per capire che cosa scrive un programma nella nostra cartella di libreria, quando viene eseguito....
      Usato con succ per ripulire la cartellla di libreria da tutti quei file lasciati in giro dai programmi che non si usano piu'... e per dare ancora 15 gg di prova ai trial gia' scaduti...
       
      Procedura:
      Aprite Utility Disco e create un disco vuoto. Io ne ho creato uno da 100 mb lettura e scrittura formato hfs.
      In alternativa qualsiasi immagine disco creata che non vi serva va be basta che sia r/w.
      Per inciso io l' ho creata a manina da riga di comando...
      $ hdiutil create -size 100m -layout MBRSPUD -fs "HFS+" -type UDIF img  
      Montate l' img vuota nella cartella della libreria del vostro utente
      $ hdiutil attach img.dmg -mountpoint ~/Library/ Et voila' il vostro utente non e' mai stato cosi' vergine...
      Runnate i programmi e curiosate dentro il disco...
      Ora che sapete dove e cosa scrive potete sganciare il disco e cancellare o manipolare i file che desiderate nella locazione originale!
       
      ps. per smontare il disco "hdiutil unmount -force ...."
       
       
      Una precisazione o piu':
      NON MI ASSUMO RESPONSABILITA' DI  NESSUN TIPO,
      NON FORNISCO ASSITENZA, QUESTO TUTORIAL E' FORNITO COSI' COME' PER DIVULGAZIONE, LE OPERAZIONI ELENCATE DI SOPRA POSSONO ESSERE POTENZIALMENTE DANNOSE NON FATELO SE NON SAPETE QUELLO CHE STA ACCADENDO...
      E del tutto consigliabile chiudere tutti i prog in uso e non aprirli se non quelli strettamente interessati alle finalita'.
      E normale che andando a sganciare la cartella lib perdiate temporaneamente tuttte le vostre preferenze incluso look e feel del wm.
      P.P.S. se un prog vi chiede la password, vuol dire che vuole scrivere qualcosa in una parte di filesystem in cui non avete i permessi percio' sto metodo non e' valido al 100%
       
    • Da dahpro
      eccovi a voi un tutorial di bootcamp spero possa essere di aiuto a chi ha difficolta' ad usare questo programma.

      http://www.youtube.com/watch?v=YV2UC8BMN0k&feature=plcp
  • Ora Popolare

  • Annunci casuali

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo