Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Recommended Posts

Ciao a tutti, 

ho un problema con Numbers che non mi era mai capitato con excel. Il problema è molto semplice: la funzione TRONCA all'interno di una concatenazione non funziona. 

Nello specifico, ho due celle con valori numerici. Nella prima il valore 0,32 e nella seconda il valore 0,25. In un'altra cella inserisco questa formula:

 

 

TRONCA ((C2*100);0))&"x"&TRONCA ((D2*100);0))

 

ed invece di restituirmi 32x25, mi restituisce 32,00x25,00. Così anche le funzioni ARROTONDA e tutte quelle che ho provato.

 

Dove sbaglio?

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, 

ho un problema con Numbers che non mi era mai capitato con excel. Il problema è molto semplice: la funzione TRONCA all'interno di una concatenazione non funziona. 

Nello specifico, ho due celle con valori numerici. Nella prima il valore 0,32 e nella seconda il valore 0,25. In un'altra cella inserisco questa formula:

TRONCA ((C2*100);0))&"x"&TRONCA ((D2*100);0))

ed invece di restituirmi 32x25, mi restituisce 32,00x25,00. Così anche le funzioni ARROTONDA e tutte quelle che ho provato.

 

Dove sbaglio?

 

Nell'esempio specifico la funzione TRONCA non serve nemmeno:

 

=(C2*100)*(D2*100)

 

... da come risultato 800 che è il prodotto di 32 per 25.

 

 

Nel caso li risultato presentasse dei decimali, da eliminare, la funzione TRONCA andrebbe usata solo in riferimento al prodotto e non ai singoli fattori:

 

=TRONCA((C2*100)*(D2*100);0)

 

... altrimenti se tu troncassi i singoli fattori potresti pure incorrere nel caso di una moltiplicazione per 0.

 

 

Tutto questo concettualmente è uguale uguale in Excel ... mentre nella tua formula è incomprensibile l'inserimento di &"x"& ed infatti inserita in Numbers essa non funziona proprio.

Naturalmente il ragionamento vale anche per la funzione ARROTONDA e tutte quelle che dovessero agire sul prodotto.

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nell'esempio specifico la funzione TRONCA non serve nemmeno:

 

=(C2*100)*(D2*100)

 

... da come risultato 800 che è il prodotto di 32 per 25.

 

 

Nel caso li risultato presentasse dei decimali, da eliminare, la funzione TRONCA andrebbe usata solo in riferimento al prodotto e non ai singoli fattori:

 

=TRONCA((C2*100)*(D2*100);0)

 

... altrimenti se tu troncassi i singoli fattori potresti pure incorrere nel caso di una moltiplicazione per 0.

 

 

Tutto questo concettualmente è uguale uguale in Excel ... mentre nella tua formula è incomprensibile l'inserimento di &"x"& ed infatti inserita in Numbers essa non funziona proprio.

Naturalmente il ragionamento vale anche per la funzione ARROTONDA e tutte quelle che dovessero agire sul prodotto.

 

Scusami, forse mi sono spiegato male. Io ho bisogno che nella cella appaia proprio "32x25". Per questo l'inserimento della concatenazione e della "x". Non deve apparirmi 800 cioè il prodotto

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusami tu, ho letto decisamente di fretta. Tu ti eri spiegato bene mentre io ho voluto capire quello che presumevo ...

 

Allora la questione è decisamente più semplice. Hai messo 6 parentesi (e 2 spazi) di troppo:

 

TRONCA_((C2*100);0))&"x"&TRONCA_((D2*100);0))

 

TRONCA(C2×100;0)&"x"&TRONCA(D2×100;0)

 

Altrettanto varrebbe per la sintassi della funzione ARROTONDA:

 

ARROTONDA(C2×100;0)&"x"&ARROTONDA(D2×100;0)

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusami tu, ho letto decisamente di fretta. Tu ti eri spiegato bene mentre io ho voluto capire quello che presumevo ...

 

Allora la questione è decisamente più semplice. Hai messo 6 parentesi (e 2 spazi) di troppo:

 

TRONCA_((C2*100);0))&"x"&TRONCA_((D2*100);0))

 

TRONCA(C2×100;0)&"x"&TRONCA(D2×100;0)

 

Altrettanto varrebbe per la sintassi della funzione ARROTONDA:

 

ARROTONDA(C2×100;0)&"x"&ARROTONDA(D2×100;0)

 

Grazie, ma sembra ancora non funzionare. Linko uno screen della tabella con la formula

 

https://www.dropbox.com/s/wvpx270f30fxwth/Schermata%202014-12-13%20alle%2015.07.28.png?dl=0

Modificato da andrea.durzo

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so cosa aggiungere. A me funziona e pare del tutto identica:

 

2mg1jkn.jpg

Thanks to tinypic.com for free hosting

 

Potrebbero esserci nella casella/colonna ragioni di formattazione, ma al momento non me ne vengono in mente.

Modificato da MacUser not Used

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so cosa aggiungere. A me funziona e pare del tutto identica:

 

2mg1jkn.jpg

Thanks to tinypic.com for free hosting

 

Potrebbero esserci nella casella/colonna ragioni di formattazione, ma al momento non me ne vengono in mente.

 

O mannaggia la pupazza!  :shock:

C'è qualcosa che ci sfugge allora...  :confused:

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prova a creare una tabella nuova per trovarti nella mia stessa situazione.

Se non funzionasse comincerei a sospettare che tu possa subire il transito della canonica nuvoletta alla Fantozzi ... 

 

L'unica particolarità che mi fa riflettere è che tu inserisci il calcolo in una casella che viene prima di quelle dei dati su cui il calcolo stesso si basa. Coi numeri inseriti manualmente come ho fatto io tutto funziona (io in precedenza il risultato lo avevo in una casella della colonna E) ma in caso di ricalcolo o di inserimento dei dati "condizionato" in un qualsiasi modo il risultato potrebbe non essere corretto. Quindi fra le prove da fare ci sarebbe quella di spostare la tua attuale colonna B a destra delle attuali colonne C e D.

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prova a creare una tabella nuova per trovarti nella mia stessa situazione.

Se non funzionasse comincerei a sospettare che tu possa subire il transito della canonica nuvoletta alla Fantozzi ... 

 

L'unica particolarità che mi fa riflettere è che tu inserisci il calcolo in una casella che viene prima di quelle dei dati su cui il calcolo stesso si basa. Coi numeri inseriti manualmente come ho fatto io tutto funziona (io in precedenza il risultato lo avevo in una casella della colonna E) ma in caso di ricalcolo o di inserimento dei dati "condizionato" in un qualsiasi modo il risultato potrebbe non essere corretto. Quindi fra le prove da fare ci sarebbe quella di spostare la tua attuale colonna B a destra delle attuali colonne C e D.

 

Ho provato anche io in un foglio nuovo ed effettivamente funziona. Purtroppo si porta dietro calcoli da molti fogli. Credo non ci sia una soluzione

Modificato da andrea.durzo

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho provato anche io in un foglio nuovo ed effettivamente funziona. Purtroppo si porta dietro calcoli da molti fogli. Credo non ci sia una soluzione

 

Se puoi, per mia soddisfazione personale, inserendo una nuova colonna fra D ed E e quindi ponendo la formula in quella colonna che risultato ne esce?

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se puoi, per mia soddisfazione personale, inserendo una nuova colonna fra D ed E e quindi ponendo la formula in quella colonna che risultato ne esce?

 

Nada, anche spostando la colonna, la solfa non cambia. In un nuovo foglio, la funzione "funziona" (scusate) senza problemi, ma in quella tabella no. Purtroppo  non posso nemmeno sganciare quei dati dalle tabelle precedenti, altrimenti mi crolla il palazzo!  :mad:

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nada, anche spostando la colonna, la solfa non cambia. In un nuovo foglio, la funzione "funziona" (scusate) senza problemi, ma in quella tabella no. Purtroppo  non posso nemmeno sganciare quei dati dalle tabelle precedenti, altrimenti mi crolla il palazzo!  :mad:

 

Scusa l'insistenza, ma la prova che ti chiedevo era la creazione di una nuova colonna fra D ed E e l'inserimento della formula in essa lasciando al suo posto l'attuale colonna B.

 

La prova dello spostamento andrebbe completata con la registrazione della variazione (in un documento nuovo ovviamente) e quindi con la chiusura e la riapertura del documento stesso. Solo allora il ricalcolo sarebbe sicuramente avvenuto totalmente ed il risultato sarebbe certo.

 

Che lo spostamento posteriori non produca risultati comunque mi sembra probabile perché un'insieme di tabelle costruito con un "difetto" iniziale raramente si riesce a rattoppare. Spesso il "difetto" è riproposto più volte e comunque gli effetti tendono a moltiplicarsi e non a calmierarsi.

Per "difetto" intendo il porre un calcolo in colonne "a sinistra" di quelle su cui si basa (oppure porlo in righe "superiori" che è azione del tutto analoga).

 

Proprio non mi viene in mente un'altra ragione di questo malfunzionamento così particolare e non riscontrabile in una nuova composizione.

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusa l'insistenza, ma la prova che ti chiedevo era la creazione di una nuova colonna fra D ed E e l'inserimento della formula in essa lasciando al suo posto l'attuale colonna B.

 

La prova dello spostamento andrebbe completata con la registrazione della variazione (in un documento nuovo ovviamente) e quindi con la chiusura e la riapertura del documento stesso. Solo allora il ricalcolo sarebbe sicuramente avvenuto totalmente ed il risultato sarebbe certo.

 

Che lo spostamento posteriori non produca risultati comunque mi sembra probabile perché un'insieme di tabelle costruito con un "difetto" iniziale raramente si riesce a rattoppare. Spesso il "difetto" è riproposto più volte e comunque gli effetti tendono a moltiplicarsi e non a calmierarsi.

Per "difetto" intendo il porre un calcolo in colonne "a sinistra" di quelle su cui si basa (oppure porlo in righe "superiori" che è azione del tutto analoga).

 

Proprio non mi viene in mente un'altra ragione di questo malfunzionamento così particolare e non riscontrabile in una nuova composizione.

 

Scusa, non avevo capito.

Ho fatto la prova che mi hai chiesto e non ha sortito gli effetti sperati. Ho scoperto che se modificassi le celle da cui la formula prende i valori (nello specifico la colonna C e la colonna D), ovvero eliminassi le cifre decimali, la formula funziona.

Mi spiego meglio: se 0,32 lo faccio diventare 0, eliminando le cifre dopo la virgola, e così anche per il valore 0,25, la formula funziona senza problema. Allo stesso modo, se aggiungo cifre dopo la virgola, il risultato della formula diventa qualcosa del tipo: 32,0000x25,0000.

 

Giusto per essere più chiari, la colonna C di questa tabella, "pesca" i dati dal foglio precedente a questo, da una tabella nella quale i dati sono inseriti manualmente; quindi non si porta dietro (in teoria) nessun errore proveniente da altre formule.

2u76mgz.png

Modificato da andrea.durzo

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È davvero un bel rompicapo (per me ... per te è decisamente peggio).

 

Io scriverei ex novo questa tabella integralmente almeno relativamente alla prima riga.

Proprio senza copiare assolutamente niente da questa esistente (anche senza la formattazione estetica, intestazioni ecc.).

Più di una volta le cose inspiegabili restano tali ed il lavoro rifatto "semplicemente funziona" senza fornire spiegazioni del perché e del percome.

 

Magari anche la tabella di provenienza dei dati potrebbe essere rifatta, sempre solo limitatamente alla prima riga.

Spero non siano coinvolte troppe tabelle ...  :angioletto:

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È davvero un bel rompicapo (per me ... per te è decisamente peggio).

 

Io scriverei ex novo questa tabella integralmente almeno relativamente alla prima riga.

Proprio senza copiare assolutamente niente da questa esistente (anche senza la formattazione estetica, intestazioni ecc.).

Più di una volta le cose inspiegabili restano tali ed il lavoro rifatto "semplicemente funziona" senza fornire spiegazioni del perché e del percome.

 

Magari anche la tabella di provenienza dei dati potrebbe essere rifatta, sempre solo limitatamente alla prima riga.

Spero non siano coinvolte troppe tabelle ...  :angioletto:

 

19 fogli numbers... L'intero calcolo strutturale di un palazzo... fortunatamente per un esame e non per una costruzione vera  :DD

Architetto Rambaldo Melandri

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

19 fogli numbers... L'intero calcolo strutturale di un palazzo... fortunatamente per un esame e non per una costruzione vera  :DD

 

Non è detto che tu debba rifarle proprio tutte. Fra documenti diversi una tabella si può copiare ed incollare integralmente. Il punto è che se tu verificassi che ripartendo da queste 2 l'inghippo venisse finalmente superato, poi forse le altre ti basterebbe trascinarle, copia/icollarle od importarle.

 

Dai che ti vedo speranzoso ... beata gioventù ... chi ci crede più che l'edilizia edificativa riparta?

Il futuro è solo della ristrutturazione e, probabilmente, quello economico nelle demolizioni e nelle bonifiche.

Un geloso introverso schivo ed abbottonato ... in libera uscita :-o                                   Backup SEMPRE!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo