Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Il nostro lato creativo.


Recommended Posts

Fastidi Mattutini

Improvvisa repulsione nei confronti di una ragazza accanto a me in biblioteca. Classica tipa bassina, sul metro e cinquantacinque diciamo, con corporatura minuta e dai colori tipicamente mediterranei, ma, per qualche ragione, inspiegabilmente deboli su di lei. Il volto appare come l’emblema d’un tempo che c'era: capelli neri, voluminosi e raccolti; sopracciglia molto fini, estremamente curate ed inarcate all’insù; pelle candida, liscia e ben idratata; orecchini di perla bianchi, piccoli e rotondi; occhiali in pieno stile anni 70’, dalla lente ampia ed a forma circolare. Lo sguardo. Così deciso e sicuro di sé quasi da metter asfissia. Non v’è assolutamente nulla che possa impedire ai suoi occhi piccoli e spiritati di interrompere quel moto perpetuo atto a seguire instancabilmente le righe del libro. 

La compostezza nel vestire è anch’essa abominevole: ballerine nere dal tacco alto, con improbabili ornamenti glitter e cuciture alla buona; fuson grigio antracite, con inutile quanto raccapricciante lampo alle caviglie; e per finire un piumino imbottito (ancora indosso) di color fucsia, accompagnato da un "elegantissimo" foulard che sembra esser stato ritagliato da un telo da picnic per l’imbarazzante fantasia a quadri. 
Sembra uscita da un uovo di Pasqua, o da una bomboniera per così dire. É una persona dai connotati davvero terrificanti, così puntuale e precisa da renderla inspiegabilmente vuota, priva di senso. A farmi inorridire di per sé è proprio questa smodata compostezza tipica di chi si cura degli altri più d'ogni cosa, ciecamente amando usi e costumi ormai obsoleti.

 

Eppure tornando a casa ancora ci pensavo e non riuscivo a togliermela dalla testa. Che personaggio! Mah, chissà chi saranno i suoi stilisti? Hahaha. E poi mi dicevo

che ero un mostro a pensarla così però in effetti mi verrebbe quasi quasi da fermarla e chiederglielo. Va beh, vado a studiare un po'. Ma mentre studiavo niente come

un pensiero ossessivo perché c'era qualcosa che oltre ad infastidirmi mi aveva lasciato un qualcosa di particolare. Andai in cucina. Frigo vuoto. Come sempre.

Dirigendomi verso il market mi sentii osservato. Starò mica impazzendo? Forse era quel periodo così carico di impegni che mi faceva sbarellare. Ecco trovata la mia

birra preferita, ci aggiungo anche una bella pizza surgelata visto che di meglio non so fare ultimamente. Tornando a casa ero davvero soddisfatto della mia scelta.

Aprendo il portone notai che l'ascensore….

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 176
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ecco qua qualche pagina recente. Ora mi aspetto che Viola mi tracci il profilo psicologico    

Io non so disegnare, non so scrivere ... Esprimo la mia creatività diversamente (la Matematica è una delle cose più creative che si possano immaginare). Ma voglio condividere qua l'opera di un am

Come vi invidio... mi piacerebbe tanto essere in grado di disegnare e scrivere. L'unica cosa che so fare e' scrivere codice :p

Posted Images

Grande Viola!
Cerco di continuare prossimamente (ovviamente chiunque voglia farlo prima di me potrà precedermi).
Proviamo a farlo diventare come il "gioco della linea continua"

< Il guaio è che gli uomini studiano come allungare la vita, quando invece bisognerebbe allargarla... [Luciano De Crescenzo, 32 Dicembre] >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fastidi Mattutini

Improvvisa repulsione nei confronti di una ragazza accanto a me in biblioteca. Classica tipa bassina, sul metro e cinquantacinque diciamo, con corporatura minuta e dai colori tipicamente mediterranei, ma, per qualche ragione, inspiegabilmente deboli su di lei. Il volto appare come l’emblema d’un tempo che c'era: capelli neri, voluminosi e raccolti; sopracciglia molto fini, estremamente curate ed inarcate all’insù; pelle candida, liscia e ben idratata; orecchini di perla bianchi, piccoli e rotondi; occhiali in pieno stile anni 70’, dalla lente ampia ed a forma circolare. Lo sguardo. Così deciso e sicuro di sé quasi da metter asfissia. Non v’è assolutamente nulla che possa impedire ai suoi occhi piccoli e spiritati di interrompere quel moto perpetuo atto a seguire instancabilmente le righe del libro.

La compostezza nel vestire è anch’essa abominevole: ballerine nere dal tacco alto, con improbabili ornamenti glitter e cuciture alla buona; fuson grigio antracite, con inutile quanto raccapricciante lampo alle caviglie; e per finire un piumino imbottito (ancora indosso) di color fucsia, accompagnato da un "elegantissimo" foulard che sembra esser stato ritagliato da un telo da picnic per l’imbarazzante fantasia a quadri.

Sembra uscita da un uovo di Pasqua, o da una bomboniera per così dire. É una persona dai connotati davvero terrificanti, così puntuale e precisa da renderla inspiegabilmente vuota, priva di senso. A farmi inorridire di per sé è proprio questa smodata compostezza tipica di chi si cura degli altri più d'ogni cosa, ciecamente amando usi e costumi ormai obsoleti.

Eppure tornando a casa ancora ci pensavo e non riuscivo a togliermela dalla testa. Che personaggio! Mah, chissà chi saranno i suoi stilisti? Hahaha. E poi mi dicevo

che ero un mostro a pensarla così però in effetti mi verrebbe quasi quasi da fermarla e chiederglielo. Va beh, vado a studiare un po'. Ma mentre studiavo niente come

un pensiero ossessivo perché c'era qualcosa che oltre ad infastidirmi mi aveva lasciato un qualcosa di particolare. Andai in cucina. Frigo vuoto. Come sempre.

Dirigendomi verso il market mi sentii osservato. Starò mica impazzendo? Forse era quel periodo così carico di impegni che mi faceva sbarellare. Ecco trovata la mia

birra preferita, ci aggiungo anche una bella pizza surgelata visto che di meglio non so fare ultimamente. Tornando a casa ero davvero soddisfatto della mia scelta.

Aprendo il portone notai che l'ascensore….

Titolo del paragrafo: Paranoico? Forse no!

Era guasto, come indicato da un pezzo di carta attaccato accanto a quest'ultimo, così, con malavoglia, iniziai a farmi i quattro piani che mi separavano dalla mia abitazione con tutte le buste delle spese. Arrivato a casa, quasi con un sospiro di sollievo buttai le buste a terra e misi apposto il loro contenuto. Sembrava che ero riuscito a dimenticare la ragazza della libreria, ma neanche venti minuti dopo, stendendo i panni, mi sentii osservato e di conseguenza con molta discrezione mi guardai attorno, in particolare scrutai minuziosamente le persone sul marciapiede che incorniciava il parco che dominava la vista dal mio balconcino e riuscii ad intravedere una persona che col binocolo guardava verso di me. (Ero paranoico? Forse. ) Quest'ultima si dileguò in fretta, nonostante ciò riuscii a vedere delle cose riguardo il suo aspetto fisico: basso moro e capelli lunghi... Aspetta non è che forse è la signora della biblioteca? Possibile che con questa bizzarra storia c'entra il mio lavoro? Ah si fino a qui non vi ho parlato del mio lavoro, sono un investigatore privato, abituato a vedere i dettagli e ho il sospetto che possa essere spiato proprio a causa della mia professione visto che attualmente sto lavorando su una pista molto calda, e se ho ragione una decina di politici e altrettanti milionari possono finire in manette per sempre...

Ps l ho voluta indirizzare su un giallo thriller la storia :p

Inviato dal mio iPhone 4s utilizzando Tapatalk

Modificato da Pippomatto23
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me piace però non hai fatto attenzione: nel paragrafo prima si diceva che il ragazzo studiava quindi..non lavora e poi ha incontrato la ragazza in biblioteca e non in libreria

 

 

ok ti perdono hai 13 anni ma..la "prof Viola rompina" :ghghgh:  ti fa rivedere il tutto e ripostare… perché meriterebbe, potresti dire che il suo sogno è fare l'investigatore per mettere in gattabuia tanti "delinquenti" …ecc..

 

 

attendiamo  :ok:

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah ok, non avevo visto la parte dello studio (o meglio non avevo tenuto conto che poteva influenzare il fatto di essere un adulto con professione) e per quanto riguarda libreria biblioteca classico che mi confondo...

Pardon

Inviato dal mio iPhone 4s utilizzando Tapatalk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Improvvisa repulsione nei confronti di una ragazza accanto a me in biblioteca. Classica tipa bassina, sul metro e cinquantacinque diciamo, con corporatura minuta e dai colori tipicamente mediterranei, ma, per qualche ragione, inspiegabilmente deboli su di lei. Il volto appare come l’emblema d’un tempo che c'era: capelli neri, voluminosi e raccolti; sopracciglia molto fini, estremamente curate ed inarcate all’insù; pelle candida, liscia e ben idratata; orecchini di perla bianchi, piccoli e rotondi; occhiali in pieno stile anni 70’, dalla lente ampia ed a forma circolare. Lo sguardo. Così deciso e sicuro di sé quasi da metter asfissia. Non v’è assolutamente nulla che possa impedire ai suoi occhi piccoli e spiritati di interrompere quel moto perpetuo atto a seguire instancabilmente le righe del libro. 

La compostezza nel vestire è anch’essa abominevole: ballerine nere dal tacco alto, con improbabili ornamenti glitter e cuciture alla buona; fuson grigio antracite, con inutile quanto raccapricciante lampo alle caviglie; e per finire un piumino imbottito (ancora indosso) di color fucsia, accompagnato da un "elegantissimo" foulard che sembra esser stato ritagliato da un telo da picnic per l’imbarazzante fantasia a quadri. 
Sembra uscita da un uovo di Pasqua, o da una bomboniera per così dire. É una persona dai connotati davvero terrificanti, così puntuale e precisa da renderla inspiegabilmente vuota, priva di senso. A farmi inorridire di per sé è proprio questa smodata compostezza tipica di chi si cura degli altri più d'ogni cosa, ciecamente amando usi e costumi ormai obsoleti.

 

Eppure tornando a casa ancora ci pensavo e non riuscivo a togliermela dalla testa. Che personaggio! Mah, chissà chi saranno i suoi stilisti? Hahaha. E poi mi dicevo

che ero un mostro a pensarla così però in effetti mi verrebbe quasi quasi da fermarla e chiederglielo. Va beh, vado a studiare un po'. Ma mentre studiavo niente come

un pensiero ossessivo perché c'era qualcosa che oltre ad infastidirmi mi aveva lasciato un qualcosa di particolare. Andai in cucina. Frigo vuoto. Come sempre.

Dirigendomi verso il market mi sentii osservato. Starò mica impazzendo? Forse era quel periodo così carico di impegni che mi faceva sbarellare. Ecco trovata la mia

birra preferita, ci aggiungo anche una bella pizza surgelata visto che di meglio non so fare ultimamente. Tornando a casa ero davvero soddisfatto della mia scelta.

Aprendo il portone notai che l'ascensore era guasto e ciò voleva dire che mi dovevo fare tre piani a piedi... non proprio il massimo.

Arrivato a casa sistemai la spesa e riscaldai la pizza, era proprio buona!! Dopo aver finito il pasto aprii la birra da 355 ml, una corona rigorosamente ghiacciata e col limone dentro. Nonostante ciò continuai a pensare alla ragazza, non me la riuscivo a levarla dalla testa, era come se l'avessi già conosciuta... così per rifletterci su decisi di fare una partita a scacchi, sperando in una qualche risposta. Finita quest'ultima mi vestii e andai subito in biblioteca (la partita da sempre le sue idee!) dove c'era sicuramente (da frequentatore quotidiano di questo luogo) un mio caro amico di nome Davide. Lui era mio coetaneo, tutti e due studenti all'università della sapienza, ma frequentavamo facoltà differenti. Fisicamente era magro, alto sul metro e ottantacinque, capelli castani e occhi verde chiaro. Appena entrai in biblioteca lo vidi, stava prendendo un libro, mi avvicinai con grande fretta e gli dissi sottovoce :" Daddo vieni fuori e posa il libro he ti devo parlare" lui annuì ed usci assieme a me. 

Modificato da Pippomatto23
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

f2008b42f8828e24b78fbc3738cd4530.jpgcb002e7905002372550964e3dc1c8de6.jpg

Scusate la bassa qualità delle immagini ma no riesco a far di meglio co le foto su questi disegni ( non ho usato niente per migliorare la qualità sennò avrei cambiato leggermente i colori agli sgorbi :DD )

Inviato dal mio iPhone 4s utilizzando Tapatalk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io e Giuca...... :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh:

 

schizzi.jpg

 

260a9c31556fdc31b65d696d4d212c69_unique_

Modificato da Glacy

 Il Sapiente sa Poco.. L'ignorante sa Molto.. il Cujun sa Tutto 


 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hahah grandissimo zietto  :ok:  :ok:

 

i tuoi sono molto belli invece ..... :ok:

 Il Sapiente sa Poco.. L'ignorante sa Molto.. il Cujun sa Tutto 


 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:preoccupato:  non ti piacciono gli scacchi?

 

No non gli piaccio io ..... :ninja:

 

 Il Sapiente sa Poco.. L'ignorante sa Molto.. il Cujun sa Tutto 


 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

zio glacy! ci stiamo io e paletto con te  :ghghgh:  :ghghgh:

 

Ok ma Il Paletto e' meglio di no pero' ...... :rofl: :rofl: :rofl:

 Il Sapiente sa Poco.. L'ignorante sa Molto.. il Cujun sa Tutto 


 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego e dichiari di aver letto e di accettare: Privacy Policy Termini di utilizzo