Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Change Mode






Scrittura tradizionale nel terzo millennio, ovvero 'Riscopriamo la stilografica'


Recommended Posts

Salve a tutti, forumendoli!
Seguo il consiglio ricevuto ormai in più frangenti ed apro questa discussione. Nel titolo ho indicato la sola stilografica, anche se - presumo - per completezza sarebbe bene inserire per lo meno i roller e le altre penne ad inchiostro liquido/gel che come sensazioni in condizioni d'uso si avvicinano a quelle generate da una stilografica.
Sicuramente può sembrare un vezzo scrivere a mano con una stilo, tuttavia vi posso assicurare che è una scelta dettata da motivazioni pratiche di cui le prime due sono le seguenti: la mano si stanca meno; la calligrafia è più veloce di quella con una penna a sfera o, comunque, più comprensibile a parità di tempo dedicato alla scrittura del testo.
A riprova di quanto dico, valgano queste due considerazioni: in alcuni Paesi si insegna ancora a scrivere utilizzando la stilografica - e da qui, l'esistenza di numerose penne 'scolastiche' - e inoltre esistono splendidi strumenti di scrittura, a costi bassi. Cosa intendo per 'splendidi strumenti di scrittura'? Quelle penne caricate con oro, argento, diamanti o altro che costano quanto un'automobile? No, intendo, invece, ottimi strumenti di scrittura che svolgono il loro compito in condizioni 'gravose', ovvero senza particolari attenzioni prestate alla penna stessa. Rientrano qui dentro almeno un centinaio di penne, tutte valide e che sono agli antipodi rispetto alle penne 'limited edition'.
Ovviamente, in questa fascia rientrano penne con semplici pennini in acciaio; questo vuol forse dire che siano inferiori a quelle con pennini in oro? Assolutamente no! L'oro, al giorno d'oggi, viene utilizzato più per motivi di immagine/marketing che non per reale superiorità rispetto all'acciaio; infatti oggi vi sono in produzione leghe di acciaio nettamente più resistenti rispetto al passato e, al contempo, i vari produttori di inchiostri hanno dovuto - per variazione nelle normative, soprattutto ambientali - rendere più 'docili' i loro manufatti. È vero che io stesso ho alcune penne con pennino in oro e/o edizioni limitate, tuttavia sono penne che ho ricevuto in dono per occasioni speciali oppure che ho acquistato per festeggiare determinati avvenimenti. Fino a quando non arriverà la Mezzanotte, la penna più costosa da me comprata è stata la OMAS 'Fp.it Millesimus' che ha un pennino in titanio - rigido - che vola sulla carta e dimensioni da penna quotidiana, seppur sia, per me, troppo leggera. È un'edizione limitata, e l'ho pagata meno di 200€ comprese le spese di spedizione.
Voi cosa usate per scrivere, oltre alla tastiera del PC/tablet/smartphone?

----------------------

Procedura Alimentatore Secco

Posto qui una 'procedura' utile in caso di alimentatore 'secco'; se il problema persiste può essere dato da tre fattori: alimentatore strutturalmente magro (si può sistemare avendo tante manualità e precisione allargando il condotto); errato accoppiamento pennino-alimentatore (si sistema smontando il tutto e rimontando correttamente; ovviamente per chi ha la manualità e la precisione di prima unita ad una discreta conoscenza della materia); punte dei rebbi troppo strette (si sistema seguendo le guide presenti in reti).

Venendo a noi, ecco la prima procedura da seguire in caso di flusso scarso e/o incostante:

se il conduttore è secco, disidratato, ecco i suggerimenti da seguire:

1) cambia inchiostro e inchiostra la penna con un altro colore o marca, quello che trovi va bene purchè sia di marca (no cineserie, quindi). L'inchiostro Waterman è molto indicato a inchiostrare i conduttori secchi

2) tieni la penna a riposo a testa in giù in modo che il conduttore sia sempre bagnato così si inchiostra

3) giusto per precauzione riempi e svuota diverse volte il serbatoio.

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 633
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Hatzo.... ti è caduta?   Non dovrebbe essere difficile sostituire il pennino, se non sbaglio è ad incastro e basta tirare per estrarre tutto il gruppo scrittura, su cui il pennino è appoggia

Sì sì.... tutte scuse per comprarti una penna nuova 

Posted Images

Ecco il primo discepolo !

Spalding & bros appena comprata su consiglio di un losco individuo che frequenta questo forum [emoji1]

Inviato dal mio iPhone utilizzando le mie dita.

"Rem tene, verba sequentur"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace come inizio.
L'importante è che in questo thread si possa parlare liberamente di qualsiasi cosa che sia inerente alle penne (stilografiche o meno); senza preoccuparsi di dover rimanere vincolati ai classici binari dell'In-Topic.

Venendo alla mia esperienza: ho da poco ritrovato in casa una vecchia Aurora B-11 ed ho iniziato a scriverci. L'impatto per ora è molto positivo e penso che in futuro sicuramente arricchirò la mia collezione!

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, alla fine ti ha convinto a prendere quella  :ghghgh: 

Io sono ancora al ballottaggio tra Lamy, Pilot MR e Parker IM. Decido tra domani e dopodomani!

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Faccio lo "sborone" ed inserisco una serie di penne "entry-level" per chi volesse iniziare:

Si parla proprio delle penne "entry level" per noi grandi inesperti. Mi sento di segnalarti queste:

 

  • Lamy Safari 
  • Lamy Al Star (versione in alluminio della Lamy Safari)
  • Lamy Nexx
  • Pilot MR 
  • Kaweco Sport
  • Kaweco Sport Al (versione in alluminio della Kaweco Sport)
  • Faber Castel Loom
  • Parker Vector
  • Parker IM
  • Cross Bailey
  • Jinhao X750
  • Pelikan Stola III
  • Waterman Graduate
  • Spalding&Bros Classic

Da quel che so (potrei sbagliarmi) quelle a scrivere meglio tra quelle elencate sono la Lamy (le prime due) e la Pilot MR.
A mio gusto personale posso dire che solo alcune hanno un design che mi ha realmente colpito ed, in particolar modo, mi sento di segnalare (discorso puramente estetico) le seguente:

- Lamy Al Star Antracite
- Kaweco Sport Al Silver

- Parker IM Canna di Fucile

- Pelikan Stola III Silver

Le altre pure mi piacciono, ma quelle di sopra sono quelle che gradisco di più a livello di design. 

Kaweco Sport Al
Lamy Al-Star
Parker IM
Pelikan Stola III

 

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ah, alla fine ti ha convinto a prendere quella :ghghgh:

Io sono ancora al ballottaggio tra Lamy, Pilot MR e Parker IM. Decido tra domani e dopodomani!

Stavo guardando le tue scelte su amazon...con occhio particolare per la Safari.

Inviato dal mio iPhone utilizzando le mie dita.

"Rem tene, verba sequentur"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stavo guardando le tue scelte su amazon...con occhio particolare per la Safari.

--------------------------------------------------------

Non conviene prenderla su Amazon.it.

Ti ho mandato PM.

In questi giorni ho fatto un'indagine di mercato e mi sono reso conto che per noi italiani conviene prenderla negli store fisici. In particolar modo puoi vedere "fisicamente" da Stilo&Stile, dato che la vendono a 24€! Ovviamente parlo della versione in alluminio, altrimenti quella in plastica sta 18€.

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuti! :) Mi piace il termine 'losco individuo', in quanto ho notato che chi utilizza la stilografica si comporta esattamente come un pusher: ti abbindola con belle parole e promesse di mondi meravigliosi; nel momento in cui si cede, ecco che inizia la disfatta... :ghghgh:

L'ho detto, si può parlare di qualsiasi strumento di scrittura, escludendo almeno le biro! ;)

Io, invece, ho - ormai - diverse penne e tutte sono legate a qualcosa di particolare; nel dettaglio abbiamo:

i) Visconti Rembrandt color avorio; regalo di laurea da parte dei 'suoceri' (non essendo sposato, ho usato le virgolette);

ii) OMAS Fp.it Millesimus, ovvero un'edizione speciale su base Milord, dalla quale si differenzia per il colore della resina (blue), il pennino (in titanio satinato anziché lucidato) e l'assenza della vera sulla sezione;

iii)Spalding&Bros classic in policarbonato rosso e alluminio, ora in uso da mia madre;

iv) Marlen Aleph, anch'essa edizione limitata - ed unica penna di prezzo 'onesto' di questa azienda - equipaggiata con pennino semiflessibile in acciaio armonico;

v) Sheaffer TRZ 70, ora regalata (un po' mi sono pentito... Spero di ritrovarne una, o che mi venga regalata);

vi) Parker Secret Shell Matte Black con pennino in oro 18kt, regalatami da mia sorella e suo marito per aver fatto loro da testimone di nozze (reca incise sul cappuccio le mie iniziali);

vii)Parker 75 Ciselé con pennino in oro 14kt e corpo in argento sterling, presa per valutare la differenza tra una penna di produzione meno recente rispetto alla 'nipotina' di cui sopra;

viii) Delta The Journal (postata poco fa), acquistata in seguito ad un trattamento ricevuto in un negozio specializzato in strumenti di scrittura (in pratica, una sorta di 'grazie' per la disponibilità e l'aiuto che mi sono stati dati);

ix) Montblanc 144 con pennino in oro 14kt bicolore. Mi è stata affidata da mia sorella, che a sua volta l'ha ritrovata in un cassetto, per far sí che funzionasse ed una volta fatta ripartire mi è stata lasciata;

x) Delta 70th, ovvero una versione particolare - per la resina utilizzata e le incisioni - della Arte Italiana. È una penna creata per festeggiare i 70anni di un negozio specializzato sito a Firenze che mi è stata regalata dalla morosa per il mio 33esimo compleanno;

xi) Goldpen Mezzanotte by Delta con pennino in oro bianco rodiato. È in assoluto la penna più cara che ho comprato (l'equivalente di un milione di lire) e l'ho acquistata perché... Perché... Perché mi è piaciuta da subito e volevo provare una penna Delta con caricamento costruito in ottone;

xii) Swan 3120 dei primi anni del secondo dopoguerra con pennino flessibile e caricamento a levetta. Acquistata per avere una vera vintage e provare un pennino davvero flessibile, in quanto quello della Aleph richiede uno sforzo non indifferente per poter variare il tratto. È, avendo ceduto la TRZ, la penna meno cara in mio possesso ed è la migliore per la calligrafia.

Detto questo, leggo i post che avete aggiunto nel frattempo... ;)

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi unisco a questo Thread anch'io!

Mi son sempre piaciute le stilografiche... Più che altro le ho sempre "stimate" ma poco (anzi... per niente) usate.

L'unica, degna di nota, che ho è una Waterman ricevuta come regalo di laurea: usata all'inizio e poi "messa nel cassetto" perché ogni volta che mi serviva la trovavo con l'inchiostro asciutto (e, quindi, inutilizzabile). [emoji17]

 Se domandare è lecito - e rispondere è cortesia - allora ringraziare è d'obbligo! ï£¿

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La scrittura in corsivo si è persa sia per il sistema scolastico, che per le penne a sfera che richiedono pressione nell'utilizzo e quindi sono poco adatte ad una scrittura 'svolazzante'.

Attenzione: le Spalding le conoscono in pochissimi, eppure scrivono meglio - per quella che è la mia esperienza - della Safari/Al Star e con un tratto più tendente all'F, anche se marchiato come M.

@GianlucaR: puoi darmi notizie sulla penna in questione? Se ti va', posso provare a darti qualche dritta per farla ripartire (e poi tenerla in uso :DD:ghghgh: ).

Chiunque si avvicini a questo strumento di scrittura deve ben tenere a mente le seguenti 'regole':

i) la prima regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

ii) la seconda regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

iii) la terza regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

iv) la quarta regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

v) la quinta regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura.

Tenute presenti queste fondamentali regole, ci saranno pochi altri accorgimenti: è inutile tenere la penna verticale e questo genera una postura di dita e polso più consona e meno stancante, permettendo - se il peso della penna non è eccessivo - sessioni più lunghe rispetto agli altri strumenti di scrittura.

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io scrivo poco. se scrivo corsivo è un disastro......la space pen devo dire che aiuta.. ma non potrei mai fare l'amanuense.

Tanto lo sai che finirà come per il wet shaving....tieni la carta di credito vicino !

Inviato dal mio iPhone utilizzando le mie dita.

"Rem tene, verba sequentur"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tanto lo sai che finirà come per il wet shaving....tieni la carta di credito vicino !

Inviato dal mio iPhone utilizzando le mie dita.

 

no no no.. usavo le stilo anni e anni fa.. belle ma ... per fortuna scrivo solo usando il computer....

 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tanto lo sai che finirà come per il wet shaving....tieni la carta di credito vicino !

Inviato dal mio iPhone utilizzando le mie dita.

:clap: :clap: :clap:

È vero, ti 'dovevo' una scimmia... Ed oggi ho saldato il mio debito! :diavoletto:

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per gli appassionati di stilografiche potrebbe essere un buon metodo quello di "sfruttare" tutte quelle persone che ne hanno ricevuta una in regalo per occasioni importanti e non la usano...
@GianlucaR per dirne uno...  :ghghgh:

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per gli appassionati di stilografiche potrebbe essere un buon metodo quello di "sfruttare" tutte quelle persone che ne hanno ricevuta una in regalo per occasioni importanti e non la usano...

@GianlucaR per dirne uno... :ghghgh:

A proposito: hai visto? Gianluca rientra in una delle due casistiche indicate da Phormula... ;)

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito: hai visto? Gianluca rientra in una delle due casistiche indicate da Phormula... ;)

--------------------------------------------

Vero, vero.

Non mettevo, comunque, in dubbio che fosse falso quello che diceva; sostenevo solo che - in ogni caso - ci potesse essere una terza ipotesi: uso sporadico per rare, rarissime occasioni.

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
--------------------------------------------

Vero, vero.

Non mettevo, comunque, in dubbio che fosse falso quello che diceva; sostenevo solo che - in ogni caso - ci potesse essere una terza ipotesi: uso sporadico per rare, rarissime occasioni.

Mica dico che ciò sia impossibile! Tuttavia dipende dalla penna: se questa non scrive nel momento in cui serve, verrà, molto probabilmente, accantonata. Detto questo: tu quanto usi la tua Aurora? Procede bene 'il rodaggio'?

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mica dico che ciò sia impossibile! Tuttavia dipende dalla penna: se questa non scrive nel momento in cui serve, verrà, molto probabilmente, accantonata. Detto questo: tu quanto usi la tua Aurora? Procede bene 'il rodaggio'?

----------------------------------------------------------------------------------------------------

Vero, e di qui il consiglio (saggio) di propendere all'inizio più per le cartucce che per il converter.

Infatti ho deciso che, molto probabilmente, non prenderò un converter. Avrebbe poco senso regalarlo senza inchiostro, no?

Sarebbe un po' come regalare un casco a chi non ha una moto: lo obbligherei a comprarla.

La Aurora, se effettivamente dovessi promuoverla a pieni voti, la userei sempre. Se mi trovo bene con una penna, finisco per usarla in tutto quello che faccio; quindi: al minimo 4 ore al giorno (non è che scrivo 4 ore, ma la uso per 4 ore) al massimo 6-8 ore al giorno!

Ad esempio, domani la userò sicuramente 3 ore a lezione e, poi, potrei usarla anche il pomeriggio per un altro paio d'ore. 

Comunque, mi sto trovando bene. 

Gli unici difetti, se proprio vogliamo elencarli, sono:

- Spesso trovo il pennino un po' sporco di inchiostro e mi tocca pulirlo con della carta, ma credo che sia normale.

- La cartuccia finisce in un battito di ciglia, impressionante.

- Il tratto è ancora troppo spesso per i miei gusti, nonostante sia un F!

< La "maggior parte" delle persone pensava che la Terra fosse piatta. >

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per il pennino: all'inizio anch'io 'scleravo per pulirlo, poi ho capite che i) è assolutamente normale e sintomo di buon funzionamento della penne e ii) che si segna a continuare a strofinarlo (questo punto ha poca importanza per penne dall'uso quotidiano, tuttavia prova a immaginare chi spende centinaia di € per una penna e si trova a dover sborsare altro denaro per un cambio del pennino e purtroppo è capitato).

Qui alcuni riferimenti a testi per migliorare la grafia: http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=32&p=132097#p132097

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La scrittura in corsivo si è persa sia per il sistema scolastico, che per le penne a sfera che richiedono pressione nell'utilizzo e quindi sono poco adatte ad una scrittura 'svolazzante'.

Attenzione: le Spalding le conoscono in pochissimi, eppure scrivono meglio - per quella che è la mia esperienza - della Safari/Al Star e con un tratto più tendente all'F, anche se marchiato come M.

@GianlucaR: puoi darmi notizie sulla penna in questione? Se ti va', posso provare a darti qualche dritta per farla ripartire (e poi tenerla in uso :DD:ghghgh: ).

Chiunque si avvicini a questo strumento di scrittura deve ben tenere a mente le seguenti 'regole':

i) la prima regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

ii) la seconda regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

iii) la terza regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

iv) la quarta regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura;

v) la quinta regola della stilografica è di evitare qualsiasi pressione durante la scrittura.

Tenute presenti queste fondamentali regole, ci saranno pochi altri accorgimenti: è inutile tenere la penna verticale e questo genera una postura di dita e polso più consona e meno stancante, permettendo - se il peso della penna non è eccessivo - sessioni più lunghe rispetto agli altri strumenti di scrittura.

Praticamente é un rasoio DE [emoji3]

Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

"Rem tene, verba sequentur"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravissimo! :-) E, ribadisco, sono due mondi 'più affini' di quanto si pensi... ;)

MacBook Pro Retina 2.6 GHz 8GB SSD 256GBiPhone XS 64GB Space Gray, iPod touch 7ª generazione (PRODUCT)Red, Sony a6400"La vita è quel che ti succede mentre tu sei impegnato a fare altri progetti"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo